Come rimuovere un grumo di sangue sulla gamba?

La completa sovrapposizione dei vasi sanguigni degli arti inferiori con i coaguli di sangue porta a uno stato quando è necessaria una rimozione urgente dei coaguli di sangue per salvare la vita di una persona. L'operazione è necessaria per la normalizzazione del flusso sanguigno e la formazione di coaguli con una cima non fissata (galleggiante). Possono separarsi dal muro e muoversi con il flusso sanguigno, causando ictus, infarto, cancrena dell'embrione e embolia polmonare. L'urgenza e il metodo di rimozione sono determinati dal dottore-flebologo, tenendo conto della possibilità di galleggiare sul coagulo galleggiante.

Segni di malattia

I sintomi della trombosi delle gambe dovrebbero essere noti a tutti. Per ridurre il rischio di gravi conseguenze della malattia è possibile in caso di rilevamento tempestivo della trombosi. Situato nel tessuto adiposo sotto la pelle delle vene superficiali, è facile riconoscere la presenza di un grumo di sangue nella gamba. Ciò è evidenziato da:

  • arrossamento della pelle;
  • l'aspetto della rete venosa;
  • sigillo a punti;
  • gonfiore;
  • crampi ai muscoli del polpaccio;
  • dolore quando ci si muove.

La trombosi venosa profonda degli arti inferiori talvolta si manifesta solo nel caso di una forma avanzata della malattia. Con questa patologia si verifica:

  • sensazione di pesantezza alle gambe;
  • gonfiore;
  • colore bluastro innaturale degli arti;
  • indurimento doloroso;
  • infiammazione linfonodale;
  • dolore acuto durante il lavoro fisico;
  • diffusione della gamba interna;
  • febbre di una gamba infiammata o di tutto il corpo;
  • febbre.
Torna al sommario

Diagnosi della malattia

Se i sintomi indicano che i coaguli di sangue nelle vene delle gambe sono comparsi, è necessario condurre una diagnosi specializzata. Esistono diversi modi per diagnosticare:

  • Analisi del sangue ELISA. Metodo altamente informativo, ma in presenza di malattie sistemiche nascoste può essere inaffidabile.
  • Test funzionali Valutare la condizione delle vene safene, ma non possono indicare la posizione esatta del trombo.
  • Doppler. Esame ecografico delle vene superficiali e profonde. Il metodo è veloce e sicuro, mostra chiaramente come il sangue passa attraverso i vasi. Con una certezza del 90% determina la presenza di un coagulo di sangue e la sua posizione.
  • Angiografia. Prima di essere somministrato, una sostanza radiopaca viene iniettata nella vena. Una tomografia computerizzata (radiografia) dopo questo, mostra chiaramente una vena con segni di trombosi, tra cui una nuova formazione che non è visibile con gli ultrasuoni.
Torna al sommario

Metodi per eseguire un intervento chirurgico coagulato delle gambe

Dopo una diagnosi accurata, lo specialista prescrive il trattamento al paziente. Se l'effetto della terapia conservativa con trombolitici è assente, vi è un coagulo di dimensioni considerevoli e vi è un'alta probabilità della sua separazione, viene prescritta un'operazione e un coagulo di sangue viene rimosso dall'arteria degli arti inferiori. I motivi dell'operazione sono anche:

  • la gravidanza;
  • condizione grave del paziente;
  • flebotrombosi traumatica.

Trombectomia endovascolare

È indicato per i pazienti con trombosi dei grandi vasi sanguigni della gamba. La rimozione avviene con un catetere speciale con conservazione della nave. L'arteria viene incisa e un catetere a palloncino viene inserito nella cavità sotto controllo a raggi X. Dopo il contatto con un coagulo di sangue, viene riempito con una soluzione di cloruro di sodio e viene estratto con un coagulo di sangue. La procedura viene ripetuta fino a quando la nave è completamente pulita.

Trombectomia a onde radio

Questo è un moderno, eliminando il rischio di complicazioni e sanguinamento, chirurgia. Un catetere Rotarex o Aspirex con attacco a onde radio del sistema endovascolare Straub viene iniettato nella vena delle gambe vicino al trombo, il dispositivo si accende e scioglie il coagulo. Possono essere usati in tutti i vasi sanguigni, eccetto quelli cerebrali, coronarici e polmonari. La necessità di un trattamento ospedaliero è eliminata.

chirurgia

L'operazione per rimuovere un trombo degli arti inferiori (trombectomia tradizionale) viene eseguita in casi particolarmente gravi (il rischio di un coagulo che si sposta nell'arteria polmonare e disturba l'integrità della vena) in anestesia generale. In questo caso, parte della vena delle gambe viene rimossa. Dopo l'intervento, il paziente deve essere in ospedale fino alla rimozione delle suture. Un'altra opzione per l'intervento chirurgico per le indicazioni di emergenza è la chirurgia incrociata: la legatura della grande vena safena viene eseguita in anestesia generale.

Quando un coagulo di sangue viene rimosso con questo metodo, è possibile una grossa perdita di sangue, vi è il rischio di infezione e la riabilitazione postoperatoria a lungo termine è richiesta.

Trappole trombo

Se la diagnosi rivela la presenza di un trombo fluttuante e l'intervento chirurgico è vietato (ad esempio, oncologia, emofilia, intervento chirurgico al cuore), i filtri cava vengono installati all'interno delle arterie. Il loro obiettivo è la ritenzione di un coagulo che passa attraverso il flusso sanguigno verso gli organi vitali: polmoni, cuore. Il sangue circola liberamente attraverso di loro e la migrazione dei coaguli di sangue indugia. Dopo la scomparsa del filtro di pericolo è meglio rimuovere. L'operazione è non traumatica, viene eseguita attraverso una puntura della pelle della gamba sotto controllo radiografico, ma c'è il rischio di infezione, danno all'arteria e una reazione allergica. Il filtro può staccarsi e entrare nel cuore con il sangue.

Dopo la rimozione di un coagulo di sangue dall'arteria, rimane il rischio di ricorrenza della patologia. Pertanto, il paziente deve continuare il trattamento conservativo prescritto dai farmaci del medico e seguire tutte le sue raccomandazioni. Le persone che hanno avuto un'operazione per rimuovere un coagulo di sangue sulle loro gambe hanno bisogno di ricostruire il loro stile di vita, liberarsi delle cattive abitudini, correggere la loro dieta e il programma di esercizi. Si raccomanda di eseguire regolarmente la ginnastica con insufficienza venosa.

Preparazione e svolgimento di un intervento chirurgico per rimuovere i coaguli di sangue nelle gambe

Il concetto di trombectomia, le indicazioni per la sua condotta

Una trombectomia è un'operazione per rimuovere un coagulo di sangue che ostruisce il lume di un vaso sanguigno al fine di ripristinare il normale flusso sanguigno.

Un coagulo di sangue è un coagulo di sangue che ostruisce parzialmente o completamente un vaso sanguigno. Può essere attaccato alla parete del vaso tramite muro, galleggiante o mezzi occlusali.

Il più pericoloso è un trombo fluttuante, quando una sua estremità viene lavata con sangue da tutti i lati. Esiste un reale pericolo di separazione dalla parete del vaso e di entrare nel cuore, nei polmoni o in un altro organo importante con il flusso sanguigno, portando a serie complicazioni o morte.

Una malattia che diagnostica i coaguli di sangue nei vasi sanguigni è chiamata trombosi. I coaguli di sangue possono formarsi in grandi vene e arterie, in piccoli vasi capillari. Ma più che la trombosi sono predisposte le vene profonde degli arti inferiori. Quando la trombosi delle vene delle gambe nel luogo di violazione del flusso sanguigno appare gonfiore, scolorimento della pelle, dolore lancinante. Nei casi più gravi, atrofia muscolare, necrosi e cancrena possono verificarsi sul piede.

Le indicazioni per la trombectomia delle vene degli arti inferiori devono essere considerate:

  • blocco di una grande nave con un coagulo di sangue - la vena cava inferiore;
  • grandi dimensioni del coagulo di sangue;
  • trombi galleggianti;
  • gravidanza, ecc.

La chirurgia è controindicata nei pazienti:

  • con un alto grado di esaurimento;
  • con malattia mentale;
  • nell'ultimo trimestre di gravidanza;
  • con segni di sepsi;
  • con cancrena degli arti;
  • con tumori maligni, ecc.

Solo il medico decide di condurre una chirurgia di emergenza o elettiva su base individuale per ciascun paziente.

I vantaggi della trombectomia degli arti inferiori sono:

  • bassa invasività;
  • ripristino del flusso sanguigno della vena;
  • normalizzazione delle condizioni del paziente: eliminazione di gonfiore, dolore, disagio;
  • riabilitazione rapida.

In caso di chirurgia non riuscita, sono possibili varie complicazioni sotto forma di recidiva, infezione della ferita, ecc.

Va notato che la rimozione dei coaguli di sangue dal vaso sanguigno è una misura di emergenza necessaria per migliorare la condizione del paziente, ma non elimina la malattia stessa - una trombosi che richiede un trattamento obbligatorio.

Diagnosi di trombosi e preparazione alla trombectomia

Prima di decidere l'intervento chirurgico, il flebologo chiarirà la diagnosi corretta. Durante le attività diagnostiche, viene stabilita la posizione esatta del trombo, il metodo del suo attaccamento alla parete del vaso sanguigno e il grado di danno causato ai tessuti come risultato della rottura del normale flusso sanguigno.

Nella diagnosi vengono utilizzati i seguenti metodi di esame:

  • Ultrasuoni - scansione duplex dei vasi sanguigni degli arti inferiori, a seguito della quale si riscontra un'occlusione venosa;
  • flebografia - la radiografia con l'introduzione nella vena di uno speciale agente di contrasto, mostra la condizione delle vene del paziente al momento dell'ispezione;
  • Risonanza magnetica (se necessario);
  • valutazione dei risultati degli esami del sangue.

Dopo la diagnosi, il medico prescrive il giorno della trombectomia, fornisce importanti raccomandazioni preoperatorie.

Vale la pena notare che il trattamento chirurgico delle vene delle gambe viene eseguito in anestesia locale, pertanto non vengono prese misure preparatorie speciali. Durante questo periodo, il paziente è raccomandato:

  • indossare scarpe comode e spaziose che non schiacciano i vasi sanguigni nelle gambe;
  • cancellare i farmaci se sono stati precedentemente prescritti;
  • preparare la gamba per un intervento chirurgico: rimuovere i peli, effettuare le procedure igieniche.

In questo caso non è necessario pulire l'intestino con un clistere.

L'essenza dell'operazione per rimuovere un coagulo di sangue degli arti inferiori

La trombectomia richiede attrezzature moderne e medici specializzati. La tecnica di operazione non è particolarmente difficile e consente di ottenere coaguli di sangue in quasi tutte le arterie e le vene. Ci sono 2 modi per eseguire la trombectomia:

  • tradizionale (con asportazione della nave);
  • endovascolare.

Con la tecnica tradizionale di eseguire questa operazione, una vena viene trovata e incisa sopra l'area interessata. Utilizzando uno strumento speciale per rimuovere il trombo, interferendo con il flusso di sangue. Quindi l'incisione viene suturata.

La trombectomia endovascolare può essere utilizzata per rimuovere un coagulo di sangue con un catetere con un palloncino gonfio alla fine preservando l'integrità del vaso sanguigno ostruito, ad eccezione di una piccola incisione per entrare nella vena.

I chirurghi con un catetere trovano un coagulo di sangue, lo catturano e lo portano fuori. Durante l'operazione, la manipolazione del catetere a palloncino viene monitorata con raggi X.

La procedura di pulizia per i coaguli di sangue può essere eseguita più volte. Quindi viene suturato il punto di ingresso dell'apparecchiatura nella vena. Una fascia elastica viene applicata alla gamba operata.

Con un trombo di flottazione diagnosticato, è possibile installare un ulteriore filtro anti-cava per un'assicurazione aggiuntiva. Il dispositivo specificato con una separazione improvvisa di un coagulo di sangue sarà in grado di tenerlo nel posto giusto e prevenire gravi complicazioni. Dopo l'intervento chirurgico, viene eseguita un'arteriografia di controllo.

L'intervento chirurgico di questo tipo viene effettuato nel reparto di chirurgia vascolare e, a seconda della complessità, può durare da alcuni minuti a 2 ore.

Periodo postoperatorio

Dopo la trombectomia delle vene degli arti inferiori, eseguita con successo da specialisti qualificati, il paziente sarà in grado di tornare alla vita quotidiana in pochi giorni.

Durante il periodo postoperatorio, viene eseguito un trattamento conservativo come prescritto dal medico curante:

  • fluidificanti del sangue per prevenire la formazione di nuovi coaguli di sangue (Warfarin);
  • preparazioni per la normalizzazione della microcircolazione e il ripristino del tono venoso (pentossifillina);
  • unguenti speciali per coaguli di sangue (Hepatrombin);
  • antiossidanti;
  • vitamine, ecc.

Al fine di evitare varie complicazioni, è necessario nei primi 6 mesi dopo l'intervento chirurgico seguire alcune raccomandazioni:

  • allenarsi, ma non caricare la gamba operata;
  • condurre uno stile di vita attivo;
  • utilizzare la compressione elastica: bende, calze, calze, collant;
  • mangiare bene;
  • applicare la fisioterapia;
  • eseguire un leggero automassaggio;
  • astenersi dal visitare bagni, saune;
  • eliminare le cattive abitudini.

In alcuni casi, nonostante il rispetto di tutte le raccomandazioni di uno specialista, la trombosi venosa degli arti inferiori può essere ripetuta. A questo proposito, dovrebbe essere regolarmente esaminato da un flebologo e, se necessario, sottoporsi a un trattamento.

Quindi, con la trombectomia eseguita tempestivamente e l'adempimento di tutti gli appuntamenti del medico curante, il paziente sarà in grado di tornare alla vita ordinaria in breve tempo.

Come rimuovere un coagulo di sangue da una vena alla gamba?

Trombectomia - intervento chirurgico per rimuovere un coagulo di sangue dal sistema vascolare. Coaguli di sangue - coaguli di sangue, si formano nelle vene, vasi capillari e arterie. Non tutti i fattori che innescano il meccanismo di sviluppo della trombosi sono noti alla medicina moderna. Ma è assolutamente certo che il processo di formazione del coagulo è una conseguenza dell'emostasi.

L'operazione viene eseguita utilizzando varie tecniche. Lei ha indicazioni mediche e controindicazioni. La manipolazione viene eseguita in modo pianificato, così come l'aiuto di emergenza al paziente. La decisione è presa dal chirurgo.

La trombectomia comporta l'incisione della pelle attraverso la quale viene rimosso il coagulo di sangue esistente. Ma spesso le opzioni endoscopiche praticate che consentono di ridurre al minimo l'impatto traumatico, abbreviare il periodo di riabilitazione.

L'intervento aiuta a ripristinare la normale circolazione sanguigna, ma non cura le vene varicose. Considerare come viene eseguita la rimozione di un coagulo di sangue nella gamba, quali metodi utilizzare i chirurghi e quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite durante il periodo postoperatorio.

Cosa in questo articolo:

Indicazioni per la rimozione chirurgica del trombo nella gamba

La formazione di trombi è la formazione di un trombo nella gamba o nelle vene di altre aree del corpo: si tratta di una grave patologia che rappresenta una vera minaccia non solo per la salute, ma anche per la vita di una persona. Di particolare pericolo è la trombosi venosa profonda, dal momento che il paziente più spesso non ha sintomi, nessun cambiamento esterno.

Quando un coagulo di sangue si stacca, insieme alla corrente del fluido biologico, entra nell'arteria polmonare e, di conseguenza, si verifica tromboembolismo. Con un tale processo, il conto continua per minuti, spesso l'immagine è deplorevole - una morte improvvisa.

Per le vene varicose, i pazienti devono consultare un medico per l'esame profilattico. Se è stato trovato un coagulo di sangue nelle gambe, è necessario rimuoverlo. Le indicazioni per l'intervento sono le seguenti:

  • La scansione duplex dei vasi sanguigni ha rivelato un grande trombo nell'arto;
  • Trombi (mobili) fluttuanti alla gamba. Tale coagulo di sangue può staccarsi in qualsiasi momento, causando l'occlusione acuta;
  • Grave vene varicose e piccola pelvi;
  • La tromboflebite e la flebotrombosi non possono essere curate con l'aiuto di farmaci;
  • Alta probabilità di occlusione dell'arteria polmonare o vasi sanguigni coronarici.

Un'operazione per un coagulo di sangue sulla gamba viene eseguita durante la tromboflebite nelle donne in gravidanza. L'intervento è indicato anche per le persone con diagnosi di trombosi venosa profonda progressiva degli arti inferiori.

Controindicazioni all'operazione:

  1. La presenza di patologie nella storia, che si verificano in forma grave.
  2. Sepsi.
  3. Esaurimento del corpo
  4. Cancrena dei piedi
  5. Patologia oncologica
  6. Gestosi durante la gravidanza.
  7. Anemia.
  8. Sindrome post-tromboflebitica.

La trombectomia non è raccomandata per i pazienti che non tollerano la terapia anticoagulante e per coloro che hanno avuto tromboflebiti dopo il trattamento con radiazioni.

Tecniche di operazioni

Quindi, come rimuovere i coaguli di sangue da una vena alla gamba? L'intervento chirurgico per rimuovere un coagulo di sangue nell'arto inferiore viene effettuato con due metodi. Il primo modo - il medico rimuove durante la manipolazione della vena o della nave colpita.

La seconda tecnica è una tecnica endovascolare, durante la quale solo un coagulo di sangue può essere rimosso, la nave non viene asportata. In altre parole, il dottore non lo tocca.

Le principali aree di localizzazione dei coaguli di sangue, che catturano le pareti vascolari, sono le vene degli arti inferiori, che confluiscono nella vena cava e nelle arterie femorali. La scelta di un particolare metodo di intervento è sempre determinata individualmente dal medico.

Quando scegli una tecnica prendi in considerazione questi momenti:

  • Localizzazione del trombo;
  • Tipo di coagulo di sangue - rivestimento, vicino alla parete, centrale o occludente;
  • La condizione del vaso sanguigno. Determinare il grado di violazione della sua struttura, il livello di deformazione delle pareti vascolari;
  • Fascia d'età del paziente;
  • Il benessere generale del paziente.

Tra le tecniche endovascolari che sembrano essere una buona alternativa al massiccio trattamento conservativo, la trombolisi selettiva è la più popolare. L'essenza della tecnica - utilizzando un catetere iniettato nella soluzione di droga coagulo di sangue (il farmaco appartiene al gruppo farmacologico di trombolitici). Questo permette al trombo di dissolversi. Questa tecnica viene utilizzata solo con piccoli e "freschi" coaguli di sangue.

L'efficacia della trombolisi selettiva aumenta quando viene utilizzata anche la frammentazione meccanica di un coagulo di liquido mediante un catetere. In questa forma di realizzazione, il chirurgo usa un catetere a palloncino.

L'aspirazione del coagulo da parte di un catetere viene effettuata mediante strumenti al momento della creazione di un carico negativo, che hanno un ampio lume.

Per aumentare l'efficacia e prevenire possibili complicanze, viene praticata contemporaneamente la distruzione meccanica di un coagulo di sangue, seguita da un trattamento trombolitico.

Metodo di trombectomia endovascolare

Nei pazienti con insufficienza venosa, esiste un alto rischio di coaguli di sangue nei vasi e nelle vene. Il metodo principale che aiuta a diagnosticare la presenza di un coagulo è la scansione duplex ultrasonica. Non solo ti permette di trovare un coagulo di sangue, ma determina anche la sua densità, la presenza di frammenti in movimento, il grado di sovrapposizione del lume vascolare.

Il pericolo del processo patologico è che nel 99% dei casi procede senza sintomi, se il sangue passa senza resistenza. È anche richiesto di determinare "l'età del trombo", è determinato dal numero di soluzioni alternative.

La rimozione di un coagulo di sangue nella gamba viene eseguita in ospedale. È preferibile utilizzare il metodo endovascolare per un trombo nelle gambe, poiché consente di salvare un vaso sanguigno. Utilizzando l'angiografia determinare la posizione dell'area patologica.

L'intervento consiste in diverse fasi:

  1. Il chirurgo determina la localizzazione di un coagulo di sangue.
  2. Il muro del vaso sanguigno è inciso.
  3. Un catetere a palloncino vuoto viene inserito attraverso l'incisione.
  4. Il medico sposta lentamente il catetere sul coagulo, controllando allo stesso tempo la sua posizione nel vaso attraverso i raggi x.
  5. Quando un trombo e un catetere entrano in contatto, viene iniettata fisiologica salina nel dispositivo.
  6. Lo strumento fumetto viene estratto lentamente.

Il catetere allungato cattura il trombo, "porta" al sito dell'incisione. È l'uso di un catetere che riduce al minimo la probabilità di sanguinamento pesante.

Metodo tradizionale per trombectomia

Quando le vene varicose spesso formano coaguli di sangue. Possono facilmente entrare nella vena cava, portare al blocco delle arterie polmonari, che porta a conseguenze negative e persino alla morte. La chirurgia d'urgenza è necessaria nei casi in cui vi è un alto rischio di sviluppare cancrena delle gambe.

L'intervento viene eseguito in anestesia generale. Il medico accede con un taglio all'inguine o alla vena inferiore. Per preservare le valvole venose, durante l'intervento chirurgico vengono utilizzati cateteri con due cilindri.

Per rimuovere un trombo con trombectomia tradizionale, viene praticata un'incisione appena sopra il sito di un coagulo di sangue. Allo stesso tempo un coagulo di sangue può essere rimosso da qualsiasi parte del corpo. Successivamente, il chirurgo introduce uno strumento speciale con cui rimuovere il coagulo di sangue all'esterno. Il sito dell'incisione è suturato. L'operazione è finita.

Se un coagulo di sangue si è spezzato, il lume dell'arteria polmonare si è chiuso, quindi l'intervento chirurgico viene eseguito immediatamente. Il chirurgo ottiene l'accesso al cuore aperto - conduce l'apertura del torace.

Durante la manipolazione del paziente è collegato a un respiratore.

Rimozione laser di coaguli di sangue negli arti inferiori

La rimozione laser di un coagulo di sangue in una nave è un modo relativamente nuovo. La procedura viene eseguita in anestesia locale. Un medico entra in un catetere nella cavità della vena sopra la posizione del coagulo - i raggi laser viaggiano lungo di esso, contribuiscono all'incollaggio del lume venoso. Con questa tecnica, è possibile chiudere solo le parti interessate della nave.

Il trattamento laser della trombosi delle gambe ha i suoi pro e contro. Gli svantaggi includono il prezzo della manipolazione - piuttosto alto. Un altro inconveniente: l'efficacia solo con un diametro dei vasi sanguigni fino a 1 cm, altrimenti si consiglia di eseguire la trombectomia.

Uno svantaggio significativo è il fatto che dopo l'ablazione il paziente può sviluppare vene varicose in quest'area. Controindicazioni al trattamento laser: sovrappeso in un paziente, aterosclerosi dei vasi.

  • Bassa invasività;
  • Non c'è bisogno di tagliare;
  • indolore;
  • Breve tempo di recupero;
  • Bassa probabilità di recidiva;
  • Salvataggio della nave.

Dopo la rimozione laser di un coagulo di sangue, il periodo di riabilitazione è breve - 4-5 giorni. Dopo la procedura, non è necessario essere in condizioni stazionarie, il paziente può andare a casa.

Periodo dopo l'intervento

Dopo trombectomia delle vene degli arti inferiori, il paziente riceve raccomandazioni dal medico curante. Di norma, il periodo di recupero è breve, una settimana dopo la manipolazione, è possibile tornare alla vita normale.

Dopo l'intervento chirurgico, è necessaria la terapia farmacologica. Implica l'uso di droghe. Quindi, i farmaci sono prescritti per fluidificare il sangue - aiutano a prevenire la formazione di nuovi coaguli di sangue (Warfarin).

Per normalizzare la microcircolazione e ripristinare il tono delle vene, si consiglia di usare pentossifillina. Il regime di trattamento comprende agenti topici, come unguento Gepatrombin. Per mantenere il benessere generale è necessario assumere vitamine.

Sei mesi dopo l'intervento, dovresti seguire questi consigli:

  1. Allenare la gamba operata.
  2. Condurre uno stile di vita attivo, praticare sport.
  3. Indossare indumenti di compressione postoperatoria.
  4. Mangia giusto ed equilibrato.
  5. Fare un leggero massaggio della gamba operata (aiuta a migliorare il flusso sanguigno).
  6. Rifiuta di visitare il bagno / sauna.

Dopo la trombectomia, le complicanze sono rare. In alcuni casi, il sangue può essere versato dall'incisione. Se tra due giorni il sanguinamento non si ferma, è necessario consultare un medico. Con un trattamento improprio della ferita c'è il rischio di infezione - la ferita si gonfia, diventa rossa e fa male quando viene palpata. Il costo della trombectomia dipende dalla clinica e dal luogo di residenza della persona, il prezzo di 20.000 rubli.

I metodi per il trattamento della trombosi sono discussi nel video in questo articolo.

Trombectomia - Come viene eseguita l'operazione per rimuovere un coagulo di sangue nella gamba?

La trombosi degli arti inferiori coinvolge spesso la trombectomia, che è la rimozione di un trombo nella gamba per intervento chirurgico. Ci sono due modi per eseguire l'operazione: standard ed endovascolare - senza escissione dei vasi sanguigni.

Cos'è la trombectomia

La trombosi (flebotrombosi) può comparire in tutti i vasi sanguigni - vene, arterie e capillari, ma le vene profonde degli arti inferiori sono più spesso colpite. I sintomi di disturbi circolatori sono gonfiore, decolorazione della pelle, dolore. Nei casi gravi, la patologia porta a atrofia muscolare, necrosi o infezione tissutale.

Particolarmente pericolosi sono i trombi galleggianti. Sono lavati con sangue da tutti i lati, possono staccarsi e entrare nell'organo vitale insieme al flusso sanguigno, causando gravi conseguenze o la morte.

La trombectomia comprende una serie di misure per trovare e rimuovere un coagulo di sangue, ripristinare la normale circolazione sanguigna ed eliminare i segni di trombosi. Questo è il metodo più sicuro ed efficace per il trattamento di tromboflebiti, vene varicose e altre malattie vascolari degli arti inferiori. Un tipo di intervento è la tromboembolectomia. Questa è una procedura chirurgica per sbarazzarsi di coaguli di sangue nelle arterie e nelle vene periferiche.

Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia

Se sospetti di avere malattie circolatorie, dovresti consultare un flebologo. Dopo la ricerca, lo specialista prescrive il trattamento.

Indicazioni per l'operazione di rimuovere un coagulo di sangue sulla gamba:

  • Occlusione di grandi vasi delle gambe (vena cava inferiore);
  • Trombo di grandi dimensioni;
  • Un coagulo di sangue mobile che può staccarsi dalle pareti di un'arteria o una vena;
  • Complicazioni delle vene varicose;
  • Mancanza di effetto terapeutico dal trattamento farmacologico per le malattie vascolari.

Dopo l'esame, il flebologo invia un appuntamento a un chirurgo vascolare, è lui che decide sull'operazione - ogni caso è unico, quindi lo schema di intervento e la successiva riabilitazione sono determinati individualmente.

La trombectomia può essere eseguita su donne in gravidanza senza alcuna controindicazione: l'ultimo trimestre o la preeclampsia.

Controindicazioni per le operazioni che eliminano i coaguli di sangue nella gamba:

  • Deplezione critica del corpo;
  • Malattia mentale;
  • Infezione del sangue;
  • Educazione al cancro di qualsiasi tipo;
  • l'anemia;
  • Esacerbazione di malattie sistemiche;
  • Sindrome post-tromboflebica;
  • Intolleranza alla terapia anticoagulante.

I principali tipi di chirurgia

La trombectomia viene eseguita per restituire ai pazienti l'opportunità di condurre uno stile di vita attivo e ridurre la probabilità di complicanze delle malattie vascolari degli arti inferiori.

Considera come rimuovere un grumo di sangue da una vena della gamba.

Trombectomia tradizionale

Nella chirurgia classica, un coagulo di sangue viene rimosso tagliando la parete della vena. Per fare questo, utilizzare un bisturi, un coltello a laser oa onde radio. Il coagulo viene rimosso meccanicamente, disinfettare la cavità della nave e cucire. L'operazione avviene in anestesia generale, quindi, prima delle manipolazioni, si dovrebbe rifiutare di mangiare per 12 ore. La procedura prevede la riabilitazione a lungo termine e l'assunzione di anticoagulanti dopo l'intervento. Il paziente è in ospedale fino alla rimozione delle suture. Durante la manipolazione c'è il rischio di sanguinamento e infezione, quindi è necessaria una riabilitazione a lungo termine.

Chirurgia tradizionale per trombosi e tromboflebiti, usata per trattare le vene superficiali. Il prezzo della trombectomia dipende dalla regione, dallo stato dell'istituto medico e dalla complessità della procedura, il costo minimo dell'intervento chirurgico è di 20.000 rubli.

Chirurgia endovascolare

Moderno metodo minimamente invasivo di recupero - chirurgia endovascolare. Perché la procedura richiede attrezzature moderne, quindi il prezzo della trombectomia sarà più alto. Ma questa tecnica elimina l'escissione delle vene, il che significa che il recupero sarà più veloce.

Con un'ispezione visiva costante, un catetere viene applicato al coagulo attraverso i vasi. Esistono tre modi principali di intervento minimamente invasivo:

  • Aspirazione: distruzione di un coagulo di sangue e sua rimozione dalla vena;
  • Trombectomia reolitica: le manipolazioni vengono eseguite usando corrente elettrica;
  • Trombolisi: la disintegrazione del coagulo viene effettuata con preparazioni speciali.

Il modo migliore per combattere la trombosi è la trombolisi. Altri tipi di chirurgia endovascolare per le vene hanno una maggiore probabilità di coagulazione di entrare in grandi vasi sanguigni.

L'intervento mini-invasivo avviene in anestesia locale, la trombectomia è particolarmente efficace per la trombosi venosa profonda con rischio di sviluppare embolia polmonare. Pertanto, prima viene eseguita l'anestesia, dopodiché inizia la procedura stessa. Un catetere viene inserito in una grande nave da cui è possibile raggiungere l'area interessata. Con l'aiuto di un angiografo, viene portato nel posto giusto, quindi il farmaco viene iniettato nel trombo, distruggendolo.

Durante la trombectomia endovascolare, non c'è praticamente alcuna violazione dell'integrità della pelle, tutte le manipolazioni sono necessariamente controllate da un medico. La durata dell'operazione è di 15-30 minuti.

Preparazione per la chirurgia

La diagnosi viene effettuata da un flebologo. Stabilisce la posizione del trombo, il metodo di attacco del coagulo alla vena e il danno causato ai tessuti circostanti.

La procedura viene eseguita in anestesia, quindi la trombectomia non ha raccomandazioni particolari al momento della preparazione. Ma i pazienti sono raccomandati:

  • Dare la preferenza a scarpe comode che non interferiscano con la circolazione del sangue;
  • Smettere di assumere farmaci incompatibili con l'operazione;
  • Prima della manipolazione dovrebbero essere procedure igieniche: lavare i piedi, rimuovere i capelli nella zona operata.

Se non si dispone di una operazione per trombosi quando compaiono i sintomi, allora il rischio di complicazioni come embolia polmonare, ictus ischemico, infarto, aumento di emorragia cerebrale e mancanza di terapia può portare alla morte.

reinserimento

Già dopo 3-5 giorni dall'intervento, il paziente sarà in grado di tornare alla vita normale. Ma per evitare complicazioni è necessario aderire alle seguenti raccomandazioni:

  • Come indicato da un medico, assumere anticoagulanti e agenti anticoagulanti che aiutano a normalizzare la circolazione sanguigna negli arti;
  • Assunzione di vitamine e antiossidanti per stimolare il sistema immunitario;
  • Nei primi tre giorni dopo la trombectomia, indossare, senza rimuovere, la maglieria a compressione;
  • Durante il mese dopo l'operazione, si consiglia di abbandonare lo sforzo fisico, quindi introdurre gradualmente esercizi leggeri per sviluppare la gamba;
  • Attenersi ad una dieta equilibrata;
  • Non usare saune, bagni, non fare un bagno caldo;
  • Sottoporsi a fisioterapia, praticate un leggero massaggio;
  • Sbarazzati delle cattive abitudini: bere e fumare.

La durata del periodo di riabilitazione viene determinata individualmente, in base alle condizioni del paziente. Per questo, è necessario essere osservato per diversi mesi dopo la trombectomia presso il medico curante.

L'operazione non risolve il problema dei coaguli sanguigni, quindi dopo l'intervento è necessario tornare al trattamento medico delle malattie delle vene degli arti inferiori.

Recensioni

Già molti pazienti hanno testato l'operazione per rimuovere i coaguli di sangue. La maggior parte dei pazienti risponde positivamente alla chirurgia.

Le gambe di mia madre sono doloranti da molto tempo, quindi la domanda di trattamento è stata aperta da tempo. E dopo un'altra visita agli specialisti, si è scoperto che la sua maggiore coagulazione del sangue e metodi conservativi non la aiuteranno. Il medico suggerì un'operazione, fu deciso di condurre una procedura classica con l'incisione dell'area del vaso sanguigno malato. Il pieno recupero ha richiesto diversi mesi, ma ora il problema è risolto. Accetta anticoagulanti e complessi vitaminici per prevenire questa condizione.

Irina, 39 anni, Ryazan.

La tromboflebite è stata diagnosticata molto tempo fa, quindi i pensieri sul trattamento erano già maturi nella testa. Dopo aver studiato le informazioni su Internet, mi sono rivolto a un medico per un consiglio, dove mi è stato detto sui metodi moderni di rimozione dei coaguli di sangue. Non osò per molto tempo - l'operazione era sicura, ma costosa, ma il dottore mi persuase. Ho scoperto che temevo invano - nei primi giorni ho dovuto indossare maglieria a compressione, e dopo un paio di giorni ero libero di muoversi, fare ginnastica e condurre una vita normale.

Michael, 54 anni, New Urengoy.

Se hai problemi con le gambe, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. La trombectomia è un modo moderno per sbarazzarsi di un coagulo di sangue, per eliminare il dolore e la tensione delle gambe, per proteggersi dalle complicazioni che possono essere causate da problemi di circolazione sanguigna. Il metodo migliore è la chirurgia endovascolare, che non richiede l'anestesia generale, e la guarigione vascolare postoperatoria si verifica il prima possibile. Prima della procedura, è necessario consultare un medico flebologo e un chirurgo vascolare.

Sintomi e metodi per rimuovere un coagulo di sangue nella gamba

La trombosi è una patologia associata alla formazione di un coagulo di sangue nel lume di una nave che interferisce con una circolazione sana, che causa conseguenze più gravi. Il trombo nella gamba appare più spesso. Dal momento che questo è facilitato dalle caratteristiche della circolazione del sangue negli arti inferiori, vale a dire la circolazione ascendente attraverso le vene e le arterie. È importante riconoscere i segni di questa malattia in tempo utile per consultare rapidamente un medico e iniziare un trattamento tempestivo senza attendere complicazioni.

Caratteristiche di patologia

Non tutti sanno cos'è una trombosi finché non la incontra. Nonostante il fatto che la malattia rappresenti una minaccia diretta per la salute e la vita del paziente, la formazione di trombi è un processo completamente naturale. Le piastrine contenute nel sangue umano sono tenute insieme e formano un grumo che ostruisce la nave quando è danneggiata, ferma il sanguinamento e promuove la guarigione.

Dicono di patologia nel caso in cui un coagulo di sangue si forma senza danneggiare la parete vascolare e si attacca a esso, interferendo con il flusso sanguigno. Un coagulo di sangue può reggere e può tendere a rompere. Se ciò accade, il paziente avrà bisogno di un'operazione di emergenza, poiché un coagulo di sangue può ostruire un vaso vitale.

La trombosi dei vasi della gamba è divisa in diversi tipi. A seconda dei vasi interessati, si distinguono la superficie (le vene safene o le arterie) e la profondità (le arterie interne interessate).

La trombosi acuta e cronica condivide la natura del corso. Esiste anche un tipo separato di malattia: la tromboflebite, in cui la formazione di un coagulo di sangue è preceduta da un processo infiammatorio. Inoltre, la trombosi è differenziata dalla localizzazione.

Quadro clinico

La trombosi degli arti inferiori è pericolosa perché si manifesta improvvisamente e, mano a mano che si sviluppa, spesso non mostra sintomi e segni. Spesso, la patologia viene diagnosticata per caso durante un esame profilattico. In vari gradi di manifestazione della malattia sono espressi come le seguenti modifiche:

  • dolore ai piedi, alle gambe, alle ginocchia o alle cosce, aggravato dal camminare, camminare o dopo l'esercizio;
  • cambiamenti nel colore della pelle, che può diventare rosso o bluastro;
  • la superficie della pelle può diventare lucida;
  • gonfiore alle gambe;
  • pesantezza alle gambe;
  • cambio di temperatura locale o generale;
  • la trombosi nella parte femorale può gonfiarsi le vene dell'inguine;
  • crampi, specialmente di notte;
  • rigonfiamento dei vasi superficiali sopra la pelle, anche se le linee profonde sono colpite;
  • l'aspetto di un modello vascolare.

Nelle prime fasi della malattia, i sintomi possono essere lievi. Molto spesso appaiono nella sensazione di affaticamento degli arti inferiori, soprattutto dopo lo sforzo fisico o la giornata lavorativa. Nella maggior parte dei casi, i pazienti associano questo a sovraccarico muscolare, ma in realtà il problema risiede nel sistema circolatorio. Invece del dolore all'inizio della malattia, possono essere osservate sensazioni lancinanti e convulsioni.

Per evitare la separazione di un coagulo di sangue, il paziente deve sdraiarsi e chiamare un'ambulanza quando si verificano i sintomi di allarme. L'auto-trattamento in questo caso è inaccettabile, anche se la gamba fa molto male.

Diagnosi della malattia

Se sospetti una malattia vascolare, dovresti contattare un chirurgo vascolare. Condurrà un primo sondaggio, durante il quale scoprirà il momento in cui si verificano i sintomi di disturbo, i problemi di salute esistenti e le possibili predisposizioni ereditarie o individuali. Dopodiché, si effettuerà un esame di entrambi gli arti, partendo dai piedi e terminando con la regione inguinale. Questo processo sarà seguito dalla palpazione per determinare la possibile posizione di un coagulo di sangue.

In questo caso, il medico richiama l'attenzione sui segni esterni che suggeriscono uno o un altro tipo di trombosi. Ad esempio, se si osserva gonfiore solo nell'area della caviglia, ciò consente di distinguere la trombosi della parte inferiore della gamba.

L'edema che non raggiunge il ginocchio indica un coagulo nel vaso popliteo, e andando per esso indica una patologia della vena o dell'arteria femorale.

Allo stesso tempo, uno specialista può applicare alcuni test per la diagnosi preliminare:

  1. Test di Homens. Il paziente si sdraia sul divano e piega la gamba al ginocchio. Il medico produce delicatamente i movimenti dell'articolazione della caviglia e, se si osserva dolore nell'area del polpaccio, la trombosi può essere confermata.
  2. Prova Lovenberg. Un bracciale di un misuratore della pressione arteriosa standard viene inserito nella parte inferiore della gamba del paziente, dopodiché il medico inizia a sviluppare pressione. Una persona sana inizia a sentire dolore solo a 150 mm Hg. Art. e sopra, e un paziente con trombosi - già a 80 anni.
  3. Mosè di esempio. Il medico stringe alternativamente la parte inferiore della gamba del paziente nella direzione di avanti e indietro, e poi dai lati. Se la gamba inizia a ferire solo nel primo caso, puoi parlare di trombosi venosa profonda.

Inoltre, il medico può prescrivere un esame strumentale per confermare la diagnosi. Il più delle volte, l'ecografia con un doppler - una sorta di sensore che consente di considerare le caratteristiche della circolazione sanguigna.

Inoltre, può essere necessaria la flebografia: esame fluoroscopico con introduzione di un mezzo di contrasto per migliorare la chiarezza dell'immagine. I metodi specifici sono usati raramente, principalmente in situazioni controverse.

Sono anche necessari test di laboratorio, sebbene non forniscano molte informazioni. Analisi generale e biochimica del sangue per determinarne la composizione e altri indicatori, ad esempio la coagulazione, il tasso di sedimentazione degli eritrociti, ecc. Inoltre, i test ci permettono di capire se la trombosi delle complicanze non ha causato e non è associata a malattie infettive, infiammatorie o autoimmuni.

Misure terapeutiche

Solo un medico esperto può dirti cosa fare con la trombosi delle gambe in ogni caso. La scelta delle tecniche terapeutiche dipende dalle caratteristiche del paziente, dalle controindicazioni a lui disponibili, dal rapido sviluppo della patologia, ecc. Il trattamento può essere sia operativo che conservativo.

Trattamento conservativo

Se la gravità della trombosi non minaccia la vita del paziente, viene prescritta una terapia conservativa della patologia. Consiste in farmaci, dieta, ginnastica, ecc. Nel caso della trombosi acuta, la terapia viene eseguita esclusivamente in un ospedale e una malattia cronica può essere curata a casa, ma sotto la supervisione di un medico.

Il compito principale del trattamento è quello di sciogliere i coaguli di sangue, e per questo è necessario assumere farmaci appropriati. Molto spesso, in questo caso, vengono usati anticoagulanti diretti o indiretti, in particolare l'eparina e i suoi derivati. Per mantenere l'effetto terapeutico dopo il corso dei fondi selezionati può essere assegnato al ricevimento di agenti antipiastrinici. La dissoluzione dei coaguli di sangue è possibile anche con l'aiuto di tali farmaci, ma sono meno efficaci degli anticoagulanti.

L'eparina di dissoluzione del trombo può essere prodotta sia nell'idea di compresse, sia sotto forma di soluzione per iniezione o unguento.

Per migliorare il tono delle vene e prevenire il verificarsi di coaguli di sangue in futuro, vengono prescritti flebotonici e angioprotettori. I primi mirano direttamente a ripristinare la flessibilità e l'elasticità dei vasi sanguigni e il secondo a proteggere le pareti e ridurre la permeabilità. Questi farmaci possono essere prodotti sotto forma di compresse o agenti topici.

I farmaci antinfiammatori non steroidei (Ibuprofen, Diclofenac, ecc.) Sono usati per alleviare infiammazione, dolore, gonfiore e altri sintomi. Se non aiutano, prendono glucocorticosteroidi (ormoni prodotti dalla corteccia surrenale). Questi farmaci hanno un effetto più potente, ma hanno un ampio elenco di controindicazioni ed effetti collaterali. Inoltre, gli antispastici possono essere prescritti come terapia sintomatica.

Per curare rapidamente la trombosi delle gambe e prevenire conseguenze negative, possono essere applicati esercizi terapeutici. Viene eseguito sul pavimento mentre è sdraiato sulla schiena e tutti gli esercizi devono essere leggeri e mirati a ripristinare la circolazione sanguigna nelle gambe. Ben noto a tutti dall'insegnamento scolastico "Scissors", "Birch" e "Bicycle". Esercizi terapeutici individuali possono prendere il medico curante.

Come dieta dovrai cambiare la tua dieta. I seguenti prodotti dovrebbero essere esclusi dall'uso:

  • carni grasse;
  • caffè;
  • legumi;
  • zucchero;
  • patate;
  • cavolo;
  • le banane;
  • rosa canina;
  • noci.

Tutti questi prodotti contribuiscono all'ispessimento del sangue, che può causare ricadute anche dopo la cura della trombosi. Chi non può abbandonare completamente, ad esempio, lo zucchero, può ridurre al minimo il suo consumo o addirittura sostituirlo con miele naturale. Insieme al cibo proibito, ci sono prodotti che normalizzano la circolazione del sangue:

  • agrumi;
  • viburno;
  • cannella;
  • olive;
  • di cacao;
  • zenzero;
  • cipolle e aglio;
  • semole di farina d'avena e grano saraceno;
  • dolce ciliegia
  • fichi;
  • anguria e melone.

Inoltre, il regime di bere dovrebbe essere normalizzato. Se non ci sono patologie associate che dettano regole speciali, i pazienti con trombosi devono bere almeno 2,5 litri di fluido utile. Questo può essere tè nero verde o debole, succhi naturali, composte e bevande alla frutta.

Oltre a questo, è desiderabile indossare la biancheria intima per compressione durante il trattamento e per prevenirlo ulteriormente. Scegliere una classe di pressione adeguata aiuterà il medico, scriverà una prescrizione per l'acquisto del prodotto. È necessario acquistare calze a compressione, calze, calzini, leggings o collant nei saloni ortopedici, chiedendo ai venditori un certificato di prodotto per evitare falsi di scarsa qualità.

Con la nomina di un medico, è possibile ricorrere alla fisioterapia. Tra questi dovrebbero essere evidenziati la terapia laser, l'esposizione alle onde radio, la radiazione UHF, l'elettroforesi, l'irudoterapia (trattamento con le sanguisughe). Tali misure non solo riducono la gravità dei sintomi, ma aiutano anche ad accelerare la ripresa.

Metodi operativi

Se la situazione è critica, o il trattamento conservativo non ha portato risultati, il medico prescrive un intervento chirurgico. Può essere standard, comportando la legatura o la rimozione completa della nave trombizzata. Un catetere può anche essere usato per estrarre direttamente un trombo senza escissione di una vena o di un'arteria.

Inoltre, ci sono moderni metodi di trattamento della trombosi. La coagulazione laser o l'ablazione a radiofrequenza sono più comunemente usate. Durante la procedura, la nave interessata "aderisce", a seguito della quale è possibile iniziare una terapia conservativa senza il rischio di migrazione di un coagulo di sangue attraverso il sistema circolatorio. È anche possibile installare un filtro cava, che non interferisca con la circolazione del sangue, ma ritarda un coagulo di sangue in una determinata area. Dopo tale operazione, viene eseguito un ciclo di anticoagulanti per dissolvere il trombo.

Prognosi e possibili complicanze

Con un trattamento tempestivo per la trombosi specialistica può essere curata con metodi conservativi. Se il trombo si stacca, è necessaria un'operazione di emergenza e, in sua assenza, la morte è possibile. Molto spesso questo si verifica a seguito di un embolo polmonare - un blocco della nave che porta al polmone.

Inoltre, la trombosi degli arti inferiori può portare ad altre conseguenze negative. A causa di un'alimentazione inadeguata dei tessuti, la loro morte si verifica gradualmente - si verifica la cancrena. La circolazione del sangue alterata può portare a cambiamenti autoimmuni e disturbi nelle condizioni della pelle e delle mucose. Infarto del miocardio e ictus sono complicazioni pericolose della malattia.

È anche possibile che il trombo si risolva da solo se il paziente conduce uno stile di vita perfettamente adatto. Ciò include il rifiuto di cattive abitudini e cibo inaccettabile, nonché uno sforzo fisico adeguato e uniforme, l'uso di biancheria intima da compressione, ecc. Tuttavia, non è necessario sperare in un tale risultato, è comunque necessario seguire il corso terapeutico.

Trombectomia: tipi di operazioni per rimuovere un coagulo di sangue sulla gamba

Un'efficace opzione di trattamento per la trombosi degli arti inferiori è l'intervento chirurgico utilizzando le più recenti tecniche di terapia endovascolare. L'operazione per rimuovere un trombo può essere eseguita in modo standard attraverso un'incisione cutanea, ma viene fatto un uso ottimale della versione endoscopica di angiosurgia, che riduce al minimo il danno traumatico ai vasi sanguigni ed è la prevenzione di pericolose complicanze postoperatorie.

Indicazioni per la chirurgia

La formazione di un coagulo di sangue nella gamba, indipendentemente dalla causa, è un rischio reale per il blocco dei grandi vasi vitali del cuore e dei polmoni. La trombosi venosa profonda è particolarmente pericolosa quando, con sintomi minimi e senza alterazioni esterne, il coagulo intravascolare si interrompe e con il flusso sanguigno nell'arteria polmonare: nella maggior parte dei casi il tromboembolismo polmonare causa morte improvvisa.

Con la rilevazione tempestiva dell'occlusione nelle gambe, è necessario condurre una diagnosi completa e la rimozione di un coagulo di sangue da una vena.

Le principali indicazioni per la chirurgia sono:

  • la presenza di un coagulo di grandi dimensioni rilevato durante la scansione fronte-retro;
  • trombi mobili (fluttuanti) che possono staccarsi in qualsiasi momento e diventare causa di occlusione acuta;
  • una variante complicata delle vene varicose delle gambe e del bacino piccolo;
  • mancanza di effetto della terapia farmacologica per tromboflebiti e flebotrombosi;
  • alto rischio di blocco dell'arteria polmonare o dei vasi coronarici.

La decisione sulla necessità di un intervento chirurgico per rimuovere un coagulo di sangue dalla gamba viene presa dal chirurgo vascolare: per ogni paziente, la quantità di esame e tattica del trattamento chirurgico è determinata individualmente.

Tipi di trombectomia

Gli obiettivi principali dell'operazione sono rimuovere l'ostruzione, ripristinare il flusso sanguigno e prevenire il rischio di coaguli di sangue che entrano negli organi vitali. La trombectomia può essere eseguita utilizzando i seguenti metodi:

  1. tradizionale;
  2. aspirazione;
  3. trombolitica;
  4. Reolitica.

Se ci sono indicazioni per la chirurgia in fase di esame, il medico valuterà i seguenti fattori principali che determinano la scelta della metodologia:

  • età e sesso del paziente;
  • la presenza di malattie comuni che complicano il decorso della malattia e rappresentano un rischio per la vita (diabete, ipertensione, obesità, aterosclerosi, vene varicose, infarto e infarto in passato);
  • presenza di disturbi nel sistema di coagulazione del sangue (trombofilia, aumento della viscosità, modificazioni congenite o acquisite della coagulazione);
  • posizione, dimensioni e tipo di trombo;
  • stato vascolare (infiammazione, danno traumatico, alterazioni post-trombotiche, pronunciata dilatazione varicosa).

I pazienti più anziani hanno un rischio molto più elevato di sviluppare disturbi circolatori acuti e le donne dovrebbero escludere la presenza di gravidanza (c'è sempre una tendenza alla formazione di trombi durante la gestazione, e il rischio di complicanze durante qualsiasi intervento chirurgico per trombectomia aumenta drammaticamente).

Chirurgia standard

In una tipica operazione, il trombo viene rimosso meccanicamente dopo aver tagliato la parete del vaso con un bisturi. Questa tecnica è ottimale nella localizzazione della lesione occlusiva nelle vene superficiali delle gambe e nella piccola pelvi (nodulo emorroidario, tromboflebite dei vasi venosi sottocutanei delle gambe).

L'evento frequente di complicate emorroidi durante il parto può essere la ragione dell'operazione: la trombectomia delle emorroidi durante la gravidanza è un fattore importante nel prevenire complicazioni pericolose associate ad un alto rischio di embolia polmonare e trombosi coronarica.

Trattamento endovascolare

Le tecniche angioplastiche minimamente invasive dell'operazione implicano l'uso di strumenti medici ad alta tecnologia: condurre uno speciale catetere nel sito di occlusione richiede un monitoraggio visivo costante. La rimozione di un coagulo di sangue da un'arteria o una vena viene effettuata nei modi seguenti:

  • distruzione e aspirazione (aspirazione);
  • vampate di calore attuali (trombectomia reolitica);
  • scioglimento di un coagulo con un farmaco (trombolisi).

Il metodo ottimale, efficace e più sicuro è la trombectomia endovascolare con l'uso di farmaci con azione trombolitica, che vengono iniettati direttamente nel trombo.

Quando si esegue l'aspirazione o si utilizza la tecnica reolitica, il rischio di coaguli di sangue nelle grandi navi è maggiore. In ogni caso, la scelta delle opzioni chirurgiche - la prerogativa del chirurgo vascolare.

Fasi di funzionamento

Nel metodo tradizionale di intervento chirurgico per rimuovere i coaguli di sangue necessariamente utilizzare l'anestesia generale. La superficie delle emorroidi esterne viene sezionata con un bisturi (laser o lama a onde radio). Un grumo viene rimosso dalla cavità della dilatazione varicosa e la ferita viene suturata. Possibile opzione trombectomia per emorroidi con rimozione completa dei noduli situati nell'ano.

Per l'angiosurgia endovascolare, vengono utilizzate le seguenti fasi di intervento:

  • sollievo dal dolore;
  • inserimento di un catetere in una grande nave, situata lontano dalla vena interessata da trombi;
  • tenere un catetere nel sito di occlusione sotto il controllo di uno studio angiografico;
  • l'introduzione della trombolisi nel coagulo.

La tecnica comporta un trauma minimo alla pelle e alla parete vascolare. Controllo angiografico obbligatorio in tutte le fasi dell'intervento chirurgico. I vantaggi indubbi della chirurgia endovascolare sono:

  • tempo minimo di intervento (15-30 minuti);
  • nessuna necessità di anestesia generale (il paziente è anestetizzato con farmaci per via endovenosa);
  • ripristino rapido ed efficace del normale flusso sanguigno attraverso i vasi;
  • lieve rischio di complicanze postoperatorie;
  • breve periodo di riabilitazione.

Qualsiasi tipo di intervento chirurgico elimina un ostacolo al flusso sanguigno, ma non rimuove la causa della malattia, pertanto, dopo l'operazione, è necessario continuare la terapia farmacologica.

Periodo postoperatorio

Indipendentemente dal tipo di intervento chirurgico dopo trombectomia, è necessario un trattamento locale e generale. Nell'area delle emorroidi, i bagni antinfiammatori (antisettico o manganese) dovrebbero essere fatti ogni giorno. Richiesto l'uso di antidolorifici. Il medico prescriverà i seguenti farmaci:

  • anticoagulanti;
  • agenti antipiastrinici;
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • rimedi sintomatici.

Nel mese successivo all'intervento, dovresti seguire rigorosamente le seguenti raccomandazioni mediche:

  • rifiuto di qualsiasi attività fisica e sportiva;
  • indossare obbligatoriamente calze a compressione;
  • le procedure termiche sono indesiderabili (bagno, sauna, bagni caldi);
  • È necessario smettere di fumare e bere alcolici.

Per qualsiasi sintomo di un periodo postoperatorio complicato (sensazione di pressione alla gamba, forte dolore alla ferita in atto, alterazioni delle funzioni motorie), è necessario contattare immediatamente uno specialista.

La rilevazione di un'ostruzione trombotica nel sistema venoso degli arti inferiori e nella piccola pelvi è la base per misure terapeutiche per prevenire il tromboembolismo di grandi vasi (arterie coronarie e polmonari). È preferibile eseguire la trombectomia in modo endovascolare per ridurre al minimo il rischio di complicanze e creare condizioni per un rapido recupero. Con qualsiasi risultato dell'operazione, è richiesto un follow-up a lungo termine con un flebologo.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Panoramica dei 22 rimedi emorroidi più popolari del moderno mercato farmacologico

Emorroidi - una condizione patologica manifestata da processi iperplasivi dei corpi cavernosi dell'ampolla del retto e del canale anale.

Gonfiore delle gambe durante la gravidanza

L'edema periferico è un sintomo di varie condizioni, manifestato da un aumento del volume dei tessuti dovuto all'accumulo di liquido in eccesso in essi.Il meccanismo dell'edema può essere descritto come sudorazione della porzione liquida di sangue (plasma) dai piccoli vasi nei tessuti circostanti.