È POSSIBILE FARE LA SCLEROSI DURANTE MENSILE?

Puoi, non interferire.

Centro per Chirurgia Vascolare R. Yu. Yudin

Appuntamento - (495) 929-70-37

MOSCA, st. Gabrichevskogo d.5 k.3


Un appuntamento per una consultazione con il dottor Letunovsky Evgeny Anatolyevich nel "Centro città per la chirurgia laser" a Mosca è possibile chiamando l'8 (495) 649-09-57.

I seguenti tipi di trattamento sono effettuati nel centro di flebologia:

4) Assistenza consultiva esperta di chirurghi flebologici


Visita l'innovativo sito web di Dr. Letunovsky

Prendi un appuntamento +7 (495) 103-46-23, st. Myasnitskaya, 19 anni
Clinica multidisciplinare
Chirurgia, Proctologia, Flebologia, Mammologia, Ortopedia

Le consultazioni nei messaggi privati ​​e telefonicamente NON sono condotte.

CREA UN NUOVO MESSAGGIO.

Ma tu sei un utente non autorizzato.

Se ti sei registrato in precedenza, quindi "accedi" (modulo di accesso nella parte in alto a destra del sito). Se sei qui per la prima volta, registrati.

Se ti registri, puoi continuare a monitorare le risposte ai tuoi post, continuare il dialogo in argomenti interessanti con altri utenti e consulenti. Inoltre, la registrazione ti consentirà di condurre una corrispondenza privata con consulenti e altri utenti del sito.

È possibile avere un intervento sulle vene durante le mestruazioni?

I metodi chirurgici classici per la rimozione delle vene suggeriscono l'anestesia generale e le grandi incisioni. I medici si rifiutano inequivocabilmente di eseguire tali procedure durante le mestruazioni del paziente. Ciò è dovuto all'alto rischio di sanguinamento interno. Pertanto, le operazioni vengono trasferite a un altro termine.

Oggi, la chirurgia nel trattamento delle vene si sta allontanando in secondo piano. Esposizione di tecniche laser moderne per lo più utilizzate. Sono privi degli svantaggi del trattamento chirurgico:

  • tenuto in regime ambulatoriale in anestesia locale;
  • non richiedono incisioni profonde - è necessaria una puntura o una micro-taglio per la procedura;
  • non richiedono il recupero a lungo termine e il ricovero in ospedale;
  • nessun rischio di avvelenamento del sangue.

Sicuramente rispondere alla domanda se è possibile eseguire interventi laser sulle vene durante le mestruazioni è impossibile. Il medico ti consiglierà di posticipare la procedura a un altro giorno. Infatti, durante le mestruazioni nelle donne c'è una maggiore sensibilità, incluso il dolore. Potrebbe richiedere un'anestesia più potente.

Inoltre, il rischio di sanguinamento rimane rilevante. Durante la chirurgia laser, è ridotto al minimo. Ma se è possibile eliminare tali complicazioni, il medico consiglierà di fare proprio questo.

La regolazione ormonale durante le mestruazioni influisce sul sanguinamento dalla ferita chirurgica. Durante la coagulazione laser endovasale non vi è alcun intervento chirurgico. Pertanto, la procedura può essere considerata sicura e nei giorni critici. Tuttavia, il suo trasferimento per un breve periodo non influenzerà lo stato delle navi, ma consentirà di escludere eventuali disagi.

Quanto è efficace e sicura la scleroterapia? Il principio di azione è stato letto con noi

Cos'è la scleroterapia? La scleroterapia è il metodo per rimuovere le vene varicose di vari diametri. Per fare questo, un farmaco viene iniettato nel lume della nave colpita - lo sclerosante, che fa aderire le sue pareti e successivamente - riassorbimento. La procedura viene eseguita per ottenere risultati sia terapeutici che cosmetici. La manipolazione viene eseguita su base ambulatoriale e dura in media da 15 a 30 minuti.

Esistono diversi tipi di questa procedura: puntura, catetere, compressore e schiuma. Indipendentemente dal metodo di trattamento scelto, la scleroterapia consente di liberarsi delle vene varicose e non provoca la formazione di cicatrici sulla pelle e sulle mucose.

Indicazioni e controindicazioni alla procedura


La scleroterapia è utilizzata come metodo di autoterapia o viene utilizzata in combinazione con un intervento chirurgico. Con l'aiuto della scleroterapia, vengono trattate le fasi iniziali delle vene varicose delle estremità e delle varici varicose.

Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere i grandi rami venosi, la scleroterapia viene utilizzata come metodo di terapia adiuvante per rimuovere i piccoli vasi rimanenti. Nella maggior parte dei casi, tali tattiche vengono utilizzate dopo 1,5-2 settimane di intervento chirurgico.

Indicazioni comuni per la scleroterapia includono:

  • l'aspetto delle vene a ragno sulle estremità inferiori;
  • vene a ragno - formazione vascolare sottocutanea, in cui i capillari divergono al lato del centro;
  • la fase iniziale delle vene varicose;
  • emorroidi;
  • piccole navi varicose, rimanenti dopo la rimozione.

Sebbene la procedura in sé non rappresenti un pericolo per la salute del paziente, ci sono una serie di controindicazioni, in presenza delle quali non è consigliabile ricorrere a questa procedura:

  • ostruzione delle vene profonde, alterazione del flusso sanguigno, patologia vascolare in uno stato di esacerbazione;
  • gravidanza e allattamento;
  • un periodo inferiore a 30 giorni dopo l'esacerbazione di una malattia cronica;
  • diabete;
  • patologia del sistema cardiovascolare, escretore o epatico;
  • periodo di recupero dopo una malattia infettiva;
  • disturbi ormonali, ipersecrezione della ghiandola tiroidea;
  • tendenza a reazioni allergiche;
  • reazioni cutanee infiammatorie o rash pustolosi agli arti inferiori.

Pro e contro


Quanto è veloce l'effetto e dopo che ora le vene scompaiono? La scleroterapia, come qualsiasi procedura medica, ha i suoi pro e contro.

I vantaggi di questo metodo includono:

  1. Efficienza. In media, occorrono da 1 a 5 sessioni per eliminare completamente i focolai patologici. Il risultato diventa evidente dopo la prima procedura e 2-3 settimane dopo il trattamento, le reti vascolari e gli asterischi scompaiono completamente.
  2. Sicurezza. La scleroterapia è un intervento minimamente invasivo e non rappresenta un rischio per la salute. Al rispetto delle regole di asepsi e antisettici è assente la probabilità di infezione con qualsiasi infezione.
  3. Indolore. Durante la procedura, il paziente non avverte alcun disagio, tranne una leggera sensazione di bruciore.
  4. Estetica. Dopo la procedura, non ci sono cicatrici, edemi o cicatrici sulla pelle del paziente.

Prima e dopo le foto

complicazioni

Molti sono interessati a ciò che questa procedura è pericolosa e se è pericolosa? Dopo la procedura, la maggior parte dei pazienti presenta arrossamento, prurito e pigmentazione locali.

Questi sintomi non rappresentano un rischio per la salute e non richiedono alcun trattamento. A seconda della gravità degli effetti collaterali della scleroterapia sono 1-4 giorni dopo la procedura.

Le conseguenze più frequenti dopo la procedura:

  • ecchimosi;
  • desquamazione della pelle;
  • dolore alle gambe;
  • dolore nell'area dell'iniezione.

Tuttavia, in alcuni pazienti la scleroterapia porta allo sviluppo di complicanze. La maggior parte di essi sono il risultato di una scarsa qualità della procedura o di non conformità con le regole della riabilitazione dopo la manipolazione. Le complicazioni più comuni includono:

  • reazione allergica allo sclerosante. Prima della procedura, il flebologo dovrebbe chiedere attentamente al paziente la presenza di allergie a vari farmaci;
  • L'epidermolisi è un'ustione che si forma quando una parete di una nave si rompe e penetra nell'epidermide. Tale patologia, sebbene sia un sintomo spiacevole e doloroso, è facilmente curabile e non rappresenta un pericolo per la salute;
  • necrosi e trombosi della cellulosa - si verificano non più di una volta ogni 10 mila procedure eseguite;
  • gonfiore dell'arto, che appare a causa del rifiuto dell'uso di calze a compressione dopo la procedura.

Perché appaiono nuove stelle stellari?


In circa il 12-14% dei casi in pazienti dopo la procedura, appaiono piccole vene varicose. Se dopo la manipolazione sono comparse nuove stelle, ciò indica la sconfitta delle navi vicine. La scleroterapia non è una cura per la dilatazione varicosa, quindi, dopo la procedura, la patologia può diffondersi in altre vene.

Quanto spesso puoi fare?

Le iniezioni sono raccomandate non più di una volta alla settimana, mentre non è consigliabile condurre più di cinque sessioni in una zona. Nelle lesioni venose gravi, la rimozione chirurgica del vaso viene eseguita come trattamento primario e la scleroterapia viene utilizzata come metodo ausiliario.

La comparsa di macchie di età

La pigmentazione dopo la scleroterapia è una risposta individuale non pericolosa per la salute del paziente. Nella maggior parte dei casi, i punti di età scompaiono 1-3 mesi dopo la procedura. In alcuni casi, la procedura può richiedere fino a un anno. Per accelerare la scomparsa delle macchie, è necessario utilizzare creme sbiancanti, succo di limone o prezzemolo.

formazione


Prima della procedura, dovresti visitare un flebologo, che determinerà il grado di sviluppo delle vene varicose, raccoglierà una storia della vita del paziente e valuterà la necessità della procedura. Per valutare lo stato dei vasi sanguigni e il processo del flusso sanguigno consente l'ecografia delle vene degli arti inferiori. Se durante uno studio risulta che è interessata una nave di grandi dimensioni, uno specialista può raccomandare un intervento chirurgico come alternativa alla scleroterapia.

2-3 giorni prima della scleroterapia dovrebbe iniziare la preparazione per la procedura:

  1. Smetti di bere e fumare.
  2. Non epilare o shugaring l'area in cui verrà eseguita la procedura. Non usare scrub, abbronzatura e non andare al lettino abbronzante.
  3. Non assumere farmaci antinfiammatori non steroidei, poiché riducono la coagulazione del sangue.

Durante la gravidanza o le mestruazioni

Posso fare la scleroterapia durante le mestruazioni? Qualsiasi procedura associata all'esposizione ai vasi sanguigni non è raccomandata durante le mestruazioni. Questa misura è associata ad un aumento del sanguinamento all'inizio del ciclo mestruale. La manipolazione dovrebbe essere posticipata fino alla fine delle mestruazioni.

Tipi di scleroterapia


Esistono diversi tipi di procedure per la rimozione di vene e stelle a ragno. Oltre alla tecnica tradizionale, si distinguono la schiuma, la scleroterapia con eco e la scleroterapia con microschiuma:

  1. Compressione: blocca le aree di flusso patologico del sangue dalle vene profonde alla superficie. È un metodo tradizionale di scleroterapia.
  2. Ecoscleroterapia - una procedura che viene eseguita sotto il controllo di uno scanner speciale. Questo metodo consente di determinare la posizione dei vasi profondi e inserire il farmaco esattamente nella nave.
  3. Etanolo - altrimenti indicato come degradazione dell'etanolo o degradazione dell'alcol. Il principio di azione per questo intervento si basa sull'azione del 95% di alcol etilico. Sotto la sua azione, i tessuti si degradano e collassano. La scleroterapia con etanolo viene spesso utilizzata come metodo per il trattamento dei noduli tiroidei.
  4. Scleroterapia a schiuma, che è anche nota come tecnica a schiuma. Questa è l'ultima tecnica, che usa un farmaco che si trasforma in schiuma. Questa tecnica consente non solo di condurre la scleroterapia di grandi vasi, ma anche di aumentare l'efficacia della procedura e ridurre la dose di farmaci somministrati alla nave.
  5. La scleroterapia microscopica è la procedura più semplice durante la quale uno specialista introduce uno sclerosante in una vena usando un ago ultrafine. La procedura consente di influenzare anche i vasi più piccoli.

Il progresso della procedura


La scleroterapia viene effettuata secondo un principio: uno specialista inietta lo sclerosante nella nave interessata, provocando la diminuzione della vena e il riassorbimento. Tuttavia, la tecnica della procedura può differire a seconda di quale area agisce sul medico.

Preparati per la scleroterapia:

Vene degli arti inferiori

Al paziente viene chiesto di sdraiarsi in modo che le gambe siano in una posizione elevata. Questa misura è applicata al deflusso del sangue dagli arti inferiori, che è necessario per la migliore azione del farmaco sclerosante. Durante una sessione, viene eseguita una media di 10 iniezioni. Il farmaco viene iniettato con una siringa o una speciale cannula ultrasottile.

Quando si esegue l'indurimento di vasi profondi, viene utilizzato il controllo con l'aiuto di un doppler. Dopo la fine della manipolazione, le gambe sono fasciate strettamente. Quanto camminare con una benda? Dopo 1-3 giorni, è possibile rimuovere le bende per fare la doccia, dopo di che si dovrebbero indossare calze a compressione.

Grande vena safena

La scleroterapia della grande vena safena (GSV) richiede l'accesso alla nave. Pertanto, uno specialista introduce un catetere di 4-5 cm, attraverso il quale si nutre lo sclerosante. Successivamente, viene applicata una sutura cosmetica all'area operata e la gamba è strettamente avvolta. Questa procedura combina elementi di legatura venosa tradizionale e scleroterapia.

Scleroterapia emorroidaria


Questa procedura ha lo scopo di rimuovere la vena emorroidaria e il nodo risultante. Il principale vantaggio della scleroterapia è l'assenza del bisogno di anestesia e di una manipolazione meno dolorosa rispetto all'operazione tradizionale per rimuovere le emorroidi.

Prima della procedura, al paziente viene chiesto di svuotare l'intestino, nella maggior parte dei casi è prescritto un lassativo per questo scopo. Il paziente giace sul suo stomaco sul tavolo operatorio. Un agente analgesico è applicato all'area dell'ano. Quindi lo specialista entra nello sclerosante nella vena colpita.

Vasi facciali

La rimozione dei vasi sanguigni nell'area facciale viene eseguita con scleroterapia al microscopio. Lo sclerosante viene introdotto nel vaso interessato con l'ago o microcatetere più sottile, che blocca il flusso di sangue attraverso questo vaso. Le pareti dei vasi sanguigni sono incollate e risolte. Dopo la procedura, non si deve pettinare l'area trattata della pelle, esporla alla luce diretta del sole o ferirla per diverse settimane dopo la procedura.

Costo di

In connessione con il trattamento rapido ed efficace, molti sono interessati a quanto costa? Il prezzo della scleroterapia dipende non solo dal numero di procedure necessarie, ma anche dal tipo di manipolazione. La tecnica più moderna - la forma di schiuma - costerà un po 'di più rispetto ad altri. In media, il costo della scleroterapia, a seconda delle dimensioni dell'area interessata, varia da 4-5 a 12 mila rubli a Mosca e da 3-4 a 11 mila rubli a San Pietroburgo.

Raccomandazioni dopo la procedura


Riabilitazione, cosa fare dopo la scleroterapia:

  1. Dopo la scleroterapia dei vasi delle gambe è necessario camminare per 10-30 minuti.
  2. Non si deve rinunciare all'attività fisica dopo l'indurimento dei vasi degli arti inferiori. Dopo la scleroterapia delle emorroidi, dovresti rimanere calmo per 1-2 giorni per ridurre il dolore.
  3. Non puoi sederti o stare in piedi a lungo senza movimento, non allenarti.
  4. Entro 2-3 settimane dopo la procedura non dovresti fare un bagno caldo, non puoi andare al bagno per 1-3 mesi.
  5. Dopo la scleroterapia delle emorroidi, si consiglia di assumere un lassativo per evitare la stitichezza.

sport

Posso praticare sport e quando posso iniziare a giocare? Le restrizioni si applicano anche agli sport. Per abbandonare l'attività fisica attiva, compresi gli sport, dovrebbero essere 3-4 giorni dopo la procedura. L'allenamento di forza, che coinvolge l'impatto sui muscoli delle gambe, dovrebbe essere posticipato per diverse settimane.

Unguento di recupero


Dopo la procedura, le vene scompaiono in circa 2-3 settimane. Per velocizzare l'aspetto del risultato, la pelle può essere trattata con speciali unguenti venotonici: troxevasine, venolife o altri mezzi raccomandati dal medico.

Calze a compressione

Come indossare calze a compressione? Devono essere indossati durante l'intero periodo di trattamento e successivamente per almeno un mese. Durante il ricevimento, il medico valuta le condizioni dell'area trattata, determina il lavoro delle navi utilizzando gli ultrasuoni e decide per quanto tempo il paziente deve usare le calze a compressione.

alcool

L'alcol non solo può influenzare la coagulazione del sangue, ma è anche in grado di reagire con i farmaci, per almeno tre giorni prima e dopo la procedura è necessario limitare l'assunzione di bevande forti.

Video utile

Conoscere visivamente il metodo della scleroterapia:

scleroterapia

La scleroterapia è un metodo basato sull'incollaggio di un vaso affetto iniettando una sostanza speciale in esso. Questo metodo è utilizzato nel trattamento delle vene varicose, un numero di neoplasie vascolari. La scleroterapia si riferisce a procedure minimamente invasive.

Quando la scleroterapia è la migliore opzione di trattamento? In quali situazioni dovrei preferire un intervento chirurgico? Per ottenere risposte alle tue domande, dovresti familiarizzare con il meccanismo per eseguire la procedura e le relative indicazioni.

L'essenza della procedura

La scleroterapia a compressione è un trattamento conservativo. Con l'aiuto di un ago, una preparazione speciale viene iniettata nel vaso, che ha proprietà sclerotiche. La soluzione provoca la coagulazione (adesione) degli elementi del rivestimento interno della nave. La sovrapposizione del lume, a sua volta, porta alla disabilitazione delle vene varicose dal flusso sanguigno. La completa cessazione della circolazione li rende invisibili o meno visibili.

Indicazioni e controindicazioni

Il metodo di scleroterapia può essere considerato sia indipendentemente che come componente del complesso trattamento della patologia vascolare. La manipolazione viene combinata con successo con la rimozione chirurgica di grandi tronchi vascolari, ablazione con radiofrequenza, EVLK.

L'elenco delle indicazioni include:

  • vene varicose reticolari - la comparsa di reti venose;
  • telangiectasia - vene di ragno;
  • le fasi iniziali della malattia varicosa degli arti inferiori che non sono accompagnate da uno scarico patologico del sangue dai vasi profondi nella superficie;
  • rimozione insufficiente delle vene mediante laser, trattamento con onde radio, stripping;
  • piccole neoplasie vascolari (emangiomi, linfangiomi).

Forse eseguendo la scleroterapia delle vene delle mani. Esiste la possibilità che ciò comporti difficoltà con la somministrazione endovenosa di farmaci. Il paziente deve valutare quanto sia importante per lui avere mani bellissime.

Con le vene varicose, la scleroterapia è inefficace. Ciò è dovuto all'elevata probabilità di flebiti e ricanalizzazione (ripristino del lume vascolare).

La scleroterapia ha controindicazioni:

  • Limitazione di mobilità pronunciata. Ciò è dovuto al fatto che dopo la procedura è richiesta una passeggiata per 40-60 minuti.
  • Malattie somatiche in stato di decompensazione. Ad esempio, la droga, così come la scleroterapia con la vena laser, non è raccomandata per i pazienti con diabete mellito non corretto di qualsiasi tipo.
  • La scleroterapia non deve essere eseguita durante la gravidanza. In primo luogo, può influenzare in modo imprevedibile la donna e il futuro bambino. In secondo luogo, le vene varicose durante la gravidanza possono riapparire a causa del carico sulle navi. Dalla scleroterapia dovrebbero essere temporaneamente astenuti e le donne che allattano.
  • Tendenza a formare coaguli di sangue. Controindicazione relativa Il problema è risolto individualmente con il medico curante.
  • Grave insufficienza dell'apparato valvolare dei principali vasi sottocutanei e perforati. La scleroterapia è inefficace per le vene varicose, in cui vi è uno scarico patologico del sangue dalla rete profonda alla superficie.
  • Ipersensibilità individuale a sclerosante. Si richiede cautela quando la procedura è esposta a una persona che soffre di asma bronchiale.
  • La presenza di infiammazione nel sito della procedura. La sessione è possibile solo dopo la loro eliminazione.


Posso fare la scleroterapia durante le mestruazioni? Questa domanda viene spesso posta dal paziente. Il periodo delle mestruazioni non è assoluto, ma relativa controindicazione. La decisione finale sulla fattibilità di una procedura medica durante le mestruazioni è presa dal medico curante. La scleroterapia si raccomanda di eseguire nel mezzo del ciclo mestruale.

formazione

La scleroterapia a compressione non comporta l'intervento chirurgico, quindi non è necessaria una preparazione speciale per questo. Le raccomandazioni generali includono il rifiuto di accettare bevande alcoliche almeno un giorno prima della procedura. Si consiglia di astenersi dall'epilazione sulla zona interessata.

Quando è meglio fare la scleroterapia e può essere fatto in estate? Iscriviti preferibilmente nel periodo autunno-primavera. Ciò è spiegato dal fatto che è piuttosto scomodo utilizzare la maglieria a compressione nella calda estate.

È necessario informare il medico in anticipo sui farmaci assunti (specialmente anticoagulanti e ormoni), per descrivere in dettaglio le malattie associate esistenti. Prima di rimuovere le vene con la scleroterapia, si consiglia di consultare il proprio medico in merito al pre-acquisto di calze a compressione. Se necessario, aiuterà a gestire le dimensioni e il livello di compressione desiderati.

L'esame medico è una parte della preparazione per la scleroterapia. Il minimo obbligatorio include la scansione di ultrasuoni duplex, analisi. Questo tipo di ultrasuoni permette di valutare lo stato funzionale del flusso sanguigno, per caratterizzare i tessuti che circondano i vasi. Di norma non sono richiesti test per la scleroterapia. Se durante l'esame il flebologo ha qualche domanda, ad esempio su qualsiasi malattia cronica, può ordinare test aggiuntivi che dipendono direttamente dalla diagnosi concomitante.

Fasi di scleroterapia

Le varietà della procedura differiscono poco nell'algoritmo di base delle azioni. La scleroterapia delle vene dei ragni e le vene varicose iniziali viene eseguita su base ambulatoriale.

L'ordine della manipolazione:

  1. Posizionamento del paziente. Scleroterapia delle vene varicose, le vene dei ragni eseguono sdraiato.
  2. Marcatura del sito di scleroterapia, l'introduzione del farmaco. La pelle oltre la formazione vascolare viene trattata con un antisettico, la manipolazione viene eseguita utilizzando un ago sottile. Le iniezioni vengono eseguite nella direzione a monte.
  3. Compressione. Una pallina di cotone sterile viene applicata al punto di iniezione per la soluzione di scleroterapia. Sull'arto, che è stato sottoposto a scleroterapia, indossare calze a compressione o imporre una benda elastica.
  4. Prevenzione della trombosi venosa profonda. A tal fine, il paziente deve camminare per 40-60 minuti. Per l'intero corso del trattamento si raccomandano passeggiate regolari, evitando di stare seduti a lungo o in piedi. Il medico spiegherà se è possibile fare determinati tipi di esercizi.

La prima rimozione di un bendaggio elastico o di calze speciali (ad esempio, per procedure igieniche) è consentita non prima di un giorno dopo che la scleroterapia sia stata eseguita. La manipolazione viene fatta stando seduti o sdraiati. Lavare i piedi con acqua leggermente tiepida o fresca e sapone. La pelle è asciugata, una maglia di compressione deve essere riposta nuovamente sull'arto sollevato.

Il numero di iniezioni dipende dalla gravità del processo patologico. In media, può variare da 3 a 20 per sessione. Di norma, la scleroterapia delle vene degli arti inferiori viene eseguita in 3-6 procedure. La prima visita di controllo di un flebologo è prevista tra 3-6 giorni. Per una valutazione oggettiva dei risultati ottenuti, si consiglia di rimuovere la maglieria a compressione 2 ore prima dell'appuntamento medico.

Il corso di scleroterapia è di nuovo? Dopo aver raggiunto il risultato desiderato, la correzione periodica non è necessaria. La ragione del nuovo corso potrebbe essere la comparsa di nuovi reclami. Il periodo minimo entro il quale dovrà essere registrato con un flebologo è di sei mesi. Durante l'intero corso di scleroterapia, devono essere esclusi i trattamenti termici (bagni, saune, bagni caldi), il massaggio degli arti interessati, l'uso di pomate e gel con effetto riscaldante. È vietato fare esercizi sui simulatori di potenza, indossare pesi.

Vantaggi e svantaggi

La scleroterapia delle vene ha lati positivi e "svantaggi".

Tra i "benefici":

  • Facilità di esecuzione. A differenza di EVLK, il trattamento viene effettuato su base ambulatoriale e non richiede anestesia generale.
  • Periodo di recupero rapido. La scleroterapia mostra la sua efficacia senza ricovero ospedaliero.
  • Nessun cambiamento indesiderato nella pelle. A differenza del trattamento chirurgico, non si formano cicatrici dopo la scleroterapia.
  • Indolore. Può solo infastidire una sensazione di bruciore leggera, abbastanza tollerabile, che scompare rapidamente da sola.

Gli svantaggi sono pochi, ma potrebbero essere la ragione del rifiuto della procedura.

La scleroterapia ha i seguenti svantaggi:

  • Possibilità di ricorrenza Anche se le estremità erano in grado di dare un aspetto estetico, la scleroterapia della malattia varicosa non garantisce pienamente che una persona non avrà più problemi vascolari nel corso della sua vita.
  • Gamma limitata di indicazioni. La scleroterapia è un'opzione per le manifestazioni iniziali della malattia vascolare.

Esistono diversi modi per eseguire la procedura.

I principali tipi di vene scleroterapiche:

  • Mikroskleroterapiya. Usato per trattare la teleangiectasia. Durante la scleroterapia dei capillari, il farmaco viene iniettato con l'aiuto dei migliori aghi in dosi minime.
  • Scleroterapia a schiuma. È usato per combattere i sintomi iniziali delle vene varicose.
  • Scleroterapia controllata da ECHO. Il trattamento non differisce dallo standard, viene effettuato con ultrasuoni. Si ritiene che sia meglio fare scleroterapia di questo tipo, quindi il medico è più facile seguire il processo.
  • Scleroterapia a schiuma (forma a schiuma). Efficace con le vene varicose della safena. La soluzione sclerosante spuma nella siringa poco prima dell'iniezione.
  • Krioskleroterapiya. Uno dei relativamente nuovi tipi di scleroterapia delle vene varicose, basato sull'introduzione del farmaco, raffreddato a basse temperature.
  • Sclerobliterazione del catetere di puntura. Considerato come un'alternativa alla flebectomia con indicazioni strettamente limitate. Basato sull'introduzione di una soluzione terapeutica nel tronco della vena interessata utilizzando un catetere. L'efficienza è discutibile, poiché la probabilità di ricanalizzazione raggiunge il 40-60%.

I preparativi per la scleroterapia venosa sono divisi in diversi gruppi che differiscono nel meccanismo d'azione:

  • Detergenti. La composizione chimica sono sostanze attive di superficie. L'effetto terapeutico sulla parete del vaso si ottiene in meno di un secondo. I mezzi di questo gruppo sono i più popolari.
  • Soluzioni osmotiche La distruzione si verifica a causa dell '"estrusione" di acqua dall'endotelio. L'effetto di disidratazione si sviluppa piuttosto lentamente, almeno in 3-5 minuti, dura fino a 5 giorni.
  • Sostanze corrosive Composto da cromo ionizzato o iodio. L'azione si basa sulla distruzione grossolana non solo del rivestimento interno, ma anche dello strato muscolare della nave.

Di norma, la scleroterapia nei centri medici è preferita con l'aiuto di farmaci importati:

  • Fibro-Wayne (Inghilterra);
  • Ethoxisclerol (Germania).

Spesso, il metodo di scleroterapia include erroneamente la coagulazione laser endovasale. EVLK, al contrario del metodo sopra discusso, è un'operazione minimamente invasiva. Il principio della laser scleroterapia si basa sull'introduzione di un emettitore speciale nella nave interessata. Causa "cauterizzazione" e indurimento delle pareti venose.

Cosa c'è di meglio: laser o scleroterapia? Una risposta inequivocabile può solo dare un medico. Due metodi sono difficilmente intercambiabili, poiché le indicazioni per EVLK sono leggermente diverse. Di norma, in assenza di insufficienza valvolare, le vene tentano di utilizzare la scleroterapia classica. Se viene rilevata una perdita patologica di sangue, EVLK mostra i risultati migliori.

Possibili complicazioni

La scleroterapia a compressione, come qualsiasi altro metodo di trattamento, a volte comporta conseguenze indesiderabili, molte delle quali vengono eliminate con successo.

Le principali complicazioni includono:

  • Dolore e bruciore Di norma, i reclami vanno via da soli in 1-2 ore.
  • Gonfiore degli arti. Il motivo principale è un bendaggio improprio.
  • Reazione allergica La scleroterapia venosa è estremamente raramente accompagnata da questo problema.
  • La formazione di "bolle". Una complicazione causata da danni ai capillari intradermici si verifica in 1 persona su 100. Le bolle scompaiono senza lasciare traccia dopo un po 'di tempo dopo il trattamento antisettico.
  • Telangiectasia ricorrente. Sono piccoli vasi rossi nel sito di iniezione del farmaco. Può scomparire da soli in 2-6 mesi.
  • Necrosi della pelle Causato dalla penetrazione della soluzione nel tessuto sottocutaneo.
  • Iperpigmentazione. Potrebbero passare da 6 mesi a un anno per completare l'auto-estinzione.
  • Trombosi venosa profonda Se segui tutte le raccomandazioni è estremamente raro. È irto di tromboembolismo polmonare.

efficacia

La scleroterapia dà spesso un buon risultato. Il successo è raggiunto nell'85% dei casi. L'efficienza dipende in gran parte dall'esperienza del flebologo e dalla conformità del paziente con le raccomandazioni mediche.

La scleroterapia a compressione spesso aiuta ad evitare un intervento chirurgico. Tuttavia, dovrebbe essere compreso che questa opzione di trattamento è mostrata solo all'interno di determinate indicazioni. Qualunque sia la paura di una possibile operazione, è consigliabile ascoltare le raccomandazioni del medico curante. La scelta tra EVLK o scleroterapia deve essere affidata a un flebologo. Lo solleciterà meglio.

Pianificazione della scleroterapia? Memo al paziente.

Il trattamento moderno delle vene varicose è una complessa applicazione dei metodi più efficaci per eliminare le vene varicose e ripristinare la qualità della vita. La componente più importante del trattamento efficace della malattia varicosa e dell'insufficienza venosa cronica è la compressione elastica non solo per il periodo di trattamento, ma anche per qualche tempo dopo di esso e in alcuni casi per un periodo più lungo. La compressione elastica è creata da calze a compressione o bende elastiche di diversa estensibilità. Di particolare importanza è la terapia farmacologica di cambio con farmaci venotonici. Una condizione necessaria per un efficace trattamento è la razionalizzazione dell'attività fisica, una corretta organizzazione del lavoro e il riposo.

Scleroterapia (compressione flebosklerozirovanie) - un metodo di rimozione delle vene varicose, che consiste nell'introduzione nel loro lume di preparati speciali-sclerosanti con successiva compressione da bende elastiche o calze a compressione. Sclerosante provoca la distruzione della parete interna della vena varicosa, la compressione crea le condizioni per la chiusura completa (incollaggio o obliterazione) del lume venoso. Entro 2-6 mesi dopo la scleroterapia, si verifica la formazione di un sottile filamento di tessuto connettivo e il suo riassorbimento quasi completo entro 1-1,5 anni, il che è confermato da studi istologici. La scleroterapia di solito si svolge una volta alla settimana. Richiede una compressione elastica ogni giorno di 7 giorni dopo ogni sessione di scleroterapia durante l'intero periodo di trattamento e la compressione elastica quotidiana per un periodo di 1-3 mesi dopo l'ultima sessione. La durata del trattamento dipende dallo stadio e dalla forma della malattia ed è determinata dal flebologo. In media, sono necessarie 3-6 sedute per ogni gamba e da 3 a 20 iniezioni di sclerosante in una sessione. Un risultato cosmetico positivo del trattamento appare 2-8 settimane dopo la fine della scleroterapia. In alcuni casi, per risultati cosmetici migliori, gli intervalli tra le sessioni di scleroterapia aumentano a 3-10 settimane. Il trattamento più prolungato per teleangectasie multiple e / o vene reticolari (vene superficiali con diametro fino a 3 mm, teleangectasie "alimentanti") e un'alta prevalenza di lesioni.
Una sessione di scleroterapia può essere alquanto dolorosa (formicolio e debole sensazione di bruciore), quindi vengono utilizzati i materiali di consumo più qualitativi dell'ultima generazione di produttori leader / Terumo, Microlance / (aghi, siringhe).

I pazienti devono essere monitorati da un flebologo per almeno 6 mesi dopo la fine della scleroterapia.

La terapia di compressione prevede l'uso di calze a compressione sotto forma di calze, collant, golf o bende elastiche di diversa estensibilità. A seconda della forza della pressione generata, ci sono quattro classi funzionali di calze a compressione. Durante la scleroterapia è opportuno utilizzare la maglieria a compressione di 2 classi funzionali. Le bende elastiche sono divise in base al grado di allungamento: grande, medio e piccolo. Il phlebologist prescrive il grado di compressione della maglieria medica e gli esperti di maglieria lo selezionano per te. La terapia compressiva è indispensabile per tutte le forme e gli stadi delle vene varicose.
La terapia farmacologica mira a migliorare il tono dei vasi venosi e linfatici, rafforzando la parete vascolare, migliorando le condizioni della circolazione sanguigna. Vengono utilizzati farmaci appartenenti al gruppo di venotonici e angioprotettori.

Tutti i tipi di trattamento moderno delle vene varicose: scleroterapia, trattamento combinato, interventi chirurgici minimamente invasivi hanno indicazioni severe e prevedono la rimozione completa delle vene varicose. Ciò non significa che qualsiasi danno sia causato alla circolazione sanguigna delle gambe, al contrario. Dopo la rimozione delle vene varicose, il deflusso venoso è migliorato da molte vene sane.

QUALI SONO LE PREPARAZIONI SCLEROSING? QUALI COMPLICANZE SONO POSSIBILI QUANDO SI UTILIZZANO?

Farmaci per flebosclerosi (o sclerosanti - sostanze appositamente sviluppate a base di alcoli) destinati alla somministrazione endovenosa. Gli sclerosanti causano la distruzione dello strato interno (endoteliale) della vena e il suo restringimento significativo, che crea le condizioni per la sclerobliterazione (incollatura) e la completa chiusura della nave venosa. Gli sclerosanti sono prodotti da rinomate grandi case farmaceutiche nel mondo. I seguenti sclerosanti sono registrati e utilizzati in Russia: Ethoxysclerol (Aethoxysclerol) / Kreisler, Germania /, Fibro-Wein (Fibro-Vein) / STD, Inghilterra /. Il farmaco, la sua concentrazione e il volume sono selezionati solo da un medico individualmente per ogni paziente! Se usato correttamente, lo sclerosante causa solo un effetto locale e il suo effetto tossico totale sul corpo è escluso. Quando una piccola quantità di sclerosante entra nel sistema venoso profondo, si dissolve rapidamente (il flusso sanguigno nelle vene profonde è molto più alto che nelle vene perverse) senza effetti dannosi locali e generali.

QUALI NORME SONO RICHIESTE DI SEGUIRE DURANTE UN CORSO DI SCLEROTERAPIA?

Ogni paziente viene trattato singolarmente e dipende dalla durata della malattia, dalla natura dell'espansione delle varici, dallo stato dei tessuti circostanti e dalla velocità del flusso sanguigno venoso negli arti. Ma ci sono alcune regole di comportamento comuni a tutti i pazienti.

Prestare attenzione al processo di bendaggio elastico della gamba fin dall'inizio del trattamento, in quanto ciò crea una compressione terapeutica necessaria durante la scleroterapia! È necessario imparare come applicare correttamente una benda elastica. La maggiore pressione della benda (il grado della sua tensione) dovrebbe essere nell'area della caviglia, più in alto la forza di tensione della benda diminuisce leggermente. Il livello superiore dell'imposizione di una benda elastica deve essere 5-10 cm sopra il punto dell'iniezione più alta o determinato individualmente dal medico.

Dopo una sessione di scleroterapia, hai bisogno di una camminata di 30-40 minuti (minimo)! Durante l'intero periodo di trattamento, è necessario camminare di più, sedersi di meno e, soprattutto, stare in piedi. Nel caso di lavori "sedentari" o "in piedi" è necessario fare pause di 5 minuti per camminare o esercizi speciali.

La prima volta che si rimuove la benda elastica per lavare la gamba può essere un giorno dopo la seduta di scleroterapia: sdraiata o seduta, la gamba scucita, lavata con acqua tiepida o fredda e sapone, asciugata e in posizione sollevata la maglia terapeutica di compressione viene indossata nuovamente o usurata. È meglio fare una doccia stando seduti. Se hai la pelle secca o sei irritato dalle bende elastiche, dopo la pulizia con una crema nutriente, dovresti lubrificare la pelle dei piedi.

Ogni mattina, prima di alzarti dal letto, devi bendare con attenzione la gamba o indossare maglieria a compressione. Le bende elastiche devono essere lavate come sono state caricate (ma almeno 2 volte a settimana). È conveniente avere due bende (se non c'è compressione). In presenza di tricot da compressione, le bende elastiche sono necessarie solo per la procedura di scleroterapia e il primo giorno successivo. Il secondo giorno dopo la procedura di scleroterapia, appaiono "lividi" (a volte molto luminosi ed estesi), leggermente dolorosi con la pressione, sigilli associati all'effetto terapeutico dello sclerosante sulla parete venosa.
Se c'è un gonfiore alla caviglia o dolore, una sensazione di "esplosione" nella gamba (il primo giorno dopo una sessione di scleroterapia), allora è necessario rimuovere la benda, raddrizzare tutte le pieghe della benda e rimuovere completamente la gamba, ma non prima di 2 ore dopo la sessione. Successivamente, è consigliabile camminare per 30-60 minuti. Quando si utilizza la maglieria medica a compressione, tali situazioni non si presentano. In rari casi, i pazienti con una vasta diffusione di vene varicose il primo giorno dopo la scleroterapia hanno una lieve sensazione di indisposizione e / o vertigini, la temperatura corporea sale a 37-38 C. Questi cambiamenti nel benessere rapidamente passano dopo aver assunto una compressa (500 mg) di Aspirina, Panadol o Efferalgana (dopo i pasti). Con le vertigini, devi sederti o sdraiarti per qualche minuto. Tutti i cambiamenti dello stato di salute durante la scleroterapia devono essere comunicati al medico.

Durante tutto il tempo di trattamento, è necessaria una costante compressione terapeutica (indossando maglieria a compressione o bende elastiche) durante il giorno. La durata della compressione durante la notte è determinata dal medico. Se il medico non focalizza la tua attenzione su questo, allora la compressione round-the-clock viene effettuata entro 7 giorni dopo la sessione di scleroterapia, quindi - solo durante il giorno. Allo stesso tempo, la gamba viene fasciata più debole per la notte e al mattino viene rimossa con maggiore forza.
I pazienti con le gambe piene durante il giorno, si consiglia di indossare pantaloncini elastici ("ciclismo" o biancheria intima speciale di trascinamento) per una migliore fissazione delle bende sulle cosce.
Per l'intero periodo di trattamento è necessario escludere bagni caldi, bagni, saune, qualsiasi altra procedura termica e solare (compreso un solarium), nonché unguenti "riscaldanti", impacchi; massaggio ai piedi; sforzo fisico (attrezzature per allenamento con i pesi); sollevamento pesi, trasporto di borse pesanti.

Prima di ogni visita al dottore, è necessario rimuovere la maglieria medica (bendaggio elastico) in 2 ore.

La necessità di prendere venotonikov determinato dal medico generico essente presente. Si consiglia di astenersi dal prendere alcolici il giorno della sessione di scleroterapia.

QUALI REAZIONI E COMPLICAZIONI AVVERSE SONO POSSIBILI QUANDO SI TRATTA CON IL METODO DI SCLEROTERAPIA?

Grave dolore e bruciore dopo l'introduzione di sclerosante si verificano molto raramente e passano rapidamente. Più spesso i pazienti hanno una lieve bruciore o "formicolio" entro 1-2 ore dopo le iniezioni.
Nella stragrande maggioranza dei casi, il grave gonfiore delle gambe è associato a un bendaggio improprio, quindi è importante imparare come bendare correttamente la gamba quando si usano bende elastiche. Quando si utilizzano calze a compressione, quasi mai si verifica.

Le reazioni allergiche sono estremamente rare e per lo più in pazienti che hanno precedentemente avuto reazioni allergiche a qualsiasi farmaco. Pertanto, è importante informare il medico su questo. Le reazioni allergiche sono rimosse da una terapia farmacologica speciale.

La formazione di "bolle" si verifica nello 0,5-1% dei casi. È il risultato di colpire l'agente sclerosante in piccoli vasi intradermici (capillari). Le "bolle" sono trattate con una soluzione concentrata di permanganato di potassio e passano senza lasciare traccia nel giro di pochi giorni. Le teleangiectasie ricorrenti sono vasi rossi molto piccoli in zone sclerotiche. Può comparire nel periodo da 2 a 4 settimane dopo il trattamento e scomparire nei prossimi 2-6 mesi. Circa il 30% delle donne usa (o ha assunto di recente) contraccettivi ormonali e il 2-4% di tutti gli altri pazienti. È più comune quando si usano bende elastiche rispetto alla maglieria terapeutica. Il trattamento speciale, di regola, non è richiesto, qualche volta il corso di prendere aumenti di medicine venotonicny.

La necrosi cutanea è una complicanza molto rara che si verifica quando una quantità significativa di sclerosante entra nel tessuto sottocutaneo. Può essere dovuto a una ridistribuzione anormale del flusso sanguigno (smistamento artero-venoso) nel sito di iniezione di sclerosante. Sullo sfondo del trattamento locale, guarisce completamente entro 4-6 settimane, ma rimane una cicatrice tenera. Possibile correzione estetica successiva della cicatrice.

Iperpigmentazione a lunga durata si verifica in circa il 2% dei pazienti. Circa il 10% dei pazienti presenta iperpigmentazione moderata per un periodo di 6 mesi dopo il trattamento; scomparendo completamente in 10-12 mesi. In alcuni casi, è consigliabile eseguire procedure cosmetiche per accelerare il processo di normalizzazione del colore della pelle.

La trombosi venosa profonda è una complicanza estremamente rara e si osserva in uno dei 10.000 pazienti (secondo la letteratura). È più comune nelle persone che hanno precedentemente subito trombosi venosa profonda, sullo sfondo di condizioni trombofiliche e malattie oncologiche. Richiede un attento esame e trattamento in un ospedale chirurgico, come possibile embolia polmonare.

spiegazioni

La scleroterapia, ovviamente, non implica la rimozione delle vene, ma l'inizio di processi irreversibili nella vena, causandone la desolazione e la successiva obliterazione (sostituzione del lume venoso con il tessuto connettivo).

Scleroterapia delle vene degli arti inferiori: tipi, indicazioni, controindicazioni, possibili complicanze

La scleroterapia delle vene degli arti inferiori è uno dei metodi più popolari ed efficaci di trattamento delle vene varicose e di altre malattie del sistema vascolare e linfatico. La manipolazione è indolore e atraumatica, quindi è ampiamente utilizzata in molte cliniche.

Oggi la scleroterapia è praticata principalmente da flebologi nel trattamento dei linfangiomi, degli emangiomi (neoplasie benigne vascolari), delle vene varicose, delle emorroidi e delle teleangiectasie negli adulti.

Quando si esegue questo tipo di trattamento, l'effetto sclerosante sulla parete vascolare viene effettuato inserendo un ago con un farmaco speciale.

Il principale vantaggio della scleroterapia è che l'operazione aiuta a evitare dolore, traumi ai tessuti e cicatrici.

Una sessione di scleroterapia è una singola iniezione del farmaco, dopodiché viene sostituito il normale tessuto connettivo. Allo stesso tempo, la parete venosa viene danneggiata per prima, quindi le cicatrici e la deformazione, che causano un restringimento del lume del vaso e la completa cessazione del flusso sanguigno o linfatico attraverso di esso.

Un po 'di storia

La scleroterapia è una tecnica molto giovane di trattamento, ma i primi tentativi falliti furono fatti nel XVII secolo. A quel tempo, i medici, al fine di ottenere la trombosi (occlusione) della nave, iniettato un acido in esso.

Più tardi nel XIX secolo, la procedura fu eseguita usando il farmaco "Perhlor". Ma tali tentativi hanno causato gravi effetti collaterali nei pazienti, quindi questo metodo di trattamento non è stato usato per molto tempo.

Nel 1946, gli scienziati scoprirono "Tetradecil solfato", questa sostanza è ancora in uso. Ma al giorno d'oggi la procedura viene eseguita utilizzando le più moderne attrezzature e metodi di ricerca, ad esempio l'ecografia delle navi.

Tipi di scleroterapia

I principali tipi di scleroterapia sono evidenziati. Ognuno di loro ha uno scopo specifico:

  1. La microscleroterapia è la procedura di trattamento più semplice utilizzata quando ci sono stelle o una rete sulla pelle dei piedi. La dimensione delle formazioni patologiche dovrebbe essere inferiore a 2 mm. Durante la procedura, il medico "inizia" iniettando un agente sclerosante in una vena.
  2. Scleroterapia con schiuma (terapia con schiume): questa tecnica viene utilizzata per rimuovere le grandi vene safeniche. La particolarità di questo tipo di trattamento è che il principio attivo (detergente) viene introdotto nel recipiente sotto forma di schiuma.

La terapia a schiuma ha una certa superiorità rispetto alle altre tecniche di scleroterapia:

  • la terapia può essere vasi piuttosto grandi, per esempio, vene principali superficiali nelle gambe;
  • l'area di contatto della sostanza attiva con il guscio interno della parete venosa è migliorata;
  • a causa dello stato schiumoso, la dose del farmaco iniettato può essere ridotta bypassando la diminuzione dell'efficacia.

Ecoscleroterapia: la procedura viene eseguita in combinazione con la scansione duplex ad ultrasuoni. L'aggiunta di uno studio diagnostico aiuta a determinare la localizzazione di vene profonde e di grandi dimensioni che sono scarsamente visualizzate durante un esame di routine. In questo caso, la sostanza sclerosante non rovescia esattamente "passato" la nave.

Descrizione della procedura

La scleroterapia viene eseguita su base ambulatoriale utilizzando l'anestesia locale o senza anestesia. La durata dell'operazione è in media 20 minuti. Prima della manipolazione, il flebologo conduce un esame approfondito, prescrive test obbligatori e test diagnostici necessari.

Come prepararsi?

Non è necessaria alcuna preparazione speciale prima della scleroterapia, ma ci sono alcune raccomandazioni generali che il medico curante dovrebbe mettere in guardia. In singoli casi, prima dell'operazione può essere prescritto un antinfiammatorio, contraccettivo, antiipertensivo e altri mezzi.

Il giorno prima della scleroterapia è meglio abbandonare ogni mezzo per sbarazzarsi dei peli sulle gambe (epilazione, rasatura). Immediatamente prima della procedura, puoi fare una doccia calda e fare colazione.

Durante la scleroterapia, il paziente viene posto su un lettino, dopo il trattamento antisettico della pelle, il medico inietta preparazioni speciali di scleroterapia (fibro-vena, clotworm, etossicollo) nelle vene colpite con una siringa e ago sottile.

Tali iniezioni in una sessione possono essere non più di 12, il loro numero è dovuto alla gravità del problema. In alcuni casi, la procedura viene eseguita utilizzando l'apparecchio Venovizor. Aiuta lo specialista a considerare meglio i piccoli vasi intradermici.

Dopo l'operazione, il medico indossa immediatamente gli indumenti di compressione del paziente, in modo che la circolazione sanguigna superficiale attiva non interferisca con la parete della vena e si attacchino. Invece, puoi usare una benda elastica.

Quante calze di compressione da indossare dopo la procedura saranno determinate con precisione dal medico, dipende da quali vasi è stato eseguito l'intervento. Di solito, anche dopo un periodo di recupero, gli indumenti a compressione devono essere indossati per un altro mese.

Dopo la scleroterapia, il paziente può tornare immediatamente a casa, ma si dovrebbe fare una mezz'ora di cammino per evitare una trombosi venosa profonda. Una sessione, molto spesso, non è sufficiente per eliminare completamente la malattia. L'intero corso del trattamento comprende circa 2-6 sessioni.

testimonianza

Le indicazioni per la procedura sono ancora controverse tra gli specialisti. La maggior parte dei medici ritiene che la scleroterapia sia efficace nelle seguenti condizioni:

  • Le vene reticolari sono piccole vene sottocutanee, di solito sporgenti sotto forma di reticolo vascolare. Spesso il sintomo iniziale delle vene varicose. La scleroterapia in questa fase è la più efficace.
  • Trattamento delle vene dei ragni, che sono i più piccoli vasi sottocutanei, come ragnatele, linee rosse o blu. Il nome di questa fase della malattia era dovuto al fatto che la rete capillare diverge dal centro sotto forma di raggi stellari. Spesso la causa di tali formazioni è la rottura endocrina nel corpo.
  • Le vene varicose delle principali, grandi vene delle estremità, ad esempio, vengono eseguite scleroterapia della grande vena safena. Non tutte le fasi sono suscettibili a questo tipo di trattamento. La fattibilità della terapia è determinata dal flebologo.
  • emorroidi
  • Emangiomi e linfangiomi (neoplasie vascolari sotto la pelle).

I benefici della scleroterapia

La scleroterapia delle vene degli arti inferiori rispetto ad altri metodi di terapia presenta una serie di vantaggi irrefutabili:

  • La manipolazione è indolore, è possibile solo una leggera sensazione di bruciore (molto dipende dal livello di sensibilità al dolore).
  • Sicurezza assoluta: le moderne attrezzature utilizzate per la procedura non hanno effetti dannosi sul corpo.
  • La scleroterapia viene eseguita su base ambulatoriale e non è richiesta la terapia ospedaliera. Un risultato positivo può essere sentito dopo la prima procedura.
  • Il corso del trattamento richiede un periodo di tempo piuttosto breve.
  • La procedura non lascia cicatrici sulla pelle.

Possibili complicazioni dopo la procedura

Dopo la scleroterapia, a volte ci sono vari effetti, non sono patologici e piuttosto rapidamente passano, questi sono:

  • lividi, lividi;
  • breve prurito al sito di iniezione;
  • pancia dopo scleroterapia;
  • pigmentazione della pelle sulla vena sclerotica;
  • dopo la scleroterapia, le gambe fanno male;
  • peeling o gonfiore;
  • linfostasi (alterata circolazione linfatica);
  • piccolo reticolo vascolare (telangiectasia restituibile);
  • dolore nella zona di iniezione e dolore a Vienna dopo la scleroterapia.

Complicazioni più pesanti, ma piuttosto rare della procedura sono ustioni, infiammazione delle vene profonde, trombosi, che si formano quando la preparazione penetra nella nave. È anche possibile la tromboflebite dopo scleroterapia: si tratta di un'infiammazione della parete venosa che si verifica in vasi di grandi dimensioni quando le raccomandazioni del flebologo dopo l'intervento non vengono seguite.

Cosa non fare dopo la procedura

Dopo la scleroterapia non si può stare seduti a lungo o stare in piedi in un posto. Si consiglia di spostarsi e cambiare posizione regolarmente. Camminare per mezz'ora aiuta a evitare lo sviluppo di complicazioni dopo la procedura. Tutti gli appuntamenti devono essere osservati fino a quando il corpo si abitua ai cambiamenti che si sono verificati e normalizza le sue funzioni.

sport

Inoltre, molti pazienti attivi hanno una domanda sul fatto che possano praticare sport dopo la scleroterapia. Qualsiasi medico consiglierà di posticipare l'esercizio (allenamento, ginnastica, danza, ecc.) Per 4 giorni dopo l'intervento. Chi visita regolarmente saune e bagni, è meglio aspettare 2 mesi prima della completa riabilitazione del corpo.

Quando posso lavare

Quando si può lavare dopo la scleroterapia dipende da quali vasi è stata eseguita la scleroterapia. Se su quelli piccoli, è possibile iniziare le procedure idriche il terzo giorno, in altri casi è meglio aspettare 5 giorni.

Se consideri ciò che non puoi fare dopo la scleroterapia, puoi includere l'assunzione di alcol, fumare, prendere il sole e molto altro. Pertanto, per evitare conseguenze negative, le raccomandazioni dopo la scleroterapia possono essere completate da un medico ed è necessario seguirle accuratamente.

Controindicazioni

Effettuare la scleroterapia venosa sugli arti inferiori non è per tutti, poiché ci sono alcune controindicazioni per l'esecuzione di questa terapia:

  • assumere contraccettivi orali;
  • gravidanza e allattamento;
  • la scleroterapia per tromboflebiti e trombosi non viene eseguita;
  • allergia ai farmaci utilizzati durante la manipolazione;
  • difetti cardiaci;
  • angiopatia diabetica o aterosclerosi obliterante;
  • l'obesità;
  • grave disturbo aterosclerotico;
  • infezione locale o generale;
  • disturbi infiammatori della pelle oltre la vena patologica.

Costo di

Molte donne sono preoccupate che la scleroterapia possa essere eseguita gratuitamente. Sfortunatamente, questa procedura non è praticata in ospedali e cliniche. Il costo in sé è dovuto al tipo di manipolazione e al volume di lavoro, cioè al diametro della vena che dovrebbe essere sclerosato.

Approssimativamente la terapia con schiuma è di 5-10 mila rubli. in una sessione. L'intero ciclo di terapia può costare 30 o più migliaia di rubli. Il prezzo a Mosca è leggermente superiore rispetto ad altre città della Russia. Ecoscleroterapia di grandi vene safene varia da 8.000 a 20.000 rubli, e con vene varicose da 1 a 10 mila rubli per sessione.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Quali antibiotici sono prescritti dal medico nel trattamento della paraproctite?

Fibra adrectal infiammata in una condizione acuta o cronica è chiamata paraproctitis. Si verifica nella pratica delle malattie proctologiche spesso.

Perché le vene diventano visibili sui palmi?

I vasi sanguigni sulle mani con un carico intenso diventano luminosi, evidenti. Ma perché le vene sono visibili sui palmi? Vale la pena di preoccuparsi o è una norma fisiologica?