Perché la paraprocitite si presenta negli uomini e come trattarla?

La paraprocitite è un'infiammazione della cellulosa e dei tessuti molli situati intorno al retto. Questa malattia è una delle patologie più comuni (insieme alle emorroidi e alle ragadi anali) del retto.

Di norma, l'incidenza della paraprocitite tra gli uomini è del 50% superiore rispetto alle donne.

Il meccanismo di sviluppo di paraproctitis

Nella maggior parte dei casi, l'agente eziologico della malattia è una microflora mista. È dominato da stafilococchi e streptococchi in combinazione con E. coli. Occasionalmente (circa l'1% dei casi), la paraproctite può essere causata da un'infezione specifica (ad esempio, la tubercolosi). I fattori che favoriscono lo sviluppo della malattia e che contribuiscono al suo corso includono:

  • immunità indebolita;
  • complicazioni vascolari del diabete;
  • aterosclerosi;
  • emorroidi, ecc.

Ci sono diverse opzioni per gli agenti patogeni paraproctiti per entrare nel tessuto intestinale:

  • la diffusione dell'infezione attraverso il sistema linfatico;
  • lesioni della mucosa del retto;
  • infiammazione delle ghiandole anali;
  • diffusione dell'infezione da organi vicini (prostata, uretra).

La malattia inizia con l'infiammazione delle ghiandole anali. I loro dotti si trovano nella parte inferiore delle cripte, "tasche", posizionate anatomicamente tra il retto e l'ano. In queste "tasche" l'infezione arriva direttamente dal retto, ma può anche essere trasferita con una corrente di linfa o sangue dagli organi vicini. Di conseguenza, i dotti escretori delle ghiandole anali sono bloccati. Si sviluppa una microabrasione che, se il decorso della malattia progredisce, non va oltre le cripte. Se il processo infiammatorio entra in profondità e raggiunge il tessuto peri-rettale, si sviluppa la paraprocitite.

Un ascesso può essere:

  • sottocutaneo;
  • sottomucosa;
  • intramuscolare;
  • retto ischiale (ischeorettale);
  • pelvico-rettale (pelvicorectal).

Manifestazioni cliniche della malattia (sintomi)

La paraprocitite, di regola, si verifica bruscamente. Ha sintomi sia somatici che molto specifici.

All'inizio della malattia, l'uomo sente sintomi come:

  • la debolezza;
  • febbre di basso grado;
  • brividi;
  • sudorazione eccessiva;
  • mal di testa.

Più tardi rinforza il dolore nel perineo. Questo periodo non dura a lungo e presto compaiono i sintomi specifici della paraprocitite. Il grado e la natura della loro manifestazione dipende dalla localizzazione dell'ascesso:

  • Sottocutanea. I sintomi sono brillanti e definiti: c'è un'infiltrazione iperemica dolorosa nella regione dell'ano.
  • Ishiorektalny. Nei primi giorni di insorgenza della malattia si osservano dolori sbiaditi nella pelvi, che aumentano con l'atto della defecazione. A 5-6 giorni si verifica un iper-infiltrato.
  • Pelviorektalny. È molto difficile, poiché la posizione dell'ascesso è molto profonda. Per 10-12 giorni, l'uomo è preoccupato per i sintomi somatici generali (debolezza, febbre, brividi), dolori dolorosi nell'addome inferiore. Il dolore aumenta gradualmente, ci sono ritardi nelle feci e nelle urine. Con una diagnosi tardiva, un ascesso può sfondare e il suo contenuto si diffonde alla fibra adrettale (peri-intestinale).

Se un ascesso si rompe da solo, allora si verifica una fistola al suo posto. Questo indicherà che la malattia è diventata cronica.

Diagnosi di paraproctite

Specialista, sulla base dei reclami e del risultato dell'esame del paziente, è necessario rilevare un ascesso nello spazio perineale. I metodi diagnostici variano a seconda della posizione dell'ascesso:

  • Sottocutanea. Questo tipo di paraproctite è la più semplice da diagnosticare, in quanto l'ascesso è chiaramente visibile. La palpazione dell'area iperemica causa un forte dolore nel paziente. Conduci uno studio delle dita sull'ano e sul retto per trovare la cripta infiammata. Anoscopia, rectoromanoscopy e altri studi strumentali non sono condotti.
  • Ishiorektalny. I cambiamenti visivi sono già stati osservati in uno stadio avanzato della malattia. Pertanto, quando il paziente prima lamenta dolore nel perineo e defecazione dolorosa, il medico è obbligato a condurre un esame digitale del retto. C'è un consolidamento del canale anale e levigante del rilievo mucoso sul lato dell'infiammazione. Dopo 5-6 giorni dall'inizio della malattia, l'ascesso si gonfia nel lume intestinale. Se il processo purulento si è spostato nell'uretra o nell'uretra, con la loro palpazione, l'uomo ha una dolorosa urgenza di urinare.
  • Sottomucosa. Rilevato dall'esame delle dita. L'infiltrato è pronunciato ed erutta nel lume del retto. Quando paraproctitis submucoso è spesso osservato auto-apertura di ascessi.
  • Pelviorektalny. Diagnosticato difficile I cambiamenti visivi sono visibili solo nelle fasi successive della malattia. Nella fase iniziale di uno studio con le dita, si trova la tenerezza di una delle pareti delle ampolle del retto. Se il medico ha il sospetto di paraprocitite pelvico-rettale, ma la diagnosi finale non è chiara, al paziente viene prescritta la sigmoidoscopia e l'ecografia. L'ecografia determinerà la dimensione dell'ascesso, la sua esatta posizione e l'entità del danno ai tessuti circostanti.

Paraprocitite cronica

Scorre tra le onde. I periodi di un aggravamento si alternano con i periodi di remissione. Al di fuori dell'aggravamento del paziente, non sono presenti sintomi di paraprocitite. Con un'igiene accurata, tali intervalli possono essere piuttosto lunghi. Alla successiva infiammazione, l'uomo inizia a sentirsi debole, la temperatura sale. Il trattamento della paraprocitite cronica è anche solo chirurgico.

Trattamento e prognosi

Il trattamento della paraprocitite è esclusivamente chirurgico. L'operazione si riferisce a una serie di interventi urgenti. Viene effettuato esclusivamente in anestesia generale. Il compito principale del chirurgo è quello di aprire l'ascesso, per garantire il suo drenaggio (rilascio di pus), se possibile, per interrompere il contatto con l'intestino.

Con un intervento chirurgico tempestivo, la prognosi del decorso della malattia è favorevole. Con il trattamento ritardato, sono possibili le seguenti complicanze:

  • la transizione della paraprocitite acuta alla forma cronica con la formazione di fistole;
  • infiammazione del peritoneo del bacino;
  • la diffusione dell'infezione all'uretra e allo scroto;
  • cambiamenti postoperatori del retto e dell'ano.

Dopo l'operazione, viene prescritta una dieta che accelera il processo di guarigione.

  • Si consiglia di aumentare il numero di pasti a 4-5 al giorno, riducendo le porzioni;
  • Per il pranzo, assicurati di usare cibo liquido;
  • Per cena, è meglio mangiare piatti a base di verdure;
  • Da carne è desiderabile usare varietà a basso contenuto di grassi (tacchino, pollo);
  • Bevete al giorno almeno 1,5-2 litri d'acqua
  • Nel periodo postoperatorio è necessario limitare l'assunzione di cibi grassi, fritti, salati, piccanti;
  • Alcol e fumo sono severamente vietati.

prevenzione

La prevenzione della paraproctite è l'implementazione di regole semplici:

  • igiene personale;
  • trattamento tempestivo dei disturbi delle feci;
  • dieta equilibrata;
  • trattamento tempestivo di paraprocitite acuta.

Sintomi di paraproctite

La paraprocitite è una malattia caratterizzata da infiammazione purulenta del tessuto adiposo intorno al retto e nella regione perianale.

La ragione principale della sua comparsa è l'ingresso di batteri patogeni attraverso le ghiandole anali nei tessuti circostanti. La paraprocitite può verificarsi in forma acuta e cronica.

Primi segni

La paraprocitite si sviluppa in modo acuto. Una persona avverte un malessere generale, mal di testa e debolezza. Dopo un breve periodo, aumenta il dolore nell'area rettale, che dà al perineo o al bacino. Allo stesso tempo c'è un aumento della temperatura corporea e brividi.

I sintomi della malattia e la gravità della sindrome del dolore dipendono dalla posizione del processo infiammatorio e dalla natura del patogeno.

Quando una massa purulenta appare nel tessuto sottocutaneo, i sintomi sono particolarmente pronunciati:

  • Si forma un ascesso, accompagnato da gonfiore della pelle.
  • Aumenta significativamente la temperatura.
  • Iperemia della pelle
  • Ci sono forti dolori.

La gravità dei sintomi della paraproctite, accompagnata da gonfiore dei tessuti e la comparsa di infiltrazioni, si osserva di solito per 5-6 giorni, ma forse prima. Dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo e dai batteri che hanno causato l'infiammazione.

L'educazione più pericolosa, che si trova nel profondo del bacino. Quando soffrono di sintomi di una persona:

  • Forte mal di testa
  • Febbre.
  • Aumento della temperatura corporea.
  • Dolore alle articolazioni, basso addome, perineo.

I sintomi della paraproctite negli uomini e nelle donne sono simili. Se la formazione è profonda nella pelvi, circa 2 settimane una persona soffre di malessere generale, dopo di che il dolore nella zona rettale aumenta in modo significativo, vi è una ritenzione di feci e intossicazione generale del corpo.

Sintomi e segni comuni:

  • Aumento della temperatura corporea a 39 gradi.
  • Diminuzione dell'appetito
  • Dolore nell'ano.
  • Iperemia e gonfiore nell'area dell'infiammazione.
  • Diarrea o stitichezza
  • Minzione dolorosa.
  • Rafforzamento del dolore durante i movimenti intestinali.
al contenuto ↑

cause di

La malattia appare a causa della penetrazione di batteri patogeni nel tessuto adiposo e nel tessuto dal retto. Spesso questo è favorito da ragadi anali o altri danni alle mucose.

In rari casi, le cause della paraproctite negli uomini e nelle donne sono associate a ferite e ulcere che appaiono sulla superficie della pelle. Negli uomini, l'infiammazione della ghiandola rappresentativa può contribuire alla malattia.

In casi molto rari, l'autoinfezione si osserva quando i batteri patogeni vengono trasportati lungo il flusso sanguigno da altri focolai di infiammazione.

Le persone che hanno ridotto l'immunità, il diabete, l'aterosclerosi, le emorroidi e le ragadi anali sono le più sensibili a questa patologia.

Altre cause di insorgenza in donne e uomini - mancanza di igiene e frequenti rapporti anali.

diagnostica

Il proctologo è coinvolto nel trattamento della malattia.

Per fare una diagnosi accurata, nella maggior parte dei casi, sono sufficienti un'ispezione visiva e una scansione delle dita.

Metodi di trattamento

La paraprocitite viene trattata solo chirurgicamente, indipendentemente dalla sua forma. L'operazione viene eseguita immediatamente dopo la diagnosi. Il compito del chirurgo è quello di aprire l'ascesso e di drenare la cavità.

Inoltre, è necessario asportare il corso su cui si diffonde l'infezione. In caso contrario, per ottenere il recupero completo non funzionerà.

Tuttavia, la maggior parte dei chirurghi non esegue l'asportazione delle mosse a causa della mancanza di esperienza e abilità. Di conseguenza, viene eseguita solo l'infiltrazione e il drenaggio del pus. Ciò può causare la formazione di ulcere in futuro o causare un percorso fistoloso.

Dopo l'operazione, è indicata la terapia antibiotica.

Recensioni dei pazienti

Valeriy: "Non so perché ho sviluppato la paraproctite, ma è stato il periodo più terribile della mia vita. Insopportabilmente doloroso, febbre alta e debolezza in tutto il corpo. Il quinto giorno di tormento ha cercato aiuto medico e subito ha subito un intervento chirurgico. Il periodo di recupero è durato circa una settimana, altri due - c'era una sensazione di disagio ".

Anastasia: "Ho ascoltato le ricette degli artigiani nazionali e ho deciso di trattare la paraproctite con vari gadget. Il terzo giorno, abbiamo dovuto chiamare un'ambulanza, perché lo stato di salute è peggiorato. Il dottore disse immediatamente che era necessario un intervento chirurgico. Dovevo essere d'accordo su ciò di cui non mi pento. "

Perché la paraproctite si verifica negli uomini più spesso rispetto alle donne

A causa di alcune caratteristiche strutturali del corpo e dello stile di vita, la paraproctite negli uomini è molto più comune che nelle donne. Di tutti i pazienti che accedono al proctologo con questo problema, circa il 72% dei casi sono rappresentanti del sesso più forte. E il più delle volte è la popolazione maschile di 20-50 anni.

Perché la paraproctite si sviluppa più spesso negli uomini

La paraprocitite è un'infiammazione del tessuto che circonda il retto. Inizia con processi infiammatori nelle ghiandole anali e nei seni, nella cui profondità derivano i dotti di queste ghiandole (cripte). Causa microrganismi processo infiammatorio - E. coli, clostridi, streptococchi, stafilococchi e altri.

Le cause della paraproctite negli uomini sono in alcune caratteristiche fisiologiche:

  • La fibra che circonda il retto è chiamata pararettale. Nella piccola pelvi delle donne c'è la vagina e l'utero, che occupano la maggior parte dello spazio, quindi hanno meno grasso degli uomini. Di conseguenza, nel corpo maschile, il volume della fibra adrectale è maggiore, ma il suo maggior volume è una vasta area per lo sviluppo dell'infiammazione.
  • A causa della presenza della vagina e dell'utero, la paraproctite nelle donne guarisce meglio. Le pareti della vagina impediscono il collasso e la crescita eccessiva della cavità ascesso e del passaggio fistoloso. A causa dell'assenza di tali organi, la paraprocitite negli uomini guarisce peggio.

Fattori predisponenti

Oltre alle caratteristiche fisiologiche, ci sono una serie di fattori predisponenti che contribuiscono allo sviluppo della paraproctite negli uomini. Questi includono:

  • Il diabete mellito. La malattia stessa e le alterazioni vascolari associate possono benissimo contribuire all'insorgere della paraprocitite. Allo stesso tempo, il diabete negli uomini si sviluppa più spesso.
  • Costipazione. Provocano un'ostruzione meccanica dei dotti delle ghiandole, con conseguente infiammazione.
  • La diarrea. Con frequenti diarrea delle gonfiore delle mucose, può anche causare il blocco delle ghiandole e la loro successiva infiammazione.
  • Immunità ridotta. La maggior parte degli uomini preferisce portare la malattia sulle gambe, naturalmente questo ha un effetto negativo sul sistema immunitario. Quando le difese del corpo funzionano normalmente, i microrganismi intrappolati in un ambiente favorevole sono spesso soppressi. Bene, con un'immunità ridotta - la malattia si sviluppa.
  • Foci di infezioni croniche. Anche a prima vista, le malattie che sono completamente estranee al retto - carie, tonsilliti, faringiti, epatiti, ecc. - possono essere la causa della paraprocitite.
  • Emorroidi, ragadi anali, lesioni rettali, cripte.

Molte delle suddette malattie sono il risultato di uno stile di vita più tipico del sesso più forte rispetto alle donne. Vale a dire:

  • fumo, abuso di alcool;
  • duro lavoro fisico;
  • abitudini alimentari - la predominanza nella dieta di piatti a base di carne e cibi, la mancanza di fibre, contenute nei cibi vegetali.

Vale anche la pena notare che gli uomini sono meno preoccupati per la loro salute rispetto alle donne. Frequentano i medici molto meno spesso e preferiscono sopportare sintomi spiacevoli o affrontare da soli le malattie.

Questo è particolarmente vero per le malattie della zona anorettale (emorroidi, crepe, ecc.). In questo caso, il rifiuto di visitare un medico può essere coperto non solo da un atteggiamento sprezzante nei confronti della salute, ma anche da una banale timidezza. Ma proprio tali malattie sono una delle cause più frequenti di paraproctite.

Segni di malattia

I sintomi della paraproctite negli uomini e nelle donne sono quasi gli stessi. Ma a seconda della forma della malattia, i suoi sintomi hanno alcune differenze.

Per i caratteri di paraproctite acuta sono le seguenti manifestazioni:

  • alta temperatura corporea;
  • malessere generale;
  • segni di intossicazione;
  • dolore nella zona anorettale, aggravato da movimenti intestinali;
  • scarico dall'ano - pus, sangue o sangue con pus;
  • sigilli e arrossamenti nei glutei;
  • difficoltà di riflesso che urina, a proposito, questo fenomeno è più comune nei maschi.

Per la paraproctite cronica, i caratteri sono i seguenti:

  • la presenza di una fistola, un passaggio fistoloso, le sue aperture interne ed esterne;
  • sangue o pus possono essere espulsi dall'apertura della fistola;
  • in alcuni casi, leggero dolore sordo nel retto, aggravato dalla defecazione;

Con l'esacerbazione della forma cronica della malattia, lo stato generale di salute peggiora, il dolore si intensifica, la temperatura sale, negli uomini può esserci una diminuzione di potenza. In generale, i sintomi di questa condizione non differiscono praticamente dalla paraprocitite acuta.

Caratteristiche del trattamento

La paraprocitite negli uomini, indipendentemente dal tipo, richiede un trattamento obbligatorio, poiché le sue conseguenze possono essere molto gravi. Trattare questa malattia solo chirurgicamente. Inoltre, nelle paraprezioni acuta o aggravata, viene quasi sempre eseguita un'operazione di emergenza. Non ci sono quasi controindicazioni ad esso. Il trattamento chirurgico può essere posticipato solo con l'esacerbazione di altri gravi disturbi cronici.

In paraproctite cronica senza esacerbazione, le operazioni programmate sono più spesso prescritte. L'intervento chirurgico rimuove le masse purulente, rimuove l'ulcera stessa, così come le ghiandole e il seno anale. La forma cronica della malattia richiede la rimozione del corso fistoloso e delle sue aperture. I metodi di funzionamento possono essere diversi, la scelta dell'uno o dell'altro metodo chirurgico dipenderà dal tipo di malattia e dalle caratteristiche del suo decorso.

In circa il 90% dei casi, l'operazione ha esito positivo. Con il giusto trattamento e il periodo postoperatorio, c'è un recupero completo. Diverse complicanze della paraprocitite si sviluppano solitamente con l'automedicazione o il trattamento ritardato.

Qual è la paraproctite negli uomini?

Tra tutte le malattie del retto, la paraprocitite occupa un posto speciale. È più comune negli uomini di età matura (20-50 anni). Anche le donne possono soffrire. Questa patologia occupa 4 posizioni nella struttura generale delle malattie del retto e del colon. Le posizioni principali appartengono alle emorroidi, alla colite e alle ragadi anali. È importante che la paraproctite sia una malattia grave, può portare a una serie di gravi complicanze. Che cosa si chiama paraproctite nella medicina moderna? Quindi, la paraproctite è un'infiammazione della fibra che circonda il retto.

Può essere acuto e cronico. Questo determina in gran parte i sintomi. Va ricordato che una simile patologia viene molto spesso ignorata dagli uomini malati, perché sono imbarazzati nel cercare aiuto medico e dire tutto ai loro parenti. È importante che questa malattia possa ridurre significativamente la qualità della vita. Una persona malata, che ha l'infiammazione del retto, soffre quasi sempre di un aumento della temperatura corporea (in acuto), una violazione dell'atto di defecazione e minzione, dolore. Consideriamo più in dettaglio ciò che è caratterizzato dalla paraproctite negli uomini, così come la sua eziologia, la clinica e il trattamento.

Eziologia e patogenesi

La paraprocitite è una malattia infettiva. Ciò significa che i patogeni sono vari microrganismi. Questi sono aerobi e anaerobi. Il primo gruppo comprende stafilococchi, streptococchi. Al secondo - clostridi, batteriidi. E. coli è il più importante. È importante che quando questa patologia è caratterizzata da microflora mista. Gli aerobi sono in grado di crescere e moltiplicarsi in condizioni anossiche, quindi causano malattie molto rapidamente. In che modo batteri e funghi penetrano nella fibra del retto? Ci sono 2 meccanismi principali. Il primo riguarda la penetrazione di agenti patogeni da parte di ematogeni.

Molto spesso questo si verifica a causa di focolai di infezione esistenti. Questo può essere trombosi, suppurazione delle ghiandole e altre malattie. Allo stesso tempo, i microbi si moltiplicano attivamente, entrano nel flusso sanguigno, si verifica una batteriemia. Gli agenti patogeni dal sangue scorrono nel tessuto che circonda il retto. In alcuni casi, la paraproctite si sviluppa a seguito dell'introduzione dell'infezione da focolai distanti di carie, tonsillite. Il secondo meccanismo di sviluppo della paraproctite è il contatto. Differisce dal fatto che il processo inizia prima nelle ghiandole che producono il muco. Il muco è necessario per facilitare il passaggio delle feci attraverso il retto. Le ghiandole possono insorgere, dopo di che il segreto infetto entra nella fibra.

Caratteristiche anatomiche

Per capire meglio lo sviluppo della proctite del vapore, è necessario conoscere la struttura anatomica dello spazio che circonda il retto. Il retto è localizzato in modo tale che ci siano diverse aree vulnerabili attorno ad esso. Accanto all'intestino ci sono gli spazi cellulari pelvico-rettale, ileo-rettale e posteriore rettale. I loro nomi sono associati alla localizzazione. Ogni spazio circonda l'intestino da un certo lato. Nelle vicinanze ci sono altri 2 spazi: mucoso e sottocutaneo.

La paraproctite sottocutanea si sviluppa con l'infiammazione del tessuto sottocutaneo. Altrettanto importante nello sviluppo del processo patologico è la struttura della mucosa del retto. Nell'area della linea anorettale sono le cosiddette cripte. Lo sviluppo della paraproctite inizia con loro e l'infiammazione delle ghiandole contribuisce solo alla diffusione dell'agente infettivo.

Cause di paraproctite

Le principali cause di paraproctite sono l'ipodynamia, i disturbi delle feci (stitichezza o diarrea), i focolai di infezione cronica, la patologia cronica degli organi del tratto gastrointestinale, le condizioni di stress e altri.

Spesso la ragione risiede nella cattiva alimentazione. Di particolare importanza è un'altra patologia dell'intestino. Questo può essere emorroidi, crepe nell'ano. Oltre alle suddette ragioni, i fattori predisponenti sono importanti. Comprendono i disturbi vascolari (aterosclerosi), il diabete mellito, una diminuzione della resistenza del corpo e alcuni altri.

Come si verifica l'infiammazione con costipazione e diarrea? Il fatto è che la stitichezza frequente contribuisce al blocco delle ghiandole che, a sua volta, porta a un processo infiammatorio. La diarrea ha lo stesso meccanismo, ma solo a causa di edema della mucosa. Molto spesso, gli uomini hanno il diabete di tipo 1. È anche un fattore predisponente per il verificarsi della paraprocitite. Inoltre, si verifica sullo sfondo di emorroidi e crepe nell'ano. A loro volta, queste malattie sono causate da abuso di alcol, inattività fisica e pesante lavoro fisico.

Manifestazioni cliniche

Quando compaiono i primi segni di paraproctite, si raccomanda di consultare un medico. Come accennato in precedenza, la malattia può essere acuta e cronica. Ci sono segni comuni caratteristici di entrambe le forme. Questi includono il dolore. Localizzazione del dolore nella regione pelvica, nel retto. Possono essere somministrati al perineo o ai genitali. Spesso c'è un aumento della temperatura. Ma questo sintomo è più evidente nella forma acuta della malattia. Quasi sempre un uomo malato è preoccupato per la debolezza, la prestazione ridotta, la mialgia.

Il sintomo più grave è una violazione dell'atto di minzione. Può manifestarsi nel dolore. Il dolore può aumentare con il movimento intestinale. Il più pericoloso è paraproctite acuta. È caratterizzato da un rapido avvio. L'esame del retto ha rivelato gonfiore, gonfiore nella zona anale. Il dolore aumenta con la tosse e con l'atto della defecazione. C'è una fluttuazione nell'area dell'infiammazione.

Lo sviluppo della paraprocitite cronica

Per quanto riguarda la forma cronica di patologia, procede meno rapidamente. Le condizioni del paziente sono soddisfacenti, ma nonostante ciò, è richiesta assistenza medica. Le forme acute e croniche possono essere considerate come fasi della stessa malattia. In alcuni casi, la paraproctite cronica si sviluppa sullo sfondo di attivazione dell'infezione, che per lungo tempo è stata nella fase latente. Con una diminuzione in immunità, lo stress o altri fattori provocatori, si sviluppa paraprotsit affilato, e contro lo sfondo di esso - cronico.

Il centro di sviluppo può essere una fistola, un ascesso nell'area rettale. La malattia cronica non deve essere trascurata, poiché sono possibili complicazioni. Questi includono la diffusione del processo al retto, il suo scioglimento o necrosi, lo sfondamento delle ulcere verso l'esterno con la formazione di fistole. Quest'ultimo può formarsi sulla coscia, sullo scroto e persino penetrare nella cavità addominale, che può causare la peritonite. Le fistole hanno aperture esterne e interne e ictus. Può lasciare contenuti purulenti o feci.

Diagnosi della forma acuta della malattia

Per diagnosticare e prescrivere un trattamento appropriato, è necessario prendere una cronologia della vita e della storia della malattia, valutare i principali sintomi della malattia e i reclami del paziente e condurre un esame rettale. È molto difficile trovare l'apertura interna di una formazione purulenta. L'esame viene effettuato mediante ricerca con le dita. Il più spesso rivelato dolore della parete posteriore del canale, dal momento che è lì che si trovano le cripte più grandi. Questo è un ottimo posto per iniziare una formazione di ascessi. Per chiarire il buco, viene fatta una puntura dell'ascesso, il suo contenuto (pus) viene pompato, e quindi viene iniettata una sostanza colorante.

Perché è tutto ciò necessario? In futuro, la formazione di una fistola richiederà un'operazione pianificata. Per avere successo, è necessario conoscere la posizione esatta dell'apertura di una formazione purulenta. Va ricordato che l'apertura della fistola può essere formata di nuovo anche dopo un'operazione riuscita. Una diagnosi corretta e tempestiva può ridurre il rischio di complicazioni e migliorare la prognosi per la condizione del malato. È importante che il decorso prolungato della paraprocitite possa causare la formazione di cicatrici o lo sviluppo di processi adesivi.

Trattamento della paraproctite

La forma acuta comporta un intervento chirurgico. È effettuato solo su decisione del chirurgo. L'operazione include l'apertura della formazione purulenta, la rimozione di pus e tessuti morti. Se c'è un passaggio fistoloso, esegui la sua escissione. Questa operazione non finisce qui. Successivamente, è necessario installare un drenaggio attraverso il quale scorre il contenuto purulento. In circa il 90% dei casi, l'operazione ha successo e gli uomini malati guariscono. In altri casi, la malattia diventa cronica. Allo stesso tempo si possono osservare i periodi di aggravamento. È molto importante che durante l'auto-trattamento ci sia un alto rischio di complicazioni e morte.

La causa più comune di morte della malattia è la sepsi. Per quanto riguarda il decorso cronico, un'operazione viene necessariamente eseguita con esso. Implica l'escissione della fistola. Va tenuto presente che anche con diverse operazioni, possono verificarsi nuovi passaggi fistolosi. La paraproctite cronica non è consigliabile trattare solo con i farmaci, è necessario un intervento chirurgico.

Uso di metodi di trattamento popolari

Quando compaiono i primi segni della malattia, puoi provare a curare da solo la malattia. Per questo scopo, rimedi popolari ampiamente utilizzati. Ad esempio, questi includono vasche idromassaggio. Per fare questo, giace in un bagno di acqua calda e stare dentro per almeno mezz'ora. Tutto il corpo ha bisogno di riscaldarsi. Per fare questa procedura è meglio prima di coricarsi. Si raccomanda per diversi giorni fino alla completa scomparsa di tutti i sintomi della malattia. Oltre al solito bagno, è possibile utilizzare i bagni locali (seduti) con il sale. Prepararli è molto semplice. È necessario sciogliere un cucchiaio di soda e sale in 5 litri di acqua calda.

Fare il bagno deve essere di 10 minuti. Il corso del trattamento è in media di 2 settimane. Salino è tenuto a drenare. Un buon effetto dà un bagno alle piante medicinali. A questo scopo, corteccia di quercia adatta, borsa del pastore, calendula, erba di San Giovanni. Per il trattamento della paraproctite ampiamente utilizzati microclastre. Possono essere con calendula e altre erbe. Per tenerli è necessario avere a disposizione una pera con una punta di gomma. Aiuto e dosare miscele basate sul succo di patate crude. Per trattare questa malattia può essere grasso d'orso.

Quindi, l'infiammazione della fibra attorno al retto è una malattia grave che richiede un intervento chirurgico.

Paraproctitis. Cause, sintomi, segni, diagnosi e trattamento della patologia.

Il sito fornisce informazioni di base. Diagnosi e trattamento adeguati della malattia sono possibili sotto la supervisione di un medico coscienzioso. Qualsiasi farmaco ha controindicazioni. Consultazione richiesta

La paraprocitite (dal greco Para - "intorno, intorno" e proktos - "ano") è un'infiammazione purulenta del tessuto adiposo localizzato intorno al retto. La malattia può essere acuta o cronica. Spesso, paraproctite è anche chiamata ascesso pararettale.

Paraproctite in cifre e fatti:

  • Questa è una delle più comuni malattie proctologiche, che costituisce il 20-40% di tutte le patologie del retto.
  • In termini di prevalenza, la paraproctite è seconda solo a ragadi anali, emorroidi e colite (infiammazione dell'intestino crasso).
  • Gli uomini si ammalano 1,5-4 volte più spesso rispetto alle donne.
  • La paraprocitite si verifica quasi esclusivamente negli adulti. I casi in bambini descritti molto poco.
  • La prevalenza della paraprocitite nella popolazione è dello 0,5% (5 su 1000 persone hanno la malattia).
  • Molto spesso, le persone si ammalano all'età di 30-50 anni.

Caratteristiche dell'anatomia del retto

Il retto è la sezione finale dell'intestino, lunga 15-20 cm (in un adulto), che si trova nella cavità pelvica. Il retto passa nell'ano, che apre l'ano.

Strati della parete rettale:

  • La membrana mucosa è lo strato interno. Non ha, contrariamente alla mucosa del colon, dei villi e contiene un gran numero di cellule che producono muco.
  • Strato muscolare Consiste di due strati: in un muscolo vanno nella direzione longitudinale, e nell'altro - nella direzione trasversale. Nell'ano, i muscoli formano due anelli potenti: gli sfinteri. Uno di loro lavora involontariamente, il secondo obbedisce alla volontà dell'uomo. Gli sfinteri sono progettati per mantenere le feci. Durante i movimenti intestinali, sono rilassati.
  • Membrana sierosa. Lo strato esterno costituito da tessuto connettivo.

Al di fuori del retto è circondato da tessuto adiposo - fibra adrettale.

Nel luogo di transizione del retto nel canale anale sulla mucosa ci sono cripte - recessi sotto forma di borse. In fondo a ciascuna cripta, i dotti delle ghiandole mucose (si chiamano ghiandole anali), che si trovano nello spessore degli sfinteri, si aprono. Questa caratteristica anatomica è importante nello sviluppo della paraproctite.

Cause di paraproctite

La ragione principale per lo sviluppo della paraproctite è l'infezione nel tessuto adiposo peri-rettale.

Microorganismi che possono causare paraprocititi:

  • Il più delle volte: Stafilococco, Streptococco, E. coli, Proteo. In paraproctite ordinaria nell'ascesso, di regola, si trova una combinazione di diversi tipi di microrganismi elencati.
  • Batteri anaerobici - vivono in condizioni anossiche. La malattia causata da questi agenti patogeni si manifesta in forme gravi:
    • paraprocitite putrida;
    • flemmone gassoso del bacino;
    • sepsi anaerobica.

  • Infezioni specifiche La paraprocitite può essere una delle manifestazioni di malattie come la tubercolosi, la sifilide, l'actinomicosi. La prevalenza di questi tipi di paraproctiti è pari all'1-2% del totale.

Modi di penetrazione degli agenti patogeni nel tessuto intestinale periorno:

  • Quando l'infiammazione delle cripte del retto e delle ghiandole anali. Di solito, un'infezione da una cripta entra nel condotto e poi nella stessa ghiandola. C'è un blocco del condotto, con conseguente svolta in ferro in un ascesso. Come l'infiammazione si diffonde in profondità, si sviluppa paraproctite.
  • Infezione dal retto attraverso i vasi linfatici con proctite.
  • Lesioni alla mucosa del retto. Può verificarsi quando un corpo estraneo entra nell'intestino, la presenza di oggetti appuntiti nelle feci, durante varie procedure mediche e interventi sul retto.
  • Lesioni al bacino e all'ano. In questo caso, l'infezione entra nel tessuto adiposo dall'ambiente esterno.
  • La diffusione dell'infiammazione dagli organi vicini: la prostata (con prostatite), l'uretra (con uretrite), gli organi genitali femminili (con annessite, salpingo-ooforite).

Fattori che predispongono allo sviluppo della paraprocitite:
  • indebolimento dell'immunità;
  • esaurimento, digiuno prolungato;
  • l'alcolismo;
  • infezioni gravi e frequenti;
  • infezioni croniche;
  • sconfitta di piccole navi in ​​diabete mellito;
  • aterosclerosi;
  • violazione della funzione intestinale: diarrea, stitichezza;
  • emorroidi;
  • ragadi anali;
  • processo infiammatorio cronico negli organi pelvici: prostatite (infiammazione della ghiandola prostatica); cistite (infiammazione della vescica); uretrite (infiammazione dell'uretra), salpingo-ooforite (infiammazione dell'utero);
  • colite ulcerosa;
  • La malattia di Crohn.

Tipi di paraproctiti

A seconda della natura del processo patologico:

  • Sharp. Si presenta sotto forma di infiammazione suppurativa acuta. Un ascesso (ascesso) è formato nella fibra peri-rettale.
  • Cronica (fistola rettale). Quasi sempre (nel 95% dei casi) si sviluppa dopo paraprocitite acuta.

Tipi di paraproktit affilato, secondo la posizione di ulcere:
  • sottocutaneo - sotto la pelle nell'ano;
  • sottomissione - in stretta prossimità del retto, sotto la membrana mucosa;
  • isoorettale: vicino all'osso sciatico;
  • pelvicorettale (intestino pelvico-rettale) - nella cavità pelvica;
  • retrorectale - dietro il retto.

La posizione dell'ascesso è importante durante la diagnosi e il trattamento chirurgico.

Tipi di fistole in paraprocitite cronica:

  • pieno - ha due fori: sulla membrana mucosa all'interno del retto e sulla pelle;
  • incompleta - avere un foro, e la seconda estremità della fistola finisce alla cieca, come una borsa;
  • esterno - il buco è sulla pelle;
  • interno - il foro si trova sulla membrana mucosa del retto.

Paraproctite: foto e sintomi di forme acute e croniche, trattamento

Paraproctite: sintomi e trattamento, foto, tipi e cause

L'aumento del dolore nel perineo, la febbre alta e la problematica seduta su una sedia sono problemi, anche se delicati, ma così inquietanti del solito ritmo di vita, che anche le persone più timide sono costrette a chiedere aiuto medico.

In un quarto dei casi di patologia del retto, il proctologo diagnostica la paraproctite e prescrive un intervento chirurgico.

Alla ricerca della possibilità di evitare un intervento chirurgico, il paziente deve comprendere chiaramente il pericolo di complicanze della paraproctite in caso di trattamento inopportuno o inadeguato.

Paraprocitite: che cos'è?

La paraprocitite è acuta, in assenza o inefficacia del trattamento, l'infiammazione purulenta della fibra pararettale, che diventa cronica, diventa cronica. In altre parole, un ascesso, un ascesso, si forma nello spazio perineale dell'intestino, pieno di tessuto adiposo.

Il processo purulento che è iniziato non può essere fermato: in ogni caso, si verifica la necrosi dei tessuti infetti. Inoltre, paraproctite acuta ha un'alta probabilità di diventare cronica.

La paraprocitite è più comunemente diagnosticata negli uomini. È estremamente raro che la malattia si sviluppi nei bambini dopo la rapida rimozione dei difetti congeniti nello sviluppo dell'ano e nel restringimento del retto.

La gravità dei sintomi della paraproctite, la mancanza di possibilità di auto-guarigione e l'efficacia della terapia non chirurgica, nonché gravi complicazioni, richiedono assistenza medica immediata quando compaiono i primi sintomi della malattia e assistenza chirurgica specializzata.

Forme di patologia

  • a valle - acuta (prima formata) e cronica (fistola formata);
  • la profondità della posizione della patologia: superficiale, profonda;
  • localizzazione di focolai purulenti - sottocutanei, sottomucosi, intraspinali (situati tra le fibre dello sfintere esterno ed interno), iso-rettali (ascesso situato nel perineo, al di fuori dello sfintere anale), pelvio-rettale (alta posizione alta minaccia del processo purulento totale);
  • dalla presenza di un'uscita fistolosa - incompleta (c'è solo un ingresso attraverso la cripta anale) e completa (un ascesso ha trovato un'uscita attraverso la pelle, nello spazio addominale o nel lume del retto);
  • in relazione alla fistola allo sfintere anale, intra-, extra- e transsphinctral;
  • secondo la complessità della struttura dei passaggi fistolosi - semplice e complessa (presenza di più mosse, perdite e sacche purulente).

Cause di paraproctite

I principali colpevoli di paraproctite sono i batteri anaerobici: E. coli, spesso in collaborazione con stafilococchi e streptococchi.

L'infezione entra nel tessuto che circonda il retto attraverso i dotti delle ghiandole (cripte di morgan) che si aprono all'interno del canale anale o attraverso microdamages della mucosa rettale.

Fattori che provocano lo sviluppo della paraproctite:

  • emorroidi,
  • colite ulcerosa
  • fessure anali e rettali,
  • La malattia di Crohn
  • costipazione,
  • immunità ridotta
  • arteriosclerosi dei vasi rettali,
  • malattie ginecologiche nelle donne e prostatite negli uomini
  • diabete mellito
  • chirurgia al retto.

Sintomi e segni di paraproctite, foto

Paraprocitite acuta inizia sempre improvvisamente.

Sintomi comuni:

  1. aumento della temperatura
  2. debolezza
  3. dolore muscolare, mancanza di appetito.

Segni specifici di paraproctite:

  1. dolori acuti di una natura pulsante / a scatti nella zona rettale, che durante le feci si sviluppa su tutta la zona pelvica;
  2. minzione dolorosa;
  3. sgabelli sconvolti e voglia dolorosa di svuotare le viscere;
  4. con una disposizione superficiale di un fuoco purulento - gonfiore e arrossamento della pelle con la possibile apertura ed espirazione di pus.

Sintomi di paraproctite, foto

L'auto-apertura dell'ascesso può avvenire attraverso la pelle (l'opzione più favorevole), nel lume della vagina nelle donne, nel retto, nello spazio addominale con la formazione di peritonite.

Le pareti della cavità purulenta e il corso fistoloso sono gradualmente rivestiti di epitelio, la paraproktite cronica è formata con esacerbazione periodica e rilascio di contenuti purulenti.

Durante la remissione, è caratterizzato da un recupero immaginario: il benessere del paziente è normalizzato, la capacità lavorativa viene ripristinata, la ferita viene guarita dal tessuto cicatriziale. Tuttavia, esacerbazioni ricorrenti possono portare a insonnia, nevrastenia e impotenza negli uomini.

Complicazioni di paraproctite, foto 3

Diagnosi di paraproctite

L'esame diagnostico è progettato per determinare con precisione la localizzazione della fistola e il grado di danneggiamento delle fibre muscolari dello sfintere per la selezione del trattamento efficace della paraprocitite.

Un paziente con sospetta paraproctite è:

  • esame digitale del retto (rilevamento della bocca interna della fistola);
  • esame della sonda;
  • ecografia transrettale;
  • fistulografia.

Trattamento e chirurgia paraprocitite

Paraproctite operazione, foto 4

Per molti pazienti, sorge la domanda: la paraproctite richiede un intervento chirurgico? In questo caso, la risposta è categorica: il trattamento della paraproctite senza chirurgia è impossibile e il ritardo non farà che aggravare il processo purulento.

Il trattamento radicale viene effettuato in due fasi:

  1. Aprire un ascesso e rimuovere il pus, spesso con drenaggio. In paraproctite acuta, dopo un'operazione per aprire una cavità purulenta, si forma quasi sempre una fistola.
  2. Rimozione del passaggio fistoloso e chiusura della connessione tra il retto e la cavità purulenta.

Spesso, con la rimozione chirurgica della fistola, le emorroidi vengono trattate chirurgicamente.

L'intervento chirurgico è tollerato abbastanza facilmente, il periodo postoperatorio non è molto doloroso.

Allo stesso tempo vengono effettuate terapia antibiotica e immunostimolazione.

Complicazioni di paraproctite

Quando compaiono i primi segni di paraproctite, è necessaria l'assistenza chirurgica di emergenza. Dai tempi della sua consegna dipende dalla prognosi della malattia.

La paraprezione cronica è caratterizzata da un alto rischio di sviluppare complicanze:

  • Apertura spontanea dell'ascesso.
  • Fusione purulenta e necrosi delle pareti della vagina, uretra.
  • L'escrezione delle feci nel tessuto intestinale periurale attraverso la parete necrotizzata del retto, diffusione fulminea di un processo purulento.
  • Ascesso effimero nello spazio addominale e sviluppo di peritonite, minacciando di morte.
  • Fallimento dello sfintere anale dovuto a gravi danni alle sue fibre, fuoriuscita di feci.
  • La crescita del tessuto cicatriziale e una diminuzione dell'elasticità delle pareti del canale anale.
  • Degenerazione del cancro in presenza di fistola più di 5 anni.

Prevenzione della paraproctite

  1. Trattamento tempestivo e completo della patologia rettale.
  2. Lotta contro la stitichezza
  3. Corretta igiene della zona anale per evitare la formazione di ragadi anali
  4. Mantenimento dell'immunità, eliminazione dei focolai cronici di infezione nel corpo.

Paraproctite ICD 10

La classificazione internazionale delle malattie di patologia è:

Classe XI. Malattie degli organi digestivi (K00 - K93)

K55-K63 - Altre malattie intestinali

K61 - Ascesso dell'ano e del retto (Compreso: ascesso o flemmone dell'ano e del retto con o senza una fistola)

  • Ascesso anale (absum) K61.0

K62 - Altre malattie dell'ano e del retto

  • K62.8 Altre malattie specificate dell'ano e del retto / perforazione del retto / proctite BDU

(Visitato 26 155 volte, 1 visite oggi)

Paraproctite: sintomi e trattamento della paraproctite acuta e cronica + foto

Secondo le statistiche, la paraproctite è al quarto posto nella struttura complessiva di una varietà di malattie proctologiche.

Più spesso di paraproctite acuta e cronica si trovano solo patologie quali colite, ragadi anali ed emorroidi.

Gli scienziati stimano che su un centinaio di pazienti che sono venuti a vedere un proctologo, da 20 a 40 persone soffrono di un problema come la paraprocitite, e la maggior parte di loro sono uomini.

Cos'è la paraprocitite?

Questa malattia è caratterizzata da suppurazione e infiammazione dei tessuti che circondano il retto. La ragione di ciò è la penetrazione attraverso le ghiandole anali del fondo delle cripte di morganio dal lume del retto agli strati profondi dell'area rettale.

Gli esperti identificano la paraproctite acuta (cioè identificata per la prima volta) e la paraprocitite cronica (cioè, procedendo per un lungo periodo con ricadute periodiche).

I medici dicono che la paraproctite è una malattia grave e solo uno specialista qualificato sa come trattarlo.

Se non si cerca aiuto medico in tempo, la paraprocitite acuta diventerà cronica.

L'agente causale dell'infezione che porta alla paraprocitite è solitamente una flora mista: streptococchi, stafilococchi ed E. coli. A volte la fonte di infezione è tubercolosi, actinomicosi e clostridi. In circa l'1-2% dei pazienti si verifica la cosiddetta paraproctite specifica.

Di regola, la paraprote cronica cattura lo spazio tra gli sfinteri esterni e interni, la cellulosa peri-rettale e la cripta di morgan.

La paraprocitite cronica, che si manifesta per un periodo piuttosto lungo, può portare a varie complicanze. Ad esempio, la fistola adrectal è un canale patologico che collega il retto agli organi cavi o alla pelle vicini.

Gli esperti sono sicuri che la fistola dopo paraproctite suggerisce una forma acuta della malattia.

Paraproctite: anatomia della malattia

Al fine di comprendere il meccanismo di sviluppo di tale patologia come paraproctite - una foto del quale può essere visto sul sito, è necessario acquisire familiarità con la struttura anatomica della mucosa rettale e il tessuto che lo circonda.

Questo organo si trova in modo tale che diversi spazi cellulari sono localizzati contemporaneamente: pelvico-rettale, posteriore, rettale e intestinale.

Tutti questi spazi circondano il retto da diversi lati.

C'è anche un tessuto submucoso che si trova nella parete dell'intestino stesso, così come sottocutaneo, situato vicino all'ano.

Se il processo infiammatorio è sorto nello spazio sottomucoso, allora il paziente avrà una paraproteit sottomucosa. E se l'infiammazione è localizzata nello spazio sottocutaneo, si svilupperà la paraproctite sottocutanea.

Se la malattia è grave, molte aree vengono immediatamente colpite.

La struttura della membrana mucosa nel retto ha molte caratteristiche. Dove si trova la linea anorettale, ci sono tasche e scanalature chiamate cripte morgan.

In fondo a loro c'è la bocca dei dotti appartenenti alle ghiandole anali.

Di norma, la paraprocitite inizia con l'infiammazione di queste cripte e le ghiandole anali localizzate qui promuovono la diffusione dell'infezione nell'area del tessuto adrectale.

Paraproctite: cause

La paraprocitite si verifica a causa di batteri, come enterococchi, stafilococchi, E. coli e una grande varietà di batteri anaerobici. Questa infezione entra nel tessuto adiposo dal lume rettale a causa di crepe nell'ano o a causa di danni alla membrana mucosa.

Le porte d'ingresso per questa infezione sono spesso cripte morganiche. Leggermente meno spesso i batteri penetrano attraverso bolle, ferite e anche dalla ghiandola prostatica (se è infiammata).

A volte l'infezione penetra attraverso la via ematogena, cioè con il flusso di sangue da un'altra fonte di infiammazione.

Non tutte le persone sanno che cosa causa una tale patologia come paraproctite. Sfortunatamente, alcune persone tendono a vedere un medico solo quando compaiono complicazioni della malattia.

I medici notano che la prevenzione di questa patologia è molto importante, quindi, se si è inclini alla paraprocitite, si dovrebbe essere regolarmente monitorati presso la clinica.

Gli specialisti coinvolti nello studio di tale patologia come paraproctite, identificano diversi fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia:

  • aterosclerosi;
  • diabete;
  • immunità indebolita (a causa di malattia o alcolismo);
  • crepe nell'ano o nelle emorroidi;
  • stitichezza privata.

Paraproctite: sintomi della malattia

Tale patologia come paraproctite acuta è caratterizzata da un inizio improvviso e manifestazioni cliniche fortemente pronunciate. I segni in questo caso dipenderanno da dove si trova il centro di infiammazione, quali sono le sue dimensioni e qual è lo stato di immunità. Nonostante il fatto che ci sia una classificazione delle forme di questa malattia, ci sono sintomi che sono caratteristici di tutte le sue varietà:

  • dolori di varia intensità nella regione pelvica, nell'addome inferiore, nel retto, che si aggravano durante l'atto di defecazione;
  • disturbo della minzione e delle feci, che si manifesta come minzione dolorosa, minzione dolorosa, stitichezza;
  • l'innalzamento della temperatura a 38-39 gradi, che è spesso accompagnato da brividi;
  • intossicazione generale: malessere, debolezza, dolori articolari e muscolari, perdita di appetito e mal di testa.

Se la paraproctite è sottocutanea, allora c'è iperemia, compattazione e gonfiore dei tessuti situati vicino all'ano, così come un forte dolore durante la palpazione di questa zona, così come quando si cerca di sedersi. Di norma, se la paraproctite si verifica in questa forma, è possibile vedere chiaramente il punto focale dell'infiammazione, che induce i pazienti a consultare immediatamente un medico.

Se un paziente ha una paraprocitite sottocutanea, allora un ascesso si troverà sotto la pelle vicino all'ano. In questo caso, c'è un quadro clinico abbastanza vivido. Il paziente ha un tumore all'ano, la pelle sopra diventa iperemica.

L'area in cui si trova il tumore, ogni giorno diventa sempre più dolorosa, e il dolore diventa pulsante. A poco a poco, a causa del dolore in una persona, il sonno è disturbato, non può normalmente sedersi, dormire. L'atto di defecazione è accompagnato da dolore e il rammollimento avviene sopra il tumore.

Tale paraproctite si verifica più spesso, sia negli adulti che nei neonati. In generale, parapretite purulenta acuta richiede un trattamento, che può essere eseguito solo da un medico competente.

Se si è sviluppata una paraprittite intestinale pelvica - una clinica che si manifesta solo con sintomi comuni, allora la malattia procede piuttosto profondamente nella zona pelvica.

In questo caso, i pazienti spesso prendono una malattia come paraproctite per un comune raffreddore e iniziano il trattamento a casa.

A causa di ciò, possono svilupparsi una varietà di effetti avversi che possono essere eliminati solo con l'aiuto di un medico qualificato.

A volte, se il paziente ha sviluppato paraprofiti intestinali pelvici, la sua condizione dopo un po 'di tempo dopo l'insorgenza della malattia migliora improvvisamente.

Ha una temperatura normale, il dolore diminuisce, c'è una scarica purulenta abbastanza abbondante dal retto, che contiene sangue.

Tale quadro clinico appare nel caso in cui l'apertura di paraproctite, o meglio, l'ascesso si è verificato nella zona del retto, con conseguente fusione della sua parete. Vale la pena notare che nelle donne l'ascesso può aprirsi nella vagina.

Se la paraproctite è sottomucosa, l'ascesso è localizzato direttamente sotto la mucosa rettale. In questo caso, i sintomi appaiono come nella forma sottocutanea, ma i cambiamenti nella pelle e nel dolore non sono così pronunciati.

Se si è sviluppato un ascesso ischeorettale acuto, il focus sarà localizzato direttamente sopra il muscolo, che solleva l'ano.

Poiché l'ascesso in questo caso sarà localizzato abbastanza profondamente, la paraproctite si manifesterà con sintomi piuttosto vaghi, come palpiti dolori sordi nel retto e nella pelvi, che si aggravano durante l'atto della defecazione.

I cambiamenti della pelle (gonfiore e iperemia) si verificano solo al quinto o sesto giorno dopo l'inizio del dolore. Il benessere generale di una persona è abbastanza difficile: la temperatura sale a 38 gradi, compaiono sintomi di intossicazione.

L'ascesso pelvico-rettale, che è considerato un tipo piuttosto raro di tale patologia come paraproctite acuta, è il più grave. In questo caso, la messa a fuoco purulenta è localizzata sopra i muscoli che formano il pavimento pelvico.

L'ascesso dalla cavità addominale separa solo il peritoneo. In primo luogo, la paraproctite si manifesta come sintomi come brividi, febbre, dolore alle articolazioni, dolore nel basso ventre e nella regione pelvica.

Dieci giorni dopo, ai sintomi sopra citati vengono aggiunti sintomi quali la ritenzione di urine e di feci e il dolore si intensifica.

I medici evidenziano la cosiddetta paraproctite necrotica, che è caratterizzata da una rapida diffusione dell'infezione.

Tale paraproctite è accompagnata da necrosi piuttosto estesa dei tessuti molli, quindi il trattamento senza chirurgia in questo caso è semplicemente impossibile.

I chirurghi eseguono l'escissione dei tessuti colpiti, quindi il paziente rimane significativo per i difetti della pelle. Per questo motivo, il paziente ha bisogno di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico.

La paraproctite è più comune negli uomini, ma le donne sono anche sensibili a questa malattia. Pertanto, se vi è il sospetto di paraprocitite acuta - sintomi che sono piuttosto specifici, è necessario contattare un proctologo qualificato.

Dopo aver esaminato e intervistato, oltre a condurre un esame fisico, il medico sarà in grado di determinare se si tratta di paraprocitite. Se la diagnosi preliminare è confermata, allora il paziente avrà una storia della malattia - la paraproctite acuta è spesso richiesta per essere trattata in un ospedale.

Allo stesso tempo, un codice verrà inserito nella lista malata, che assegna tale patologia come paraproctite μB 10 (cioè la classificazione internazionale delle malattie).

Per chiarire la diagnosi non viene effettuato né un dito né un esame strumentale del retto, in quanto ciò provocherebbe dolore al paziente. Come risultato di un esame del sangue in un paziente, vengono rilevati aumento della VES e neutrofilia.

Tale patologia come paraprocitite purulenta si manifesta solitamente con la formazione di fistole purulente. Allo stesso tempo, le bocche dei passaggi della fistola possono essere posizionate vicino all'ano o sui glutei. Di norma, il dolore in tali patologie come paraprocitite cronica non è pronunciato. Allo stesso tempo dalla bocca della fistola a volte può essere rilasciato pus, contenente una miscela di feci.

Nel processo di sviluppo della malattia, l'apertura della fistola potrebbe chiudersi, con conseguente ritardo del pus, si svilupperanno ascessi, appariranno altri difetti del tessuto, il pus scoppierà nel retto e fuori. Può verificarsi la necrotizzazione dei tessuti, che complicherà il decorso di una malattia come la paraprocitite.

Una persona può sviluppare un intero sistema di fistole con ramificazioni delle loro mosse, un gran numero di buchi e un deposito addominale.

La paraprocitite cronica è irta dello sviluppo di una varietà di complicanze. Dopotutto, la fistola non guarirà mai da sola, provocherà una ripetuta recidiva della malattia.

Se una persona che ha una diagnosi stabilita in un documento medico come una storia medica - paraprocitite cronica, improvvisamente è apparso scarico purulento con una miscela di sangue, quindi ha bisogno di consultare un proctologo.

Dopotutto, la paraproctite, che si manifesta in forma cronica, talvolta degenera in un tumore maligno.

Paraproctite - sintomi, forme della malattia, regole di trattamento e chirurgia per paraproctite

La paraprocitite è un processo infiammatorio che si sviluppa nei tessuti circostanti il ​​retto. L'inizio dei primi sintomi di questo processo patologico è sempre associato alla penetrazione dell'infezione attraverso le ghiandole anali dal lume rettale agli strati profondi dell'area rettale.

Molto spesso gli agenti causali dell'infezione, che a loro volta provocano lo sviluppo della paraproctite, sono streptococchi, Escherichia coli, stafilococco. In casi molto rari, i medici notano che lo sviluppo del processo patologico in questione è associato alla crescita di patogeni atipici - tubercolosi, clostridi o actinomicosi.

Indice di forme di paraproctitis Cause di paraproctitis Sintomi di paraproctitis Come diagnosticare paraproctitis - Diagnostics di paraproctitis cronico 5. Principi di trattamento di paraproctitis 6. Medicina popolare 7. Possibili complicazioni di paraproctitis 8. Prognosi di malattia

Forme di paraprocitite

Come ogni malattia, il processo patologico in esame può avvenire in due forme: acuta e cronica.

La forma acuta di paraproctite può verificarsi in diverse forme:

  1. Paraproctite sottocutanea. Alcuni medici lo chiamano ascesso adrectal, caratterizzato da questo tipo di malattia puramente considerata di fusione purulenta del tessuto sottocutaneo nella regione perianale. La paraproftit sottocutanea è un tipo di processo patologico considerato più facile da trattare e ha prognosi estremamente positive, a condizione che le cure mediche siano ricevute nel tempo.
  2. Parafenite di Introsphincter (interphincter). In questo caso, il processo infiammatorio influenza direttamente lo sfintere anale - i suoi tessuti sono interessati.
  3. Paraproctite ishiorettale Con lo sviluppo di questo tipo di processo patologico considerato, si tratta di infiammazione purulenta con localizzazione nella fossa rettale ileopessea.
  4. Paraproctite pelviorettale. Il processo purulento si sta sviluppando attivamente all'interno del bacino.

La figura mostra i seguenti tipi di paraprociti:

  • (A) - paraproctite sottocutanea;
  • (B) - paraproctite ischiorettale;
  • (B) - parafriptite di Interphincter;
  • (D) - paraproctite pelvico-rettale.

La paraprocitite cronica è sempre una conseguenza della forma acuta sottotratta di paraproctite. Spesso, la transizione da paraproctite primaria a cronica con frequenti recidive viene rilevata da medici in pazienti che si sono auto-medicati senza utilizzare metodi di medicina ufficiale.

In questo caso, un foro di ascesso può rimanere nell'ano, che non guarisce per molto tempo - al suo posto si forma una fistola.

E un tale "finale" di autotrattamento porta alla fase successiva della terapia, che non sempre porta al successo completo - la fistola periodicamente si infiamma e anche una breve stitichezza può contribuire a questo.

Cause di paraproctite

Le cause dello sviluppo del processo infiammatorio nei tessuti peri-rettali possono essere:

In effetti, la paraproctite è una delle complicazioni delle malattie elencate - può svilupparsi solo a seguito di un trattamento improprio condotto / interrotto in modo indipendente.

Sintomi di paraproctite

Poiché la paraproctite è un processo infiammatorio purulento, sarà caratterizzata da sintomi classici:

  • aumento della temperatura corporea agli indicatori critici;
  • sindrome del dolore nel campo dell'educazione paraprotitica - i pazienti lamentano l'incapacità di sedersi e camminare;
  • i tessuti attorno all'ano diventano rossi e blu;
  • il paziente stesso, quando sente il punto di sviluppo del processo infiammatorio, determina il gonfiore dei tessuti.

La forma acuta di paraproctite è anche caratterizzata da segni comuni di intossicazione del corpo - nausea e vertigini, vomito e lieve tremore degli arti superiori, grave debolezza. Necessariamente appare suppurazione.

La paraprocitite cronica ha tutti i sintomi inerenti alla forma acuta della malattia, ma in una forma meno pronunciata. Il processo infiammatorio considerato di natura cronica ha una caratteristica - porta sempre alla formazione di una fistola. Un fluido liquido sangue purulento scorre regolarmente attraverso l'apertura della fistola - l'irritazione costante del perineo porta alla comparsa di un forte prurito.

Se la fistola nella paraprocitite cronica ha un drenaggio eccellente (c'è un accesso assolutamente libero per i contenuti purulenti), allora questa manifestazione della malattia non infastidisce il paziente.

La sindrome del dolore è nota solo in caso di fistola interna incompleta, inoltre, il dolore diventa più intenso durante l'atto di defecazione e, immediatamente dopo il movimento intestinale, le condizioni del paziente ritorna normale.

In generale, i sintomi della fistola nella paraproctite cronica appaiono ondulati - questo è dovuto al riempimento periodico della fistola con contenuto purulento, quindi al suo blocco e sfondamento.

Importante: se si riscontra sangue insanguinato nel contenuto purulento della fistola, questo è un motivo per consultare immediatamente un medico. Questo sintomo può indicare lo sviluppo di cellule maligne / cancerose.

Come viene diagnosticata la paraprocitite

Per fare una diagnosi preliminare, è sufficiente che il proctologo intervista ed esamini il paziente. Per chiarire la diagnosi di "paraproctite", è opportuno condurre un esame fisico, palpazione del sito della localizzazione visibile del fuoco infiammatorio.

Ma molto spesso il paziente è semplicemente incapace di sopportare tali esami - il processo infiammatorio in esame è caratterizzato da un'intensa sindrome del dolore, quindi i proctologi non effettuano mai esami strumentali con paraprocitite.

Il test di laboratorio del sangue viene utilizzato come esame obbligatorio per determinare la diagnosi: il numero di leucociti sarà aumentato e il tasso di sedimentazione degli eritrociti sarà aumentato nel materiale.

Diagnosi di paraprocitite cronica

Il dottore nella diagnosi della forma cronica del processo infiammatorio considerato conduce:

  • ispezione del perineo;
  • ispezione dell'ano;
  • esame digitale del canale anale;
  • Suono della fistola (se disponibile) - questo ti permette di determinare il suo corso.

Nella diagnosi di paraprocitite cronica, i medici utilizzano attivamente tipi di esami strumentali:

  • sigmoidoscopia;
  • fistulografia;
  • ecografia;
  • anoscopia.

Principi di trattamento della paraproctite

Qualsiasi forma del processo infiammatorio considerato richiede un intervento chirurgico. In paraproctite acuta, sono prese le seguenti misure:

  • apertura di un focus purulento;
  • pompaggio di contenuti;
  • identificazione della fonte di infezione;
  • escissione / rimozione della fonte di infezione con flusso purulento.

La chirurgia per paraproctite viene eseguita mediante anestesia epidurale o sacrale. In caso di lesione della cavità addominale, il paziente riceve un'anestesia generale durante il trattamento chirurgico.

Nota: solo dopo aver aperto una messa a fuoco purulenta e averlo completamente pulito dai suoi contenuti, dopo aver rimosso l'obiettivo dell'infezione e il decorso purulento, si può sperare in una completa guarigione. Se il paziente si rivolgeva tempestivamente a un medico, e l'operazione veniva eseguita con paraproctite senza alcuna difficoltà, le ricadute di paraprocitite sono estremamente rare.

Se al paziente viene diagnosticata una paraprocitite cronica, sarà necessario asportare la fistola formata. Ma durante l'infiammazione suppurativa attiva della parafetite la chirurgia della fistola è controindicata, quindi i medici prima aprono gli ascessi, li puliscono dal contenuto e drenano - dopo di che è possibile iniziare l'operazione.

Se ci sono aree infiltrate nel canale fistoloso, i medici eseguono prima la terapia antibiotica usando metodi fisioterapici. Ma l'operazione per rimuovere la fistola dovrebbe essere eseguita il più rapidamente possibile dopo il trattamento precedente - una recidiva con infiammazione purulenta è inevitabile.

Importante: l'età senile, gravi malattie somatiche e la chiusura di passaggi fistolosi sono controindicazioni al trattamento chirurgico della paraprocitite cronica. I medici devono prima stabilizzare le condizioni del paziente e solo allora inviarlo al trattamento chirurgico.

Medicina popolare

Paraproctite utilizzando ricette di medicina tradizionale non può essere curata. Per essere più precisi, è possibile alleviare significativamente le condizioni del paziente, alleviarlo dai sintomi sgradevoli, ma le ricadute e le complicazioni nel trattamento della paraproctite con i rimedi popolari sono inevitabili. Pertanto, è necessaria una visita dal medico, un chiarimento della diagnosi e l'ottenimento di un rinvio per il trattamento chirurgico.

Cosa faciliterà le condizioni del paziente con paraproctite:

  1. La soluzione / decozione delle ceneri di legno. È necessario prendere circa 70 g di ceneri di legno (sono circa due manciate con mani femminili), versare 7 litri d'acqua e metterla a fuoco - il tempo di cottura dal momento di ebollizione non deve superare i 30 minuti. Quindi, lo strumento risultante viene filtrato e raffreddato a una temperatura che la pelle potrebbe sopportare. Con l'aiuto di un decotto di cenere, i piatti vengono posizionati nei piatti (bagno / lavabo / vasca) e la preparazione preparata viene abbassata. Il tempo della procedura è di 25 minuti. La durata del corso di tale trattamento è di 3-5 giorni. Alcuni sostengono che dopo 3 giorni di procedura quotidiana con un decotto di cenere di legno, la paraproctite scompare completamente - la medicina ufficiale non dà una conclusione del genere.
  2. Calendula. È necessario prendere un cucchiaio di fiori di calendula e versare un bicchiere di acqua bollente. Insistere sul farmaco per 2 ore, quindi filtrare ed entrare nel retto sotto forma di microclima. Naturalmente, prima della procedura, gli intestini devono essere puliti.
  3. Collezione di erbe È necessario prendere in pari proporzione farmacia di camomilla, salvia e achillea, mescolare e versare 2 cucchiai della miscela in un bicchiere di acqua bollente. Infondere per 2 ore, quindi filtrare e utilizzare per i microcleari.

Possibili complicazioni di paraproctite

La paraprocitite è una malattia piuttosto pericolosa, poiché procede con la formazione obbligatoria di un ascesso purulento. I medici identificano diverse possibili complicanze della malattia in esame:

  • fusione purulenta di strati della parete intestinale;
  • l'output di masse fecali in fibra adrectal;
  • sfondamento del pus nello spazio retroperitoneale;
  • peritonite.

Molto spesso, le complicanze elencate terminano con lo sviluppo della sepsi - un'infezione che entra nel flusso sanguigno, che in realtà è fatale per il paziente.

E anche se un ascesso purulento è già stato formato, ma il suo sfondamento è stato realizzato in modo indipendente, il suo contenuto cade nella regione del cavallo, l'ano.

Sembra al paziente che tutto il pus sia uscito, tanto più che il benessere migliora drammaticamente.

Ma in realtà, in assenza di una pulizia competente dell'ascesso, l'installazione del drenaggio, c'è un'alta probabilità di formazione di un ascesso o di una fistola purulenta.

Le complicanze di paraproctite cronica includono:

  • deformazione dell'area del canale anale;
  • deformità rettale;
  • cambiamenti nel tessuto cicatriziale nei tessuti;
  • chiusura incompleta del passaggio anale;
  • cicatrici patologiche delle pareti del passaggio anale;
  • perdita di contenuto intestinale.

È importante: se la fistola esiste per lungo tempo, le sue cellule tissutali possono degenerare in maligne. I medici dicono che 5 anni di recidiva regolare e progressione della parafenite fistola sono sufficienti per diagnosticare il cancro.

Prognosi della malattia

Se durante il decorso acuto del processo infiammatorio in esame, una visita dal medico è stata tempestiva, quindi possiamo contare su un recupero completo senza ricadute possibili.

E anche se il paziente ha deciso un trattamento chirurgico già nello stadio di una fistola sviluppata in paraprocitite cronica, allora la sua escissione e rimozione di passaggi purulenti porta anche a una prognosi favorevole.

È impossibile dare una prognosi favorevole solo quando si diagnostica la paraproctite cronica con fistole in pazienti che ignorano il trattamento prescritto.

Yana Alexandrovna Tsygankova, revisore medico, medico generico della più alta categoria di qualificazione.

Paraproctite - sintomi e trattamento, foto e video

  • Arrossamento della pelle
  • mal di testa
  • debolezza
  • temperatura elevata
  • Perdita di appetito
  • Dolore addominale inferiore
  • Dolore alle articolazioni
  • Minzione dolorosa
  • costipazione
  • Crotch prurito
  • malessere
  • L'aspetto di una fistola sulla pelle
  • Escrezione di pus nel cavallo
  • Irritazione della pelle perineale
  • Spinta dolorosa per defecare

La paraprocitite è un'infiammazione purulenta che si forma nel tessuto adiposo che circonda lo sfintere anale e il retto. La paraprocitite, i cui sintomi sono determinati a seconda della forma della malattia, dopo le emorroidi, è una delle malattie più frequenti che si verificano nella zona rettale.

  • Descrizione della malattia
  • Classificazione di forme di paraproctite
  • Modi di sviluppo di paraproctitis
  • Fattori di sviluppo di paraproctitis
  • Sintomi di paraprocitite acuta
  • Sintomi di paraprocitite cronica
  • Complicazioni di paraproctite
  • Trattamento della paraproctite

Descrizione generale

La paraproteit purulenta può esistere nella sua forma acuta e cronica. L'acuto, in particolare, consiste nella formazione di ascessi di tessuto adiposo (cioè cavità di scala limitata con pus).

Per quanto riguarda la forma cronica, la paraproctite può manifestarsi sotto forma di fistole pararettali o fistole peristaltiche o sotto forma di fistole perianali (che circondano l'ano), che si formano nella maggior parte dei casi dopo che il paziente acuto precedentemente acuto ha sofferto.

Classificazione di forme di paraproctite

Le caratteristiche di ogni forma di paraproctite determinano i seguenti tipi di esso:

  • Paraprocitite acuta
    • A seconda dell'eziologia:
      • Parapretite acuta comune;
      • Paraproctite acuta anaerobica;
      • Paraproctite acuta specifica;
      • Parapretite acuta traumatica.
    • A seconda della localizzazione di infiltrati (striature, ulcere, fistole):
      • Parapretite acuta sottocutanea;
      • Paraproctite acuta ischiorettale;
      • Paraproctite acuta retrorettale
      • Parapretite acuta sottomucosa;
      • Paraproctite acuta pelviorettale;
      • Paraprocitite necrotica.
  • Paraprocitite cronica
    • A seconda delle caratteristiche dei segni anatomici della fistola:
      • Fistola completa;
      • Fistola incompleta;
      • Fistola esterna;
      • Fistola interna
    • A seconda della posizione della fistola apertura interna:
    • A seconda della relazione con le fibre delle fibre dello sfintere fistoloso:
      • Intrasfinkterny;
      • Ekstrasfinkterny;
      • Transsfikterny.
    • A seconda del grado di complessità della fistola:

Di seguito è riportata la classificazione anatomica della paraproctite, in base alla posizione delle lesioni:

Classificazione di paraproctite, a seconda della posizione dei focolai di infiammazione

Modi di sviluppo dell'infiammazione della fibra periostale

Lo sviluppo della paraproctite si verifica a seguito della penetrazione di vari tipi di funghi e microrganismi nella fibra di cellulosa peri-rettale.

La maggior parte delle infezioni è causata dall'impatto di diversi tipi di agenti patogeni, ma la base per questo, in primo luogo, sono i microbi, la cui riproduzione avviene in condizioni di assoluta mancanza di ossigeno.

Questo tipo di microbi sono anaerobi, che in sostanza sono i più aggressivi di quelli esistenti. Gli anaerobi possono, nel più breve tempo possibile, causare danni al tessuto e direttamente al retto così forti da poter essere associati alla loro completa necrosi.

L'ingresso di questi microrganismi nell'ambiente considerato, che, di fatto, è completamente limitato dagli effetti del mondo esterno, è possibile in due modi:

  • Ematogena (cioè con flusso di sangue). I processi infiammatori locali che si verificano nel retto (sotto forma di trombosi di emorroidi, infezione della ragade anale, suppurazione delle ghiandole anali) sono associati alla riproduzione intensiva di batteri che penetrano direttamente nei vasi. Già dopo questo, insieme al flusso sanguigno, entrano nella fibra peri-rettale. In casi molto rari, tuttavia, non senza eccezione di questa possibilità, anche un processo infettivo distante (carie, tonsillite, ecc.) Può causare paraprociti e infezioni di altri tipi di organi.
  • Pin. La mucosa gastrointestinale ha ghiandole che secernono uno speciale segreto nel lume intestinale e nel lume dello stomaco, questo segreto serve a digerire il cibo. Il retto stesso non è privo di tali ghiandole. Con l'eccezione di una piccola quantità di enzimi digestivi (perché non c'è più nulla da digerire), questo segreto contiene del muco, che successivamente contribuisce alla facilità di passaggio delle masse fecali lungo l'intestino e alla successiva defecazione. In alcuni casi, si verifica l'infiammazione di queste ghiandole, a causa della quale vengono bloccate e successivamente suppurate. La rottura di una ghiandola surriscaldata porta all'infezione nella cellulosa peri-rettale dell'infezione, che contribuisce alla formazione della paraprocitite.

Inoltre, in alcune situazioni diventa possibile la penetrazione dell'infezione nella fibra a seguito di ferite e ferite, anche con varie procedure chirurgiche.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della paraproctite

Tra i fattori predisponenti che contribuiscono allo sviluppo della paraproctite, selezionare quanto segue:

  • Stitichezza frequente;
  • Crepe nell'ano;
  • emorroidi;
  • Indebolimento del sistema immunitario del corpo a causa di esaurimento, precedente influenza o tonsillite, nonché a causa di alcolismo;
  • aterosclerosi;
  • Il diabete mellito.

Paraproctite acuta: sintomi

La parapsitite acuta, cioè, non è una suppurazione comune formatasi nel tessuto pararettale, né è una suppurazione banale, simile ad un ascesso o ad ebollizione, che si formano spesso in caso di infezione della regione perianale esterna. Le sue manifestazioni in particolare si riducono alla formazione di fistole purulente. La posizione delle bocche dei passaggi fistolosi può essere concentrata vicino all'ano o ad una certa distanza, vicino ai glutei.

Va notato che la diagnosi di paraprocitite acuta stessa è un'indicazione diretta della necessità di un intervento chirurgico.

La forma acuta della malattia è caratterizzata dal suo stesso esordio acuto, così come dalla gravità delle manifestazioni cliniche.

L'intensità di quest'ultimo, in particolare, è determinata dalla posizione del fuoco infiammatorio, dalle sue dimensioni, dalle caratteristiche dell'agente causale che lo ha provocato e dalla resistenza generale del corpo.

Il pus che si forma nel tessuto cellulare periurno non trova una via d'uscita, e quindi la diffusione dell'ascesso si verificherà sempre più intensa. Nonostante la possibilità in alcuni casi di sfondare le sezioni morte del retto con il successivo rilascio di pus al perineo o nella cavità del retto, il sollievo ottenuto attraverso questo è temporaneo.

In paraproctite acuta, un'operazione comporta l'apertura di un focolaio infettivo e la rimozione di aree non vitali esistenti. Quando questa forma della malattia è accompagnata da una formazione sotto forma di un percorso fistoloso, viene asportata. Al completamento dell'operazione, viene stabilito un drenaggio, grazie al quale il pus può liberamente defluire dalla zona interessata.

Per quanto riguarda i sintomi specifici associati alla paraproctite, variano in modo significativo a seconda della posizione specifica del focus. L'insorgenza della malattia è accompagnata da un breve periodo caratterizzato da malessere, ulteriore debolezza marcata, mal di testa.

La temperatura corrisponde al marchio di 37,5 ° C e più, ci sono i brividi, i dolori alle articolazioni, i muscoli. Nessun appetito C'è anche un disturbo della minzione e delle feci, un desiderio doloroso di defecare, la minzione è anche caratterizzata dal dolore.

Inoltre, ci sono sensazioni di dolore di varia intensità, concentrate nella regione del basso addome, del piccolo bacino e del retto, il cui rafforzamento è particolarmente importante durante le feci.

Questi sintomi sono comuni a tutte le forme di parapsitite acuta, tuttavia, come abbiamo già notato, ognuna di queste forme ha le sue peculiarità.

  • Paraproctite sottocutanea. Già dai primi giorni questa forma di paraprocitite si distingue sotto forma di manifestazioni caratteristiche. In particolare, questi includono il rossore della pelle e la formazione di edema, oltre all'indurimento, concentrati nell'area vicino all'ano. Sentire l'area determina un dolore significativo, che rende impossibile sedersi normalmente a causa del dolore. È facile determinare il punto focale dell'infiammazione ad occhio nudo, che, di conseguenza, consente di consultare un medico nella fase iniziale della malattia.
  • Paraproctitis pelvico-rettale (retrorectale). In questo caso, la diagnosi causa molte difficoltà, perché il processo avviene nelle profondità del bacino e i sintomi, nella forma in cui questo processo si manifesta, sono comuni ad altre forme. I pazienti in questo caso si rivolgono a un medico generico e un ginecologo, o addirittura cercano di eseguire il proprio trattamento, diagnosticare la propria condizione come infezione respiratoria. Questo periodo può essere ritardato per un massimo di due settimane, che è accompagnato da un progressivo deterioramento del paziente. Inoltre, i sintomi aumentano in base all'intossicazione. Il dolore diventa sempre più intenso, si verificano aggravamenti nei processi di minzione e feci. In alcuni casi, è possibile un improvviso miglioramento del benessere, in cui il dolore diminuisce e la temperatura ritorna normale. Allo stesso tempo, appare la purulenta scarica della natura abbondante della manifestazione, in cui il sangue è mescolato. C'è una tale immagine come risultato di una svolta nel retto dell'ascesso a causa del suo muro fuso. È interessante notare che nelle donne tale apertura dell'ascesso può verificarsi anche nella vagina.
  • Paraproctite retto iliaco (paraproctite ischeorettale). Questa forma della malattia nella propria diagnosi, come nel corso iniziale, causa anche alcune difficoltà. La ragione di questo è sintomi non specifici. In questo caso, l'infiammazione purulenta si concentra nella fossa ileo-rettale, che determina il suo nome. Manifestazioni di carattere locale si verificano solo entro la fine della settimana, segnate dal verificarsi della malattia. Consistono nell'arrossamento della pelle al centro della sua infiammazione, appare l'edema. Le natiche acquisiscono asimmetria, sulla base della quale appaiono già sospetti di diagnosi di parapro- tomite acuta.
  • Paraprocitite sottomessa La sua posizione, come puoi immaginare, è concentrata sotto la mucosa rettale. La sintomatologia in questo caso è simile alle manifestazioni caratteristiche della forma sottocutanea di paraproctite, tuttavia, la particolarità di questa forma è la minore alterazione della pelle.
  • Paraproctite pelviorettale. Questa forma della malattia è caratterizzata dalla massima severità. Inoltre, è una forma piuttosto acuta, la sua caratteristica principale è la posizione della lesione sopra i muscoli, che forma il pavimento pelvico. Un sottile strato di peritoneo separa la messa a fuoco dalla cavità addominale. L'insorgenza della malattia è accompagnata da brividi e febbre pronunciata. Tra i sintomi locali della parapreptite pelvico-rettale, vengono determinati il ​​dolore nella regione pelvica e il dolore nell'addome inferiore. Dopo 10-12 giorni, c'è un aumento del dolore, oltre al quale c'è anche una ritenzione di urina e feci.
  • Paraprocitite necrotica. Questa forma della malattia è definita in un gruppo separato. La sua caratteristica è la rapida diffusione dell'infezione, che è accompagnata da un'ampia necrosi dei tessuti molli. Per eliminarli, è necessaria l'asportazione chirurgica, che lascia dietro di sé significative lesioni cutanee, successivamente eliminate con l'aiuto dell'innesto cutaneo.

Paraproctite cronica: sintomi

La paraprocitite cronica diventa un risultato della forma acuta della malattia acuta e pertanto i suoi sintomi principali si ripresentano spesso in questo caso. La loro espressività, nel frattempo, non è così intensa nelle manifestazioni come nella forma acuta.

Tipicamente, la paraproctite cronica è caratterizzata dalla formazione di fistole adrettali, le cui manifestazioni consistono nel rilascio di pus o sangue nella regione perineale.

A causa della costanza delle secrezioni, la pelle in questa zona è irritata, pruriginosa.

Con un buon drenaggio (vale a dire, con uscita libera dal pus), la fistola adrectal, di regola, non infastidisce i pazienti né con l'indolenzimento delle manifestazioni né con il disagio caratteristico.

L'insorgenza della sindrome del dolore è più caratteristica della fistola incompleta interna. L'intensificazione del dolore in questo caso si verifica durante la defecazione, dopo di essa, rispettivamente, si nota la sua remissione.

Questa caratteristica è associata a un miglioramento del drenaggio derivante dall'allungamento della valvola anale durante i movimenti intestinali.

Le manifestazioni dei sintomi delle fistole adrettali sono caratterizzate dalla loro propria forma d'onda, cioè esacerbazione, che si alterna con la remissione. Ciò accade a causa del blocco del lume alimentare e della formazione di un ascesso purulento, dopo l'apertura del quale il paziente viene alleviato.

Va notato che le fistole non guariscono da sole e il corso dei processi purulenti in esse continua.

Nel caso in cui vengano rilevate impurità ematiche nella scarica purulenta, è necessario effettuare un'indagine urgente, che determinerà l'eventuale rilevanza della neoplasia.

Complicazioni di paraproctite

Le complicazioni sono possibili in qualsiasi forma della malattia, sia che si tratti di un corso acuto del processo o di un corso cronico. Tra le complicazioni più frequenti che può causare la parapro-patologia acuta sono le seguenti:

  • Lo scioglimento delle pareti del retto o del pus della vagina;
  • Spontaneità di apertura sulla pelle dell'ascesso;
  • La possibilità di transizione del centro di infiammazione nel tessuto pelvico;
  • Pus fusione della parete intestinale sopra la zona anorettale all'uscita della fibra pararettale del contenuto intestinale con la successiva diffusione dell'infezione insieme al processo stesso;
  • Apertura nella cavità peritoneale dell'ascesso con conseguente sviluppo di peritonite e diffusione del pus nello spazio retroperitoneale;
  • Lo scioglimento dell'uretra pus;
  • Diffusione dell'infiammazione purulenta in altri spazi fibrosi.

Per quanto riguarda le complicazioni della forma cronica, le più frequenti si verificano a causa di infiammazioni ricorrenti, nonché a causa dello sviluppo di tessuto cicatriziale. Tutto ciò porta, a sua volta, a un restringimento del canale anale con la sua successiva deformazione. Lo stesso vale per lo sfintere e, di fatto, per il retto, che, a causa di tali effetti, sperimenta una certa deficienza.

Trattamento della paraproctite

L'unico trattamento che elimina la forma acuta e cronica di paraproctite è la chirurgia.

La chirurgia radicale in caso di paraprocitite acuta consiste nell'aprire un ascesso e drenare la sua cavità. Inoltre, viene eseguita un'asportazione seguita da una sovrapposizione del corso, lungo la quale l'infezione si diffonde al tessuto adrectale. Il recupero completo è possibile solo in questo caso.

Nel frattempo, nella pratica, la chirurgia radicale viene implementata molto raramente a causa della mancanza di competenze adeguate tra i chirurghi nella maggior parte dei casi, che, di conseguenza, comporta rischi significativi durante l'intervento. Per questo motivo, di regola, l'ascesso è solo aperto e drenato, il che determina il rischio di una natura diversa, che è già nella ricomparsa della paraproctite o nell'aspetto di un percorso fistoloso.

L'esacerbazione della forma cronica di paraproctite implica l'uso di tutte le stesse tattiche utilizzate nel processo acuto, cioè l'apertura dell'ascesso, seguita dal drenaggio.

Dopo l'intervento chirurgico per la forma cronica di trattamento è prescritto. Nel caso in cui vi siano infiltrati lungo il decorso della fistola, vengono effettuate terapia antibiotica intensiva e fisioterapia.

La verifica di tutte le manifestazioni acute richiede un intervento chirurgico programmato per escludere una fistola.

Per diagnosticare la malattia in caso di sue manifestazioni caratteristiche, è necessario contattare il proctologo.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Malattia varicosa degli arti inferiori: cause, segni, diagnosi e trattamento

La malattia varicosa degli arti inferiori è estremamente comune e, se i precedenti pazienti di un flebologo diventavano più anziani, ora sono spesso colpiti da persone di età compresa tra i 25 ei 45 anni.

Perché si verificano crampi alle gambe e cosa fare in questo caso?

I crampi alle gambe si verificano a qualsiasi età, ma la maggior parte sono infastiditi da persone di età superiore ai 50 anni. Gli spasmi sono contrazioni involontarie dei muscoli delle gambe striati, che possono essere causati da vari motivi.