Disturbi circolatori degli arti inferiori

Per il normale funzionamento di qualsiasi corpo umano è necessario l'ossigeno. Entra negli organi e nei tessuti dal sangue. Pertanto, affinché il corpo funzioni correttamente, è necessaria la piena circolazione.

In caso di violazione della struttura o della funzione delle arterie o delle vene delle gambe, si verifica una violazione della circolazione sanguigna degli arti inferiori.

Cause di disturbi circolatori degli arti inferiori

Le cause principali dei disturbi circolatori possono essere suddivisi in 2 gruppi: arterioso e venoso.

1. Vene varicose.

Le vene non hanno un muro muscolare, quindi non possono contrarsi. Tuttavia, il sangue, superando la forza naturale di gravità, si sforza di raggiungere il cuore. Questo è dovuto a molti fattori. Uno di questi è la presenza di valvole speciali nelle vene comunicative (connesse). Non consentono il flusso inverso del sangue dalle vene superficiali al profondo. Dalle vene profonde, il sangue sale più in alto per i seguenti motivi:

  • Pressione sanguigna dalle arterie.
  • Il lavoro dei muscoli delle gambe. I muscoli, per così dire, svolgono il ruolo di pompe, contrazione e distacco. Quando sono contratte, spingono il sangue fuori dalle vene profonde. Quando i muscoli sono rilassati, il movimento è supportato solo dalla pressione del sangue dalle arterie.
  • La presenza dell'apparato valvolare.

In condizioni avverse, le vene possono diventare meno elastiche, le valvole si atrofizzano e le vene varicose sorgono e quindi, come sintomo, una violazione della circolazione venosa degli arti inferiori.

Le cause delle vene varicose sono molteplici: erezione, predisposizione genetica, disturbi ormonali, malattie del sistema nervoso. Un ruolo importante è giocato dallo stile di vita: bassa mobilità, lavoro sedentario o in piedi, una lunga permanenza in una posizione.

Thrombophlebitis è chiamata infiammazione della parete alterata della vena in presenza di un trombo. Pertanto, questa malattia in alcuni casi è una complicazione della malattia varicosa degli arti inferiori.

L'infiammazione nella tromboflebite è asettica, vale a dire procede senza la partecipazione di microbi.

Molto spesso, i pazienti con tromboflebite hanno già patologie piuttosto gravi che hanno portato a una scarsa circolazione degli arti inferiori e tromboflebiti. Questi sono pazienti con insufficienza cardiaca cronica, gravi problemi endocrinologici, oncologia, ecc.

A seconda delle dimensioni del trombo, il lume della vena può essere chiuso completamente o parzialmente. La chiusura parziale del lume della vena porta alla formazione di una violazione cronica della circolazione venosa degli arti inferiori.

Malattie delle arterie che portano a cattiva circolazione degli arti inferiori:

1. Aterosclerosi obliterante dei vasi principali degli arti inferiori. Questa malattia colpisce soprattutto gli uomini di età superiore ai 40-45 anni. L'aterosclerosi obliterante è una malattia cronica, di lunga durata e che porta a gravi disturbi circolatori. Più spesso colpite sono le arterie di media (poplitea, femorale) e di grosso calibro.

L'aterosclerosi obliterante è una manifestazione di aterosclerosi sistemica. Con questa malattia, i cambiamenti sono localizzati nel rivestimento interno delle arterie. In esso si deposita il colesterolo e si forma la placca grassa. Nella fase iniziale, questo processo è reversibile. Il lume della nave si restringe e gradualmente iniziano a mostrare segni di alterata circolazione degli arti inferiori. Mentre la placca cresce, anche la clinica dei disturbi della circolazione sanguigna peggiora.

Da una grande placca aterosclerotica nel tempo, i pezzi possono essere verniciati e cadere nelle arterie sottostanti. Dal momento che hanno un diametro più piccolo, un trombo può rimanere bloccato, causare insufficienza acuta di sangue e portare a cancrena.

2. L'obliterazione dell'endarterite (tromboangiite) è una malattia infiammatoria sistemica cronica che colpisce le piccole arterie degli arti inferiori. Fino ad ora, non è stato possibile stabilire la causa esatta della malattia. Ci sono diverse teorie di base sull'occorrenza di obliterazione dell'endarterite:

  • infettivo-tossico (provocatore - un agente infettivo);
  • patologia del sistema di coagulazione del sangue;
  • allergico (reazione allergica al tabacco);
  • aterosclerotica.

3. Angiopatia diabetica. Il diabete mellito è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. La lesione può essere di natura macro o microangiopatica. Nel corso del tempo, una cattiva circolazione degli arti inferiori porta alla morte delle zone più distanti: la punta delle dita dei piedi, poi le gambe inferiori, ecc. L'angiopatia diabetica è aggravata dal fatto che i pazienti in questo gruppo solo in rari casi non hanno concomitante aterosclerosi obliterante o insufficienza cardiovascolare. Nella maggior parte dei casi, vi è una patologia combinata e, di conseguenza, la circolazione sanguigna compromessa progredisce piuttosto rapidamente.

Fattori di rischio che portano allo sviluppo di disturbi circolatori degli arti inferiori

- aumento del colesterolo e squilibrio lipidico;

- ipertensione;

- aumento dei livelli di omocisteina;

- obesità 1 o più gradi;

- stile di vita sedentario, ecc.

sintomi

I sintomi principali dipendono dal grado di disturbi circolatori.

Nelle fasi iniziali del paziente, può verificarsi lieve disagio o dolore dopo un po 'di esercizio. Man mano che i disturbi circolatori degli arti inferiori progrediscono, i sintomi diventano più pronunciati. Il dolore si intensifica, compare un sintomo caratteristico - claudicatio intermittente. Con questo si intende il dolore o il disagio pronunciato negli arti inferiori, che si verifica quando si cammina e scompare quando si è fermato. Secondo quanto lontano una persona può camminare prima dell'inizio della claudicatio intermittente, determinare il grado di disturbi circolatori.

Come la progressione della pelle, si verificano disturbi trofici: diventano pallide, secche e possono comparire ulcere trofiche. Quando il processo è molto avanzato, inizia la cancrena.

Trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori

Non esiste un trattamento singolo per i disturbi circolatori. Ciò è dovuto al fatto che, come tale, la diagnosi: "scarsa circolazione degli arti inferiori" non lo è. Questo è un sintomo sintomo di una malattia.

Se una violazione della circolazione venosa degli arti inferiori è causata da una malattia varicosa, allora è necessario trattarla.

Se la causa sta cancellando l'aterosclerosi, allora è sempre necessario regolare la dieta per normalizzare il livello di colesterolo totale e di altri lipidi.

Oltre al trattamento specialistico, ci sono sempre raccomandazioni generali, a seguito delle quali si può rallentare la progressione dei disturbi circolatori degli arti inferiori. Prima di tutto, sta smettendo di fumare. Ciò include anche il mantenimento di uno stile di vita scorrevole. Il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari aumenta drammaticamente se una persona passa a meno di 12 km a settimana.

Il complesso trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori comprende sempre la fisioterapia e la fisioterapia.

Video di YouTube relativi all'articolo:

Le informazioni sono generalizzate e vengono fornite solo a scopo informativo. Ai primi segni di malattia, consultare un medico. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Disturbi circolatori degli arti inferiori: sintomi e trattamento

La scarsa circolazione degli arti inferiori è una conseguenza dei cambiamenti nella qualità e quantità di sangue nei vasi delle gambe o come conseguenza del loro danno.

In generale, i disturbi circolatori nelle gambe possono essere una malattia concomitante in cui sono interessate parti specifiche dei vasi, nonché una malattia indipendente che è caratterizzata da lesioni dei vasi distali.

La malattia ha una sua classificazione, che è la seguente:

  • a causa della violazione della permeabilità arteriosa si sviluppa un'insufficienza arteriosa, che può essere acuta o cronica;
  • in violazione del deflusso venoso si sviluppa insufficienza venosa, che può manifestarsi anche in forma cronica o acuta;
  • e infine, polineuropatia e microangiopatia diabetica si distinguono.

Le cause della violazione

Ci sono alcuni fattori che sono responsabili dello sviluppo della patologia: attualmente, i disturbi circolatori nelle arterie sono solitamente divisi in tre gruppi principali:

  • le parti periferiche sono interessate, cioè le arterie e il loro ulteriore restringimento dovuto alla formazione di placche aterosclerotiche;
  • le pareti dell'arteria sono infiammate;
  • c'è uno spasmo delle arterie.

Tali disturbi nel flusso sanguigno sono spesso osservati a causa delle seguenti malattie in via di sviluppo:

  1. L'aterosclerosi obliterante, che è causata dall'accumulo di sostanze grasse e colesterolo nei vasi. Sulla base di questo, si formano placche sclerotiche, che nel tempo possono portare all'ostruzione parziale e completa del passaggio dei vasi sanguigni. La malattia può essere influenzata da una persona di qualsiasi genere e categoria di età.
  2. La causa dello sviluppo della patologia può essere una malattia autoimmune dei vasi in forma cronica (tromboangiite). Allo stesso tempo, a causa di vasi spasmodici nella coscia, il sangue non può fluire agli arti inferiori in un volume sufficiente. Lo sviluppo di questa malattia contribuisce a cattive abitudini. Spesso la malattia è osservata nei giovani, i maschi.
  3. La complicazione più terribile è il piede diabetico, che è il risultato del diabete della lesione vascolare. Se il sangue non scorre nelle gambe nella giusta quantità, la cancrena può iniziare a svilupparsi. In questo caso, gli arti colpiti vengono amputati.
  4. La violazione della circolazione venosa degli arti inferiori causa tromboflebiti e vene varicose. Allo stesso tempo, il sistema di deflusso del sangue è disturbato e, di conseguenza, le pareti dei vasi sanguigni si indeboliscono.

Sintomi di disturbi circolatori alle gambe

Il sistema circolatorio è disturbato a causa di ostruzione o restringimento delle arterie. Spesso, una persona affetta da questa malattia lamenta un forte dolore durante la deambulazione, che tende a placarsi a riposo.

Questo fenomeno è chiamato claudicatio intermittente. Questo effetto può essere causato da un numero di malattie, ma in ogni caso tali sintomi sono un segno di problemi nelle arterie.

I seguenti fattori possono essere responsabili per il verificarsi di claudicatio intermedio:

  • cattive abitudini (bere e fumare);
  • diabete;
  • predisposizione genetica;
  • condizione stressante;
  • l'obesità;
  • fallimento del sistema metabolico dei lipidi;
  • età.

Se i disturbi circolatori degli arti inferiori sono osservati nei vasi venosi, allora è caratterizzato da dolore, che può essere localizzato in qualsiasi parte degli arti inferiori.

Quindi, il dolore che si sente nella parte inferiore della gamba, ginocchio, anca, piede o in rari casi nella regione lombare, può indicare una malattia.

Spesso, un sintomo del disturbo è debolezza delle gambe o pesantezza, sensazione di freddo, intorpidimento o crampi. Molto raramente, la malattia è asintomatica.

Criteri diagnostici

Per diagnosticare i disturbi circolatori degli arti inferiori e prescrivere un trattamento appropriato, è importante che uno specialista chiarisca una serie di fattori: la causa, l'ubicazione e la profondità della localizzazione, il tipo (chiusura parziale o completa della nave) e il grado.

Attualmente, esiste una classificazione in base agli stadi di sviluppo dei disturbi del flusso sanguigno, che dipendono dai sintomi:

  1. Il primo è il pieno risarcimento. Allo stesso tempo, c'è freddezza nei piedi, formicolio, intorpidimento e affaticamento, che si verifica solo dopo uno sforzo fisico.
  2. Il secondo è l'errore derivante da carichi funzionali. In questo caso, vengono osservati tutti i sintomi del primo stadio e può manifestarsi anche la claudicatio intermittente.
  3. Il terzo - in uno stato di riposo è osservato fallimento. Dolore osservato, che non passa in uno stato di riposo e di notte.
  4. Quarto: i cambiamenti necrotici si verificano nelle gambe. Allo stesso tempo, lo sviluppo della patologia è accompagnato da segni di gangrena e dolore ischemico. Al fine di alleviare la condizione, gli antidolorifici sono prescritti su base narcotica.

Per diagnosticare, gli esperti applicano una varietà di metodi, tra cui la palpazione, l'esame interno, l'autenticazione e le percussioni. Inoltre, vengono condotti ulteriori studi:

Trattamento tradizionale della malattia

Affinché uno specialista prescriva un metodo di trattamento, è necessario identificare la fonte della violazione. Fondamentalmente, il metodo tradizionale di terapia coinvolge tutta una serie di attività. Inoltre, una misura obbligatoria di trattamento è l'adozione di farmaci che possono migliorare il tono dei vasi sanguigni e rafforzare i capillari.

Il trattamento tradizionale dei disturbi circolatori degli arti inferiori può essere fisioterapico e chirurgico. La terapia fisioterapica è adatta solo per la fase iniziale della patologia.

Allo stesso tempo, il paziente dovrebbe assumere un certo numero di farmaci: venotonici, farmaci geo-apatici e flebotropici, lipofotici e angioprotettori, oltre a migliorare la circolazione sanguigna, antinfiammatoria e anticoagulante.

Se lo stadio della malattia è abbastanza trascurato, il trattamento fisioterapico non è sufficiente, saranno necessarie misure chirurgiche: chirurgia aperta e angioplastica.

Il secondo metodo prevede una puntura nella zona inguinale e l'introduzione nelle arterie di uno speciale catetere sottile con un palloncino all'estremità. Pertanto, il catetere viene portato nel punto in cui si è verificato il blocco e il palloncino viene gonfiato per espandere l'arteria. Quindi, il flusso sanguigno viene ripristinato. Per evitare le recidive, sarà richiesto uno stent.

Cosa si può fare a casa

Tornare al normale sistema circolatorio può essere a casa. La cosa principale è che tutte le attività sono svolte in concomitanza con il trattamento tradizionale.

Procedure generali di rafforzamento

Pertanto, è necessario seguire le seguenti procedure:

  • doccia per le gambe;
  • più movimenti, lo sport dovrebbe diventare la parte principale della vita (quando si è seduti, si raccomanda di bypassare il posto di lavoro una volta ogni 40 minuti);
  • dovrebbe rinunciare a cattive abitudini;
  • quando si scelgono le scarpe, si dovrebbe prestare attenzione non all'aspetto, ma al materiale e alla praticità (niente scarpe e tacchi stretti);
  • in uno stato rilassato, le gambe dovrebbero essere in una posizione in cui non ci sarà alcuna pressione su di loro;
  • Almeno una volta al giorno, si dovrebbe massaggiare il piede, sfregando ciascuno per 5 minuti;
  • dovresti attenersi al sistema di corretta alimentazione e abbandonare cibi veloci e cibi grassi;
  • anche il sonno è un fattore importante, deve essere completo, al momento giusto, almeno 7 ore.

Ricette popolari

La medicina tradizionale è efficace, ma è meglio usarla con il trattamento prescritto da uno specialista. Quindi, in futuro, puoi evitare problemi e complicazioni.

La medicina popolare in violazione della circolazione del sangue coinvolge le seguenti attività:

  1. Ogni mattina, almeno mezz'ora prima dell'uscita, è necessario lubrificare il piede con succo di limone. Una volta che l'agente è stato assorbito, puoi metterti le scarpe.
  2. Uno strumento efficace è un bagno. Allo stesso tempo, l'acqua dovrebbe essere aggiunto decotto di radice di calamo e altre erbe che hanno un effetto vasodilatatore. Nel brodo puoi aggiungere ortiche, origano, spago, timo, foglie di ribes nero e camomilla.
  3. Se si osservano vene varicose, è possibile preparare il seguente rimedio: sciogliere un cucchiaino di pepe rosso tritato in un bicchiere di acqua calda. Agitare bene prima dell'uso. È necessario accettare mezzi 3 volte al giorno durante 20 giorni.

Rafforzare i vasi delle gambe

Al fine di rafforzare le navi, è prima necessario andare a nuotare, fare jogging e andare in bicicletta e anche a piedi.

Inoltre, dovresti seguire altre regole:

  1. Evitare il ristagno di sangue nelle vene. Ciò richiede muoversi il più possibile e non stare seduti in un posto per molto tempo. Si consiglia di alzare le gambe almeno una volta al giorno e di rimanere in quella posizione per almeno 5 minuti.
  2. L'abbigliamento dovrebbe essere comodo e non dovrebbe ostacolare. Se ciò accade, il flusso di sangue rallenta. Pertanto, per le persone con problemi simili non è consigliabile indossare corsetti, cinture e collant.
  3. Le bende elastiche non sono usate raramente.
  4. Utilizzato anche per rafforzare i bagni terapeutici dei vasi sanguigni. Nell'acqua è necessario aggiungere alcuni cubetti di ghiaccio e un decotto di erbe. Inoltre, un decotto, puoi semplicemente pulire le vene.
  5. E richiede anche esercizi che consistono nel piegare e infrangersi il piede nella caviglia. È anche necessario ruotare in direzioni diverse con i piedi. Per ottenere i migliori risultati, puoi riportare le gambe a turno.
  6. Tra le altre cose, è necessario utilizzare gel, unguenti e creme che contengono estratto di calendula e ippocastano.

Conseguenze della malattia

Se si avvia il processo, può svilupparsi un infarto miocardico. Inoltre, aumenta il rischio di ictus e aumentano i decessi dovuti a complicazioni da malattie cardiovascolari.

Le complicazioni durante il trattamento possono dipendere dalla manifestazione della claudicatio intermittente. In questo caso, sarà richiesta l'eliminazione dei sintomi di questa patologia.

Con il diabete mellito, tutto diventa molto più complicato. Se questa malattia è assente, allora la condizione può essere stabile per molti anni, senza cambiamenti. In alcuni casi, può verificarsi lo sviluppo di ischemia critica. Allo stesso tempo, nel 25 - 45% dei casi è probabile un esito fatale.

La compromissione della circolazione sanguigna degli arti inferiori è una patologia facilmente eliminabile, se le cause sono chiarite. La cosa principale è non lasciare che tutto faccia il suo corso. Al fine di evitare complicazioni, si raccomanda di essere esaminato una volta ogni sei mesi. Quando si mantiene uno stile di vita sano e attivo, il rischio di sviluppare la malattia è significativamente ridotto.

Violazione della circolazione venosa degli arti inferiori

L'apporto di sangue degli arti inferiori è rappresentato da una fitta rete di arterie e vene, che forniscono microcircolazione del sangue nei tessuti. Qualsiasi patologia da parte delle navi causa una violazione della circolazione sanguigna, che è particolarmente pericolosa per le persone di mezza età.

  1. Cosa causa una violazione?
  2. Descrizione della malattia
  3. Trattamento conservativo
  4. Intervento chirurgico
  5. Misure preventive

Le malattie vascolari associate ai cambiamenti nel flusso sanguigno alle gambe sono suddivisi nei seguenti gruppi:

  • Venoso, comprese le vene varicose e tromboflebite.
  • Patologie arteriose che includono endarterite, aterosclerosi, angiopatia diabetica (ischemia cronica), trombosi acuta, tromboembolia (ischemia acuta).

1. Lo strato muscolare della parete venosa è poco sviluppato. Il sangue viene trasportato attraverso le vene degli arti inferiori usando un sistema di valvole rappresentato dalle tasche del rivestimento interno. Le valvole impediscono il flusso di sangue nella direzione opposta. Se le navi perdono la loro elasticità a causa di malattie, anche le valvole cessano di funzionare. I processi congestizi compaiono, la circolazione sanguigna rallenta, si verifica una sovra-espansione delle pareti venose. Questo è caratteristico dei cambiamenti varicosi.

2. La tromboflebite è caratterizzata dalla formazione di trombi che ostruiscono il lume delle vene e causano un disturbo nel flusso sanguigno alle estremità.

3. Nell'aterosclerosi, il lume dell'arteria chiude i depositi di grasso e gli accumuli di colesterolo. Le pareti diventano dense, la loro elasticità diminuisce, il livello di afflusso di sangue agli arti inferiori (ischemia) diminuisce. Una grande quantità di colesterolo porta alla formazione di placche, vicino alle quali appaiono coaguli di sangue in seguito, ostacolando ulteriormente il flusso sanguigno.

4. L'endarterite è caratterizzata da un restringimento del lume delle arterie dovuto alla proliferazione del tessuto connettivo. Fallimento della circolazione sanguigna nelle gambe porta alla cancrena.

5. Angiopatia diabetica - il risultato del diabete. Livelli aumentati di glucosio provocano un cambiamento nello spessore delle pareti arteriose. Il risultato è una carenza di ossigeno nei tessuti corporei.

Ci sono un certo numero di fattori provocatori delle patologie venose e arteriose degli arti inferiori:

  • fumo di tabacco;
  • abuso di alcol;
  • in sovrappeso;
  • ereditarietà;
  • cambiamenti di età;
  • lo stress;
  • fallimento dei processi metabolici.

Segni e quadro clinico

I sintomi dipendono dal grado di disturbi circolatori e dalla malattia che ha causato la patologia. Lo stadio iniziale dell'ischemia degli arti potrebbe non avere manifestazioni e durante l'altezza dei sintomi compaiono anche senza carico sulle gambe.

L'insorgenza della malattia è accompagnata da pesantezza agli arti, affaticamento, comparsa di lievi pastosi, prurito della pelle. I sintomi si riducono dopo il riposo. Il secondo stadio è caratterizzato da un aumento del gonfiore dopo il carico sulle gambe. L'indicatore è un lungo tratto della pelle quando viene premuto con un dito. I cambiamenti nella circolazione sanguigna nelle gambe causano il rigetto dei follicoli piliferi, la formazione di macchie di pigmento e piccoli siti erosivi. L'arto ricorda una canna lucente. I pazienti si lamentano di dolore e prurito.

Il cambiamento nella microcircolazione nella terza fase delle vene varicose è accompagnato dai seguenti segni:

  • ulcerazioni;
  • cianosi della pelle;
  • forte dolore;
  • sensazione di bruciore

La pelle sopra la vena malata è calda al tatto, iperemica. Nel corso del vaso appare dolore, che aumenta con la palpazione. A volte aumenta la temperatura corporea. Nel luogo in cui si forma il coagulo di sangue, il gonfiore e la compattazione si intensificano. Le aree trombizzate sugli arti inferiori sono palpabili. I sintomi dei disturbi circolatori si verificano come la progressione dell'ischemia.

3. Insufficienza arteriosa.

Una scarsa circolazione degli arti inferiori può essere accompagnata da processi acuti o cronici. Ischemia acuta si verifica contro un blocco del lume del vaso con un trombo o embolo. Il corso clinico comprende tre fasi di manifestazione:

  • Lo stadio dei disturbi funzionali dura 2-3 ore. I suoi sintomi sono dolore alla gamba, pallore e freddezza della pelle. Le arterie periferiche non hanno una pulsazione. Tutti i tipi di sensibilità e movimento nelle articolazioni sono preservati.
  • Lo stadio dei cambiamenti organici è accompagnato da una mancanza di sensibilità, mobilità limitata, cianosi del tegumento. Dura fino a 24 ore dall'insorgenza dei disturbi circolatori.
  • Il necrotico è caratterizzato dallo sviluppo di cancrena, la perdita di tutti i tipi di sensibilità e movimento.

Nei disturbi cronici della circolazione sanguigna alle estremità, i pazienti lamentano dolore alle gambe, affaticamento, pesantezza e sensibilità compromessa. Il sintomo principale delle patologie arteriali è la claudicatio intermittente. Questa condizione è accompagnata dal dolore, che si manifesta quando si cammina e scompare a riposo, causato da un restringimento o blocco del lume dell'arteria. L'esercizio fisico aumenta la debolezza muscolare. Mi sembra di strisciare strisciando sulle mie gambe. Intorpidimento, sensibilità alterata aumentano con l'attività e sono caratterizzati da periodicità.

Un esame può determinare i seguenti sintomi di disturbi circolatori:

  • atrofia muscolare;
  • assottigliamento della pelle;
  • perdita di capelli;
  • secchezza e crepe;
  • pallore, cianosi.

Terapia conservativa

L'aiuto dipende dalla causa dei cambiamenti nella circolazione sanguigna nelle gambe. Il trattamento farmacologico viene effettuato per ripristinare la microcircolazione. Per insufficienza arteriosa, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

1. Angioprotectors - fondi volti a migliorare la circolazione sanguigna. La permeabilità della parete vascolare diminuisce, i processi metabolici sono normalizzati. Rappresentanti - Pentoksffilin, Alprostan, L-lysine, Curantil, Trental.

2. Gli anticoagulanti prevengono la formazione di coaguli sanguigni e scindono quelli esistenti (dipiridamolo, ticlopidina, eparina), eliminando la causa dei disturbi circolatori degli arti inferiori.

3. Mezzi che aumentano la resistenza dei tessuti all'ossigeno - Actovegil, Solcoseryl.

4. La prostaglandina E1 migliora la circolazione sanguigna, ripristina la coagulazione del sangue e la permeabilità vascolare (Vazaprostan, Ilomedin).

5. Gli antispastici sono prescritti per l'espansione dei vasi sanguigni. Non eliminano il problema, ma permettono di fermare i sintomi dolorosi (Mydocalm, Cavinton, Euphyllinum).

6. I ganglioblocker contribuiscono alla distribuzione uniforme del volume del sangue negli arti inferiori (Pentamine, Kamfony, Pakhikarpin).

7. I preparati del gruppo bloccante alfa-adrenergico consentono di espandere i vasi sanguigni e migliorare la circolazione del sangue nel sistema periferico (fentolamina, nilogrina, sermio).

L'automedicazione può causare problemi. Tutti i farmaci dovrebbero essere assunti solo dopo aver consultato uno specialista.

I disturbi venosi vengono ripristinati con i seguenti farmaci:

  • i farmaci antinfiammatori non steroidei riducono il dolore, alleviano il gonfiore e l'infiammazione (Nimesil, Movalis);
  • flebotonica rafforza la parete venosa, ha un'azione antiessudativa (Detralex, Troxevasin, Eskuzan);
  • gli enzimi migliorano il metabolismo del corpo;
  • anticoagulanti prevengono la coagulazione del sangue (eparina, warfarina, Plavix).

I preparati per migliorare la circolazione del sangue sono usati sotto forma di compresse, unguenti, gel. La combinazione combinata di terapia generale e locale aumenta l'efficacia dei rimedi.

1. La patologia acuta richiede un intervento chirurgico. Fino allo sviluppo della cancrena, è necessario ripristinare la pervietà arteriosa rimuovendo un trombo o un embolo dal lume. Lo stadio necrotico dell'ischemia acuta richiede l'amputazione.

2. L'ischemia cronica con l'inefficacia della terapia conservativa viene ripristinata anche con l'aiuto di un trattamento chirurgico. La simpatectomia lombare viene eseguita per ridurre il vasospasmo e migliorare la circolazione sanguigna.

3. L'angioplastica viene eseguita inserendo un catetere con un palloncino. Il catetere viene tenuto sul sito del restringimento del lume. Qui il pallone si gonfia, eliminando il problema. Quindi, installare lo stent, in modo che l'arteria non si restringa nuovamente.

4. La protesi consente di sostituire l'area interessata della nave con una protesi autovuoto o sintetica per creare una soluzione alternativa al sangue.

La prevenzione delle patologie vascolari si basa sul rispetto delle raccomandazioni:

  • smettere di fumare;
  • limitare l'assunzione di zuccheri e grassi;
  • evitare l'ipotermia;
  • eliminare gli effetti di situazioni stressanti;
  • trattare l'ipertensione;
  • sbarazzarsi di malattie vascolari nelle fasi iniziali.

La prognosi favorevole è possibile in caso di ricerca tempestiva di aiuto da parte di uno specialista, rifiuto dell'autoterapia, adesione a consigli e istruzioni alle prime manifestazioni della malattia.

Per il normale funzionamento di qualsiasi corpo umano è necessario l'ossigeno. Entra negli organi e nei tessuti dal sangue. Pertanto, affinché il corpo funzioni correttamente, è necessaria la piena circolazione.

In caso di violazione della struttura o della funzione delle arterie o delle vene delle gambe, si verifica una violazione della circolazione sanguigna degli arti inferiori.

Cause di disturbi circolatori degli arti inferiori

Le cause principali dei disturbi circolatori possono essere suddivisi in 2 gruppi: arterioso e venoso.

1. Vene varicose.

Le vene non hanno un muro muscolare, quindi non possono contrarsi. Tuttavia, il sangue, superando la forza naturale di gravità, si sforza di raggiungere il cuore. Questo è dovuto a molti fattori. Uno di questi è la presenza di valvole speciali nelle vene comunicative (connesse). Non consentono il flusso inverso del sangue dalle vene superficiali al profondo. Dalle vene profonde, il sangue sale più in alto per i seguenti motivi:

  • Pressione sanguigna dalle arterie.
  • Il lavoro dei muscoli delle gambe. I muscoli, per così dire, svolgono il ruolo di pompe, contrazione e distacco. Quando sono contratte, spingono il sangue fuori dalle vene profonde. Quando i muscoli sono rilassati, il movimento è supportato solo dalla pressione del sangue dalle arterie.
  • La presenza dell'apparato valvolare.

In condizioni avverse, le vene possono diventare meno elastiche, le valvole si atrofizzano e le vene varicose sorgono e quindi, come sintomo, una violazione della circolazione venosa degli arti inferiori.

Le cause delle vene varicose sono molteplici: erezione, predisposizione genetica, disturbi ormonali, malattie del sistema nervoso. Un ruolo importante è giocato dallo stile di vita: bassa mobilità, lavoro sedentario o in piedi, una lunga permanenza in una posizione.

Thrombophlebitis è chiamata infiammazione della parete alterata della vena in presenza di un trombo. Pertanto, questa malattia in alcuni casi è una complicazione della malattia varicosa degli arti inferiori.

L'infiammazione nella tromboflebite è asettica, vale a dire procede senza la partecipazione di microbi.

Molto spesso, i pazienti con tromboflebite hanno già patologie piuttosto gravi che hanno portato a una scarsa circolazione degli arti inferiori e tromboflebiti. Questi sono pazienti con insufficienza cardiaca cronica, gravi problemi endocrinologici, oncologia, ecc.

A seconda delle dimensioni del trombo, il lume della vena può essere chiuso completamente o parzialmente. La chiusura parziale del lume della vena porta alla formazione di una violazione cronica della circolazione venosa degli arti inferiori.

Malattie delle arterie che portano a cattiva circolazione degli arti inferiori:

1. Aterosclerosi obliterante dei vasi principali degli arti inferiori. Questa malattia colpisce soprattutto gli uomini di età superiore ai 40-45 anni. L'aterosclerosi obliterante è una malattia cronica, di lunga durata e che porta a gravi disturbi circolatori. Più spesso colpite sono le arterie di media (poplitea, femorale) e di grosso calibro.

L'aterosclerosi obliterante è una manifestazione di aterosclerosi sistemica. Con questa malattia, i cambiamenti sono localizzati nel rivestimento interno delle arterie. In esso si deposita il colesterolo e si forma la placca grassa. Nella fase iniziale, questo processo è reversibile. Il lume della nave si restringe e gradualmente iniziano a mostrare segni di alterata circolazione degli arti inferiori. Mentre la placca cresce, anche la clinica dei disturbi della circolazione sanguigna peggiora.

Da una grande placca aterosclerotica nel tempo, i pezzi possono essere verniciati e cadere nelle arterie sottostanti. Dal momento che hanno un diametro più piccolo, un trombo può rimanere bloccato, causare insufficienza acuta di sangue e portare a cancrena.

2. L'obliterazione dell'endarterite (tromboangiite) è una malattia infiammatoria sistemica cronica che colpisce le piccole arterie degli arti inferiori. Fino ad ora, non è stato possibile stabilire la causa esatta della malattia. Ci sono diverse teorie di base sull'occorrenza di obliterazione dell'endarterite:

  • infettivo-tossico (provocatore - un agente infettivo);
  • patologia del sistema di coagulazione del sangue;
  • allergico (reazione allergica al tabacco);
  • aterosclerotica.

3. Angiopatia diabetica. Il diabete mellito è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. La lesione può essere di natura macro o microangiopatica. Nel corso del tempo, una cattiva circolazione degli arti inferiori porta alla morte delle zone più distanti: la punta delle dita dei piedi, poi le gambe inferiori, ecc. L'angiopatia diabetica è aggravata dal fatto che i pazienti in questo gruppo solo in rari casi non hanno concomitante aterosclerosi obliterante o insufficienza cardiovascolare. Nella maggior parte dei casi, vi è una patologia combinata e, di conseguenza, la circolazione sanguigna compromessa progredisce piuttosto rapidamente.

Fattori di rischio che portano allo sviluppo di disturbi circolatori degli arti inferiori

- aumento del colesterolo e squilibrio lipidico;

- alta pressione sanguigna;

- aumento dei livelli di omocisteina;

- obesità di 1 o più gradi;

- stile di vita sedentario, ecc.

sintomi

I sintomi principali dipendono dal grado di disturbi circolatori.

Nelle fasi iniziali del paziente, può verificarsi lieve disagio o dolore dopo un po 'di esercizio. Man mano che i disturbi circolatori degli arti inferiori progrediscono, i sintomi diventano più pronunciati. Il dolore si intensifica, compare un sintomo caratteristico - claudicatio intermittente. Con questo si intende il dolore o il disagio pronunciato negli arti inferiori, che si verifica quando si cammina e scompare quando si è fermato. Secondo quanto lontano una persona può camminare prima dell'inizio della claudicatio intermittente, determinare il grado di disturbi circolatori.

Come la progressione della pelle, si verificano disturbi trofici: diventano pallide, secche e possono comparire ulcere trofiche. Quando il processo è molto avanzato, inizia la cancrena.

Trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori

Non esiste un trattamento singolo per i disturbi circolatori. Ciò è dovuto al fatto che, come tale, la diagnosi: "scarsa circolazione degli arti inferiori" non lo è. Questo è un sintomo sintomo di una malattia.

Se una violazione della circolazione venosa degli arti inferiori è causata da una malattia varicosa, allora è necessario trattarla.

Se la causa sta cancellando l'aterosclerosi, allora è sempre necessario regolare la dieta per normalizzare il livello di colesterolo totale e di altri lipidi.

Oltre al trattamento specialistico, ci sono sempre raccomandazioni generali, a seguito delle quali si può rallentare la progressione dei disturbi circolatori degli arti inferiori. Prima di tutto, sta smettendo di fumare. Ciò include anche il mantenimento di uno stile di vita scorrevole. Il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari aumenta drammaticamente se una persona passa a meno di 12 km a settimana.

Il complesso trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori comprende sempre la fisioterapia e la fisioterapia.

Video di YouTube relativi all'articolo:

Le informazioni sono generalizzate e vengono fornite solo a scopo informativo. Ai primi segni di malattia, consultare un medico. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Disturbi circolatori degli arti inferiori

Sintomi di disturbi circolatori degli arti inferiori

Una scarsa circolazione negli arti inferiori significa una diminuzione del flusso sanguigno agli arti a causa di costrizione o blocco delle arterie. Accompagnato dal dolore mentre si cammina, scomparendo durante una sosta. Questo fenomeno è chiamato claudicatio intermittente. Può essere innescato da varie malattie, ma indica sempre problemi gravi con le arterie. Pertanto, quando compaiono i primi sintomi, dovresti consultare un medico e fare una diagnosi.

Sono noti i seguenti fattori di rischio per claudicatio intermittente:

- violazione del metabolismo dei lipidi.

Con claudicatio intermittente, il dolore può verificarsi in diverse parti della gamba: partendo dal piede e salendo più in alto verso la parte inferiore della gamba, ginocchio, fianchi, in alcuni raggiunge la parte bassa della schiena. A volte i sintomi dei disturbi circolatori diventano pesantezza o debolezza alle gambe, crampi. intorpidimento, freddolosità. In rari casi, la malattia delle arterie periferiche non dà alcun sintomo.

Cause di disturbi circolatori degli arti inferiori

Le cause dei disturbi circolatori sono molte, ma possono essere suddivise in tre grandi gruppi: danno alle arterie (sezioni periferiche), vasocostrizione dovuta alla formazione di placche aterosclerotiche, infiammazione della parete arteriosa, spasmo delle arterie.

Le cause più comuni di tali disturbi sono le seguenti malattie:

· Aterosclerosi obliterante degli arti inferiori. Colpisce le persone di entrambi i sessi, di età diverse, ma più spesso degli uomini dopo i quaranta. Il colesterolo e le sostanze simili ai grassi (lipidi) che si accumulano nella nave formano placche sclerotiche, che portano al blocco completo o parziale della nave.

· Endarterite obliterante (tromboangiite). Malattia vascolare autoimmune cronica Il sangue non scorre in quantità sufficienti a causa dello spasmo dei vasi femorali. I giovani (uomini) sono particolarmente sensibili a questa malattia rapidamente progressiva, poiché le cattive abitudini contribuiscono notevolmente allo sviluppo di questa malattia.

· Danneggiamento dei vasi sanguigni. La più terribile complicazione è il cosiddetto piede diabetico. A causa della insufficiente circolazione del sangue negli arti inferiori, la putrefazione necrotica del piede inizia la cancrena. che spesso porta all'amputazione.

· Vene varicose (tromboflebiti). Il deflusso di sangue è disturbato, le pareti dei vasi si indeboliscono.

- Trovato un errore nel testo? Selezionalo (poche parole!) E premi Ctrl + Invio

- Non ti è piaciuto l'articolo o la qualità delle informazioni inviate? - scrivici!

- Ricetta imprecisa? - scrivici a riguardo, lo chiariremo sicuramente dalla fonte originale!

Diagnosi di disturbi circolatori degli arti inferiori

Quando si effettua una diagnosi e si sceglie il metodo di trattamento più appropriato per un medico, fattori come la causa della malattia (aterosclerosi, endoarterite, ecc.), La localizzazione (profondità della lesione), il tipo di lesione (chiusura completa o parziale della nave), il grado di lesione dell'arteria sono importanti. Per facilitare la diagnosi, l'insufficienza arteriosa è stata divisa in fasi, a seconda dei sintomi:

- Fase I (compensazione completa): affaticamento, sensazione di freddo dei piedi, intorpidimento e formicolio, che appare solo dopo uno sforzo fisico;

- Stadio II (insufficienza con carichi funzionali): la claudicatio intermittente viene aggiunta ai sintomi del primo stadio, costringendo il paziente a rallentare o fermarsi;

- Stadio III (fallimento a riposo): accompagnato da dolore o dolore ininterrotto durante la notte;

- Stadio IV (alterazioni ulcera-necrotiche dell'arto): accompagnato da dolori ischemici, compaiono segni di cancrena. I pazienti hanno bisogno di antidolorifici antidolorifici.

Per la diagnosi dei disturbi circolatori, vengono utilizzati vari metodi e il paziente deve solo contattare uno specialista (chirurgo) che eseguirà un esame interno, palpazione, percussione (tapping), auscultazione (ascoltando il lavoro degli organi). Dopo di ciò, dovrai sottoporti a ricerche obbligatorie, come ad esempio:

· Ecografia Doppler dei vasi (dimostrazione in tempo reale della direzione, della velocità e del volume del flusso sanguigno);

· Angiografia (studio del contrasto a raggi X sullo stato dei vasi sanguigni e del flusso sanguigno);

· Capillaroscopia (metodo non invasivo per lo studio della microcircolazione a livello tissutale);

· Termometria (misurazione della temperatura cutanea);

· Angiografia con risonanza magnetica o risonanza magnetica con contrasto (un mezzo di contrasto viene iniettato per via endovenosa, che fornisce informazioni più dettagliate rispetto alla risonanza magnetica).

Trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori

Dopo aver chiarito la diagnosi, il medico sarà in grado di prescrivere il trattamento appropriato. Il trattamento dei disturbi circolatori negli arti può essere suddiviso in due tipi: fisioterapico (conservatore) e chirurgico (operativo). Per non dover ricorrere al trattamento chirurgico, è necessario consultare un medico in modo tempestivo e iniziare la fisioterapia. Per una dinamica di recupero positiva, è fondamentale abbandonare le cattive abitudini, come fumare, bere alcolici, mangiare cibi grassi, stile di vita inattivo.

Inoltre, il medico prescriverà un trattamento farmacologico. La linea di farmaci può essere suddivisa nei seguenti gruppi: agenti antipiastrinici (prevenzione dell'aterosclerosi delle arterie, aumento del flusso sanguigno, aumento della distanza percorsa con claudicatio intermittente), anticoagulanti (prevenzione della coagulazione del sangue, inibizione dell'attività della coagulazione del sangue).

Se il paziente non ha cercato aiuto in tempo e non ha iniziato il trattamento, è molto probabile che ci sarà bisogno di un trattamento chirurgico, diviso in due tipi: angioplastica e chirurgia a cielo aperto. Angioplastica - attraverso una puntura nell'inguine, un sottile catetere viene inserito nell'arteria con un palloncino all'estremità del punto di occlusione. Al raggiungimento del sito desiderato, il palloncino si espande, espandendo così l'arteria e ripristinando il flusso sanguigno. Uno stent è posto su questo sito per prevenire la costrizione dell'arteria.

I disturbi circolatori degli arti inferiori oggi sono trattati con successo, ma il successo del trattamento dipende in gran parte dal paziente stesso e dal suo autocontrollo.

Aterosclerosi obliterante degli arti inferiori: cause, trattamento

L'eliminazione dell'aterosclerosi degli arti inferiori è una malattia vascolare cronica che si sviluppa a causa di disturbi del metabolismo lipidico, che porta alla formazione di placche aterosclerotiche, ispessimento delle pareti delle arterie delle gambe e diminuzione del lume vascolare. Tutti questi cambiamenti possono portare a una cessazione parziale o completa del flusso sanguigno. Inizialmente, questa patologia praticamente non si manifesta, ma con la progressione di questa malattia, le placche aterosclerotiche restringono il lume dei vasi sempre di più e possono bloccarlo completamente, portando a ischemia e persino a necrosi dei tessuti degli arti inferiori. Questo sviluppo della malattia può comportare lo sviluppo di cancrena e perdita delle gambe.

Secondo le statistiche, negli ultimi 10 anni c'è stato un costante aumento del numero di pazienti con aterosclerosi obliterante degli arti inferiori. Questa malattia si verifica in circa il 10% degli abitanti del mondo. Molto spesso, la malattia colpisce persone (per lo più uomini) di età superiore ai 70 anni. Da questo articolo imparerai a conoscere le cause, i segni, la diagnostica e i principi di trattamento di questa patologia, per essere completamente armato. Ma, come sapete, la malattia è più facile da prevenire che curare, e quindi toccheremo l'articolo e la prevenzione della malattia.

motivi

La lesione vascolare aterosclerotica degli arti inferiori è una manifestazione di aterosclerosi sistemica, che si sviluppa spesso nelle seguenti condizioni:

  • l'obesità;
  • malattia coronarica;
  • malattia ipertensiva;
  • malattie renali ed epatiche;
  • vasculite;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • infezioni da herpes persistente;
  • ipercolesterolemia (i livelli di colesterolo nel sangue superano 5,5);
  • diabete;
  • disturbi emorragici;
  • iperomocisteinemia;
  • dislipidemia (LDL superiore a 2);
  • aneurisma dell'aorta addominale;
  • inattività fisica;
  • predisposizione genetica;
  • il fumo;
  • l'alcolismo;
  • congelamento dei piedi;
  • lesioni agli arti inferiori;
  • eccessivo sforzo fisico.

Segni di

Le manifestazioni cliniche dell'aterosclerosi obliterante degli arti inferiori sono causate dalla posizione e dal grado di occlusione (occlusione) dell'arteria principale. Le arterie più comunemente colpite sono:

Altre localizzazioni di questa patologia sono molto meno comuni.

Le placche aterosclerotiche attaccate alle pareti germinano il tessuto connettivo e le piastrine e i sali di calcio si depositano su di essi. Tali cambiamenti portano alla distruzione e all'occlusione delle pareti arteriose.

Durante la crescita e la calcificazione delle placche, il paziente può sperimentare i seguenti segni di aterosclerosi:

  • dolore nei muscoli delle gambe;
  • dolore nella zona dell'arteria colpita (all'inizio, il dolore si verifica durante lo sforzo fisico, ma poi può apparire a riposo);
  • la comparsa di claudicatio intermittente dopo l'esercizio;
  • intorpidimento e formicolio nelle zone colpite della gamba;
  • limitazione della mobilità delle gambe;
  • congelamento rapido degli arti;
  • sbucciatura forte quando si alzano le gambe e il rossore quando si abbassa;
  • ispessimento della lamina ungueale;
  • crescita (perdita) dei capelli compromessa;
  • ulcerazione in tutta l'arteria;
  • colore delle dita viola.

Quando la palpazione dell'arteria interessata su di esso non è determinata dalla pulsazione. Con il progredire della malattia, sulla pelle della gamba interessata possono comparire zone oscuranti (inizio della cancrena).

Durante l'eliminazione dell'aterosclerosi degli arti inferiori, si distinguono le seguenti fasi:

  • Stadio I (manifestazioni iniziali di stenosi) - pelle d'oca, scottature della pelle, sensazione di freddo e freddo, sudorazione eccessiva, rapida stanchezza quando si cammina;
  • Stadio II (claudicazione intermittente) - sensazione di stanchezza e rigidità nei muscoli del polpaccio, costrizione di dolori quando si prova a camminare per circa 200 m;
  • Stadio II B - il dolore e la sensazione di rigidità impediscono il passaggio di 200 m;
  • Stadio III - il dolore compressivo nei muscoli del polpaccio diventa più intenso e appare anche a riposo;
  • Stadio IV - Sulla superficie della gamba compaiono segni di disturbi trofici, ulcere a lungo termine e segni di cancrena.

Negli stadi avanzati dell'aterosclerosi degli arti inferiori, lo sviluppo di cancrena porta spesso alla perdita completa o parziale dell'arto. La mancanza di un'adeguata assistenza chirurgica in tali situazioni può portare alla morte del paziente.

Inoltre, l'aterosclerosi degli arti inferiori può essere complicata dalla trombosi arteriosa. Questa complicazione, in assenza di una rapida richiesta di cure mediche, porta alla perdita di un arto o, nel caso della disconnessione di più coaguli di sangue, a un'embolia di altre arterie. Se un trombo distaccato entra nell'arteria coronaria, il paziente può sviluppare un infarto del miocardio. Se un coagulo di sangue migra nell'arteria carotide - un ictus.

diagnostica

Se si identificano i sintomi di cui sopra, il paziente deve chiedere consiglio ad un angiosurgeon che, dopo aver esaminato il paziente, prescriverà un corso di esame. Per diagnosticare questa patologia, è possibile prescrivere questi tipi di esami di laboratorio e strumentali:

  • analisi del sangue per la struttura lipidica, concentrazione di fibrinogeno, glucosio;
  • analisi per determinare la durata del sanguinamento;
  • Ultrasuoni dei vasi sanguigni con Doppler;
  • contrasto angiografia;
  • rheovasography;
  • risonanza magnetica;
  • TAC con un agente di contrasto.

Dopo aver determinato lo stadio della malattia al paziente viene offerto un trattamento completo.

trattamento

La tattica del trattamento dell'aterosclerosi obliterante degli arti inferiori dipende dallo stadio di sviluppo del processo patologico e può includere tecniche conservative o chirurgiche.

All'inizio del trattamento, vengono eliminati i fattori che contribuiscono alla progressione della malattia:

  1. Correzione del peso.
  2. Smettere di fumare e altre cattive abitudini.
  3. Combattere l'ipodynamia.
  4. Rifiuto dal consumo di alimenti con colesterolo alto e grassi animali (dieta numero 10).
  5. Controllo della pressione arteriosa ed eliminazione dell'ipertensione.
  6. Ridurre il livello di colesterolo "dannoso".
  7. Monitoraggio continuo dei livelli di zucchero nel diabete.

I pazienti con le fasi iniziali della patologia possono essere consigliati di prendere tali farmaci:

  • farmaci per abbassare il colesterolo - Lovastatina, Kvantalan, Mevacor, Colestiramina, Zokor, Colestide;
  • farmaci per abbassare i trigliceridi - Clofibrato, Bezafibrat;
  • preparazioni per la stabilizzazione della microcircolazione e prevenzione della trombosi - Cilostazolo, Pentossifillina, Clopidogrel, Aspirina, Warfarina, Eparina;
  • farmaci per abbassare la pressione sanguigna - Atenololo, ZOK Betalok, Nebilet;
  • preparati per migliorare il trofismo tissutale - Acido nicotinico, Nikoshpan, vitamine del gruppo B;
  • complessi multivitaminici.

Le procedure fisioterapeutiche (microcorrenti, laserterapia), la balneoterapia e l'ossigenazione iperbarica possono essere prescritte per il trattamento dell'aterosclerosi obliterante degli arti inferiori.

Le indicazioni per la chirurgia possono essere:

  • segni di cancrena;
  • intenso dolore a riposo;
  • trombosi;
  • progressione rapida o aterosclerosi stadio III-IV.

Nelle fasi iniziali della malattia, le operazioni minimamente invasive possono essere eseguite per il paziente:

  • angioplastica a palloncino - un catetere speciale viene introdotto nell'arteria attraverso una puntura con un palloncino, quando l'aria viene forzata nel palloncino, le pareti dell'arteria vengono raddrizzate;
  • crioplastica - questa manipolazione è simile all'angioplastica a palloncino, ma l'espansione dell'arteria viene effettuata con l'aiuto di agenti freddi, che non solo possono espandere il lume del vaso, ma anche distruggere i depositi aterosclerotici;
  • stenting - gli stent speciali sono inseriti nel lume dell'arteria, che contiene vari preparati per la distruzione delle placche sclerotiche.

Quando si eseguono tali operazioni minimamente invasive, l'angiografia viene utilizzata per controllare le procedure eseguite. Questi interventi possono essere eseguiti in ospedali specializzati. Dopo l'operazione, il paziente è sotto controllo medico per 24 ore, il giorno dopo può andare a casa.

Con un restringimento significativo del lume dell'arteria per il trattamento chirurgico vengono utilizzati metodi aperti:

  • manovra - durante l'operazione, viene creato un vaso artificiale da materiale sintetico o da sezioni di altre arterie prelevate dal paziente;
  • endarterectomia: durante l'operazione viene rimossa un'arteria interessata dalla placca aterosclerotica.

Oltre a tali operazioni ricostruttive, possono essere applicate ulteriori tecniche chirurgiche ausiliarie:

  • osteotomia rivascolarizzante - stimola la crescita di nuovi piccoli vasi sanguigni con danno osseo;
  • La simpaticectomia - l'intersezione delle terminazioni nervose che provocano uno spasmo delle arterie, viene effettuata con la formazione di ripetuti blocchi delle arterie.

Quando si formano ulcere trofiche su larga scala e non guarenti, o quando compaiono segni di cancrena dell'arto, possono essere eseguiti innesti di plastica di pelle sana dopo la rimozione di aree necrotiche o l'amputazione di una parte dell'arto inferiore.

Le previsioni per il trattamento dell'aterosclerosi obliterante degli arti inferiori sono favorevoli per il trattamento precoce del paziente di un angiosurgeon. Durante i 10 anni di sviluppo di questa patologia, lo sviluppo di trombosi o cancrena è stato osservato nell'8% dei pazienti.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori, possono essere prese le seguenti misure:

  1. Trattamento tempestivo delle malattie croniche.
  2. Monitoraggio medico permanente della salute dopo 50 anni.
  3. Rifiuto di cattive abitudini.
  4. Nutrizione razionale
  5. Combattere l'ipodynamia.
  6. Eliminazione di situazioni stressanti.
  7. Combattere il sovrappeso.

Aterosclerosi obliterante degli arti inferiori. Metodi di trattamento di questa malattia.

Aterosclerosi obliterante - la malattia più comune delle arterie degli arti inferiori.

La malattia può colpire anche gli arti superiori e l'aorta, ma più spesso le gambe diventano il bersaglio.

L'aterosclerosi obliterante si manifesta con un deterioramento della circolazione sanguigna dovuto all'accumulo di colesterolo e grassi sulle pareti dei vasi sanguigni.

Le placche dense formate interferiscono con il normale deflusso di sangue e determinano una diminuzione del lume delle arterie. In assenza di un trattamento adeguato, sono probabili conseguenze gravi, fino allo sviluppo della cancrena.

Questa malattia si verifica principalmente negli anziani di età compresa tra i 60 ei 65 anni, in questa fascia d'età più del 5% della popolazione soffre di aterosclerosi obliterante.

Ma la malattia a volte si sviluppa in giovane età: lo 0,3% dei casi si osserva tra i 30 ei 40 anni. I maschi sono più suscettibili all'aterosclerosi.

Cause della malattia

La malattia non si sviluppa da sola, anche nelle persone molto anziane. Alcuni fattori di rischio che possono essersi verificati in passato contribuiscono alla sua comparsa.

Tutto ciò che porta ad un aumento del livello di colesterolo nel sangue o provoca la sua rapida deposizione all'interno dei vasi può essere attribuito alle cause dell'aterosclerosi:

Fumo. Il fattore più importante nella malattia. Secondo le statistiche, oltre il 90% delle persone con aterosclerosi degli arti inferiori sono fumatori accaniti.

Eccessivo consumo di alcol. Per questo motivo, i processi patologici nei vasi sono accelerati.

Abuso di cibi grassi e fritti. E, di conseguenza, un eccesso di colesterolo nel corpo, che si deposita nei vasi.

Stress costante e nervosismo aumentato. A causa di loro la circolazione del sangue peggiora.

Mancanza di movimento, ipodynamia. Tutti i processi di base nel corpo sono rallentati, il che porta anche all'aterosclerosi.

La presenza di alcune malattie. Malattie come diabete, obesità, reumatismi e ipertensione aumentano il rischio di aterosclerosi.

Quali sono i sintomi della malattia con lesioni degli arti inferiori?

Spesso la malattia passa inosservata dalla persona stessa, a volte prima dell'inizio di uno stadio serio e minaccioso.

Ma arriva il momento e i sintomi si fanno sentire.

E appaiono come segue:

  1. intorpidimento dei piedi;
  2. zoppia progressiva;
  3. alta sensibilità dei piedi al freddo;
  4. costante sensazione di freddezza alle gambe, sensazione di freddo;
  5. crampi agli arti inferiori, prevalentemente notturni;
  6. differenza di temperatura delle gambe (la pelle del piede dolorante è più fredda di quella sana);
  7. dolori ricorrenti in uno stato fisso;
  8. ulcere e altri disturbi che appaiono sulla pelle delle gambe;
  9. embolia o trombosi acuta (in rari casi).

Diagnosi della malattia e regole generali per il trattamento

La terapia aterosclerotica inizia sempre con una visita dal medico e la conferma della diagnosi. Lo specialista scrive i sintomi in base al paziente, quindi viene esaminato l'arto interessato (o entrambi gli arti) - si notano segni atrofici nei tessuti molli e una pulsazione ridotta nelle aree interessate.

Viene eseguita anche un'ecografia dei vasi delle gambe, la termografia e l'arteriografia. Quando la diagnosi è confermata, viene prescritto un trattamento che, a seconda dello stadio della malattia e delle sue caratteristiche, può essere sia conservativo che chirurgico.

In primo luogo, vengono adottate misure terapeutiche generali volte ad adeguare lo stile di vita e, se necessario, il trattamento dei disturbi aggravanti l'aterosclerosi (ipertensione, diabete, ecc.).

Al paziente è severamente vietato fumare e mangiare cibi pesanti e grassi. Nominato esercizio moderato, finalizzato a stabilizzare la circolazione sanguigna negli arti.

Anche la corretta selezione di scarpe è importante: dovrebbe essere il più confortevole possibile. Non costringere il piede.

Se c'è un eccesso di peso, al paziente viene assegnata una dieta speciale con un contenuto ridotto di carboidrati e grassi semplici.

La normalizzazione del peso corporeo accelera notevolmente il processo di trattamento e generalmente rende il corpo più sano.

Trattamento della malattia

Con l'aterosclerosi vengono prescritti numerosi farmaci che devono essere assunti rigorosamente in accordo con le raccomandazioni mediche:

  • Preparati per l'espansione dei vasi sanguigni in compresse (vazonit, pentossifillina) o per la somministrazione attraverso una vena con l'aiuto di un contagocce (agapurina, vazaprostan, trental, pentillina);
  • Antispastici (es. Drotaverina);
  • Aspirina - per migliorare la microcircolazione;
  • Mezzi per stabilizzare il processo di nutrizione tissutale (zincteral);
  • Vitamine e complessi minerali per aumentare le difese del corpo.

Praticamente tutti i pazienti con aterosclerosi degli arti inferiori sono prescritti corsi di fisioterapia, e in presenza di ulcere trofiche, unguenti contenenti antibiotici (levomykol, oflokain), comprime con delascine e dimeksidum.

Il trattamento chirurgico dell'aterosclerosi obliterante viene utilizzato nella fase grave della malattia o se il disturbo interferisce con i piani professionali.

Lo scopo dell'intervento chirurgico in questo caso è ricreare il normale lume arterioso e rimuovere le formazioni accumulate dalla cavità vascolare.

Gli ultimi progressi tecnici in medicina consentono di trattare l'aterosclerosi chirurgicamente il più indolore possibile.

Sempre più spesso viene utilizzato l'intervento endovascolare: angioplastica laser, angioplastica con palloncino, compresa la vascolarizzazione della steenia, l'endarectomia.

L'anestesia generale non è richiesta per l'operazione - l'anestesia locale è sufficiente.

Leggi come trattare correttamente il blu del bacillo del pus.

Consigli per i genitori, qui imparerai come trattare lo streptoderma nei bambini.

Il rischio di complicanze è minimo e le degenze ospedaliere non vengono ritardate per un lungo periodo.

La scarsa circolazione degli arti inferiori è una conseguenza dei cambiamenti nella qualità e quantità di sangue nei vasi delle gambe o come conseguenza del loro danno.

In generale, i disturbi circolatori nelle gambe possono essere una malattia concomitante in cui sono interessate parti specifiche dei vasi, nonché una malattia indipendente che è caratterizzata da lesioni dei vasi distali.

La malattia ha una sua classificazione, che è la seguente:

  • a causa della violazione della permeabilità arteriosa si sviluppa un'insufficienza arteriosa, che può essere acuta o cronica;
  • in violazione del deflusso venoso si sviluppa insufficienza venosa, che può manifestarsi anche in forma cronica o acuta;
  • e infine, polineuropatia e microangiopatia diabetica si distinguono.

Le cause della violazione

Ci sono alcuni fattori che sono responsabili dello sviluppo della patologia: attualmente, i disturbi circolatori nelle arterie sono solitamente divisi in tre gruppi principali:

  • le parti periferiche sono interessate, cioè le arterie e il loro ulteriore restringimento dovuto alla formazione di placche aterosclerotiche;
  • le pareti dell'arteria sono infiammate;
  • c'è uno spasmo delle arterie.

Tali disturbi nel flusso sanguigno sono spesso osservati a causa delle seguenti malattie in via di sviluppo:

  1. L'aterosclerosi obliterante, che è causata dall'accumulo di sostanze grasse e colesterolo nei vasi. Sulla base di questo, si formano placche sclerotiche, che nel tempo possono portare all'ostruzione parziale e completa del passaggio dei vasi sanguigni. La malattia può essere influenzata da una persona di qualsiasi genere e categoria di età.
  2. La causa dello sviluppo della patologia può essere una malattia autoimmune dei vasi in forma cronica (tromboangiite). Allo stesso tempo, a causa di vasi spasmodici nella coscia, il sangue non può fluire agli arti inferiori in un volume sufficiente. Lo sviluppo di questa malattia contribuisce a cattive abitudini. Spesso la malattia è osservata nei giovani, i maschi.
  3. La complicazione più terribile è il piede diabetico, che è il risultato del diabete della lesione vascolare. Se il sangue non scorre nelle gambe nella giusta quantità, la cancrena può iniziare a svilupparsi. In questo caso, gli arti colpiti vengono amputati.
  4. La violazione della circolazione venosa degli arti inferiori causa tromboflebiti e vene varicose. Allo stesso tempo, il sistema di deflusso del sangue è disturbato e, di conseguenza, le pareti dei vasi sanguigni si indeboliscono.

Sintomi di disturbi circolatori alle gambe

Il sistema circolatorio è disturbato a causa di ostruzione o restringimento delle arterie. Spesso, una persona affetta da questa malattia lamenta un forte dolore durante la deambulazione, che tende a placarsi a riposo.

Questo fenomeno è chiamato claudicatio intermittente. Questo effetto può essere causato da un numero di malattie, ma in ogni caso tali sintomi sono un segno di problemi nelle arterie.

I seguenti fattori possono essere responsabili per il verificarsi di claudicatio intermedio:

  • cattive abitudini (bere e fumare);
  • diabete;
  • predisposizione genetica;
  • condizione stressante;
  • l'obesità;
  • fallimento del sistema metabolico dei lipidi;
  • età.

Se i disturbi circolatori degli arti inferiori sono osservati nei vasi venosi, allora è caratterizzato da dolore, che può essere localizzato in qualsiasi parte degli arti inferiori.

Quindi, il dolore che si sente nella parte inferiore della gamba, ginocchio, anca, piede o in rari casi nella regione lombare, può indicare una malattia.

Spesso, un sintomo del disturbo è debolezza delle gambe o pesantezza, sensazione di freddo, intorpidimento o crampi. Molto raramente, la malattia è asintomatica.

Criteri diagnostici

Per diagnosticare i disturbi circolatori degli arti inferiori e prescrivere un trattamento appropriato, è importante che uno specialista chiarisca una serie di fattori: la causa, l'ubicazione e la profondità della localizzazione, il tipo (chiusura parziale o completa della nave) e il grado.

Attualmente, esiste una classificazione in base agli stadi di sviluppo dei disturbi del flusso sanguigno, che dipendono dai sintomi:

  1. Il primo è il pieno risarcimento. Allo stesso tempo, c'è freddezza nei piedi, formicolio, intorpidimento e affaticamento, che si verifica solo dopo uno sforzo fisico.
  2. Il secondo è l'errore derivante da carichi funzionali. In questo caso, vengono osservati tutti i sintomi del primo stadio e può manifestarsi anche la claudicatio intermittente.
  3. Il terzo - in uno stato di riposo è osservato fallimento. Dolore osservato, che non passa in uno stato di riposo e di notte.
  4. Quarto: i cambiamenti necrotici si verificano nelle gambe. Allo stesso tempo, lo sviluppo della patologia è accompagnato da segni di gangrena e dolore ischemico. Al fine di alleviare la condizione, gli antidolorifici sono prescritti su base narcotica.

Per diagnosticare, gli esperti applicano una varietà di metodi, tra cui la palpazione, l'esame interno, l'autenticazione e le percussioni. Inoltre, vengono condotti ulteriori studi:

  • dopplerografia delle navi mediante ultrasuoni;
  • angiografia;
  • capillaroscopia;
  • la temperatura della pelle è misurata;
  • RM con angiografia a risonanza magnetica e contrasto.

Trattamento tradizionale della malattia

Affinché uno specialista prescriva un metodo di trattamento, è necessario identificare la fonte della violazione. Fondamentalmente, il metodo tradizionale di terapia coinvolge tutta una serie di attività. Inoltre, una misura obbligatoria di trattamento è l'adozione di farmaci che possono migliorare il tono dei vasi sanguigni e rafforzare i capillari.

Il trattamento tradizionale dei disturbi circolatori degli arti inferiori può essere fisioterapico e chirurgico. La terapia fisioterapica è adatta solo per la fase iniziale della patologia.

Allo stesso tempo, il paziente dovrebbe assumere un certo numero di farmaci: venotonici, farmaci geo-apatici e flebotropici, lipofotici e angioprotettori, oltre a migliorare la circolazione sanguigna, antinfiammatoria e anticoagulante.

Se lo stadio della malattia è abbastanza trascurato, il trattamento fisioterapico non è sufficiente, saranno necessarie misure chirurgiche: chirurgia aperta e angioplastica.

Il secondo metodo prevede una puntura nella zona inguinale e l'introduzione nelle arterie di uno speciale catetere sottile con un palloncino all'estremità. Pertanto, il catetere viene portato nel punto in cui si è verificato il blocco e il palloncino viene gonfiato per espandere l'arteria. Quindi, il flusso sanguigno viene ripristinato. Per evitare le recidive, sarà richiesto uno stent.

Cosa si può fare a casa

Tornare al normale sistema circolatorio può essere a casa. La cosa principale è che tutte le attività sono svolte in concomitanza con il trattamento tradizionale.

Procedure generali di rafforzamento

Pertanto, è necessario seguire le seguenti procedure:

  • doccia per le gambe;
  • più movimenti, lo sport dovrebbe diventare la parte principale della vita (quando si è seduti, si raccomanda di bypassare il posto di lavoro una volta ogni 40 minuti);
  • dovrebbe rinunciare a cattive abitudini;
  • quando si scelgono le scarpe, si dovrebbe prestare attenzione non all'aspetto, ma al materiale e alla praticità (niente scarpe e tacchi stretti);
  • in uno stato rilassato, le gambe dovrebbero essere in una posizione in cui non ci sarà alcuna pressione su di loro;
  • Almeno una volta al giorno, si dovrebbe massaggiare il piede, sfregando ciascuno per 5 minuti;
  • dovresti attenersi al sistema di corretta alimentazione e abbandonare cibi veloci e cibi grassi;
  • anche il sonno è un fattore importante, deve essere completo, al momento giusto, almeno 7 ore.

Ricette popolari

La medicina tradizionale è efficace, ma è meglio usarla con il trattamento prescritto da uno specialista. Quindi, in futuro, puoi evitare problemi e complicazioni.

Come metodo di trattamento indipendente, le ricette popolari possono essere utilizzate con un primo grado di patologia e solo con il consenso di uno specialista.

La medicina popolare in violazione della circolazione del sangue coinvolge le seguenti attività:

  1. Ogni mattina, almeno mezz'ora prima dell'uscita, è necessario lubrificare il piede con succo di limone. Una volta che l'agente è stato assorbito, puoi metterti le scarpe.
  2. Uno strumento efficace è un bagno. Allo stesso tempo, l'acqua dovrebbe essere aggiunto decotto di radice di calamo e altre erbe che hanno un effetto vasodilatatore. Nel brodo puoi aggiungere ortiche, origano, spago, timo, foglie di ribes nero e camomilla.
  3. Se si osservano vene varicose, è possibile preparare il seguente rimedio: sciogliere un cucchiaino di pepe rosso tritato in un bicchiere di acqua calda. Agitare bene prima dell'uso. È necessario accettare mezzi 3 volte al giorno durante 20 giorni.

Rafforzare i vasi delle gambe

Al fine di rafforzare le navi, è prima necessario andare a nuotare, fare jogging e andare in bicicletta e anche a piedi.

Inoltre, dovresti seguire altre regole:

  1. Evitare il ristagno di sangue nelle vene. Ciò richiede muoversi il più possibile e non stare seduti in un posto per molto tempo. Si consiglia di alzare le gambe almeno una volta al giorno e di rimanere in quella posizione per almeno 5 minuti.
  2. L'abbigliamento dovrebbe essere comodo e non dovrebbe ostacolare. Se ciò accade, il flusso di sangue rallenta. Pertanto, per le persone con problemi simili non è consigliabile indossare corsetti, cinture e collant.
  3. Le bende elastiche non sono usate raramente.
  4. Utilizzato anche per rafforzare i bagni terapeutici dei vasi sanguigni. Nell'acqua è necessario aggiungere alcuni cubetti di ghiaccio e un decotto di erbe. Inoltre, un decotto, puoi semplicemente pulire le vene.
  5. E richiede anche esercizi che consistono nel piegare e infrangersi il piede nella caviglia. È anche necessario ruotare in direzioni diverse con i piedi. Per ottenere i migliori risultati, puoi riportare le gambe a turno.
  6. Tra le altre cose, è necessario utilizzare gel, unguenti e creme che contengono estratto di calendula e ippocastano.

Conseguenze della malattia

Se si avvia il processo, può svilupparsi un infarto miocardico. Inoltre, aumenta il rischio di ictus e aumentano i decessi dovuti a complicazioni da malattie cardiovascolari.

Le complicazioni durante il trattamento possono dipendere dalla manifestazione della claudicatio intermittente. In questo caso, sarà richiesta l'eliminazione dei sintomi di questa patologia.

Con il diabete mellito, tutto diventa molto più complicato. Se questa malattia è assente, allora la condizione può essere stabile per molti anni, senza cambiamenti. In alcuni casi, può verificarsi lo sviluppo di ischemia critica. Allo stesso tempo, nel 25 - 45% dei casi è probabile un esito fatale.

La compromissione della circolazione sanguigna degli arti inferiori è una patologia facilmente eliminabile, se le cause sono chiarite. La cosa principale è non lasciare che tutto faccia il suo corso. Al fine di evitare complicazioni, si raccomanda di essere esaminato una volta ogni sei mesi. Quando si mantiene uno stile di vita sano e attivo, il rischio di sviluppare la malattia è significativamente ridotto.

Scarsa circolazione degli arti inferiori - trattamento

Per il normale funzionamento di qualsiasi corpo umano è necessario l'ossigeno. Entra negli organi e nei tessuti dal sangue. Pertanto, affinché il corpo funzioni correttamente, è necessaria la piena circolazione.

In caso di violazione della struttura o della funzione delle arterie o delle vene delle gambe, si verifica una violazione della circolazione sanguigna degli arti inferiori.

Cause di disturbi circolatori degli arti inferiori

Le cause principali dei disturbi circolatori possono essere suddivisi in 2 gruppi: arterioso e venoso.

1. Vene varicose.

Le vene non hanno un muro muscolare, quindi non possono contrarsi. Tuttavia, il sangue, superando la forza naturale di gravità, si sforza di raggiungere il cuore. Questo è dovuto a molti fattori.

Uno di questi è la presenza di valvole speciali nelle vene comunicative (connesse). Non consentono il flusso inverso del sangue dalle vene superficiali al profondo.

Dalle vene profonde, il sangue sale più in alto per i seguenti motivi:

  • Pressione sanguigna dalle arterie.
  • Il lavoro dei muscoli delle gambe. I muscoli, per così dire, svolgono il ruolo di pompe, contrazione e distacco. Quando sono contratte, spingono il sangue fuori dalle vene profonde. Quando i muscoli sono rilassati, il movimento è supportato solo dalla pressione del sangue dalle arterie.
  • La presenza dell'apparato valvolare.

In condizioni avverse, le vene possono diventare meno elastiche, le valvole si atrofizzano e le vene varicose sorgono e quindi, come sintomo, una violazione della circolazione venosa degli arti inferiori.

Le cause delle vene varicose sono molteplici: erezione, predisposizione genetica, disturbi ormonali, malattie del sistema nervoso. Un ruolo importante è giocato dallo stile di vita: bassa mobilità, lavoro sedentario o in piedi, una lunga permanenza in una posizione.

Thrombophlebitis è chiamata infiammazione della parete alterata della vena in presenza di un trombo. Pertanto, questa malattia in alcuni casi è una complicazione della malattia varicosa degli arti inferiori.

L'infiammazione nella tromboflebite è asettica, vale a dire procede senza la partecipazione di microbi.

Molto spesso, i pazienti con tromboflebite hanno già patologie piuttosto gravi che hanno portato a una scarsa circolazione degli arti inferiori e tromboflebiti. Questi sono pazienti con insufficienza cardiaca cronica, gravi problemi endocrinologici, oncologia, ecc.

A seconda delle dimensioni del trombo, il lume della vena può essere chiuso completamente o parzialmente. La chiusura parziale del lume della vena porta alla formazione di una violazione cronica della circolazione venosa degli arti inferiori.

Malattie delle arterie che portano a cattiva circolazione degli arti inferiori:

1. Aterosclerosi obliterante dei vasi principali degli arti inferiori. Questa malattia colpisce soprattutto gli uomini di età superiore ai 40-45 anni.

L'aterosclerosi obliterante è una malattia cronica, di lunga durata e che porta a gravi disturbi circolatori.

Più spesso colpite sono le arterie di media (poplitea, femorale) e di grosso calibro.

L'aterosclerosi obliterante è una manifestazione di aterosclerosi sistemica. Con questa malattia, i cambiamenti sono localizzati nel rivestimento interno delle arterie. In esso si deposita il colesterolo e si forma la placca grassa.

Nella fase iniziale, questo processo è reversibile. Il lume della nave si restringe e gradualmente iniziano a mostrare segni di alterata circolazione degli arti inferiori.

Mentre la placca cresce, anche la clinica dei disturbi della circolazione sanguigna peggiora.

Da una grande placca aterosclerotica nel tempo, i pezzi possono essere verniciati e cadere nelle arterie sottostanti. Dal momento che hanno un diametro più piccolo, un trombo può rimanere bloccato, causare insufficienza acuta di sangue e portare a cancrena.

2. L'obliterazione dell'endarterite (tromboangiite) è una malattia infiammatoria sistemica cronica che colpisce le piccole arterie degli arti inferiori. Fino ad ora, non è stato possibile stabilire la causa esatta della malattia. Ci sono diverse teorie di base sull'occorrenza di obliterazione dell'endarterite:

  • infettivo-tossico (provocatore - un agente infettivo);
  • patologia del sistema di coagulazione del sangue;
  • allergico (reazione allergica al tabacco);
  • aterosclerotica.

3. Angiopatia diabetica. Il diabete mellito è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. La lesione può essere di natura macro o microangiopatica.

Nel corso del tempo, una cattiva circolazione degli arti inferiori porta alla morte delle zone più distanti: la punta delle dita dei piedi, poi le gambe inferiori, ecc.

L'angiopatia diabetica è aggravata dal fatto che i pazienti in questo gruppo solo in rari casi non hanno concomitante aterosclerosi obliterante o insufficienza cardiovascolare.

Nella maggior parte dei casi, vi è una patologia combinata e, di conseguenza, la circolazione sanguigna compromessa progredisce piuttosto rapidamente.

Fattori di rischio che portano allo sviluppo di disturbi circolatori degli arti inferiori

- aumento del colesterolo e squilibrio lipidico;

- alta pressione sanguigna;

- aumento dei livelli di omocisteina;

- obesità di 1 o più gradi;

- stile di vita sedentario, ecc.

sintomi

I sintomi principali dipendono dal grado di disturbi circolatori.

Nelle fasi iniziali del paziente, può verificarsi lieve disagio o dolore dopo un po 'di esercizio. Man mano che i disturbi circolatori degli arti inferiori progrediscono, i sintomi diventano più pronunciati.

Il dolore si intensifica, compare un sintomo caratteristico - claudicatio intermittente. Con questo si intende il dolore o il disagio pronunciato negli arti inferiori, che si verifica quando si cammina e scompare quando si è fermato.

Secondo quanto lontano una persona può camminare prima dell'inizio della claudicatio intermittente, determinare il grado di disturbi circolatori.

Come la progressione della pelle, si verificano disturbi trofici: diventano pallide, secche e possono comparire ulcere trofiche. Quando il processo è molto avanzato, inizia la cancrena.

Trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori

Non esiste un trattamento singolo per i disturbi circolatori. Ciò è dovuto al fatto che, come tale, la diagnosi: "scarsa circolazione degli arti inferiori" non lo è. Questo è un sintomo sintomo di una malattia.

Se una violazione della circolazione venosa degli arti inferiori è causata da una malattia varicosa, allora è necessario trattarla.

Se la causa sta cancellando l'aterosclerosi, allora è sempre necessario regolare la dieta per normalizzare il livello di colesterolo totale e di altri lipidi.

Oltre al trattamento specialistico, ci sono sempre raccomandazioni generali, a seguito delle quali si può rallentare la progressione dei disturbi circolatori degli arti inferiori.

Prima di tutto, sta smettendo di fumare. Ciò include anche il mantenimento di uno stile di vita scorrevole.

Il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari aumenta drammaticamente se una persona passa a meno di 12 km a settimana.

Il complesso trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori comprende sempre la fisioterapia e la fisioterapia.

con articoli su argomento:

Le informazioni sono generalizzate e vengono fornite solo a scopo informativo. Ai primi segni di malattia, consultare un medico. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Lo sai che:

Quattro fette di cioccolato fondente contengono circa duecento calorie. Quindi se non vuoi migliorare, è meglio non mangiare più di due fette al giorno.

Secondo gli studi, le donne che bevono pochi bicchieri di birra o vino a settimana hanno un aumentato rischio di sviluppare il cancro al seno.

Il peso del cervello umano è circa il 2% dell'intera massa corporea, ma consuma circa il 20% dell'ossigeno che entra nel sangue. Questo fatto rende il cervello umano estremamente suscettibile ai danni causati dalla mancanza di ossigeno.

Durante il funzionamento, il nostro cervello spende una quantità di energia pari a una lampadina da 10 watt. Quindi l'immagine di un bulbo sopra la testa al momento dell'emergere di un pensiero interessante non è così lontana dalla verità.

Il fegato è l'organo più pesante del nostro corpo. Il suo peso medio è di 1,5 kg.

Quando gli innamorati si baciano, ognuno di loro perde 6.4 calorie al minuto, ma allo stesso tempo scambiano quasi 300 tipi di batteri diversi.

La più alta temperatura corporea è stata registrata in Willie Jones (USA), che è stata ricoverata in ospedale con una temperatura di 46,5 ° C.

I dentisti sono apparsi relativamente di recente. Già nel diciannovesimo secolo, era responsabilità di un comune barbiere estrarre i denti doloranti.

Le persone che sono abituate a fare colazione regolarmente hanno molte meno probabilità di essere obese.

La carie è la malattia infettiva più comune al mondo, alla quale anche l'influenza non può competere.

Una persona istruita è meno suscettibile alle malattie del cervello. L'attività intellettuale contribuisce alla formazione di ulteriore tessuto, compensando i malati.

Se il fegato ha smesso di funzionare, la morte si sarebbe verificata entro 24 ore.

Nel tentativo di estrarre il paziente, i medici spesso vanno troppo lontano. Ad esempio, un certo Charles Jensen nel periodo dal 1954 al 1994. sopravvissuto a oltre 900 operazioni di rimozione della neoplasia.

I nostri reni sono in grado di pulire tre litri di sangue in un minuto.

Oltre alle persone, solo una creatura vivente sul pianeta Terra - i cani - soffre di prostatite. Questo è davvero il nostro più fedele amico.

Sintomi, trattamento e prevenzione dell'influenza suina nei bambini

Ogni volta che un bambino ha la febbre, il mal di gola, il naso che cola e la tosse, i genitori hanno un problema: è un raffreddore o un'influenza? In questo...

Violazione dell'afflusso di sangue agli arti

La circolazione del sangue nel corpo è un processo continuo. È necessario per fornire organi e sistemi del corpo con ossigeno e sostanze nutritive. Vengono utilizzati anche il flusso sanguigno e sostanze formate a seguito di processi metabolici dell'attività cellulare.

La scarsa circolazione sanguigna negli arti viene diagnosticata quando i vasi non sono in grado di fornire un'alimentazione adeguata ai tessuti. Questo può essere capito se ci sono sintomi caratteristici: formicolio alle dita, intorpidimento, alterazioni trofiche della pelle.

I disordini circolatori sono divisi in acuti e cronici, aumentando lentamente. Se inizi il trattamento in tempo, notando i primi segni di alterazioni patologiche nei vasi sanguigni, la funzione di rifornimento di sangue può essere normalizzata.

I seguenti fattori indicano segni di scarsa circolazione nelle braccia e nelle gambe:

  • sensazione di arti congelati non solo nella stagione fredda, ma anche nel caldo;
  • sensazione di strisciamento;
  • periodicamente formicolio alle dita;
  • intorpidimento degli arti;
  • i capelli cominciano a cadere su di loro;
  • il colore della pelle degli arti diventa pallido al blu;
  • unghie esfoliare, spesso rotto;
  • la funzione erettile scompare;
  • piccole ferite sulla pelle degli arti guariscono a lungo, iniziano a marcire, formano ulcere.

Anche con l'applicazione costante della crema, la pelle è troppo secca, è impossibile risolvere il problema con i cosmetici.

La scarsa circolazione negli arti è causata dai seguenti motivi:

  1. Danni ai vasi sanguigni dovuti a lesioni
  2. Violazione della dieta generale.
  3. Fumo.
  4. Malattie croniche endocrine come il diabete.
  5. Cardiopatia ipertensiva.
  6. Violazione della composizione biochimica del sangue, in particolare il colesterolo.

Quando compaiono i sintomi iniziali di scarsa circolazione sanguigna agli organi periferici, il trattamento deve essere iniziato, altrimenti la condizione può causare conseguenze spiacevoli.

La circolazione sanguigna rallentata aumenta il rischio di ulcere trofiche e può innescare l'insorgenza di uno stato cancrenoso. Le ulcere sono particolarmente comuni nelle persone con diabete. Biancheria intima stretta, scarpe scomode e lo sfregamento si trasforma in un processo purulento-infiammatorio.

Le conseguenze più pericolose sono il verificarsi di ischemia critica degli arti inferiori. Il sintomo della malattia è il gonfiore delle dita, che è difficile da eliminare.

Una scarsa circolazione sanguigna nelle mani mostra che l'afflusso di sangue al sistema cardiovascolare è disturbato. Intorpidimento delle mani appare spesso sullo sfondo del dolore al petto, formicolio del cuore, durante la dispnea.

Diagnosi di insufficiente apporto di sangue sulla base del quadro clinico e diagnostica speciale.

I seguenti metodi di ricerca aiutano a identificare il problema:

  • Ultrasuoni delle vene e delle arterie;
  • USDS;
  • tomografia computerizzata;
  • imaging a risonanza magnetica;
  • contrasto flebografia;
  • la scintigrafia.

I metodi di esame necessari sono scelti dal medico in base alla clinica e alle capacità del paziente. Se un paziente ha un pacemaker, non viene eseguita un'indagine a onda.

Cosa devo fare se ci sono sintomi di scarsa circolazione negli arti inferiori? Molto probabilmente, inizia la malattia varicosa e dovrebbe consultare un flebologo.

I seguenti farmaci sono prescritti per fermare lo sviluppo della malattia:

  1. Farmaci venotonici usati per via orale ed esternamente. Rafforzano le pareti venose, aumentano il loro tono.
  2. I farmaci contenenti eparina possono anche essere localizzati e prescritti per uso interno. Con il loro aiuto, la composizione del sangue e la sua coagulazione.
  3. Venolife, uno strumento che combina le proprietà dei farmaci contenenti eparina e veno-tonico, si è dimostrato efficace. Inoltre, contiene vitamina B5. Venoline aiuta a trattare l'intorpidimento, a rimuovere il gonfiore e ad eliminare le manifestazioni esterne dei disturbi circolatori: pelle secca e cambiamento di colore. Questa qualità del farmaco è molto apprezzata dalle donne.

Gli effetti del massaggio e la fisioterapia sono collegati al trattamento della malattia varicosa: magnetoterapia, pneumocompressione. Aiuta a ridurre la biancheria intima da compressione speciale per il dolore

Cosa fare se le mani si gonfiano e si gonfiano costantemente? Il modo migliore per combattere l'intorpidimento delle mani è il massaggio sott'acqua.

Per combattere la violazione del flusso sanguigno periferico nel salvadanaio della medicina tradizionale ci sono molte ricette.

Aiuta efficacemente a ripristinare l'afflusso di sangue nelle mani e nei piedi, tale procedura:

  1. mescolare in quantità uguali di zucchero e olio di girasole;
  2. preparare un contenitore di acqua calda, 250 ml - 2 cucchiai di sale;
  3. Ungere la pelle con una miscela di burro e zucchero, abbassare l'arto nella soluzione salina - la sua temperatura iniziale dovrebbe essere di circa 38 ° C;
  4. Tenere l'arto in acqua per 30-45 minuti.

Questo medicinale aiuterà a ripristinare l'irrorazione sanguigna delle gambe e delle braccia. Un barattolo da un litro per un quarto viene riempito con aglio schiacciato, riempito con acqua e messo in un luogo fresco e buio per 2 settimane.

La composizione deve essere un paio di volte al giorno da mescolare. Quando lo strumento viene infuso, viene filtrato e messo in frigorifero. Al giorno, prendi 3 volte 5 gocce, diluendo in un cucchiaio d'acqua.

Il corso del trattamento è di 10-14 giorni.

Un altro bagno - a base di erbe. Consiste in parti uguali di camomilla, ortica, maggiorana, melissa. 2 tazze di materiale vegetale a base di erbe vengono versate con 3 litri di acqua bollente, aspettando di raffreddare a 38 ° C e poste nel bagno della mano o del piede.

Per migliorare le condizioni dei vasi periferici delle estremità, richiedono un esercizio di dosaggio. Per le gambe cammina a passo moderato, per le mani - ginnastica. Se devi stampare costantemente o fare lo stesso lavoro, devi essere interrotto ogni 45 minuti.

Assicurati di seguire una dieta speciale, porta la dieta al tavolo dietetico secondo Pevzner n. 9 e 10. Limita l'assunzione di alcol, cerca di smettere di fumare.

Le conseguenze di una violazione del flusso sanguigno periferico non sono solo una limitazione della loro funzione, il dolore durante lo spostamento e a riposo.

In caso di coaguli di sangue negli arti inferiori, è possibile un danno ai vasi cerebrali. E questo è pieno di una malattia così grave come l'ictus ischemico.

Cattiva circolazione del sangue: cause, segni, conseguenze. Interruzione della circolazione cerebrale: sintomi e trattamento

Il sistema circolatorio influenza la salute di tutto il corpo.

La violazione del suo lavoro può portare al fatto che il tessuto non riceverà più abbastanza ossigeno e sostanze nutritive.

Di conseguenza, il metabolismo rallenta o può verificarsi anche l'ipossia. A causa di tali problemi, possono svilupparsi gravi patologie.

Manifestazioni cliniche della malattia

Nelle prime fasi dei disturbi emodinamici, non appaiono segni. E anche dopo un po 'di tempo, i sintomi di questa malattia sono così aspecifici che è impossibile rilevare immediatamente la malattia. I principali segni di cattiva circolazione sono i seguenti:

  • Mancanza di desiderio di mangiare.
  • Compromissione dell'immunità
  • Arti freddi.
  • Formicolio e intorpidimento nelle mani.
  • Fragilità dei capelli e delle unghie
  • Vene varicose
  • Affaticamento costante
  • L'apparizione di ulcere alle gambe.
  • Cambiamenti nella pigmentazione della pelle.
  • Gonfiore.

prevalenza

La violazione della circolazione cerebrale, i cui sintomi e trattamento sono presentati nell'articolo, è oggi considerata la causa principale della disabilità. Il numero di pazienti con scarsa circolazione sanguigna cresce ogni anno. Inoltre, una tale malattia può verificarsi non solo negli anziani, ma anche nei giovani.

Tipi di disturbi circolatori nel cervello

I medici dividono il disturbo del flusso sanguigno cerebrale in due tipi: cronico e acuto. Nel primo caso, c'è una difficoltà nella circolazione sanguigna, che è cronica.

Tale patologia si sviluppa per lungo tempo, inoltre i sintomi nella prima fase sono lievi.

Solo dopo un po 'di tempo, quando la malattia inizia a progredire, compaiono alcuni segni.

I problemi acuti della circolazione cerebrale possono essere suddivisi in ictus e disturbo transitorio. Allo stesso tempo, gli ictus possono essere ischemici ed emorragici, in cui l'emorragia si verifica nel tessuto cerebrale a causa di una rottura della nave.

Disturbi localizzati dei vasi sanguigni, che non influenzano le funzioni vitali, sono caratteristici di una violazione transitoria della circolazione sanguigna. Tali disturbi non possono causare gravi complicazioni.

Una tale violazione differisce dalla durata acuta, per esempio, quando i sintomi vengono osservati per meno di un giorno, stiamo parlando di un processo di transizione, se di più, di un ictus.

Perché la circolazione del sangue nel cervello si rompe?

La scarsa circolazione sanguigna nel cervello in molti casi deriva da aterosclerosi cerebrale e ipertensione. Una persona con una tale patologia si sente soddisfacente solo quando si trova in condizioni normali.

Tuttavia, con l'aumento della circolazione sanguigna, le sue condizioni peggiorano, può accadere durante l'esercizio fisico, temperatura dell'aria troppo alta o troppo lavoro.

Il paziente inizia a soffrire di vertigini, rumore e dolore alla testa, oltre alla memoria e alla capacità di lavoro si deteriora.

Nel caso in cui tali sintomi siano presenti in una persona per più di due mesi e vengano ripetuti regolarmente una volta alla settimana, allora si tratta di insufficienza circolatoria cerebrale.

Il medico, dopo una consultazione dettagliata e una diagnostica completa, prescrive il trattamento più appropriato per migliorare la circolazione del sangue.

Prendi i farmaci prescritti, il paziente deve immediatamente, senza indugio.

Inoltre, il corso di tale terapia prevede l'uso non solo di farmaci mirati ad aumentare il flusso di sangue al cervello, ma anche di sedativi e di complessi vitaminici.

Le medicine che aiutano a migliorare la cattiva circolazione del sangue, combattono efficacemente questa malattia. Per eliminare tali disturbi, vengono utilizzati agenti che hanno un effetto nootropico, vasodilatatore e antiipoxico.

Oltre alla terapia farmacologica, il paziente dovrà ancora cambiare completamente il proprio stile di vita. Il paziente deve fare pause regolari durante il lavoro, dormire per almeno 8 ore ed evitare un pesante esercizio fisico ed emozioni negative.

È consigliabile il più spesso possibile camminare all'aria aperta e aerare la stanza. Inoltre, è necessario seguire una dieta, limitare il consumo di grassi, carboidrati e sale. Per curare la cattiva circolazione del sangue, si dovrebbe assolutamente smettere di fumare.

Se segui questi consigli, puoi interrompere lo sviluppo della malattia.

La rottura della circolazione cerebrale, i cui sintomi e il cui trattamento sono correlati, può portare a un ictus.

Per questo motivo, non appena una persona ha i primi segni di una tale patologia, è necessario consultare immediatamente un medico.

Dopotutto, solo una terapia tempestiva ed efficace mirata a migliorare la circolazione del sangue nel cervello, contribuirà ad evitare conseguenze negative.

Cattivo flusso di sangue nelle mani

La violazione della circolazione sanguigna negli arti porta al deterioramento della circolazione sanguigna nel corpo. C'è una tale condizione dovuta al fatto che le placche formate bloccano i vasi sanguigni.

I sintomi più comuni di questa malattia comprendono intorpidimento delle dita, mal di testa, gonfiore dei gomiti e delle mani, formicolio, sindrome da estremità fredda, deterioramento delle unghie.

La scarsa circolazione sanguigna nelle mani si verifica, di regola, a causa dei seguenti motivi:

  • Abuso di caffeina, alcool e droghe.
  • Diabete.
  • Fumo.
  • Alta pressione sanguigna
  • Stile di vita sedentario
  • Colesterolo alto

Le persone che hanno scarsa circolazione sanguigna nelle loro mani hanno bisogno di mangiare più cibi che contengono fibre, e anche provare a consumare cibi magri, perché il più delle volte è a causa di tale cibo che si formano placche che bloccano i vasi sanguigni. Questo è il motivo per cui con questa malattia si raccomanda a molti pazienti di perdere peso.

Coloro che desiderano migliorare la circolazione del sangue alle estremità, devono necessariamente utilizzare alimenti ricchi di vitamine E e C. Ancora bisogno di bere molta acqua in caso di cattiva circolazione del sangue. A questa malattia il succo di anguria è particolarmente utile.

Si consiglia vivamente che i pazienti mantengano il corpo e la spina dorsale nella posizione corretta per assicurare un flusso sanguigno continuo senza difficoltà e ostruzione. Per prevenire l'intorpidimento delle mani dovrebbe essere tenuto mentre si dorme in una posizione comoda.

Violazione della circolazione sanguigna nelle gambe

Una cattiva circolazione degli arti può portare a molti problemi di salute. Se non viene intrapresa alcuna azione con questo disturbo, le conseguenze possono essere disastrose.

causa di disturbi circolatori nelle gambe - varie malattie dei vasi periferici.

Questo problema si verifica quando la placca si forma sulle pareti delle arterie periferiche di una sostanza grassa che si indurisce.

L'indurimento formato impedisce il movimento del sangue attraverso le vene e le arterie.

Spesso una violazione della circolazione del sangue porta all'uso di droghe e di alcuni farmaci, stile di vita sedentario e sbagliato.

Abbastanza spesso, nell'aterosclerosi si osserva una scarsa circolazione del sangue alle gambe.

Anche questi problemi sorgono nelle persone che soffrono di anemia, fumano molto e mangiano in modo improprio.

Quando la circolazione sanguigna è compromessa, appaiono formicolio agli arti inferiori, crampi, punti neri e blu che si verificano più spesso nei muscoli del polpaccio, nonché una sensazione di intorpidimento.

Come migliorare la circolazione del sangue nelle gambe?

Per ottenere una diagnosi accurata, il paziente dovrà sottoporsi a uno dei seguenti esami: angiografia dell'arteria, ecografia Doppler, CTA o MRA. I medici controllano quanto bene scorre il sangue attraverso gli arti, confrontano il livello di pressione sanguigna delle caviglie e delle mani.

Le misure terapeutiche dipendono dalla gravità del blocco delle vene e delle arterie. Le forme lievi e moderate della malattia sono trattate con medicine e varie creme. Anche con questa aerobica consigliata.

Un grave grado di disturbi circolatori nelle gambe viene trattato esclusivamente con l'ausilio di una procedura chirurgica: endoarterectomia, angioplastica, chirurgia di bypass periferico, rivascolarizzazione o aterectomia.

Conseguenze di cattiva circolazione

Se non si trattano problemi con la circolazione del sangue, può verificarsi un infarto del miocardio. Inoltre, aumenta il rischio di ictus. In alcuni casi, una cattiva circolazione porta a ischemia critica. Per evitare tali complicazioni si verificherà solo se esaminati regolarmente.

Migliorare la circolazione del sangue con metodi popolari

Se viene diagnosticata una cattiva circolazione, cosa si dovrebbe fare in questo caso? Per eliminare rapidamente la malattia, il trattamento principale dovrebbe essere combinato con i rimedi popolari.

Per fare un rimedio efficace, è necessario dissolvere un piccolo cucchiaio di sale da cucina e lo stesso sale marino in un bicchiere con acqua tiepida. Questo liquido deve essere aspirato attraverso le narici e trattenere il respiro per alcuni secondi. Per essere trattati con questa soluzione dovrebbe essere di circa 10 giorni.

Per migliorare la circolazione del sangue nelle gambe aiuterà la seguente ricetta: un baccello di pepe amaro schiacciato, un cucchiaio di senape secca e un po 'di sale marino.

Tutto mescolato e versato un bicchiere di vodka. La miscela risultante viene infusa per almeno 10 giorni in un luogo buio. Questo significa strofinare gli arti, quindi indossare calzini di lana.

Migliora la procedura prima di andare a dormire.

Non male aiuta a sbarazzarsi di questo problema salino. Per fare questo, 5 cucchiai di sale marino vengono diluiti in un bicchiere di acqua tiepida. Quindi un piccolo pezzo di cotone viene inumidito in una soluzione e inserito nel naso per 20 minuti, mantenendo la testa rivolta verso l'alto.

Prevenzione dei disturbi del flusso sanguigno

Per evitare problemi con il sistema circolatorio, è prima necessario ridurre il colesterolo e anche superare l'ipodynamia.

Il rifiuto delle cattive abitudini aiuta a ridurre il rischio di sviluppare tali patologie.

È anche importante trattare le malattie infettive che provocano complicazioni nel tempo.

Disturbi circolatori degli arti inferiori

Quando il flusso sanguigno viene disturbato, al tessuto manca la quantità necessaria di ossigeno e sostanze nutritive, causando una malattia che si chiama malattia delle arterie delle gambe o malattia delle arterie periferiche. Pertanto, una cattiva circolazione degli arti inferiori non significa altro che una diminuzione del flusso sanguigno, e ciò è dovuto a un blocco o restringimento delle arterie.

Cause di disturbi circolatori degli arti inferiori

I motivi principali per cui diminuisce il flusso di sangue alle estremità, sono divisi in due gruppi:

Le malattie venose comprendono le seguenti malattie:

  • Vene varicose

Le vene non possono contrarsi perché non hanno un muro muscolare. Allo stesso tempo, superando la forza naturale dell'attrazione, il sangue si sforza verso l'alto, vale a dire. al cuore, cosa succede a causa di vari fattori.

Uno di questi è la presenza di valvole speciali nelle vene connettive (comunicative).

Impediscono il riflusso del sangue dalle vene superficiali a quelle profonde, da dove sale più in alto, che è causato dalla presenza di un apparato valvolare, il lavoro dei muscoli delle gambe (essi, comprimendo e rilanciando, spingono il sangue fuori dalle vene profonde), la pressione del sangue dalle arterie (supporta il flusso sanguigno mentre si rilassa muscoli).

Per varie ragioni, le vene diventano meno elastiche, le valvole si atrofizzano, causando lo sviluppo della malattia varicosa e, come suo sintomo, alterano la circolazione venosa degli arti inferiori.

Le cause delle vene varicose possono essere predisposizione genetica, malattie del sistema nervoso, disturbi ormonali, carico insufficiente o eccessivo sui muscoli delle gambe (seduti o in piedi, stile di vita sedentario).

Questo termine si riferisce all'infiammazione della parete venosa con la formazione di un coagulo di sangue, che chiude il suo lume.

Per questo motivo, la tromboflebite è nella maggior parte dei casi una complicazione di una malattia varicosa o di un'altra grave malattia che inizialmente ha portato ad una alterata circolazione sanguigna (ad esempio, insufficienza cardiaca cronica, cancro o una grave malattia endocrinologica).

A seconda delle dimensioni, un trombo chiude parzialmente o completamente il lume. Nel primo caso, parlano di una violazione cronica della circolazione venosa degli arti inferiori, nel secondo caso di uno acuto.

Le cause arteriose che portano ad una diminuzione del flusso sanguigno alle estremità includono:

  • Aterosclerosi obliterante di grandi vasi. Questa malattia cronica, che è una manifestazione di aterosclerosi sistemica, colpisce principalmente le arterie di grandi e medie dimensioni, essendo localizzate nella loro membrana interna. Qui si deposita il colesterolo, motivo per cui si forma la placca grassa. Man mano che il vaso si restringe gradualmente, cominciano a comparire anche i segni dei disturbi circolatori. Ma quando la placca aterosclerotica aumenta di dimensioni, la clinica peggiora. Nel corso del tempo, pezzi di esso possono essere cancellati e fluire nelle arterie sottostanti, che hanno un diametro più piccolo, con un flusso sanguigno, quindi un coagulo di sangue può bloccare il lume e causare insufficienza acuta di sangue e, di conseguenza, cancrena;
  • Endarterite obliterante. Questa malattia cronica sistemica colpisce le piccole arterie. La causa esatta della malattia non è stata ancora stabilita, ma esistono diverse teorie: aterosclerotica, infettiva-tossica, allergica e teoria della patologia del sistema di coagulazione del sangue;
  • Angiopatia diabetica Questa malattia è una complicazione del diabete mellito, in cui il danneggiamento della circolazione sanguigna degli arti inferiori nel tempo porta alla necrosi di alcune aree (di solito il più remoto).

Fattori di rischio

La rottura della circolazione sanguigna negli arti inferiori può essere causata da:

  • Stile di vita sedentario, lavoro sedentario / permanente;
  • Aumento del livello di omocisteina (amminoacido contenente zolfo, che si forma nel corpo durante la lavorazione della metionina);
  • Abuso di alcool;
  • il fumo;
  • l'obesità;
  • Diabete mellito;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Disturbi del metabolismo lipidico;
  • lo stress;
  • Età matura

Sintomi di disturbi circolatori degli arti inferiori

In rari casi, il disturbo può essere asintomatico, ma il sintomo più comune è la claudicatio intermittente, vale a dire

disagio e / o dolore agli arti inferiori che si verificano quando si cammina e scompaiono in uno stato di riposo.

A volte ci sono crampi, pesantezza o debolezza nelle gambe.

Il grado di disturbi circolatori degli arti inferiori è determinato dalla distanza che una persona può superare.

Mentre la malattia progredisce, i sintomi diventano più pronunciati - il dolore aumenta (è localizzato dall'anca alla punta delle dita anche in assenza di movimento), si verifica il trofismo cutaneo (diventano secchi, pallidi), e nei casi più gravi compaiono ulcere trofiche necrosi dei tessuti molli, insorgenza di cancrena.

diagnostica

Quando si effettua una diagnosi, considerare i seguenti fattori:

  • La causa della malattia (vene varicose, aterosclerosi, tromboflebite, ecc.);
  • Profondità del danno;
  • Tipo di violazione (blocco totale o parziale della nave);
  • Il grado di danno all'arteria.

A seconda dei sintomi prevalenti, l'insufficienza arteriosa è solitamente divisa in quattro fasi:

  • Fase I (compensazione completa): intorpidimento, affaticamento, formicolio e freddezza dei piedi che si verificano dopo l'esercizio;
  • Stadio II (insufficienza con carichi funzionali): sintomi dello stadio I, a cui è aggiunta la claudicatio intermittente;
  • Stadio III (fallimento a riposo): dolore incessante, anche di notte;
  • Stadio IV (alterazioni ulcera-necrotiche): vengono aggiunti i dolori ischemici (a causa dei quali gli antidolorifici sono costantemente richiesti per una persona), compaiono i primi segni di cancrena.

Per chiarire la diagnosi prescritta: ultrasuoni Doppler vascolare, angiografia, capillaroscopia, termometria, angiografia con risonanza magnetica o risonanza magnetica.

Trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori

Come accennato in precedenza, la violazione dell'erogazione di sangue ai tessuti non è una malattia indipendente, ma è sempre un sintomo di un'altra malattia, quindi il trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori consiste principalmente nell'eliminare la causa che l'ha provocata.

In presenza di vene varicose, la terapia è diretta alla sua cura. Con l'aterosclerosi obliterante, la dieta viene regolata per normalizzare i livelli di colesterolo totale.

Inoltre, ai pazienti vengono prescritti fisioterapia, esercizi di fisioterapia e trattamento farmacologico dei disturbi circolatori degli arti inferiori, implicando l'uso di:

  • Agenti antipiastrinici: migliorare il flusso sanguigno, aumentare la distanza percorsa con claudicatio intermittente, prevenire l'arteriosclerosi;
  • Anticoagulanti: inibiscono l'attività della coagulazione del sangue, prevengono la formazione di coaguli di sangue.

Come migliorare la circolazione sanguigna delle gambe?

Flusso di sangue libero e senza impedimenti è un segno di un corpo umano sano.

A causa di ciò, organi e tessuti sono arricchiti con ossigeno e vari nutrienti, così come i prodotti di scarto delle cellule.

Ma con l'età e a causa di alcuni fattori, le nostre navi iniziano a funzionare peggio, il che porta a cambiamenti irreversibili nel nostro corpo, le malattie insorgono. Questo è particolarmente vero per gli arti inferiori.

Vene varicose, trombosi, dolori crampiformi e dolori alle gambe: sono tutti segni di alterata circolazione del sangue nelle gambe. Oggi guardiamo i sintomi e le cause dei disturbi circolatori delle gambe e ti spieghiamo come migliorare la circolazione sanguigna nelle gambe.

  • motivi
  • sintomi
  • classificazione
  • Metodi di trattamento
  • esercizi

Disturbi circolatori delle gambe: diminuzione del flusso sanguigno alle gambe a causa di ostruzione o restringimento delle arterie.

Le ragioni per cui c'è una violazione della circolazione del sangue degli arti inferiori, molto.

I principali sono uno stile di vita sedentario, l'obesità e carichi eccessivi sulle gambe (lavoro fisico pesante o posizione prolungata).

Inoltre, a causa delle cattive abitudini, specialmente del fumo, oltre a mangiare cibi ad alto contenuto di grassi animali, si formano placche di colesterolo che impediscono la circolazione.

Tuttavia, una malattia, per esempio, congestione venosa, tromboangiite, aterosclerosi delle gambe, angiopatia diabetica o ischemia grave, può spesso essere la causa di alterazioni del flusso sanguigno nelle gambe.

La manifestazione di tutte queste malattie è espressa dal fatto che c'è un deflusso di sangue dai tessuti attraverso le vene, c'è gonfiore e cianosi delle gambe, le gambe diventano fredde, a volte si sente il torpore delle estremità inferiori.

Sintomi di disturbi circolatori delle gambe:

  • Disagio e dolore alle gambe;
  • Gonfiore alle gambe;
  • convulsioni;
  • Violazione dello scambio di calore delle gambe;
  • L'aspetto delle vene e dei reticoli del ragno;
  • Aumento dell'affaticamento delle gambe.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che questi sintomi possono apparire gradualmente e non tutti insieme. Può ferire come una gamba, o entrambi insieme o a turno. Di norma, il dolore appare prima dopo uno sforzo fisico, e quindi il dolore diventa permanente.

Guarda attentamente i tuoi piedi. Se trovi i sintomi descritti sopra, ti consigliamo di consultare un medico qualificato, poiché l'interruzione del normale processo di circolazione del sangue nelle gambe può causare gravi complicazioni. In alcuni casi è necessaria l'amputazione delle gambe.

Classificazione dei disturbi circolatori delle gambe.

Fase 1: il dolore compare solo dopo un forte sforzo fisico, la persona sente intorpidimento, formicolio e freddezza dei piedi.

Fase 2: una persona inizia a sperimentare non solo i suddetti sintomi, ma anche la claudicatio intermittente.

Fase 3: i dolori perseguitano una persona e a riposo durante il giorno o la notte.

Fase 4: grave dolore ischemico, che può essere alleviato solo con stupefacenti. Mostra segni di cancrena.

Metodi di trattamento dei disturbi circolatori delle gambe.

Per migliorare la circolazione sanguigna delle gambe, è necessario l'aiuto del chirurgo. Per iniziare, uno specialista conduce l'esame e la diagnosi dei disturbi circolatori degli arti inferiori.

Per fare questo, è possibile utilizzare la risonanza magnetica con contrasto, ecografia Doppler dei vasi sanguigni, capillaroscopia o termometria.

Dopo una diagnosi accurata, viene prescritto un trattamento.

Esistono due tipi di trattamento per i disturbi circolatori: conservativo e chirurgico. Il primo metodo di trattamento viene effettuato con l'aiuto di varie procedure fisioterapiche, nonché preparazioni farmacologiche per la prevenzione dell'aterosclerosi delle arterie, la formazione di coaguli di sangue e il miglioramento del flusso sanguigno.

In tal caso, se il paziente si rivolge al medico per 3-4 fasi della malattia, viene prescritto un trattamento chirurgico. Può essere fatto usando l'angioplastica (una piccola puntura nell'arteria e l'inserimento di un catetere con un palloncino per espandere l'arteria) o un intervento chirurgico aperto.

Non dimenticare che dovresti rinunciare a cattive abitudini (fumare e bere alcolici), così come passare a una dieta corretta e sana.

Esercizi per ripristinare la circolazione sanguigna delle gambe.

  • La classica cyclette. È necessario sdraiarsi sul pavimento, mettere le mani sotto la testa e usare le gambe per eseguire movimenti che simulano andare in bicicletta. Tempo di esercizio 20-30 minuti;
  • Siediti, le braccia vicine sotto i fianchi. Alzando le gambe sulle dita dei piedi, alza le mani. Ripeti 10-20 volte;
  • Siediti, metti le mani sulle ginocchia. Porta le gambe a sinistra usando la forza delle tue braccia. Ritorna alla posizione di partenza. Ripeti lo stesso, muovendo le gambe verso destra. Ripeti 10-20 volte.
  • Per rafforzare i muscoli delle gambe pattinare, andare in palestra e ballare.

Trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori

La scarsa circolazione negli arti inferiori non è una malattia indipendente, ma un segno di un significativo malfunzionamento nel corpo. Si verifica a seguito di patologia delle pareti delle vene o delle arterie delle gambe, che appaiono per vari motivi.

In realtà, la circolazione sanguigna degli arti inferiori non è corretta a causa di interruzioni della circolazione sanguigna attraverso i vasi delle gambe. Le interruzioni, a loro volta, compaiono a causa di alcuni ostacoli nella circolazione sanguigna. Questo può essere un lume ristretto di vasi sanguigni, coaguli di sangue, placche sulle pareti delle vene, ecc.

Nel nostro tempo, una tale violazione della circolazione del sangue è abbastanza comune. È osservato in un quarto delle donne e in un quinto degli uomini in età lavorativa.

Cause dei disturbi circolatori delle gambe

I disturbi circolatori degli arti inferiori sono arteriosi e venosi. Le cause dei disturbi della circolazione venosa degli arti inferiori sono principalmente vene varicose e tromboflebiti.

Le vene delle gambe sono divise in superficiali e profonde. Non hanno la capacità di contrarsi, in quanto non hanno un muro muscolare. Allo stesso tempo, il sangue degli arti inferiori deve essere sollevato con forza verso l'alto, mentre la gravità terrestre lo tiene giù.

Ciò contribuisce al sistema muscolare delle gambe e alla pressione del flusso sanguigno dalle arterie degli arti inferiori. Quando i muscoli si contraggono, funzionano come pompe, spingono il sangue fuori dalle vene inferiori e lo inviano a quelle superiori.

In uno stato calmo e rilassato dei muscoli, il movimento ascendente del flusso sanguigno è dovuto alla pressione del sangue dalle arterie. Si alza a causa di valvole che si trovano nelle vene connettive.

Se per qualche motivo le vene diventano meno elastiche, l'apparato valvolare si atrofizza e si manifestano vene varicose. È un segno di una violazione della circolazione venosa degli arti inferiori. Le vene varicose nella maggior parte dei casi sono una malattia ereditaria.

Anche la tromboflebite viene ereditata, ma a volte è una complicazione delle vene varicose. È un'infiammazione delle pareti delle vene dovuta alla presenza di coaguli di sangue in esse.

Quando i coaguli di sangue chiudono parzialmente le lacune nelle vene delle gambe, interferiscono con il normale flusso sanguigno in esse.

Di conseguenza, si forma una violazione della circolazione venosa degli arti inferiori.

Per quanto riguarda i disturbi circolatori arteriosi delle gambe, le sue cause sono di solito:

  • aterosclerosi dei vasi della gamba;
  • occlusiva;
  • angiopatia diabetica.

Quando l'aterosclerosi nelle arterie delle gambe viene depositata colesterolo che forma chiazze grasse. Di conseguenza, il lume delle arterie si restringe e interferisce con il normale flusso sanguigno attraverso di esse.

L'endarterite è una malattia infiammatoria sistemica, la cui eziologia non è ancora chiara. Colpisce le piccole arterie dei piedi e degli arti inferiori, riducendo i loro lumi e interferendo con il normale flusso sanguigno arterioso. L'endarterite si verifica principalmente negli uomini di età inferiore ai 50 anni.

L'angiopatia diabetica è una delle gravi complicanze del diabete. Il glucosio elevato provoca danni alle pareti dei vasi sanguigni delle gambe. Le pareti si addensano rapidamente, interferiscono con il flusso sanguigno e causano una ridotta circolazione sanguigna degli arti inferiori.

Si può dire che le seguenti sono le cause comuni di tali disturbi circolatori:

  • diabete mellito
  • ereditarietà;
  • mancanza di esercizio;
  • Malattie endocrine;
  • Patologia del sistema nervoso;
  • Carichi pesanti sulle gambe;
  • l'obesità;
  • ipertensione;
  • Disturbi del metabolismo lipidico;
  • Insufficienza cardiaca;
  • l'alcolismo;
  • Tabacco da fumo

sintomi

I sintomi di interruzioni nel circolo circolatorio degli arti inferiori dipendono dalla durata di tali interruzioni.

Innanzitutto, nella maggior parte dei casi, c'è un leggero disagio, il dolore è poco preoccupante e si verifica solo dopo uno sforzo fisico significativo.

Quindi, le sensazioni dolorose appaiono già con carichi relativamente piccoli sulle gambe.

In generale, i segni di alterata circolazione del sangue nelle gambe variano a seconda della causa di questa violazione.

Ad esempio, con le vene varicose, un piccolo edema appare per la prima volta nelle gambe e per lungo tempo non possono essere presenti altri sintomi.

E nell'angiopatia diabetica, si sentono abbastanza rapidamente, causando dolore severo e alterazioni necrotiche ulcerative nei tessuti delle gambe.

Fenomeni comuni che indicano disturbi circolatori negli arti inferiori, assomigliano a questo:

  • Dolore alle gambe;
  • gonfiore;
  • Spasmi convulsivi;
  • Affaticamento aumentato degli arti inferiori;
  • Violazione dello scambio di calore delle gambe;
  • L'aspetto delle vene e dei reticoli del ragno blu sulle estremità inferiori.

Il dolore in entrambe le gambe può non apparire immediatamente, inizialmente durante i lunghi attraversamenti del piede.

In primo luogo, l'una o l'altra gamba spesso fa male, con conseguente claudicatio intermittente.

Poi di solito cresce, sorge anche quando una persona supera solo cento o duecento metri e spesso si sposta da un piede all'altro.

Un cambiamento nel normale processo di circolazione del sangue negli arti inferiori minaccia di complicazioni gravi, tra cui cancrena delle gambe e la loro successiva amputazione.

Inoltre, tali violazioni sono un segnale del deterioramento della salute a causa di una malattia.

Ciò significa che al primo segno di un malfunzionamento nella circolazione sanguigna delle gambe, è necessario consultare un medico.

Il trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori viene selezionato in accordo con la fonte di questa violazione. Gli esperti conducono la ricerca necessaria, identificano la causa della patologia e poi scelgono il metodo della terapia complessa.

Nel trattamento dei disturbi circolatori degli arti inferiori, di solito vengono prescritti farmaci che aumentano il tono vascolare e la fragilità capillare, farmaci omeopatici e flebotropici, angioprotettori, venotonici, integratori alimentari, linfotoni e farmaci che migliorano la circolazione sanguigna.

Come terapia aggiuntiva, i farmaci anti-infiammatori non steroidei, gli anticoagulanti, i farmaci che correggono il metabolismo e l'irudoterapia sono usati per trattare i disturbi circolatori degli arti inferiori.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Emorroidi in bambini di un anno

Le emorroidi sono una malattia che non ha limiti di età. Anche se nella maggior parte dei casi è fissato nelle persone dai 20 anni di età, i bambini sono anche soggetti allo sviluppo di un disturbo.

Bambino stitico cosa fare

Anonimo, Donna, 30 anniIl bambino soffre di stitichezza.Ciao, l'aiuto è molto necessario, il piccolo ha 1 anno e 4 mesi, per sei mesi sono tormentati dalla stitichezza. Sì, cosa!