Bruciore dopo le feci

Se c'è un bruciore o prurito dopo un movimento intestinale, questo può essere un segno di una grave malattia - emorroidi, varie malattie intestinali e persino la gonorrea. Tuttavia, il più delle volte questi sintomi compaiono quando l'ano è danneggiato da feci dure o carta igienica dura. Diamo un'occhiata a tutte le cause di disagio nell'ano.

crepe

Le fratture ano sono una delle cause più comuni di bruciore dopo le feci. Durante lo svuotamento intestinale, le masse fecali cadono sulla ferita, causando sempre sensazioni spiacevoli.

Le crepe possono apparire a qualsiasi età, sono ugualmente comuni nei neonati, negli adulti e negli anziani. Le cause di questo fenomeno sono solitamente le seguenti:

  • costipazione;
  • diarrea;
  • parto naturale;
  • alta attività fisica;
  • malattie del tratto gastrointestinale.

È importante notare che le crepe non sono sempre visibili ad occhio nudo. A volte si trovano non sull'ano, ma all'interno del retto. Si può sospettare la presenza di una tale patologia da goccioline scarlatte di sangue che rimane su carta igienica o biancheria intima dopo un movimento intestinale. Ulteriori sintomi - prurito e dolore durante lo sforzo.

La ragade anale viene trattata con agenti emollienti, antinfiammatori e cicatrizzanti. Per eliminare il danno esterno, vengono utilizzate creme, le micro-fratture interne sono combattute con supposte rettali.

Per il trattamento dei bambini ha usato olio di olivello spinoso o supposte con glicerina. Con un trattamento corretto e tempestivo, le crepe guariscono completamente in una settimana. Se i metodi conservativi non aiutano o il divario è troppo grande, allora viene rimosso chirurgicamente - viene suturato.

emorroidi

Le emorroidi sono il flagello della società moderna. Seduto negli uffici e la mancanza di qualsiasi attività fisica spesso portano a ristagni negli organi pelvici. Di conseguenza, le vene e i vasi nell'ano vengono pizzicati, allungati e vengono formati coni.

Prurito e bruciore sono i principali sintomi delle emorroidi. La malattia è sempre accompagnata da una maggiore sensibilità della zona anale. Inoltre, i nodi impediscono la chiusura normale dello sfintere dell'ano, che porta alla parziale fuoriuscita di contenuti intestinali verso l'esterno. Tale scarico irrita fortemente la pelle, inizia a prudere, appare l'irritazione.

E, naturalmente, le emorroidi di volta in volta si infiammano, si feriscono e sanguinano, causando forti dolori dopo lo svuotamento. Durante tale periodo, il sangue appare nelle feci e, quando è seduto, il paziente diventa scomodo, doloroso.

Il trattamento con le emorroidi è un processo lungo. Se la malattia ha appena iniziato a svilupparsi, puoi combatterla con metodi conservativi. L'obiettivo del trattamento è di normalizzare la circolazione sanguigna, rimuovere l'infiammazione e regolare le feci.

Di solito ai pazienti vengono prescritte supposte per via rettale, si raccomanda di seguire una dieta e camminare di più. Se le emorroidi sono troppo grandi, vengono rimosse chirurgicamente o vengono utilizzati metodi minimamente invasivi: crioterapia, legatura con anelli di lattice.

Eruzione di pannolini

Un altro motivo per cui vi è una sensazione di bruciore durante la defecazione è la formazione di dermatite da pannolino nell'area intima. Non è difficile notarli, con un tale fenomeno, la pelle nella zona dell'ano arrossisce, piccole vesciche appaiono su di essa, che molto rapidamente si trasformano in ferite. L'eruzione da pannolino è quasi sempre accompagnata da un forte prurito. Bruciore si verifica quando qualsiasi tocco, anche leggero con la pelle infiammata.

Le principali cause di dermatite da pannolino:

  • in sovrappeso;
  • indossare biancheria intima sintetica;
  • igiene insufficiente o eccessiva;
  • diabete mellito e altre malattie accompagnate da grave secchezza della pelle.

Per sbarazzarsi di prurito e disagio nell'ano, prima di tutto è necessario eliminare tutti i fattori avversi. Dovrebbe essere lavato regolarmente con acqua corrente (con sapone una volta al giorno), la carta igienica dovrebbe essere usata eccezionalmente morbida.

È importante indossare solo biancheria intima di cotone e periodicamente fare bagni d'aria. Allo stesso tempo, il dermatite da pannolino deve essere trattato con unguenti contenenti zinco. Essi avvolgono la pelle con il film protettivo più sottile, che favorisce una rapida guarigione e impedisce anche a vari batteri nocivi di entrare nelle ferite.

Malattie sessualmente trasmesse

Lo scarico sospetto dai genitali può indicare una malattia venerea. In questo caso, il secreto secreto brulica di microrganismi patogeni. La malattia sospetta può essere irritazione, papule, brufoli e ferite, che si trovano principalmente nell'inguine, possono diffondersi all'ano.

Altri segnali di allarme sono l'aumento della temperatura corporea, il dolore durante la minzione e un odore sgradevole dei genitali. Dovresti anche essere cauto se c'è una sensazione di bruciore e prurito a contatto con il bucato, così come durante e dopo un movimento intestinale.

Se trovate tali segni, è importante consultare un medico il più presto possibile. Tali gravi malattie come la gonorrea e la sifilide dovrebbero essere escluse. Il trattamento è scelto individualmente, in base alla diagnosi e allo stadio della malattia.

parassiti

Le uova di vermi vivono ovunque. Tuttavia, il più delle volte appaiono nei bambini che non sono ancora abituati all'igiene. In questo caso, prurito e fastidio si verificano prevalentemente di notte o al mattino. Con una forte invasione, un sintomo bruciante o dolore all'ano è anche un sintomo caratteristico. Inoltre, il paziente può essere tormentato da nausea, debolezza, aumento dell'appetito, feci alterate.

Vale la pena notare che i vermi non sono sempre visibili nelle feci. Ci sono tipi di parassiti che vengono rilevati solo con un esame del sangue speciale.

Tratta l'elmintiasi con speciali farmaci antihelminthic. Allo stesso tempo eseguire la trasformazione di animali domestici, se esistono. È importante notare che tali prodotti sono piuttosto tossici, quindi non dovrebbero essere presi per la profilassi. È necessario sottoporsi ad un esame e scoprire esattamente se ci sono parassiti o meno, e quali specie sono. Da questo dipenderà dalla scelta del farmaco.

Altri motivi

Bruciore dopo le feci è abbastanza comune. Oltre alle precedenti patologie, può essere causato da:

  • allergico al sapone o altri mezzi intimi;
  • effetto collaterale dell'uso di supposte o creme rettali;
  • capelli incarniti dopo depilazione o rasatura;
  • disbiosi intestinale;
  • malattie del sistema genito-urinario;
  • malattie della pelle (dermatite seborroica, psoriasi);
  • condilomi, verruche, polipi anali;
  • herpes genitale;
  • disordini del sistema nervoso.

Le ragioni del disagio apparso nell'ano possono essere molte. Per scoprire quali sono le cause di prurito e bruciore, è necessario consultare un proctologo. Oltre all'esame, è necessario sottoporsi a una serie di esami: fare un coprogramma, esami del sangue generali, test delle urine e condurre altri studi supplementari che lo specialista prescriverà su base individuale.

Pronto soccorso

Puoi alleviare le tue condizioni anche prima della visita dal medico. Per fare ciò, prendi le seguenti misure:

  1. Dopo il bagno è necessario lavare con acqua tiepida.
  2. La biancheria intima dovrebbe essere scelta solo con tessuti naturali.
  3. Dall'uso della carta igienica per qualche tempo è meglio rifiutare del tutto.
  4. Due volte al giorno è necessario fare il bagno di decotto di corteccia di quercia. Puoi sostituirlo con una soluzione di manganese rosa pallido.
  5. Se le feci sono troppo liquide o solide, dovresti avvicinarti alla tua dieta. Con la stitichezza, è necessario mangiare più frutta fresca, verdura, latticini e per la diarrea, dovrebbero essere esclusi.

Se una sensazione di bruciore si verifica dopo un movimento intestinale, allora questo non può essere la norma. Non puoi ignorare questo sintomo, perché nel tempo la situazione potrebbe peggiorare. Prenditi cura della tua salute!

Dopo un bagno il retto cuoce. Come trattare bruciore e prurito nell'ano dopo la diarrea

Il prurito vicino all'ano provoca disagio significativo a molte persone di tutte le età, indipendentemente dal loro genere. Prurito nell'ano dopo uno svuotamento dell'intestino può essere innescato da molti fattori. È vero, non tutti i pazienti che soffrono di questo disagio cercano il parere di uno specialista, sperando che passi da solo o per la sua falsa modestia. In futuro, posticipare la visita al medico proctologo minaccia di complicazioni e malattie più gravi che possono causare danni tangibili alla salute.

Cause di prurito nel passaggio anale

Va detto, il prurito anale può essere abbastanza innocuo, ma questo non significa che non si debba andare dal medico. Dopotutto, il prurito vicino al foro posteriore è uno dei primi sintomi dell'epidermide maligna. Prima si contatta uno specialista, maggiori sono le possibilità di una pronta guarigione.
Si noti che in caso di prurito nell'ano, in nessun caso si devono applicare soluzioni contenenti alcool e sapone con sostanze aggressive. C'è un grosso rischio che la microflora intestinale patogena, che può causare piodermite o altre malattie infiammatorie, possa entrare nelle ferite.

Tra le cause più comuni di prurito vicino all'ano sono:

  • La presenza di vermi che colpiscono l'intestino. Come sapete, ossiuri escono dall'intestino per deporre le uova nelle pieghe attorno all'ano.
  • Crepe e fistole sul retto.
  • Psoriasi ed eczema della pelle.
  • La presenza di dermatite allergica da contatto è una conseguenza dei detersivi e detergenti aggressivi utilizzati per lavare i panni. E anche a causa dell'intolleranza individuale del materiale da cui provengono i prodotti per la cura personale.
  • Dermatite da funghi e seborroica, specialmente nelle donne con mughetto vaginale.
  • La presenza di scabbia o pidocchi pubici.
  • Irritazione causata dalla carta igienica profumata.
  • Fallimento nell'equilibrio acido-base dell'acqua.
  • Uso scorretto di lassativi a base di sale.

Questo elenco si riferisce a cause esterne che causano prurito vicino all'ano. Inoltre, ci sono manifestazioni interne che causano anche prurito nell'ano dopo che si è verificato lo svuotamento intestinale. In questo caso, il prurito vicino all'ano potrebbe essere dovuto a:

  1. La presenza di emorroidi ed emorroidi.
  2. La presenza di diabete mellito e tolleranza alla patologia nei confronti del glucosio.
  3. Malattia epatica cronica o cistifellea.
  4. Pancreatina persistente natura.
  5. Disbiosi intestinale.
  6. Sali avvelenanti di metalli pesanti

La presenza di almeno uno di questi fattori può portare ad un disturbo dell'equilibrio nel contenuto di umidità dell'epidermide e, di conseguenza, prurito e bruciore compaiono intorno all'apertura dell'ano. Dovresti consultare un medico che possa prescrivere il trattamento corretto della malattia di base, che causa fastidio prurito.

Fattori prurito

Le persone di diverse età e sesso che sono inclini ad essere sovrappeso e sudato sono a rischio. In relazione ai bambini, qui questo sintomo può essere associato alla presenza di ossiuri, che il bambino viene infettato a causa della non conformità con le regole di igiene personale. Il frequente lavaggio delle mani con il sapone aiuta a prevenire tali disturbi come l'enterobiasi.

Il prurito attorno all'ano può anche essere causato da altri fattori:

  • Abuso di alcol
  • Uso eccessivo di spezie piccanti, in particolare peperoncino rosso.
  • Mangiare uva con le sue ossa.
  • Mangiare cibi che contengono grandi quantità di carboidrati.

Le persone che hanno uno stile di vita sedentario, compresi coloro che hanno un lavoro sedentario, rientrano anche in questo gruppo a rischio a causa dell'interruzione del flusso sanguigno nella zona pelvica. Di conseguenza, si forma la stasi del sangue e, di conseguenza, le vene varicose del bacino. Tutto ciò contribuisce alla comparsa di emorroidi e alla formazione di emorragia da emorroidi.

Trattamento del prurito nell'ano

Un corretto trattamento del prurito nell'ano può essere prescritto solo da un medico. Non è consigliabile auto-medicare e utilizzare qualsiasi farmaco, compresi vari unguenti. Il massimo che puoi fare per alleviare il disagio prima di andare da uno specialista è:

  1. Seguire le procedure di base per l'igiene personale.
  2. Dopo la fine dell'atto di defecazione, utilizzare solo salviettine umidificate per pulire l'ano, quindi asciugare la pelle intorno all'ano con polvere di talco.
  3. Utilizzare solo carta igienica regolare, senza aromi e coloranti. Scegli una carta igienica che non contenga cloro e non sia fatta con carta tipografica.
  4. Non abusare dei cibi taglienti e salati.
  5. Usa solo biancheria in fibra naturale, sintetici - non per te e assicurati di stirare le cose dopo ogni lavaggio.

Dopo aver consultato uno specialista - proctologo, potrebbe essere somministrato idrocortisone o altri corticosteroidi. Se l'ano ha una superficie bagnata, può essere somministrato un unguento salicilico o zinco, che ha capacità di secchezza.

Per le lesioni infiammatorie, quando si formano arrossamenti e vescicole purulente sulla pelle, è possibile applicare uno strato molto sottile di un unguento alla penicillina, che viene utilizzato per 3-5 giorni. Quando un'infezione da funghi, i medici raccomandano l'unguento alla nistatina.

Ancora una volta, gli unguenti di cui sopra possono essere utilizzati solo dopo aver consultato uno specialista, come con le emorroidi, saranno assolutamente inutili. In questo caso, unguento e unguento idonei per eparina con lo stesso effetto.

Inoltre, la nomina della terapia locale è solo un effetto ausiliario. In presenza di malattie interne, è prescritto il trattamento della malattia di base.

Se prurito causato da vermi, quindi in questo caso richiede una rigorosa igiene personale. Dopo ogni movimento intestinale, assicurati di lavare l'ano con sapone per bambini e acqua calda, seguito dal trattamento dell'area problematica con glicerina. Ad ogni cambio e lavaggio della biancheria intima, assicurati di stirare con un ferro caldo, che aiuterà a prevenire la reinfestazione dei vermi. Il medico prescriverà farmaci antielmintici: decaris o pyrantel.

Misure preventive per prevenire il prurito vicino all'ano

Per prevenire prurito e bruciore nell'ano, si consiglia di:

Se ogni volta, dopo un movimento intestinale, prurito o sensazione di bruciore nell'ano inizia a darti fastidio, non esitare, assicurati di consultare un proctologo, che aiuterà non solo a identificare la causa del disagio, ma anche a prescrivere un trattamento tempestivo. Non è consigliabile auto-medicare, usando per questo, adatto, secondo la tua opinione, i farmaci, sperando nella possibilità. Solo dopo una consulenza qualificata con un medico e la nomina di un adeguato ciclo di trattamento, si può essere certi che la malattia sarà curata. Cerca di seguire tutte le raccomandazioni e i consigli di uno specialista. Se necessario, prendere tutte le prove e superare l'esame necessario, se è stato prescritto dal medico curante.

In conclusione, voglio dire, a prescindere da ciò che ha contribuito alla comparsa del disagio prurito, curare sempre la vostra salute con attenzione. Seguire tutte le raccomandazioni del medico, seguire la dieta, eliminare i prodotti nocivi e non dimenticare le regole di base dell'igiene personale.

Accade spesso che le persone che vengono da un proctologo per lamentele con prurito perenne nell'ano dopo un movimento intestinale, e i risultati dell'esame rivelano una forma cronica di pancreatite. Conoscere la natura del disagio che accompagna ogni visita al gabinetto aiuterà a trattare seriamente il problema.

Fin dall'infanzia, il prurito anale è stato associato con l'invasione elmintica, sebbene in realtà ci siano molte ragioni per questo sintomo. Di fronte a lui, le persone di falsa modestia preferiscono sopportare l'inconveniente o auto-medicare.

Le cause più probabili

Bruciore dell'ano che si verifica dopo un movimento intestinale, e il prurito prolungato di questa zona non sono di per sé malattie. Questo è solo un segno di una violazione dei processi che avvengono nella pelle: un aumento della quantità di istamina, che indica un processo allergico o infiammatorio, un aumento del livello di bilirubina o acidi biliari durante i problemi con il fegato o la vescica biliare.

L'apparizione o l'intensificazione di tali sintomi dopo l'atto di defecazione può essere considerata come prova indiretta che la causa è nella composizione o nella struttura delle feci. Questo è facilitato da:

La costipazione porta a danni meccanici alle mucose dell'ano da parte delle masse di feci dense. Prurito dopo il bagno si verifica quando l'ingestione di feci, residui di urina o di scarico dal retto su microfessure e danni significativi alla zona anale, formata sullo sfondo:

  • malattie della pelle che colpiscono la zona perineale: lesioni cutanee fungine, dermatiti (compresa la natura allergica), dermatite da pannolino;
  • irritazione cutanea da secrezioni del retto con sfintere debole o feci frequenti;
  • malattie del retto e dell'ano: fessure, fistole, emorroidi, verruche e altre neoplasie;
  • malattie infettive e infiammatorie in quest'area, comprese le lesioni batteriche di cambiamenti già esistenti nella pelle;
  • lesioni del perineo quando si utilizza carta igienica dura, indossare biancheria intima scomoda e altre influenze esterne.

Metodi di diagnosi e smaltimento

Per sbarazzarsi di bruciore e prurito dell'ano dopo un movimento intestinale, è necessario scoprire che cosa lo causa. L'unico caso in cui non è necessario consultare uno specialista è il disturbo intestinale a breve termine e le feci molli concomitanti, che causano irritazione cutanea intorno all'ano.

Utilizzare carta igienica soffice o assorbenti igienici bagnati per l'igiene intima per far fronte a un'irritazione cutanea incipiente, che, se possibile, sostituire il risciacquo del perineo dopo ogni bagno, asciugando l'area di disturbo con un getto d'aria o un panno di cotone asciutto.

In tutte le altre situazioni, sono necessari un esame medico e una diagnosi medica per determinare la natura del disagio. La diagnosi inizia con un esame esterno della pelle dell'area perineale per danni, eruzioni cutanee, arrossamenti, presenza di emorroidi, specifica la dipendenza della forza del prurito sull'ora del giorno, la dieta, la durata della sensazione. Un'analisi delle feci sulle uova di vermi, disbatteriosi e sangue nascosto.

Se necessario, oltre a una visita a un proctologo, può essere necessario consultare uno specialista in malattie infettive o un gastroenterologo e ulteriori esami del sangue e delle urine.

Il trattamento sintomatico di prurito e bruciore vicino all'ano è necessariamente incluso nel trattamento della malattia di base. L'eliminazione di questi sintomi in emorroidi e ragadi anali si verifica a causa delle supposte prescritte o pomate con effetto anti-infiammatorio: eparina unguento, Proctosedil, Ultraprokt, unguento Sollievo promuovere la guarigione delle lesioni cutanee e alleviare l'irritazione.

Quando si conferma la natura allergica delle lesioni cutanee pruriginose o fungine, il processo infiammatorio e le sensazioni spiacevoli intrinseche sono ridotti con creme o unguenti da Akriderm, Flucinar, Polkortolon e altri.

Per ridurre la gravità del prurito prima di visitare un medico:

  1. Rifiuta biancheria intima fatta di materiali sintetici e vestiti attillati, conformi ad altri standard igienici.
  2. Escludere i bagni caldi, sciacquare l'ano con acqua fresca al mattino e prima di coricarsi.
  3. I cibi piccanti e speziati, le carni affumicate, l'alcol e i dolci vengono rimossi dal menu del giorno.
  4. All'inizio della dermatite da pannolino, l'area dell'ano viene lavata con pelle danneggiata o con un agente antisettico (furatsillinom, una soluzione debole di permanganato di potassio), quindi asciugata con un asciugacapelli caldo. Posa tra i glutei di una benda o di un tessuto assorbente a base di materiali naturali aiuta a ridurre l'umidità.

Prevenzione del prurito

Uno stile di vita sedentario e lavoro sedentario interferisce con il flusso sanguigno negli organi pelvici, creando condizioni favorevoli per lo sviluppo delle emorroidi. Può essere prevenuto aumentando l'attività fisica, evitando gli esercizi con il sollevamento pesi.

Con una tendenza alle allergie, al dermatite da pannolino e all'ipersensibilità della pelle, indossano vestiti senza elementi di sfregamento, non limitano l'accesso dell'aria alla zona perineale con biancheria intima stretta e materiali sintetici, utilizzano prodotti per l'igiene intima a pH neutro. La pelle calda aiuta a riscaldare il bagno con un decotto di corteccia di quercia, il decotto di camomilla avrà un effetto antinfiammatorio e lenitivo.

Una dieta equilibrata, una quantità sufficiente di verdure nella dieta, l'assenza di alcol e l'eccesso di carboidrati garantiscono lo svuotamento quotidiano dell'intestino. La frequente stitichezza e l'abuso di lassativi aumentano in egual misura il rischio di fessurazioni e irritazioni della pelle dell'ano. Uno stile di vita attivo aiuta a migliorare il funzionamento degli organi digestivi.

Se ogni volta dopo un movimento intestinale c'è prurito o bruciore dell'ano, non esitate ad andare dal medico. Il trattamento precoce proteggerà contro le complicazioni e ripristinerà rapidamente la qualità della vita.

Se c'è un bruciore o prurito dopo un movimento intestinale, questo può essere un segno di una grave malattia - emorroidi, varie malattie intestinali e persino la gonorrea. Tuttavia, il più delle volte questi sintomi compaiono quando l'ano è danneggiato da feci dure o carta igienica dura. Diamo un'occhiata a tutte le cause di disagio nell'ano.

crepe

Le fratture ano sono una delle cause più comuni di bruciore dopo le feci. Durante lo svuotamento intestinale, le masse fecali cadono sulla ferita, causando sempre sensazioni spiacevoli.

Le crepe possono apparire a qualsiasi età, sono ugualmente comuni nei neonati, negli adulti e negli anziani. Le cause di questo fenomeno sono solitamente le seguenti:

  • diarrea;
  • parto naturale;
  • malattie del tratto gastrointestinale.

È importante notare che le crepe non sono sempre visibili ad occhio nudo. A volte si trovano non sull'ano, ma all'interno del retto. Si può sospettare la presenza di una tale patologia da goccioline scarlatte di sangue che rimane su carta igienica o biancheria intima dopo un movimento intestinale. Ulteriori sintomi - prurito e dolore durante lo sforzo.

La ragade anale viene trattata con agenti emollienti, antinfiammatori e cicatrizzanti. Per eliminare il danno esterno, vengono utilizzate creme, le micro-fratture interne sono combattute con supposte rettali.

Per il trattamento dei bambini ha usato olio di olivello spinoso o supposte con glicerina. Con un trattamento corretto e tempestivo, le crepe guariscono completamente in una settimana. Se i metodi conservativi non aiutano o il divario è troppo grande, allora viene rimosso chirurgicamente - viene suturato.

Le emorroidi sono il flagello della società moderna.

Seduto negli uffici e la mancanza di qualsiasi attività fisica spesso portano a ristagni negli organi pelvici. Di conseguenza, le vene e i vasi nell'ano vengono pizzicati, allungati e vengono formati coni.

Prurito e bruciore sono i principali sintomi delle emorroidi. La malattia è sempre accompagnata da una maggiore sensibilità della zona anale. Inoltre, i nodi impediscono la chiusura normale dello sfintere dell'ano, che porta alla parziale fuoriuscita di contenuti intestinali verso l'esterno. Tale scarico irrita fortemente la pelle, inizia a prudere, appare l'irritazione.

E, naturalmente, le emorroidi di volta in volta si infiammano, si feriscono e sanguinano, causando forti dolori dopo lo svuotamento. Durante tale periodo, il sangue appare nelle feci e, quando è seduto, il paziente diventa scomodo, doloroso.

Il trattamento con le emorroidi è un processo lungo. Se la malattia ha appena iniziato a svilupparsi, puoi combatterla con metodi conservativi. L'obiettivo del trattamento è di normalizzare la circolazione sanguigna, rimuovere l'infiammazione e regolare le feci.

Di solito ai pazienti vengono prescritte supposte per via rettale, si raccomanda di seguire una dieta e camminare di più. Se le emorroidi sono troppo grandi, vengono rimosse chirurgicamente o vengono utilizzati metodi minimamente invasivi: crioterapia, legatura con anelli di lattice.

Eruzione di pannolini


Un altro motivo per cui vi è una sensazione di bruciore durante la defecazione è la formazione di dermatite da pannolino nell'area intima. Non è difficile notarli, con un tale fenomeno, la pelle nella zona dell'ano arrossisce, piccole vesciche appaiono su di essa, che molto rapidamente si trasformano in ferite. L'eruzione da pannolino è quasi sempre accompagnata da un forte prurito. Bruciore si verifica quando qualsiasi tocco, anche leggero con la pelle infiammata.

Le principali cause di dermatite da pannolino:

  • indossare biancheria intima sintetica;
  • igiene insufficiente o eccessiva;
  • diabete mellito e altre malattie accompagnate da grave secchezza della pelle.

Per sbarazzarsi di prurito e disagio nell'ano, prima di tutto è necessario eliminare tutti i fattori avversi. Dovrebbe essere lavato regolarmente con acqua corrente (con sapone una volta al giorno), la carta igienica dovrebbe essere usata eccezionalmente morbida.

È importante indossare solo biancheria intima di cotone e periodicamente fare bagni d'aria. Allo stesso tempo, il dermatite da pannolino deve essere trattato con unguenti contenenti zinco. Essi avvolgono la pelle con il film protettivo più sottile, che favorisce una rapida guarigione e impedisce anche a vari batteri nocivi di entrare nelle ferite.

Malattie sessualmente trasmesse

Lo scarico sospetto dai genitali può indicare una malattia venerea. In questo caso, il secreto secreto brulica di microrganismi patogeni. La malattia sospetta può essere irritazione, papule, brufoli e ferite, che si trovano principalmente nell'inguine, possono diffondersi all'ano.

Altri segnali di allarme sono l'aumento della temperatura corporea, il dolore durante la minzione e un odore sgradevole dei genitali. Dovresti anche essere cauto se c'è una sensazione di bruciore e prurito a contatto con il bucato, così come durante e dopo un movimento intestinale.

Se trovate tali segni, è importante consultare un medico il più presto possibile. Tali gravi malattie come la gonorrea e la sifilide dovrebbero essere escluse. Il trattamento è scelto individualmente, in base alla diagnosi e allo stadio della malattia.

Le uova di vermi vivono ovunque. Tuttavia, il più delle volte appaiono nei bambini che non sono ancora abituati all'igiene. In questo caso, prurito e fastidio si verificano prevalentemente di notte o al mattino. Con una forte invasione, un sintomo bruciante o dolore all'ano è anche un sintomo caratteristico.
Inoltre, il paziente può essere tormentato da nausea, debolezza, aumento dell'appetito, feci alterate.

Altri motivi

Bruciore dopo le feci è abbastanza comune. Oltre alle precedenti patologie, può essere causato da:

Le ragioni del disagio apparso nell'ano possono essere molte. Per scoprire quali sono le cause di prurito e bruciore, è necessario consultare un proctologo. Oltre all'esame, è necessario sottoporsi a una serie di esami: fare un coprogramma, esami del sangue generali, test delle urine e condurre altri studi supplementari che lo specialista prescriverà su base individuale.

Pronto soccorso

Puoi alleviare le tue condizioni anche prima della visita dal medico. Per fare ciò, prendi le seguenti misure:

  1. Dopo il bagno è necessario lavare con acqua tiepida.
  2. La biancheria intima dovrebbe essere scelta solo con tessuti naturali.
  3. Dall'uso della carta igienica per qualche tempo è meglio rifiutare del tutto.
  4. Due volte al giorno è necessario fare il bagno di decotto di corteccia di quercia. Puoi sostituirlo con una soluzione di manganese rosa pallido.
  5. Se le feci sono troppo liquide o solide, dovresti avvicinarti alla tua dieta. Con la stitichezza, è necessario mangiare più frutta fresca, verdura, latticini e per la diarrea, dovrebbero essere esclusi.

Se una sensazione di bruciore si verifica dopo un movimento intestinale, allora questo non può essere la norma. Non puoi ignorare questo sintomo, perché nel tempo la situazione potrebbe peggiorare. Prenditi cura della tua salute!

Come sbarazzarsi di bruciore e prurito nell'ano con diarrea - 4,1 su 5 sulla base di 15 voti

Un'anestesia da ano con frequenti feci molli è solitamente accompagnata da prurito, dolore all'ano e sensazione di bruciore.

Il sacerdote diventa rosso, brucia, il che dà grande disagio sia ad un adulto che a un bambino. Se un bambino non esita a lamentarsi del disagio, allora una persona adulta non oserà parlare del suo problema, quindi abbastanza spesso la malattia assume una forma trascurata prima che una persona venga a vedere un medico. E questo è pieno di molteplici problemi. Lo stato psico-emotivo soffre per primo. Quando l'ano è infiammato, brucia e fa male a causa della diarrea incessante, la persona diventa depressa, irritabile. Quando il dolore interferisce con la messa a fuoco o l'accovacciarsi nel culo, ciò influenza non solo l'umore e il comportamento della persona, ma anche la sua capacità lavorativa, la comunicazione con gli altri e la sua vita personale. Nei bambini, lo sviluppo di una grave irritazione dell'ano può essere prevenuto e il trattamento può essere avviato in tempo, poiché il primo sintomo della malattia è il rossore dei sacerdoti, che i genitori attenti noteranno. Il trattamento del dolore, bruciore, prurito, arrossamento dei preti con diarrea non deve essere posticipato, perché porterà grandi disagi e può causare seri problemi di salute.

Cause di diarrea con prurito, bruciore e dolore nell'area dell'ano

Irritazioni dell'ano, quando l'asino brucia e fa male dopo le feci molli, può indicare varie condizioni patologiche. La diarrea comporta di per sé un sacco di problemi, e se è accompagnata da sensazioni spiacevoli come il prurito, il bruciore, l'ano è dolorante e non dà riposo, il disagio aumenta in modo significativo. Questi problemi sono abbastanza comuni e il modo per eliminarli dipende in gran parte dalle cause che contribuiscono al loro aspetto, che non sono così poche.

Batteri e virus

La diarrea è spesso associata a disturbi della microflora intestinale e processi infiammatori dovuti all'attività di batteri e virus. Allo stesso tempo, il desiderio frequente di defecare è accompagnato da irritazione dell'ano, arrossamento della pelle sul fondo, che può causare un rash, bruciore, prurito dell'ano. La comparsa di questi sintomi è facilitata da microrganismi contenuti nelle feci molli e provoca disturbi intestinali, ad esempio lo stafilococco.

Offesa all'igiene

Le infrazioni alle norme igieniche comprendono le procedure per le acque rare e il raro cambio di biancheria. Le condizioni anti-igieniche portano alla diffusione dell'infezione nell'ano, arrossamento dei preti, prurito, bruciore, che sono aggravati dagli escrementi liquidi.

Malattie del tubo digerente

Le malattie intestinali sono la causa più comune di diarrea con dolore, prurito e bruciore nell'area del passaggio anale. Questo può essere malattie infettive virali, formazioni tumorali, presenza di polipi, verruche, condilomi, fistole, ragadi nell'ano e nel retto. L'irritazione dell'ano può essere un compagno di una malattia come le emorroidi, con tracce di sangue nelle feci liquide. Lo stile di vita sedentario o il trauma della regione intermedia possono provocare lo sviluppo di emorroidi.

Cibo piccante

La diarrea con una sensazione di bruciore può anche essere causata da cibi piccanti, che accelera il processo digestivo, costringendo l'intestino a contrarsi più rapidamente, a muoversi lungo il tratto digestivo, provocando feci molli, irritazione delle mucose e della pelle.

Infezioni sessualmente trasmesse

Per le malattie sessualmente trasmissibili caratterizzate dallo scarico degli organi genitali. Queste malattie causano funghi, che, moltiplicandosi, portano anche all'irritazione della pelle nell'area del passaggio anale, quindi si avverte una sensazione di bruciore durante i movimenti intestinali. Più spesso, le donne hanno un fungo candidosi che provoca una malattia come il mughetto, con scarico bianco. Questa malattia è trasmessa agli uomini durante i rapporti sessuali.

Danni meccanici alla pelle nell'ano

Il danno meccanico può causare sia carta igienica ruvida che scomoda biancheria intima aderente, che crea attrito vicino all'ano. Come risultato del loro uso, appare irritazione e sensazione di bruciore con diarrea, accompagnata da prurito. Il forte prurito porta alla formazione di eruzioni cutanee, dolore intenso. Danni alla pelle nell'ano possono derivare dall'uso di un rasoio per rimuovere i capelli, dopo la loro applicazione si formano delle crepe microscopiche che sono irritate da feci molli e causano prurito, quindi dopo la defecazione la zona irritata dell'ano può ferire.

diabete mellito

Il diabete è la causa della diarrea causata da processi metabolici compromessi. A loro volta, le feci molli causano una sensazione di bruciore, che è spiegata dalla secchezza della pelle, compresa nella zona dell'ano, che è caratteristica di questa malattia.

l'eccesso di peso

L'eccesso di peso, cioè l'obesità, influisce negativamente sul lavoro del tratto digerente, molte funzioni sono compromesse, le feci liquide spesso appaiono, causando prurito, bruciore nella zona dell'ano a causa di frequenti movimenti intestinali, che sono aggravati da una maggiore sudorazione dovuta all'aumento di peso.

Malattie del fegato, della cistifellea e del pancreas

Le malattie del pancreas, del fegato, della cistifellea sono accompagnate da una violazione della sedia, cioè dalla diarrea. In caso di violazione del lavoro di questi organi, la diarrea diventa permanente, che irrita anche la pelle e la mucosa dell'ano.

Tensione nervosa

Tensione nervosa, stress e depressione possono aumentare la sensibilità, aumentare la secchezza della pelle. Sotto l'influenza di shock nervosi, vi è un aumento della motilità intestinale, a seguito della quale aumenta la velocità di digestione ed escrezione del cibo, si verifica la diarrea dello stress. I frequenti movimenti intestinali irritano ulteriormente la pelle sensibile, causando disagio.

Reazioni allergiche

Spesso la causa della diarrea è un'allergia al cibo, alle sostanze medicinali. Le reazioni allergiche sono accompagnate da una maggiore sensibilità della pelle, eruzioni cutanee e prurito, questa condizione può essere aggravata sotto l'influenza di prodotti cosmetici per l'igiene.

Come scoprire la causa del disagio nell'ano?

Se durante l'ano compaiono sintomi spiacevoli come bruciore, rossore, eruzioni cutanee e prurito durante la diarrea, dovresti consultare un proctologo specializzato in malattie intestinali. Problemi simili nelle donne sono anche gestiti da un ginecologo e negli uomini da un urologo. Inoltre, i problemi del sistema digestivo, accompagnati da indigestione - diarrea o stitichezza, sono di competenza dei gastroenterologi. Se hai ancora difficoltà a scegliere uno specialista, puoi fissare un appuntamento con un medico generico, cioè un medico generico che, se necessario, ti rimanda a un medico specializzato in malattie specifiche. Potrebbe essere necessario consultare tutti i medici elencati, all'elenco di cui è possibile aggiungere un dermatologo. Solo uno specialista sarà in grado di scegliere il trattamento giusto per eliminare l'irritazione nell'ano con la diarrea. E per questo è necessario scoprire la causa della malattia, per la quale è necessario sottoporsi ad un esame appropriato, che comprende, oltre all'esame esterno dell'area interessata, le seguenti procedure:

Il trattamento dell'irritazione nell'ano è quello di eliminare la vera causa di questa malattia, cioè la diarrea e anche di alleviare i sintomi come bruciore, eruzione cutanea, prurito. Per il trattamento utilizzare unguenti, che sono selezionati in base alla causa della malattia. Ad esempio, il trattamento di crepe ed emorroidi viene effettuato con unguento eparinico, nonché con Troxevasin o Relief. Un ottimo rimedio per il dolore e l'irritazione è il farmaco Menovazin. Si consiglia di utilizzare Pyrantel o Dekaris in caso di prurito. Il trattamento dell'irritazione e le cause che l'hanno causato, dovrebbero essere eseguiti in un complesso e solo su prescrizione del medico. Oltre ai farmaci, il trattamento comprende fisioterapia, clisteri, dieta, rimedi popolari. Uno dei componenti importanti in questa materia è l'igiene personale. Per alleviare i sintomi dell'irritazione, è necessario lavare il fondo dopo ogni seduta utilizzando solo sapone per bambini.E 'meglio escludere altri prodotti per l'igiene, in quanto contengono molte sostanze irritanti. È inoltre necessario monitorare la purezza della biancheria intima.

Prevenzione delle malattie dell'ano, causando bruciore e prurito

La regola principale per prevenire l'irritazione dell'ano con diarrea è di condurre procedure igieniche regolari, sostituendo la carta igienica con salviettine morbide. E per la prevenzione della diarrea, si osservi quanto segue:

  • lavarsi le mani prima e dopo i pasti, usando il bagno;
  • trattare a fondo la carne e i prodotti a base di pesce;
  • risciacquare bene, preferibilmente in soluzione saponata, verdure e frutta;
  • bevi solo acqua bollita;
  • usare solo cibo fresco;
  • seguire la durata di conservazione dei prodotti;
  • è auspicabile evitare la tensione nervosa.

Dopo che le feci sono bruciate nell'ano

Il disagio all'ano può periodicamente vivere sia adulti che bambini. La ragione per l'indisposizione è il cibo, l'intimo, o in particolare il regime del giorno. Ma se una persona ha regolarmente una sensazione di bruciore nell'ano dopo le feci molli, forse questo indica una certa malattia.

Possibili cause di bruciore con diarrea

Gli specialisti identificano diverse malattie in cui vi è una sensazione di bruciore dopo la diarrea. Diagnostica, concentrandoti sui sintomi associati. È inoltre consigliabile eliminare le possibili cause di disagio che non sono associate a patologie o malattie.

trauma

La causa più comune di bruciore nell'ano dopo le feci molli - traumatizzando il retto, l'ano, l'area vicino all'ano. Le lesioni in questo luogo derivano da vari effetti meccanici.

Gli esperti identificano i seguenti fattori provocatori:

  • Indossare biancheria intima infruttuosa. Intimo o indumenti sintetici, troppo ruvidi che comprimono il corpo, provocano un'eccessiva sudorazione. Una persona può soffrire di sudorazione, causando prurito e bruciore nell'ano. A causa di pantaloni attillati, mutandine perizoma nella regione inter-coccodial, appaiono sfregamenti e abrasioni.
  • Carta ruvida. Nella zona dell'ano è la pelle molto delicata, che è facile da ferire, asciugandosi con un giornale o una carta rigida, non destinati alla cura della zona intima. Inoltre, l'uso di setacciatori e spazzole duri porta alla comparsa di microfessure.
  • Clisteri. L'uso eccessivo di clisteri detergenti può disturbare l'equilibrio della microflora nel retto. Questo, a sua volta, provoca, anche con costipazione, la diluizione della sedia e il verificarsi di disagio, bruciando nell'ano.
  • Procedure igieniche infruttuose. Rasare i capelli tra i glutei o l'epilazione con l'aiuto di strisce di cera non solo porta a graffi, sfregamenti e microcrack sulla pelle, ma provoca anche lo sviluppo di secchezza dell'ano mucosa. A volte le persone bruciano nell'ano dopo la diarrea a causa di irritazioni causate da peli incarniti.
  • Lesioni meccaniche. Dopo i lividi del coccige, le lesioni gravi dell'ano, la diarrea può causare disagio per un lungo periodo di tempo.

Se le crepe non appaiono nell'ano, ma nel retto, si verifica la possibilità di dolore. Allo stesso tempo nelle feci o sul lino una persona può vedere macchie di sangue di colore rosso vivo, rosso scuro, che indicano problemi di salute.

Cause infettive

Spesso la causa dell'incendio nell'ano dopo la diarrea è una malattia di origine infettiva. Causa disagio nell'area rettale:

  • Verruche genitali In uno sgabello normale, una persona potrebbe non prestare attenzione alla loro presenza. Se il paziente ha la diarrea, a causa dell'irritazione della membrana mucosa, c'è anche una sensazione di bruciore nell'ano.
  • Ascariasis. Quando è infetto da vermi, il paziente soffre di frequenti diarrea, dolore addominale. Con un lungo decorso della malattia, i parassiti si moltiplicano rapidamente. Depongono le uova all'esterno, vicino alla pelle dell'ano. Questo provoca un prurito nell'ano. Le sensazioni spiacevoli compaiono spesso di notte, al mattino o dopo un movimento intestinale. Ecco perché è possibile reinfezione di una persona che ha curato l'elmintiasi.
  • Infezioni dell'apparato genitale e urinario. Più spesso le donne si lamentano della sensazione di bruciore all'ano, poiché le infezioni dall'uretra negli uomini raggiungono raramente l'ano. Gli scarichi nella zona degli organi intimi nelle malattie infettive irritano la pelle tenera, che porta a bruciore e dolore durante la defecazione. La causa del più forte disagio può essere il mughetto, la clamidia, la tricomoniasi, la sifilide e altre malattie.
  • Infezione da herpes Se l'herpes appare sulla membrana mucosa del retto, vicino all'ano, il paziente può anche lamentarsi di avere prurito nell'ano dopo le feci liquide. La diarrea con questa malattia si verifica a causa dell'aumento della temperatura corporea, dell'intossicazione del corpo.

La diarrea infettiva può anche avere sintomi come bruciore e prurito nell'ano. Ma il verificarsi di disagio in questo caso è piuttosto un segno secondario, non correlato a contagioso.

Cause non trasmissibili

La comparsa di feci molli è possibile contemporaneamente alla combustione nell'ano a causa di patologie che non sono associate a infezioni. Provocano problemi intestinali e disagio:

  • Patologie rettali: polipi, formazioni cistiche, prolasso del retto, tumori, proctosigmoiditi.
  • Malattia del fegato Interruzione del processo di digestione porta a alternanze di stitichezza e diarrea. A poco a poco, a causa di feci instabili, si verifica l'irritazione del retto.
  • Emorroidi. La malattia è spesso la ragione per cui l'ano è molto dolente dopo la diarrea. Gli esperti condividono le emorroidi esterne ed interne, entrambi i tipi di disagio provocano la comparsa di dolore, bruciando durante la defecazione.
  • Malattie della pelle: dermatiti, eczema seborroico, psoriasi.
  • Reazioni allergiche Può apparire quando si mangia cibo, provocando una risposta immunitaria violenta, o cosmetici, biancheria. Il prurito è sentito nel retto, così come direttamente vicino all'ano. Un altro sintomo è un'eruzione cutanea.

Quando le allergie alimentari disturbavano il lavoro intestinale. Le feci hanno un odore sgradevole, possono contenere muco, particelle alimentari non digerite.

È importante! La causa dell'ustione nell'ano e la comparsa di diarrea possono anche essere stress, esperienze nervose, depressione.

Fattori non correlati alla malattia

Se si punge spesso l'ano in seguito a feci molli e le possibili malattie sono escluse, è necessario prestare attenzione al proprio stile di vita.

Gli esperti chiamano anche altre cause di disagio:

  • Indossare sudore sintetico e provocante.
  • L'uso di cosmetici non riusciti che causano allergie.
  • Violazione delle regole dell'igiene intima: mancanza di cure per l'ano o eccessivo entusiasmo per la pulizia.
  • Passione per il cibo, contenente un gran numero di spezie piccanti.

Il consumo di alcol, l'eccesso di peso può anche portare al fatto che una persona avrà dolore all'ano insieme a diarrea.

Cosa fare e come trattare la diarrea bruciante

Non puoi ignorare la sensazione di bruciore nell'ano con la diarrea. Se il disagio appare regolarmente, è necessario contattare un terapeuta o un proctologo.

diagnostica

La diagnosi principale dipende dal proctologo, ascolta i reclami del paziente e determina quale esame consigliare alla persona. Saranno necessari i seguenti metodi per identificare le cause dell'irritazione:

  • Analisi delle feci per la presenza di vermi.
  • Analisi batteriologica delle feci.
  • Esami del sangue e delle urine.
  • Sigmoidoscopia.
  • Sphincterometry.
  • Esame ecografico della cavità addominale.

Al fine di stabilire esattamente perché il dolore si è verificato durante la diarrea nell'ano, è inoltre necessario consultare un ginecologo, un gastroenterologo, un oncologo, un dermatologo e altri specialisti ristretti.

Metodi di trattamento

È possibile trattare la diarrea bruciante solo quando è precisamente istituito che provoca l'indisposizione. A seconda della malattia e delle condizioni del paziente, vengono selezionati i farmaci.

  • Per il trattamento delle emorroidi vengono assegnati pomate speciali, ad esempio Sollievo.
  • Se la causa di indisposizione è in allergia, è necessario l'uso di carbone attivo per alleviare l'intossicazione del corpo.
  • Per ridurre il dolore, l'area tra i glutei è oleata con unguento Bepanten, crema per il bambino per il dermatite da pannolino.
  • Quando viene scelta una droga antiparassitaria per le invasioni elmintiche. Dal momento che le uova di ossiuri possono persistere nelle pieghe del retto per lungo tempo, l'ano viene lavato usando microcetri antielmintici.

Se necessario, viene eseguito un intervento chirurgico.

In alcune situazioni, la medicina tradizionale aiuta a liberarsi dal prurito e dal bruciore nell'ano: lavare l'ano con clisteri di camomilla, usando bagni alle erbe. Ma l'uso di droghe e metodi tradizionali di trattamento è possibile solo sotto la supervisione di un medico.

Caratteristiche di prevenzione

Per non provocare disagio nell'ano, segui le regole di prevenzione:

  • Indossa biancheria intima di cotone confortevole.
  • Utilizzare cosmetici intimi ipoallergenici.
  • Non mangiare cibi troppo taglienti.
  • Evitare lesioni all'ano.

Assicurati di passare attraverso la visita medica annuale. Si raccomanda inoltre agli adulti e ai bambini di assumere farmaci antielmintici una volta all'anno per prevenire lo sviluppo di elmintiasi.

Quando visitare un dottore

Uno specialista dovrebbe essere contattato urgentemente se:

  • Il paziente ha la diarrea da molto tempo.
  • C'è del sangue nelle feci.
  • Dolore, bruciore, prurito accompagnano ogni movimento intestinale.
  • Un paziente con emorroidi ha sviluppato forti emorragie.

È meglio cercare l'aiuto di un dottore quando compaiono i primi segni della malattia, senza aspettare diarrea e bruciore nell'ano per diventare intollerabile.

Autore dell'articolo: Lapin Sergey Pavlovich

23 anni di esperienza, la categoria più alta

Competenze professionali: diagnosi e trattamento di malattie del tratto gastrointestinale, fegato e cistifellea.

Bruciore dopo le feci

Molto spesso le persone si lamentano di un problema simile a quello che brucia nell'ano dopo un movimento intestinale. Le ragioni di tali reclami possono essere molto diverse. Sfortunatamente, pochissime persone affrontano immediatamente questo delicato problema con il medico, cercando di affrontare gli spiacevoli sintomi che sono comparsi da soli e posticipare la visita a uno specialista. Nel corso del tempo, tale stato, oltre al fisico, inizia anche a causare disagio psicologico, che si riflette nello stato emotivo del paziente, nella sua performance.

Possibili cause

Una sensazione di bruciore nell'ano può indicare una malattia. Ecco perché, al fine di stabilire una diagnosi accurata, è necessario sottoporsi ad un esame da parte di uno specialista, superare test e sulla base dei risultati ottenere la terapia necessaria.

Qui diamo diverse possibili ragioni per questa condizione:

  • trascuratezza dell'igiene personale;
  • emorroidi interne o esterne, o per dirla semplicemente - emorroidi;
  • dermatite da pannolino o crepe che colpiscono l'ano;
  • formazioni sulla superficie del retto;
  • gozzo;
  • enterobiosis;
  • diabete mellito
  • malattie sessualmente trasmissibili.

Ora considera ogni elemento in maggior dettaglio.

Trascuratezza dell'igiene personale

La bruciatura nell'ano si verifica più spesso a causa del fatto che il paziente raramente lava, utilizza carta igienica ruvida, indossa biancheria intima scomoda o stretta (ad esempio, infradito), non cambia spesso. Tutto ciò porta al fatto che i microrganismi pericolosi iniziano a moltiplicarsi attivamente, provocando una sensazione di bruciore. La situazione diventa più pericolosa se una persona ha anche una stipsi persistente. Dopotutto, masse fecali dure feriscono l'ano, spesso portando alla comparsa di ragadi anali, e tale "igiene" crea terreno fertile per la diffusione dell'infezione.

Va notato che a causa dell'eccessiva igiene, a volte si osserva una situazione simile. Ad esempio, il prurito può verificarsi a causa della frequente rasatura dei capelli che coprono l'ano. Dopo tutto, la rasatura incurante può portare a tagli sulla pelle. Inoltre, il prurito nell'ano può verificarsi a causa di frequenti lavaggi, l'uso di speciali agenti antibatterici e sgrassanti. Tutto ciò porta a una diminuzione dell'immunità locale del corpo, secchezza della pelle che circonda l'ano, in modo tale che microbi e batteri penetrino facilmente nel retto.

emorroidi

Molto spesso, il prurito si verifica a causa di emorroidi, in cui l'ano diventa molto sensibile, e a causa delle emorroidi, lo sfintere anale non chiude bene. Le emorroidi esterne del paziente si riconoscono anche senza andare dal medico. Ma molto spesso prurito o bruciore nell'ano è causato da emorroidi interne. Le emorroidi interne si fanno sentire sotto forma di "protuberanze" e si trovano leggermente più alte dell'ano. Oltre al prurito, il paziente può lamentare dolore nella regione rettale, aggravato dopo un movimento intestinale e le feci possono contenere tracce di sangue.

Prurito nell'ano spesso si verifica come un effetto collaterale o una reazione allergica alle supposte rettali, che vengono utilizzati per combattere le emorroidi. In presenza di una tale reazione, i farmaci devono essere sostituiti da altri.

Eruzione di pannolino e crepe

Prurito può verificarsi a causa di dermatite da pannolino, che è spesso visto nei pazienti:

  • con aumento della sudorazione;
  • con eccesso di peso;
  • con uno scalpo densamente crescente intorno all'ano.

Eruzione di pannolino può essere sotto forma di bolle, piaghe. Se non trattata in modo tempestivo, ciò può portare a un'infezione secondaria o a un processo settico.

L'infezione può anche entrare in crepe, che si formano dopo il sesso anale, costipazione frequente, emorroidi interne.

Formazioni sulla superficie del retto

La causa del prurito dopo un movimento intestinale può essere varie formazioni, sia maligne che benigne. Un esempio di lesioni benigne è un polipo, che non rappresenta una seria minaccia, ma può causare sensazioni molto spiacevoli. Polipo può portare a gas aumentato, prurito, bruciore e feci anormali.

dysbacteriosis

Molti soffrono di disbiosi intestinale, indipendentemente dal sesso e dall'età. Come sapete, questa malattia distrugge la microflora intestinale naturale, si formano vari microbi e batteri, il che porta a una violazione delle feci, cioè stitichezza o diarrea. Inoltre, vi è un cambiamento nelle proprietà chimiche delle feci, con conseguente irritazione del retto e dell'ano dopo un movimento intestinale, che porta a prurito e bruciore.

Enterobiasis

La causa del prurito, specialmente nei bambini, può essere l'enterobiasi o l'invasione elmintica. Oltre a bruciare nell'ano, la memoria e l'attenzione del paziente si riducono, si stanca rapidamente, soffre di disturbi del sonno, digrigna i denti in un sogno.

diabete mellito

Come è noto, quando il paziente ha il diabete, la pelle diventa molto secca. Secchezza nella parte posteriore dell'escursione e porta a una sensazione di prurito. Un paziente in tale situazione deve essere esaminato e ricevere una terapia adeguata.

Malattie sessualmente trasmesse

Il prurito nell'area della defecazione può causare varie malattie veneree. In questo caso, oltre a bruciare in quest'area, il paziente ha altri sintomi, come la scarica dai genitali.

diagnostica

Per stabilire la causa del prurito o della combustione, i seguenti specialisti dovrebbero esaminare il paziente:

Inoltre, il paziente deve superare i seguenti test:

  • esame del sangue;
  • striscio batteriologico;
  • analisi batteriologica e biochimica delle feci;
  • studio scatologico.

Metodi di terapia

Per trovare la terapia giusta, devi prima identificare la causa. Per le emorroidi, il medico prescriverà farmaci sotto forma di supposte speciali, unguenti, ma se si tratta di dysbacteriosis, uno specialista selezionerà medicinali contenenti batteri lattici. Il prurito per le malattie sessualmente trasmissibili può essere controllato con vari agenti antibatterici, antiprotozoari e antibatterici. In ogni caso, non puoi impegnarti in trattamento da solo. Solo il medico può selezionare la terapia corretta.

prevenzione

Al fine di prevenire il prurito dopo la defecazione, l'igiene personale deve essere mantenuta.

  • L'ano non deve essere rimosso, ma risciacquato con acqua tiepida. Se questo non è possibile, puoi usare salviettine umidificate speciali;
  • Per il trattamento dell'ano, puoi usare una crema da latte e se il paziente ha l'irritazione da pannolino, allora puoi usare gel con antibiotici;
  • È necessario cambiare ogni giorno la biancheria intima, e dovrebbe essere stirato. È meglio indossare biancheria intima di cotone, e dai sintetici è meglio rifiutare. La biancheria non dovrebbe essere stretta e scomoda.

Inoltre, per eliminare la stitichezza, il paziente deve monitorare la propria dieta. Hai bisogno di mangiare molta frutta e verdura, bere molti liquidi. Se non riesci a far fronte alla stitichezza in modo naturale, puoi usare i lassativi.

Va ricordato che se il prurito continua a disturbare a lungo, è meglio consultare un medico.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

№7251 CardioGenetics Thrombophilia

La trombofilia è una condizione patologica del sistema dei vasi sanguigni che si verifica sullo sfondo di una violazione della composizione e delle proprietà del sangue, a seguito della quale possono formarsi coaguli di sangue che bloccano il flusso sanguigno.

Pillole che abbassano rapidamente

Le variazioni dei parametri della pressione arteriosa che si sono formati nell'uomo hanno un effetto negativo sull'attività di tutti gli organi e sistemi. Ignorare le manifestazioni della patologia ipertensiva è pericoloso: il rischio di infarti e ictus è alto.