Cause, sintomi e come trattare le ulcere trofiche sulle gambe?

Un'ulcera trofica della gamba è una ferita aperta, situata sulla pelle degli arti inferiori e formata sullo sfondo del rigetto del tessuto. Le ulcere trofiche sono soggette a un'esistenza prolungata, non guariscono per 6 settimane o più. Non solo l'epitelio è coinvolto nel processo patologico, ma anche i tessuti che si trovano sotto di esso. Dopo la guarigione delle ulcere trofiche, le cicatrici rimangono sulla pelle. Nonostante l'alto livello di sviluppo della medicina moderna, la terapia delle ulcere trofiche rimane fino ad oggi uno dei compiti più difficili.

Le ulcere trofiche più comuni delle gambe e dei piedi. Secondo le statistiche, fino a 2 milioni di persone nel mondo soffrono di questa patologia. Circa il 70% dei casi di ulcere associate a determinate violazioni nel funzionamento del letto venoso-vascolare. Le ulcere non si presentano mai spontaneamente, sono precedute da un processo piuttosto lungo di sviluppo di gravi patologie nel corpo. La rilevazione e il trattamento delle ulcere trofiche si occupa di una branca della medicina come la flebologia.

Cause di ulcere trofiche

Le cause delle ulcere trofiche sono diverse, tra cui i seguenti fattori:

La formazione di ulcere trofiche è principalmente causata da una malattia come le vene varicose. Sono le vene varicose che contribuiscono al deterioramento del deflusso sanguigno, portando al suo ristagno. Di conseguenza, il sangue fresco, ricco di sostanze nutritive, non ha la capacità di portarli ai tessuti degli arti inferiori. Il risultato di questo digiuno è la graduale distruzione delle cellule. Primo, si forma una ferita superficiale che gradualmente si trasforma in ulcera;

La trombosi venosa è un'altra causa comune di ulcere trofiche. Hanno lo stesso meccanismo di sviluppo della malattia varicosa, solo il risultato del ristagno del sangue è un coagulo di sangue che blocca il lume dell'arteria;

L'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori è caratterizzata dalla formazione di placche di grasso sulle pareti interne, che, crescendo, sono in grado di bloccare completamente il lume dei vasi. A causa della malnutrizione nei tessuti, iniziano a svilupparsi processi patologici, che portano alla formazione di ulcere;

Sindrome di Martorell, che si sviluppa sullo sfondo dell'ipertensione esistente e può portare alla formazione di shunt all'interno delle vene e delle arterie. Inoltre provoca alterazione della circolazione sanguigna e diventa un fattore scatenante nella formazione delle ulcere trofiche;

Il diabete mellito può anche portare alla formazione di ferite profonde e non cicatrizzate sulle gambe;

Alcune malattie sistemiche possono causare lo sviluppo di questa patologia, ad esempio, vasculite, collagenosi, malattie del sangue, disordini metabolici;

Se non si seguono le regole di igiene personale, si verifica la piodermite, che può portare alla formazione di ulcere;

La necrolisi epidermica tossica di Lyell è considerata un fattore eziologico;

Qualsiasi malattia del sistema cardiovascolare può provocare lo sviluppo di ulcere trofiche. Si presentano come risultato di marcato edema degli arti inferiori sullo sfondo dell'insufficienza circolatoria;

Le malattie infettive possono portare alla formazione di ulcere trofiche - si tratta di tubercolosi, sifilide, malattie infettive tropicali, ulcera di Naga, oncocercosi, leishmaniosi, ecc.;

Le ulcere trofiche possono essere una conseguenza della malignità di varie lesioni cutanee o si verificano con lesioni radiazioni della pelle;

I fattori che provocano sono ustioni e congelamento degli arti inferiori.

Secondo le statistiche disponibili, nel 52% dei casi le ulcere trofiche hanno un'eziologia varicosa, nel 14% dei casi la loro comparsa è associata a disturbi nel funzionamento delle arterie, nel 13% le ulcere trofiche risultano dall'esposizione a diversi fattori. Ulcere derivanti da trombosi venosa rappresentano il 7% dei casi. A causa di lesioni, le ulcere compaiono nel 6% dei casi. Le ulcere diabetiche costituiscono il 5% del numero totale di diagnosi.

In generale, qualsiasi malattia delle vene degli arti inferiori (sia profondi che superficiali) con insufficienza venosa può portare alla formazione di ulcere. Tuttavia, anche piccoli graffi e ferite possono causare una ferita non cicatrizzante per molto tempo.

Ulcera trofica nel diabete

Un'ulcera trofica nel diabete mellito o nell'ulcera diabetica si verifica come una complicazione della malattia di base. È noto che nel diabete mellito c'è una violazione dell'assorbimento del glucosio. Quando le pareti dei vasi si irrigidiscono, si formano neuropatia diabetica e angiopatia diabetica. Nelle aree colpite, la circolazione del sangue è ostacolata e la mancanza di nutrizione tissutale porta alla formazione di ulcere.

Il pericolo di ulcere diabetiche è che è in grado di trasformarsi in cancrena, che richiederà l'amputazione dell'arto.

I sintomi delle ulcere trofiche

I sintomi delle ulcere trofiche dipendono da ciò che ha causato la loro formazione:

I sintomi delle ulcere trofiche venose. La formazione di ulcere trofiche di origine venosa è sempre preceduta dall'emergere di segni specifici che indicano la progressione della lesione del sistema venoso.

All'inizio della malattia, le persone si accorgono che le loro gambe diventano più gonfie. Nella regione dei polpacci e delle gambe c'è una sensazione di pesantezza.

Di notte possono verificarsi convulsioni che tendono ad aumentare. In parallelo, c'è bruciore e prurito agli arti inferiori.

Il pigmento si accumula nella pelle, rendendo la pelle più scura. Con il progredire della malattia, l'area iperpigmentata aumenta di dimensioni.

L'emosiderina si accumula nella pelle, causando lo sviluppo di eczema e dermatiti. La pelle stessa è ispessita, acquisisce una lucentezza della lacca, quando viene toccata risponde con sensazioni dolorose.

Aumenta la linfostasi, può portare al fatto che la linfa penetra attraverso la pelle verso l'esterno e agisce sulla sua superficie sotto forma di gocce di rugiada.

Mentre la malattia progredisce, si sviluppa uno stato pre-ulcera, quando una porzione bianca di atrofia dell'epidermide appare al centro dell'area interessata. In questo caso, una persona potrebbe non notare un danno cutaneo minimo fino al momento in cui un difetto dell'ulcera compare nell'area atrofizzata. All'inizio ha dimensioni insignificanti, mentre l'ulcera stessa si trova sulla superficie.

Nel tempo, l'ulcera inizia ad approfondirsi, diventa più grande di diametro. Se si verificano diverse ulcere, possono coalizzarsi formando lesioni estese.

Il processo patologico tende ad espandersi non solo al lato, ma anche a svilupparsi in profondità. Più profonda l'ulcera penetra, più intenso diventa il dolore.

È possibile il coinvolgimento dei muscoli del polpaccio, del tendine di Achille, della superficie frontale della tibia. Se il processo si è diffuso al tessuto osseo, può innescare lo sviluppo di osteomielite.

I contenuti di diversa natura sono escreti dall'ulcera. Inizialmente, è emorragico, quindi diventa torbido, può contenere filamenti di fibrina o pus. Un odore sgradevole emana dalla ferita. Spesso, l'eczema microbico si forma intorno a un'ulcera trofica.

Esiste il rischio di attaccare un'infezione secondaria, che può essere scatenata da batteri opportunisti sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità locale e generale. Nelle persone anziane, le ulcere trofiche sono spesso complicate dall'infezione micotica. Ciò peggiora notevolmente la prognosi.

Le ulcere trofiche sono accompagnate da forti dolori e causano sofferenze insopportabili a una persona.

Sintomi di ulcere diabetiche. L'ulcera diabetica si sviluppa sullo sfondo del diabete mellito ed è espressa nei seguenti sintomi:

Nella fase iniziale dello sviluppo delle ulcere diabetiche, si verifica una perdita di sensibilità degli arti inferiori. Questo è causato dalla morte delle terminazioni nervose.

Di notte, la persona inizia a provare dolore.

Il sito di ulcera diabetica è l'alluce del piede, o la parte superiore delle falangi delle dita. Sulla suola, può essere formata nel luogo in cui si trovano i natoptysh - questa è la superficie del piede o del tallone.

Mentre la malattia progredisce, appare una ferita piccola ma profonda. Quindi cresce di dimensioni.

L'ulcera trofica diabetica è spesso complicata dalla cancrena e porta all'amputazione degli arti.

I sintomi delle ulcere trofiche aterosclerotiche. Le ulcere trofiche aterosclerotiche si formano sullo sfondo dell'aterosclerosi vascolare e hanno il seguente quadro clinico:

La claudicatio intermittente è caratteristica della fase iniziale dello sviluppo dell'ulcera trofica aterosclerotica. La sensibilità dell'arto malato è compromessa, si stanca più velocemente, spesso si blocca.

Il sito di ulcerazione è il lato esterno del piede, la falange del pollice, la zona del tallone.

Le ulcere hanno una piccola dimensione, forma semicircolare.

I bordi dell'ulcera più densi, strappati. La pelle che circonda i margini dell'ulcera ha una colorazione giallastra.

Il contenuto dell'ulcera è purulento. Mentre la malattia progredisce, le ulcere riempiono l'intera superficie del piede.

I sintomi delle ulcere trofiche Martorell. Questo tipo di ulcera trofica si forma sullo sfondo di un aumento della pressione sanguigna. Molto spesso, le donne di età compresa tra 40 anni soffrono di tali ulcere.

Una caratteristica delle ulcere nella sindrome di Martorell è la formazione di papule sull'arto inferiore, che risponde con lieve dolore. Mentre la malattia progredisce, la papula si trasforma in un'ulcera.

Un'altra caratteristica distintiva delle ulcere ipertensive è la simmetria della loro presenza. Cioè, si verificano su entrambi gli arti contemporaneamente, più spesso nella parte centrale della tibia.

L'ulcerazione progredisce lentamente, caratterizzata da un particolare dolore. C'è un aumentato rischio di infezione batterica.

Stadio ulcere trofiche

Nel processo di sviluppo della malattia, ci sono quattro fasi principali delle ulcere trofiche, tra cui:

Stadio di essudazione (inizio dell'infiammazione, comparsa di focolai necrotici);

Fase di riparazione (pulizia della superficie dell'ulcera dai contenuti necrotici, formazione di granuli, riduzione dell'infiammazione);

Stadio di epitelizzazione (comparsa di epitelio fresco, rafforzamento della ferita);

La fase di cicatrizzazione dei tessuti (fase finale, quando si forma tessuto cicatriziale sul sito di un'ulcera esistente).

Gli stadi delle ulcere trofiche possono differire leggermente a seconda di cosa li ha provocati. Queste differenze sono caratteristiche dello stadio iniziale dell'infiammazione, lo stadio della riparazione, l'epitelizzazione e lo sfregio passano tutte le ulcere con un decorso della malattia senza complicanze.

La fase iniziale delle ulcere trofiche

Lo stadio iniziale delle ulcere trofiche con vene varicose è caratterizzato dalla comparsa di aree iperpigmentate sulla pelle. Man mano che l'insufficienza venosa progredisce, i tegumenti diventano più sottili, diventano iperemici, poi appare una macchia biancastra sulla pelle. Se il trattamento non viene effettuato, si forma una crosta che penetra in profondità nei tessuti.

Lo stadio iniziale delle ulcere diabetiche è caratterizzato dal fatto che l'arto perde la sua precedente sensibilità, causata dalla distruzione delle terminazioni nervose (polineuropatia diabetica).

Contro la malattia ipertensiva, lo stadio iniziale di un'ulcera trofica è caratterizzato dalla comparsa di claudicatio intermittente.

In generale, la manifestazione della malattia è caratterizzata da un danno alla pelle con infiammazione perifocale, aree necrotiche, abbondante scarico con uno sgradevole odore putrido. Se il trattamento nella fase iniziale dello sviluppo di un'ulcera non viene eseguito, allora minaccia lo sviluppo di complicanze.

Complicazioni e conseguenze delle ulcere trofiche

L'esistenza prolungata del difetto può causare condizioni di salute avverse che possono portare al ricovero in ospedale.

Complicazioni e conseguenze delle ulcere trofiche possono essere le seguenti:

Linfangite, erisipela, linfadenite inguinale;

Artrite, artrosi, periostite, tendinite, osteomielite;

Ferite da malignità (dall'1,6 al 3,5% dei casi);

Miasi ferita, cioè colonizzazione di un'ulcera da larve di insetti;

Risposte a domande popolari

Un'ulcera trofica sulla gamba è contagiosa? No, le ulcere trofiche alle gambe non sono contagiose.

Posso bagnare un'ulcera trofica sulla mia gamba? Non è consigliabile inumidire un'ulcera trofica alle gambe, poiché ciò può portare allo sviluppo di complicanze e all'aggiunta di un'infezione batterica. È necessario trattare l'ulcera con l'aiuto di speciali agenti antibatterici, antisettici e di secchezza.

Quale medico tratta le ulcere trofiche? Le ulcere trofiche sono curate da un chirurgo flebologo.

Come e cosa trattare l'ulcera trofica?

Un flebologo dirà al paziente come e cosa trattare un'ulcera trofica. Prima che lo specialista e il paziente ottengano tutta una serie di compiti. Innanzitutto, è necessario ridurre al minimo le manifestazioni della malattia sottostante che ha portato alla formazione di un'ulcera. Cioè, dovrebbero essere trattati con le vene varicose, ridurre la pressione sanguigna, impegnarsi nel trattamento del diabete. In secondo luogo, è necessario svolgere attività mirate alla guarigione dell'ulcera trofica stessa.

La terapia conservativa generale è ridotta all'uso dei seguenti prodotti:

Trattamento della malattia sottostante con flebotonica, agenti antipiastrinici, agenti antipiastrinici. Possono essere farmaci come pentossifillina, eparina, acido acetilsalicilico, prostaglandine. Permettono di correggere i processi di coagulazione del sangue, contribuiscono alla normalizzazione della circolazione sanguigna, prevengono il ristagno venoso. La somministrazione orale e la somministrazione di farmaci sotto forma di iniezioni sono possibili;

La terapia antibatterica viene selezionata tenendo conto della sensibilità dei microrganismi che abitano l'ulcera a specifici antibiotici. Trattamento efficace delle ferite con Levometicina, Hexicon, Fuzidina, Miramistina. È possibile utilizzare farmaci sotto forma di unguenti o spray per uso locale. Se necessario, vengono prescritti antimicotici: fluconazolo, caspofungin, vorikonazolo, ecc.;

Accelerare i processi di rigenerazione dei farmaci prescritti che influenzano i processi metabolici nei tessuti. Questo può essere Actovegin, Ebermin, Sulfargin;

Antidolorifici prescritti per il sollievo dal dolore.

Le ulcere trofiche devono essere regolari. Per cominciare, la ferita viene lavata con soluzione salina sterile, i tessuti morti vengono rimossi da esso, l'essudato. Dopo la riabilitazione, viene applicato un agente antibatterico e l'ulcera viene coperta con una benda. Se la ferita è in fase di guarigione, la medicazione deve fornire normale idratazione e respirazione della superficie della ferita. Nel caso in cui ci sia un'infezione, dovresti scegliere una benda che possa assorbire lo scarico e fornire un effetto antisettico. Per questo, vengono utilizzate salviette speciali.

Forse il passaggio della fisioterapia, che aiuta ad accelerare la guarigione delle ulcere. Le seguenti tecniche sono efficaci: cavitazione ad ultrasuoni della ferita, radiazione UV, ossigenazione iperbarica, terapia laser, terapia magnetica.

Quando l'ulcera guarisce e il paziente si sente soddisfacente, è possibile un intervento chirurgico. Sarà diretto alla normalizzazione del deflusso venoso e arterioso, alla rimozione delle vene varicose.

Sollievo dal dolore per ulcere trofiche

Il dolore nelle ulcere trofiche ha intensità diversa. Pertanto, quando il dolore espresso prescritto farmaci anestetici.

Possono essere utilizzati sotto forma di unguenti e spray e possono essere somministrati sotto forma di compresse:

Parmidin. Disponibile sotto forma di compresse e unguenti. Aiuta ad alleviare il gonfiore, riduce il dolore;

Acido acetilsalicilico e preparati a base di esso: Aspirina, Cefecon;

Preparazioni dal gruppo di FANS: Ibuprofene, Ambene, Ketorolac, Naproxen;

È possibile usare unguenti Emla, Dimexide.

Il balsamo Viniline e Romazulan ha un debole effetto analgesico.

Tovaglioli per il trattamento delle ulcere trofiche

Le salviettine sterili per il trattamento delle ulcere trofiche vengono utilizzate quando le ferite non guariscono da molto tempo e si deteriorano. La composizione dei tovaglioli comprende agenti antibatterici e componenti che accelerano la rigenerazione dei tessuti.

Puoi usare i seguenti tovaglioli:

Aktivteks. Sono fatti di maglieria, impregnata di droghe. Pertanto, Activetex F contiene furagina, Activetex X - clorexidina, Activetex HF combina clorexidina e furagina;

Ci sono anche salviette per il trattamento delle ulcere trofiche dalla ditta Hartman, Coletex, Multiferm, Proteox-TM. Hanno tutti un effetto antibatterico e antisettico;

È possibile utilizzare medicazioni assorbenti che vengono applicate con abbondante scarico dalle ulcere. Questi possono essere Voskopran, Tsetuvit E, Biaten, Branolind N.

Il trattamento delle ulcere trofiche dovrebbe essere complesso e tempestivo, una condizione indispensabile è eliminare la malattia di base. Questo è l'unico modo per evitare gravi complicazioni e prevenire il ripetersi della malattia.

Autore dell'articolo: Volkov Dmitry Sergeevich | a. m. n. chirurgo, flebologo

Istruzione: Università statale di medicina e odontoiatria di Mosca (1996). Nel 2003, ha ricevuto un diploma da un centro medico educativo e scientifico per la gestione degli affari del Presidente della Federazione Russa.

È possibile contrarre un'ulcera trofica?

La patologia associata alla formazione di ferite aperte sull'epitelio e sui tessuti sottocutanei degli arti inferiori è chiamata ulcera trofica. Nella maggior parte dei casi, il suo aspetto è causato da un cambiamento nella circolazione sanguigna nei tessuti e in processi metabolici alterati in essi. Le vene varicose e il diabete mellito spesso contribuiscono allo sviluppo di ferite aperte che non guariscono da 6 o più settimane. La malattia è pericolosa per una persona malata, ma sicura per gli altri, poiché non è contagiosa.

Ulcera trofica: le cause dell'istruzione e dei sintomi

Ci sono molti fattori che innescano il meccanismo della malattia. Per una delle cause alla radice includono le vene varicose nelle gambe. Le vene varicose sono caratterizzate da un alterato flusso sanguigno, che in seguito diventa la causa del suo ristagno. Il sangue rinnovato, saturo di sostanze nutritive essenziali e ossigeno, non raggiunge gli arti inferiori, in conseguenza del quale le cellule dei tessuti non ricevono nutrimento, la loro graduale distruzione avviene. Al posto del rigetto dei siti dell'epitelio morto si formano ferite, che vengono successivamente convertite in ulcere. Le seguenti malattie possono portare alla formazione di ulcere trofiche:

  • diabete;
  • insufficienza arteriosa;
  • trombosi venosa;
  • aterosclerosi;
  • violazioni del sistema cardiovascolare;
  • polineuropatia delle gambe;
  • malattie croniche della pelle (eczema);
  • congelamento, ustioni, lesioni varie;
  • malattie infettive;
  • lesioni da radiazioni delle aree cutanee o loro malignità.
Torna al sommario

Sintomi primari

Ci sono un certo numero di segni che indicano la comparsa di ulcere trofiche a causa della stasi venosa. Nella fase iniziale dell'istruzione si notano gravi gonfiori e pesi degli arti inferiori e di notte si verificano frequenti casi di convulsioni. Il paziente avverte prurito e bruciore alle gambe, la pelle diventa sottile, secca e lucida (laccata), assume una tonalità scura, che si diffonde ulteriormente con il progredire della malattia. Toccando la pelle provoca dolore.

C'è linfostasi, la linfa comincia a filtrare attraverso la pelle sotto forma di goccioline. Si sviluppa uno stato pre-ulcera: una zona bianca di atrofia dell'epidermide si forma al centro dell'area interessata, che può essere immediatamente trascurata. Più tardi in questo punto iniziano a formarsi ulcere, prima piccole, poi aumentano di dimensioni e iniziano a sanguinare. Le ferite hanno forme e dimensioni diverse, ma i loro bordi sono tutti imprecisi, che sovrasta la superficie della pelle.

Qualsiasi contatto con l'area interessata può causare lesioni e infezioni della ferita.

Malattia grave

Gradualmente, le ulcere trofiche sulle gambe si uniscono in una grande, mentre crescono non solo nell'area, si stanno diffondendo in profondità. Nei casi più gravi, i muscoli del polpaccio, il tendine di Achille e persino la tibia sono coinvolti nel processo patologico. La diffusione della malattia al tessuto osseo può causare osteomielite. Dalle ferite, si verifica una selezione di vari contenuti, che nel corso dello sviluppo della malattia cresce torbido e comincia a risaltare insieme ai filamenti di pus e fibrina. L'eczema microbico si verifica spesso intorno all'ulcera. Un odore molto sgradevole emana dalle ferite, il rispetto delle norme igieniche diventa difficile e indossare vestiti e scarpe provoca disagio. Questa condizione è accompagnata da un forte dolore e porta la sofferenza del paziente. Il processo di guarigione è molto lento, sul sito di ulcere a seguito di un trattamento di successo, il tessuto guarisce.

È possibile contrarre un'ulcera trofica?

Molte persone sono preoccupate per la possibilità di infezione da un'ulcera trofica. Scoprendo le cause principali della patologia, puoi rispondere a questa domanda. Poiché il fattore che scatena la malattia non è contagioso, significa che non è necessario temere la possibilità di infezione. I microrganismi che possono causare l'infiammazione e il decadimento, si trovano nel corpo di qualsiasi persona, ma iniziano a moltiplicarsi in grandi quantità a causa di disturbi metabolici o cambiamenti nel flusso sanguigno. Pertanto, un'ulcera alle gambe non è contagiosa. Le persone con un sistema immunitario correttamente funzionante e una normale circolazione del sangue non dovrebbero avere paura della malattia.

In alcuni casi, lo sviluppo della patologia può essere associato a malattie infettive, ma allora è necessario temere non un'ulcera trofica, che è solo una conseguenza, ma un agente patogeno. I medici attribuiscono le ulcere risultanti da una lesione infettiva a un altro gruppo e non li chiamano trofici.

Sintomi e trattamento efficace delle ulcere trofiche delle gambe

La formazione della ferita sulla superficie della gamba, che si sviluppa su un tipo trofico con la distruzione sistematica dei tessuti epiteliali, si verifica a causa della presenza di una malattia come le vene varicose negli esseri umani. Se il paziente soffre di questa malattia per un lungo periodo di tempo, non si cura, o la terapia viene eseguita in modo errato con l'uso di droghe, il cui uso non è rilevante in un caso clinico particolare, il trofismo degli arti inferiori viene disturbato con un peggioramento graduale della salute. La ragione principale dell'aspetto delle ulcere trofiche sulla gamba è la costante perdita di liquido linfatico, che viene rilasciato dalla parete della nave principale distrutta. Più scarico è voluminoso, più velocemente la ferita cresce di diametro e poi gradualmente si approfondisce negli strati inferiori dell'arto. Il trattamento di questa malattia è sempre complesso utilizzando un gran numero di un'ampia varietà di farmaci.

Cos'è l'ulcera trofica e le ragioni della loro formazione?

Un'ulcera trofica della pelle è una superficie della ferita che si forma su un dito, piede, gamba o su un'altra parte dell'arto inferiore, nei cui tessuti c'è una condizione patologica delle vene con espansione delle loro pareti, che ha già raggiunto un livello critico. Questa complicanza può svilupparsi non solo nelle persone anziane i cui vasi si trovano già in condizioni usurate, ma anche nelle giovani generazioni a causa delle peculiarità del loro stile di vita, della presenza di comorbidità o di altre circostanze che influiscono sulla salute dei vasi sanguigni situati nelle gambe..

Più tempo passa senza fornire al paziente cure mediche adeguate, più estesa è la formazione della ferita. Le ulcere trofiche lanciate sono molto poco suscettibili al trattamento conservativo e, anche dopo il debridement chirurgico, c'è sempre un'alta probabilità che dopo un po 'di tempo il paziente avrà una ricaduta della malattia, dovrà essere nuovamente ricoverato in ospedale. È particolarmente pericoloso quando, sullo sfondo di una lesione su larga scala della superficie epiteliale della gamba, un'infezione entra nella ferita, diventa infiammata, diventa purulenta, e non solo il liquido linfatico inizia a risaltare, ma anche l'essudato che si accumula a seguito di microbi patogeni.

Lo sviluppo di ulcere trofiche sulla punta, sulla parte inferiore della gamba, sul piede o su un'altra parte della superficie dell'arto inferiore, si verifica per i seguenti motivi.

Stile di vita sedentario

Il motivo principale per la comparsa di ferite ai piedi del tipo trofico è il ristagno del sangue venoso. In questo caso, la malattia non si sviluppa in un breve periodo di tempo. Ci dovrebbero essere fattori che influenzano la stabilità della circolazione sanguigna attraverso le vene delle gambe. In questo caso, le persone che conducono uno stile di vita sedentario e sedentario sono tra le prime a essere a rischio di formazioni trofiche.

Il fatto è che le gambe non sono completamente caricate, le valvole venose che forniscono il deflusso del sangue diventano deboli, perdono la loro elasticità e alla fine smettono di prendere parte al pompaggio del flusso sanguigno. Le pareti delle vene si allargano, iniziano a saltare il fluido linfatico, che agisce come uno stimolo interno. In primo luogo, si sviluppa la dermatite, e poi la pelle diluita viene sostituita con un'ulcera trofica umida.

Pesante sforzo fisico

Un'altra causa comune di un'ulcera alle gambe profonde in una persona è l'esecuzione di un lavoro associato a uno sforzo fisico intenso nella zona degli arti inferiori. Queste sono persone che muovono a lungo la gravità per tutto il giorno, sono in piedi, si spostano un po 'e rimangono in una posizione verticale stazionaria. In questo caso, anche il deflusso del sangue venoso viene disturbato e senza eseguire esercizi speciali che assicurano la sua normale circolazione in tutto il corpo, iniziano a svilupparsi cambiamenti irreversibili negli arti inferiori, che alla fine portano alla comparsa della formazione della ferita.

Insufficiente consumo d'acqua

Quando il medico consiglia al paziente di bere almeno 2 litri di acqua corrente durante il giorno, questa raccomandazione si basa sull'esperienza pratica ed è finalizzata a preservare la salute del paziente. Questo vale anche per mantenere la circolazione sanguigna stabile nei vasi principali delle gambe.

Negli uomini e nelle donne che bevono poca acqua, il sangue diventa denso, aumenta il rapporto percentuale delle piastrine rispetto ad altri componenti del fluido biologico.

Ciò si conclude con lo sviluppo di una malattia umana, come la tromboflebite, e poi le ferite appaiono sulla pelle, somiglianti a piaghe da decubito in apparenza.

Fattore ereditario

La debolezza delle pareti delle grandi navi negli arti inferiori viene trasmessa insieme alle informazioni genetiche dai genitori ai futuri discendenti. Le vene varicose e le ferite trofiche sulle gambe appartengono alla categoria delle malattie che sono ereditate e una patologia non può esistere separatamente senza l'altra. Le uniche eccezioni sono i casi in cui i pazienti fin dai primi giorni, quando hanno scoperto problemi con i vasi delle gambe, iniziano a prendersi cura della loro salute e conducono una profilassi costante volta a prevenire la progressione della malattia.

Cattive abitudini

Il fumo di tabacco, l'abuso di alcool, l'uso di droghe per via parenterale sono quei fattori patologici che logorano il sistema vascolare delle gambe, le pareti delle vene diventano troppo sottili e perdono la loro capacità fisiologica di trattenere il fluido linfatico, e anche di consentire il flusso di una quantità sufficiente di sangue venoso.

Se una persona ha iniziato la comparsa di ulcere trofiche proprio a causa della dipendenza da abitudini dannose, allora è estremamente difficile trattare tali formazioni, perché il corpo ha già esaurito il suo margine di sicurezza sotto l'influenza di sostanze nocive.

La causa della comparsa di formazioni di ferita di tipo trofico influenza in larga misura la prognosi per il recupero del paziente e le tattiche di trattamento applicate. Ecco perché, essendo alla reception di un flebologo o un chirurgo, è necessario fornire al medico le informazioni più affidabili sul tuo stile di vita.

I primi segni di ulcere trofiche alle gambe nella fase iniziale

Come inizia un'ulcera trofica sulla gamba? La lesione dello strato epiteliale della gamba secondo il tipo trofico, si sviluppa sempre gradualmente con la manifestazione di una sintomatologia del tutto insignificante, che di fatto è un segnale allarmante dell'insorgenza di una malattia grave. I primi segni della formazione di una ferita trofica sugli arti inferiori sono i seguenti:

  • gonfiore della gamba, che ha dilatato le vene, aumenta (la maggior parte dei pazienti nota che i loro arti aumentavano letteralmente più volte, sebbene non consumassero grandi quantità di liquido);
  • ci sono attacchi di crampi notturni, quando improvvisamente, senza motivo, una persona sperimenta un forte spasmo delle fibre muscolari, che può durare da pochi secondi a 5-10 minuti;
  • sulla superficie della pelle nella zona della futura formazione di un'ulcera, ci sono goccioline di liquido che assomigliano alla rugiada mattutina (questo sta già iniziando a mostrare il liquido linfatico che si è accumulato nei tessuti delle gambe in eccesso di volume);
  • l'area interessata degli arti inferiori è pruriginosa e il prurito è sistematico o periodico con crescente pressione sulle gambe;
  • la pelle diventa laccata e satura di pigmento marrone chiaro, come se avesse acquisito un'abbronzatura leggera;
  • una piccola ferita appare sulla superficie epiteliale della gamba, le cui dimensioni non superano il diametro del seme di papavero (in seguito gradualmente aumenta e l'ulteriore comportamento della malattia dipende direttamente dalle misure terapeutiche adottate.

Questo elenco di segni primari consente di rilevare la tendenza del paziente all'aspetto di una ferita alla gamba trofica e di iniziare immediatamente il trattamento dei vasi sanguigni in modo che la malattia non diventi complicata.

Fasi e diagnosi

Le fasi di sviluppo delle ulcere trofiche appaiono in accordo con le dinamiche della progressione della malattia. La ferita può mantenere le sue dimensioni precedenti per un lungo periodo, non cresce di diametro e profondità nelle gambe, e talvolta l'espansione dell'ulcera avviene in modo così dinamico che i medici non sempre riescono a frenare il processo di distruzione dell'epitelio con solo farmaci. Ci sono le seguenti fasi di sviluppo di ferite aperte di tipo trofico:

  1. L'aspetto e la progressione dell'ulcera (compaiono ulcere trofiche secche).
  2. Tessuto autopulente con una grande quantità di linfa.
  3. La diffusione delle ferite negli strati profondi dell'epitelio fino all'infiammazione del tessuto osseo dell'arto.
  4. Necrosi di ulcere trofiche e cancrena.

Le ulcere arteriose si sviluppano più rapidamente se sono direttamente o indirettamente coinvolte nel processo infiammatorio che si verifica nei tessuti dell'arto inferiore. Prima di iniziare il trattamento, il paziente deve sottoporsi ad un esame del corpo con le seguenti misure diagnostiche:

  • esame visivo della gravità della formazione della ferita da parte di un chirurgo o di un flebologo;
  • effettuare la diagnostica ecografica per determinare lo stato delle navi, la cui espansione ha provocato la malattia;
  • dare al paziente sangue da una vena per condurre la sua analisi biochimica per la percentuale di piastrine, globuli rossi, globuli bianchi e altre cellule vitali;
  • selezione di strisci dalla superficie dell'ulcera, se vi sono segni di suppurazione e infezione batterica.

Dopo aver ricevuto informazioni esaurienti sulla ferita che è presente sulla superficie del piede del paziente, il medico prescrive un trattamento farmacologico appropriato. L'ulcera trofica nera (uno dei segni di necrosi) è soggetta alla rimozione chirurgica obbligatoria e, in altri casi, è possibile una terapia conservativa.

Come eseguire il trattamento delle ulcere trofiche degli arti inferiori

Come guarire le ulcere trofiche? Questa è la domanda più frequente delle persone che hanno incontrato per la prima volta questo problema e non sono in grado di gestire la quantità di informazioni che hanno incontrato nei primi giorni della lotta con la distruzione della superficie epiteliale delle gambe. Per ottenere l'effetto terapeutico più positivo finalizzato all'eliminazione delle ferite di tipo trofico, viene utilizzato un approccio integrato utilizzando i seguenti farmaci e tecniche:

  • somministrare al paziente farmaci che fluidificano il sangue, ridurre l'attività piastrinica, rafforzare le pareti dei vasi sanguigni in modo che non vi sia ulteriore distruzione (i farmaci di questo gruppo vengono rilasciati sotto forma di iniezioni e compresse);
  • vari unguenti per l'applicazione esterna sulla superficie dell'ulcera per migliorare il trofismo, ridurre l'infiammazione, ridurre il rischio di contaminazione batterica;
  • l'introduzione di antibiotici nel corpo del paziente, se i microbi sono caduti in una ferita aperta e la sua suppurazione è iniziata;
  • avvolgendo la gamba malata con salviette antisettiche e bende progettate specificamente per combattere questo disturbo;
  • sfregare ferite di vari tipi di soluzioni antisettiche che riducono il processo infiammatorio, inibiscono la crescita dell'infezione e contribuiscono alla cicatrizzazione dei tessuti epiteliali;
  • escissione chirurgica dell'area della pelle interessata, igiene dell'ulcera e sua ulteriore chiusura.

A seconda del decorso clinico della malattia, il medico può utilizzare altri metodi per trattare una superficie della ferita aperta per chiuderla completamente in un breve periodo di tempo. Consulta un elenco di antibiotici efficaci per le ulcere trofiche.

Fasi di guarigione e riabilitazione

Il processo di ripristino degli arti inferiori dopo aver sofferto la malattia consiste in diverse fasi. Sulla base della pratica medica già consolidata nel campo del trattamento delle ulcere trofiche di diversa gravità, si distinguono le seguenti fasi di guarigione delle ulcere trofiche:

  1. La formazione di una crosta densa, la cui comparsa indica che il processo di rigenerazione attiva delle cellule epiteliali è già stato lanciato. I primi passi sulla strada per completare la guarigione del piede.
  2. La cicatrice dei bordi si verifica, il fluido linfatico della ferita non viene più espulso e il diametro della ferita diminuisce gradualmente.
  3. La superficie di un'ulcera trofica diventa densa, il suo diametro è diminuito, almeno due volte, la sindrome del dolore è scomparsa, i segni di infiammazione acuta o cronica sono completamente assenti.
  4. La ferita è chiusa dalla pelle e sul luogo in cui è rimasta solo una traccia di tessuto fibroso sotto forma di cicatrice.

Al raggiungimento dell'ultima fase di recupero, il paziente deve sottoporsi a una lunga riabilitazione. Include l'esecuzione di esercizi speciali per le gambe, l'eliminazione di uno sforzo fisico pesante sotto forma di sollevamento pesi, una lunga permanenza in posizione eretta o seduta.

In questo caso, durante i primi 2-3 mesi, sarà necessario assumere farmaci che stimolino il deflusso del sangue venoso dagli arti inferiori.

Conseguenze e complicazioni in assenza o trattamento sbagliato

In completa assenza, o un corso terapeutico improprio volto a liberare il paziente da ferite trofiche alle gambe, possono svilupparsi le seguenti complicanze:

  • penetrazione nell'ulcera di ceppi batterici pericolosi (Staphylococcus aureus, infezione da streptococco, Pseudomonas bacillus), che causano un'estesa suppurazione delle gambe, odore sgradevole da ulcere trofiche e aggravano ulteriormente la salute del paziente;
  • espansione della ferita di diametro e profonda nell'arto inferiore, quando esiste già un rischio reale di sviluppare un'infiammazione del tessuto osseo della gamba;
  • la comparsa di malattie associate alle articolazioni (artrite, reumatismi, artrosi), che sono troppo vicine a un'ulcera trofica;
  • infezione del sangue generale a causa di un eccesso di infezione batterica nel corpo che penetra nel corpo attraverso la superficie della ferita della gamba, come attraverso un cancello aperto;
  • amputazione dell'arto inferiore a causa dell'impossibilità di ripristinare ulteriormente i tessuti delle gambe danneggiati.

Certo, è possibile evitare queste gravi conseguenze e complicazioni, ma per questo è necessario cercare immediatamente un aiuto medico, non appena sono stati rilevati i primi segni dello sviluppo della malattia.

Recensioni di persone

Le opinioni dei pazienti sottoposti a trattamento di formazioni della ferita di tipo trofico sono diverse. Gli unguenti aiutarono un paziente, altri usarono salviette antisettiche, medicazioni speciali e solo a causa dell'effetto di questi farmaci mostrarono una tendenza positiva al recupero. In generale, le recensioni delle persone possono essere suddivise nei seguenti gruppi, che si basano sul tipo di farmaco utilizzato.

Flebotoniki

Durante l'assunzione di questo tipo di medicina, la maggior parte dei pazienti ha riportato un miglioramento del benessere generale. Le gambe smisero di gonfiarsi, i pesi dei polpacci scomparvero. La sensazione di dolore era significativamente ridotta e i crampi notturni quasi non davano fastidio. A causa di queste proprietà farmacologiche dei farmaci flebotonici, le recensioni di persone su questo tipo di farmaco possono essere classificate come positive.

Applicazione esterna dell'unguento

Con questo farmaco non è così semplice. Opinioni di pazienti divisi a metà. Alcuni pazienti si complimentano con il trattamento delle ferite trofiche con l'aiuto di unguenti e creme curative, mentre altri si lamentano e citano un basso effetto terapeutico. Sebbene sia ancora presente una tendenza positiva alla ripresa.

Salviette e medicazioni antisettiche

Recensioni di salviette e medicazioni sono molto positive, in quanto aiutano a ridurre il dolore, migliorare il flusso di sangue venoso, assorbire il fluido linfatico, che viene regolarmente rilasciato da una ferita aperta.

chirurgia

La maggior parte dei pazienti che hanno subito un intervento chirurgico lamentano che dopo lo sbrigliamento chirurgico di un'ulcera trofica, hanno alterato la circolazione del sangue nella zona degli arti, è quasi sempre freddo, ei muscoli su di esso hanno perso la loro precedente elasticità. Uno svantaggio significativo è la durata dei periodi di riabilitazione postoperatoria (da 6 a 12 mesi). Pertanto, per quanto riguarda questo metodo di trattamento - le opinioni delle persone sono negative.

La risposta di ogni paziente non dovrebbe essere presa alla lettera, poiché la lesione trofica della superficie epiteliale della gamba è un processo individuale ed è diversa per tutti. Questo vale anche per i metodi di trattamento. Ciò che non ha aiutato un paziente potrebbe essere una vera panacea per un altro paziente.

Domande frequenti

Le persone che per prime hanno sperimentato sintomi di formazioni di ferita di tipo trofico nella maggior parte dei casi mancano di informazioni sulla malattia. Cercheremo di rispondere alle domande più frequenti.

L'ulcera trofica è contaminata?

Guardando in quale piano considerare questa domanda. La natura stessa dell'origine di una ferita di questo tipo è tale che il suo aspetto è associato esclusivamente all'impatto sul corpo umano di una serie di fattori negativi che alla fine hanno portato a una violazione della circolazione venosa negli arti inferiori. Pertanto, questa malattia non può essere infettata da goccioline domestiche o disperse nell'aria semplicemente parlando con una persona che ha problemi con il trofismo nei tessuti delle gambe.

Il pericolo di una ferita in termini di infettività risiede nel fatto che al suo interno c'è quasi sempre un'abbondante varietà di microflora fungina, virale e batterica. La loro presenza viene diagnosticata anche in persone che sono seriamente interessate a questo problema e regolarmente sottoposti a tutti i corsi di terapia farmacologica prescritti dal medico curante. In caso di contatto con la superficie aperta della formazione ulcerativa, è infatti possibile diventare infetti, ma solo agenti patogeni.

Quale dottore contattare?

Una ristretta lista di specialisti si occupa del trattamento delle ulcere trofiche. Se hai trovato in te una malattia simile o la presenza di sospetti per lo sviluppo graduale della patologia delle grandi navi, dovresti iscriverti a un consulto con un flebologo. È questo specialista che è impegnato nel trattamento dei tumori trofici e ripristina anche il normale funzionamento delle vene. Certo, se i loro muri non sono completamente distrutti e non richiedono un intervento chirurgico. I medici di questa specializzazione possono essere trovati principalmente in grandi insediamenti, dove i medici strettamente specializzati sono più richiesti.

Se una persona vive in una piccola città e il medico flebologo nella clinica è assente, come unità a tempo pieno in linea di principio, allora in questo caso è necessario andare a un appuntamento con un chirurgo. Questo medico ha conoscenze simili nel dispositivo delle navi venose. Condurrà un esame completo degli arti inferiori, scriverà un rinvio per i test e altre attività diagnostiche.

Sulla base delle informazioni ricevute, il chirurgo deciderà se eseguire un trattamento conservativo o aprire un'ulcera trofica e riorganizzarla, quindi suturare i bordi dell'epitelio danneggiato.

Le ulcere trofiche possono essere curate e per quanto tempo?

Anche dalle forme più gravi di lesioni della superficie epiteliale delle gambe con ferite trofiche, è realistico liberarsene con il minimo rischio di recidiva in futuro. La durata e la difficoltà del trattamento dipendono da un numero di circostanze. I termini di recupero e la cicatrizzazione completa dell'ulcera sono influenzati da fattori chiave come:

  • a quale stadio dello sviluppo della malattia una persona si è rivolta a un medico;
  • se il paziente soddisfa tutti gli appuntamenti terapeutici che il medico ha prescritto (anche in termini di riabilitazione);
  • se si è verificata un'infezione batterica della ferita (se è così, quale ceppo del microrganismo è parassitario nei tessuti delle gambe);
  • il paziente ha una forte immunità o la funzione protettiva del suo corpo è ridotta;
  • quali farmaci vengono utilizzati e se il corso terapeutico è formato correttamente;
  • qual è la natura della sua attività professionale (lavoro sedentario, duro lavoro fisico, o si muove molto);
  • età del paziente;
  • la presenza o l'assenza di cattive abitudini.

Tutte queste condizioni e circostanze di vita influenzano i tempi di recupero e restauro dell'epitelio degli arti inferiori. In generale, la durata della guarigione delle ulcere trofiche può richiedere da 2-3 mesi a diversi anni.

Un'ulcera trofica è contaminata?

Ciao, Elena. La comparsa di allergie è possibile con qualsiasi manipolazione medica, prendendo qualsiasi farmaco e quasi qualsiasi prodotto alimentare. Non abbiamo avuto casi di allergia durante l'operazione di VenaSeal.

Svolgiamo le operazioni di tecnologia Venasil dal 2017, quando il metodo è stato registrato e approvato per l'uso nella Federazione Russa. Non conosco le reazioni allergiche specifiche a VenaSeal, né dalla letteratura scientifica, né dalla comunicazione con i colleghi. Al fine di prevenire eventuali complicazioni, conduciamo un esame appropriato, scopri la storia, se necessario, test speciali.

Vieni alla reception, discuteremo con te i metodi di trattamento, inclusa la tecnologia Venasil. Saremo lieti di vederti nella nostra clinica!

L'ulcera trofica è contagiosa o meno

IMPORTANTE! Per salvare un articolo sui segnalibri, premere: CTRL + D

Chiedi al MEDICO una domanda e ricevi una RISPOSTA GRATUITA, puoi compilare un modulo speciale sul NOSTRO SITO, tramite questo link >>>

Ulcera della gamba trofica

Un'ulcera trofica è un grande ascesso spiacevole che inizia a crescere e si diffonde lungo la gamba - dal piede al ginocchio. Molte persone, di fronte all'apparizione di punti spiacevoli sulle loro gambe, iniziano a preoccuparsi del possibile sviluppo di un'ulcera. È meglio chiedere consiglio a un flebologo.

La malattia non è contagiosa a meno che non sia causata da un'infezione della pelle. Tuttavia, i medici preferiscono attribuire le ulcere causate dall'infezione ad un altro gruppo, non considerandole trofiche.

Cause di ulcere trofiche

Macchie massicce sugli arti inferiori - non la norma. Ci sono segni che nel corpo - nelle gambe - si sviluppano disturbi. La pelle inizia a morire.

Questo accade in connessione con lo sviluppo di altre malattie. Le cellule della pelle semplicemente non ricevono la giusta quantità di nutrienti. Dentro ha rallentato il metabolismo. Succede che una persona non rispetta il sistema di una corretta alimentazione, mangia prodotti scadenti e dannosi per la salute. La pelle segnala l'inammissibilità di un simile regime.

Tuttavia, questo accade meno spesso della morte della pelle a causa di malattia. L'ulcera non inizia immediatamente, ma a un certo stadio e con una malattia stabilita. Ad esempio, le vene varicose possono causare pus della pelle solo in una fase critica quando il trattamento è impossibile. L'output è logico: l'operazione.

Solo quando le vene varicose non vengono trattate tempestivamente - se la malattia viene diagnosticata in una ragazza incinta. In questo caso, prescritto trattamento delicato, indossando una medicazione medica e biancheria medica. L'operazione viene eseguita in rari casi in cui vi è il rischio di danneggiare la madre e il bambino. Le vene varicose possono essere curate dopo il parto, fino ad allora si consiglia di fare impacchi e indossare bende.

Vene varicose - una causa estremamente comune di pus.

  • Il diabete mellito. La malattia include un disturbo metabolico, una caratteristica eruzione cutanea su gambe, braccia, viso. Il dolore (non così evidente come in altri casi) inizia con il piede, in casi rari che si estende ulteriormente. Il piede diabetico diventa una probabile complicazione;
  • Disturbi neurologici - ad esempio, danni al midollo spinale o al cervello. Le cause di danno variano da lesioni a ipotermia. È impossibile ottenere un risultato positivo con l'aiuto di pillole e fisioterapia, alcuni medici non iniziano nemmeno il trattamento tradizionale, passando immediatamente a un'operazione;
  • Disturbi arteriosi. La condizione è caratterizzata da febbre nelle gambe. I pazienti si sono trovati di fronte a una violazione, più di altri lamentano dolore all'alluce e in qualsiasi momento.

Le cause delle ulcere sono poche. Ricorda, le infezioni della pelle non appartengono alle ulcere, il danno non è correlato alla nutrizione delle cellule della pelle. Le cellule sono colpite a causa della debolezza e dell'incapacità di resistere alle infezioni e l'infezione assume una nuova proprietà. Il trattamento in questo caso è diverso - e per molti aspetti.

Come si manifesta la malattia

Le manifestazioni della malattia dipendono dalle cause della formazione dell'ascesso, quindi non sono le stesse. Possono essere distinti per posizione (il dolore è nella gamba, che si alza nel tallone e raggiunge l'anca), dalla gravità e dal grado di sviluppo dei sintomi. Selezionare un numero di segni dello sviluppo delle ulcere trofiche:

  • Prima di scurire, la pelle cambia prima di colore: di norma diventa più pallida;
  • Al tatto, la pelle non è più morbida, ma spiacevolmente liscia;
  • Con le vene varicose - costante tensione venosa, può essere percepita anche attraverso la pelle, eruzioni cutanee di "stelle" vascolari;
  • Sensazione costante di piedi e pelle d'oca congelati nelle gambe, a volte sul retro;
  • Dolore pronunciato

Quando c'è il rischio di ulcera, in condizioni cliniche, i medici usano medicazioni speciali o biancheria intima medica. Qualcosa di simile è raccomandato per i pazienti che vengono curati a casa. Il trattamento deve includere l'igiene nelle gambe, evitando il rischio non necessario di ammalarsi.

Come sbarazzarsi di ulcere

Il trattamento delle ulcere venose dipende dalla diagnosi. Se un paziente ha il diabete, a una persona non dovrebbero essere somministrati antibiotici - le medicine distruggono l'immunità, che è importante per sbarazzarsi della malattia. Le vene varicose, ad esempio, nella fase critica richiedono ovviamente un intervento chirurgico, le vene dilatate non funzionano più normalmente e muoiono - proprio come le cellule della pelle. Se la pelle semplicemente non si libera, le vene possono semplicemente incollare. Con le vene varicose e dopo l'intervento chirurgico, indossare una medicazione medica è obbligatorio.

Presta attenzione ad altri sintomi: le suppurazioni trofiche non si formano indipendentemente. Se le vene varicose - gamba costantemente gonfia, il sangue ristagna. Se c'è il diabete, i sintomi della malattia compaiono sul corpo. Se è costantemente freddo - difficoltà nella neurologia, il trattamento della fonte dura nel tempo, quanto il trattamento delle ulcere trofiche. Le vene varicose sono trattate per diversi mesi con la condizione che il grado di complicanza della malattia sia basso. Più la malattia è trascurata, maggiore è il rischio di invalidità. È preferibile preferire l'uso temporaneo di una benda piuttosto che perdere la capacità di muoversi.

Un'ulcera trofica non è un'infiammazione, non un tumore, che può essere rimosso mediante semplice penetrazione nel corpo umano. Qui è più difficile, non c'è nulla da infiammare - le cellule della pelle muoiono di fame e rimangono in piedi, come promemoria della mancanza di preoccupazione per la salute. Resta da normalizzare il sistema di nutrizione e metabolismo, circolazione del sangue e altri sistemi interni. Le cellule sono obbligate a mangiare regolarmente e il compito del trattamento è di restituire i tessuti al loro precedente funzionamento.

Il trattamento della malattia che ha causato la suppurazione dei tessuti molli è effettuato in primo luogo. A volte i medici danno alla fonte più attenzione del pus, questo approccio non può essere definito qualitativo. Un'ulcera trofica è una malattia che non è divisibile in uno stadio, sostenendo l'esistenza di macchie sgradevoli sulla pelle. Un'ulcera richiede un trattamento non inferiore alla malattia principale.

È possibile chiedere al medico una operazione speciale che trapianta le cellule sane sulle gambe verso il luogo di sviluppo di un'ulcera trofica, al fine di evitare di preservare le cicatrici sgradevoli sul corpo. L'ultima tecnologia consente ai piedi di rimanere puliti e lisci, senza lasciare cicatrici.

Dovrai indossare delle bende per un po 'di tempo per guarire la cicatrice chirurgica.

Misure preventive

Alcuni medici ritengono che il miglior trattamento sia l'assenza della malattia. Non essere d'accordo con i professionisti è difficile.

Indossare una benda non è l'unica cosa che può essere fatta per la tua salute. Abbandona le cattive abitudini, normalizza il cibo, partecipa agli sport. Essere in movimento, fornendo il metabolismo e un'alimentazione sana alle cellule della pelle.

Ulcera trofica trasmessa o meno

Ulcera trofica

Un'ulcera trofica è un danno non guarito per un tempo sufficientemente lungo sulla superficie della pelle e dei tessuti sotto di essa.

Cause ulcere trofiche

La scarsa circolazione negli arti inferiori e l'ostruzione delle vene sono le cause principali di questa malattia. Un'ulcera trofica si manifesta in caso di nutrienti insufficienti e mancanza di ossigeno nei tessuti.

Molto spesso un'ulcera trofica accompagna malattie come diabete mellito, vene varicose, artrite obliterante. Inoltre, il congelamento o le ustioni delle gambe possono provocare ulcere. Il minor numero di muscoli si trova nella parte inferiore della parte inferiore della gamba, quindi, allungando o colpendoli semplicemente provoca danni. Le ulcere trofiche di solito compaiono in tali luoghi.

Sintomi dell'ulcera trofica

Le ulcere presentano differenze nella forma e nelle dimensioni, ma i bordi di tutte le ferite sono imprecise e sovrastanti il ​​livello della pelle. E la pelle stessa nel sito dell'ulcera ha una tinta bluastra pallida. Nelle ulcere trofiche, c'è anche un leggero scarico sanguinante o purulento, che emette un odore piuttosto sgradevole, a volte persino putrido. Successivamente, le gambe del paziente si gonfiano fortemente, provano una sensazione di freddo e i piedi diventano blu.

Diagnosi ulcera trofica

La diagnosi di questa malattia viene eseguita da un medico generico. Allo studio vengono assegnate procedure speciali come reopletismografia, reovasografia, Doppler, angiografia, termografia a infrarossi. Sono richieste analisi per determinare i livelli di zucchero nel sangue, la ricerca batteriologica e citologica, nonché la reazione di Vasseraman, che è stata recentemente sostituita da un metodo più moderno, la reazione di micro-precipitazione.

Trattamento e prevenzione delle ulcere trofiche

Il trattamento delle ulcere trofiche è un processo piuttosto lungo e richiederà ai pazienti di seguire una dieta speciale. La dieta del paziente dovrebbe consistere in una quantità sufficiente di verdure e frutta. Inoltre, è necessario ridurre il consumo di carboidrati contenuti nei prodotti dolci e di farina. È inoltre indesiderabile utilizzare vari esaltatori di sapore come senape, ketchup, pepe, aceto e tutti i tipi di spezie.

Il corso del trattamento richiede necessariamente una ginnastica speciale, con esercizi per piegare e allungare le gambe alle articolazioni del ginocchio e i movimenti di rotazione dei fianchi. Questo complesso migliora la circolazione sanguigna negli arti inferiori. In alcuni casi, vengono utilizzate scarpe ortopediche, soprattutto quando l'ulcera si trova nella zona del piede.

Con l'aiuto di un metodo di ricerca così moderno come una biopsia, il tessuto intravitale viene raccolto da diverse ulcere al fine di determinare il percorso appropriato della terapia antibiotica. Tuttavia, nel caso di trattamento con antibiotici, è necessario sapere che gradualmente diminuisce la sensibilità delle ulcere alla loro azione. Inoltre, altri agenti patogeni possono entrare nelle ferite.

La medicina moderna ha tracciato il legame tra la formazione di ulcere trofiche e una quantità insufficiente di acido ribonucleico nel corpo umano. Pertanto, le preparazioni farmaceutiche basate su di esso sono necessariamente incluse nel corso del trattamento. Progettato specificamente per i pazienti con ulcere trofiche, calze e calzini sono anche indicati per l'uso in questo disturbo.

La condizione principale per il trattamento di successo è l'accesso tempestivo a un medico. Pertanto, come un corso di riabilitazione è selezionato individualmente, in ogni caso. All'estremo, specialmente le gravi manifestazioni della malattia, viene applicato l'intervento chirurgico. Per evitare il ripetersi della malattia, si dovrebbe evitare qualsiasi danno alla pelle.

Yazva-gastrit.ru

Ulcere della gamba trofica

Da questo articolo imparerai:

Le ulcere trofiche sono chiamate ferite aperte sui piedi e sulle gambe, che non guariscono per 6 settimane o più. Non sono una malattia indipendente. Questa è una conseguenza di altre malattie associate a alterata microcircolazione del sangue, nutrizione e metabolismo dei tessuti. Esistono molti metodi e metodi per trattare le ulcere trofiche, sia mediche che folcloristiche. Ma la scelta della terapia dovrebbe dipendere dalla vera causa della malattia.

Ulcera trofica delle gambe: cause

Ci sono un certo numero di malattie, la cui complicanza in un paziente può causare ulcere trofiche. Queste malattie includono:

  • vene varicose delle gambe in insufficienza venosa cronica;
  • insufficienza arteriosa cronica;
  • diabete;
  • polineuropatia di vari arti inferiori;
  • malattie croniche della pelle (eczema), lesioni, ustioni e congelamento.

A causa della rottura del normale apporto di sangue alla pelle dei piedi o delle gambe, la microcircolazione è compromessa, si sviluppano carenza di ossigeno e carenze di nutrienti. Ciò porta all'interruzione dei processi metabolici a livello cellulare. Si verifica la necrotizzazione dei tessuti. Le aree morte sono molto sensibili alle lesioni e alle successive infezioni.

Sintomi e diagnosi comuni

La sintomatologia è tale che la pelle delle gambe in certi punti diventa più sottile, diventa troppo tesa, secca e senza vita lucida. Per prima cosa, appaiono delle macchie che sono diverse dal resto del corpo a colori, e quindi le ulcere si formano in questo luogo. A volte sono preceduti da forte prurito, bruciore, dolore e pesantezza muscolare.

Le ulcere crescono gradualmente, diventano più ruvide, iniziano a sanguinare. Qualsiasi contatto è pericoloso per ferita e infezione nella ferita. Questo processo è accompagnato da un sintomo doloroso. Il problema è la selezione e l'uso di scarpe, vestiti, igiene. Un paziente può provare convulsioni durante la notte e la pelle diventa viola e ruvida.

Affinché il trattamento sia corretto, è necessario innanzitutto diagnosticare e identificare accuratamente la vera causa delle ulcere trofiche agli arti inferiori. I seguenti metodi possono essere utilizzati per questo:

  • flebografia radiopaca;
  • Ultrasuoni dei vasi della gamba con dopplerografia;
  • misurazione del livello di ossigeno nei tessuti cutanei;
  • altri studi su vasi sanguigni e gambe.

Una volta diagnosticata e determinata la causa, è importante controllare il livello di zucchero nel sangue prima di iniziare il trattamento principale per le ulcere delle gambe, poiché tali pazienti spesso hanno una forma nascosta di diabete.

Ulcere della gamba trofica, trattamento

La questione di come curare un'ulcera trofica è meglio rivolgersi ai professionisti del settore medico. Questa terapia ha diversi obiettivi:

  • identificare la causa principale dell'ulcerazione ed eliminarla;
  • ripristinare i processi metabolici nelle aree colpite;
  • normalizzare lo stato del sistema immunitario in modo che il corpo abbia l'opportunità di resistere agli agenti maligni;
  • trova il miglior rimedio per la guarigione rapida delle ferite.

Il processo di trattamento di tali ulcere è molto lungo e complicato. È effettuato con vari metodi: fisioterapico, conservatore, chirurgico e popolare. Il trattamento conservativo è fatto meglio in condizioni che soddisfano tutti gli standard sanitari e igienici, sotto la diretta supervisione di un medico. Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, viene trattato con successo con l'uso di rimedi popolari.

Un trattamento inadeguato può portare alla transizione della malattia in una forma cronica, ei focolai di suppurazione possono andare più in profondità nel tessuto muscolare e osseo e diffondersi oltre la localizzazione iniziale. Per evitare questo, è necessario trattare, prima di tutto, la causa principale della malattia (diabete mellito o vene varicose). E per la guarigione delle ferite, è necessario un trattamento sistemico e locale.

Idealmente, se si eseguisse per la prima volta uno studio sulla composizione delle specie della microflora nelle aree ulcerate, è stata effettuata un'analisi della sensibilità dei microrganismi patogeni a vari farmaci e si esegue un trattamento competente e mirato. In caso contrario, batteri e funghi sviluppano resistenza ai farmaci e il paziente può sviluppare una reazione allergica a causa del lungo farmaco non sistematico.

Ci sono un certo numero di preparati antisettici che sono attualmente utilizzati con maggior successo nel trattamento delle ulcere trofiche, anche da soli a casa. Questi includono:

Dopo il trattamento con una qualsiasi di queste soluzioni su tutta la superficie del piede o della gamba, vengono applicati i preparati a base di argento, ad esempio l'argosulfan. A volte questo trattamento ti permette di non usare la terapia antibiotica. Dopo aver trattato le ferite, è necessario applicare una medicazione che protegga la superficie danneggiata da lesioni accidentali. La medicazione e il trattamento delle ferite dovrebbero essere fatti ogni giorno. Quando le vene varicose mettono necessariamente una benda stretta sulla parte inferiore della gamba con l'uso di bende elastiche.

A volte per la pulizia del fondo dell'ulcera localmente utilizzare preparazioni speciali sotto forma di unguenti a base di enzimi proteolitici: fibrolan, iruksal. Levovinisole o romazulon è raccomandato per alleviare l'infiammazione. E per chiudere l'accesso a una ferita a tutti i microrganismi dopo il trattamento superficiale, applicare combuck (sul collagene).

Se la terapia conservativa è inefficace e il processo di formazione delle ulcere trofiche continua a diffondersi, ricorre a un intervento chirurgico urgente.

Medicina popolare

Ci sono molti modi per trattare le ulcere trofiche a casa. Ma prima di applicarli, è consigliabile consultare il proprio medico. Per ogni tipo di ulcera e in base allo stadio del loro sviluppo, sono adatti diversi metodi e mezzi. Può essere decotti a base di erbe per l'ingestione e il lavaggio delle ferite, per ricevere bagni terapeutici per i piedi, per imporre compresse curative, applicazioni, ecc.

  1. In un bicchiere di brodo di camomilla pronto, aggiungere 1 cucchiaio di miele e applicare per bagni e applicazioni.
  2. Un decotto di foglie di eucalipto (per 50 g lascia 0,5 litri di acqua), mescolare con 2 cucchiai di miele e utilizzare la soluzione risultante verso l'esterno.
  3. Puoi preparare un unguento con miele (50 g), olio di pesce (15 g) e xeroformio (2-3 g). Questo unguento deve essere applicato sulla ferita eliminata da un antisettico.
  4. Succo di foglie di aloe, miele e vino Cagor mescolati in rapporto 1: 2: 3, lasciare in un luogo fresco e buio per alcuni giorni, quindi prendere 1 cucchiaio prima di ogni pasto.
  5. La raccolta di calendula, camomilla, violetta, erba di San Giovanni e erbe achillea viene prodotta e le ferite vengono lavate ogni giorno. È possibile in 3-5 giorni cambiare questo brodo in un decotto di foglie di piantaggine.

Se i rimedi popolari non portano un risultato positivo, non fare una visita dal medico. Potrebbe essere necessaria una terapia complessa in ospedale in modo da non dover ricorrere alla chirurgia.

Scegli un buon specialista!

Malattia di erisipela sulla gamba

Erisipela era conosciuta ai tempi di Ippocrate, ma fu solo nel 19 ° secolo che iniziarono a considerarla una malattia infettiva. Esternamente, la malattia si manifesta un'infiammazione cutanea piuttosto rapida e progressiva. Ora c'è una tendenza allo sviluppo di frequenti ricadute di erisipela sullo sfondo di un'alta incidenza della popolazione. Tra le altre malattie infettive, questa malattia è tra le prime cinque in termini di prevalenza tra la popolazione.

Erisipela ai piedi della causa

La malattia del piede è una malattia infettiva di natura batterica. Il suo agente patogeno è lo streptococco emolitico di gruppo A Streptococcus pyogenes. I batteri penetrano attraverso i danni alla pelle e causano l'intossicazione del corpo.

Erisipela degli arti inferiori è più comune nelle donne nei gruppi di età più avanzata. Negli uomini, la malattia viene diagnosticata all'età di 20-30 anni, spesso il loro lavoro è associato a frequenti lesioni della pelle, cambiamenti di temperatura e contaminazione del tegumento. Questa malattia può colpire la pelle dei bambini, è estremamente pericolosa per i neonati.

L'erisipela può manifestarsi in diverse parti del corpo, ma la sua localizzazione più frequente sono le gambe delle gambe. Questo può essere spiegato dal loro costante contatto con polvere e terra, dove possono essere localizzati gli agenti patogeni. Le persone anziane che hanno uno stile di vita sdraiato possono avere ulcere trofiche sulle gambe, che sono un ambiente favorevole per la microflora patogena.

Inoltre, l'erisipela sulla gamba può essere causata da focolai di infezione cronica da streptococco (carie o tonsillite cronica), che con il flusso sanguigno o linfatico possono diffondersi nel corpo e provocare problemi dermatologici.

La forte immunità è un ostacolo affidabile allo sviluppo dell'infezione, ma per varie ragioni, le funzioni protettive del corpo possono essere indebolite a causa di fattori acquisiti o congeniti.

Oltre all'immunità, i seguenti fattori possono influenzare lo sviluppo di un processo patologico:

  • ipotermia frequente;
  • abbronzatura forte;
  • cadute di temperatura;
  • sottolinea, nervi.

Le seguenti malattie sono un buon background per lo sviluppo della patologia del piede:

  • ulcere trofiche;
  • diabete;
  • micosi sui piedi;
  • tromboflebite;
  • l'alcolismo;
  • l'obesità;
  • vene varicose.

Le epidemie di erisipela sono un fenomeno stagionale, in particolare i casi di malattia che si osservano in estate e in autunno.

La tazza sulla tua gamba è contagiosa?

I pazienti, così come le persone che entrano in contatto con loro nella vita di tutti i giorni, sono interessati a sapere se l'erisipela è contagiosa per gli altri. Gli infermieri confermano l'infettività dell'erisipela, è facilmente trasmessa da una persona all'altra. Un paziente con qualsiasi infezione da streptococco è la principale fonte di infezione. Pertanto, quando si maneggiano ferite e altre manipolazioni, è necessario utilizzare guanti e quindi lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone. Inoltre, esiste la possibilità che l'agente patogeno entri nel corpo attraverso il tratto respiratorio o si diffonda da altri focolai di infezione nel corpo.

Lo streptococco potrebbe non manifestarsi. Nel 15% della popolazione, l'agente patogeno si trova nel corpo in uno stato latente e non causa sintomi di erisipela sulla gamba. È contagioso per tutti? No, le persone con un'immunità stabile possono facilmente far fronte a questa infezione. Lo sviluppo della patologia si osserva solo negli individui con elevata suscettibilità allo streptococco. Vi sono suggerimenti che tale predisposizione sia geneticamente determinata.

Sintomi di erisipela

Il periodo di incubazione dell'erisipela dura da alcune ore a cinque giorni. La malattia appare piuttosto acuta con la comparsa di brividi, letargia e mal di testa, nausea, vomito e un significativo aumento della temperatura corporea. Durante il giorno, ci sono sintomi esterni di erisipela. La malattia sulla gamba si manifesta come arrossamento della pelle, edema e emorragie puntiformi. Ciò è spiegato dal fatto che l'infezione da streptococco attacca principalmente i capillari. L'infiammazione delle loro pareti porta all'ostruzione del flusso di sangue e la fornitura di tessuti con sostanze nutritive essenziali, l'ossigeno, l'astrazione dei prodotti metabolici, inoltre, non si verifica correttamente.

Esistono diverse forme di erisipela in base alla sua manifestazione clinica:

L'erisipela eritematosa si manifesta con l'aspetto di una chiazza di pelle arrossata. L'eritema appare sulla pelle sana, ha confini chiari. I suoi bordi di forma irregolare, di colore non uniforme, ricordano le fiamme. Al posto di tali formazioni, in seguito, si osserva la desquamazione.

Erisipela eritematoso-bollosa della gamba, come tutte le specie successive, si sviluppa sullo sfondo dell'eritema. Dopo 1-2 giorni, bolle (bolle) appaiono sulla sua superficie dopo il distacco dell'epitelio, che sono riempite con un liquido trasparente. In caso di complicazioni, possono comparire erosioni dolorose al loro posto e ulcere trofiche successive.

L'erisipela eritematosa ed emorragica procede allo stesso modo di quella eritematosa, ma è caratterizzata da emorragie in aree di pelle arrossata.

La forma bullosa-emorragica della malattia assomiglia a erysipelas eritematoso-bolloso, ma la differenza è che il liquido nelle bolle è opaco e contiene sangue.

Con il trattamento corretto e tempestivo dell'erisipela, la probabilità di una completa riabilitazione è piuttosto alta. Le forme ricorrenti della malattia sono molto più difficili da trattare.

  • Sintomi di erisipela
  • Malattia delle gambe
  • Erisipela a portata di mano
  • Erisipela: trattamento
  • Erisipela (malattia)
  • Erisipela sulla gamba
  • Erisipela facciale: cause, sintomi, trattamento
  • Trattamento di erisipela
  • Mug (malattia)
  • Come trattare una faccia

Fonti: http://internetvrach.ru/troficheskaya-yazva.html, http://yazva-gastrit.ru/troficheskaya-yazva-metody-lecheniya-prichiny-simptomy/, http://derma-wiki.ru/rozha -bolezn-na-noge /

Ancora nessun commento!

Articoli in primo piano

Dolore nella punta delle dita quando si preme

Mal di dito: il dolore grave non va un po 'oltre.

Tratta le orecchie da raffreddore a casa

Come curare un orecchio freddo I gravi mal d'orecchi possono essere ulteriori.

Raddrizzamento della cheratina e stiratura della cheratina

Raddrizzare i capelli alla cheratina Se sei stanco di disobbedienti e oltre.

Articoli popolari

Nuovi articoli

Nutrizione sana per il ripristino dei capelli

Trattiamo i capelli a casa Inspiration_Beauty. Solo se decidi cambiamenti drastici nell'immagine e, in particolare, cambiare le pettinature

Restauro dei capelli a casa dopo la tintura

Restauro dei capelli dopo la tintura Ogni ragazza prima o poi pensava alla reincarnazione. Tuttavia, gli esperimenti con le apparenze spesso hanno conseguenze negative. Questo è particolarmente vero

Restauro maschile dei capelli

Uomini per aiutare: modi per ripristinare e accelerare la crescita dei capelli Negli ultimi anni, sempre più maschi maschi hanno posizionato l'assenza

Restauro dei capelli nel salone prima e dopo

La procedura per il ripristino dei capelli alla cheratina nel salone I bei capelli attirano l'attenzione. In ogni momento, le donne hanno cercato di prendersi cura delle serrature, usando per questo le ricette popolari.

Ulcere trofiche. Cause ed effetti, diagnosi e trattamento

Ulcere trofiche - una malattia che manifesta cambiamenti patologici nella pelle. Le ulcere possono influire negativamente sui sistemi circolatorio e vascolare. Questa patologia è una conseguenza di un'altra malattia e di un fallimento nel corpo.

Bendaggio aerosol "Pentazol"

Indispensabile per la cura di piaghe da decubito e ferite di guarigione difficili.

Cosa sono le ulcere trofiche

Le ulcere trofiche possono essere localizzate in diverse parti del corpo. Più spesso compaiono sugli arti inferiori, come sintomo e conseguenza del diabete mellito, delle vene varicose. Il pericolo di patologie con le vene varicose aumenta, a causa del processo infiammatorio, i cambiamenti patologici si verificano non solo a livello della pelle, ma anche sui tendini e sui tessuti ossei. Nelle malattie diabetiche, le ulcere trofiche, con le dovute cure, possono essere guarite. La mancanza di trattamento è un prerequisito diretto per l'infezione della ferita e l'infezione del sangue.

Cause ed effetti delle ulcere trofiche

Con le malattie varicose e diabetiche c'è un danno ai vasi sanguigni. A causa della ridotta apporto di sangue, il flusso di aria e sostanze nutritive verso le aree danneggiate della pelle si deteriora. La carenza di ossigeno provoca la morte dei tessuti, la formazione di ferite aperte che guariscono a lungo e duramente.

Fattori di rischio

Il gruppo di fattori che contribuiscono alla formazione di ulcere trofiche comprende i seguenti motivi:

• vene varicose;

• malattia diabetica cronica;

• dermatite cronica;

• malattie autoimmuni che influenzano negativamente il flusso sanguigno;

• trauma di tronchi nervosi.

I sintomi delle ulcere trofiche

Le ulcere trofiche con le vene varicose si manifestano improvvisamente come gonfiore, acuti dolori, una sensazione di pesantezza nel corpo. La fase successiva del loro sviluppo è accompagnata da bruciore, febbre, prurito e crampi. Allo stesso tempo, iniziano a comparire i cambiamenti della pelle. Le aree del corpo in cui le forme dell'ulcera cambiano colore a una tonalità viola o viola, la struttura della pelle diventa ruvida e ruvida, il dolore e il prurito si verificano quando viene a contatto con la ferita. La forma della formazione patologica è rotonda, i bordi sono irregolari, le dimensioni sono piccole, le sensazioni dolorose sono forti. Il luogo della loro localizzazione è la superficie interna della tibia.

Come riconoscere la formazione di ulcere trofiche

Le misure diagnostiche, l'esame visivo, la comunicazione con i pazienti aiutano il medico a qualificare i cambiamenti patologici come ulcere trofiche. Il trattamento di qualità avviene solo dopo una determinazione affidabile della causa della malattia. Diagnosi aggiuntiva, prescritta dal medico - esami di laboratorio:

• esame batteriologico dei tessuti;

• attività di ricerca biochimica.

Complicazioni per ulcere trofiche

Con la progressione del danno trofico patologico si diffonde in larghezza e profondità. Un'infezione piogenica nell'ulcera provoca infiammazione della pelle di erisipela, sepsi, linfoadenite, linfangite. I tessuti morti che inquinano il sangue hanno un effetto negativo sullo stato della flora anaerobica. La stessa conseguenza provoca lo sviluppo della cancrena del gas. Le cellule di alterazioni patologiche a lungo termine invalidanti, sotto l'influenza di un ambiente medicinale aggressivo, possono degenerare in tumori maligni.

Trattamento delle ulcere trofiche

Le ulcere trofiche sono trattate secondo uno schema complesso, secondo il quale è previsto un effetto locale sulle ulcere e la causa della patologia deve essere identificata e trattata. Il chirurgo, in base alle condizioni generali del paziente, al grado di complessità della patologia, può prescrivere la terapia di disintossicazione del paziente, il trattamento antibiotico, il regime di trattamento ipoglicemico e altre attività. Il sollievo e la cura delle ulcere possono essere effettuati con una benda liquida aerosol - Pentazole. Il trattamento delle ulcere trofiche con Pentazolo in alternanza con altri unguenti dà buoni risultati. Pentazol viene applicato spruzzando sulla superficie danneggiata, coprendolo strettamente. Il paziente non avverte disagio, ma al contrario l'attrito, il prurito e il bruciore scompaiono, il che è così benefico sia per la ferita che per il benessere del paziente.

Articoli correlati

Alle malattie, che sono basate su disordini metabolici sistemici di vari tipi di metabolismo...

Il piede diabetico, in altre parole, la SDS è una complicanza cronica della malattia diabetica, che si manifesta...

Nella maggior parte dei casi, il diabete mellito dà complicazioni alle gambe, soprattutto se si lascia questa malattia da sola....

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Come prepararsi per la colonscopia di Fortrans intestinali?

Un metodo diagnostico endoscopico chiamato colonscopia è l'unico che consente di esaminare l'intero intestino crasso, rilevare visivamente la presenza di ulcere, tumori, polipi, eseguire una biopsia e rimuovere le aree interessate.

Recensioni di gel di Venaro per le vene varicose

Troksevazin aiuterà a curare le vene varicose? Che forma di rilascio è, composizione, prezzo Effetto terapeutico per le vene varicose gel Troksevazin capsule Possibili effetti collaterali Come può manifestarsi con altri farmaci analoghi Recensioni dei pazientiLe vene varicose, che causano problemi alle vene, richiedono un trattamento con angioprotectors.