Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per varici degli arti inferiori

Il successo e la durata della riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose degli arti inferiori dipendono dalle condizioni iniziali del paziente e dalla quantità di intervento chirurgico. Il corso della terapia è prescritto singolarmente in ciascun caso e, quando gli ordini del medico sono soddisfatti, la guarigione avviene senza complicazioni.

Il successo e la durata della riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose degli arti inferiori dipendono dalle condizioni iniziali del paziente e dalla quantità di intervento chirurgico.

Riabilitazione ospedaliera

Per mantenere il tono del sistema cardiovascolare dopo l'operazione, le gambe del paziente vengono poste su un rullo alto 10 cm e dopo 3-4 ore dall'operazione il paziente deve eseguire semplici esercizi: movimenti circolari con i piedi, sollevamento delle gambe. Mentire è ancora dannoso.

Quando le flebectomie postoperatorie possono essere dolorose, ciò è dovuto al danneggiamento dei tessuti molli.

Il giorno dopo, al paziente è permesso di sedersi, fare una benda di bendaggio elastico, che è permesso di alzarsi e camminare. Allo stesso tempo, prescritto terapia fisica e massaggio, in modo da non formare coaguli di sangue. Tratta le ferite e cambia le medicazioni ogni 1-2 giorni.

Beva e mangi il dottore permette in 2-3 ore, quando l'effetto di anestesia è finito. Evitare cibi che hanno un effetto lassativo o possono provocare stitichezza, cibi salati e piccanti.

Beva e mangi il dottore permette in 2-3 ore, quando l'effetto di anestesia è finito.

Se le ferite sono asciutte, i punti separati vengono rimossi dopo 5-8 giorni. Sulle gambe e all'inguine, rimangono fino a due settimane. Rimangono in ospedale per 5-10 giorni, a seconda delle condizioni.

Vengono dimessi dall'ospedale non prima che vengano rimosse le suture cutanee.

Riabilitazione domestica

Il periodo di recupero dura fino a 6 mesi. Per prevenire il ri-sviluppo della malattia, è importante visitare il medico e seguire le sue raccomandazioni.

Maglia a compressione

Speciali calze al ginocchio, calze o collant vengono indossati quando vengono rimosse le suture cutanee. La maglieria crea una maggiore pressione fisiologica nella parte inferiore della gamba, che diminuisce più vicino alla coscia. Di conseguenza, il sangue non ristagna, il gonfiore viene eliminato. Tale biancheria intima aiuta il corpo ad abituarsi ai cambiamenti dopo l'operazione più rapidamente, previene uno sforzo eccessivo sui muscoli feriti, riducendo così il dolore.

Il grado di compressione e la durata di indossare maglieria speciale sono determinati dal medico. Per alcuni pazienti è sufficiente indossare biancheria intima speciale per 3-4 settimane, per altri è prescritto per 2-3 mesi.

Solo dopo aver rimosso le suture cutanee, il paziente può indossare la biancheria intima di compressione.

Per la prevenzione della recidiva delle vene varicose, è necessario indossare maglieria a compressione in questi casi:

  • se devi volare o fare una lunga corsa in autobus (2-4 ore);
  • se le gambe si stancano molto al lavoro;
  • quando si praticano sport;
  • con la comparsa di edema anche minore;
  • donne durante la gravidanza o prendendo contraccettivi ormonali.

Invece di maglieria a volte utilizzare benda elastica. Nella parte inferiore della gamba, la benda viene stretta, il medio e il terzo superiore della gamba sono fasciati più liberamente e la coscia è priva di tensioni. La benda elastica e la maglieria a compressione aumentano la velocità del flusso sanguigno attraverso le vene profonde di 5-7 volte, senza che la normale riabilitazione postoperatoria sia impossibile.

Invece di maglieria puoi usare una benda elastica.

Ginnastica terapeutica

Una serie di esercizi eseguiti sdraiati. Fai esercizi "Forbici", "Bicicletta", stringi le ginocchia al petto e sollevi le gambe dritte in posizione verticale. La ginnastica terapeutica è una buona prevenzione delle complicanze postoperatorie, perché impedisce al sangue di ristagnare. Tuttavia, non è necessario sovraccaricare i muscoli con gli allenamenti, poiché un eccesso di acido urico formatosi durante questo processo può portare a trombosi. La gamba operata dovrebbe essere protetta dalle lesioni.

Esercizi di respirazione utili, yoga, nuoto e camminata al ritmo del tallone. Passeggiate desiderabili per 20-40 minuti.

Se viene eseguita un'operazione in caso di tromboflebite delle vene safene, la vibro-ginnastica è utile: stando diritti, alzati sulle dita dei piedi, strappando i talloni a 1 cm dal pavimento, quindi abbassandoli bruscamente con un colpo. Questo esercizio normalizza la circolazione del sangue, viene eseguito 20-30 volte e ripetuto dopo una pausa di 5-10 secondi.

Cosa mangiare

I flebologi consigliano di includere tali prodotti nella dieta:

  • frutta e verdura ricca di vitamina C per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni. Questo è ribes nero, olivello spinoso, peperone dolce;
  • frutti di mare, perché impediscono la distorsione delle vene;
  • contenenti fibra vegetale - verdure a foglia, sedano, mele, fiocchi d'avena;
  • fluidificanti del sangue - cipolla, aglio, ciliegia, agrumi, pomodori, olio d'oliva;
  • contenente rutina, che rende elastiche le pareti delle vene, - noci, nocciole, miele.

Non puoi mangiare troppo. È importante non ingrassare, che danneggia le navi e le articolazioni. Si consiglia di bere 1,5-2 l di acqua non gassata a temperatura ambiente al giorno. Una parte di questo volume può essere sostituita con tè verde, verdura appena spremuta e succhi di frutta, ad eccezione del tè alla carota, perché aumenta la coagulazione del sangue.

Si consiglia di bere 1,5-2 l di acqua non gassata a temperatura ambiente al giorno.

preparativi

Al fine di normalizzare la microcircolazione dopo l'intervento chirurgico e ripristinare il tono vascolare degli arti inferiori, il medico può prescrivere tali farmaci:

Gli ultimi due farmaci sono raccomandati anche per l'edema. Per ridurre il rischio di trombosi, vengono utilizzati i disaggregati (Vasobral, Doxium).

I medici che eseguono operazioni sulle navi usano il farmaco Trental e altri prodotti a base di pentossifillina per stimolare le vie circolatorie.

Lo schema di trattamento dopo l'intervento chirurgico a casa, con l'indicazione del dosaggio e della frequenza di somministrazione è determinato dal medico. Oltre alla terapia, sono prescritti complessi vitaminici e antiossidanti.

Per ripristinare il tono vascolare degli arti inferiori usando il Troxevasin della droga.

Cosa non si può fare dopo l'operazione?

Il corpo ha bisogno di un regime delicato per aprire il sistema venoso superficiale di riserva. Fino a quando ciò non accadrà, le vene profonde sperimenteranno un carico maggiore, ci sarà gonfiore sul piede e sulla parte inferiore delle gambe. Per non provocare una complicazione, le prime 2-3 settimane non possono essere intensamente mosse, accovacciate, prendere il sole. È consigliabile non volare su questo aereo durante questo periodo - un cambiamento nella pressione atmosferica è dannoso.

L'attenta attitudine alla salute nel periodo postoperatorio comporta i seguenti divieti e restrizioni:

  • la gamba non può essere bagnata fino alla rimozione delle suture cutanee;
  • non ferire la cucitura con una salvietta dura e strofinare, rimuovere le croste che coprono le linee di incisione;
  • prima della formazione di una cucitura (2-3 mesi dopo l'intervento) non fare bagni caldi, non andare al bagno o alla sauna;
  • Si sconsiglia di sollevare il carico più di 4-5 kg ​​nei primi 2 mesi e 10 kg per 6 mesi dopo l'operazione;
  • Non fumare o bere alcolici.

Dopo l'intervento, è severamente vietato fumare.

Non puoi provare a liberarti di lividi e foche lungo le vene lontane con l'aiuto di unguenti, compresse o riscaldamenti senza il consiglio del chirurgo che ha eseguito l'operazione.

Quando posso andare a lavorare dopo l'intervento?

La lista malata è data per 15-30 giorni secondo un commercio e una condizione del paziente. Se l'operazione è stata eseguita su una gamba, è possibile iniziare a lavorare in 2-3 settimane, se su entrambe le 3-4 settimane.

Il terapeuta valuta il processo di recupero e può prolungare i giorni di degenza in ospedale se il paziente ne ha bisogno.

Se viene rilasciata un'incapacità lavorativa a lungo termine, è necessario recarsi in clinica ogni 15 giorni per confermare o interrompere il periodo di riabilitazione.

Se l'operazione è stata difficile, il medico può prolungare il congedo per malattia inviando il paziente in un sanatorio.

È possibile iniziare un semplice lavoro a distanza dopo la dimissione dall'ospedale.

Se l'operazione è stata difficile, il medico può prolungare il congedo per malattia inviando il paziente in un sanatorio.

Possibili complicazioni e conseguenze

I difetti estetici sulla pelle appaiono dovuti alla propensione a formare cicatrici cheloidi e ipertrofiche.

Le complicanze più gravi dopo l'intervento chirurgico possono verificarsi come segue:

  • suppurazione delle ferite quando si infettano;
  • accumulo di liquidi nei tessuti quando i linfonodi sono danneggiati;
  • diminuzione della sensibilità della pelle se i nervi che passano vicino a vene e vasi linfatici sono feriti.

Per determinare il rischio di trombosi, viene eseguito un emocromo completo prima dell'operazione.

Perché le vene sono rimaste

L'operazione interessa solo le navi colpite, quindi la malattia può ritornare. L'aspetto delle vene lungo la cicatrice indica una ricaduta della malattia. L'espansione delle vene nelle gambe lontano dall'incisione è la prova della progressione delle vene varicose. Le cause più comuni di recidiva sono:

  • neovascolarizzazione (proliferazione patologica dei vasi sanguigni);
  • ereditarietà;
  • l'obesità;
  • la gravidanza.

Molto spesso la causa della ricaduta è la gravidanza.

Con i sintomi espressi delle vene varicose, l'operazione non può essere posticipata. L'85-90% del sangue scorre attraverso le vene profonde, che operano raramente. Il 10-15% della corrente totale cade sui vasi sottocutanei. Sono più spesso effettuate operazioni. Oggi, i chirurghi stanno sviluppando tecniche minimamente invasive, risparmianti per un tale intervento.

Recensioni dopo l'intervento chirurgico

Elena, 35 anni, San Pietroburgo: "Dopo l'operazione, le gambe sembrano brutte, devi chiuderle, ma non c'è più alcun dolore e paura per le tue vene".

Amore, 37 anni, Krasnodar: "Le vene sono apparse dopo il parto. 9 anni periodicamente li spalmavano con tutti i tipi di unguenti e creme, ma nulla è cambiato. L'operazione è stata effettuata un anno fa. Va tutto bene ora. Recentemente ho visitato un dottore - tutto è guarito magnificamente. "

Irina, 44 anni, Regione di Mosca: "L'operazione è stata eseguita 2 anni fa, le cicatrici sono invisibili - se non lo sai, non lo vedrai, la sensibilità si è da molto tempo ripresa e le gambe sembrano belle".

Diana, 31 anni, Uzhgorod: "Mi sono sottoposto ad intervento chirurgico 5 anni fa. Il risultato è stato confortato. Eseguì e partorì, ma le vene non apparvero. Dopo aver deciso un'operazione, è importante rivolgersi a un professionista e seguire tutti i suoi appuntamenti. Col tempo, diventerà un'abitudine. "

Galina, 66 anni, Mosca: "Dopo l'operazione su entrambe le gambe, sono passati 5 mesi. Le vene varicose erano in rovina. Ora vivo diversamente: le mie gambe non fanno male e non si gonfiano, e le osservazioni al medico danno più fiducia nella vita ".

Miti e realtà in flebologia

Le vene varicose sono una malattia comune che colpisce sia le donne che gli uomini. Oggi i produttori pubblicizzano una varietà di strumenti diversi che garantiscono in modo permanente alleviare il paziente da questa malattia. Tuttavia, non si dovrebbe credere ciecamente promesse e acquistare un altro pacchetto di crema o unguento. Le vene varicose possono essere curate solo contattando un flebologo qualificato.

Dovrebbe essere chiaro che la stessa varicosi non è così terribile come le sue possibili conseguenze, che possono portare alla formazione di trombosi, eczemi, ulcere trofiche e persino disabilità e morte. Fortunatamente, oggi la flebologia si sta sviluppando molto attivamente, a causa della quale esiste un'opportunità per liberarsi da una malattia sgradevole in modo indolore ed efficace e per ripristinare la salute e l'attrattiva delle gambe.

Non si dovrebbe ritardare la visita a un centro flebologico specializzato, in quanto l'autotrattamento può portare ad un aggravamento della situazione e allo sviluppo di complicanze. Per sbarazzarsi delle false idee su questa malattia, le seguenti sono idee sbagliate comuni e le loro smentite.

Numero errato 1. La varicosi può essere curata

In realtà.

Le compresse riducono solo le manifestazioni delle vene varicose, ma non curano la malattia stessa. Di conseguenza, le vene varicose non scompariranno senza lasciare traccia e potrebbero persino aumentare nel tempo. I farmaci popolari possono solo rafforzare le pareti delle vene. In questo caso, l'effetto attivo delle compresse ha solo vene sane, impedendo la loro espansione.

Molto spesso i flebologi prescrivono l'assunzione di pillole con un trattamento completo. Insieme all'ablazione a radiofrequenza, alla coagulazione laser endovasale e alla scleroterapia a compressione, i farmaci fissano il risultato ottenuto e non consentono un ulteriore sviluppo delle vene varicose. Inoltre, le compresse possono essere efficaci come profilassi nella manifestazione di sintomi di insufficienza venosa cronica. Ma avranno un effetto solo se il paziente non ha vene varicose visibili.

Equivoco numero 2. Le vene varicose possono essere curate con gel e unguenti.

In realtà.

Non dovresti sperare che strofinando l'unguento nelle vene dilatate, spariranno immediatamente per sempre. I flebologi sostengono che l'uso di gel e unguenti speciali è buono solo come massaggio, che ha un effetto calmante e rinfrescante.

Inoltre, vale la pena considerare che spesso dopo l'uso di unguenti nei pazienti si verifica una reazione allergica, che peggiora solo la condizione delle vene. Pertanto, se il paziente ha cambiamenti trofici, applicare l'unguento solo dopo aver consultato un dermatologo e un flebologo.

Idea sbagliata numero 3. Leech liberarsi delle vene varicose.

In realtà.

C'è uno stereotipo tra la gente, secondo cui le vene varicose possono essere curate con le sanguisughe. I flebologi dicono che l'irudoterapia in realtà aiuta con molte malattie e patologie, ma con la malattia varicosa, è impotente e danneggia solo. Nella saliva della sanguisuga c'è una sostanza speciale irudina, che penetra nel sangue e la diluisce.

È possibile che l'effetto desiderato venga raggiunto e la vena varicosa sia ridotta. Tuttavia, dopo un po ', tutto tornerà ai suoi posti precedenti, a volte anche in forma aggravata e con infiammazioni. Infatti, quando le vene varicose devono liberarsi del ristagno di sangue, e non provare a diluirlo.

Vale anche la pena notare che dopo l'irudoterapia, il paziente può sviluppare cicatrici, pigmentazione, allergie e tromboflebiti nell'area del morso.

Equivoco numero 4. La varicosi può essere curata con bagni di fango.

In realtà.

Praticamente in tutte le località del mondo, i vacanzieri sono offerti per curare le vene varicose con l'aiuto di bagni di fango. Esperti locali sostengono che gli elementi chimici contenuti nel fango, migliorano i processi metabolici nei vasi sanguigni e normalizzano la circolazione sanguigna. Tuttavia, nessuna sporcizia può ripristinare l'apparato valvolare e molto più dissolve i coaguli di sangue e migliora il flusso sanguigno nelle vene. E l'uso di fango caldo in generale può sviluppare tromboflebite acuta.

Vale la pena notare che molti pazienti vedono un miglioramento dopo aver applicato i bagni di fango nei resort. Ma dopo qualche tempo ricompaiono le formazioni varicose. Ciò è spiegato dal fatto che durante il riposo il carico sulle gambe diminuisce, la fatica generale, la pesantezza e il gonfiore diminuiscono. Grazie all'aria fresca, ai cambiamenti climatici e all'escursionismo, la condizione di tutto il corpo è migliorata e ciò influenza la circolazione sanguigna.

Idea sbagliata numero 5. Indossare calze a compressione alleviare le vene varicose.

In realtà.

L'uso della maglieria a compressione è un componente estremamente importante durante il trattamento delle vene varicose. Tuttavia, la compressione non sarà mai il trattamento principale. Di solito, un flebologo prescrive di indossare calze a compressione durante l'intervento chirurgico o la scleroterapia durante l'intero periodo di trattamento e altre 2-3 settimane dopo il suo completamento. In questo caso, dopo la coagulazione laser, la compressione viene prescritta solo per i primi giorni dopo la sessione di trattamento.

La maglieria può essere indossata quotidianamente come misura preventiva per l'insorgenza di nodi varicosi, nonché per rallentare lo sviluppo di infiammazioni già esistenti. La biancheria intima a compressione riduce pesantezza alle gambe, affaticamento, gonfiore e riduce il dolore.

Idee sbagliate numero 6. Le vene varicose possono essere curate da punture di api.

In realtà.

Il veleno d'ape agisce come un forte attivatore di molti processi fisiologici nel corpo umano. I fautori del trattamento delle vene varicose con l'aiuto di punture di api sostengono che il veleno di insetti ha una sostanza irudina, che scioglie i coaguli di sangue venoso ed elimina i nodi varicosi. Tuttavia, come nel caso delle sanguisughe, il veleno d'api non ha alcun effetto. Ma le api possono causare danni significativi. Le condizioni del paziente possono deteriorarsi bruscamente, perché durante una puntura d'ape, la parete venosa è danneggiata, a seguito della quale si forma un coagulo di sangue o si sviluppa tromboflebite.

Idee sbagliate numero 7. Le vene varicose possono essere garantite per curare per sempre.

In realtà.

Sfortunatamente, nessuno specialista o trattamento può fornire al paziente una garanzia del 100%. Vene varicose - una malattia cronica che si verifica a causa di una quantità insufficiente di proteine ​​nelle pareti delle vene. Vale la pena ricordare che rimuovendo le vene varicose, il paziente si libera per un po 'del problema. Naturalmente, le vene varicose non possono mai essere sentite, o possono riapparire diversi anni dopo il trattamento. Tuttavia, più velocemente il paziente cura le vene varicose, maggiore è la possibilità che non si verifichino possibili complicazioni.

Idea sbagliata numero 8. Rimangono ancora vene varicose.

In realtà.

Alcuni anni dopo l'intervento chirurgico o la coagulazione laser, le vene varicose possono effettivamente riapparire, ma solo in luoghi molto diversi. Questa non è un'indicazione che il trattamento non era corretto. Dice solo che la malattia cronica continua a progredire. Tuttavia, se il paziente soddisfa tutte le raccomandazioni del flebologo, visita il suo medico curante una volta all'anno, quindi il processo di comparsa di nuove vene varicose può essere sospeso. Allo stesso tempo, ci sono anche casi in cui le vene varicose non appaiono più.

Idea sbagliata numero 9 Trattare le vene varicose per un lungo periodo e fa male.

In realtà.

Negli ultimi anni, la medicina moderna ha fatto grandi progressi in termini di trattamento delle vene varicose. La rimozione delle vene varicose è un processo indolore in un'unica procedura. Oggi i flebologi applicano la coagulazione endovenosa del laser con le guide di luce radiale (EVLK), l'ablazione a radiofrequenza (RFA) e la scleroterapia con microschiuma sotto Venovizor. Qualsiasi procedura del genere viene eseguita in anestesia locale e richiede una media di 40 minuti. E, 40-50 minuti dopo l'operazione, il paziente può lasciare la clinica da solo.

Idea sbagliata numero 10. Dopo la rimozione delle vene varicose rimangono cicatrici.

In realtà.

Anzi, prima, per rimuovere le vene varicose, il chirurgo fece 20-30 incisioni che, dopo la guarigione, divennero cicatrici e cicatrici di dimensioni diverse. Tuttavia, nella moderna flebologia, tutte le manipolazioni sono eseguite senza tagli - alcuni fori di spillo, che successivamente non lasciano tracce.

Idea sbagliata n. 11. Dopo aver rimosso le vene varicose, è necessario indossare la compressione a maglia per lungo tempo.

In realtà.

Grazie a tecniche moderne come RFA ed EVLO, il paziente non ha più bisogno di indossare la maglia a compressione per molto tempo. Infatti, i pazienti precedenti indossavano biancheria intima speciale per 2-3 mesi dopo aver subito una flebectomia, ma ora i pazienti indossano maglieria per un massimo di 2 settimane.

Idee sbagliate numero 12. Dopo la rimozione delle vene varicose, aumenta il carico di vene sane

In realtà.

Le vene malate non partecipano al flusso sanguigno, la loro funzione è assunta dal sistema venoso profondo. E dopo la rimozione delle vene varicose, il carico sulle vene sane non aumenta, al contrario, il flusso sanguigno viene migliorato eliminando il fattore di pressione.

Idea sbagliata numero 13. Durante il trattamento, devi essere sempre in ospedale.

In realtà.

Oggi, la flebologia è quasi completamente trasferita nei ranghi della chirurgia ambulatoriale. La maggior parte dei pazienti si sottopone a tutte le procedure necessarie, senza alzare lo sguardo dai loro affari e piani quotidiani. Tutte le azioni sono eseguite in anestesia locale, quindi non è più necessario restare a lungo in clinica. Praticamente dopo ogni procedura, il paziente può, senza assistenza, tornare a casa.

Idea sbagliata numero 14. La varicosi è meglio non trattare in estate.

In realtà.

Qui la domanda si trova esclusivamente nel comfort personale. I pazienti tendono spesso a eseguire l'operazione in condizioni più fredde. A proposito, la maggior parte delle complicanze si verificano in estate: ulcere trofiche, trombosi e tromboflebiti. Ma oggi tutti i moderni metodi di trattamento sono disponibili per i flebologi, grazie ai quali il trattamento delle vene varicose può essere effettuato assolutamente in qualsiasi momento dell'anno.

Idea sbagliata numero 15. Dopo la rimozione delle vene varicose non può impegnarsi nello sport.

In realtà.

Molti pazienti sono convinti che le vene varicose siano incompatibili con lo sport. Anche se i flebologi dicono che il carico sulle gambe è un must. È vero, l'esercizio dovrebbe essere moderato e sulle gambe dovrebbe essere calze a compressione. L'esercizio migliora la circolazione sanguigna e accelera il flusso sanguigno. Gli specialisti in età avanzata raccomandano di camminare 3-4 chilometri al giorno.

In generale, è possibile tornare all'addestramento e agli sport dopo il permesso del medico curante. Di solito, dopo RFA ed EVLK, i pazienti possono esercitare sulle gambe dopo 2-3 settimane. Naturalmente, all'inizio non dovresti essere troppo stanco, ma a poco a poco il carico può essere aumentato, tornando al solito allenamento.

Equivoco numero 16. La varicosi è una malattia degli anziani

In realtà.

Purtroppo, negli ultimi anni, le vene varicose sono significativamente più giovani. Recenti studi in Germania hanno dimostrato che il 15% degli adolescenti di età compresa tra 14 e 16 anni soffre di insufficienza venosa. I primi segni di vene varicose sono stati trovati in questi intervistati. I flebologi dicono che l'aspetto delle vene varicose in così giovane età è influenzato da diversi fattori contemporaneamente:

  • Stile di vita sedentario;
  • Assenza completa o esercizio insufficiente;
  • l'obesità;
  • Accettazione di contraccettivi ormonali;
  • Scarpe sbagliate;
  • Indossare i tacchi alti;
  • Stress costante

L'ultimo fattore nell'emergenza delle vene varicose adolescenti è che le giovani generazioni sono estremamente negligenti per la loro salute. Allo stesso tempo, il 90% della popolazione è sensibile alla comparsa di vene varicose.

Sport dopo un intervento chirurgico venoso

Domanda: Ho avuto vene varicose sulla gamba sinistra, che sono state rimosse da un'operazione.I medici dicono che le vene varicose sono ereditate, questo è solo il mio caso: mia madre e mia nonna avevano vene varicose. Ho ancora questo primo caso di vene varicose.

Anche se indossavo calze a compressione dopo l'operazione, non mi è stata data alcuna spiegazione dettagliata quando potevo tornare ad allenarmi in palestra e in piscina.

Posso correre (articolo sull'argomento: è possibile correre con le vene varicose)? Qual è la probabilità che le vene varicose appaiano di nuovo? Come fluisce ora il sangue venoso (dopo la rimozione della vena)?

Di norma, è possibile praticare sport dopo il trattamento con le vene varicose. Inoltre, è molto importante essere in movimento, poiché quando si cammina o si corre, il sangue ritorna al cuore meglio.

Infatti, la maggior parte delle persone con vene varicose ha parenti con la stessa diagnosi, ma oltre al fattore ereditario, ci sono anche quelli esterni, come la mancanza di movimento, l'obesità, le gravidanze, così come quelli interni aggiuntivi: per esempio, i tumori, i coaguli di sangue nelle gambe.

È improbabile che la corsa influenzi lo sviluppo delle vene varicose. Vale la pena notare che con l'età aumenta il rischio di recidiva delle vene varicose.

Vale anche la pena notare che con il ritorno venoso del sangue in caso di rimozione di una vena non succede nulla di brutto, solo il carico cade su altre vene sane.

Video correlati

Buon pomeriggio! Due mesi fa ho avuto un'operazione per rimuovere le vene. Posso andare in palestra adesso?

Risposta del dottore

In realtà, dipende dal tipo di carichi che pianifichi per te stesso. La flebectomia elimina solo gli effetti visibili della malattia varicosa, ma non influenza la causa. Le vene vengono rimosse, prima di tutto, per la prevenzione degli incidenti vascolari, perché nelle vene degli arti inferiori i trombi si formano prima di tutto (la separazione di un coagulo di sangue - un infarto, ictus, embolia polmonare). La seconda ragione è un difetto estetico. Il problema della violazione del deflusso del sangue venoso rimane sempre.

Consigli sullo stile di vita

Per sei mesi dopo l'operazione, i carichi statici, i pesi di sollevamento sono controindicati, in una parola: qualsiasi lavoro con il ferro in palestra. È importante proteggere la gamba dalle ferite. La distruzione delle vene nella malattia varicosa è in aumento. Non cercare di "sconfiggere" i carichi di malattia.

Cerca di non essere troppo lungo in una posizione, meno seduto. Mentre sei seduto, metti le gambe su un supporto (tavolo, sgabello), mentre dormi - posiziona un cuscino morbido sotto di loro.

In nessun caso non alzarti dal letto, le vene devono essere preparate a cambiare la posizione del corpo. Per questo sono raccomandati movimenti circolari dei piedi, flessione ed estensione nelle articolazioni dell'anca e del ginocchio.

Ogni ora del giorno, fai un aumento di 15 volte sulle dita dei piedi con la separazione del tallone (i muscoli del polpaccio sono uno degli elementi della "pompa venosa").

È utile camminare (almeno un'ora ogni giorno), andare in bicicletta o fare una cyclette. La vista ideale è il nuoto, mostrando massaggi e speciali esercizi di fisioterapia.

Cosa aiuta a migliorare il tono della parete vascolare:

  • Terapia di compressione Usa calze elastiche speciali, calze e collant - aiuta le navi a restringere, e le valvole - per chiudere, accelera la circolazione sanguigna;
  • L'uso della venotonica. Dopo la venectomia, dovresti aver ricevuto prescrizioni di diosmin / esperidina (Detralex, Phlebody, ecc.). Di norma, viene prescritto un corso di 3 mesi, ma la maggior parte dei pazienti ignora l'intero ciclo di trattamento, limitato a un solo pacchetto. L'effetto di questo gruppo di farmaci sarà soggetto solo ai tempi e all'assunzione giornaliera
  • Perdita di peso, ma non a scapito del lavoro con i pesi in palestra (dieta, prima di tutto).

Cosa fare

In palestra, lavoro sulla cyclette, tapis roulant (senza fanatismo). Se riesci a nuotare in piscina, questa è l'opzione migliore. Puoi nuotare senza restrizioni significative.

Dopo la rimozione delle vene, è necessario visitare il chirurgo vascolare ogni anno per monitorare la condizione delle vene. Ciò riduce il rischio di grandi operazioni, in tempo utile per compensare i problemi iniziali.

Vene varicose - è l'espansione delle vene, principalmente sugli arti inferiori. Si verifica per molte ragioni che portano a problemi di salute delle pareti dei vasi sanguigni. La malattia si sviluppa gradualmente e ha diverse fasi. A seconda della fase delle vene varicose, al paziente viene prescritto un trattamento progettato per prevenire il suo sviluppo e il passaggio a uno stadio più serio.

È possibile dimenticare completamente la malattia solo dopo l'intervento chirurgico nelle vene.

L'intervento chirurgico comporta la rimozione di una vena non sana in vari modi. La rimozione di una vena varicosa si verifica in uno dei seguenti modi:

  1. La rimozione delle vene laser è il modo più moderno e sicuro. Sotto l'influenza del laser, la vena dolorosa cessa di funzionare e viene gradualmente incollata.
  2. Flebectomia - rimozione di una vena attraverso piccole incisioni nella pelle. Il punto di attacco della nave colpita alla vena viene bloccato e la sua escissione avviene. Dopo ciò, ci sono piccole cicatrici dalle incisioni.
  3. Miniflebectomia è una variante di flebectomia, tuttavia è meno traumatica e non lascia difetti estetici sulla pelle. La rimozione della vena avviene come nella versione precedente, ma l'operazione viene eseguita attraverso le forature.

Dopo aver eliminato con successo le vene varicose, al paziente vengono fornite raccomandazioni per la ricorrenza della malattia in altre vene.

Raccomandazioni ed esercizi nel periodo postoperatorio

Dopo l'operazione, il paziente è rigorosamente controindicato stile di vita sedentario e sedentario. Il primo mese dopo il trattamento dovrebbe andare veloce almeno 2 ore al giorno. È auspicabile dividere la passeggiata in più parti durante il giorno, per la presenza costante del carico sugli arti inferiori.

Nella prima settimana sono necessarie soprattutto passeggiate ed esercizi intensi e frequenti. Stare seduti o in piedi immobili per oltre 1,5-2 ore è vietato, a prescindere dalle circostanze, è necessario, come minimo, fare delle pause.

Quando ci si sposta su lunghe distanze, a seconda del tipo di trasporto, devono essere seguite le seguenti raccomandazioni:

  • alzare periodicamente le gambe sopra il bacino;
  • indossare biancheria intima da compressione, che viene selezionata in base alle raccomandazioni del medico;
  • fare un riscaldamento, alzarsi e camminare (in aereo e in treno), fermarsi e camminare (in auto).

Biancheria intima di compressione

La necessità di indossare biancheria intima da compressione dopo la rimozione delle vene è stata ripetutamente dimostrata da vari medici. È di diversi tipi:

  • calze;
  • calze;
  • collant e leggings;
  • bende elastiche.

Di norma, prima dell'operazione, al paziente vengono fornite raccomandazioni sull'acquisizione di un certo tipo di bucato con un effetto di compressione. Subito dopo l'intervento, il prodotto viene indossato sul paziente, è consigliabile non rimuoverlo durante i primi giorni.

Dopo di che, di solito è consentito passare a collant / calze speciali, che dovrebbero essere indossati in base alle raccomandazioni del medico.

Va ricordato che anche con la raccomandazione di indossare sempre le calze, di notte devono essere rimosse in modo che le gambe siano rilassate dalla compressione.

L'intimo speciale aiuta a mantenere le vene in uno stato compresso e riduce la probabilità di sanguinamento.

Recentemente, ho letto un articolo che racconta la crema naturale "Bee Spas Chestnut" per il trattamento delle vene varicose e la pulizia dei vasi sanguigni da coaguli di sangue. Con questa crema puoi SEMPRE curare VARICOSI, eliminare il dolore, migliorare la circolazione sanguigna, migliorare il tono delle vene, ripristinare rapidamente le pareti dei vasi sanguigni, pulire e ripristinare le vene varicose a casa.

Non ero abituato a fidarmi di nessuna informazione, ma ho deciso di controllare e ordinare un pacchetto. Ho notato i cambiamenti già dopo una settimana: il dolore è andato via, le mie gambe si sono fermate "a ronzare" e si sono gonfiate, e dopo 2 settimane le protuberanze venose hanno cominciato a diminuire. Prova e tu, e se qualcuno è interessato, quindi il link all'articolo qui sotto.

Stile di vita dopo l'intervento

È possibile tornare completamente al solito modo di vita circa un mese dopo l'intervento. Alcune procedure e attività sono consentite in precedenza, ad esempio:

  1. Fare una doccia è permesso un paio di giorni dopo aver rimosso i punti. Se l'operazione è stata eseguita senza sutura, è necessario attendere un paio di giorni dopo la sua esecuzione per guarire le forature.
  2. Quando si fa sport prima dell'operazione, si dovrebbe tornare gradualmente, 2 settimane dopo l'operazione. Quando si partecipa a sport che richiedono un carico di lavoro serio, è severamente vietato rientrarvi senza il permesso di un flebologo.
  3. Sauna e piscina. L'accesso alla sauna è consentito non prima che dopo 3 settimane, a condizione che non ci sia dolore e nessun sanguinamento. Dopo la sauna, sciacquare i piedi con acqua fredda. Una visita in piscina è consentita 3-4 settimane dopo l'intervento, il nuoto e il movimento vigoroso in acqua hanno un effetto positivo sulla condizione delle vene dopo l'operazione.
  4. In presenza di peso in eccesso, è desiderabile sbarazzarsi di esso, in modo da non esporre le gambe a carico aggiuntivo.
  5. Quando la gravidanza si verifica dopo l'operazione, è necessario indossare calze a compressione o ginocchio in modo che sia più facile per le vene mantenere la loro condizione durante un periodo di grave stress, sia fisico che ormonale.

Il periodo di recupero è molto più facile nei casi in cui la malattia viene gestita prima della comparsa di ogni sorta di complicanze. Inoltre, i pazienti che si conformano a tutte le prescrizioni del medico si stanno riprendendo più velocemente.

Le conseguenze degli interventi chirurgici

La rimozione delle vene varicose mediante chirurgia è un metodo di trattamento molto diffuso, che viene utilizzato nella maggior parte dei casi in fase avanzata. Dopo l'operazione, il paziente può manifestare effetti collaterali e complicanze. Non sempre e non tutti, tutto dipende dal corpo umano e dallo stadio delle vene varicose, ma dovresti informarli prima dell'operazione. Elenchiamo questi:

  1. Quando uno stile di vita sedentario dopo l'intervento chirurgico può causare gravi complicazioni - trombosi venosa profonda. Le sue conseguenze sono pericolose per la salute e anche per la vita umana, come può svilupparsi la flebotrombosi.
  2. L'aspetto del dolore e degli ematomi. Il dolore e piccoli ematomi nel sito della vena rimossa sono più comuni dopo la flebectomia. Questo succede a causa degli affluenti della linea venosa. Dopo la miniflebbectomia o la rimozione delle vene con un laser, il dolore si presenta molto meno frequentemente e gli ematomi praticamente non si verificano. A causa dell'accumulo di sangue sotto la pelle, può verificarsi un leggero aumento della temperatura alcuni giorni dopo l'operazione.
  3. La comparsa di grumi lungo la vena, che può causare un sacco di disagio. Questa è considerata una variante della norma ed è associata all'accumulo di sangue. Se questi sintomi causano l'infiammazione della pelle, è necessario consultare immediatamente un medico per eliminare l'infiammazione batterica. In caso di trattamento tardivo, possono verificarsi gravi complicazioni.

Il recupero avviene in modo diverso per ogni persona, a seconda della predisposizione genetica del paziente. Una corretta alimentazione e l'aderenza ad una dieta elementare faciliteranno il recupero e prevengono il verificarsi di complicanze. Nella dieta dovrebbero essere presenti prodotti che hanno un effetto anti-infiammatorio sul corpo e assottigliano il sangue.

Questi prodotti includono agrumi e altri contenenti vitamina C - aiutano a prevenire l'infiammazione. Succo di pomodoro e frutti di mare, così come alcuni altri prodotti sono in grado di assottigliare il sangue, che è molto importante dopo le operazioni volte a ripristinare il normale stato delle vene.

Per il trattamento di VARICOSIS e la pulizia delle navi da TROMBES, Elena Malysheva raccomanda un nuovo metodo basato sulla crema delle vene varicose. Consiste di 8 piante medicinali utili che hanno un'efficienza estremamente alta nel trattamento della VARICOSI. Usa solo ingredienti naturali, senza sostanze chimiche e ormoni!

Le visite periodiche a un flebologo dopo l'intervento chirurgico ridurranno al minimo le complicazioni e preserveranno la salute delle vene nelle gambe.

Vene cadute: è possibile praticare sport?

Buon pomeriggio! Due mesi fa ho avuto un'operazione per rimuovere le vene. Posso andare in palestra adesso?

Risposta del dottore

In realtà, dipende dal tipo di carichi che pianifichi per te stesso. La flebectomia elimina solo gli effetti visibili della malattia varicosa, ma non influenza la causa. Le vene vengono rimosse, prima di tutto, per la prevenzione degli incidenti vascolari, perché nelle vene degli arti inferiori i trombi si formano prima di tutto (lacrimazione di un grumo di sangue - infarto, ictus, embolia polmonare). La seconda ragione è un difetto estetico. Il problema della violazione del deflusso del sangue venoso rimane sempre.

Consigli sullo stile di vita

Per sei mesi dopo l'operazione, i carichi statici, i pesi di sollevamento sono controindicati, in una parola: qualsiasi lavoro con il ferro in palestra. È importante proteggere la gamba dalle ferite. La distruzione delle vene nella malattia varicosa è in aumento. Non cercare di "sconfiggere" i carichi di malattia.

Cerca di non essere troppo lungo in una posizione, meno seduto. Mentre sei seduto, metti le gambe su un supporto (tavolo, sgabello), mentre dormi - posiziona un cuscino morbido sotto di loro.

In nessun caso non alzarti dal letto, le vene devono essere preparate a cambiare la posizione del corpo. Per questo sono raccomandati movimenti circolari dei piedi, flessione ed estensione nelle articolazioni dell'anca e del ginocchio.

Ogni ora del giorno, fai un aumento di 15 volte sulle dita dei piedi con un tallone (i muscoli del polpaccio sono uno degli elementi della "pompa venosa").

È utile camminare (almeno un'ora ogni giorno), andare in bicicletta o fare una cyclette. La vista ideale è il nuoto, mostrando massaggi e speciali esercizi di fisioterapia.

Cosa aiuta a migliorare il tono della parete vascolare:

  • Terapia di compressione Usa calze elastiche speciali, calze e collant - aiuta le navi a restringere, e le valvole - per chiudere, accelera la circolazione sanguigna;
  • L'uso della venotonica. Dopo la venectomia, dovresti aver ricevuto prescrizioni di diosmin / esperidina (Detralex, Phlebody, ecc.). Di norma, viene prescritto un corso di 3 mesi, ma la maggior parte dei pazienti ignora l'intero ciclo di trattamento, limitato a un solo pacchetto. L'effetto di questo gruppo di farmaci sarà soggetto solo ai tempi e all'assunzione giornaliera
  • Perdita di peso, ma non a scapito del lavoro con i pesi in palestra (dieta, prima di tutto).

Cosa fare

In palestra, lavoro sulla cyclette, tapis roulant (senza fanatismo). Se riesci a nuotare in piscina, questa è l'opzione migliore. Puoi nuotare senza restrizioni significative.

Dopo la rimozione delle vene, è necessario visitare il chirurgo vascolare ogni anno per monitorare la condizione delle vene. Ciò riduce il rischio di grandi operazioni, in tempo utile per compensare i problemi iniziali.

Iscriviti agli aggiornamenti

Contatto con l'amministrazione

Iscriviti a uno specialista direttamente sul sito. Ti richiameremo tra 2 minuti.

Richiamalo entro 1 minuto

Mosca, viale Balaklavsky, edificio 5

La consultazione più completa oggi è disponibile.

solo un professore esperto di chirurgia vascolare

dottori in scienze mediche

Coagulazione della vena laser endovasale. 1a categoria di difficoltà. compresa l'anestesia (anestesia locale).

Le procedure di linfopressoterapia del decorso 10. Accettato dal Phlebologist Candidate of Medical Sciences

Il ricevimento è condotto da un chirurgo della più alta categoria, MD, il professor Komrakov. VE

Una singola sessione di scleroterapia su tutto l'arto inferiore (scleroterapia con schiuma, microscleroterapia).

Vene varicose, coaguli di sangue, insufficienza valvolare, gonfiore alle gambe

- Tutto questo è un motivo per eseguire un'ecografia delle vene degli arti inferiori

e consultare un flebologo.

La linfopressoterapia è indicata per

gonfiore degli arti inferiori, linfostasi.

Inoltre è effettuato nello scopo di cosmetology.

Sport dopo la rimozione delle vene

Per le vene varicose complicate, si raccomanda la flebectomia - intervento chirurgico sull'asportazione e rimozione delle vene colpite per stabilire il flusso di sangue alle estremità. Se uno specialista consiglia di eseguire una tale operazione, allora non è consigliabile tirare, perché l'esecuzione di vene varicose può portare a gravi complicazioni. Di conseguenza, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del dottore e nel periodo postin vigore, si conforma a tutti gli standard necessari, si sottopone a procedure e corsi di trattamento. L'operazione per rimuovere le vene è piuttosto complessa nelle sue conseguenze per il corpo umano, quindi le raccomandazioni riguardano quasi tutte le sfere della vita.

Raccomandazioni generali per il restauro del corpo dopo la rimozione delle vene

Va detto che le raccomandazioni generali per ogni paziente sono diverse, perché tengono conto di una varietà di fattori: la gravità complessiva della malattia, la presenza di altre comorbidità e quanto grave fosse l'intervento chirurgico, il suo livello e volume. Nelle prime ore e giorni dopo l'intervento chirurgico, la prevenzione, inclusa l'attività fisica, è approssimativamente la stessa per tutti i pazienti e comprende diversi punti principali. Non è consigliabile passare il tempo senza muoversi, è necessario iniziare a eseguire semplici esercizi, ad esempio, per alzare e abbassare le gambe sopra il livello della testa, poiché questo esercizio migliora il movimento del sangue attraverso i vasi. Successivamente, è necessario iniziare a girare da un lato all'altro, piegare le gambe nelle caviglie e le ginocchia, eseguire altri semplici esercizi che aiutano a migliorare il flusso di sangue. Per prevenire la formazione di coaguli di sangue nelle navi, vengono condotte sessioni di massaggio terapeutico delle estremità.

Sport dopo l'intervento

In generale, una delle principali cause delle vene varicose sono considerate, da un lato, lo stile di vita inattivo, e dall'altro, il lavoro costante "in piedi" con un forte sforzo fisico. Pertanto, qualsiasi sport dopo la rimozione delle vene associata a carichi pesanti sulla gamba e sul bacino, ad esempio, fare bilanciere, pesi, ciclismo e sprint è severamente proibito.

Nelle prime due settimane dopo l'operazione, è vietato qualsiasi esercizio e allenamento, anche di ginnastica e aerobica. Durante questo periodo, non è possibile allenarsi in palestra, andare in piscina e nelle saune, anche l'attività fisica minima deve essere concordata con lo specialista. In futuro, per almeno due mesi, il paziente è obbligato a svolgere tutte le attività fisiche in intimo a compressione. Gli sport e le attività fisiche consentite dopo la flebectomia sono camminare, fare jogging, sport acquatici, yoga e wushu, il ciclismo è consigliato in futuro.

Particolare attenzione per lo sport dopo la rimozione delle vene dovrebbe essere pagato agli anziani. È particolarmente importante per loro cercare di evitare quelle complicazioni che possono insorgere nel periodo postoperatorio. Al fine di non applicare un trattamento potenziato con farmaci, progettato per ripristinare il normale flusso sanguigno negli arti inferiori, il paziente deve accettare la necessità di attività fisica sportiva. Altrimenti, non si esclude la presenza di nuove aree delle navi colpite, e anche molto più difficile: trombosi e tromboflebiti.

Il nostro centro medico impiega i migliori flebologi che hanno l'esperienza necessaria non solo nel trattamento della dilatazione e chirurgia vascolare varicosa, ma anche nel passaggio normale del paziente al periodo postoperatorio. Possono dare tutte le raccomandazioni necessarie per il restauro del corpo, comprese le attività fisiche e sportive necessarie. Chiama, vieni, ti aiuteremo!

Puoi correre dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose

In esecuzione con le vene varicose: quando è utile e quando è dannoso, come eseguire correttamente

Da questo articolo imparerai: come correre con le vene varicose delle gambe influisce sulla condizione delle vene, quale dei pazienti è utile per la corsa e per chi è mortalmente pericolosa. Quali regole durante la corsa devono essere seguite rigorosamente.

L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina".

L'articolo non contiene informazioni sull'effetto di correre su altri tipi di vene varicose:

  • Esofago e stomaco, che è causato dalla cirrosi epatica.
  • Piccola pelvi, che si verifica nelle donne con differenti caratteristiche strutturali delle vene e degli organi della regione pelvica.
  • Cordone spermatico e testicoli - varicocele negli uomini, causato da caratteristiche congenite della vena spermatica sinistra.

Nonostante il fatto che le ragioni del loro sviluppo siano completamente diverse, l'effetto della corsa sul corso di ogni forma di varicità è lo stesso: può essere sia benefico che dannoso e persino mortale correre con una dilatazione pronunciata delle vene di qualsiasi luogo.

Durante la corsa, così come durante la camminata, i muscoli delle gambe (la maggior parte delle gambe) si stanno contraendo attivamente. Secondo i concetti classici, le loro contrazioni sono una delle principali forze motrici che promuovono il flusso di sangue attraverso le vene contro la gravità (dal basso verso l'alto). Pertanto, in generale, le gambe da corsa e varicose sono cose abbastanza compatibili.

Ma questa conclusione non può essere un assioma o una regola indiscutibile che si applica assolutamente a tutte le persone con vene varicose. In ogni caso, tutti individualmente:

  • forme non complicate della malattia - indicazione per la corsa;
  • forme complicate - controindicazione;
  • se corri, allora devi farlo bene - le lezioni sbagliate possono far male.

È meglio non prendere decisioni del genere da soli. È meglio consultare un chirurgo vascolare o un flebologo, è possibile anche con un chirurgo generale - questi specialisti sono impegnati nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione delle vene varicose.

Indicazioni: quando le lezioni corrono con le vene varicose sarà esattamente utile

Con la malattia delle gambe varicose, le vene superficiali vengono espanse e gradualmente distrutte. Il sangue in loro non si muove, ma ristagna. Ma a causa del fatto che il deflusso principale avviene attraverso le vene profonde (oltre il 70%), anche in tali condizioni, il sangue continua a circolare normalmente. Non ci sono problemi e complicazioni speciali finché la congestione venosa non porta alla completa distruzione delle vene e alla distruzione della struttura dei tessuti che li circondano.

La corsa per i pazienti con semplici forme semplici di vene varicose è una procedura utile. L'attività contrattile attiva dei muscoli gastrocnemio (superficie posteriore della parte inferiore della gamba) facilita e accelera il movimento del sangue nel sistema venoso profondo degli arti inferiori. Questo riduce il carico di sangue sulle vene alterate superficiali e rallenta la progressione dell'insufficienza venosa.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Le persone con forme lievi di vene varicose non solo sono in grado di, ma anche obbligate a correre. Questa categoria comprende pazienti con il primo e secondo grado di vene varicose che non hanno altre malattie e controindicazioni alla corsa. Le caratteristiche della malattia sono:

  1. Moderato gonfiore delle gambe la sera, passando dopo il riposo e il sonno.
  2. L'aspetto sulla pelle di un modello vascolare migliorato sotto forma di una griglia o di ragni.
  3. Vene safene allargate contorte (singole o multiple), ma non si fondono in forma di grandi conglomerati e nodi.
  4. La pelle intorno alle vene non è cambiata o ha un colore bruno-bluastro chiaro sotto forma di macchie, ma non ha ferite, lacrime, sigilli.
  5. Il dolore è lieve o moderato, principalmente dopo lo sforzo.
  6. È stata eseguita un'operazione per rimuovere le vene, ma si è verificata una ricaduta sotto forma di una leggera espansione delle vene.

Controindicazioni: quando è meglio astenersi

Posso correre con le vene varicose se i sintomi della malattia sono pronunciati o se sono sorte delle complicazioni? Nonostante tutti gli effetti positivi della corsa in relazione alla riduzione del ristagno venoso, è assolutamente controindicato per tali pazienti. Ciò è dovuto al fatto che la complicata malattia varicosa sullo sfondo della corsa può progredire e persino terminare con la morte.

Le persone dovrebbero astenersi nelle seguenti situazioni:

  • Soffrono di tromboflebite acuta delle gambe (meno di 6 mesi).
  • Avere segni di tromboflebite cronica lenta.
  • Il primo anno dopo la flebotrombosi (tromboflebite venosa profonda).
  • Grave gonfiore delle gambe e dei piedi, oltre a un forte dolore.
  • Grave dilatazione delle vene quando sono sparse in tutto l'arto sotto forma di grandi nodi e conglomerati.
  • Compattazione, arrossamento della pelle lungo le vene.
  • Fino a 3-6 mesi dopo la rimozione delle vene.
  • Tonalità della pelle marrone o bluastra pronunciata, presenza di ulcere trofiche (ferite), lacrimazione ed eczema.
  • Tromboembolismo polmonare trasferito dalle vene degli arti inferiori.

È pericoloso correre in tali pazienti, perché la vibrazione può provocare una separazione dei coaguli di sangue esistenti o l'infiammazione in una vena con la formazione di nuovi coaguli di sangue.

Come correre, in modo da non danneggiare

Per correre solo con le vene varicose, segui questi consigli:

  1. Prima di ogni occupazione in posizione prona, metti in piedi prodotti selezionati individualmente dalla maglieria a compressione: calze, collant, calze o almeno bende elastiche ordinarie. Le vene costrette non vibreranno e saranno danneggiate.
  2. Ottieni scarpe sportive comode con suola anti-vibrazione (morbida, spessa, leggera).
  3. Prova a correre su speciali tapis roulant con una superficie morbida o evitare superfici dure.
  4. Bevi acqua mentre corri.
  5. Dopo la lezione, rimuovi la maglia di compressione, sdraiati sulla schiena e getta le gambe sopra il livello del corpo, e preferibilmente verso l'alto (ad esempio, su un muro, esercita "betulla"). Puoi anche applicare il gel sulla pelle sopra le vene: Lioton, Troxevasin, Venitan.
  6. Sono escluse le corse a lunga distanza (oltre 3 km), i salti, gli esercizi di forza e altri carichi eccessivi sulle gambe.

Se il jogging è controindicato, può essere sostituito dalla somministrazione di deambulazione e nuoto.

Posso allenarmi dopo il trattamento delle vene varicose

Domanda: Ho avuto vene varicose sulla gamba sinistra, che sono state rimosse da un'operazione.I medici dicono che le vene varicose sono ereditate, questo è solo il mio caso: mia madre e mia nonna avevano vene varicose. Ho ancora questo primo caso di vene varicose.

Anche se indossavo calze a compressione dopo l'operazione, non mi è stata data alcuna spiegazione dettagliata quando potevo tornare ad allenarmi in palestra e in piscina.

Posso correre (articolo sull'argomento: è possibile correre con le vene varicose)? Qual è la probabilità che le vene varicose appaiano di nuovo? Come fluisce ora il sangue venoso (dopo la rimozione della vena)?

Di norma, è possibile praticare sport dopo il trattamento con le vene varicose. Inoltre, è molto importante essere in movimento, poiché quando si cammina o si corre, il sangue ritorna al cuore meglio.

Infatti, la maggior parte delle persone con vene varicose ha parenti con la stessa diagnosi, ma oltre al fattore ereditario, ci sono anche quelli esterni, come la mancanza di movimento, l'obesità, le gravidanze, così come quelli interni aggiuntivi: per esempio, i tumori, i coaguli di sangue nelle gambe.

È improbabile che la corsa influenzi lo sviluppo delle vene varicose. Vale la pena notare che con l'età aumenta il rischio di recidiva delle vene varicose.

Vale anche la pena notare che con il ritorno venoso del sangue in caso di rimozione di una vena non succede nulla di brutto, solo il carico cade su altre vene sane.

Video correlati

Se le vene varicose possono funzionare

In esecuzione con le vene varicose: quando è utile e quando è dannoso, come eseguire correttamente

Da questo articolo imparerai: come correre con le vene varicose delle gambe influisce sulla condizione delle vene, quale dei pazienti è utile per la corsa e per chi è mortalmente pericolosa. Quali regole durante la corsa devono essere seguite rigorosamente.

L'articolo non contiene informazioni sull'effetto di correre su altri tipi di vene varicose:

  • Esofago e stomaco, che è causato dalla cirrosi epatica.
  • Piccola pelvi, che si verifica nelle donne con differenti caratteristiche strutturali delle vene e degli organi della regione pelvica.
  • Cordone spermatico e testicoli - varicocele negli uomini, causato da caratteristiche congenite della vena spermatica sinistra.

Nonostante il fatto che le ragioni del loro sviluppo siano completamente diverse, l'effetto della corsa sul corso di ogni forma di varicità è lo stesso: può essere sia benefico che dannoso e persino mortale correre con una dilatazione pronunciata delle vene di qualsiasi luogo.

Durante la corsa, così come durante la camminata, i muscoli delle gambe (la maggior parte delle gambe) si stanno contraendo attivamente. Secondo i concetti classici, le loro contrazioni sono una delle principali forze motrici che promuovono il flusso di sangue attraverso le vene contro la gravità (dal basso verso l'alto). Pertanto, in generale, le gambe da corsa e varicose sono cose abbastanza compatibili.

Ma questa conclusione non può essere un assioma o una regola indiscutibile che si applica assolutamente a tutte le persone con vene varicose. In ogni caso, tutti individualmente:

  • forme non complicate della malattia - indicazione per la corsa;
  • forme complicate - controindicazione;
  • se corri, allora devi farlo bene - le lezioni sbagliate possono far male.

È meglio non prendere decisioni del genere da soli. È meglio consultare un chirurgo vascolare o un flebologo, è possibile anche con un chirurgo generale - questi specialisti sono impegnati nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione delle vene varicose.

Indicazioni: quando le lezioni corrono con le vene varicose sarà esattamente utile

Con la malattia delle gambe varicose, le vene superficiali vengono espanse e gradualmente distrutte. Il sangue in loro non si muove, ma ristagna. Ma a causa del fatto che il deflusso principale avviene attraverso le vene profonde (oltre il 70%), anche in tali condizioni, il sangue continua a circolare normalmente. Non ci sono problemi e complicazioni speciali finché la congestione venosa non porta alla completa distruzione delle vene e alla distruzione della struttura dei tessuti che li circondano.

La corsa per i pazienti con semplici forme semplici di vene varicose è una procedura utile. L'attività contrattile attiva dei muscoli gastrocnemio (superficie posteriore della parte inferiore della gamba) facilita e accelera il movimento del sangue nel sistema venoso profondo degli arti inferiori. Questo riduce il carico di sangue sulle vene alterate superficiali e rallenta la progressione dell'insufficienza venosa.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Le persone con forme lievi di vene varicose non solo sono in grado di, ma anche obbligate a correre. Questa categoria comprende pazienti con il primo e secondo grado di vene varicose che non hanno altre malattie e controindicazioni alla corsa. Le caratteristiche della malattia sono:

  1. Moderato gonfiore delle gambe la sera, passando dopo il riposo e il sonno.
  2. L'aspetto sulla pelle di un modello vascolare migliorato sotto forma di una griglia o di ragni.
  3. Vene safene allargate contorte (singole o multiple), ma non si fondono in forma di grandi conglomerati e nodi.
  4. La pelle intorno alle vene non è cambiata o ha un colore bruno-bluastro chiaro sotto forma di macchie, ma non ha ferite, lacrime, sigilli.
  5. Il dolore è lieve o moderato, principalmente dopo lo sforzo.
  6. È stata eseguita un'operazione per rimuovere le vene, ma si è verificata una ricaduta sotto forma di una leggera espansione delle vene.

Controindicazioni: quando è meglio astenersi

Posso correre con le vene varicose se i sintomi della malattia sono pronunciati o se sono sorte delle complicazioni? Nonostante tutti gli effetti positivi della corsa in relazione alla riduzione del ristagno venoso, è assolutamente controindicato per tali pazienti. Ciò è dovuto al fatto che la complicata malattia varicosa sullo sfondo della corsa può progredire e persino terminare con la morte.

Le persone dovrebbero astenersi nelle seguenti situazioni:

  • Soffrono di tromboflebite acuta delle gambe (meno di 6 mesi).
  • Avere segni di tromboflebite cronica lenta.
  • Il primo anno dopo la flebotrombosi (tromboflebite venosa profonda).
  • Grave gonfiore delle gambe e dei piedi, oltre a un forte dolore.
  • Grave dilatazione delle vene quando sono sparse in tutto l'arto sotto forma di grandi nodi e conglomerati.
  • Compattazione, arrossamento della pelle lungo le vene.
  • Fino a 3-6 mesi dopo la rimozione delle vene.
  • Tonalità della pelle marrone o bluastra pronunciata, presenza di ulcere trofiche (ferite), lacrimazione ed eczema.
  • Tromboembolismo polmonare trasferito dalle vene degli arti inferiori.

È pericoloso correre in tali pazienti, perché la vibrazione può provocare una separazione dei coaguli di sangue esistenti o l'infiammazione in una vena con la formazione di nuovi coaguli di sangue.

Come correre, in modo da non danneggiare

Per correre solo con le vene varicose, segui questi consigli:

  1. Prima di ogni occupazione in posizione prona, metti in piedi prodotti selezionati individualmente dalla maglieria a compressione: calze, collant, calze o almeno bende elastiche ordinarie. Le vene costrette non vibreranno e saranno danneggiate.
  2. Ottieni scarpe sportive comode con suola anti-vibrazione (morbida, spessa, leggera).
  3. Prova a correre su speciali tapis roulant con una superficie morbida o evitare superfici dure.
  4. Bevi acqua mentre corri.
  5. Dopo la lezione, rimuovi la maglia di compressione, sdraiati sulla schiena e getta le gambe sopra il livello del corpo, e preferibilmente verso l'alto (ad esempio, su un muro, esercita "betulla"). Puoi anche applicare il gel sulla pelle sopra le vene: Lioton, Troxevasin, Venitan.
  6. Sono escluse le corse a lunga distanza (oltre 3 km), i salti, gli esercizi di forza e altri carichi eccessivi sulle gambe.

Se il jogging è controindicato, può essere sostituito dalla somministrazione di deambulazione e nuoto.

Posso correre con le vene varicose sulle mie gambe?

Di norma, lo sport dovrebbe essere utile. Sostengono l'immunità, migliorano l'umore generale e promuovono la perdita di peso. Ad ogni modo, ci sono situazioni in cui qualsiasi attività fisica dovrebbe essere minimizzata a causa di lesioni del sistema muscolo-scheletrico. Le vene varicose rappresentano una certa rottura del funzionamento delle gambe di natura interna, la cui conseguenza in primo luogo è il disagio durante il movimento. A questo proposito, sorge una domanda logica se sia possibile fare jogging per le vene varicose.

Le principali conseguenze delle violazioni nel sistema circolatorio sono la stagnazione, la comparsa di edema, edema, convulsioni, soprattutto di notte, l'affaticamento cronico e la comparsa di dolore.

Se non si determina tempestivamente la presenza della malattia e non si inizia il trattamento, la malattia può causare conseguenze piuttosto gravi, quali deformità della vena, comparsa di dolore alle estremità e formazione di coaguli di sangue.

Nel caso della presenza del sistema muscolare in un tono e nel normale funzionamento delle valvole vascolari, di regola, la pompa veno-muscolare funziona senza interruzioni. I carichi leggeri sono vantaggiosi, mentre carichi eccessivi possono danneggiare le valvole venose o la loro deformazione.

Cosa in questo articolo:

Controindicazioni per la corsa con le vene varicose

Ci sono alcune controindicazioni per il jogging. Il primo passo è determinare la presenza di tromboflebiti nel sangue. Qualsiasi carico eccessivo può causare la rottura del coagulo e causare un blocco totale del flusso sanguigno. Questa situazione può causare gravi complicazioni in un paziente.

La principale controindicazione è la corsa per lunghe distanze. Se lo stato di salute del paziente è debole, i muscoli iniziano a lavorare sodo e la circolazione sanguigna aumenta di conseguenza.

Pertanto, il sistema circolatorio non affronta i volumi di linfa e sangue e si osservano carichi eccessivi nei vasi venosi. In particolare, quando le vene varicose non devono impegnarsi in sprint o altri movimenti con accelerazione.

Inoltre, ci sono le seguenti controindicazioni per la corsa con le vene varicose:

  • pazienti che hanno sofferto di tromboflebiti degli arti inferiori;
  • pazienti con segni di tromboflebite pigra in forma cronica;
  • pazienti con gonfiore pronunciato e dolore alle gambe e ai piedi;
  • la presenza di un'eccessiva dilatazione delle vene, rappresentata da grandi nodi e conglomerati;
  • la presenza di eventuali sigilli o arrossamenti lungo le vene;
  • rimozione delle vene;
  • presenza di tono della pelle marrone o bluastra;
  • la presenza di ulcere o ferite, così come il pianto o l'eczema;

Inoltre, è controindicato correre, se prima c'era un'embolia polmonare associata alle vene degli arti inferiori.

Raccomandazioni di base per le vene varicose

Prima di tutto, in presenza di questa malattia, il paziente deve consultare lo specialista appropriato. In questo caso, è un flebologo. Aiuterà a determinare il grado di carichi ammissibili e la loro intensità.

In alcuni casi, è possibile eseguire con vene varicose, ma ci sono un certo numero di restrizioni di carico.

Tutte le attività sportive dovrebbero essere condotte regolarmente. Ciò contribuisce alla comparsa di un aumento del tono muscolare e, di conseguenza, del flusso di sangue negli arti inferiori.

L'uso di biancheria intima medica speciale per la compressione, mentre il tipo di questo bucato è determinato dal medico.

Dopo la corsa, è necessario eliminare l'eccessiva tensione delle gambe eseguendo esercizi speciali. Gli esercizi "forbici" e "bicicletta" sono adatti, così come semplicemente sdraiati con le gambe sollevate.

Durante l'esecuzione di qualsiasi esercizio, in particolare la corsa, dovresti bere costantemente acqua per evitare l'ispessimento del sangue e l'ulteriore deterioramento delle vene. Pertanto, è possibile evitare il verificarsi di coaguli di sangue nei vasi.

È necessario essere estremamente attenti con i cambiamenti di temperatura. In particolare, si sconsiglia di correre quando fa caldo.

Prima di iniziare a correre, dovresti usare una benda elastica, che aiuta ad aumentare la circolazione sanguigna.

È meglio riscaldarsi prima di fare jogging. Per fare questo, camminare, anche veloce.

Per ridurre la pressione sulle vene, gli esperti raccomandano di correre attraverso l'erba. In questo caso, una superficie più morbida riduce il dolore ai piedi e ha un effetto meno aggressivo sul sistema circolatorio.

È meglio correre all'aria aperta. Quindi, il corpo riceve più ossigeno. La circolazione sanguigna migliora e i vasi sanguigni diventano più elastici.

La presenza di scarpe pratiche riduce significativamente il carico sulle gambe.

In esecuzione con le vene varicose - come renderlo sicuro?

Prima di tutto, se c'è il desiderio di fare jogging nel caso delle vene varicose, devi renderlo il più sicuro possibile. Per fare questo, è meglio perdere l'eccesso di peso, che interferisce con il normale funzionamento del sistema cardiovascolare e, di conseguenza, impedisce la necessaria saturazione del corpo con l'ossigeno. Prima di tutto, per migliorare la condizione delle vene con le vene varicose, è necessario seguire una dieta. È anche auspicabile per una lunga passeggiata.

Un ruolo importante è giocato dalla scelta corretta delle scarpe, che dovrebbe essere basata sulle caratteristiche della struttura del piede. È possibile utilizzare solette o induttori specializzati. In altri casi, vengono utilizzati dispositivi ortopedici, che sono considerati mezzi profilattici per la distribuzione uniforme del carico sul piede.

Se il paziente ha già problemi alle gambe, si consiglia di correre esclusivamente su una superficie morbida. In altre parole, dovresti evitare di correre su pietre, strade con asfalto, ecc. È meglio correre su una superficie di corsa speciale. Il più adatto è un tapis roulant o cyclette. Tapis roulant con vene varicose è l'opzione più adatta per praticare sport. La superficie di questo dispositivo soddisfa al meglio le esigenze delle persone con vene varicose. Il percorso e il suo rivestimento speciale aiutano a evitare la rottura delle valvole vascolari.

Dopo la fine dell'allenamento non è consigliabile utilizzare le alte temperature In altre parole, vai al bagno, nella sauna, fai un bagno termale o usa l'acqua calda per versare sulle gambe. Una bella doccia è la soluzione definitiva per mantenere il tono del corpo e gli arti inferiori in particolare.

Se lo stadio iniziale della malattia, ha senso fare jogging per mantenere il corpo in buona forma e migliorare l'elasticità e la circolazione sanguigna dei vasi sanguigni. Se si seguono le precauzioni, la corsa può normalizzare il tono muscolare, migliorare la circolazione sanguigna nei vasi delle gambe e persino migliorare il benessere generale di una persona. Inoltre, le tossine vengono eliminate dal corpo e la quantità di peso in eccesso viene ridotta.

Durante la corsa, quasi tutti i gruppi muscolari e gli organi del corpo funzionano. Chiunque dopo un allenamento moderato si sente molto meglio, che svolge un ruolo abbastanza importante quando si tratta di vene varicose.

La regola principale è evitare la sovratensione e coordinare qualsiasi attività sportiva con il proprio medico.

Come correre

Prima di tutto è necessario ricordare che l'efficacia e la sicurezza degli esercizi è raggiunta con l'aiuto della tecnica corretta per la loro attuazione.

Nel corso della corsa, è necessario mantenere la testa in posizione verticale, focalizzare gli occhi in avanti e raddrizzare le spalle mentre si alza il petto.

La pendenza dovrebbe essere leggermente avanti in questo momento.

  1. Durante la corsa, la gamba deve essere sollevata da terra con l'aiuto dei muscoli del corpo.
  2. Le mani dovrebbero lavorare direttamente vicino al corpo e non dovrebbero oscillare il corpo.
  3. L'atterraggio deve essere direttamente sul piede.
  4. L'esecuzione dovrebbe essere tranquilla.
  5. I muscoli devono essere tesi sotto carico.

In generale, se il paziente ha un forte gonfiore delle gambe, che si placano dopo il riposo notturno, le vene dei ragni o eventuali spiacevoli sensazioni alle gambe, è necessario consultare immediatamente uno specialista per un consiglio. In alcuni casi, la corsa aiuta nella lotta contro le vene varicose. In ogni caso, la consultazione è necessaria specialista.

Quali sport sono consentiti per la vena varicosa dirà un esperto nel video in questo articolo.

Scopri se riesci a correre con le vene varicose? Come farlo bene?

Con la contrazione e il rilassamento regolari del cuore e dei muscoli degli arti, il sangue si muove vigorosamente verso l'alto da una valvola all'altra.

Tale circolazione è caratteristica di un organismo sano, che non è soggetto ad espansione varicosa.

Con vasi dilatati, la circolazione sanguigna rallenta e si crea uno spazio vuoto. Il cerchio è chiuso ed è sempre più difficile per i vitelli di sangue salire fino al cuore.

È possibile sospettare la malattia già ai sintomi iniziali. Le vene che appaiono nella parte inferiore della gamba sono un segno chiaro. La maggior parte della gente non si sottomette a questo e va a fare una corsa mattutina, dimenticandosi delle navi. Dolore alla sera, e anche i piedi gonfiati si infastidiranno sempre di più.

Posso correre con le vene varicose?

Nella fase di conferma della malattia, i pazienti si chiedono: si può correre con le vene varicose sulle gambe? Tuttavia, questo è un carico considerevole sugli arti inferiori.

I medici della Baltic Vein Clinic sostengono che la corsa è il miglior trattamento per le vene varicose.

Nessuna distanza di maratona. Si consiglia di prendere un ritmo lento o medio (jogging), mentre è opportuno calcolare il carico.

È spesso necessario controllare l'impulso e assicurarsi che non superi i 120 battiti. Il controllo della respirazione e la resistenza sono indispensabili.

Corri o sdraiati?

I flebologi credono che nelle fasi iniziali, correndo con le gambe varicose rallenta la progressione della malattia. I primi sintomi non sono difficili da determinare, questo è il momento in cui ci sono disegni sotto forma di stelle e lividi sulla pelle della parte inferiore della gamba.

Vale la pena prestare attenzione ai seguenti suggerimenti:

  • indossare solo scarpe a tacco basso;
  • sostituire il passivo passatempo con uno dinamico;
  • per stabilire una dieta equilibrata.

Ma non considerare di correre con le vene varicose, come il trattamento della malattia in qualsiasi momento. Se le vene sono dilatate più che accettabili, allora le esecuzioni dovrebbero essere abbandonate. In questa fase stiamo parlando di tromboflebiti.

Avendo caricato l'arto inferiore, c'è il rischio di lacerare un coagulo di sangue o il blocco di un'arteria. Qualsiasi di queste complicazioni può essere fatale.

Prima di iniziare a fare jogging con le vene varicose dovrebbe prestare attenzione alle scarpe. Indossare calze mediche a compressione. La distribuzione non uniforme della pressione li distingue dal resto delle scarpe sportive.

Grazie a questa struttura, la pressione massima del piede è garantita e la sua pressione diminuisce gradualmente verso le ginocchia. Cioè, fornisce supporto per quelle vene che sperimentano la massima pressione.

La maglieria a compressione protegge le vene da infortuni accidentali e sovraccarichi. La sua scelta dovrebbe essere affrontata con particolare attenzione. È improbabile che la maglieria prodotta in modo artigianale abbia un effetto positivo o, peggio, la danneggi.

Video utile

Che tipo di biancheria intima da compressione devi comprare per correre:

I benefici degli esercizi di corsa

L'effetto positivo della corsa può essere ottenuto aderendo alle seguenti regole:

  • il passo facile del jogging attenuerà la comparsa della stagnazione nelle vene;
  • la corsa prolungata e le lunghe distanze non sono auspicabili a causa della minaccia di una possibile trombosi venosa;
  • terminare l'allenamento rilassando i muscoli delle gambe (sdraiarsi sulla schiena e sollevare le gambe in alto sopra la testa, fare esercizio di betulla).

Per ottenere il massimo effetto, è meglio combinare la corsa con altri tipi di esercizi. Con dilatazione varicosa, i movimenti delle gambe e lo stretching sono particolarmente utili.

Tecnica di esercizi di corsa

Un aspetto importante della corsa con la malattia venosa è la tecnica corretta. Se la corsa "dalla punta" crea una pressione errata, a partire dal "tallone", è possibile ridurre la manifestazione della dilatazione varicosa.

Ciò è dovuto al fatto che il passo sul tallone crea una piena ampiezza del movimento del muscolo gastrocnemio, che assomiglia all'effetto di una pompa.

A partire da un calzino, non è possibile raggiungere la massima ampiezza, e la posizione assomiglia a camminare nei tacchi, che è controindicato per l'espansione varicosa.

Esecuzione di controindicazioni

La situazione con esercizi in esecuzione controindicati è rara, ma succede. Questo accade quando diagnostichi anomalie nel lavoro delle vene profonde, vale a dire l'apparato valvolare.

Ciò è dovuto a complicazioni associate a infezioni, come l'epatite o l'uso di droghe per via endovenosa, così come le lesioni dell'anca. In tali casi, è ragionevole ascoltare attentamente il medico curante.

Misure preventive

Per la prevenzione del rigetto delle scarpe strette, che limita la riduzione dei muscoli del polpaccio, ne trarrai beneficio. Se passi la maggior parte della giornata al computer in ufficio, una panca bassa sotto il tavolo ridurrà la pressione sulle gambe.

Come puoi vedere le vene in esecuzione e varicose non sono concetti che si escludono a vicenda. Aderendo a queste istruzioni, non solo ti libererai dell'espansione varicosa, ma ti sentirai anche sveglio e sano.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Unguento soccorritore con emorroidi

La malattia delle emorroidi, soprattutto nelle fasi successive, richiede un trattamento complesso con l'aiuto di compresse, supposte rettali per le manifestazioni interne della patologia, così come vari unguenti e creme per eliminare i disturbi che si trovano al di fuori del canale anale.

Come sbarazzarsi delle vene varicose in modo rapido ed efficace?

Vene varicose - una malattia che oggi viene rilevata in ogni quinta persona sul pianeta. Trasporta non solo un difetto estetico, ma anche una minaccia per la salute del paziente.