Trental

Un farmaco che migliora la microcircolazione. Angioprotector.

Rilasciare forma, composizione e imballaggio

Concentrato per soluzione per infusione quasi trasparente, incolore.

pentossifillina 20 mg 100 mg

Eccipienti: cloruro di sodio, acqua d / e.

5 ml - fiale di vetro incolore con punto di rottura (5) - imballaggi di plastica delle cellule di contorno (1) - pacchi di cartone.

Azione farmacologica

Trental® migliora le proprietà reologiche del sangue (fluidità) influenzando la deformabilità patologica dei globuli rossi, inibendo l'aggregazione piastrinica e riducendo l'aumento della viscosità del sangue. Trental® migliora la microcircolazione nelle aree di ridotta circolazione sanguigna.

Come principio attivo attivo, Trental® contiene un derivato xantinico - pentossifillina. Il suo meccanismo d'azione è associato con l'inibizione della fosfodiesterasi e l'accumulo di cAMP nelle cellule muscolari lisce dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Fornendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce leggermente la resistenza vascolare periferica totale e espande leggermente i vasi coronarici.

Il trattamento con Trental porta a migliorare i sintomi dei disturbi circolatori cerebrali.

Il successo del trattamento nelle lesioni occlusive delle arterie periferiche (ad esempio, claudicatio intermittente) si manifesta nell'allungamento della distanza percorsa, nell'eliminazione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio e nella scomparsa del dolore a riposo.

farmacocinetica

La pentossifillina è ampiamente metabolizzata nei globuli rossi e nel fegato. Tra i metaboliti più noti, il metabolita-1 (M-1; idrossi-pentossifillina) si forma a causa della scissione e del metabolita-4 (M-IV) e del metabolita-5 (M-V; carbossi-pentossifillina) - a causa dell'ossidazione della sostanza principale. M-I ha la stessa attività farmacologica della pentossifillina. Più del 90% della dose di pentossifillina viene eliminata attraverso i reni e il 3-4% con le feci.

T1 / 2 di pentossifillina dopo somministrazione di 100 mg di IV era approssimativamente di 1,1 ore Nei pazienti con insufficienza epatica grave, T1 / 2 di pentossifillina è aumentato.

Pentossifillina ha un alto Vd (168 L dopo un'infusione di 30 minuti di 200 mg) e una clearance elevata di circa 4500-5100 ml / min. Pentossifillina e suoi metaboliti non si legano alle proteine ​​plasmatiche.

In caso di grave disfunzione delle notti, l'escrezione dei metaboliti è ritardata.

Indicazioni per l'uso del farmaco TRENTAL®

  • disturbi circolatori periferici della genesi aterosclerotica (inclusa claudicatio intermittente, angiopatia diabetica), disturbi trofici (comprese ulcere trofiche della gamba, cancrena), congelamento, sindrome post-trombotica, ecc.;
  • disturbi della circolazione cerebrale (conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale: compromissione della concentrazione, vertigini, disturbi della memoria), condizioni ischemiche e post-ictus;
  • disturbi circolatori nella retina e nella coroide;
  • otosclerosi, alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e perdita dell'udito.

Regime di dosaggio

La dose e il metodo di somministrazione sono determinati dalla gravità dei disturbi circolatori, nonché sulla base della tolleranza individuale del farmaco.

Il dosaggio è impostato dal medico in accordo con le caratteristiche individuali del paziente.

La dose abituale è di 2 infusioni endovenose al giorno (mattina e pomeriggio), ciascuna delle quali contiene 200 mg di pentossifillina (2 5 ml di ampolle) o 300 mg di pentossifillina (3 5 ml di ampolle) in 250 ml o 500 ml 0.9 % di soluzione di cloruro di sodio o soluzione per la suoneria.

La compatibilità con altre soluzioni per infusione deve essere testata separatamente; È possibile utilizzare solo soluzioni chiare. 100 mg di pentossifillina devono essere somministrati per almeno 60 minuti. A seconda delle comorbidità (insufficienza cardiaca), potrebbe essere necessario ridurre i volumi iniettati. In questi casi, si consiglia di utilizzare un infusore speciale per infusione controllata.

Dopo un'infusione giornaliera, possono essere prescritte altre 2 compresse Trental 400. Se due infusioni sono separate da un intervallo più lungo, una compressa Trental 400 dei due prescritti in aggiunta può essere presa prima (a circa mezzogiorno).

Se, a causa delle condizioni cliniche, l'infusione endovenosa è possibile solo una volta al giorno, dopo di essa possono essere prescritte 3 compresse di Trental 400 (2 compresse a mezzogiorno e 1 di notte).

L'infusione endovenosa prolungata di Trental per 24 ore è indicata nei casi più gravi, specialmente nei pazienti con grave dolore a riposo, con cancrena o ulcera trofica (stadio III-IV secondo Fontaine).

La dose di Trental, somministrata per via parenterale entro 24 ore, di regola, non deve superare i 1200 mg di pentossifillina, mentre la dose individuale può essere calcolata con la formula: 0,6 mg di pentossifillina per kg di massa per ora. La dose giornaliera calcolata in questo modo sarà 1000 mg di pentossifillina per un paziente con una massa di 70 kg e 1150 mg di pentossifillina per un paziente con un peso di 80 kg.

Nei pazienti con insufficienza renale (CC inferiore a 30 ml / min) è necessario ridurre il dosaggio del 30-50%, che dipende dalla tolleranza individuale del farmaco ai pazienti.

La riduzione della dose, tenendo conto della tolleranza individuale, è necessaria nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa.

Il trattamento può essere iniziato a piccole dosi in pazienti con pressione sanguigna bassa, così come nelle persone a rischio a causa di una possibile riduzione della pressione (pazienti con IHD grave o stenosi emodinamicamente significative di vasi cerebrali). In questi casi, la dose può essere aumentata solo gradualmente.

Effetti collaterali

Nei casi in cui Trental viene utilizzato in dosi elevate o ad alta velocità di infusione, a volte possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati:

  • Da parte del sistema nervoso: mal di testa, vertigini, ansia, disturbi del sonno, convulsioni.
  • Da parte della pelle e del grasso sottocutaneo: arrossamento della pelle, "maree" di sangue sulla pelle del viso e della parte superiore del torace, gonfiore, aumento della fragilità delle unghie.
  • Da parte del sistema digestivo: xyrostomy, anoressia, atonia intestinale.
  • Da parte del sistema cardiovascolare: tachicardia, aritmia, cardialgia, progressione dell'angina pectoris, abbassamento della pressione sanguigna.
  • Da parte del sistema emostatico e degli organi che formano il sangue: leucopenia, trombociti di persecuzione, pancitopenia, emorragie da vasi sanguigni, mucose, stomaco, intestino, ipofibrinogenemia.
  • Dai sensi: disabilità visiva, skatom.
  • Reazioni allergiche: prurito, iperemia cutanea, orticaria, angioedema, shock anafilattico.
  • Casi molto rari di meningite asettica, colestasi intraepatica e aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, fosfatasi alcalina.

Controindicazioni all'uso del farmaco TRENTAL®

  • ipersensibilità alla pentossifillina, ad altre metilxantine o ad uno qualsiasi dei componenti del farmaco;
  • sanguinamento massiccio;
  • ampie emorragie retiniche;
  • emorragia cerebrale;
  • infarto miocardico acuto;
  • aritmie gravi;
  • gravi lesioni aterosclerotiche delle arterie coronarie o cerebrali;
  • ipotensione incontrollata;
  • età fino a 18 anni;
  • gravidanza, allattamento.

Con cautela, il farmaco deve essere usato in pazienti con ipotensione arteriosa (rischio di abbassamento della pressione arteriosa), insufficienza cardiaca cronica, ridotta funzionalità renale (CC inferiore a 30 ml / min) (rischio di cumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati), grave disfunzione epatica (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti collaterali), aumento della tendenza al sanguinamento, anche a seguito dell'uso di anticoagulanti o in violazione del sistema di coagulazione del sangue (rischio di sanguinamento più grave), dopo recentemente erenesennyh interventi chirurgici.

Istruzioni speciali

Il trattamento deve essere sotto il controllo della pressione sanguigna.

Nei pazienti diabetici che assumono agenti ipoglicemizzanti, la somministrazione di dosi elevate può causare grave ipoglicemia (è necessario un aggiustamento della dose).

Se somministrato contemporaneamente agli anticoagulanti, è necessario monitorare attentamente i parametri della coagulazione del sangue.

I pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico richiedono un monitoraggio sistematico dell'emoglobina e dell'ematocrito.

La dose deve essere ridotta nei pazienti con pressione arteriosa bassa e instabile.

Le persone anziane possono aver bisogno di ridurre la dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).

La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non è ben compresa.

Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

La compatibilità della soluzione di pentossifillina con soluzione per infusione deve essere verificata in ciascun caso.

Quando si eseguono le infusioni endovenose, il paziente deve essere in posizione supina.

Uso di TRENTAL® durante la gravidanza e l'allattamento

Controindicato in gravidanza e allattamento.

Usare nei bambini

Controindicato nei bambini sotto i 18 anni

Domanda di violazioni del fegato

Il farmaco deve essere usato con cautela nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa (rischio di cumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati),

Domanda di violazioni della funzione renale

Il farmaco deve essere usato con cautela nei pazienti con funzionalità renale compromessa (CC inferiore a 30 ml / min) (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati).

Uso nei pazienti anziani

Le persone anziane possono aver bisogno di ridurre la dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).

overdose

I sintomi di overdose: debolezza, sudorazione, nausea, cianosi, vertigini, diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, svenimenti, sonnolenza o agitazione, aritmia, ipertermia, areflessia, perdita di coscienza, convulsioni tonico-cloniche, segni di sanguinamento gastrointestinale (vomito di tipo fondi di caffè).

Quando compaiono i primi segni di sovradosaggio, il farmaco viene immediatamente interrotto. Fornire una posizione più bassa della testa e della parte superiore del busto.

Interazioni farmacologiche

La pentossifillina è in grado di potenziare l'effetto degli agenti riducenti la pressione sanguigna (ACE-inibitori, nitrati).

La pentossifillina può potenziare l'effetto dei farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione del sangue (anticoagulanti diretti e diretti, trombolitici), antibiotici (incluse le cefalosporine).

La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina nel plasma (il rischio di effetti collaterali).

L'appuntamento comune con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.

L'effetto ipoglicemico dell'insulina o degli agenti antidiabetici orali può essere aumentato assumendo pentossifillina (un aumentato rischio di ipoglicemia). Richiede un monitoraggio rigoroso di tali pazienti.

In alcuni pazienti, la somministrazione contemporanea di pentossifillina e teofillina può portare ad un aumento dei livelli di teofillina. Questo può portare ad un aumento o aumento degli effetti collaterali associati alla teofillina.

Condizioni di vendita della farmacia
Termini e condizioni di conservazione

Conservare in luogo buio a una temperatura compresa tra 8 ° C e 25 ° C. Tenere fuori dalla portata dei bambini! Elenco B. Periodo di validità - 4 anni.

Come e da cosa prendere il farmaco Trental e le istruzioni per il suo uso

Trental è un farmaco popolare destinato al trattamento di malattie associate a disturbi circolatori. I vantaggi del farmaco - un ampio campo di applicazione e un numero limitato di controindicazioni. Diamo un'occhiata più da vicino a quali proprietà ha Trental, quando è prescritto e come usarlo correttamente in varie malattie.

Informazioni generali

Trental è una droga originale i cui analoghi sono prodotti con vari nomi commerciali. Hanno un effetto simile, ma non sempre forte come l'originale. Pertanto, gli esperti stanno cercando di prescrivere Trental, dal momento che ha subito studi clinici più completi e si basa su materie prime di migliore qualità.

Gruppo di farmaci e ambito

Trental è incluso nel gruppo dei vasodilatatori, più precisamente, angioprotettori - agenti che migliorano la circolazione periferica. L'INN del farmaco, simile alla sostanza attiva, è pentossifillina.

Gruppo di droghe

Trental è usato in vari campi medici, ma il più delle volte è usato per trattare malattie neurologiche. Spesso viene anche prescritto ai suoi pazienti da cardiologi, oftalmologi, urologi, ortopedici, reumatologi e altri specialisti ristretti.

Forme di rilascio e costo

La forma più popolare di rilascio di Trental è compresse, con un dosaggio di 100 e 400 mg - sono spesso prescritti ai pazienti per il trattamento domiciliare. Negli ospedali, il concentrato prevalentemente prescritto per la preparazione di una soluzione, che è disponibile solo con un dosaggio di 100 mg, viene utilizzato per la somministrazione endovenosa o intramuscolare.

Trental è prodotto da un solo produttore - la società Sanofri. Il costo stimato è presentato nella tabella (Tabella 1).

Tabella 1: costo di Trental

A seconda delle indicazioni e delle condizioni del paziente, i medici prescrivono la forma più appropriata del farmaco e osservano che le compresse con effetto prolungante e soluzione mostrano la massima efficacia.

struttura

Il principio attivo della soluzione e compresse Trental - pentossifillina. Ma i componenti ausiliari di ciascuna forma del farmaco sono diversi:

  • Nel concentrato, oltre al componente attivo, sono: acqua per iniezione e cloruro di sodio.
  • Compresse 100 mg - contengono amido, talco, lattosio, biossido di silicio, magnesio stearato. Ciascuna delle compresse è rivestita con un rivestimento di film costituito da biossido di titanio, idrossido di sodio, macrogol 8000, copolimero di acido metacrilico e talco.
  • Le compresse estese includono: povidone, talco, idrossietilcellulosa, magnesio stearato. Il guscio è costituito da talco, alcool benzilico, biossido di titanio, macrogol 6000 e additivo E-464.

Pentoxifylline è un derivato di xantina. La più popolare è la pentossifillina prolungata, che, se assunta per via orale, viene rilasciata molto lentamente - circa 12 ore - che consente di mantenere un dosaggio terapeutico uniforme per tutto questo tempo.

Proprietà farmacologiche

Trental è un potente angioprotettore che aiuta a migliorare la microcircolazione del sangue e a saturare i tessuti con l'ossigeno. Il farmaco previene l'adesione delle piastrine, la sedimentazione dei leucociti sulle pareti dei vasi sanguigni, riduce il livello di fibrinogeno e aumenta l'elasticità degli eritrociti.

  • Normalizza la circolazione del sangue nei tessuti interessati.
  • Riduce leggermente la resistenza vascolare totale.
  • Rilassa i muscoli lisci.
  • Rilassa e dilata i vasi polmonari e coronarici.
  • Migliora la contrattilità del cuore.
  • Migliora le condizioni dei muscoli respiratori.
  • Normalizza lo stato del sistema nervoso centrale.

Trental ha dimostrato di essere efficace nelle malattie vascolari degli arti inferiori. Dopo il corso del trattamento, si osserva un miglioramento significativo: la durata della deambulazione è prolungata, i sintomi spiacevoli vengono eliminati e le convulsioni passano.

Quando assume le pillole, il principio attivo viene assorbito molto rapidamente e, passando attraverso il fegato, forma un metabolita attivo. Quando si utilizza la soluzione, vi è un volume elevato e una velocità di distribuzione attraverso i tessuti. L'emivita è di circa 1,5 ore, che si prolunga nei pazienti con disfunzioni epatiche e renali. Il farmaco viene escreto nelle urine sotto forma di metaboliti idrosolubili.

Indicazioni e controindicazioni

Trental è prescritto per una varietà di condizioni che coinvolgono disturbi circolatori e nutrizione tissutale. Ha una vasta gamma di applicazioni e viene utilizzato in vari campi della medicina.

Indicazioni per l'uso:

  • Malattie vascolari degli arti inferiori, accompagnate da occlusione: trombosi, arteriosclerosi obliterante, claudicatio intermittente e altre.
  • Disturbi trofici: ulcere trofiche, eczema, cancrena.
  • Encefalopatia dancileare.
  • Disturbi circolatori nel tessuto cerebrale causati da ischemia, ictus, aterosclerosi cerebrale.
  • Riabilitazione dopo ictus e infarto del miocardio.
  • Malattie dei vasi dell'orecchio interno con segni di degenerazione.
  • Lesioni vascolari causate da diabete: angiopatia diabetica.
  • Disturbi della circolazione sanguigna nelle navi che alimentano un bulbo oculare.
  • Impotenza della genesi vascolare.

Trental è usato per normalizzare la circolazione polmonare ed eliminare lo spasmo bronchiale nella broncopneumopatia cronica ostruttiva e l'asma bronchiale.

Viene spesso prescritto dai reumatologi come parte della terapia complessa per la normalizzazione della circolazione sanguigna e l'eliminazione dei sintomi nell'artrite reumatoide, nella sindrome di Raynaud, nella sclerodermia sistemica.

Le iniezioni di Trental vengono utilizzate per migliorare la nutrizione dei tessuti dopo ustioni, congelamento e alcune malattie dermatologiche. Viene spesso prescritto dagli ortopedici per eliminare i sintomi dell'osteocondrosi, delle lesioni degenerative dei dischi vertebrali e di altre malattie dell'apparato muscolo-scheletrico.

  1. Ipersensibilità individuale ai derivati ​​della xantina.
  2. Infarto miocardico nel periodo acuto.
  3. Grande perdita di sangue.
  4. Emorragie nel cervello e nella retina.
  5. Porfiria.
  6. Gravidanza e allattamento.
  7. Età dei bambini

Infarto miocardico acuto

Trental viene prescritto con cautela se a un paziente viene diagnosticata un'arteriosclerosi dell'arteria coronaria e dei vasi cerebrali in forma grave, disturbi del ritmo cardiaco, CHF o ipertensione instabile. Quando si prendono le pillole, è necessaria cautela se il paziente ha malattie ulcerose del tratto gastrointestinale o gravi disturbi del fegato e dei reni.

Istruzioni per l'uso

Ciascuna delle forme di Trental ha istruzioni specifiche per l'uso, che devono essere seguite.

Compresse da 100 mg

Il dosaggio delle compresse di 100 mg viene solitamente prescritto dopo la rimozione delle condizioni acute con l'aiuto di iniezioni e contagocce. La dose raccomandata - da 300 a 600 mg al giorno, ma se necessario, aumentare il dosaggio al massimo - 1200 mg. Ai pazienti con insufficienza epatica e renale vengono prescritti dosaggi ridotti del farmaco e non portare la dose al massimo.

All'inizio del trattamento, 1 compressa viene prescritta tre volte al giorno durante o dopo un pasto. Con una buona tolleranza, il dosaggio viene aumentato a 200-400 mg contemporaneamente (2-4 compresse). Aumentare il dosaggio dovrebbe essere graduale se il paziente ha malattie con stenosi vascolare, ipotensione e forme gravi di malattia coronarica.

Se il paziente sviluppa effetti collaterali dagli organi digestivi o una forte diminuzione della pressione, è necessario ridurre il dosaggio o annullare completamente il trattamento.

Compresse da 400 mg

Le pillole prolungate contengono una dose singola massima di 400 mg, quindi vengono prescritte per assumere 1 pezzo 2-3 volte al giorno. La frequenza di ammissione è assegnata individualmente, a seconda delle prove.

Di solito, prima viene prescritto di assumere 1 compressa 2 al giorno, quindi il dosaggio può essere aumentato, ma non permettendo di superare la dose massima giornaliera - 1200 mg. Per insufficienza epatica e funzionalità renale compromessa, è prescritto assumere non più di 800 mg al giorno.

Se un paziente ha un'ipertensione instabile, una tendenza a cadute di pressione ortostatiche o gravi malattie cardiache, si raccomanda di iniziare il trattamento con compresse regolari (100 mg). E solo con compresse prescritte di buona tollerabilità prolungate (400 mg).

Iniezioni di farmaci

Trental è usato nelle iniezioni per somministrazione intramuscolare e endovenosa. Sono messi 1-3 volte al giorno. Per preparare la soluzione, diluire 1 fiala di concentrato in 50 ml. soluzione salina. La somministrazione endovenosa deve essere molto lenta e durare almeno 5 minuti. Si consiglia al paziente di stare in posizione orizzontale per meglio tollerare la somministrazione del farmaco.

L'uso intramuscolare è estremamente raro, se non è possibile l'uso di compresse o di contagocce. Solo un medico deve iniettare l'iniezione, quindi viene utilizzato solo in regime di degenza o viene offerto al paziente di venire in ospedale per iniezioni quotidiane.

Introduzione a goccia

L'introduzione del farmaco attraverso i contagocce è il modo più efficace per utilizzare il concentrato. Con l'aiuto delle infusioni è possibile mantenere una maggiore presenza del farmaco nel sangue ed evitare lo sviluppo di effetti collaterali che spesso compaiono dopo le iniezioni.

Il concentrato viene diluito in soluzione salina, soluzione di destrosio al 5% o nella soluzione di Ringer. Su una fiala del farmaco è necessario prendere 200-250 ml di solvente. Le infusioni dovrebbero essere lunghe, almeno 1-1,5 ore.

Nei casi gravi, con gangli o dolore severo, vengono immessi contagocce prolungati - 1200 mg al giorno. A volte la dose giornaliera è divisa in due contagocce - somministrati 600 mg 2 volte al giorno per 6 ore.

Se i contagocce usano meno di 1200 mg del farmaco, il trattamento può essere completato con compresse. Il medico regola il regime di trattamento individuale non appena il benessere del paziente cambia.

Usare nei bambini

Poiché Trental è una droga molto potente, il suo uso nell'infanzia è controindicato. Il suo appuntamento è possibile solo in casi estremi e sotto severe indicazioni.

I medici preferiscono prescrivere l'elettroforesi con Trental: questo metodo consente di consegnare il medicinale direttamente alla lesione. Molto spesso, questo metodo viene utilizzato per la displasia delle articolazioni dell'anca e il flusso sanguigno alterato nel rachide cervicale. Quando si usa la paralisi cerebrale, il metodo del collare per elettroplaccatura è uno dei tipi di elettroforesi.

Trental è anche prescritto se il bambino ha sintomi pronunciati di sindrome da disfunzione autonomica. Il dosaggio e il metodo di somministrazione sono prescritti dal medico curante - l'auto-prescrizione è severamente vietata. Se un bambino ha ingerito accidentalmente una pillola, è necessario sciacquare immediatamente lo stomaco e consultare un medico.

Trental durante la gravidanza

Non sono stati effettuati gli studi clinici necessari sull'effetto di Trental su un feto umano, ma studi su animali hanno dimostrato che il farmaco ha un leggero effetto teratogeno se usato all'inizio della gravidanza. Questo è il motivo per cui le istruzioni per il farmaco indicano che è controindicato in gravidanza.

Ma in alcuni casi, Trental può essere somministrato alle donne incinte, in particolare, per normalizzare la circolazione e prevenire lo sviluppo di complicanze. Le indicazioni più frequenti sono l'invecchiamento della placenta, l'insufficienza placentare e la gestosi tardiva.

Invecchiamento precoce della placenta

Il farmaco migliora le proprietà del sangue, migliora la sua fluidità e distribuzione in tutti i tessuti. Di conseguenza, la condizione generale viene normalizzata, i sintomi della preeclampsia scompaiono, gli edemi scompaiono.

Viene anche prescritto se la madre ha malattie croniche come asma bronchiale, BPCO, insufficienza cardiaca o urolitiasi. Tuttavia, è prescritto solo se non è possibile utilizzare farmaci più sicuri, ad esempio, Curantila.

L'uso di Trental è necessario in caso di alterata circolazione del sangue nel sistema madre-placenta-feto. In questo stato, il feto inizia a sperimentare la privazione dell'ossigeno, che porta alla sconfitta e alla morte delle cellule nervose del cervello.

Di conseguenza, si verifica un ritardo nello sviluppo e, nei casi più gravi, la morte del feto. In caso di trattamento tardivo di FPI, il bambino ha complicazioni: ritardo nello sviluppo fisico, malattie neurologiche e disfunzioni degli organi interni.

Di solito, è prescritto non più di 600 mg al giorno, cioè 1-2 compresse 3 volte al giorno. A volte i medici aumentano il dosaggio a 800, e in questo caso, prescrivono 1 pillola prolungata due volte al giorno.

Ma la maggior parte delle volte, gli esperti prescrivono una flebo con Trental - hanno un effetto più veloce e il principio attivo è più veloce espulso dal corpo. Si raccomanda l'introduzione di 100-200 mg 2-3 volte al giorno.

Durante la terapia, è necessario monitorare le condizioni della donna incinta. Se compaiono reazioni avverse, ridurre il dosaggio di 2 volte o prescrivere un altro farmaco.

Alcune funzionalità dell'applicazione

Pentoxifylline è un farmaco versatile che viene utilizzato in vari campi. Alcune caratteristiche del suo uso dovrebbero essere considerate in maggiore dettaglio.

Con la prostata

Trental è prescritto nel complesso trattamento della prostatite per normalizzare la circolazione sanguigna nei vasi e nei piccoli capillari. L'uso del farmaco consente di accelerare il deflusso del fluido, per prevenire lo sviluppo di gonfiori e infiammazioni. Trental è più efficace se la prostatite insorge a causa di disturbi vascolari.

La durata della terapia e il dosaggio sono selezionati individualmente. La dose raccomandata è 200-400 mg 2-3 volte al giorno sotto forma di compresse o contagocce. Nei casi gravi della malattia è prescritto un dosaggio giornaliero massimo di 1200 mg.

Per il dolore nei testicoli

Il dolore nei testicoli negli uomini può parlare dello sviluppo di varie gravi malattie, ma le cause più comuni sono il varicocele, l'orchite, l'epididimite. In questi casi, Trental viene prescritto per migliorare la nutrizione dei tessuti, aumentare il tono vascolare e prevenire lo sviluppo di gonfiore.

Di solito la durata del trattamento è di almeno 2 settimane. Il dosaggio standard è 800-1200 mg al giorno, suddiviso in 3 dosi. Gli esperti cercano di prescrivere pillole prolungate per ottenere rapidamente un effetto terapeutico.

Con osteocondrosi

Trental è spesso incluso nel trattamento dell'osteocondrosi. Il suo uso consente di normalizzare l'apporto di sangue ai dischi intervertebrali e migliorare il flusso linfatico, e ciò porta alla rimozione e all'eliminazione di sintomi spiacevoli: dolore, rumore alla testa, vertigini, debolezza e altri.

Durante un'esacerbazione, il paziente ha bisogno di cure ospedaliere e di contagocce con Trental. E nel periodo di remissione, le pillole sono prescritte per un periodo di 1-3 mesi con diversi corsi. Il dosaggio è selezionato in base alla gravità dei sintomi dell'osteocondrosi.

In sarcoidosi dei polmoni e nei fumatori

In molte malattie, Trental è usato come farmaco vascolare, ma nella sarcoidosi dei polmoni è prescritto come agente anti-infiammatorio, a causa dell'effetto sui macrofagi. Inoltre, il suo utilizzo consente di affrontare lo sviluppo della fibrosi a causa della normalizzazione della circolazione sanguigna e dell'inibizione dei processi distruttivi. Viene prescritto contemporaneamente alla vitamina E e ai glucocorticosteroidi.

Il dosaggio del farmaco è prescritto a seconda del grado di sarko-rososi, ma il dosaggio standard è di 200 mg al mattino e alla sera. Va notato che l'effetto di Trental si riduce parecchie volte se il paziente non smette di fumare.

Possibili effetti collaterali

Trental può causare non solo un utile effetto terapeutico, ma anche provocare lo sviluppo di reazioni avverse.

Reazioni generali del corpo

Le reazioni avverse da compresse sono più spesso espresse come una violazione del tratto gastrointestinale, in particolare. disturbi dispeptici, perdita di appetito, secchezza delle fauci, nausea, vomito, aumento della formazione di gas, diminuzione della motilità intestinale.

Dal lato del sistema nervoso centrale si osservano:

  • Diminuzione della pressione, disturbi ortostatici.
  • Vertigini.
  • Mal di testa.
  • Debolezza.
  • Stati convulsi.
  • Problemi di sonno

Altri effetti collaterali:

  1. Esacerbazione di colecistite, epatite colestatica.
  2. Aumento degli enzimi epatici.
  3. Rossore del viso, sensazione di calore.
  4. Eruzione cutanea, orticaria.
  5. Shock anafilattico.
  6. Condizioni aritmiche, stenocardia, tachicardia.
  7. Disfunzione visiva
  8. Aumento delle unghie fragili.

I sintomi da sovradosaggio sono espressi da disfunzioni cardiache, vomito grave, perdita di coscienza e emorragia interna. L'aspetto di questi sintomi richiede cure mediche urgenti.

Compatibilità con alcol

La combinazione di Trental con l'alcol è categoricamente inaccettabile, in quanto può portare allo sviluppo di gravi reazioni avverse. Il più frequente di loro - una violazione di attività cardiaca - una diminuzione o aumento della frequenza cardiaca, ipotensione ortostatica, insufficienza cardiaca acuta.

L'uso di compresse dopo l'assunzione dell'ultima dose di alcol deve avvenire dopo 14 ore negli uomini e dopo 20 ore nelle donne. Inoltre, un uomo non dovrebbe bere alcolici prima di 24 ore dopo l'assunzione del medicinale, e per le donne questo intervallo è più lungo - 32 ore. Dopo un trattamento prolungato, è necessario attendere fino a quando il corpo riposa dal farmaco e solo dopo 14 giorni di assunzione di bevande alcoliche.

Recensioni di una combinazione di alcol e Trental

Cosa testimoniano i pazienti che hanno assunto Trental insieme alle bevande alcoliche:

Come si può vedere dalle recensioni, Trental e l'alcol sono completamente incompatibili, quindi per il periodo di trattamento è necessario abbandonare l'uso di alcol.

analoghi

Trental è un farmaco originale che può essere sostituito con controparti più economiche. Inoltre, se necessario, vengono spesso prescritti farmaci di altri gruppi con un effetto simile.

Farmaci generici essenziali

L'analogo più popolare e più economico di Trental è la pentossifillina. Viene prodotto nelle stesse forme, ma da un produttore diverso. L'azione dei farmaci non è diversa, ma si ritiene che per la produzione di Trental utilizzino materie prime di qualità superiore, il che spiega il suo alto costo. Il prezzo medio della pentossifillina va da 30 a 400 rubli. Altri analoghi di Trental sono presentati nella tabella (Tabella 2).

Cuore di Phoenix

Sito cardio

L'occhio cade trental

Un farmaco che migliora la microcircolazione. Angioprotector.

Rilasciare forma, composizione e imballaggio

Concentrato per soluzione per infusione quasi trasparente, incolore.

pentossifillina 20 mg 100 mg

Eccipienti: cloruro di sodio, acqua d / e.

5 ml - fiale di vetro incolore con punto di rottura (5) - imballaggi di plastica delle cellule di contorno (1) - pacchi di cartone.

Azione farmacologica

Trental® migliora le proprietà reologiche del sangue (fluidità) influenzando la deformabilità patologica dei globuli rossi, inibendo l'aggregazione piastrinica e riducendo l'aumento della viscosità del sangue. Trental® migliora la microcircolazione nelle aree di ridotta circolazione sanguigna.

Come principio attivo attivo, Trental® contiene un derivato xantinico - pentossifillina. Il suo meccanismo d'azione è associato con l'inibizione della fosfodiesterasi e l'accumulo di cAMP nelle cellule muscolari lisce dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Fornendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce leggermente la resistenza vascolare periferica totale e espande leggermente i vasi coronarici.

Il trattamento con Trental porta a migliorare i sintomi dei disturbi circolatori cerebrali.

Il successo del trattamento nelle lesioni occlusive delle arterie periferiche (ad esempio, claudicatio intermittente) si manifesta nell'allungamento della distanza percorsa, nell'eliminazione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio e nella scomparsa del dolore a riposo.

farmacocinetica

La pentossifillina è ampiamente metabolizzata nei globuli rossi e nel fegato. Tra i metaboliti più noti, il metabolita-1 (M-1; idrossi-pentossifillina) si forma a causa della scissione e il metabolita-4 (M-IV) e il metabolita-5 (M-V; carbossi-pentossifillina) a causa dell'ossidazione della sostanza principale. M-I ha la stessa attività farmacologica della pentossifillina. Più del 90% della dose di pentossifillina viene eliminata attraverso i reni e il 3-4% con le feci.

T1 / 2 di pentossifillina dopo somministrazione di 100 mg di IV era approssimativamente di 1,1 ore Nei pazienti con insufficienza epatica grave, T1 / 2 di pentossifillina è aumentato.

Pentossifillina ha un alto Vd (168 L dopo un'infusione di 30 minuti di 200 mg) e una clearance elevata di circa 4500-5100 ml / min. Pentossifillina e suoi metaboliti non si legano alle proteine ​​plasmatiche.

In caso di grave disfunzione delle notti, l'escrezione dei metaboliti è ritardata.

Indicazioni per l'uso del farmaco TRENTAL®

  • disturbi circolatori periferici della genesi aterosclerotica (inclusa claudicatio intermittente, angiopatia diabetica), disturbi trofici (incluse ulcere trofiche della gamba, cancrena), congelamento, sindrome post-trombotica, ecc.;
  • disturbi della circolazione cerebrale (conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale: compromissione della concentrazione, vertigini, disturbi della memoria), condizioni ischemiche e post-ictus;
  • disturbi circolatori nella retina e nella coroide;
  • otosclerosi, alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e perdita dell'udito.

Regime di dosaggio

La dose e il metodo di somministrazione sono determinati dalla gravità dei disturbi circolatori, nonché sulla base della tolleranza individuale del farmaco.

Il dosaggio è impostato dal medico in accordo con le caratteristiche individuali del paziente.

La dose abituale è di 2 infusioni endovenose al giorno (mattina e pomeriggio), ciascuna delle quali contiene 200 mg di pentossifillina (2 5 ml di ampolle) o 300 mg di pentossifillina (3 5 ml di ampolle) in 250 ml o 500 ml 0.9 % di soluzione di cloruro di sodio o soluzione per la suoneria.

La compatibilità con altre soluzioni per infusione deve essere testata separatamente; È possibile utilizzare solo soluzioni chiare. 100 mg di pentossifillina devono essere somministrati per almeno 60 minuti. A seconda delle comorbidità (insufficienza cardiaca), potrebbe essere necessario ridurre i volumi iniettati. In questi casi, si consiglia di utilizzare un infusore speciale per infusione controllata.

Dopo un'infusione giornaliera, possono essere prescritte altre 2 compresse Trental 400. Se due infusioni sono separate da un intervallo più lungo, una compressa Trental 400 dei due prescritti in aggiunta può essere presa prima (a circa mezzogiorno).

Se, a causa delle condizioni cliniche, l'infusione endovenosa è possibile solo una volta al giorno, dopo di essa possono essere prescritte 3 compresse di Trental 400 (2 compresse a mezzogiorno e 1 di notte).

L'infusione endovenosa prolungata di Trental per 24 ore è indicata nei casi più gravi, specialmente nei pazienti con grave dolore a riposo, con cancrena o ulcera trofica (stadio III-IV secondo Fontaine).

La dose di Trental, somministrata per via parenterale entro 24 ore, di regola, non deve superare i 1200 mg di pentossifillina, mentre la dose individuale può essere calcolata con la formula: 0,6 mg di pentossifillina per kg di massa per ora. La dose giornaliera calcolata in questo modo sarà 1000 mg di pentossifillina per un paziente con una massa di 70 kg e 1150 mg di pentossifillina per un paziente con un peso di 80 kg.

Nei pazienti con insufficienza renale (CC inferiore a 30 ml / min) è necessario ridurre il dosaggio del 30-50%, che dipende dalla tolleranza individuale del farmaco ai pazienti.

La riduzione della dose, tenendo conto della tolleranza individuale, è necessaria nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa.

Il trattamento può essere iniziato a piccole dosi in pazienti con pressione sanguigna bassa, così come nelle persone a rischio a causa di una possibile riduzione della pressione (pazienti con IHD grave o stenosi emodinamicamente significative di vasi cerebrali). In questi casi, la dose può essere aumentata solo gradualmente.

Effetti collaterali

Nei casi in cui Trental viene utilizzato in dosi elevate o ad alta velocità di infusione, a volte possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati:

  • Da parte del sistema nervoso: mal di testa, vertigini, ansia, disturbi del sonno, convulsioni.
  • Da parte della pelle e del grasso sottocutaneo: arrossamento della pelle, "maree" di sangue sulla pelle del viso e della parte superiore del torace, gonfiore, aumento della fragilità delle unghie.
  • Da parte del sistema digestivo: xyrostomy, anoressia, atonia intestinale.
  • Da parte del sistema cardiovascolare: tachicardia, aritmia, cardialgia, progressione dell'angina pectoris, abbassamento della pressione sanguigna.
  • Da parte del sistema emostatico e degli organi che formano il sangue: leucopenia, trombociti di persecuzione, pancitopenia, emorragie da vasi sanguigni, mucose, stomaco, intestino, ipofibrinogenemia.
  • Dai sensi: disabilità visiva, skatom.
  • Reazioni allergiche: prurito, iperemia cutanea, orticaria, angioedema, shock anafilattico.
  • Casi molto rari di meningite asettica, colestasi intraepatica e aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, fosfatasi alcalina.

Controindicazioni all'uso del farmaco TRENTAL®

  • ipersensibilità alla pentossifillina, ad altre metilxantine o ad uno qualsiasi dei componenti del farmaco;
  • sanguinamento massiccio;
  • ampie emorragie retiniche;
  • emorragia cerebrale;
  • infarto miocardico acuto;
  • aritmie gravi;
  • gravi lesioni aterosclerotiche delle arterie coronarie o cerebrali;
  • ipotensione incontrollata;
  • età fino a 18 anni;
  • gravidanza, allattamento.

Con cautela, il farmaco deve essere usato in pazienti con ipotensione arteriosa (rischio di abbassamento della pressione arteriosa), insufficienza cardiaca cronica, ridotta funzionalità renale (CC inferiore a 30 ml / min) (rischio di cumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati), grave disfunzione epatica (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti collaterali), aumento della tendenza al sanguinamento, anche a seguito dell'uso di anticoagulanti o in violazione del sistema di coagulazione del sangue (rischio di sanguinamento più grave), dopo recentemente erenesennyh interventi chirurgici.

Istruzioni speciali

Il trattamento deve essere sotto il controllo della pressione sanguigna.

Nei pazienti diabetici che assumono agenti ipoglicemizzanti, la somministrazione di dosi elevate può causare grave ipoglicemia (è necessario un aggiustamento della dose).

Se somministrato contemporaneamente agli anticoagulanti, è necessario monitorare attentamente i parametri della coagulazione del sangue.

I pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico richiedono un monitoraggio sistematico dell'emoglobina e dell'ematocrito.

La dose deve essere ridotta nei pazienti con pressione arteriosa bassa e instabile.

Le persone anziane possono aver bisogno di ridurre la dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).

La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non è ben compresa.

Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

La compatibilità della soluzione di pentossifillina con soluzione per infusione deve essere verificata in ciascun caso.

Quando si eseguono le infusioni endovenose, il paziente deve essere in posizione supina.

Uso di TRENTAL® durante la gravidanza e l'allattamento

Controindicato in gravidanza e allattamento.

Usare nei bambini

Controindicato nei bambini sotto i 18 anni

Domanda di violazioni del fegato

Il farmaco deve essere usato con cautela nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa (rischio di cumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati),

Domanda di violazioni della funzione renale

Il farmaco deve essere usato con cautela nei pazienti con funzionalità renale compromessa (CC inferiore a 30 ml / min) (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati).

Uso nei pazienti anziani

Le persone anziane possono aver bisogno di ridurre la dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).

overdose

I sintomi di overdose: debolezza, sudorazione, nausea, cianosi, vertigini, diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, svenimenti, sonnolenza o agitazione, aritmia, ipertermia, areflessia, perdita di coscienza, convulsioni tonico-cloniche, segni di sanguinamento gastrointestinale (vomito di tipo fondi di caffè).

Quando compaiono i primi segni di sovradosaggio, il farmaco viene immediatamente interrotto. Fornire una posizione più bassa della testa e della parte superiore del busto.

Interazioni farmacologiche

La pentossifillina è in grado di potenziare l'effetto degli agenti riducenti la pressione sanguigna (ACE-inibitori, nitrati).

La pentossifillina può potenziare l'effetto dei farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione del sangue (anticoagulanti diretti e diretti, trombolitici), antibiotici (incluse le cefalosporine).

La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina nel plasma (il rischio di effetti collaterali).

L'appuntamento comune con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.

L'effetto ipoglicemico dell'insulina o degli agenti antidiabetici orali può essere aumentato assumendo pentossifillina (un aumentato rischio di ipoglicemia). Richiede un monitoraggio rigoroso di tali pazienti.

In alcuni pazienti, la somministrazione contemporanea di pentossifillina e teofillina può portare ad un aumento dei livelli di teofillina. Questo può portare ad un aumento o aumento degli effetti collaterali associati alla teofillina.

Condizioni di vendita della farmacia
Termini e condizioni di conservazione

Conservare in luogo buio a una temperatura compresa tra 8 ° C e 25 ° C. Tenere fuori dalla portata dei bambini! Elenco B. Periodo di validità - 4 anni.

Trental

Produttore: Aventis Fascia di prezzo: disponibile

istruzione

Informazioni generali

Trental è un derivato xantinico. Migliora la microcircolazione, ha un effetto angioprotettivo. In oftalmologia, è usato per i disturbi circolatori nella coroide.

Composizione e forma di rilascio

Il principale ingrediente attivo di Trental è la pentossifillina. Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse e soluzione iniettabile. Le compresse di Trental contengono 100 mg di pentossifillina. La composizione delle compresse comprende ingredienti ausiliari: talco, lattosio, amido, biossido di silicio colloidale, magnesio stearato. Le compresse sono rivestite con uno speciale rivestimento che si dissolve solo nell'intestino.

Le farmacie hanno compresse a lunga durata di Trental. Una compressa contiene 400 mg di pentossifillina, inoltre è rivestita con un rivestimento resistente agli acidi.

Una singola fiala di Trental contiene 100 mg di pentossifillina, cloruro di sodio e acqua per preparazioni iniettabili. Il farmaco è disponibile in fiale da cinque millilitri. Ci sono cinque fiale in una scatola. Le scatole contengono istruzioni con una descrizione dettagliata del farmaco. Descrizione del farmaco Trental corrisponde alle istruzioni ufficiali.

Azione farmacologica

Il farmaco influenza la capacità patologicamente modificata dei globuli rossi di deformarsi, inibisce l'aggregazione piastrinica e riduce la viscosità del sangue. Grazie a questi effetti, Trental migliora il flusso sanguigno. Trental migliora anche la microcircolazione in aree con scarsa circolazione. Il farmaco inibisce la fosfodiesterasi e contribuisce all'accumulo di cAMP nelle cellule muscolari lisce dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Il farmaco ha un effetto vasodilatatore inespresso, a causa del quale riduce la malattia focale rotonda e ha un effetto coronarico. Quando il flusso ematico cerebrale viene disturbato dopo il trattamento con Trental, i sintomi neurologici diminuiscono. Nei pazienti con malattie vascolari obliteranti, dopo aver usato Trental, la distanza che possono passare senza dolore è prolungata, la gravità del dolore durante la notte diminuisce e l'intensità e la frequenza dei crampi muscolari diminuiscono.

testimonianza

Le indicazioni per prescrivere farmaci sono tali malattie:

disturbi circolatori nella coroide e nella retina;

malattie obliteranti degli arti inferiori;

angiopatia con diabete;

violazione del trofismo tissutale;

disturbi acuti e cronici della circolazione cerebrale;

perdita dell'udito dovuta a processi degenerativi nell'orecchio interno;

Controindicazioni

L'uso di compresse Trental è controindicato in caso di:

estesa emorragia retinica;

emorragia massiccia di qualsiasi localizzazione;

ipersensibilità alla pentossifillina o ad un altro ingrediente;

infarto miocardico acuto;

allattamento e allattamento al seno.

Trental non è prescritto ai bambini di età inferiore ai diciotto anni.

L'uso della soluzione farmacologica per infusioni è controindicato in questi casi:

massicce emorragie retiniche;

ipersensibilità a qualsiasi ingrediente;

aterosclerosi pronunciata delle arterie coronarie o cerebrali;

cardiopatia ischemica acuta;

gravi disturbi del ritmo cardiaco;

ipotensione, che è difficile da controllare;

tutti i periodi di gravidanza;

allattamento e allattamento al seno;

dai 18 ai 18 anni.

Dall'uso di qualsiasi forma di farmaco ci si può aspettare effetti indesiderati:

scotoma, alterata qualità della visione;

tipo immediato reazioni allergiche, prurito, orticaria;

mal di testa, vertigini, disturbi del sonno, ansia, sindrome convulsiva;

gonfiore, aumento della fragilità delle unghie;

arrossisce fino alla metà superiore del corpo e faccia, arrossamento della pelle;

rifiuto di mangiare, disturbi dispeptici, xerostomia;

dolore al cuore, palpitazioni cardiache, aritmia;

sanguinamento gastrointestinale, sanguinamento della mucosa, eruzioni emorragiche sulla pelle;

oppressione emopoietica, ipofibrinogenemia.

Con l'uso di compresse Trental, è possibile una sensazione di pesantezza nell'epigastrio, una sensazione di stomaco pieno, nausea, vomito e disturbi delle feci.

overdose

In caso di sovradosaggio di compresse Trental, il paziente lamenta capogiri, nausea, vomito, brividi. Ha arrossamento della pelle, può perdere conoscenza. Vi sono tachicardia, possibili disturbi del ritmo cardiaco e convulsioni tonico-cloniche.

Nel caso dell'infusione di Trental, il paziente può manifestare debolezza, vertigini, sonnolenza o aumento dell'eccitabilità. C'è una maggiore sudorazione, cianosi, perdita di coscienza. La temperatura corporea aumenta, l'impulso accelera, il ritmo è disturbato. Il paziente perde conoscenza, i riflessi scompaiono e si sviluppa la sindrome convulsiva. Sono possibili vomito di "fondi di caffè" e feci simili a catrame.

Interazione con altri farmaci

Trental può potenziare l'azione di farmaci antipertensivi, antibiotici e farmaci che riducono la coagulazione del sangue. La concentrazione del farmaco nel plasma sanguigno aumenta la cimetidina. Se combinato con Trental e farmaci ipoglicemici orali, è possibile che il loro effetto possa essere potenziato dalla pentossifillina. L'uso combinato con teofillina aumenta gli effetti indesiderati di quest'ultimo.

Istruzioni speciali e misure precauzionali

Trental con cautela deve essere prescritto a pazienti con malattie dello stomaco, ridotta tolleranza al glucosio, ridotta funzionalità funzionale dei reni e del fegato, tendenza al sanguinamento. Al momento del ricovero dovrebbe smettere di allattare. Trental non dovrebbe essere disponibile per i bambini.

Il prezzo medio di cinque fiale Trental è di 157 rubli. Il costo di sessanta compresse di Trental 100 mg - 540 rubli e venti (400 mg) - 540 rubli.

Trental ® (Trental ®)

Principio attivo:

contenuto

Gruppi farmacologici

Classificazione Nosologica (ICD-10)

struttura

Descrizione della forma di dosaggio

Compresse, 100 mg: biconvesse rotonde, rivestite con rivestimento enterico bianco.

Azione farmacologica

farmacodinamica

La preparazione Trental ® riduce la viscosità del sangue e migliora le proprietà reologiche del sangue (fluidità) migliorando la deformabilità dei globuli rossi disturbati; ridurre l'aggregazione piastrinica e i globuli rossi; ridurre la concentrazione di fibrinogeno; riducendo l'attività dei leucociti e riducendo l'adesione dei leucociti all'endotelio vascolare.

Come sostanza attiva, il farmaco Trental ® contiene un derivato xantinico - pentossifillina. Il suo meccanismo d'azione è associato con l'inibizione della PDE e l'accumulo di cAMP nelle cellule muscolari lisce vascolari e nei corpuscoli sanguigni.

Fornendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce in qualche modo la malattia rotatoria e dilata leggermente i vasi coronarici.

La pentossifillina ha un debole effetto inotropico positivo sul cuore.

Migliora la microcircolazione nelle aree di alterata circolazione sanguigna.

Il trattamento con Trental ® porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi circolatori cerebrali. Con le malattie occlusali delle arterie periferiche, l'uso di Trental ® porta ad un allungamento della distanza percorribile, all'eliminazione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio e alla scomparsa del dolore a riposo.

farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, la pentossifillina è rapidamente e quasi completamente assorbita.

La pentossifillina è soggetta all'effetto del passaggio primario attraverso il fegato. La biodisponibilità assoluta della sostanza originale è (19 ± 13)%.

La concentrazione del principale metabolita attivo - 1- (5-idrossiesil) -3,7-dimetil xantina (metabolita 1) - nel plasma è 2 volte superiore alla concentrazione della pentossifillina iniziale.

Il metabolita 1 è in equilibrio redox biochimico reversibile con pentossifillina.

Pertanto, pentossifillina e metabolita 1 sono considerati insieme come un'unità attiva. Di conseguenza, la disponibilità del principio attivo è molto maggiore.

T1/2 pentossifillina dopo somministrazione orale è di 1,6 ore.

La pentossifillina è completamente metabolizzata e oltre il 90% viene escreto attraverso i reni sotto forma di metaboliti idrosolubili non coniugati.

Pazienti con funzionalità renale compromessa. In questo gruppo di pazienti, l'escrezione dei metaboliti rallenta

Pazienti con insufficienza epatica. Nei pazienti con insufficienza epatica T1/2 la pentossifillina è allungata e aumenta la biodisponibilità assoluta.

Indicazioni per i farmaci Trental ®

malattia arteriosa periferica occlusiva della genesi aterosclerotica o diabetica (ad esempio, claudicazione intermittente, angiopatia diabetica);

disordini circolatori trofici (ad esempio ulcere trofiche delle gambe, cancrena);

disturbi della circolazione cerebrale (conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale, tra cui ridotta concentrazione, capogiri, disturbi della memoria), stati ischemici e post-ictus;

disturbi circolatori nella reticolare e nella coroide;

otosclerosi, alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e perdita dell'udito.

Controindicazioni

ipersensibilità alla pentossifillina, ad altre metilxantine o ad uno qualsiasi dei componenti del farmaco;

sanguinamento massiccio (rischio di aumento del sanguinamento);

emorragie estese nella retina dell'occhio (rischio di aumento del sanguinamento);

emorragia cerebrale;

infarto miocardico acuto;

intolleranza al galattosio, deficit di lattasi e sindrome da malassorbimento del glucosio-galattosio (a causa della presenza di lattosio nella formulazione);

gravidanza (dati insufficienti);

periodo di allattamento al seno (dati insufficienti);

età da bambini fino a 18 anni.

aritmie cardiache gravi (rischio di peggioramento delle aritmie);

ipotensione arteriosa (rischio di ulteriore abbassamento della pressione sanguigna, vedi "Dosaggio e somministrazione");

insufficienza cardiaca cronica;

ulcera peptica e ulcera duodenale;

alterata funzionalità renale (la creatinina ® Cl è controindicata per l'uso durante la gravidanza (perché non sono disponibili dati sufficienti).

La pentossifillina penetra nel latte materno in piccole quantità. Se necessario, utilizzare il farmaco deve interrompere l'allattamento al seno (data la mancanza di esperienza con l'applicazione).

Effetti collaterali

Di seguito sono riportate le reazioni avverse che sono state osservate negli studi clinici e nell'uso post-marketing del farmaco (frequenza sconosciuta).

Disturbi del sistema nervoso: mal di testa, vertigini, meningite asettica, convulsioni.

Disturbi mentali: agitazione, disturbi del sonno, ansia.

Dal lato del cuore: tachicardia, aritmia, abbassamento della pressione sanguigna, angina.

Dal lato dei vasi: arrossamento della pelle alla pelle, sanguinamento (incluso sanguinamento dai vasi della pelle, delle mucose, dello stomaco, dell'intestino).

Da parte dell'apparato digerente: xerostomia (secchezza delle fauci), anoressia, atonia intestinale, sensazione di pressione e pienezza nello stomaco, nausea, vomito, diarrea, stitichezza, ipersalivazione (aumento della salivazione).

Da parte del fegato e delle vie biliari: colestasi intraepatica, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, aumento dell'attività della fosfatasi alcalina.

Da parte del sangue e del sistema linfatico: leucopenia / neutropenia, trombocitopenia, pancitopenia, ipofibrinogenemia.

Da parte dell'organo della vista: deficit visivo, scotoma.

Da parte della pelle e dei tessuti sottocutanei: prurito della pelle, eruzione cutanea, eritema (arrossamento della pelle), orticaria, aumento della fragilità delle unghie, gonfiore.

Sistema immunitario: reazioni anafilattiche / anafilattoidi, angioedema, shock anafilattico, broncospasmo.

interazione

Con antipertensivi. Pentoxifylline aumenta il rischio di ipotensione arteriosa durante l'uso con farmaci antipertensivi (ad esempio, ACE inibitori) o altri farmaci che hanno un potenziale effetto antipertensivo (ad esempio, nitrati).

Con droghe che colpiscono il sistema di coagulazione del sangue. La pentossifillina può potenziare l'effetto dei farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione del sangue (anticoagulanti diretti e indiretti, trombolitici, antibiotici come le cefalosporine). Con l'uso combinato di pentossifillina e anticoagulanti indiretti (antagonisti della vitamina K) negli studi post-marketing si sono verificati casi di aumento dell'azione anticoagulante (rischio di sanguinamento). Pertanto, si raccomanda di controllare la gravità dell'effetto anticoagulante in pazienti che assumono questa combinazione di farmaci all'inizio della pentossifillina o di modificarne la dose, ad esempio, per monitorare regolarmente l'MHO.

Con cimetidina La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina e il metabolita attivo I nel plasma sanguigno (rischio di reazioni avverse).

Con altre xantine. L'appuntamento comune con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.

Con agenti ipoglicemici (insulina e agenti ipoglicemizzanti per somministrazione orale). L'effetto ipoglicemico dell'insulina o degli agenti ipoglicemizzanti per somministrazione orale può aumentare con l'uso simultaneo di pentossifillina (aumento del rischio di ipoglicemia). È necessario un rigoroso monitoraggio delle condizioni di questi pazienti, incluso il regolare controllo glicemico.

Con teofillina. In alcuni pazienti, mentre si usa pentossifillina e teofillina, si nota un aumento della concentrazione di teofillina. In futuro, ciò potrebbe comportare un aumento o un aumento degli effetti collaterali associati alla teofillina.

Con ciprofloxacina. In alcuni pazienti con uso simultaneo di pentossifillina e ciprofloxacina, si nota un aumento della concentrazione plasmatica di pentossifillina. In futuro, ciò potrebbe comportare un aumento o un aumento degli effetti collaterali associati all'uso di questa combinazione.

Con inibitori dell'aggregazione piastrinica. Con l'uso simultaneo di pentossifillina con inibitori dell'aggregazione piastrinica (clopidogrel, eptifibatide, tirofiban, epoprostenolo, iloprost, abciximab, anagrelide, FANS (eccetto per COX-2), acido acetilsalicilico, ticlopidina, dipiridamolo) può elaborare un potenziale effetto additivo, aumentando il rischio di emorragia. Pertanto, a causa del rischio di sanguinamento, la pentossifillina deve essere usata con cautela contemporaneamente agli inibitori delle aggregazioni piastriniche di cui sopra (vedere "Con cautela").

Dosaggio e somministrazione

Dentro, deglutendo intere, durante o subito dopo un pasto, bevendo molta acqua.

Il dosaggio è impostato dal medico in accordo con le caratteristiche individuali del paziente.

La solita dose - 1 etichetta. Trental ® 100 mg 3 volte al giorno, seguito da un lento aumento della dose a 200 mg 2-3 volte al giorno. La dose singola massima - 400 mg; la dose giornaliera massima è di 1200 mg.

Nei pazienti con funzionalità renale compromessa (Cl creatinina inferiore a 30 ml / min), il dosaggio può essere ridotto a 1-2 compresse / die.

Riduzione della dose per quanto riguarda la tolleranza individuale è necessaria nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa.

Il trattamento può essere iniziato a piccole dosi in pazienti con bassa pressione sanguigna e in soggetti a rischio a causa di una possibile riduzione della pressione arteriosa (pazienti con CHD grave o stenosi emodinamicamente significative di vasi cerebrali). In questi casi, la dose può essere aumentata solo gradualmente.

overdose

Sintomi: vertigini, nausea, vomito come fondi di caffè, caduta della pressione sanguigna, tachicardia, aritmia, arrossamento della pelle, perdita di coscienza, brividi, isflessia, convulsioni tonico-cloniche.

Trattamento: sintomatico. In caso di violazioni sopra descritte, un urgente bisogno di consultare un medico. Ai primi segni di sovradosaggio (sudorazione, nausea, cianosi), il farmaco viene immediatamente interrotto. Se il farmaco viene assunto di recente, devono essere prese misure per prevenire un ulteriore assorbimento del farmaco rimuovendolo (lavanda gastrica) o rallentando l'assorbimento (ad esempio, prendendo carbone attivo). Un'attenzione particolare dovrebbe essere prestata al mantenimento della pressione arteriosa e della funzione respiratoria. Quando convulsive convulsioni sono somministrati diazepam. L'antidoto specifico è sconosciuto.

Istruzioni speciali

Il trattamento deve essere sotto il controllo della pressione sanguigna.

Nei pazienti diabetici che assumono agenti ipoglicemizzanti, la somministrazione di dosi elevate può causare grave ipoglicemia (può essere necessaria la correzione di dosi di agenti ipoglicemici e il controllo glicemico).

Quando si prescrive Trental ® contemporaneamente agli anticoagulanti, è necessario il monitoraggio dei parametri di coagulazione del sangue.

Nei pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico, è necessario un monitoraggio regolare dell'embrione e dell'ematocrito.

I pazienti con pressione arteriosa bassa e instabile devono ridurre la dose di pentossifillina.

Le persone anziane possono aver bisogno di ridurre la dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).

La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non è ben compresa.

Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e impegnarsi in attività potenzialmente pericolose. Considerati i possibili effetti collaterali (come vertigini), è necessario prestare attenzione durante la guida di veicoli e la pratica di attività potenzialmente pericolose.

Modulo di rilascio

Compresse, film con rivestimento enterico, 100 mg. Scheda 10 o 15. in una confezione di PVC / foglio di alluminio. 6 bl. sulla scheda 10. o 4 bl. 15 tab. posto in una scatola di cartone.

fabbricante

Sanofi India Limited, India. Sanofi India Limited, India. Tracciare i numeri 3501, 3503-3515, 6310B-14, GIDC, Estate, Ankleshwar - 393002, Dist. Bharuch, India.

Rilascio del controllo di qualità. Sanofi India Limited, India.

La persona giuridica in nome della quale viene rilasciato il certificato di registrazione. Sanofi India Limited, India.

Reclami dei consumatori al seguente indirizzo in Russia: 125009, Mosca, ul. Tverskaya, 22 anni.

Tel: (495) 721-14-00; fax: (495) 721-14-11.

Condizioni di vendita della farmacia

Condizioni di conservazione del farmaco Trental ®

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

La durata di conservazione del farmaco Trental ®

Non usare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Rassegna di 13 farmaci popolari per il cuore: i loro pro e contro

L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina generale".

Come è la prevenzione dei coaguli di sangue nei vasi (trombosi)?

Data di pubblicazione dell'articolo: 16/16/2018Data di aggiornamento articolo: 4/12/2018L'autore dell'articolo: Dmitrieva Julia (Sych) - un cardiologo praticante