Esercizio terapia per linfostasi della mano dopo mastectomia

Una mastectomia è una procedura chirurgica che comporta la rimozione delle ghiandole mammarie. Ciò è necessario quando è impossibile farne a meno, dal momento che sono state identificate varie malattie:

  • Il cancro;
  • sarcoma;
  • Infiammazione con la presenza di secrezione purulenta.

L'alto livello di medicina attualmente aiuta a ridurre la probabilità di complicanze in queste operazioni, ma la loro percentuale è ancora piuttosto grande, raggiungendo il 60%. La principale categoria di persone che hanno la mastectomia, le donne sono sovrappeso, diabete, malattie cardiache e vasi sanguigni. Delle principali complicazioni sono:

  • L'articolazione della spalla diventa immobile;
  • L'arto superiore è soggetto a gonfiore;
  • Difficoltà a respirare;
  • Drenaggio linfatico disturbato dai tessuti delle mani.

Per superare gli effetti negativi dell'operazione aiuterà l'esercizio della terapia dopo una mastectomia. Il complesso delle azioni pertinenti ridurrà in modo significativo gli effetti della rimozione del seno e ripristinerà la funzionalità della mano.

I benefici della ginnastica nel processo di riabilitazione

La terapia fisica dopo questa operazione è in grado di ripristinare la mobilità dell'arto superiore, situato sul lato della parte remota del corpo, che si verifica molto spesso. La maggior parte delle donne inizia a dimagrire per ridurre il disagio, che a sua volta si traduce in:

  • Per una violazione della postura;
  • Malattie e curvatura della colonna vertebrale;
  • Malattie nei polmoni;
  • Immobilità dell'articolazione della spalla;
  • Mobilità incompleta di tutto il corpo.

L'uso della fisioterapia dopo mastectomia ridurrà la congestione del sangue, aumenterà la mobilità e ripristinerà completamente il corpo dopo l'intervento.

Dopo l'intervento chirurgico, viene utilizzata la terapia fisica per ridurre la curvatura della schiena e ridurre la flessibilità. Inoltre, gli esercizi terapeutici sono usati per prevenire lo sviluppo di linfodema. Questo edema, che si sviluppa in una linfostasi della mano dopo una mastectomia, può diventare irreversibile. L'esercizio fisico complesso riduce il rischio di ristagno di sangue e linfa nei vasi.

Ma dovresti seguire alcune regole per ottenere l'effetto migliore:

  • È necessario iniziare la terapia fisica il 2 ° giorno dopo la rimozione della ghiandola mammaria;
  • Ginnastica ogni giorno, senza interruzione;
  • Aumentare gradualmente il carico;
  • Tollera possibili dolori minori;
  • Continua fino al completo recupero delle mani.

È importante prepararsi psicologicamente, perché l'uso della ginnastica finirà per migliorare l'umore e ci sarà un graduale miglioramento della salute e della qualità della vita.

Controindicazioni

L'esercizio di ginnastica deve essere iniziato solo dopo aver rimosso tutte le cuciture ed è vietato esporre il braccio a carichi. Durante l'intero periodo di terapia fisica, il paziente non deve sollevare oggetti pesanti, praticare sport attivi, non subire lesioni agli arti superiori fino a che la fase di completo recupero non sia terminata.

Non raccomandare sport come:

  • karate;
  • Qualsiasi tipo di lotta;
  • Pattini, rulli, sci e così via;
  • Saltare da una superficie elevata;
  • Sollevamento Pesi.

Una serie di esercizi per ripristinare il funzionamento della mano

Tutti gli esercizi devono essere eseguiti ogni giorno senza interruzioni. Possono essere divisi nei seguenti passaggi:

  • Riscaldare Aiuta il flusso di sangue ai muscoli, prevenendo crampi e coaguli di sangue. I tessuti devono prima essere preriscaldati bene, in modo da non ferirli e ridurre il dolore durante le procedure;
  • Azione di base. Consente di aumentare direttamente la funzionalità delle mani dopo mastectomia mammaria. Questa parte della terapia fisica dovrebbe durare almeno mezz'ora;
  • La parte finale Allevia lo stress e allevia le complicazioni.

Riscaldare i muscoli

Dopo l'intervento chirurgico, per accelerare il trattamento, è necessario scaldare i muscoli prima dell'esercizio fisico, in modo da non danneggiare legamenti e tendini con carichi, così come prevenire il gonfiore.

  • Prendi una posizione seduta, metti le mani sulle ginocchia, stringi e sblocca le dita mentre ti rilassi. Ripeti 5 volte;
  • Piegare le braccia al gomito, rilassare le dita, abbassare e sollevare i palmi delle mani 10 volte in un set;
  • I pennelli dovrebbero essere sulle spalle. Dovresti alzare e abbassare l'area del gomito. Ripeti 10 volte;
  • Arti superiori premuti sul corpo. È necessario effettuare movimenti verticali da loro circa 10 volte.

Ginnastica dopo chirurgia del cancro al seno

Questa guida per le donne che hanno avuto la linfoadenectomia ascellare per il cancro al seno è stata sviluppata dal Breast Tumor Group presso la B.C. Agenzia per il cancro per assistervi durante la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico.

Quali esercizi dovrebbero essere eseguiti dopo linfoadenectomia? Già prima che il drenaggio venga rimosso, puoi iniziare movimenti delicati con la spalla. Quando il drenaggio sarà rimosso, è importante iniziare a lavorare su un restauro completo del movimento della spalla.

Esercizi postoperatori iniziali (giorni 1-6)

Agitazione e rotazione della spalla (eseguire seduti o in piedi)

  • Sollevare entrambe le spalle fino alle orecchie e poi abbassarle per rilassarsi.
  • Appiattire le scapole insieme. Tieni e poi rilassati.
  • Eseguire movimenti circolari cauti con le spalle in avanti e in alto, e quindi indietro e in basso. Ripeti la rotazione nella direzione opposta.

Esercizi di movimento della spalla

  • Sollevare le braccia: mani ravvicinate davanti a te, tirare i gomiti sui lati, alzare le braccia fino a sentire una leggera tensione. Mantenere il punto superiore, quindi tornare lentamente alla posizione iniziale.
  • Sdraiato sul letto o sul pavimento con le braccia piegate ai gomiti per imitare il battito delle ali (le mani scivolano sulla superficie).
  • In posizione eretta, prendi con attenzione la mano dal lato operato indietro fino a sentire disagio. Durante la passeggiata, prova a sventolare una piccola mano.

Esercizi statici (seduti o in piedi)

  • Metti la mano dal lato operato sulla spalla opposta e premi delicatamente. Tenere premuto per 5 secondi.
  • Metti la mano dal lato operato sul ginocchio piegato opposto e premi delicatamente. Tenere premuto per 5 secondi.
  • Esegui questi esercizi nella prima settimana dopo l'intervento chirurgico o fino alla rimozione del drenaggio, due volte al giorno, iniziando con 3 ripetizioni e aumentando gradualmente il numero di ripetizioni a 10.
  • Durante questi esercizi sentirai un po 'di tensione e stiramento nell'area della cicatrice.
  • Gli esercizi di stretching lenti sono più efficaci se tenuti per 15-20 secondi.
  • Durante l'esercizio, respira profondamente e spesso.

Esercizi che possono essere eseguiti a partire da 7-10 giorni dopo l'intervento

"Ali di pollo" (supine, mani dietro la testa)

  • Solleva i gomiti, prova a gomiti uniti all'altezza del naso. Rimani in questa posizione per 15 secondi.
  • Tirare indietro i gomiti, provare a toccare la superficie del letto o del pavimento. Rimani in questa posizione per 30 secondi.

Esercizi con un bastone:

  • Sdraiati sulla schiena, tieni un bastone o un lungo bastone a due mani distanti le spalle. Piega le ginocchia, i piedi appoggiati sul pavimento. Sollevare il bastone in modo uniforme sulla testa, cercando di toccare il pavimento. Quindi piegare i gomiti e provare ad abbassare il bastone in basso dietro la testa.
  • Posizione di partenza in piedi. Tieni il bastone dietro le cosce e cerca di sollevarlo delicatamente fino al centro della schiena.
  • Stare sulla soglia, le mani toccano lo stipite della porta, alza le mani il più in alto possibile, facendo scivolare delicatamente i palmi sullo stipite della porta.

"In alto sul muro"

  • Stare di fronte al muro, i gomiti piegati, gli alluci di pochi cm. Non raggiungere il muro. Posiziona i palmi delle mani sul muro all'altezza delle spalle. Entrambe le mani si muovono dolcemente verso l'alto fino a sentire un certo stiramento o disagio nel punto in cui si svolge l'operazione. Segna con una matita per vedere i progressi.

Agitando le mani (davanti allo specchio)

Prova a "lavorare" con la mano dal lato operato, oltre che in salute.

  • Fai oscillare due mani in avanti e sopra la testa il più lontano possibile.
  • Fai oscillare entrambe le mani sui lati e sopra la testa il più lontano possibile.
  • Chiudi le mani e sollevali sopra la testa. Piegare verso il lato non operato per allungare il petto e l'ascella della mano operata.

Per l'equilibrio e la postura, oltre a valutare il normale livello di movimento, esegui gli esercizi contemporaneamente con entrambe le mani. Guarda la tua postura e i movimenti nello specchio. Per mantenere una buona postura, a volte è utile camminare con le mani intrecciate dietro la schiena, unendo le scapole.

Continua a fare questi esercizi finché l'ampiezza dei movimenti di entrambe le mani diventa la stessa. Questo può richiedere da 2 a 3 mesi. La mobilità della spalla può essere considerata completamente ripristinata quando si può toccare l'orecchio opposto attraverso la testa senza sentire la tensione dell'ascella.

fissaggio

Entro 4-6 settimane dall'intervento, è possibile iniziare gli esercizi utilizzando un carico (da 0,5 a 1 kg) (per questo è possibile utilizzare una bottiglia di plastica piena di ciottoli o sabbia).

Alcuni fisioterapisti consigliano di sollevare fino a 2,5-5 kg ​​entro 6 settimane dall'intervento.

Inizia con lo sviluppo del muscolo bicipite (bicipiti): tenendo il peso di 0,5 kg sul braccio disteso (palmo verso l'alto) sul lato e piegando il braccio fino alla spalla. Per allungare i muscoli dei tricipiti (tricipiti), abbassare lentamente il braccio con il carico verso il basso.

Fai 8-12 ripetizioni almeno due volte a settimana.

Altri modi di "assicurare" includono la graduale ripresa delle solite faccende domestiche, il lavoro in giardino, la cura dei bambini e l'intrattenimento (dopo 6 settimane). A partire dal primo giorno dopo l'intervento, cerca di usare la tua mano come al solito, senza sovraccaricare, per la vita di tutti i giorni (lavare i piatti, pettinare, mangiare cibo). Tuttavia, evitare di usare la mano, alzarsi o sdraiarsi sul letto e sedersi o uscire da una sedia come supporto. Con l'aiuto di cuscini, sollevare e sostenere la mano mentre si è seduti o sdraiati. Evitare movimenti improvvisi e improvvisi finché l'incisione non viene guarita e lo scarico non viene rimosso.

Quando si eseguono esercizi con un carico (oltre 5 kg) o attività che coinvolgono la parte superiore del corpo (ad esempio, sci di fondo, canoa, kayak, tennis o bowling), utilizzare un manicotto elastico sul braccio operato (o bendarlo con una benda elastica). dimagrimento manica di dimensioni.

Massaggiare il tessuto cicatriziale

Circa un mese dopo l'operazione, quando la cicatrice postoperatoria viene stretta e non è più troppo sensibile, dovrebbe iniziare un massaggio quotidiano del tessuto cicatriziale con la punta delle dita. Usa la lozione con aloe vera o qualsiasi altra lozione di tua preferenza. Fai movimenti circolari profondi con la punta delle dita lungo il rumine per allungare il tessuto cicatriziale.

Continua a massaggiare la cicatrice per un anno, due dopo l'intervento, per prevenire il ristagno muscolare sotto la cicatrice.

Per ridurre il rischio di sviluppare linfedema irreversibile:

Mantenere il peso ideale (l'obesità è un fattore di rischio per il linfedema)

È impossibile misurare la pressione, così come fare iniezioni o vaccinazioni sulla mano operata.

Mantenere la pelle pulita ed evitare ferite, ustioni o infezioni sulla mano operata.

Indossa una manica elastica per sollevare pesi pesanti o fare esercizi di forza sulla parte superiore del corpo (sci, canottaggio, tennis).

© 2017 Mammology.ru
Tutto sul seno: malattie della mammella (seno) e salute delle donne

Esercizi complessi per il recupero dopo la rimozione del seno

La rimozione della ghiandola mammaria è la prima tappa sulla strada della salute nel cancro. Dopo un'operazione riuscita, i risultati devono essere consolidati e moltiplicati.

La riabilitazione comprende molti fattori che formano un complesso di misure di recupero. Tra questi non ci sono procedure secondarie e azioni, tutte ugualmente importanti per una pronta guarigione.

Il valore dell'esercizio

La ginnastica dopo la rimozione del seno aiuta a ripristinare la mobilità del braccio sul lato del seno rimosso. Immediatamente dopo l'operazione, specialmente con la concomitante rimozione dei linfonodi (che avviene nella grande maggioranza dei casi), la gamma di movimenti è severamente limitata, i tentativi di produrre azioni abituali non danno il risultato desiderato, causano dolore. A causa della limitazione dei movimenti al fine di proteggersi dal disagio nella zona di operazione, il paziente assume una postura forzata - slouching. Questo comportamento è pieno di gravi problemi in futuro:

  • violazione della postura;
  • disturbi della colonna vertebrale;
  • patologia polmonare;
  • perdita della funzione dell'articolazione della spalla;
  • coordinamento alterato e mobilità limitata.

Al contrario, l'inclusione della ginnastica nella vita di tutti i giorni subito dopo la rimozione della ghiandola mammaria impedirà la stagnazione, espanderà gradualmente la gamma di mobilità e creerà le condizioni per un completo recupero fisico.

Condizioni di successo

Gli sforzi fatti per eseguire esercizi ginnici avranno successo solo se vengono eseguiti:

  • appena possibile dopo la rimozione della ghiandola - dal 2 ° al 3 ° giorno in ospedale;
  • sistematicamente - ogni giorno, sette giorni su sette, almeno una volta al giorno;
  • con il principio "dal semplice al complesso" - non sono ammessi carichi eccessivi senza preparazione, così come l'assenza di graduale complicazione dei compiti;
  • con il superamento del dolore - entro limiti ragionevoli;
  • un lungo periodo - idealmente fino al completo ripristino dei movimenti come in una mano sana.

L'organizzazione della ginnastica quotidiana richiede tempo e la pratica dimostra che è meglio selezionare un determinato periodo della giornata e non spenderlo a volontà o in base alla situazione. In quest'ultimo caso, le omissioni più probabili e l'esercizio ingiusto.

Non meno importante è l'atteggiamento psicologico. La perdita delle gioie della vita, anche se temporanea, a volte è percepita come una catastrofe. Ciò provoca una riduzione del desiderio di cambiare la vita in meglio attraverso i loro sforzi. Comunicare con uno psicologo e soprattutto lavorare su se stessi, accettare una situazione e trovare modi per migliorarla sono componenti importanti della riabilitazione dopo la rimozione della ghiandola mammaria.

Tipi di attività fisica

La ginnastica non è altro che azioni volte a sviluppare e mantenere le capacità fisiche del corpo. Pertanto, i suoi elementi sono sempre utilizzati nella vita di tutti i giorni, anche se a volte passano inosservati. Dopo la rimozione della ghiandola mammaria, molte delle azioni disponibili prima diventano problematiche: procedure igieniche (lavaggio, pettinatura), assunzione e mantenimento della posizione del corpo (alzarsi dal letto, mantenimento della postura), attività domestiche (aprire le porte, rimuovere oggetti dagli scaffali alti, trasportare borse, pulizia, ecc.). Pertanto, oltre alla ginnastica diretta, si consiglia di volta in volta di sforzarsi con insistenza di padroneggiare il movimento desiderato (ad esempio, il fissaggio dei bottoni di un accappatoio o dei ganci di un reggiseno).

L'inclusione di alcuni esercizi ginnici nella vita di tutti i giorni senza un blocco separato è una buona aggiunta agli esercizi fisici. Esercizi separati possono essere eseguiti più volte durante il giorno (stringendo le dita a pugno, appiattendo le scapole, monitorando la postura, ecc.).

Esercizio di ginnastica

L'unità di attività giornaliera è divisa in tre fasi.

  1. Riscaldamento: fornisce un afflusso di sangue a tutti i gruppi muscolari, previene lo spasmo. La corretta preparazione del corpo per le lezioni è una parte importante della ginnastica. I tessuti ben riscaldati sono migliori per lo stretching, meno suscettibili alle lesioni. Il dolore muscolare dopo un allenamento è meno evidente.
  2. Il principale: la costante implementazione degli esercizi di questo gruppo sviluppa le capacità motorie delle mani dopo la rimozione del seno. Questa parte della ricarica richiede da 15 a 30 minuti.
  3. Finale: serve per alleviare la tensione dopo esercizi intensivi, previene le complicazioni.

L'insieme approssimativo di esercizi è indicato nella tabella (le varianti sono possibili).

Esercizio fisico complesso permesso dopo mastectomia ed esercizi per ripristinare la mobilità delle mani

L'esercizio dopo la mastectomia è uno dei prerequisiti per il periodo di riabilitazione. La sua implementazione è necessaria per ripristinare la mobilità e il normale funzionamento della mano, da cui è stata eseguita l'operazione per rimuovere un tumore canceroso della mammella.

Le classi di fisioterapia sono anche necessarie per prevenire la curvatura e il rilassamento della colonna vertebrale, che spesso si sviluppano dopo l'intervento chirurgico.

Il valore della ginnastica nel processo di riabilitazione


Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il cancro al seno, una delle complicanze più comuni è il funzionamento alterato del braccio - la regione brachiale dal lato dove è stata eseguita la mastectomia. Per ripristinare la loro precedente mobilità, il paziente deve iniziare a eseguire gli esercizi di esercizi di fisioterapia il prima possibile.

All'inizio, la mano, ovviamente, farà male e potrebbe sembrare a una donna che non sia in grado di fare esercizi. Tuttavia, in nessun caso non puoi arrenderti: devi superare te stesso e sentirti libero di riprendere gli esercizi. Altrimenti, la naturale mobilità del braccio potrebbe non tornare affatto.

Poiché la mastectomia comporta la rimozione di un tumore canceroso insieme alla ghiandola mammaria, molte donne dopo l'operazione avvertono disagio psicologico. Piegano la schiena, abbassano le spalle in modo che l'assenza del torace non sia così evidente. In conseguenza di tali azioni:

  • La colonna vertebrale è piegata, una gobba può apparire sulla schiena.
  • La flessione costante porta ad un sovraccarico dei muscoli, la comparsa di forti dolori alle spalle, alle braccia e al collo.
  • Nel tempo, il torace si deforma, si sviluppano malattie della schiena.

La terapia fisica dopo la mastectomia serve anche a prevenire la curvatura della schiena e la curvatura delle spalle.

La ginnastica dopo la rimozione del seno e dei linfonodi è necessaria per prevenire lo sviluppo di edema linfedema, che appare a causa del deterioramento del deflusso linfatico nell'area operata. In alcuni casi, la linfostasi si sviluppa in un processo irreversibile. L'allenamento migliora la circolazione sanguigna e linfatica, prevenendo la formazione di ristagni.

Quali tipi di carichi sono controindicati

La ricarica dopo la mastectomia è prescritta dopo aver rimosso i punti. Fino a questo punto, la mano non può essere caricata. Nei primi due giorni dopo l'operazione, è addirittura vietato sollevarlo.

Durante il periodo di riabilitazione, una donna non può sollevare pesi, praticare sport, in cui vi è il rischio di lesioni alla mano. L'allenamento, in cui cadute, collisioni, scioperi prima del pieno recupero sono possibili, non è raccomandato.

Gli sport vietati includono:

  • Lotta.
  • Karate.
  • Pattinaggio, pattinaggio, sci.
  • Saltare da un'altezza.
  • Allenamento con sollevamento pesi pesanti, ecc.

Inoltre, due mesi dopo l'intervento chirurgico non è consigliabile visitare la piscina.

Una serie di esercizi per ripristinare il funzionamento della mano


Il trattamento dopo l'intervento chirurgico per rimuovere un tumore canceroso insieme alla ghiandola mammaria comprende necessariamente la ginnastica per ripristinare la mobilità dell'articolazione del braccio e della spalla.

Il corso di allenamento ginnico è determinato dal medico e si svolge sotto la sua supervisione. La durata della terapia fisica dipende da:

  • L'entità della perdita di funzionalità della mano dopo mastectomia.
  • L'età del paziente.
  • Previsioni per il recupero.
  • Benessere generale del paziente.

Per il successo del processo e il completo ripristino della funzione motoria dell'arto, è necessario rispettare le regole di base:

  1. Inizia la formazione immediatamente dopo il loro appuntamento da un medico.
  2. Esercizi da fare regolarmente, senza perdere i giorni di lezione.
  3. Cerca di ripetere esattamente i movimenti e di eseguirli correttamente, anche se richiede uno sforzo.
  4. È meglio fare meno esercizio fisico, ma con tutte le regole e le tecniche.
  5. Il movimento dovrebbe essere morbido, liscio, graduale.
  6. Prima di iniziare la ginnastica di base, assicurati di fare esercizi per riscaldare i muscoli.
  7. Durante il tempo libero dall'allenamento, cerca di mantenere una postura ferma, non affaticare.
  8. Non rinunciare alle lezioni se qualcosa non funziona. In questo caso, si raccomanda di chiedere aiuto a un centro di riabilitazione, dove la terapia verrà effettuata sotto la supervisione di uno specialista.

La terapia fisica, oltre ai benefici per la salute, è importante per il mantenimento dello stato psicologico della donna sottoposta a intervento chirurgico. Il tono muscolare migliora e il paziente inizia a sentirsi più sano, più sicuro.

In carica per riscaldare i muscoli


Esercizi dopo la rimozione della ghiandola mammaria deve iniziare con il riscaldamento dei muscoli. In primo luogo, è necessario preparare il corpo per il successivo sforzo e per prevenire lesioni, danni ai legamenti e ai tendini. In secondo luogo, tali esercizi impediscono la comparsa di edema nell'area operata.

Dopo il riscaldamento, i principali esercizi fisici saranno molto più facili da fare che senza di lui.

  • Siediti, metti le mani sulle ginocchia, cerca di stringerle le dita il più possibile, poi apri la mano, rilassati, ripeti 5-7 volte.
  • La posizione di partenza è sessile, le braccia piegate ai gomiti, le dita rilassate: i palmi girano verso l'alto, poi i palmi si sollevano delicatamente e si abbassano di 7-10 volte.
  • Mettendo le mani sulle spalle per sollevare e abbassare i gomiti senza problemi, ripetere 7-10 volte.
  • Premere le mani sul corpo, quindi sollevarle e abbassarle delicatamente, ripetere 7-10 volte.

Dopo la fine del riscaldamento devi andare al complesso principale.

Esercizi di acquagym


L'aerobica in acqua è un metodo molto efficace per riabilitare ragazze e donne dopo la mastectomia. Aiuta a ripristinare la mobilità delle mani e delle articolazioni della spalla, aiuta a eliminare l'edema, impedisce lo sviluppo di linfostasi.

Le procedure idriche sono molto efficaci nella lotta contro l'osteocondrosi cervicale, che si verifica nel 90% dei pazienti sottoposti a mastectomia. Dopo diverse sedute, il dolore alla regione posteriore, cervicale e toracica inizierà a diminuire. La postura sarà più liscia e l'andatura è molto più sicura.

Prima di eseguire gli allenamenti in acqua, è necessario eseguire una serie di esercizi per riscaldare i muscoli.

Le procedure basilari di aerobica in acqua includono:

  1. Saltare in acqua
  2. Affondi.
  3. In esecuzione in acqua.
  4. Repulsione.
  5. Movimento di stretching

Tipo di esercizio

descrizione

Le procedure di stretching aiuteranno a ripristinare i muscoli del torace, l'intera elasticità della schiena e del collo. L'insieme di esercizi per lo stretching è il seguente:

  • Allarga le gambe, piega un po '. Porta la mano destra da un lato e sollevala, aiutandoti con l'altro arto. Tirare il corpo dopo la mano verso la sensazione di dolore sulla destra. Tornare alla posizione di partenza, ripetere l'esercizio nell'altra direzione. È importante che nel processo di allenamento il corpo sia liscio, non piegarsi avanti e indietro, ma solo allungare di lato.
  • La posizione di partenza è la stessa. Solleva la mano destra e mettila dietro la schiena. Tirare leggermente il palmo indietro e verso il basso, impastando la spalla. Interrompe l'esercizio fisico quando senti dolore e tensione nei muscoli.
  • Allarga leggermente i piedi, le braccia abbassate nell'acqua e leggermente piegate. Sollevare delicatamente il braccio e tirare in avanti, mentre nella zona del collo e del torace si deve avvertire una leggera tensione muscolare. Quando si ritorna al rack originale, provare ad alzare il baule sopra.

Nei primi giorni di allenamento, la gamma di movimento non dovrebbe essere grande. Nei giorni successivi, dovrebbe essere gradualmente aumentato.

Esercizio fisico di base


Posizione di partenza - gambe leggermente divaricate, corpo dritto, mani premute sulle cuciture. Quindi, esegui i seguenti movimenti:

  • Un po 'di tensione i muscoli del braccio, dopo il rilassamento. Nella fase di tensione è necessario rimanere almeno 3-4 secondi.
  • Raddrizza il braccio di fronte a te, quindi mettilo da parte, più in basso. Quando si estrae, inspira, mentre si abbassa - espira.
  • Le spazzole si adagiarono sulle spalle, eseguirono dolcemente un movimento circolare in senso orario, quindi contro.
  • I polsi iniziano dietro la schiena, lentamente indietro le scapole.
  • Le braccia sono abbassate, alternativamente facendo movimenti circolari con l'articolazione della spalla, prima in senso orario - poi contro.
  • In posizione seduta o in piedi, provare a sollevare la mano dal lato operato. Nelle prime classi può essere aiutata con l'altra mano.
  • Per inclinare il corpo sul lato del lato operato, indugiare per un paio di secondi in questa posizione e tornare alla posizione di partenza. Quando si piega, l'espirazione è fatta, mentre si raddrizza - inspira.
  • Appoggia la schiena al muro, alza le braccia e prova (per quanto possibile) a separarle.
  • Dopo aver attaccato la schiena al muro, dovresti cercare di alzare la mano dal lato operato e soffermarti un po 'in quella posizione. Ogni volta che dovresti cercare di raggiungere questa mano un po 'più in alto rispetto alla lezione precedente (per visualizzare il risultato, puoi fare dei segni sul muro).

Dopo una settimana o due dopo l'allenamento, è permesso complicare il compito e condurre l'allenamento con l'uso di un agente di ponderazione: bastoni, manubri. Insieme a tale equipaggiamento, puoi eseguire esercizi per alzare le mani, diluirli di lato, istituire alle tue spalle. La possibilità di utilizzare tali carichi aggiuntivi dovrebbe essere sicuramente discussa con il medico.

La parte finale

Alla fine dell'allenamento devi rilassarti. Lo scopo di questo stadio è il rilassamento muscolare, il ripristino del respiro, la calma. Affinché i muscoli arrivino a un tono, gli esercizi per la loro tensione devono essere alternati al rilassamento.

Algoritmo per una procedura di rilassamento:

  • Stare dritti, raddrizzare le spalle e respirare il più profondamente possibile, dimensionalmente.
  • Appoggiati, con le mani verso il basso e rilassati.
  • Inspirando, sollevare gli arti superiori verso l'alto, espirando - inferiore, mantenere il respiro profondo e misurato.

Lo sviluppo di una respirazione profonda e corretta è molto importante per un'efficace riabilitazione e recupero.

Raccomandazioni per il fitness riabilitativo


La ginnastica per le mani dopo la rimozione del seno è un processo obbligatorio di recupero degli oggetti. È necessario eliminare la "forza" dei muscoli dell'arto superiore dal lato operato. Inoltre, è un modo efficace per prevenire lo sviluppo di linfostasi e recidiva del cancro.

Affinché le funzioni dell'articolazione del braccio e della spalla si riprendano il più presto possibile, devono essere seguite le seguenti raccomandazioni:

  1. Eseguire esercizi sotto la supervisione di un medico, informarlo di eventuali cambiamenti nella condizione.
  2. Esercitare regolarmente per tutto il tempo stabilito dal medico. Se qualcosa non funziona, non è un motivo per rinunciare alla procedura. In questi casi, è possibile contattare un istruttore professionista per ulteriori consigli.
  3. Esercizi da fare due volte al giorno: iniziare da 10-15 minuti, aumentando gradualmente il tempo a 30-35 minuti.
  4. Tutti i movimenti procedono senza intoppi e lentamente, nessun cretino.
  5. L'ampiezza aumenta gradualmente.
  6. Con ogni lezione successiva, cerca di mantenere la posizione del braccio disteso su e lateralmente più a lungo e cercare di raggiungere più in alto.
  7. Non esagerare, non permettere l'emergere di forti dolori.

Dopo la lezione, si raccomanda di massaggiare l'articolazione del braccio e della spalla. Ciò contribuirà a migliorare il flusso sanguigno e il flusso linfatico.

È anche necessario consumare non meno di un litro di acqua al giorno - questo è necessario affinché la pelle riacquisti la sua elasticità.

Ginnastica protesica dopo mastectomia: descrizione degli esercizi + video

Un'operazione sulla ghiandola mammaria può comportare una restrizione dei movimenti della mano e un peggioramento della qualità della vita. Esercitare dopo una mastectomia consente di ridurre al minimo i sintomi spiacevoli, restituire la capacità di svolgere la propria routine quotidiana senza disagio e migliorare significativamente le condizioni generali di una donna.

Mastectomia: cause, conseguenze, riabilitazione

La mastectomia è un'operazione mirata alla rimozione della ghiandola mammaria in caso di cancro, sarcoma o infiammazione purulenta. L'intervento chirurgico viene effettuato per resezione direttamente sul seno, sul tessuto adiposo e sui linfonodi, per evitare la possibilità di metastasi.

Nonostante i metodi di trattamento siano costantemente migliorati, la percentuale di complicanze dopo la rimozione del seno è ancora piuttosto elevata e raggiunge una media del 40-60%.

Il gruppo di rischio comprende donne di età superiore a 60 anni, sovrappeso, pazienti affetti da diabete o malattie del sistema cardiovascolare. Inoltre, la radioterapia può avere un effetto negativo sui risultati dell'operazione, che è quasi inevitabile nel trattamento del cancro al seno.

Le complicazioni più comuni comprendono mobilità ridotta dell'articolazione della spalla, gonfiore del braccio, sensazione di "respiro difficile" e linfostasi - una violazione dell'uscita linfatica dai tessuti degli arti.

La riabilitazione tempestiva aiuterà ad evitare spiacevoli conseguenze oa ridurle al minimo.Il complesso delle misure di recupero comprende: selezione e uso della biancheria intima da compressione, l'uso della terapia metabolica e fotodinamica e l'esecuzione della terapia fisica, cioè esercizi di fisioterapia.

Esercizio nel periodo postoperatorio

La ginnastica medica dopo la rimozione del seno è parte integrante della fase di recupero. Dopo l'intervento chirurgico, molte donne notano una tensione nell'area della cicatrice, una sensazione di rigidità nella mano. Per sbarazzarsi di tali spiacevoli fenomeni, il prima possibile dopo l'intervento, è necessario iniziare la terapia fisica. La riabilitazione dovrebbe avvenire gradualmente, senza eccessivo stress, ma sistematicamente.

Il complesso di esercizi dopo la mastectomia dovrebbe inizialmente includere l'allenamento per la correzione della postura:

  1. Siediti, rilassati, raddrizza le spalle. Tira indietro la testa, per quanto possibile premendo il mento fino al collo. Rimani in questa posizione per 5 secondi, quindi prendi la posizione di partenza.
  2. Alza le spalle, fissalo per 5 secondi, quindi rilassa e ripeti.
  3. Ruota delicatamente le spalle verso l'alto, indietro e verso il basso, cercando di mantenere la schiena più dritta possibile, facendo una pausa dopo ogni "cerchio".

Tale riabilitazione è abbastanza semplice da eseguire, ma aiuta a superare più facilmente il periodo postoperatorio.

L'intervento chirurgico per rimuovere il cancro al seno spesso porta alla limitazione della funzionalità della mano. La prevenzione di tali complicazioni può essere il lavoro fisico più semplice: lavare, asciugare e pettinare i capelli, asciugare gli asciugamani e altre aree difficili da raggiungere, fissare un reggiseno o una cerniera su un vestito.

Dopo aver rimosso gli scarichi, puoi svolgere altre faccende domestiche: lavare, cucinare, spolverare. Il ripristino della forza e la gamma dei movimenti delle mani dopo la mastectomia devono essere effettuati sistematicamente, secondo un programma individuale e sotto la supervisione di un fisioterapista.

Esercizi dopo aver rimosso gli scarichi

Un'ulteriore riabilitazione si verifica dopo che il paziente ha rimosso il drenaggio e la ferita postoperatoria è guarita. Grandi benefici sono forniti da acqua gym e nuoto. L'educazione fisica convenzionale causa un flusso attivo di sangue ai tessuti e ai muscoli, il che non avviene durante le lezioni in piscina. Questo riduce la probabilità di edema.

Anche il recupero dopo il tumore al seno include i seguenti esercizi:

  1. Volgi la tua faccia verso il muro e, toccandole le mani, sollevale. Bloccare la posizione per 5 secondi. Abbassa le braccia all'altezza delle spalle, fai una pausa. Quindi ripetere l'esercizio.
  2. Sedersi con le mani sulla parte posteriore della testa. Premere lentamente i gomiti insieme, quindi tornare alla posizione iniziale. Fai una pausa, quindi ripeti il ​​movimento.
  3. Siediti, separa le braccia ai lati, tenendole con i palmi rivolti verso l'alto. Quindi unisci le mani sopra la testa, battendo le mani.
  4. Esercizi semplici con manubri da 1 kg: flettere le braccia, tirare indietro, tenere il peso, ecc.

Puoi anche studiare il corso di ginnastica dopo mastectomia in video, creato appositamente per le donne che hanno avuto un tumore al seno.

Il tuo istruttore-riabilitatore dovrebbe scegliere un corso individuale di fisioterapia, poiché il sovraccarico dopo l'intervento chirurgico può causare più danni che benefici.

Linfostasi dopo mastectomia

La linfostasi, o linfedema, è una condizione patologica che si sviluppa su uno sfondo di drenaggio linfatico alterato. È la complicanza più comune dopo la rimozione del seno. La linfostasi può essere innescata dall'infezione, dal calore in eccesso o dalla radiazione ultravioletta e dall'esercizio eccessivo.

Se nota un gonfiore, tensione o diminuzione dell'attività motoria della mano dopo una mastectomia, informi il medico.

Il trattamento manuale per linfostasi ha lo scopo di eliminare il gonfiore e comprende un complesso di terapia farmacologica, indossando una speciale fascia di compressione e una terapia manuale che può essere eseguita sia da uno specialista appositamente addestrato che dal paziente stesso sotto la supervisione di un medico. Inoltre, quando un paziente viene dimesso da un ospedale, il medico di solito consiglia a tutti i suoi parenti sui metodi di trattamento dell'arto colpito.

Il massaggio alle mani per linfostasi comprende i seguenti esercizi: massaggiare delicatamente il braccio dolorante, lavorando attraverso le superfici laterali, interne ed esterne, passando dalle dita alla spalla. Il movimento dovrebbe essere sicuro, ma morbido e lento. Durante il massaggio, il paziente non dovrebbe provare dolore o fastidio. La durata della procedura dovrebbe essere di circa 5 minuti, dovrebbe essere eseguita ogni 2-3 ore.

Il rispetto delle regole di trattamento e l'attuazione regolare di esercizi terapeutici ci consente di evitare complicazioni dopo la mastectomia o di ridurne al minimo le conseguenze, riducendo significativamente il periodo di riabilitazione.

video

Nel nostro video troverai una serie di esercizi che sono raccomandati per i pazienti che hanno subito un intervento chirurgico al seno.

Ginnastica dopo la rimozione del seno

Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere un tumore maligno nel torace, l'arto superiore smette di obbedire, quindi è necessario eseguire regolarmente una serie di esercizi. La ginnastica dopo mastectomia mammaria viene assegnata per il periodo di riabilitazione ed è progettata per ripristinare la funzionalità della mano da cui è stata eseguita l'operazione.

Regole della palestra

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, la flessibilità e la forza dell'arto superiore, vicino al quale è stato rimosso il ferro, sono ridotte. Se non si esegue la terapia fisica, potrebbe esserci una complicazione - linfostasi, edema patologico. Per accelerare lo sviluppo muscolare, i medici prescrivono:

  • esercizi terapeutici;
  • massaggio;
  • fisioterapia;

Inizia a fare gli esercizi già in ospedale. Assicurati di continuare a eseguire il complesso ea casa finché non ritorna la libertà di movimento.

  1. Fai ginnastica subito dopo l'intervento.
  2. Esegui regolarmente, anche se non c'è forza.
  3. Prima dell'inizio della ginnastica, riscalda i muscoli.
  4. Prova a ripetere completamente il movimento, immediatamente non funziona per nessuno dei pazienti.
  5. È necessario provare immediatamente a ripristinare la vecchia postura, non adattarsi alla sensazione di pelle tesa, non piegare.
  6. Tutti gli esercizi devono essere eseguiti delicatamente e senza intoppi, spostando gradualmente il braccio.
  7. Non arrenderti dopo le prime difficoltà, continua a impegnarsi, cerca aiuto psicologico durante il periodo di riabilitazione.

In generale, il complesso mira a:

  • ripristino della funzione motoria dell'arto;
  • mantenere una corretta postura dopo l'intervento chirurgico;
  • riduzione del dolore e disagio al petto, collo e schiena.

Riscaldare

Il riscaldamento muscolare previene la linfostasi - un edema patologico del tessuto che può verificarsi immediatamente dopo l'operazione per rimuovere la ghiandola mammaria.

Il riscaldamento consente una migliore coordinazione dei movimenti, che sono già difficili da eseguire dopo la rimozione della ghiandola mammaria. Esegui secondo questo algoritmo:

  1. Dita. In posizione seduta, metti i palmi delle mani sulle ginocchia, cerca di stringerli il più possibile nei pugni, quindi apri e rilassati per qualche secondo.
  2. In posizione seduta, ruotare i palmi verso l'alto, sollevare lentamente, quindi abbassare. Le dita dovrebbero essere rilassate.
  3. Metti le mani sulle spalle, cerca di alzare e abbassare i gomiti nel modo più fluido possibile. Coordinare il movimento con respirazione regolare.
  4. Premi le mani sul tuo corpo, molto lentamente e senza sforzo, quindi anche più in basso.

Importante: un corretto riscaldamento previene la linfostasi, che può verificarsi dopo la rimozione del seno, consente di ripristinare rapidamente la funzionalità degli arti e non danneggiare il corpo.

Ginnastica obbligatoria

Subito dopo il riscaldamento, inizia a eseguire la serie di esercizi di base:

  1. Premere gli arti sul corpo, filtrare per alcuni secondi, rilassarsi.
  2. Tirare la mano in avanti, quindi di lato e in basso. Espirate durante la salita e inspirate durante la discesa.
  3. Per mettere il pennello sulla spalla, per eseguire movimenti circolari regolari in entrambe le direzioni a turno.
  4. Abbassare gli arti, iniziare dietro la schiena e raggiungere le scapole. Esegui con molta attenzione e senza intoppi.
  5. Con una mano abbassata cerca di eseguire movimenti circolari con la spalla.
  6. Sollevare l'arto dal lato operato mentre si è in piedi o seduti. Al primo stadio della riabilitazione, puoi mantenerlo con una mano sana.
  7. Stare nella posizione di inclinazione del corpo sul lato operato. È necessario rimanere inclinati per alcuni secondi e tornare gradualmente alla posizione iniziale. Piegarsi, inspirare, ritornare - espirare.
  8. Posizione - appoggiato al muro. Cerca di allargare le braccia di lato, in posizione sollevata, soffermati per qualche istante. Abbassare molto lentamente.
  9. Nella stessa posizione, tirare l'arto verso l'alto dal lato operato. Ogni volta che segna la linea verso la quale sei stato in grado di raggiungere, cerca di superare il risultato con ogni lezione.

Lezioni di attrezzature sportive

  1. Esercizio con una lunghezza del bastone da 60 cm a 1 metro. Sollevare l'inventario con le mani fino al livello delle clavicole in una posizione completamente orizzontale.
  2. Eseguire con un bastone gira lateralmente, aumentando gradualmente la portata del corpo.
  3. In posizione seduta, bloccare le mani sulle ginocchia con un bastone, con i palmi rivolti verso il basso. Accovacciandosi in avanti, aumenta il tuo inventario in orizzontale.
  4. Solleva gli arti con un bastone, mettiti dietro la schiena. Un'alternativa all'attrezzatura sportiva: un asciugamano da cucina allungato tra gli arti.
  5. Assieme a un bastoncino oa un piccolo appesantitore, sollevare il braccio ferito, piegare il gomito e spostarlo lateralmente.

Fase finale

Alla fine dell'educazione fisica, è necessario rilassare profondamente i muscoli, ripristinare la respirazione, calmarsi. Questo è l'elemento principale della riabilitazione dopo la rimozione del seno.

  1. Raddrizza le spalle in tempo con la respirazione. Cerca di respirare profondamente e misuratamente.
  2. Prendi una posizione di livello, mantieni la tua postura. Quindi piegati, lasciando cadere liberamente gli arti in uno stato rilassato.
  3. Mentre inspiri, solleva gli arti superiori e si abbassa all'uscita. Cerca di rilassarti completamente.

Importante: alla fine dell'educazione fisica vale la pena eseguire uno speciale massaggio terapeutico, che contribuirà a migliorare l'effetto degli esercizi. Il massaggio interferisce anche con la linfostasi. Si consiglia di contattare un professionista e ottenere da lui raccomandazioni individuali.

Ginnastica complessa dopo la rimozione del seno

Mastectomia - rimozione chirurgica della ghiandola mammaria, effettuata in gravi malattie oncologiche, processi purulenti, mastopatia. Questa è un'operazione seria che sconvolge la funzione motoria della mano. Per ripristinarlo e riportare la donna a una vita piena il più rapidamente possibile, è stata sviluppata una speciale ginnastica terapeutica che promuove una riabilitazione efficace dopo la rimozione della ghiandola mammaria.

Il valore dell'esercizio

L'operazione di escissione della ghiandola mammaria è spesso accompagnata dalla rimozione dei linfonodi vicini e persino dei muscoli pettorali, motivo per cui la terapia di esercizio svolge un ruolo importante nel periodo postoperatorio. Risolve i seguenti compiti:

  • Aiuta a recuperare le fibre muscolari e restituire la mobilità dell'arto superiore;
  • Raddrizza la postura;
  • Riduce il dolore;
  • Previene lo sviluppo di linfostasi dopo la rimozione dei linfonodi;
  • Migliora il flusso sanguigno nell'area danneggiata;
  • Accelera il recupero dei nervi periferici interessati durante l'intervento.

La ginnastica medica aiuta a migliorare l'umore e ripristinare la vitalità. Per combattere efficacemente la depressione (che spesso si sviluppa nei pazienti presso le cliniche oncologiche), gli psicologi consigliano di frequentare le lezioni di ginnastica di gruppo. La comunicazione con altri sofferenti ti permetterà di accettare la situazione e non essere lasciato solo con la tua sfortuna.

Consigli e trucchi

Fare ginnastica dopo mastectomia deve essere cauto, osservando le regole di base:

  1. La riabilitazione dopo la rimozione del seno deve iniziare il prima possibile, non appena il medico curante lo consenta. Di solito, gli esercizi elementari possono essere iniziati già 2-3 giorni dopo l'intervento.
  2. Devi allenarti ogni giorno, almeno una volta al giorno, all'incirca alla stessa ora.
  3. Durante la lezione, cerca di eseguire correttamente tutti gli elementi ginnici. Il dolore moderato non dovrebbe essere un ostacolo all'esercizio misurato.
  4. Aumentare gradualmente la durata e la complessità della formazione, non iniziare dai primi giorni a elementi complessi.
  5. Anche la ginnastica è necessaria per il lato sano, così che si formi la postura corretta.
  6. Con lo stesso scopo, cerca di non scivolare nel periodo di tempo tra un allenamento e l'altro.
  7. Tutti i movimenti sono fluidi e misurati.

Non tutto è facile. Anche se all'inizio sarà difficile eseguire l'intero complesso di esercizi senza errori - questo non è un motivo per arrendersi. Puoi sempre chiedere aiuto a un istruttore di terapia fisica, che correggerà le tue azioni.

Quali tipi di carichi sono controindicati

Dopo l'intervento chirurgico, associato alla rimozione della ghiandola mammaria, sono proibiti tutti i carichi sportivi con sollevamento pesi, movimenti bruschi, a scatti e traumi maggiori:

  • Giochi di squadra dinamici (pallavolo, pallacanestro, hockey);
  • Badminton, tennis;
  • Tutti i tipi di wrestling;
  • Sollevamento pesi;
  • Pattinaggio (incluso pattinaggio) e sci;
  • Saltare da un'altezza.

Inoltre, nei primi giorni dopo il trattamento chirurgico, è generalmente vietato sollevare una mano dal lato operato. E fino a quando i punti vengono rimossi, nulla può essere indossato in questa mano, trattenere i corrimani durante il trasporto, eseguire le faccende attive - aspirapolvere, lavare manualmente pavimenti, finestre, ecc.

Video utile - una serie di esercizi dopo il trattamento chirurgico del seno

Una serie di esercizi per ripristinare il funzionamento della mano

Per ripristinare completamente i muscoli del torace, è necessario osservare il phasing durante le lezioni: iniziare con un po 'di riscaldamento, quindi dare il massimo carico e, alla fine, rendere di nuovo alcuni elementi più semplici per tornare gradualmente a uno stato di riposo.

In carica per riscaldare i muscoli

I seguenti esercizi aiuteranno a preparare il corpo allo stress e ridurre al minimo il dolore:

  1. Sedersi su una sedia con la schiena, mettere i palmi delle mani sulle articolazioni del ginocchio. Stringi saldamente le mani a pugno, quindi rilassa le dita.
  2. Nella posizione precedente per esercitare la flessione posteriore delle mani, senza sforzare le dita.
  3. Posizionare i palmi sulle articolazioni della spalla, sollevare le braccia in una posizione su e giù il più lontano possibile e abbassarlo indietro.
  4. Stretch braccia lungo il corpo. Sollevale attraverso i lati verso l'alto, quindi abbassali allo stesso modo.
  5. Per 45-60 secondi stare in piedi lungo il muro, formando la postura corretta: solo la parte posteriore della testa, scapole, glutei, talloni dovrebbero essere premuti contro il muro.

Per tutti gli esercizi si consiglia di fare 5-7 approcci.

Esercizi di acquagym

La riabilitazione fisica dopo l'escissione del seno può includere non solo esercizi di fisioterapia classica, ma anche altri metodi per ripristinare la salute. In particolare, l'aerobica in acqua è uno strumento efficace. Sotto l'acqua, la forza di gravità diminuisce, così tanti movimenti possono essere fatti in pieno con meno dolore.

  1. Per stabilità, allarga le gambe. Prendi la mano dal lato dolorante a lato e verso l'alto, aiutandola con la lancetta dei secondi. Tiralo più in alto fino a farle male. Ripeti dall'altra parte.
  2. Stai dritto, l'acqua dovrebbe nascondere completamente le spalle. Spostare leggermente le mani sui lati ed eseguire movimenti circolari nelle articolazioni della spalla con arti diritti. Per prima cosa fai dei cerchi intorno e poi in senso antiorario.
  3. Sollevare il braccio ferito, aiutandolo in buona salute. Piegare il gomito, con l'avambraccio dietro la testa, tirare leggermente le dita verso il basso, allungando la spalla fino a quando il dolore si verifica.
  4. Rimani in piedi in modo che le tue mani siano completamente coperte d'acqua. Tirali in avanti unendoti ai tuoi palmi. "Spingi" l'acqua alternativamente con le tue mani sinistra e destra.
  5. Nella posizione iniziale originale, esci in un'acqua più bassa in modo che raggiunga la cintura. Attacca in profondità su uno, poi sul ritorno. Allo stesso tempo, cerca di tirare i palmi il più lontano possibile.
  6. Tirare il braccio in avanti in modo che i muscoli del torace e del collo si sentano tesi. Ora tira l'altra mano allo stesso modo.
  7. Metti le gambe alla larghezza delle spalle e piegati un po '. Piega anche i gomiti. Spingi fuori dal fondo della piscina, rimbalzando lentamente, mentre provi a premere le ginocchia verso lo stomaco, aiutandoti con le mani.
  8. Essendo affondato in acqua, metti i palmi delle mani in vita, allarga le spalle ai lati. Cammina lungo il fondo della piscina, sollevando le ginocchia in alto. Controlla continuamente la tua postura.

Ogni attività viene ripetuta 10-15 volte, esercizi di stretching (1, 3, 6) - fino a 5 volte con ciascuna mano.

Esercizio fisico di base

Dopo il riscaldamento, vai alla parte principale dell'allenamento. Tutti gli esercizi vengono eseguiti 8-15 volte, a seconda del livello di allenamento.

  1. In posizione eretta, abbassa le braccia in corrispondenza delle cuciture e premi saldamente sul corpo. Lasciati in questo stato per 4-5 secondi e rilassati.
  2. Mettiamo la punta delle dita sulle articolazioni della spalla ed eseguiamo la rotazione alternativamente in senso orario e antiorario.
  3. Ora ruota le articolazioni della spalla con le mani rilassate e abbassate.
  4. Mentre inspiriamo, proviamo a collegare le scapole il più possibile, mentre espiriamo rilassiamo.
  5. Ci alziamo in piedi esattamente, provando a sollevare il braccio dal lato affetto, l'ampiezza dei movimenti dovrebbe gradualmente aumentare. Nelle fasi iniziali puoi aiutare con una mano sana. Allo stesso modo, alza la mano e di lato. Per chiarezza, puoi fare questo esercizio vicino al muro, annotandoti ogni giorno il livello a cui l'arto è aumentato.
  6. Mentre inspiriamo, estendiamo le braccia diritte, ci allargiamo ai lati, mentre abbassiamo mentre espiriamo.
  7. Mettiamo le mani abbassate dietro la schiena, colleghiamo le mani alla serratura e proviamo a sollevarle il più possibile.
  8. Allungando le braccia alle giunture, ci appoggiamo all'espirazione, poi nell'uno o nell'altro lato (le membra pendono liberamente giù), raddrizzate dall'inalazione.
  9. Prendiamo un bastone ginnico, lo fissiamo con i pennelli, lo mettiamo più largo. Sollevare delicatamente, riprendendo, alternativamente il piede destro e sinistro.
  10. Nella stessa posizione, eseguiamo curve sui lati del corpo e braccia distese con un bastone ginnico.
  11. Tenendo il bastone allo stesso modo, tiralo sopra la testa. Poi pieghiamo le braccia nelle articolazioni del gomito e della spalla, avviando un apparato sportivo dalla testa, dal collo e, infine, dalle scapole. Poi di nuovo tiralo su.

La parte finale

In questa fase, fai esercizi più semplici (almeno 5 volte), rilassati, ripristina la respirazione.

  1. Ci alziamo dritti, raddrizziamo le spalle, tiriamo la testa e il collo verso l'alto. Respiriamo profondamente e misuratamente.
  2. Espirando, chinati, lasciando cadere le mani rilassate.
  3. Alza le mani verso l'alto inspirando, come se ci si tuffasse, torniamo alla posizione di partenza sull'espirazione.
  4. Ci sediamo su uno sgabello, pieghiamo le articolazioni del gomito in modo che gli avambracci siano paralleli al pavimento. Inspirando, ritiriamo i gomiti leggermente posteriormente e pieghiamo la spina in avanti. Espirando, siediti di nuovo esattamente.

Video - Esercizi di terapia per donne dopo chirurgia del seno

Massaggio - accessorio

Il massaggio è una parte importante della riabilitazione dopo la mastectomia. È necessario principalmente per combattere una delle complicanze più comuni della rimozione del seno - linfostasi. In particolare, il massaggio contribuisce all'attivazione del fluido linfatico e all'eliminazione dell'edema. Inoltre, questa tecnica consente di ripristinare la mobilità muscolare, normalizzare la circolazione sanguigna e stimolare le fibre nervose colpite durante l'operazione.

Il massaggio è consigliato per anticipare le prestazioni di elementi di ginnastica terapeutica al fine di preparare i muscoli per lo stress. Si consiglia di sottoporsi alla procedura da uno specialista, ma in seguito è possibile l'automassaggio. Il movimento durante la sessione deve essere regolare, la pressione sul tessuto è facile. Le mani del massaggiatore devono spostarsi dalla periferia al centro - lungo i vasi linfatici. Spesso durante il massaggio si usa una crema o olio speciale per facilitare il volo a vela.

Il massaggio dopo la rimozione di un tumore al seno maligno è spesso controindicato. In tali malattie, una stimolazione aggiuntiva del flusso sanguigno può provocare una ricaduta e la comparsa di metastasi. Pertanto, non auto-medicare, tutte le procedure dovrebbero essere prescritte da un medico.

Le malattie oncologiche (e purulente-infiammatorie) richiedono la diagnosi e la correzione più precoci possibile, lo stadio appropriato del processo. In alcuni casi, non è possibile evitare la mastectomia, tuttavia questa operazione non dovrebbe limitare ulteriormente i mezzi di sussistenza e la capacità di lavoro. Pertanto, è necessaria un'attività fisica regolare e un atteggiamento positivo: tutto è nelle tue mani.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Il sito del Dr. A.L. Andreeva

Chirurgia laparoscopica, tecniche di chirurgia endovideo e mini invasive. Iscriviti per un consulto con un chirurgo-oncologo, DMN, Andreev A.L. alla clinica "Scandinavia" per telefono: +7 (812) 600-77-77Menu principaleDistruzione e rimozione delle emorroidi mediante laserUn metodo innovativo per il trattamento delle emorroidi con un laser, HeLP e LHP, un moderno dispositivo LED, BioLite, con un esclusivo vetroresina a conduzione laser monouso.

Quale medico devo contattare per la malattia del piede varicoso?

Le vene varicose sono una malattia grave che si verifica abbastanza spesso nel nostro tempo. Le cause della patologia sono molte, questa è sia una predisposizione ereditaria, sia un carico maggiore sulle gambe, uno stile di vita sbagliato.