Trattamento per le emorroidi esterne

Il sito emorroidario infiammato esterno è una manifestazione frequente di patologia emorroidaria. Quando emorroidi esterne appaiono coaguli di sangue, causando dolore e sanguinamento negli esseri umani.

L'infiammazione dei nodi può essere prolungata per mesi.

La malattia delle emorroidi può essere suddivisa in disturbo esterno e interno. Possono apparire contemporaneamente alla manifestazione della patologia nei plessi cavernosi esterni o interni. Ma puoi affrontare lo sviluppo della malattia in un'unica forma. Spesso c'è una manifestazione della patologia in caso di danni alle emorroidi esterne.

La malattia si verifica spesso durante la gravidanza e dopo il parto, dopo uno sforzo fisico intenso, costipazione frequente e posizione seduta prolungata.

Se le emorroidi esterne sono disturbanti, il trattamento deve essere iniziato immediatamente!

La malattia si trasforma rapidamente in una fase cronica, poi compaiono le complicanze.

Questi noduli si trovano sul bordo dell'ano. Sono costituiti da piccole vene situate nello strato sottocutaneo che forniscono il flusso di sangue nell'area dell'apertura dell'ano. Queste vene si trovano in stretta prossimità della parte sottocutanea dello sfintere esterno.

Come appare la malattia

I sintomi della forma esterna della malattia si manifestano con prurito e sensazione di bruciore nella zona anale, seguita dalla formazione di un dosso denso che può sanguinare. Il riassorbimento del nodo gonfio è molto lento e richiede un trattamento.

Cause di

Uno dei motivi principali per la comparsa di emorroidi esterne è il flusso sanguigno alterato nella zona sottocutanea perianale. Questo porta al ristagno del sangue ed è accompagnato da infiammazione e aumento del plesso cavernoso. Noduli sottocutanei si formano nella zona dell'ano.

Possono comparire dopo il parto o nel periodo di trasporto di un bambino. In contrasto con i nodi caduti situati all'interno del retto, le formazioni esterne sono coperte dalla pelle. Quando trascurato, la trombosi può svilupparsi nei nodi esterni.

Trombosi emorroidaria esterna

Foto dello sviluppo di emorroidi esterne

Il sintomo principale della trombosi è la comparsa di dolore nell'ano. È per questa caratteristica che si nota la presenza della malattia, dal momento che l'ispezione visiva alle prime manifestazioni della malattia di solito non dà risultati.


Tipicamente, la trombosi colpisce l'area della pelle vicino al sito. È un edema semicircolare. A volte c'è una lesione di tutta la pelle vicino all'ano.

Uno dei motivi per la comparsa di coaguli di sangue nel nodo è un forte sforzo durante l'atto di defecazione. A questo punto, la pressione sanguigna sale nelle vene vicino all'apertura rettale. Ciò contribuisce alla violazione della circolazione sanguigna e allo sviluppo del ristagno al loro interno. Di conseguenza, si forma trombosi acuta del nodo nel plesso emorroidario.

Una maggiore pressione può contribuire a costipazione frequente. Anche durante il parto o nel periodo di gestazione, viene spesso diagnosticata una maggiore pressione intra-addominale. Trattare la patologia nelle prime fasi della malattia fino alla scomparsa spontanea del dolore.

Trattamento della malattia

Proctologo conduce una diagnosi approfondita del retto.

Nel trattamento della forma esterna della malattia utilizzando diversi metodi:

  1. assumere analgesici (come il paracetamolo);
  2. l'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  3. fare il bagno in acqua calda (in posizione seduta);
  4. uso di farmaci anti-infiammatori (alcuni contenenti corticosteroidi).

Uno dei principali metodi di trattamento delle emorroidi esterne è la normalizzazione dei processi del tratto gastrointestinale in casa. Per fare questo, regolare la dieta per evitare la costipazione frequente. Hai anche bisogno di bere molta acqua e consumare abbastanza fibra alimentare.

Con una forte sindrome del dolore, sono prescritti analgesici non narcotici e farmaci di azione analgesica combinata sotto forma di gel, unguenti e creme. Inoltre prescrivi le candele:

Inoltre, il medico può prescrivere un anticoagulante locale sulla base di unguento. Di solito contiene sodio epatina o troxerutina.

Rimozione di unità esterne

Come trattare se nulla aiuta? Quando i metodi conservativi sono inefficaci, procedono alla chirurgia. La rimozione dei nodi è prescritta a pazienti con emorroidi esterne notevolmente aumentate, mentre il processo infiammatorio in questo caso si estende alla parte distale dell'ano e ai tessuti dell'area perianale.

Il trattamento chirurgico è un modo rapido per dimenticare il problema

Operando con una emorroidi, vengono utilizzati metodi minimamente invasivi di intervento chirurgico. Di conseguenza, l'intensità del flusso di sangue nel nodo diminuisce, le emorroidi stesse sono ridotte di dimensioni. Per ciascun paziente, l'operazione viene selezionata individualmente, in accordo con i sintomi principali che accompagnano la malattia.

Metodi di trattamento chirurgico:

  • legatura;
  • indurimento;
  • fotocoagulazione a infrarossi;
  • nodi di disinserimento.

Negli stadi più avanzati della malattia eseguire la trombectomia - asportazione dei nodi con un bisturi.

Alle prime manifestazioni di emorroidi esterne, consultano un medico - coloproctologo, che suggerisce come rimuovere il nodo esterno più facilmente in un caso particolare. Il trattamento della forma esterna della malattia nelle fasi iniziali contribuirà ad evitare complicazioni e non permetterà alla patologia di passare a una fase di sviluppo più difficile.

Autore dell'articolo: Alexey Egorov Proctologist

Trattamento di emorroidi esterne

Le emorroidi in varie forme sono diagnosticate nel 70% della popolazione. Il sintomo principale della malattia è il dolore, lo scarico periodico del sangue e la formazione di nodi di dimensioni diverse nell'area rettale. Quando la forma esterna di un tumore appare sulla pelle dello sfintere anale. Tali nodi sono molto dolorosi, spesso traumatizzati dalle feci e irritati dalla biancheria intima. Per evitare complicazioni sulle emorroidi esterne, il trattamento deve essere iniziato il prima possibile.

Caratteristiche della forma esterna di emorroidi

Emorroidi - una malattia delle navi pelviche situate nel retto e intorno all'ano. A seconda della posizione dei cambiamenti patologici, ci sono 2 forme: interne ed esterne. Nel primo caso, le emorroidi appaiono sulla mucosa rettale a causa della protrusione vascolare. Periodicamente cadono fuori, che a volte è preso su emorroidi esterne.

In realtà, la forma esterna della malattia è costituita da nodi sull'anello venoso vicino allo sfintere anale. Possono essere di varie forme e dimensioni. Hanno caratteristiche distintive:

  • scomparire in remissione;
  • sanguinamento estremamente raro;
  • molto doloroso con aggravamento.

A differenza di interni, coperti di mucosi, i nodi esterni sono chiusi da pelle, perciò a uno stadio di remissione non possono assolutamente disturbare una persona.

Se non inizi la cura della malattia, potresti avere delle complicazioni:

  1. Trombosi del nodo. Nel sangue emorroidario ristagna il sangue. Dopo un certo periodo di tempo, si ispessisce e si forma un trombo. Ciò porta a una persona un forte disagio anche con sforzi fisici minori.
  2. L'infiammazione del nodo esterno si verifica a causa del contatto costante con i vestiti, l'attrito della carta igienica e il contatto con le feci. La penetrazione dell'infezione nel tessuto si manifesta con febbre, gonfiore, arrossamento e estrema tenerezza dell'ano. Se si esegue questo modulo, eventualmente suppurazione e morte del tessuto, infezione del sangue.
  3. La formazione di fistole (fori) nei tessuti.

Con la diagnosi precoce di emorroidi e il trattamento tempestivo, la prognosi per i pazienti è favorevole, ma quando la malattia inizia, possono verificarsi seri problemi di salute.

Trattamento di emorroidi esterne

La terapia delle emorroidi esterne può essere effettuata in tre modi diversi o combinarli:

  • medicazione (conservativa);
  • minimamente invasivo;
  • chirurgica.

Come trattare un emorroidi esterno dipende dalle sue dimensioni, dalla presenza di complicazioni e dallo stato di salute umana. Prima di scegliere un corso terapeutico, il proctologo esamina attentamente il retto e l'ano per valutare le condizioni generali dei tessuti.

Metodi conservativi

Il trattamento di nodi esterni nello stato inutilizzato è effettuato con l'aiuto di medicine locali: unguenti, creme, bagni. Se necessario, farmaci prescritti per somministrazione orale.

Gli agenti topici per il trattamento delle emorroidi hanno molti vantaggi:

  • Unguenti applicati direttamente sull'area colpita dall'esterno, quindi agiscono rapidamente;
  • i farmaci non vengono praticamente assorbiti nel sangue e non sovraccaricano il fegato.

I rimedi più efficaci per le emorroidi per uso esterno:

  1. Aurobin - pomata ormonale, che ha un effetto analgesico, anti-infiammatorio ed elimina il prurito, bruciando nell'ano. Applicare solo su prescrizione, seguendo esattamente il dosaggio raccomandato.
  2. Unguento eparina è un rimedio naturale, utilizzato nell'infiammazione delle emorroidi. Un ulteriore effetto è la riduzione del dolore, il rafforzamento vascolare e il diradamento del sangue. Nominato per prevenire o al primo segno di trombosi. Praticamente nessuna controindicazione.
  3. Una serie di unguenti per emorroidi Sollievo. La base di tutti i mezzi è l'olio di fegato di squalo, che accelera la guarigione dei tessuti e smette di sanguinare.
  4. Posterisan. Questo unguento viene utilizzato per l'infiammazione dei nodi. Il colibacillo che è la sua parte promuove l'aumento dell'immunità locale.
  5. Proktosedil - un mezzo di azione combinata con eparina, con uso prolungato rafforza i vasi sanguigni. Ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.
  6. Unguenti a base di ingredienti naturali - olio di olivello spinoso, propoli. Agisci più lentamente, ma sono al sicuro anche per le donne incinte.

Oltre alle medicine tradizionali, puoi eliminare il disagio durante l'esacerbazione delle emorroidi con l'aiuto della medicina tradizionale:

  • bagni freschi con decotti alle erbe riducono il dolore, alleviano il gonfiore e il prurito;
  • unguenti a base di grassi favoriscono una rapida guarigione.

Oltre agli agenti esterni, nel trattamento delle emorroidi in qualsiasi forma prescritta preparazioni rinforzanti vascolari per somministrazione orale: Venaro, Ginkor Fort, Payleks.

Tutte le medicine, le modalità d'uso e il dosaggio sono prescritti da un medico.

Trattamento mini-invasivo e chirurgico di nodi esterni

L'intervento chirurgico viene effettuato al terzo e al quarto stadio della malattia, quando il nodo esterno è molto preoccupato per il paziente. Le indicazioni per il trattamento chirurgico sono l'inefficienza del metodo conservativo, la rapida progressione della malattia.

Attualmente, i proctologi cercano di utilizzare tecniche minimamente invasive. Non richiedono anestesia generale, sono semplici da eseguire e facilmente tollerabili dai pazienti. Nella maggior parte dei casi, questo intervento chirurgico non richiede una degenza ospedaliera. Il periodo di riabilitazione richiede diversi giorni.

Per rimuovere il nodo esterno, fai ricorso a questi metodi:

  1. Doping con lattice. Un anello è posto sul nodo, che blocca i vasi sanguigni. Dopo un po 'di tempo, la protuberanza venosa scompare.
  2. Per i piccoli nodi, usano la cauterizzazione con raggi infrarossi.

Popolare nel trattamento del metodo di scleroterapia per le emorroidi interne non è utilizzato a causa delle caratteristiche anatomiche.

La rimozione minimamente invasiva dei nodi è controindicata per la trombosi, l'infiammazione purulenta dei coni e la rottura del retto.

La chirurgia per le emorroidi esterne è una misura estrema. Si ricorre a se è iniziata una trombosi delle navi e la recidiva della malattia è diventata frequente. L'operazione viene eseguita in anestesia locale. Il chirurgo taglia il nodo, inserisce un composto ammorbidente, quindi rimuove il trombo e sutura la ferita. L'intero processo richiede non più di mezz'ora.

La durata della riabilitazione dipende dallo stato generale di salute, ma raramente supera un mese.

Prevenzione delle esacerbazioni

Le emorroidi (sia esterne che interne) si sviluppano sotto l'influenza di fattori provocatori:

  • in sovrappeso;
  • mancanza di attività motoria;
  • esercizio eccessivo;
  • la malnutrizione;
  • malattie associate degli organi interni.

Senza eliminare queste ragioni, è praticamente impossibile curare le emorroidi anche chirurgicamente. Qualche tempo dopo aver rimosso i nodi, il problema si ripresenta. Per prevenire la progressione della malattia e le esacerbazioni, si raccomanda di seguire semplici raccomandazioni:

  • muoviti di più;
  • normalizzare la nutrizione;
  • rinunciare a cattive abitudini;
  • curare la patologia degli organi interni;
  • osservare l'igiene rettale (lavare dopo le feci, non usare la carta igienica durante l'esacerbazione).

Se vengono rilevate emorroidi esterne, la persona deve essere regolarmente monitorata dal proctologo per monitorare le condizioni dei nodi e seguire tutte le sue raccomandazioni.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Trattamento chirurgico delle emorroidi: revisioni dell'intervento chirurgico di Longo

Malattie del retto - un argomento delicato, ma pertinente. Nel nostro paese, ogni decima persona in età lavorativa soffre di emorroidi.

Trattamento delle sanguisughe delle vene varicose: indicazioni, come è la procedura

L'autore dell'articolo: Alina Yachnaya, un chirurgo oncologo, più alta educazione medica con una laurea in medicina generale.