Come trattare la malattia arteriosa periferica (malattia vascolare) e quali sono i sintomi della malattia venosa

Le malattie delle arterie periferiche sono la causa del rifornimento di sangue ai tessuti corporei. Tali patologie portano spesso a disfunzioni degli organi interni. La chiave del successo nel trattamento della malattia - un appello iniziale a uno specialista. Quando il modulo è in esecuzione, solo l'intervento chirurgico aiuta a migliorare le condizioni del paziente.

Perché lo fa

La causa principale della malattia sono i cambiamenti aterosclerotici nei vasi. La malattia si sviluppa lentamente a causa della stratificazione dei lipidi sulle pareti interne. Il risultato di tali crescite è il restringimento dei lumi delle navi e il loro parziale blocco. Le neoplasie inibiscono la normale circolazione sanguigna. Sullo sfondo di questo processo si sviluppano patologie vascolari, la più comune delle quali è l'aterosclerosi obliterante arteriosa.

Lo sviluppo della malattia è influenzato da numerosi altri motivi:

  • Insufficiente attività locomotoria, con conseguente ristagno nei tessuti.
  • Infezioni vascolari La riproduzione incontrollata di batteri patogeni contribuisce al restringimento del lume delle vene e delle arterie.
  • Infiammazione che indebolisce le pareti vascolari.
  • Un coagulo di sangue in grado di bloccare il flusso sanguigno arterioso o venoso.
  • Malattie autoimmuni che causano danni alle piccole navi.
  • Ipertensione. Provoca lo sviluppo di aterosclerosi.
  • Il diabete mellito. La glicemia elevata ha un effetto negativo sul sistema vascolare.

La comparsa di patologia contribuisce a una serie di fattori:

  • dipendenza cronica da nicotina;
  • in sovrappeso;
  • colesterolo alto.

Lo sviluppo della malattia arteriosa periferica è fortemente influenzato dalla predisposizione genetica e dall'età del paziente. Dopo 45 anni, la probabilità di un problema aumenta più volte.

Sintomi e diagnosi

La gravità dei segni della malattia vascolare periferica dipende dal grado di alterazione del flusso sanguigno in essi.

Il sintomo più comune è la presenza di dolore nell'area problematica. Spesso colpisce il tessuto muscolare nell'area dei glutei, cosce, gambe. Ci sono disagi durante l'aumento dello sforzo fisico e del camminare, che causano al paziente l'interruzione dell'attività o del movimento.

Altri sintomi della malattia vascolare periferica includono:

  • aumento della secchezza della pelle sugli arti inferiori;
  • debolezza alle gambe;
  • presenza di intorpidimento e formicolio in loro;
  • la presenza di aree del derma senza attaccatura dei capelli;
  • aumento della fatica;
  • pelle pallida o bluastra sulle gambe;
  • la comparsa di edema;
  • convulsioni;
  • cambiamenti atrofici nei muscoli degli arti inferiori.

Se ci sono molti di questi sintomi dovrebbero essere sicuri di consultare uno specialista.

All'appello iniziale viene eseguita un'ispezione visiva e viene raccolta una cronologia. Il medico attira l'attenzione sulla struttura e sul colore della pelle, palpa le aree problematiche, misura la pressione, rivela malattie che hanno preceduto lo sviluppo della patologia vascolare.

Diagnostica strumentale nominata, che implica:

  • ultrasuoni che esaminano le aree colpite delle arterie;
  • un elettrocardiogramma;
  • angiografia che mostra siti di vasocostrizione;
  • Analisi ad ultrasuoni e Doppler delle arterie nella regione cervicale;
  • stabilendo i dati della pressione sanguigna negli arti inferiori e confrontandoli con gli indicatori nelle mani.

Assegnare un esame emocromocitometrico completo e il suo studio sui livelli di colesterolo e glucosio.

Metodi di trattamento

La scelta dei metodi per trattare i disturbi vascolari dipende dalla gravità della patologia e dal sito della sua localizzazione.

Il compito del medico è quello di rallentare il processo di progressione della malattia e ridurre al minimo la probabilità di complicanze. In caso di malattia, è indicato un ciclo di terapia, compreso l'uso di medicine tradizionali, i cambiamenti nella dieta abituale e nello stile di vita.

Il trattamento farmacologico prevede l'uso di farmaci che riducono il livello di colesterolo nel sangue. I farmaci che hanno un effetto anti-piastrinico sono prescritti. In presenza di forti dolori agli arti inferiori, vengono utilizzati analgesici.

Migliorare la circolazione sanguigna mediante vasodilatatori.

Con la malattia vascolare periferica nella fase iniziale di sviluppo, viene mostrato un graduale aumento dell'attività fisica. I medici raccomandano passeggiate regolari per 30-40 minuti. Se il processo patologico ha un carattere trascurato, allora l'attività motoria è limitata.

In alcuni casi, ricorrere al trattamento chirurgico, la cui forma dipende anche dal grado di progressione della patologia.

Vengono utilizzati i seguenti metodi di trattamento chirurgico:

  • Stenting e angioplastica. Condotto con anestesia locale. Questa tecnica comporta la perforazione della nave e l'introduzione di un catetere in esso, che aiuta a fornire i dispositivi chirurgici necessari alla zona danneggiata.
  • Endoarteriectomia. L'intervento chirurgico viene effettuato all'apertura della nave danneggiata.
  • intervento chirurgico di bypass. Un'arteria aggiuntiva viene creata per il flusso di sangue. Vengono utilizzate vene e protesi artificiali del paziente.

Se il processo patologico è trascurato e grave, ricorrono all'amputazione degli arti.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della malattia arteriosa periferica, si raccomanda di seguire una serie di regole:

  • Includere nella modalità del giorno l'attività locomotoria. Quando si praticano sport è necessario evitare carichi sul piede. Le migliori opzioni per l'esercizio fisico sono camminare e nuotare. Ciclismo, danza e windsurf utili.
  • Aderire ad una dieta equilibrata, comprese sostanze e oligoelementi, la cui carenza aumenta la probabilità di sviluppare patologie vascolari. Per escludere dal menu prodotti piccanti, fritti e affumicati che contribuiscono allo sviluppo dell'aterosclerosi. Utilizzare alimenti sani e di alta qualità senza coloranti e aromi.
  • Per controllare la concentrazione di colesterolo nel sangue.
  • In presenza di ipertensione, assumere regolarmente farmaci per abbassare la pressione sanguigna, come prescritto da uno specialista.
  • Smetti di usare nicotina e alcol.
  • Cerca di eliminare il sovrappeso.

Per facilitare il deflusso venoso, si raccomanda di mantenere le gambe sollevate durante il sonno. Per non disturbare la circolazione del sangue negli arti, si dovrebbe astenersi dall'indossare scarpe strette, jeans attillati, cinture e calzini.

In caso di disturbi vascolari, l'esposizione prolungata al sole è controindicata, forte riscaldamento, che porta a vene varicose: bagno, sauna, acqua calda.

Al fine di evitare la necessità di assumere farmaci che promuovono la fluidificazione del sangue e prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

introduzione

Il sangue, saturo di sostanze nutritive e ossigeno, si muove attraverso le arterie dal cuore agli organi e ai tessuti. Se il flusso sanguigno nelle arterie che forniscono gli arti inferiori è disturbato a causa della progressione dell'aterosclerosi, i loro tessuti ricevono ossigeno e sostanze nutritive insufficienti e si sviluppa una malattia chiamata "malattia delle arterie periferiche" o "malattia delle arterie delle gambe".

La malattia delle arterie periferiche degli arti inferiori può manifestarsi con una sensazione di disagio o sensazioni dolorose durante il cammino. Il dolore può verificarsi in diverse zone degli arti inferiori: nel piede, nelle gambe, nelle ginocchia, nell'anca, nella parte bassa della schiena, a seconda del danno alle varie parti delle arterie.

Il rischio di sviluppare e la prima comparsa dei primi segni clinici aumenta con l'età. Nella fascia di età superiore ai 70 anni, una persona su tre soffre di una malattia delle arterie periferiche. Fumare o la presenza di diabete aumenta il rischio di sviluppare questa malattia.

L'aorta è la più grande nave del corpo umano, da cui si estendono i rami, fornendo la testa, il collo e gli arti superiori, gli organi situati nelle cavità toracica e addominale, la cavità pelvica, è ulteriormente diviso in due rami finali, attraverso i quali il sangue viene consegnato agli arti inferiori (nell'inganno la regione dell'arteria iliaca passa nell'arteria femorale, da cui i rami si estendono fino al ginocchio e alla punta delle dita).

Normalmente, la superficie interna delle arterie è liscia, ma il processo di aterosclerosi si sviluppa con l'età, in cui i depositi di placca lipidica si verificano nella parete dell'arteria, che porta alla rottura dell'integrità della parete arteriosa, alla sua compattazione, al restringimento del flusso interno e al flusso sanguigno. Le placche lipidiche sono costituite da fibre di colesterolo, calcio e tessuto connettivo. Mentre il processo aterosclerotico progredisce, il lume del vaso sanguigno si restringe, il che porta alla comparsa dei primi sintomi della malattia a causa della crescente insufficienza di apporto di sangue agli arti inferiori. Quindi, c'è una malattia delle arterie periferiche degli arti inferiori. Tuttavia, va ricordato che la malattia delle arterie periferiche per un lungo periodo potrebbe non mostrare alcun sintomo. Allo stesso tempo, c'è un alto rischio di ulteriore progressione della malattia, che, in assenza di diagnosi e trattamento tempestivi, porta inevitabilmente alla perdita dell'arto e al rischio di sviluppare disordini circolatori in altri organi e tessuti, come il cuore (può sviluppare un infarto acuto del miocardio) o cervello (sviluppa ictus).

I sintomi della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

Va ricordato che in rari casi, la malattia delle arterie periferiche degli arti inferiori può essere asintomatica. Il sintomo più comune di questa malattia è la claudicatio intermittente. La claudicazione intermittente è sensazioni fastidiose o dolorose negli arti inferiori che si verificano quando si cammina e scompaiono quando si ferma. A volte potresti non sentire il dolore espresso, ma allo stesso tempo potresti essere seriamente disturbato da sensazioni di pesantezza, crampi o debolezza agli arti inferiori. La claudicatio intermittente più rapida si verifica durante il sollevamento. Mentre la malattia progredisce, la claudicatio intermittente inizia a verificarsi a distanze minori.

L'ischemia critica degli arti inferiori si verifica con una grave interruzione dell'afflusso di sangue ai tessuti degli arti inferiori. Di conseguenza, i tessuti degli arti inferiori ricevono ossigeno e sostanze nutritive insufficienti, pertanto, appaiono sensazioni dolorose, espresse in intensità, localizzate dall'anca alla punta delle dita, anche a riposo, e aggravate con un minimo esercizio sugli arti inferiori.

Nell'ischemia grave, ci sono freddo al tatto e arti pallidi, l'aspetto della pelle secca e l'aspetto delle ulcere trofiche sono possibili e dolorose. In assenza di trattamento, inevitabilmente si sviluppano necrosi dei tessuti molli e cancrena degli arti inferiori.

Cause della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

La causa principale della malattia delle arterie periferiche degli arti inferiori nell'uomo è l'aterosclerosi. Con l'età aumenta il rischio di sviluppare questa malattia. Nelle persone di età superiore ai 50 anni, il rischio di sesso maschile è maggiore rispetto al gruppo di età più giovane e nelle donne, rispettivamente.

Fattori di rischio per lo sviluppo della malattia delle arterie periferiche degli arti inferiori

  • il fumo;
  • Diabete mellito;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Colesterolo alto o trigliceridi;
  • Alti livelli di omocisteia (amminoacido presente nel sangue);
  • Eccesso di peso corporeo di oltre il 30%

Prevenzione della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

Al fine di prevenire la malattia delle arterie periferiche, dovresti cambiare il tuo stile di vita. È necessario prestare attenzione ai seguenti fattori di rischio modificabili per lo sviluppo della malattia:

  • Controllo dei livelli di zucchero nel sangue in violazione della tolleranza al glucosio e del diabete.
  • Ridurre il colesterolo nel sangue.
  • Abbassare la pressione sanguigna
  • Smettere di fumare
  • Esclusione dai grassi alimentari saturi e cibi ipercalorici.
  • Mantenere il peso corporeo ad un livello ideale.
  • Esercizio fisico regolare, almeno, camminando per 30 minuti 3 volte a settimana.

Diagnosi di malattie delle arterie periferiche degli arti inferiori

Prima di tutto, il dottore ti farà una serie di domande riguardanti la tua salute, la storia della malattia e i sintomi. Particolarmente importanti sono le informazioni sul fumo e la pressione sanguigna. Quindi effettuerà un'ispezione con la determinazione obbligatoria dell'impulso sulle arterie degli arti inferiori.

Test importanti che possono determinare la presenza di lesioni delle arterie degli arti inferiori sono:

  • Definizione dell'indice caviglia-brachiale, che viene calcolato confrontando la pressione sanguigna nelle braccia e nelle gambe.
  • Determinazione del colesterolo nel sangue e di altri marcatori biochimici di malattie cardiovascolari.

Per confermare la diagnosi e la determinazione più dettagliata della natura del danno, vengono condotti i seguenti studi strumentali:

  • Scansione ultrasonografica duplex delle arterie degli arti inferiori mediante ultrasuoni ad alta frequenza per valutare i parametri del flusso sanguigno in tempo reale, nonché la struttura dei vasi.
  • Determinazione dell'impulso dal volume di sangue che scorre in diverse parti degli arti inferiori, con l'uso di un bracciale e sensori speciali con l'effetto Doppler.
  • Angiografia a risonanza magnetica, che consente anche di valutare il flusso sanguigno e la struttura dei vasi degli arti inferiori.
  • Tomografia computerizzata usando la sostanza radiopaca.
  • Angiografia tradizionale a raggi X e sostanza radiopaca per valutare la struttura dei vasi. Di solito questo metodo è utilizzato in un gruppo di pazienti con le forme più gravi di lesioni delle arterie periferiche degli arti inferiori.

Trattamento della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

Il complesso di metodi per il trattamento della malattia delle arterie periferiche comprende le seguenti misure:

  1. Cambiamenti nello stile di vita Se la malattia delle arterie periferiche viene definita nelle fasi iniziali, i cambiamenti dello stile di vita contribuiranno a rallentarne la progressione. Ulteriori informazioni sui cambiamenti dello stile di vita sono fornite nella sezione "Prevenzione delle arterie periferiche".
  2. Ricevimento di medicine Per controllare il colesterolo e la pressione sanguigna, che influenzano direttamente il rischio di sviluppo e la progressione del danno aterosclerotico agli arti inferiori, ti verranno prescritti farmaci per abbassare il colesterolo e controllare la pressione del sangue. Inoltre, ti verranno prescritti farmaci che riducono le proprietà di aggregazione delle piastrine e quindi contribuiscono all'assottigliamento del sangue e prevengono la formazione di coaguli di sangue. Potresti ricevere antidolorifici allo scopo di alleviare il dolore.
  3. Il livello ottimale di attività fisica. Si dovrebbe prestare attenzione all'aumento dell'attività fisica. Almeno è necessario camminare per 30 minuti e più di 3 volte a settimana, il che contribuirà a ridurre la gravità dei sintomi clinici.Tuttavia, nelle forme gravi della lesione arteriosa degli arti inferiori, solo un cambiamento nello stile di vita e nella terapia conservativa potrebbe non essere sufficiente. In questo caso, il medico ti consiglia un trattamento chirurgico secondo il metodo tradizionale o utilizzando le moderne tecnologie endovascolari. La scelta del metodo ottimale di trattamento può essere effettuata solo da un medico - chirurgo vascolare, tenendo conto del quadro clinico, della gravità della malattia arteriosa, delle malattie concomitanti, ecc. A volte è possibile l'uso combinato di varie tecniche chirurgiche per ottenere il risultato ottimale.
  4. Angioplastica e stenting. In alcuni casi, con danno vascolare aterosclerotico, possono essere raccomandati angioplastica con palloncino e stenting. Questa procedura è minimamente invasiva ed è la più efficace in caso di danni alle arterie di grandi dimensioni. Quando viene eseguita l'angioplastica, uno speciale catetere flessibile viene inserito nel vaso arterioso attraverso una puntura della vena femorale nell'area dell'inguine o della spalla, quindi questo catetere si sposta sul sito del restringimento del vaso. Quindi viene introdotto un conduttore, attraverso il quale viene consegnato un pallone speciale al sito di restringimento della nave. Questo palloncino viene quindi gonfiato più volte sotto pressione, il che porta al ripristino del lume normale della nave. Quindi il palloncino e il catetere vengono rimossi. In alcuni casi, per ottenere i migliori risultati, è possibile inserire nella nave una speciale costruzione metallica, simile a una molla, che rimane nel vaso, che contribuisce a mantenere il normale lume dell'arteria, secondo la decisione del chirurgo vascolare. A volte, quando si usano dispositivi speciali, una placca aterosclerotica può essere rimossa dal lume del vaso usando tecniche endovascolari (questa manipolazione è chiamata aterectomia).
  5. L'intervento di bypass dell'arteria è la creazione di un vaso aggiuntivo attraverso il quale il sangue scorre intorno alla porzione danneggiata dell'arteria a causa della progressione dell'aterosclerosi. Per creare uno shunt, è possibile utilizzare le vene del paziente e anche le protesi vascolari realizzate con materiali artificiali. Lo shunt si collega con la nave nelle aree sopra e sotto il luogo del suo restringimento, creando così un nuovo percorso di movimento del sangue attorno all'area danneggiata.
  6. L'endarterectomia è un metodo in cui un chirurgo vascolare rimuove una placca aterosclerotica. A tal fine, l'arteria danneggiata viene aperta e viene rimossa una placca aterosclerotica. Ma bisogna ricordare che quando si apre un'arteria, il flusso di sangue può essere disturbato nell'intera arteria. L'efficacia di questo metodo di trattamento dipende dalla posizione e dal grado di alterazione del flusso sanguigno in una particolare arteria.
  7. Amputazione. In casi eccezionali, in particolare con lo sviluppo della cancrena e l'inefficacia del trattamento, il chirurgo può raccomandare di eseguire un'amputazione dell'arto. L'amputazione è il metodo di trattamento più radicale e più radicale quando i metodi precedentemente descritti non hanno portato a miglioramenti. Più del 90% dei pazienti con cancrena degli arti inferiori con trattamento tempestivo iniziato può evitare l'amputazione, o l'amputazione può essere eseguita in una quantità minima.

Puoi leggere su malattie vascolari qui.

Leggi anche sul nostro sito web sulla malattia dell'arteria carotidea.

Sintomi e trattamento dell'arteriopatia degli arti inferiori

Tale patologia come l'aterosclerosi diventa spesso la causa di gravi malattie cardiovascolari. Ma a volte possono formarsi placche aterosclerotiche sulle pareti dei vasi sanguigni degli arti inferiori umani. Una malattia simile la medicina moderna chiama obliterante aterosclerosi. Questa malattia spesso preoccupa le persone con più di 40 anni, più spesso rappresentanti della metà maschile della popolazione mondiale.

Le principali cause della malattia


La presenza di placche aterosclerotiche nelle arterie della gamba porta alla rottura del normale flusso sanguigno, che causa spiacevoli malattie a questa parte del corpo umano. Tra i principali fattori che causano l'arteriopatia degli arti inferiori, è possibile identificare quanto segue:

  • Dipendenza dalla dipendenza - il fumo frequente aumenta il rischio di sviluppare la malattia più volte, il lume delle arterie si restringe rapidamente.
  • Colesterolo alto nel sangue - uno dei fattori più comuni che causano la malattia arteriosa periferica degli arti inferiori.
  • malattia ipertonica - l'aumento del valore della pressione arteriosa diventa un problema significativo, provocando la stessa disfunzione delle arterie delle gambe.
  • obesità - si nota che le persone che soffrono di sovrappeso sono più spesso sensibili alla malattia in questione.
  • Spesso la causa dell'arterite degli arti inferiori è diabete mellito. Questa grave malattia provoca il blocco dei vasi sanguigni delle gambe.
  • L'inattività fisica (stile di vita sedentario) - un tale fenomeno spesso porta a varie patologie indesiderate e contribuisce alla distruzione del processo di circolazione del sangue.

L'arterite della gamba è osservata nelle persone che soffrono di insufficienza cardiaca. Il colore della pelle del paziente è anche uno dei fattori che portano allo sviluppo dell'aterosclerosi obliterante: le persone dalla pelle scura sono più suscettibili allo sviluppo della malattia.

Sintomi e diagnosi della malattia


Segni di arteriopatia periferica degli arti inferiori sono facili da individuare nelle prime fasi dello sviluppo della malattia.

I pazienti con una diagnosi simile possono essere sentiti lamentarsi di problemi quando si cammina. Claudicatio intermittente è il sintomo più sicuro di arterite della gamba. Questo fenomeno è caratterizzato dalla comparsa di dolore nei muscoli del polpaccio di una persona.

Nelle persone soggette a malattie delle arterie degli arti inferiori, si ha una sensazione di freddo, palpabile nelle gambe, compaiono ulcere trofiche. I sintomi della malattia possono essere suddivisi in fasi a seconda della gravità. Gli esperti identificano quattro fasi principali nello sviluppo dell'arterite degli arti inferiori:

  • Nella fase 1 della malattia c'è dolore alle gambe, sensibilità al freddo, crampi frequenti. Il paziente sentirà bruciare, pungere, che si manifesta alle punte delle dita. Quando questa persona si sente costantemente stanca, non vuole lavorare.

Le estremità acquisiscono una tonalità pallida, al tatto sarà freddo. Il dolore ai muscoli del polpaccio si manifesta dopo un intenso sforzo fisico. Il dolore compare spesso nelle cosce (con una lesione dell'arteria femorale), gambe, piedi e ginocchia. La gravità della malattia può essere identificata utilizzando il "test di marcia".

  • La fase 2 dell'aterosclerosi obliterante è detta fase di sottocompensazione. La pelle della gamba perde la sua elasticità, il dolore agli arti aumenta rapidamente (specialmente dopo un intenso sforzo fisico). Le unghie di una persona malata crescono lentamente, diventano fragili, acquisiscono un colore marrone. È importante rispondere correttamente a questi sintomi e non posticipare la visita al medico.

Nelle aree colpite della pelle del piede, la crescita dei capelli viene interrotta, l'atrofia dei muscoli del piede e dei tessuti si sviluppa, l'aorta non fornisce le arterie degli arti con il necessario apporto di sangue.

  • La fase 3 dell'arterite degli arti inferiori (stadio di scompenso) è dovuta a un forte dolore che si verifica nelle gambe, anche quando la persona non cammina.


La pelle del paziente assume una tonalità pallida, a volte diventa rossa. L'atrofia delle gambe e dei piedi è in aumento, la capacità di lavorare è nettamente ridotta. In situazioni gravi, la persona assume una posizione seduta con l'arto interessato.

  • Lo stadio finale di arterite porta al paziente molti problemi, anche a riposo. Il dolore alle dita dei piedi è permanente, i disturbi trofici continuano a inibire la pelle, le ulcere appaiono sulle gambe, sui gomiti, sulle cosce. L'ischemia degli arti inferiori nelle fasi avanzate porta spesso alla formazione di cancrena. Una parte malata del corpo perde la sua capacità di funzionare normalmente.

La sconfitta delle arterie nelle gambe è facile da diagnosticare. In primo luogo, il medico condurrà un'analisi anamnestica del paziente, controllerà l'impulso, quindi procederà all'esame della condizione esterna dell'arto disturbante. Per un quadro clinico più accurato, è importante condurre una visita medica approfondita utilizzando strumenti speciali.

I risultati dei seguenti metodi consentono di valutare il grado di restringimento delle arterie degli arti del paziente:

  1. Ultrasuoni angioscansione delle estremità (USAS) è il metodo più informativo che consente di giudicare lo sviluppo di arterite nella gamba. Tale studio aiuterà a rilevare le placche sulla superficie dei vasi sanguigni.
  2. Angiografia. Questo metodo consentirà al medico curante di scegliere il trattamento necessario e corretto per l'insufficienza arteriosa degli arti. Il metodo simile ad esso - radiopaque - è molto informativo ed è ampiamente usato nella pratica.

La malattia delle arterie periferiche degli arti inferiori e i sintomi di tale malattia sono così chiaramente manifestati che a volte non c'è bisogno di diagnostica strumentale medica. Per determinare il grado di restringimento delle arterie delle gambe si verificherà dopo l'esame di laboratorio del paziente, utilizzando vari campioni, analisi.

Trattamento dell'arteriopatia degli arti inferiori


Le informazioni contenute nel sito Web consentono di determinare i sintomi e le cause del restringimento delle vene, dei vasi sanguigni nelle gambe. Ma nell'ambito di questo articolo è impossibile esprimere in dettaglio tutti i metodi di trattamento della patologia in questione.

I metodi di recupero per l'artrite delle gambe sono diversi.

Il trattamento è ridotto alla completa cessazione del fumo, una dieta moderata, una speciale guarigione a piedi, assunzione di farmaci.

Viene eseguita anche la chirurgia. La malattia delle arterie degli arti inferiori si sviluppa nel tempo, anno dopo anno, portando sofferenza e dolore alle persone.

La terapia farmacologica sta assumendo farmaci dal gruppo di agenti antipiastrinici (Aspirina Cardio, Cardioagnil), che deve essere sempre a casa. Il medico deve prescrivere statine, che combattono con la formazione di placche aterosclerotiche. Alcuni farmaci vengono utilizzati per lubrificare l'area interessata. È possibile usare medicine solo dopo le raccomandazioni mediche di un chirurgo vascolare.

A partire dallo stadio 3 della malattia, il dolore alle gambe diventa insopportabile, è consigliabile eseguire un intervento chirurgico. La chirurgia consente di espandere il lume arterioso degli arti mediante lo smistamento. Nei casi critici, è necessaria l'amputazione dell'organo interessato, poiché il paziente non sarà in grado di sopportare il dolore gravemente espresso.

Il trattamento endovascolare viene utilizzato per espandere il lume delle arterie. Tale terapia sarà molto efficace. Attraverso un piccolo foro nell'arteria inserire il conduttore, che consente di installare uno stent, contribuendo all'espansione del flusso sanguigno.

prevenzione

Il restringimento delle arterie periferiche degli arti causa molti problemi, quindi la prevenzione della malattia è estremamente importante. Per assicurare contro l'arterite della gamba, vale la pena cambiare il tuo stile di vita. Smettere di fumare, esercizio attivo, cibo sano contribuirà a ridurre il rischio di patologie.

È importante controllare il livello di colesterolo e glicemia, il valore della pressione arteriosa non dovrebbe superare la norma. I cambiamenti nella struttura degli arti dovrebbero essere allarmanti. Le persone che soffrono di obesità, dovrebbero fare passeggiate quotidiane, provare a ridurre il sovrappeso.

Malattie delle navi e delle arterie degli arti inferiori

Il loro meccanismo è praticamente lo stesso: in primo luogo, la nave cambia forma o struttura, quindi cessa di funzionare in modo sano, con un impatto negativo sullo stato dei tessuti circostanti. Gli elementi del sistema circolatorio possono perdere la loro naturale elasticità, espandersi e contrarsi in modo sostanziale e sono sempre più soggetti a lesioni meccaniche. Le placche aterosclerotiche si formano nella parte interna di esse, impedendo il flusso di sangue venoso e arterioso e causando necrosi.

Negli ultimi decenni, i medici di tutto il mondo hanno notato una crescente tendenza nel numero di pazienti con varie patologie vascolari croniche degli arti inferiori. Colpiscono circa il 3-7% dei giovani e il 10-25% degli anziani. Nella fase della sua origine e sviluppo primario, le patologie vascolari delle gambe sono spesso asintomatiche. Senza un trattamento adeguato, molti di loro possono essere accompagnati da gravi conseguenze, inclusa la perdita di un arto o la morte.

Malattie comuni dei vasi sanguigni e delle arterie delle gambe

A causa della diffusione globale delle patologie vascolari degli arti inferiori, alcune persone li attribuiscono al concetto di norma, poiché i disturbi ad essi associati sono rilevati in ogni secondo paziente adulto. Ma questo non significa che queste malattie non abbiano bisogno di cure. La trascuratezza della terapia può essere coronata da complicazioni estremamente gravi, pertanto, quando si individuano sintomi allarmanti, è importante consultare un medico per una diagnosi differenziale e una selezione della strategia di trattamento corretta.

Nella pratica medica, tali malattie sono divise in diversi gruppi:

L'aterosclerosi obliterante (OASNC) è un processo cronico-degenerativo-metabolico associato all'indurimento delle pareti arteriose sullo sfondo di eccessivi depositi lipidici e di colesterolo. Queste sostanze, a loro volta, diventano catalizzatori per la formazione di placche aterosclerotiche che possono gradualmente restringere il lume dei vasi sanguigni e portare alla loro sovrapposizione assoluta associata alla malnutrizione e alla vitalità dei tessuti.

L'aterosclerosi è una delle principali cause di disabilità e mortalità in tutto il mondo. Le sue caratteristiche sono:

  • dolore alle gambe, aggravato dalla corsa, salire le scale e camminare velocemente,
  • claudicatio intermittente.

Endarterite obliterante - malattie a progressione rapida delle arterie delle gambe, associate al restringimento graduale del lume dei vasi sanguigni e alla morte di tessuti privi di afflusso di sangue. La natura della patologia non è stata studiata a fondo, ma i medici ritengono che la causa principale sia il processo infiammatorio associato alla predominanza di anticorpi autoimmuni nella nave.

  • affaticamento degli arti quando si cammina,
  • forte raffreddamento degli arti senza ragioni oggettive,
  • gonfiore,
  • formazione di ulcere.

L'ostruzione arteriosa acuta è una malattia che si verifica a causa di un aumento anormale della coagulazione del sangue (ipercoagulabilità), così come sullo sfondo di un processo infiammatorio o aterosclerotico che porta alla alterazione della parete vascolare e all'improvvisa cessazione del flusso sanguigno. Questa patologia spesso causa la sindrome di ischemia arteriosa acuta.

Si esprime prevalentemente nello spasmo arterioso di entrambe le gambe affette e sane.

Vene varicose - una malattia comune caratterizzata da alterazioni degenerative nelle vene superficiali, in cui vi è una perdita della loro elasticità, stiramento, crescita rapida e la formazione di nodi aggiuntivi.

La sintomatologia di questa patologia è abbastanza specifica:

  • gonfiore congestizio delle gambe,
  • convulsioni,
  • cambiamento nella pigmentazione della pelle,
  • sensazione di pesantezza
  • dolore e stanchezza
  • sotto la pelle compaiono i nodi collinari caratteristici, spesso accompagnati da prurito e bruciore.

Questa patologia è accompagnata da complicazioni così aggressive come la tromboflebite acuta e il sanguinamento intenso.

La trombosi del sistema venoso superficiale è una sindrome che spesso deriva da vene varicose con l'aggiunta adiacente di un processo infettivo.

  • grave iperemia e dolore acuto nell'arto,
  • il verificarsi di infiltrati localizzati lungo la vena interessata.

La trombosi venosa è il processo di formazione di trombi associato a disfunzioni della coagulazione e del flusso sanguigno, infiammazione o violazione dell'integrità della parete venosa.

  • edema degli arti in rapida crescita,
  • iperemia grave e ipertermia,
  • dolore tagliente
  • pelle blu sul luogo della lesione,
  • spasmi arteriosi.

Aneurisma - protrusione diffusa o sacciforme di parte dell'arteria associata all'espansione del lume di un vaso sanguigno e diminuzione del tono (eccessivo allungamento o assottigliamento del muro).

La malattia si manifesta in:

  • debolezza degli arti
  • dolori periodici, inclini all'auto-riduzione,
  • intorpidimento, palpitazione, freddezza della zona interessata,
  • la formazione di una neoplasia tumorale sotto la pelle.

La mesh vascolare (telangiectasia) è una crescita anormale di capillari sottocutanei, accompagnata da un accumulo locale di sottili linee capillari di colore blu, rosso o viola, che assomigliano a una ragnatela, a un asterisco oa una griglia caotica. Procede indolore e non comporta un potenziale rischio per la salute e la vita del paziente. È possibile risparmiare il trattamento chirurgico e hardware. Nella maggior parte dei casi, il paziente porta un disagio puramente estetico.

Gruppi di rischio

Le malattie vascolari degli arti inferiori sono più sensibili ai pazienti con i seguenti problemi:

· Esperienza a fumare a lungo termine;

· Diabete mellito di tipo 1 e 2;

· Abuso di alcool;

· Ipertensione arteriosa;

· Ipercolesterolemia (elevata concentrazione di colesterolo e trigliceridi nel sangue);

· Alto livello di omocisteina aminoacidica non proteogenica nel sangue;

· Grave squilibrio ormonale.

Le patologie delle arterie e delle arterie delle gambe sono prevalentemente colpite da persone che hanno varcato la soglia dei cinquant'anni, ma negli ultimi anni si sono attivamente diffuse tra i giovani. Gli uomini sono più suscettibili alle malattie simili rispetto alle donne.

Va sottolineato che la maggior parte delle disfunzioni vascolari ha una natura psicologica e le persone con un tipo di carattere stressante sono più sensibili a loro.

È importante la presenza di disturbi nella storia familiare. Questo è particolarmente vero per l'aterosclerosi e le vene varicose.

Misure diagnostiche

La presenza di una patologia specifica, così come la sua esatta causa, può essere stabilita unicamente sulla consultazione interna con uno specialista. Durante il suo lavoro, il medico porrà alcune domande generali riguardanti lo stile di vita e le malattie croniche, esaminerà in dettaglio la storia, condurrà alcuni test funzionali, chiarirà la presenza di patologie simili nei parenti più prossimi. Come parte dell'esame, il medico ti chiederà la frequenza e l'intensità dei sintomi, monitorerà il quadro clinico e identificherà l'eziologia proposta della malattia.

Se confermi parzialmente il sospetto, ti verrà assegnata una ricerca semplice:

La reovasografia (RVG) è un metodo funzionale non invasivo per stimare il riempimento del sangue del polso delle estremità, nonché il tono, l'elasticità e la pervietà dei vasi periferici utilizzando uno strumento specifico;

Misurazione dell'indice spalla-caviglia - determinazione simultanea del livello di pressione sanguigna nell'area delle spalle e delle caviglie (normalmente è la stessa);

Analisi biochimiche del sangue (colesterolo) e altri test per rilevare la funzione cardiaca anormale.

Per uno studio più approfondito del decorso della malattia, vengono prese le seguenti misure:

1. Scansione duplex di arterie e vene;

2. Angiografia usando un agente di contrasto;

3. angiografia a risonanza magnetica;

5. test funzionali

Metodi di trattamento

Per il trattamento delle patologie vascolari del piede, vengono utilizzati i seguenti metodi:

· Stenting delle arterie femorali e ileali;

· Fissazione della fistola artero-venosa;

· Resezione, protesi e endoprotesi dell'aneurisma;

Il medico può anche prescrivere farmaci per abbassare la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo nel sangue. La ricezione di anticoagulanti e farmaci per mantenere il funzionamento del cuore può essere rilevante.

È necessario seguire determinate regole per aumentare l'efficacia del trattamento ed evitare le ricadute:

· Per compensare il diabete mellito (se presente), monitorare costantemente il livello di glucosio nel sangue;

· Smettere completamente di fumare;

· Monitorare e regolare la pressione sanguigna;

· Mantenere il peso corporeo ottimale;

· Sviluppare una dieta sana, smettere di consumare grassi saturi in grandi quantità;

· Esercitare regolarmente, fare passeggiate almeno 3 volte a settimana.

Al minimo sospetto di malattie vascolari degli arti inferiori, è necessario consultare urgentemente un medico.

Malattie vascolari periferiche degli arti inferiori

Il sangue ricco di ossigeno e sostanze nutritive viene distribuito dal cuore al resto del corpo dalle arterie. L'aorta è l'arteria più grande del tuo corpo: ci sono diverse sezioni dell'aorta che si uniscono l'una nell'altra: l'aorta ascendente, l'arco aortico, l'aorta toracica discendente e poi l'aorta addominale. Nella proiezione dell'ombelico, l'aorta addominale è divisa in due arterie iliache che erogano sangue agli arti inferiori.

Normalmente, le arterie sono lisce e forniscono un flusso sanguigno senza ostruzioni. Con l'età, il più delle volte a causa della progressione dell'aterosclerosi, il lume delle arterie può essere ristretto o completamente bloccato. Ciò si verifica quando placche aterosclerotiche, aumentando gradualmente nelle pareti delle arterie, creano un ostacolo al flusso di sangue attraverso la nave. Quando ciò accade, le gambe non ricevono l'ossigeno e i nutrienti di cui hanno bisogno. L'aterosclerosi è una malattia cronica in cui il colesterolo si deposita nel lume della parete vascolare con la formazione di una placca aterosclerotica. L'aterosclerosi colpisce anche le arterie del cuore, del cervello, dei reni, delle arterie mesenterica, ecc. Data la tendenza a generalizzare la malattia, il trattamento dell'aterosclerosi obliterante arteriosa delle arterie delle gambe è necessario non solo per migliorare la qualità della vita o prevenire la perdita di un arto, ma anche per ridurre la probabilità di un ictus o di un infarto.

Cause di lesioni vascolari degli arti inferiori

La causa più comune delle malattie delle arterie delle gambe è l'aterosclerosi. I fattori di rischio per l'aterosclerosi includono:

  • fumo
  • ipertensione arteriosa
  • diabete mellito
  • età
  • eredità
  • disturbi del metabolismo lipidico
  • mancanza di esercizio fisico

Malattia delle arterie delle gambe, sintomi

Le principali lamentele della malattia delle arterie periferiche sono dolore alle gambe durante la deambulazione o durante l'esercizio. A causa del restringimento delle arterie, i muscoli ricevono meno sangue, il che porta a dolore o crampi. Questo è chiamato claudicatio intermittente. Dopo esserti fermato e il flusso sanguigno nei muscoli diventa adeguato, il dolore gradualmente si attenua.

I principali sintomi di ischemia arteriosa cronica sono:

  • sensazione di freddo, intorpidimento, "formicolio", crampi alle gambe;
  • sensazione di stanchezza, dolore alle gambe o alle cosce quando si cammina, costringendo il paziente a fermarsi e riposare (claudicatio intermittente);
  • Con la progressione della malattia i dolori sono permanenti, privati ​​del sonno (dolore di riposo). Possono formarsi ulcere trofiche e necrosi.

Fattori di rischio per la malattia delle arterie delle gambe

L'aterosclerosi è la causa più comune di arteriopatia periferica. Con l'età

Altri fattori che aumentano la probabilità di sviluppare la malattia:

  • il fumo;
  • diabete;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Colesterolo alto e trigliceridi del sangue;
  • Aumento del peso corporeo di oltre il 30%, rispetto al peso ideale.

Diagnosi e metodi di esame dell'aterosclerosi delle arterie della gamba

Se ci sono tali segni, si dovrebbe contattare immediatamente un chirurgo vascolare, dal momento che lo sviluppo della malattia porta spesso a cancrena dell'arto e alla necessità di amputazione.

In primo luogo, è necessario consultare un chirurgo vascolare. Il medico farà domande sulla sua salute generale, i reclami, chiarirà la storia della malattia. Ad esempio, il medico ti chiederà se fumi o se la pressione sanguigna aumenta. Inoltre, il chirurgo vascolare effettua un esame fisico, che comprende un esame degli arti inferiori, una valutazione della pulsazione periferica.

Dopo l'esame, se il medico sospetta una malattia delle arterie periferiche, possono essere prescritti ulteriori esami, quali:

Le principali opzioni di trattamento

In molti modi, il trattamento dipende dal paziente. Se hai una malattia delle arterie periferiche, prima di tutto devi cambiare il tuo stile di vita, fare tutto il possibile per rallentare l'ulteriore sviluppo della malattia. In senso lato, è necessario aderire a uno stile di vita sano, i cui principi base sono formulati nell'articolo "Come ridurre il rischio di malattie vascolari".

Trattamento dell'aterosclerosi dei vasi della gamba

Periodicamente, ognuno di noi sente un leggero dolore alle gambe, ma, di regola, non ci prestiamo attenzione. E lo facciamo invano, perché non possiamo parlare della fatica o della solita indisposizione, ma di una grave malattia. Uno di questi è l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, la patologia più comune che si sviluppa nell'età adulta - di circa 65-70 anni.

Cosa è nascosto sotto questa malattia?

Sotto l'aterosclerosi delle gambe si intende una malattia in cui avvengono numerosi cambiamenti: una violazione del passaggio del sangue attraverso i vasi periferici, l'emergere del trofismo tissutale, ecc. Molto spesso l'aterosclerosi colpisce le grandi arterie delle cavità addominale e toracica. Questo è ciò che porta a cambiamenti patologici nelle arterie poplitea, tibiale e femorale, il cui lume diminuisce di oltre il 50-55%.

Lo sviluppo della malattia può richiedere più di dieci anni, durante i quali si siederà tranquillamente all'interno.

Fasi di aterosclerosi

Gli esperti identificano diverse fasi di sviluppo della patologia dei vasi sanguigni delle gambe. Il primo - preclinico - è accompagnato da una pronunciata violazione del metabolismo lipidico (lipoidosi). Ci sono dolori agli arti inferiori, ma si verificano solo dopo aver camminato su lunghe distanze e un intenso sforzo fisico.

Navi normali e sensibili

Al secondo stadio, i primi segni di aterosclerosi iniziano a farsi sentire - le gambe si fanno male dopo aver superato i 250-1000 m. Il terzo periodo (ischemia critica) è caratterizzato da sintomi pronunciati della malattia. La sindrome del dolore appare dopo 50 m a piedi. Bene, all'ultimo stadio (quarto), la pelle delle gambe è affetta da ulcere trofiche, necrosi (pelle annerita) e cancrena, e grave disagio alle gambe si verifica anche in uno stato di calma, anche di notte.

È importante Se l'aterosclerosi degli arti inferiori non inizia il trattamento anche in questa fase, il caso può finire con la cancrena con l'amputazione delle gambe.

Cause di radice

I fattori che provocano lo sviluppo di questa malattia possono essere molto diversi. Siamo riusciti a mettere insieme le ragioni principali:

  • Il fumo è la causa principale dell'aterosclerosi. La nicotina contenuta nel tabacco porta a spasmi di arterie e impedisce al sangue di passare attraverso i vasi. Questo è un percorso diretto verso la tromboflebite e l'aterosclerosi;
  • sovrappeso;
  • Mangiare frequentemente cibi ricchi di grassi animali e innalzare i livelli di colesterolo;
  • Problemi di salute - diabete, riduzione dell'ormone e produzione di ormoni tiroidei, ipertensione arteriosa e altri;
  • Predisposizione genetica;
  • Esperienza di stress cronico;
  • Alta pressione sanguigna
  • età;
  • Affiliazione di genere - spesso uomini con aterosclerosi delle gambe;
  • Attività motoria ridotta;
  • Grande stress psico-emotivo;

Quanto manifesto

Come abbiamo detto, l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori non si manifesta per molto tempo, e poi immediatamente compaiono alcuni gravi problemi. Non c'è davvero un solo segno che permetterebbe di riconoscere una malattia incipiente nel tempo? Certo che c'è. Tutti loro sono davanti a te:

  • Intorpidimento dei piedi;
  • Claudicatio intermittente;
  • Raramente - embolia o trombosi acuta;
  • Costante freddezza e sensazione di freddo interiore;
  • Cianosi e pallore della pelle;
  • Crampi - soprattutto tormenti di notte;
  • Sensazioni di dolore - da debole a molto forte;
  • Nessuna increspatura sulla caviglia, nella fossa poplitea e sulla coscia;
  • Fenomeni trofici che si manifestano pelando le unghie e l'aspetto delle ulcere sulle dita dei piedi e dei talloni, così come la caduta dei capelli sulle gambe;
  • Dolore agli arti, peggio durante il cammino;
  • Cianosi (lupus) della pelle.

Come diagnosticare

Una diagnosi tempestiva e corretta nell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori gioca un ruolo importante, perché con il suo aiuto è possibile conoscere le cause della malattia e prescrivere il trattamento corretto. All'ospedale, dovresti assolutamente avere le seguenti consultazioni e procedure:

  • Angiografia MR;
  • MSCT angiografia;
  • Misurazione della pressione con calcolo dell'indice brachiale della caviglia;
  • Arteriografia periferica;
  • Scansione duplex (USDG) delle arterie periferiche;
  • Pulsazione delle arterie degli arti;
  • Consultazione di un chirurgo vascolare.

Inoltre, i medici notano la presenza o l'assenza di disturbi trofici sulle gambe, stabiliscono la permeabilità vascolare usando DS e USDG e ascoltano il soffio sistolico sulle arterie stenotiche.

Non sarebbe superfluo condurre un'altra piccola prova. Il paziente ha bisogno di alzare le gambe in posizione prona di 45 gradi. Le ginocchia allo stesso tempo non possono piegarsi. Durante la procedura, si nota la velocità di comparsa del pallore sulla pianta dei piedi e l'affaticamento generale delle gambe.

trattamento

Il trattamento di questa malattia grave e pericolosa dipende dalla gravità e dalla complessità dei suoi sintomi. Può essere sia folk che tradizionale. Discutiamo tutti i dettagli di ciascuno di essi.

Terapia generale

Se si desidera ottenere cambiamenti positivi nella lotta contro l'aterosclerosi dei vasi della gamba, prepararsi a una rigorosa applicazione delle raccomandazioni degli esperti:

  • Seguire una dieta a basso contenuto di colesterolo. Non puoi assolutamente mangiare lardo, paté, margarina, burro, carni grasse, salsicce, latticini con un'alta percentuale di grassi, frattaglie, patatine fritte, alcol, farina, maionese;
  • Regola il tuo peso;
  • Smettere di fumare e alcol;
  • Vai per scarpe comode e spaziose;
  • Fai molta attenzione quando tagli le unghie;
  • Non dimenticare di gestire attentamente tutte le lesioni minori di gambe e piedi;
  • Evitare l'ipotermia;
  • Utilizzare l'esercizio dosato - camminare a passo moderato per almeno mezz'ora al giorno, nuotare, fare esercizio sulla cyclette;
  • Cure malattie concomitanti - ipertensione, diabete, ecc.

Approccio alla terapia farmacologica

Il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori comprende una gamma di farmaci e procedure. Solo un medico qualificato può prescriverli, quindi assicurati di visitare l'ospedale.

Cosa può curare questa malattia?

  • Farmaci antipiastrinici (ad esempio, Aspirina e Reopolyglukine) - prevengono il verificarsi di coaguli di sangue e fungono da migliore prevenzione di infarti e ictus;
  • Farmaci che aumentano l'attività fisica del paziente. Grazie alla pentossifillina e al cilostazolo, camminare è praticamente indolore e il flusso sanguigno generale negli arti inferiori è molto migliore;
  • Farmaci con effetto antipiastrinico - hanno un effetto positivo sul sistema circolatorio e riducono i livelli di colesterolo nel sangue;
  • Anticoagulanti (warfarin, eparina) - non consentono al sangue di coagulare nei vasi, prevengono lo sviluppo di coaguli di sangue;
  • Antispastici (Drotaverin) - alleviare gli spasmi e alleviare il dolore;
  • Gli unguenti antibiotici (Oflokain, Delaskin, Levomekol, Dimexide) sono utilizzati in presenza di ulcere trofiche;
  • Farmaci che migliorano la nutrizione dei tessuti (Zincteral);
  • Vasodilatatori (Vazonit, Agapurin, Vazaprostan, Pentoxifylline, Pentillin, Trenal);
  • vitamine;
  • Procedure di fisioterapia - darsonvalizzazione, elettroforesi con novocaina, ossigenazione iperbarica.

Trattamenti chirurgici

Chirurgia - l'ultima misura nel trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori. Di norma, la chirurgia è prescritta per ischemia pronunciata e l'insorgenza di complicanze molto forti.

In questo caso discuteremo le seguenti procedure:

  • Shunting - creando un percorso aggiuntivo per il flusso di sangue intorno al sito di restringimento dell'arteria;
  • Angioplastica a palloncino - introduzione nella cavità di una nave del palloncino, espandendo il lume arterioso;
  • Stenting delle arterie - un puntone tubolare è posto nel vaso interessato, che mantiene il diametro dell'arteria al livello desiderato;
  • Endarterectomia: rimozione dell'area colpita della nave insieme alla placca aterosclerotica;
  • Autodermoplastika - usato per il trattamento di ulcere trofiche che sono scarsamente suscettibili alla terapia locale;
  • Protesi - sostituzione con un vaso autoveno o sintetico della parte interessata dell'arteria;
  • Amputazione del reparto necrotizzato della gamba con la successiva installazione della protesi.

Metodi tradizionali di trattamento

Si verifica un approccio non convenzionale al trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, ma in questo caso è necessario il consiglio di uno specialista esperto. Per quanto riguarda le ricette, prima di te le opzioni più efficaci e popolari.

Ricetta numero 1 - tintura

  • Ippocastano (frutto) - 20 g;
  • Hop ordinario - 45 g;
  • Bighead a forma di cartamo - 35 g;
  • Acqua - al ritmo di 200 g di liquido per 2 g di miscela.
  1. Unire miscela di erbe.
  2. Riempirlo solo con acqua bollente.
  3. Insistere per tre ore.
  4. Prendiamo un giorno per ½ tazza.

Ricetta numero 2 - decotto

  • Camomilla (fiori) - 1 cucchiaino;
  • Rezeda - 1 cucchiaino;
  • Piantaggine - 1 cucchiaino;
  • Erba di San Giovanni - 1 cucchiaino;
  • Acqua - 200 ml;
  • Salvia - 1 cucchiaino.

Se lo si desidera, la composizione può essere leggermente modificata:

  • Salvia - 1 cucchiaino;
  • Piantaggine - 1 cucchiaino;
  • Erba di San Giovanni - 1 cucchiaino;
  • Churn - 1 cucchiaino;
  • Camomilla (fiori) - 1 cucchiaino;
  • Acqua - 200 ml.
  1. Colleghiamo tutti i componenti.
  2. Riempi la composizione (1 cucchiaino di cucchiaio) con acqua bollente.
  3. Insisti per un giorno in un armadio buio.
  4. Usiamo per le applicazioni per le gambe al mattino e prima di coricarsi. I piedi dovrebbero essere lavati accuratamente prima della procedura.

Ricetta numero 3 - sfregamento

  • Olio d'oliva - 1 cucchiaio. cucchiaio;
  • Olio di olivello spinoso - 1 cucchiaio. un cucchiaio
  1. Mescolare entrambi gli oli
  2. Strofiniamo la miscela sulla pelle colpita come una crema.
  3. Usiamo per tre settimane.

Numero di ricetta 4

  • Semi di aneto (schiacciati) - 1 cucchiaio. cucchiaio;
  • Acqua bollente - 200 ml.
  1. Riempi l'aneto solo con acqua bollita.
  2. Diamo il tempo di insistere.
  3. Beviamo quattro cucchiaini quattro volte al giorno.

Ricetta numero 5

  • La radice di elecampane (a secco) - 20 g;
  • Tintura di propoli (20%) - 100 ml;
  • Alcool - 100 ml.
  1. Maciniamo la radice dell'enula campana e la versiamo in una bottiglia di vetro scuro.
  2. Insisti 20 giorni in un armadio buio.
  3. Aggiungi la tintura di propoli.
  4. Assunto 3 volte al giorno per 25-30 gocce.

Numero di ricetta 6

  • Rowan Bark - 400 g;
  • Acqua - 1 l.
  1. Riempire la corteccia di cenere di montagna con 1 litro di acqua bollita.
  2. Cuocere per 2 ore in un fuoco silenzioso.
  3. Dare fresco e filtrare attraverso una garza, piegato in diversi strati.
  4. Beviamo prima dei pasti.

L'aterosclerosi dei vasi della gamba è una malattia grave e molto pericolosa che necessita di misure urgenti e qualificate. Solo in questo caso possiamo sperare, se non per una ripresa assoluta, almeno per un miglioramento significativo della salute.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Perché i globuli bianchi si sono abbassati e cosa significa?

Un basso numero di globuli bianchi è chiamato leucopenia. Poiché i leucociti nel corpo sono responsabili delle funzioni protettive, il loro basso livello porta a una diminuzione dell'immunità.

La migliore compressione di compressione calze di classe 2 per le donne

Calze a compressione 2 compressione di classe per donne e uomini sono anche chiamate anti-varicose. Il medico le prescrive per la diagnosi dell'insufficienza venosa cronica degli arti inferiori.