Emorroidi interne

Le emorroidi interne sono malattie delle vene del retto, in cui i nodi modificati varicosi si trovano sotto la membrana mucosa all'interno del lume intestinale. I sintomi della patologia sono dolore, aggravato da movimenti intestinali, sanguinamento, perdita di nodi interni, segni di anemia. Le emorroidi sono determinate mediante esame delle dita, anoscopia, rectoromanoscopy, irrigoscopy. Il trattamento conservativo delle emorroidi interne è efficace nelle prime fasi, le procedure di scleroterapia e criochirurgia sono efficaci. Nei casi avanzati, ricorrere all'asportazione chirurgica o alla legatura dei nodi.

Emorroidi interne

Le emorroidi interne sono un plesso venoso varicoso situato nel retto direttamente sotto la mucosa. Molto spesso, la patologia ha un decorso cronico che si sviluppa gradualmente e spesso in modo asintomatico nella fase iniziale, poiché nel retto ci sono molte terminazioni nervose. Circa il 4% (6%, tenendo conto della forma mista della malattia) dell'intera popolazione adulta del pianeta soffre di emorroidi interne di gravità variabile. Vale la pena notare che l'80% delle donne che hanno partorito affrontano un problema simile. Allo stesso tempo, l'atto del parto ripetuto aumenta notevolmente le possibilità di acquisizione delle vene varicose del retto.

motivi

La causa principale dello sviluppo del processo patologico in caso di emorroidi interne è la predisposizione ereditaria. Ciò è dovuto alla formazione di formazioni cavernose ingrandite, che nel processo di embriogenesi sono poste nel retto distale di fronte alla linea anorettale e nel canale anale sotto la pelle del perineo. Sotto l'azione di fattori provocatori, le dimensioni delle formazioni aumentano, le seconde sono spostate nella direzione distale - è così che si formano le emorroidi interne.

Emorroidi interne - patologia, direttamente correlata allo stile di vita. Bassa attività fisica, seduta prolungata o in piedi al lavoro sono fattori che portano al ristagno di sangue nel plesso del retto e alla comparsa di nodi interni. Eccessiva attività fisica, il sollevamento pesi provoca anche lo sviluppo di emorroidi interne. L'uso insufficiente di acqua porta alla compattazione delle feci e all'ispessimento del sangue. Eccessivo consumo di cibi piccanti / salati, snack, abuso di alcool, irritano ulteriormente la mucosa intestinale, causano disfunzione (sia costipazione che diarrea) e potenziano l'ulteriore sviluppo della malattia.

Nelle donne, il "grilletto" per la formazione delle emorroidi è il parto. Sovrappeso, obesità, tumori pelvici provocano anche una debole peristalsi intestinale e la pressione aggiuntiva del tessuto adiposo o tumorale altera in modo significativo la circolazione sanguigna dell'intestino. Emorroidi interne possono verificarsi sullo sfondo di infezioni intestinali, in cui compaiono microdamages della mucosa. L'atrofia delle fibre muscolari porta alla comparsa di nodi interni nella vecchiaia. Lo stress e le frequenti crisi nervose influiscono negativamente sul lavoro di tutti gli organi, inclusi gli intestini, aumentando l'effetto di fattori che provocano emorroidi interne e complicano il suo decorso.

necroscopia

Per la comparsa di emorroidi interne, sono necessarie due condizioni: un aumento della pressione (interna) del retto e la debolezza delle pareti vascolari. Per le ragioni di cui sopra, vi è un'espansione dei plessi venosi all'interno del retto e la loro protrusione. Sito emorroidario interno patomorfologicamente determinato, coperto di membrana mucosa. Formazioni vascolari in esso sono presentate sotto forma di corpi cavernosi costituiti da più cavità separate da muscoli e setti di tessuto connettivo.

I sintomi delle emorroidi

La principale differenza tra le emorroidi interne è l'assenza di segni esterni. I nodi varicosi si trovano nel lume rettale da vicino o a una certa distanza dallo sfintere. I sintomi si sviluppano mentre aumentano. Nella proctologia clinica si distinguono 4 fasi di sviluppo delle emorroidi interne.

  • I stage. Le estensioni varicose sono piccole all'inizio, le piccole sporgenze interne praticamente non causano disagi al paziente. Solo a volte i nodi feriti dalle masse delle feci dure sono danneggiati e inizia la loro infiammazione. L'essudato secreto provoca umidità, bruciore e prurito intorno all'ano. L'aspetto di segni di sangue sulla carta igienica è possibile, ma spesso le macchie di sangue sono invisibili a occhio nudo e possono essere determinate solo dall'esame microscopico delle feci. La maggior parte dei pazienti riferisce una sgradevole sensazione di disagio nel retto dopo un movimento intestinale.
  • Fase II Senza trattamento, la varicella rettale interna entra nella fase successiva. Le emorroidi aumentano ancora di più, aumenta la sensazione di pesantezza e la presenza di un corpo estraneo nell'intestino. Con un carico maggiore (sollevamento pesante, tosse severa, defecazione), le formazioni varicose appaiono dall'ano, ma poi si nascondono all'interno. Lo spotting è più significativo. Fa male ogni atto di defecazione. Sintomi locali sgradevoli associati all'anemia, che è una conseguenza della costante perdita di sangue. A volte le condizioni del paziente vengono alleviate, tutti i sintomi diminuiscono e inizia una fase di remissione.
  • Fase III. Le emorroidi sono così grandi che anche con un leggero carico fuoriescono dall'ano. In questo caso, non si ritirano spontaneamente verso l'interno, ogni volta che i nodi eliminati devono essere ripristinati manualmente. In questa fase possono svilupparsi complicazioni: si formano una pronunciata reazione infiammatoria, ragadi rettali, sanguinamento rettale. Il dolore acuto non passa è il sintomo principale di una complicazione di emorroidi interne.
  • Stadio IV. Versione lanciata delle vene varicose interne - emorroidi costantemente cadenti, che non possono essere ripristinate, non è possibile. Il paziente ha quasi sempre dolore. Anche stare seduti e camminare aumenta il dolore. La progressione delle emorroidi è accompagnata da un aumento nei periodi di esacerbazione e dalla vivida gravità dei sintomi. Il tasso di sviluppo della malattia dipende dalla forza dei fattori provocatori e dalle caratteristiche dell'organismo.

complicazioni

La stasi del sangue locale con emorroidi interne causa la trombosi delle vene del retto. È caratterizzato da un forte dolore all'ano. Le emorroidi interne diventano tinta viola-blu, aumentano significativamente le dimensioni e diventano dolorose alla palpazione. La violazione dei nodi interni è provocata da errori nella dieta, nell'esercizio fisico e nella stitichezza. Cadono e sono bloccati nel canale anale, a seguito del quale può verificarsi una trombosi di emorroidi e la loro necrosi. I pazienti hanno dolore all'ano, incurvamento della natura e sensazione di corpo estraneo. All'esame, vengono rilevati nodi emorroidali scuri, persino neri.

Il sanguinamento persistente dal canale anale è anche una complicazione delle emorroidi interne. Debolezza e altri sintomi comuni si sviluppano sullo sfondo dell'anemia progressiva (diminuzione dell'emoglobina a 40-50 g / l), che è una conseguenza di un sanguinamento massiccio o di una scarica prolungata di sangue dall'ano cavernoso. La perdita prolungata di emorroidi, soprattutto negli anziani, porta all'insufficienza dello sfintere anale e all'incontinenza dei gas, e talvolta dei contenuti intestinali liquidi.

diagnostica

La mancanza di nodi esterni e la scarsità di reclami ostacolano la diagnosi precoce delle emorroidi interne. Se si sospetta una malattia, un proctologo viene esaminato con un esame digitale. In un guanto sterile con l'indice, un esperto branco di siti varicosi, determina la densità dei nodi, la loro dimensione e la tenerezza. I nodi in alcuni casi non hanno un raggruppamento chiaro, questo indica il carattere libero dei corpi cavernosi del retto. La palpazione è determinata dalla linea bianca di Hilton, che è il limite dei nodi interno ed esterno. Al tatto, le formazioni interne assomigliano a una "bacca di gelso" che sanguina facilmente. Con emorroidi esistenti a lungo termine, la palpazione viene determinata riducendo il tono dell'apparato di commutazione del retto, che contribuisce alla perdita dei nodi interni e delle membrane mucose, anche con poco lavoro fisico o in posizione eretta.

Informazioni più accurate sui nodi possono essere raccolte usando l'anoscopio. Durante l'anoscopia, un tubo dotato di un sistema di retroilluminazione viene inserito nel retto ad una profondità di 10 cm. Se i nodi si trovano sopra, applicare la sigmoidoscopia. L'esame endoscopico consente di raccogliere informazioni dettagliate sullo stato del retto, il numero e il grado di protrusione delle emorroidi a una profondità di 25 cm, nonché di escludere altre malattie proctologiche. Come risultato dello studio, c'è la possibilità di prendere materiale per la biopsia se si sospetta un tumore rettale (manifesta sintomi simili alle emorroidi interne).

L'irrigazione dell'intestino (colon e retto) consente la presenza di rigonfiamenti (comprese le emorroidi) e di fistole anali mediante raggi X e l'introduzione nell'intestino di un agente di contrasto (solfato di bario). Di solito, l'irrigoscopia sostituisce altri studi proctologici nei bambini. Tutti gli esami strumentali sono preceduti da una dieta (esclusione del cibo grossolano) e da un clistere purificante. Nelle emorroidi acute, tali tecniche non si applicano, è associato a dolore severo e alla capacità di causare sanguinamento intenso.

I test di laboratorio delle feci (analisi del sangue occulto, coprogramma) sono ausiliari e consentono di chiarire la funzionalità dell'intestino e la presenza di sanguinamento. Inoltre, l'analisi delle feci sulle uova di vermi e cisti di Giardia esclude la causa parassitaria del prurito dell'area perianale. La diagnosi differenziale delle emorroidi interne è effettuata con il prolasso del retto (con la protuberanza dell'ano è circolare), con verruche anali, diverticolosi, difetti dello sviluppo dell'area di studio, cancro del retto (senza sangue arterioso dall'ano).

Trattamento di emorroidi interne

La terapia conservativa è efficace solo nelle prime fasi dello sviluppo delle varici rettali e viene prescritta nella fase acuta della malattia. Include terapia sintomatica (anestesia, normalizzazione della funzione intestinale), prevenzione della trombosi (eparina), venotonica orale (troxerutina, diosmina). Il trattamento farmacologico delle emorroidi rettali è lungo. I farmaci orali che influenzano la patologia varicosa in tutto il corpo vengono somministrati in cicli ripetuti di 3 mesi.

Allo stadio I-II delle emorroidi interne, vengono utilizzati i metodi di foto-infrarossi e elettrocoagulazione, la scleroterapia delle emorroidi. Le vene espanse allo stesso tempo si attaccano, si svuotano e si risolvono gradualmente. Le fasi II-III richiedono misure più radicali: il proctologo determina la necessità di criodistruzione (congelamento dei vasi con azoto liquido), legatura con anelli di lattice o legatura chirurgica / escissione di vasi varicosi, nonché emorroidectomia operativa Milligan-Morgan o metodo Longo. La disarterazione delle emorroidi interne viene eseguita legando le arterie emorroidali terminali, eseguite sotto il controllo del USDG.

Il trattamento della trombosi del nodo interno viene effettuato prescrivendo una terapia antinfiammatoria. Il trattamento chirurgico comprende la dissezione, la rimozione delle masse trombotiche e l'evacuazione delle emorroidi. La riduzione dei nodi lasciati fuori è effettuata da un metodo manuale, a un'inefficienza che l'intervento chirurgico progettato è nominato (dopo il cedimento dei fenomeni affilati).

Prognosi e prevenzione

Con un trattamento tempestivo, la prognosi per le emorroidi interne è abbastanza favorevole. Utilizzando metodi conservativi, compresi i corsi profilattici di farmaci veno-tonico, è possibile ridurre al minimo la frequenza delle recidive. Con lo stesso scopo vengono prese misure per normalizzare l'attività dell'apparato digerente (lotta contro costipazione / diarrea) e il trattamento della sindrome dell'intestino irritabile. La prevenzione delle emorroidi interne è in conformità con le regole del mangiare sano (frutta / verdura, modalità di consumo), dell'attività fisica (passeggiate regolari, ginnastica), escludendo ogni sforzo fisico disparato. Uno stile di vita sano riduce la probabilità di emorroidi interne.

Come si manifestano le emorroidi interne e come trattarle?

I problemi di infiammazione delle emorroidi interne colpiscono fino al 20% della popolazione mondiale. Gli uomini acquisiscono una patologia varicosa delle vene interne del retto da uno stile di vita sedentario, cattive abitudini e pesante lavoro fisico. Le donne hanno le vene del retto dilatate dopo il parto. Quasi il 10% dei bambini moderni alla fine della scuola superiore soffre di emorroidi a vari livelli.

Segni di emorroidi interne

Le emorroidi sono l'espansione anormale del plesso venoso del retto. Quando i nodi venosi all'interno dello strato mucoso del retto si espandono, indicano la forma interna della malattia. Localizzazione di nodi interni - sopra la linea dentata del retto. In questo luogo, l'epitelio della membrana mucosa entra nel multistrato della pelle.

Segni di emorroidi interne:

  • i sintomi sono lievi nella fase iniziale, l'espansione è all'esterno, la protrusione dei nodi non è evidente;
  • sintomi con emorroidi interne - tracce di sangue sulla carta igienica dopo un movimento intestinale, sembra che gli intestini non siano completamente vuoti. Questo è tipico per la fase 1 manifestazione di emorroidi;
  • distinguere dalle emorroidi esterne può essere dalla sensazione di prurito, che brucia nel perineo. Come risultato del contatto dei nodi con le feci, inizia l'infiammazione, l'essudato viene rilasciato. Irritazione della pelle nell'ano;
  • man mano che i nodi crescono, la loro perdita si verifica per tensione, sollevamento pesi, dopo svuotamento intestinale. I primi sintomi della progressione delle emorroidi interne sono la sensazione di un corpo estraneo nel retto, pesantezza. Mentre i nodi che sono caduti sono piccoli e si ritraggono, lo sviluppo della malattia è in 2 fasi;
  • poi, anche con un carico debole (starnuti, tosse, risate), i nodi cadono e si arretrano solo con l'aiuto delle dita. La dimensione delle estensioni vascolari venose aumenta. Il sanguinamento si verifica più spesso, in un volume più grande. Questo è lo stadio della malattia;
  • aggravata, la malattia entra nella fase 4, quando i nodi quasi sempre si afflosciano. Le emorroidi interne sembrano grappoli di bacche rosso-blu che emergono dall'ano. Oltre al tipo di emorroidi estremamente imprevedibile, il paziente avverte un dolore acuto e grave quando si è in piedi, seduto, tossendo, starnutendo.

Il tipo interno della malattia è pericoloso latente nella fase iniziale. Per determinare le emorroidi interne per andare allo stadio 2-3 è necessario per lo smaltimento rapido di un problema scomodo.

Cause di emorroidi interne

Per l'espansione patologica del plesso venoso interno, sono sufficienti due condizioni: aumento della pressione all'interno del retto e debolezza della parete vascolare. Il fattore principale nel ridurre il tono delle vene è considerato una predisposizione ereditaria.

Aumentare la pressione rettale contribuire a:

  • l'ipodynamia, così come il duro lavoro fisico, portano al traboccamento delle vene intestinali;
  • una dieta scorretta provoca disturbi alle feci - costipazione cronica o diarrea frequente. Entrambi i disturbi danneggiano la mucosa intestinale, i vasi sanguigni;
  • Un'altra conseguenza della scarsa nutrizione e dello stile di vita sedentario è l'obesità. Premendo il sovrappeso si comprimono i vasi sanguigni, si interferisce con il normale deflusso di sangue;
  • i tumori intestinali hanno un effetto simile - interferiscono con la circolazione del sangue, schiacciano, feriscono;
  • la gravidanza e il parto sono fattori di rischio per lo sviluppo di emorroidi nelle donne;
  • la vecchiaia è caratterizzata da un indebolimento dell'apparato legamentoso, inclusa una diminuzione della forza della parete vascolare;
  • lavorare, costringendolo a stare sempre in posizione verticale, aumenta l'effetto della gravità sui vasi della cavità pelvica.

La causa determinante delle emorroidi interne è lo stile di vita. Ad esempio, nel 17 ° secolo, uomini nobili che passavano molto tempo in sella soffrivano di infiammazione delle vene del retto.

Complicazioni di emorroidi interne

Complicazioni di emorroidi interne si verificano quando il processo del locale diventa comune. La qualità della vita diminuisce notevolmente, aumentano i periodi di invalidità.

Le conseguenze più frequenti e pericolose delle emorroidi interne trascurate:

  • gravità e disagio del retto, defecazione dolorosa;
  • anemia, debolezza dovuta a un'estesa perdita di sangue;
  • Trombosi di nodi con processo infiammatorio acuto, che si trasforma in necrosi;
  • ragade anale, infiammazione del retto - paraprocitite;
  • grave dolore dei nodi che sono caduti, la loro infrazione - il paziente non può né stare in piedi, né sedersi, né camminare;
  • incontinenza di gas e masse fecali liquide.

La più grande minaccia alla vita è il sanguinamento emorroidario. Una perdita di oltre 2 litri di sangue è fatale. Con l'inizio dell'emorragia, viene chiamata urgentemente un'ambulanza.

Diagnosi di emorroidi interne

La diagnosi tempestiva delle emorroidi interne è difficile a causa del lungo periodo di latenza. È necessario distinguere le emorroidi interne da neoplasie del retto, invasioni parassitarie, ragadi anali e fistole, prolasso e tasche del retto.

Per chiarire il tipo di malattia, vengono utilizzati metodi diagnostici:

  • esame proctologico, palpazione dei linfonodi interni, determinazione della loro posizione, dimensione, sanguinamento;
  • studio di campioni di feci per sangue nascosto, uova di elminto, Giardia;
  • determinazione del livello di emoglobina nel sangue, i leucociti, coagulazione;
  • esame del retto ad anoscopio con profondità di 10 cm;
  • sigmoidoscopia ad una profondità di 25 cm nel retto;
  • se si sospetta un tumore, un campione di tessuto intestinale viene esaminato al microscopio;
  • Irrigoscopia - Raggi X con un agente di contrasto di solfato di bario - aiuterà a riconoscere le emorroidi interne.

Durante l'esacerbazione delle emorroidi, l'endoscopia non viene eseguita a causa dell'elevato dolore della procedura. Se il medico prescrive un esame endoscopico, quindi 2 giorni prima di escludere i prodotti di fermentazione, e alla vigilia della procedura, pulire l'intestino con un lassativo o clistere.

Trattamento di emorroidi interne

L'obiettivo del trattamento per le emorroidi interne è determinato dalla gravità dei sintomi, dallo stadio della malattia, dalla presenza di complicanze e da malattie concomitanti. Il trattamento inizia con la correzione di nutrizione, perdita di peso, ottimizzazione dell'attività fisica. In corso cronico ed esacerbazione senza infiammazione purulenta utilizzando un approccio conservativo.

Metodi conservativi

La terapia emorroidaria interna si basa sui seguenti principi:

  • fornire riposo al paziente;
  • regolazione della dieta intestinale e delle feci;
  • rimozione di infiammazione locale e sollievo dal dolore con il freddo, decotto di erbe;
  • oli naturali mucosi emollienti, idratanti;
  • accelerazione della guarigione e rigenerazione dei tessuti mediante fisioterapia.

Per eliminare la stitichezza utilizzare frutta e verdura fresca, cereali, prodotti a base di acido lattico. Hai bisogno di bere liquidi almeno 2 litri al giorno. Escludere prodotti piccanti, grassi e affumicati. Sotto il divieto - alcol e fumo. Ridurre al minimo l'uso di farina, dolci, piatti a base di riso, pasta e patate.

Un rimedio efficace per il dolore nell'infiammazione dei nodi - impacchi di ghiaccio e candele. Hanno un pronunciato effetto vasocostrittore e analgesico, dissolvono l'edema. Cubetti d'acqua o decotti di camomilla congelati vengono usati come candele o compresse per 10 minuti. I microcherpi con olio di olivello spinoso, rosa canina e linimento balsamico Vishnevsky contribuiscono alla rigenerazione dello strato mucoso, idratano e ammorbidiscono.

La fisioterapia combatte la stagnazione, migliora la microcircolazione, disinfetta, asciuga. Per curare le emorroidi, la terapia UHF, le radiazioni infrarosse e al quarzo, il trattamento laser, viene utilizzato il metodo Darsonval.

Trattamento farmacologico

In parallelo con la fisioterapia e gli agenti farmacologici prescritti per la dieta. Analgesici, farmaci antinfiammatori, venotonici e venoprotettori aiutano a curare in modo complesso le emorroidi interne.

Detralex è prescritto per l'esacerbazione della malattia, 2 compresse tre volte al giorno per 4 giorni, quindi 2 compresse due volte al giorno per 3 giorni.

Ginkor Fort prende 4 capsule al giorno durante la settimana. Contiene un estratto di ginkgo, rinforza le pareti dei vasi sanguigni, aiuta a liberarsi dell'edema con un uso regolare.

Venoruton Forte stimola il tono vascolare, previene la fragilità capillare. Contiene rutina o vitamina R. Disponibile in compresse e capsule per somministrazione orale, in gel - per uso esterno.

Troxevasin è un analogo di Venoruton. Contiene principio attivo di troxerutina, viene applicato internamente come compresse, capsule e esternamente come gel. Aumenta il tono muscolare vascolare, allevia il dolore, gonfiore, infiammazione.

Candele Proktosedil cura rapidamente il dolore nelle emorroidi acute. Componente anestetico e anti-infiammatorio nella loro composizione elimina prurito, bruciore, arrossamento, gonfiore.

Candele Posterizan Forte prodotto sulla base di frammenti delle cellule di Escherichia coli e dei suoi prodotti metabolici. Stimola efficacemente l'immunità locale per riassorbire l'edema, alleviare l'infiammazione, migliorare la rigenerazione cellulare.

L'unguento eparina è riconosciuto come il modo migliore per prevenire la trombosi emorroidaria. L'eparina rallenta l'emostasi, dissolve i coaguli di sangue esistenti. L'unguento Gepatrombin G, simile per composizione e azione, accelera la guarigione dovuta al pantenolo e anestetizza con polidocanolo.

Il metiluracile nelle candele e negli unguenti accelera il metabolismo, migliora il deflusso sanguigno, rigenera le cellule mucose. Aumenta la resistenza alle influenze esterne, attiva il sistema immunitario, combatte l'infiammazione.

Trattamento minimamente invasivo

Moderni metodi di trattamento minimamente invasivi aiuteranno a eliminare in modo permanente le emorroidi interne. Ad oggi, sono utilizzati nell'80% dei casi di eliminazione delle emorroidi dello stadio 2-3. L'infiammazione acuta è una controindicazione all'intervento. Decidendo che cosa fare quando viene rilevata una malattia, il 60% dei chirurghi è incline al metodo di applicazione degli anelli di lattice sullo stelo del nodo. Dopo il trascinamento, la necrosi del tessuto inizia entro poche ore e il nodo muore.

La procedura di sclerosi vascolare aiuterà a dimenticare per sempre le vene dilatate del retto. Il primo metodo per incollare una nave con il successivo appassimento fu proposto dal chirurgo russo Karpinsky nel 1870. Ora la scleroterapia è utilizzata nel 25% dei pazienti proctologi.

Circa il 15% delle procedure per il trattamento delle emorroidi interne si verificano nell'infrarosso o nell'elettrocoagulazione del nodo ingrossato. Un impulso termico o elettrico brucia la nave malata dall'interno, dopodiché si estingue e non disturba più il paziente.

Trattamento chirurgico

Se le emorroidi interne vengono trattate per lungo tempo con metodi conservativi, ma non c'è sollievo, viene eseguita un'asportazione delle emorroidi. L'operazione chirurgica è effettuata in un ospedale, sotto anestesia.

Esistono diversi approcci per la rapida eliminazione della malattia:

  • classica tecnica Milligan-Morgan;
  • Forruson-Heaton emorroidectomia chiusa;
  • funzionamento Parkes a basso impatto ma difficile;
  • operazione Longo modificata con serraggio e limatura della mucosa rettale.

Il primo caso noto di successo nel trattamento chirurgico delle emorroidi si è verificato nel 17 ° secolo in Francia. Il re Luigi XIV subì l'emorroidectomia senza anestesia, avendo vissuto altri 20 anni dopo aver rimosso un nodulo emorroidario pestato.

Le emorroidi interne sono una malattia proctologica comune. Il fattore principale nello sviluppo della patologia è uno stile di vita malsano, un aumento dello sforzo fisico, combinato con la debolezza congenita della parete vascolare. Il trattamento farmacologico consiste nel tonificare i vasi sanguigni, alleviare il dolore, combattere l'infiammazione. Inoltre usano la fisioterapia, la dieta, il trattamento locale con compresse. Le procedure a basso impatto disponibili possono eliminare le emorroidi interne senza ricovero prolungato del paziente. L'operazione viene utilizzata dopo il fallimento di altri metodi.

Emorroidi interne - i primi segni e sintomi, trattamento, farmaci

Transizione rapida sulla pagina

Le emorroidi interne sono patologie varicose causate dall'espansione di vasi venosi situati sotto lo strato mucoso del segmento finale del colon. Questo processo è manifestato da noduli cavernosi nel lume intestinale, costituito da un numero di cellule addominali, separate da partizioni dalle fibre muscolo-connettive.

La malattia è ben nota alla maggior parte della popolazione. Una donna su otto che partorisce affronta un problema simile. E ogni consegna ripetuta aumenta significativamente il rischio di sviluppare vene varicose nel colon. La forma interna delle emorroidi è insidiosa perché molti dei suoi segni sono simili ad altre patologie del sistema urinario e genitale.

Una caratteristica clinica di emorroidi interne è spesso nota con peritonite di organi situati nella pelvi, con lesioni alla nascita, cistite e pielonefrite. Pertanto, non sorprende che il proctologo venga spesso indirizzato solo quando compaiono sintomi acuti di emorroidi croniche interne, accompagnate da sintomi pronunciati.

Le cause dello sviluppo della malattia sono molte, ma il suo aspetto è dovuto solo a due fattori: un aumento della pressione rettale e la debolezza delle pareti delle vene venose intestinali. È in questa condizione che si verificano i processi del plesso vascolare varicoso e la loro protrusione nodulare nella cavità rettale.

I primi segni di emorroidi interne - cosa cercare?

Circa i primi segni di emorroidi interne si manifestano periodicamente sentimenti di disagio nell'ano, a cui molti non prestano abbastanza attenzione. Questo sintomo è il primo segno dello sviluppo delle emorroidi interne. È molto importante riconoscere la malattia all'inizio del suo sviluppo, quando è ancora possibile affrontarla senza l'uso di misure radicali.

  • Dovresti prestare attenzione alla manifestazione di forti pruriti e bruciori nell'ano. Possono essere scatenati da una reazione infiammatoria all'interno delle pareti intestinali. L'infiammazione causa un'ulteriore secrezione di muco, che causa irritazione, che è caratteristica dello sviluppo della malattia.
  • Già nella fase iniziale delle emorroidi interne, i processi intestinali sono accompagnati da sensazioni dolorose. Possono avere un carattere lamentoso, bruciante o improvviso, ma gradualmente svaniscono dopo lo svuotamento.
  • A volte, l'unico segno di patologia, è la manifestazione di una leggera scarica di sangue dall'ano. Ciò è dovuto al diradamento e alla fragilità dei vasi varicosi, che sono facilmente danneggiati da difficili tentativi di defecazione, che aumentano la pressione sulle navi, o a causa di un aumento dell'erogazione di sangue venoso durante un prolungato lavoro sedentario.

I primi sintomi dello sviluppo delle emorroidi interne nelle donne possono verificarsi durante la gravidanza, che può essere innescata dalla pressione dell'utero allargato sul sistema vascolare del tubo digerente. La malattia debutta durante il parto, quando la pressione massima sulle pareti venose è esercitata da tentativi eccessivi o frutti grandi.

Sintomi di emorroidi interne in più fasi

In proctologia, si distinguono quattro fasi di emorroidi interne, i cui sintomi si manifestano a seconda della sequenza progressiva dell'aumento delle emorroidi.

1) Il primo stadio di emorroidi interne corrisponde alla piccola dimensione della dilatazione varicosa. La sporgenza dei nodi interni nella cavità intestinale non causa alcun inconveniente. I sintomi delle manifestazioni iniziali, che sono caratterizzati da manifestazione periodica e scomparsa indipendente, corrispondono pienamente a questo stadio della malattia.

È al primo stadio della malattia che è possibile far fronte al trattamento del corso a casa, con l'aiuto della terapia farmacologica, della correzione della dieta e della razionalizzazione dell'attività fisiologica.

2) La fase due si sviluppa con completa assenza di trattamento per le emorroidi interne nella fase iniziale della malattia. Nel periodo di tempo mancante, le sporgenze nodali hanno il tempo di aumentare. Prendi la forma di coni. Una sensazione dell'aspetto di un oggetto estraneo nell'intestino. I nodi provocati dai carichi, sono in grado di andare fuori dall'ano e quindi "ritirarsi" completamente indietro in modo indipendente.

Si osservano emorragie più significative. Il dolore, con emorroidi interne del secondo stadio, appare con ogni atto di defecazione. Il sanguinamento persistente causa anemia. A volte si verifica una remissione, i sintomi diminuiscono, le condizioni del paziente migliorano.

3) Nella terza fase, le emorroidi allargate cadono dal decorso anale, anche con poca pressione e stress. Ma le grandi dimensioni non contribuiscono all'autoriflessione. Richiedono una riduzione manuale.

Non passando attraverso il dolore acuto, in questa fase della malattia - il sintomo principale di un processo complicato: processo infiammatorio pronunciato, formazione di crepe intestinali o emorragie rettali (rettali).

4) Nella quarta fase della malattia, viene diagnosticato il processo avanzato delle vene varicose del retto. Le emorroidi sono in uno stato di costante cedimento all'ano. Invertendoli in modo indipendente è impossibile. Ci sono dolori continui e massicce emorragie. La sindrome dolorosa limita il movimento e peggiora le condizioni generali del paziente.

La progressione del processo patologico provoca lo sviluppo di esacerbazioni frequenti con la manifestazione di sintomi gravi. Il tasso di progressione delle emorroidi interne causa: la forza dei fattori provocatori e le caratteristiche funzionali individuali del paziente.

La rapida progressione della malattia è osservata in persone con problemi persistenti di defecazione libera, coloro che mangiano snack in movimento, bevono pochi liquidi, bevono alcolici e sopportano carichi pesanti.

Negli uomini, le emorroidi interne possono essere combinate con l'infiammazione della prostata o si verificano in conseguenza del suo decorso. Quando vengono rilevati sintomi di emorroidi interne, il trattamento nelle fasi iniziali può prevenire lo sviluppo di una varietà di probabili complicanze.

Possibili complicazioni e pericolo

Le emorroidi interne avviate determinano un aumento significativo dei nodi emorragici e, quando si verifica una defecazione, sono soggette a perdite esterne che aumentano il rischio di violazione e il rischio di trombosi.

Inoltre, i nodi di copertura segreti, provocano lo sviluppo di processi batterici che aggravano la malattia. Non meno pericolosi sono rari o frequenti, ma abbondanti emorragie (sanguinamento) che possono provocare lo sviluppo di anemia.

Nei pazienti anziani, la perdita costante dei linfonodi interni di emorroidi porta all'insolvenza della valvola anale (sfintere), che causa incontinenza di gas e possibilmente contenuto intestinale, causando la defecazione involontaria.

Nel caso avanzato, le reazioni infiammatorie e i processi di espansione venosa si verificano costantemente nel canale anale, che è un prerequisito per la formazione di un processo maligno. Solo un trattamento tempestivo delle emorroidi interne può prevenire tali conseguenze indesiderabili e pericolose.

Trattamento di emorroidi interne a casa

La terapia conservativa può essere efficace solo nelle prime fasi della malattia e viene utilizzata nel quadro clinico acuto, quindi, dopo aver sentito i primi sintomi, non deve essere posticipata. Il trattamento farmacologico a domicilio comprende farmaci con varie proprietà che possono alleviare i sintomi delle emorroidi interne e normalizzare le condizioni del paziente.

  1. Per aumentare il tono vascolare e prevenire distorsioni delle pareti vascolari, vengono prescritti agenti venotonici - "Detralex" o "Phlebodine", supposte "Eskuzan".
  2. Farmaci, farmaci e unguenti per il trattamento delle emorroidi interne nelle donne nella "posizione" sono selezionati con particolare attenzione, escludendo qualsiasi influenza dei farmaci sul feto in via di sviluppo. Può essere farmaci anti-infiammatori sotto forma di "Hepatrombin" o "Sollievo", unguento a base di eparina.
  3. Come antidolorifici domestici, le supposte con erbe mentolate e belladonna vengono utilizzate a casa.
  4. Per prevenire la trombosi venosa vengono utilizzati gel "Troxevasin" e "Unguento eparina".
  5. Efficaci antisettici che prevengono l'infezione dell'area problematica - unguento sulla base di "Ichthyol" e "Phenol".
  6. In caso di gravi emorragie, è possibile utilizzare Vicasola o Trombina, che impediscono lo sviluppo di anemia.

Come terapia adiuvante, molti pazienti trattano le emorroidi interne a casa con rimedi popolari. Va notato che i metodi tradizionali di trattamento, sebbene siano stati praticati per decenni, dovrebbero essere coordinati con il medico curante, in quanto possono causare lo sviluppo di infezioni. Inoltre, l'effetto terapeutico dovrebbe essere concentrato nel focus del problema.

Per le emorroidi interne si possono usare rimedi popolari:

  • Impregnato con tamponi di succo di cetriolo o di patate inseriti nell'ano. Si ritiene che questi succhi abbiano proprietà antibatteriche ed emostatiche.
  • Tamponi imbevuti di una soluzione di propoli o di catrame di betulla.
  • Manipolazioni che utilizzano microclisi dall'infusione di calendula e fiori di camomilla.
  • Bagni sessili lenitivi con soluzioni di camomilla e corteccia di quercia.

Metodi chirurgici di trattamento delle emorroidi interne + chirurgia

Agli stadi iniziali delle emorroidi interne possono essere utilizzate varie tecniche strumentali: foto ed elettrocoagulazione o scleroterapia delle emorroidi. Al secondo e terzo stadio - criodistruzione e legatura, tecniche chirurgiche. Oggi, una emorroidectomia sottomucosa è uno dei metodi modificati delle operazioni classiche, ma eseguita secondo il principio della chirurgia plastica.

È usato nella rimozione chirurgica di emorroidi grandi e dolorose con un aumentato rischio di manifestazioni emorragiche.

La caratteristica distintiva della tecnica è dovuta al dolore a breve termine e inespresso nel periodo postoperatorio, a disturbi disurici minimi ea una fase di riabilitazione a breve termine.

L'emorroidectomia sottomucosa è un metodo chirurgico efficace utilizzato nel trattamento di processi trascurati di emorroidi e malattie dell'intestino crasso. Oggi vengono utilizzate diverse varietà modificate di queste operazioni.

Il metodo più comunemente usato è una forma aperta di emorroidectomia.

Dopo la rimozione delle emorroidi interne, le ferite lasciate al loro posto non vengono suturate, ma rimangono aperte e guariscono a lungo. Il paziente è in dolore acuto. Successivamente, le ferite sono guarite e rigenerate naturalmente. L'operazione viene eseguita in anestesia epidurale o endovenosa. I vantaggi di questa tecnica sono dovuti all'uso tecnico della prostata e all'assenza di dolore postoperatorio pronunciato.

Tra i difetti c'è un lungo processo di guarigione e ferite emorragiche. Dopo un'operazione riuscita, le emorroidi scompaiono per molti anni. Solo alcuni pazienti possono avere ricadute.

Il metodo di emorroidectomia fu proposto dalla proctologia dai chirurghi Quinone e Ferguson quasi 60 anni fa. La tecnica di rimozione delle emorroidi interne è rimasta invariata, ma il ripristino dello strato mucoso dopo la rimozione dei nodi è stato effettuato cucendo i bordi delle ferite con una sutura catgut. Per tale intervento è sufficiente l'anestesia locale. Attrae tale affidabilità tecnica, tecnologia collaudata e facilità di esecuzione. Ma molti pazienti operati hanno marcato dolore postoperatorio e disturbi disurici.

Il metodo di emorroidectomia chiusa è il più complesso in termini di tecnica. Richiede determinate capacità dal dottore. Lo scopo dell'operazione è la rimozione delle emorroidi interne con conservazione della mucosa dell'intestino crasso.

La complessità delle prestazioni tecniche, la laboriosità e la durata della emorroidectomia stessa sono più che compensate: un più facile processo di riabilitazione, l'assenza di dolore marcato e un facile atto del primo movimento intestinale.

Durante l'operazione viene applicata l'anestesia generale e il paziente è costantemente sotto stretta sorveglianza medica. L'indubbio vantaggio dell'operazione è dovuto a: breve periodo dell'operazione stessa (non più di mezz'ora), trattamento ospedaliero a breve termine (giorno), rapida guarigione dei difetti della ferita (entro 2 settimane) e assenza di sanguinamento.

Prognosi del trattamento

Con un trattamento tempestivo delle emorroidi interne, la prognosi è sempre favorevole.

Il rispetto di tutte le raccomandazioni del medico aiuterà a sottoporsi a un recupero più facile e per molto tempo a dimenticare le manifestazioni emorroidali. Questo è facilitato da una certa dieta e una dieta nutriente adeguatamente bilanciata, che in breve tempo normalizza i processi naturali della defecazione.

Presso l'ufficio del medico, o nei forum di Internet, spesso si pone la domanda: "È possibile sbarazzarsi di emorroidi in modo permanente e che cosa deve essere fatto per fare questo?".

Raccomandazioni pratiche a tutte le "sofferenze" - non ascoltare i consigli di coloro che presumibilmente si sono liberati di un problema così delicato. Né quali farmaci costosi, né "metodi casalinghi al 100%", né persino interventi radicali danno una garanzia contro il ripetersi della malattia.

Ogni caso è unico e la causa dello sviluppo della malattia è diversa. Lo sviluppo di emorroidi interne non può essere prevenuto senza rimuovere la causa delle patologie vascolari che provocano la debolezza delle pareti vascolari e l'aumento della pressione su di esse. È possibile ridurre il fattore di ricorrenza, ma solo se l'attività fisica è controllata e si osserva una corretta alimentazione per prevenire lo sviluppo di stitichezza.

Emorroidi interne: sintomi e trattamento

Quali sono le emorroidi interne e perché l'infiammazione si sviluppa molto rapidamente?

La forma interna della patologia richiede un'attenta diagnosi.

Le emorroidi interne si manifestano con la formazione di aree di espansione e deformità dei vasi venosi rettali. Sotto l'influenza di un complesso di fattori, l'elasticità della parete vascolare diminuisce e il sangue ristagna nelle caverne del retto. Successivamente si formano plessi emorroidari e nodi.

Le emorroidi hanno una loro classificazione: interna ed esterna.

Possono essere pizzicati e cadere dall'intestino attraverso l'ano, causando molti sintomi spiacevoli. All'interno dei nodi stessi, si formano messaggi tra le arterie e le vene, che danno loro l'aspetto di un "tessuto cavernoso". Spesso, dopo l'infiammazione, appare la trombosi delle emorroidi interne.

Le emorroidi interne sono un plesso che si trova nel retto di fronte alla linea anorettale. Il diametro dei nodi varia da 5 a 15 mm.

Sintomi della malattia

I primi segni della malattia sono bruciore e prurito nella zona anale.

Non esiste una sindrome da dolore, possono insorgere difficoltà nell'attuazione dei movimenti intestinali. La maggior parte delle persone sono imbarazzate da questa patologia e, se ci sono delle lamentele, non vanno a lungo alle istituzioni mediche, il che aggrava enormemente la loro situazione.

La sensazione iniziale della presenza di un oggetto estraneo nel retto aumenta gradualmente, ci sono forti dolori durante l'atto di defecazione. Allo stesso tempo è possibile rilevare nodi di dimensioni maggiori.

Le feci possono essere mescolate con sangue rosso vivo. Il numero di unità di sangue dipende dallo stadio di sviluppo della malattia emorroidaria. Man mano che i nodi emorroidali aumentano di dimensioni, il disagio aumenta e i nodi stessi iniziano a cadere fuori dalla cavità rettale.

Nelle fasi iniziali sono soggetti a riduzione spontanea. Un po 'più tardi, in assenza di un trattamento adeguato, i nodi diventano così grandi da non essere installati da soli. In tali casi, l'integrità della parete delle caverne è rotta e si sviluppa un abbondante sanguinamento emorroidario, il lume del nodulo può ostruirsi con un coagulo di sangue.

I pazienti precedenti cercano aiuto qualificato da specialisti, maggiore è la possibilità di eliminare la malattia senza un intervento chirurgico.

Trattamento di emorroidi interne

Se le emorroidi interne ti infastidiscono, il trattamento non dovrebbe essere posticipato! La malattia scorre rapidamente nella fase cronica e la terapia può durare per molti anni.

Il trattamento delle emorroidi interne di solito include approcci integrati:

    Normalizzazione del regime e dieta con l'inclusione di una grande quantità di fibre vegetali: frutta, verdura, cereali.

Alimenti ricchi di fibre

I farmaci alleviano i sintomi, migliorando il flusso sanguigno

Le compresse rafforzano le pareti dei vasi sanguigni dell'intero organismo.

  • I rimedi locali sotto forma di supposte e unguenti sono ampiamente usati per ridurre l'infiammazione, eliminare il prurito e l'irritazione della pelle. A tal fine, è possibile preparare bagni caldi con un decotto di erbe.
  • È molto importante non dimenticare gli antidolorifici. Mezzi combinati più usati (effetto analgesico e antinfiammatorio).
  • Trattamento di forme complicate della malattia

    Come trattare se i farmaci non aiutano? La malattia emorroidaria negli stadi successivi viene trattata con tecniche strumentali. Le operazioni per rimuovere i nodi interni sono necessarie quando i metodi conservativi non danno una dinamica positiva e la loro perdita è diventata la norma.

    Il trattamento chirurgico richiede una riabilitazione a lungo termine e una prevenzione quotidiana.

    Trattamento strumentale delle emorroidi:

    1. Legatura al lattice di emorroidi con anelli di lattice. Sotto il controllo dell'anoscopio, un anello di lattice viene inserito nel retto e la base del nodo viene compressa, a seguito della quale la sua nutrizione viene disturbata. In futuro, è respinto.
    2. La scleroterapia consiste nell'introduzione di una speciale sostanza sclerosante nella cavità del nodo interno del retto. Per ottenere l'effetto, è necessario condurre diverse di tali procedure entro una settimana. La scleroterapia è spesso eseguita con sanguinamento.
    3. Coagulazione delle pareti dei nodi mediante radiazione infrarossa. La coagulazione termica del lume emorroidario viene eseguita utilizzando una sonda.
    4. Il metodo di disarticolazione della emorroidi è di rilevare con l'aiuto degli ultrasuoni i vasi nella cavità rettale e lampeggiandoli con il filo di catgut (che viene successivamente risolto).
    5. Rimozione chirurgica delle emorroidi interne (emorroidectomia).

    Prevenzione della trasformazione dei nodi interni

    Per prevenire l'emergere di nuovi nodi interni nella cavità del retto e la prevenzione della recidiva dei vecchi è necessario prendere il controllo della dieta. È importante escludere i cibi piccanti e salati. Non bere bevande alcoliche, caffè forte.

    Un leggero esercizio quotidiano aiuterà a migliorare il flusso di sangue dagli organi situati nella pelvi, incluso il retto.

    È importante ricordare! Le emorroidi interne sono cavità difficili piene di sangue. L'infiammazione può portare a gravi complicazioni. Ai primi sintomi delle emorroidi, dovresti cercare aiuto da un proctologo. Lo specialista diagnosticherà e prescriverà il trattamento più efficace.

    Autore dell'articolo: Alexey Egorov Proctologist

    Emorroidi interne: sintomi e regime di trattamento

    Le emorroidi non sono sempre visivamente determinate. Formati all'interno del retto, i coni varicosi sono chiamati emorroidi interne. Le emorroidi interne nelle donne danno sintomi più gravi rispetto ai nodi esterni (localizzati allo sfintere anale).

    Un grande trauma alle vene varicose interne durante i movimenti intestinali causa frequenti complicazioni, quindi il trattamento della malattia dovrebbe essere tempestivo e completo.

    Emorroidi interne: l'essenza della malattia e il grado di sviluppo

    Cos'è? Le emorroidi interne sono una malattia emorroidaria con la posizione dei nodi all'interno del retto, le vene varicose rettali (vedi foto).

    Come le vene varicose degli arti inferiori, nei vasi che penetrano nel retto, inizialmente si formano piccole estensioni. Questa condizione è chiamata il 1 grado di sviluppo della malattia, mentre la donna solo occasionalmente nota piccoli sintomi di disturbo.

    Il secondo stadio delle emorroidi interne è caratterizzato da protrusioni varicose più pronunciate, che impediscono l'atto di defecare. La malattia procede a ondate: i sintomi gravi vengono sostituiti da un periodo di miglioramento. Tuttavia, anche durante la remissione, una donna nota disagio nell'area rettale.

    Allo stadio 3 (emorroidi croniche interne) i dossi varicosi raggiungono dimensioni significative, periodi di qualche miglioramento sono brevi. I sintomi diventano gradualmente più difficili e le sporgenze emorroidali cadono durante la defecazione.

    Fase 4: nodi varicosi caduti dal retto, palpabili anche senza esacerbazioni. La condizione richiede un intervento radicale. La mancanza di trattamento è piena di serie complicazioni.

    Le cause delle emorroidi sia interne che esterne sono assolutamente identiche:

    • costipazione provocata da malattie del tratto gastrointestinale, bassa attività motoria e scarsa nutrizione;
    • gravidanza / parto (specialmente ripetuto);
    • lavoro fisico pesante e sport associati al sollevamento pesi;
    • predisposizione genetica;
    • l'obesità;
    • abuso di alcool, fumo (influire negativamente sul tono vascolare).

    I primi segni di emorroidi interne

    La fase iniziale dello sviluppo della malattia emorroidaria viene spesso trascurata. Una donna sente periodicamente disagio (sensazione di corpo estraneo nel retto) durante i movimenti intestinali e per qualche tempo dopo aver svuotato le viscere.

    I segni primari di emorroidi interne passano rapidamente e possono riprendere dopo un tempo abbastanza lungo. Un provocatore di esacerbazione può servire come stress, una festa abbondante, aumento di peso, anche un aumento nelle mani di un bambino piccolo.

    Sintomi di emorroidi interne

    I periodi di comparsa di sintomi spiacevoli stanno diventando più lunghi e più severi rispetto al precedente. Il disagio si unisce gradualmente ai sintomi più gravi delle emorroidi interne:

    • bruciore all'interno dell'intestino (compaiono micro incrinature);
    • prurito innescato da muco e una reazione infiammatoria;
    • dolore - prima con movimenti intestinali, poi quasi costante (è difficile per il paziente sedersi sul 3-4 stadio, stare in piedi a lungo);
    • sanguinamento - inizialmente scarso (tracce di sangue rimangono sulla carta igienica), poi più abbondante (sangue gocciola o trasuda un rivolo) e prolungato;
    • perdita di nodi - su 2 stadi solo durante forti tensioni, su 3 stadi compaiono quando si solleva di gravità insignificante, su 4 stadi non sono impostati.

    diagnostica

    L'ispezione visiva nelle fasi iniziali dello sviluppo delle emorroidi interne non fornisce al medico alcuna informazione. I nodi interni vengono rilevati solo mediante l'esame con le dita del retto. Il paziente deve essere assegnato all'analisi che valuta la coagulazione del sangue.

    Per chiarire la diagnosi (determinare la localizzazione e la dimensione dei coni varicosi, identificare un vaso sanguinante), viene eseguita una sigmoidoscopia - un esame endoscopico della mucosa rettale.

    La procedura è piuttosto difficile, ma necessaria, soprattutto quando compaiono complicazioni. Se necessario, durante l'esame diagnostico, il medico può condurre procedure terapeutiche minimamente invasive.

    Trattamento di emorroidi interne

    Il precedente complesso trattamento è iniziato, migliore è la prognosi per le emorroidi interne e minore è il rischio di complicanze. Il trattamento principale delle emorroidi interne - candele di vari effetti e droghe venotoniche:

    1. Eliminare la stitichezza - supposte con glicerina (adatto per le donne incinte), Microclyster Microlax;
    2. Antidolorifici - supposte di papaverina, Anestezol e Anuzol (hanno effetto anti-infiammatorio);
    3. Guarigione delle ferite - supposte con olivello spinoso, metiluracile;
    4. Prevenzione della trombosi - epatotrombina;
    5. Venotonica orale (compresse, capsule) - Detralex, Ginkor Fort, Venodiol.

    La terapia con emorroidi interne con le candele ha lo scopo di eliminare i sintomi della malattia, ma non elimina la causa principale - un cambiamento nella parete vascolare e una diminuzione del tono. Per prevenire lo sviluppo della malattia emorroidaria, sono necessari corsi ripetuti di farmaci veno-tonico.

    La terapia conservativa è efficace solo in assenza di momenti complicati (perdita di nodi varicosi, forte sanguinamento, ecc.) Ed è necessariamente combinata con l'osservanza di:

    • buona dieta (esclusi grassi / piccanti, inclusione di verdure nella dieta);
    • stato proporzionale ed età dell'attività fisica;
    • rinunciare a cattive abitudini.

    Trattamenti radicali

    Spesso, la chirurgia viene eseguita in caso di emergenza in condizioni potenzialmente letali: massiccia perdita di sangue, trombosi, necrosi di un nodo che è caduto dal retto. Questo trattamento è indicato per le emorroidi interne con sanguinamento che non è suscettibile di terapia farmacologica.

    Tuttavia, le tecniche minimamente invasive dovrebbero essere eseguite già nella fase 2 delle emorroidi durante la formazione di grandi protrusioni vascolari all'interno dell'intestino. Tale approccio precauzionale eviterà gravi conseguenze in futuro.

    I seguenti metodi di eliminazione a basso impatto dei nodi varicosi rettali sono ampiamente praticati:

    • scleroterapia
    • criochirurgia,
    • fotocoagulazione.

    Tutte le tecniche sono basate su un effetto fisico sulle emorroidi (sostanza adesiva, freddo, alte temperature), che porta alla desolazione del plesso varicoso e alla sua chiusura permanente dalla circolazione sanguigna.

    Le procedure sono indolori, richiedono solo anestesia locale, sono eseguite su base ambulatoriale e garantiscono un recupero rapido.

    Un intervento più radicale, la trombectomia, comporta l'escissione chirurgica delle aree trombirali / necrotizzate dei vasi.
    Nel periodo postoperatorio, deve essere continuato il trattamento con rafforzamento della parete vascolare e farmaci che prevengono l'ispessimento del sangue.

    complicazioni

    Le emorroidi interne non solo causano sintomi dolorosi che influenzano la qualità della vita di una donna. Molto spesso, la malattia causa gravi complicazioni, a volte rappresentano una seria minaccia per la vita del paziente:

    • anemia (con sanguinamento debole a lungo termine o su larga scala);
    • perdita di sangue significativa a causa di sanguinamento e lo sviluppo di uno stato terminale;
    • infezione e paraproctite;
    • pizzicare il nodo e la sua necrosi;
    • trombosi vascolare;
    • formazione di fistola adrettale o rettovaginale;
    • malignità dei tessuti danneggiati (oncologia).

    Qualsiasi di queste condizioni richiede un intervento medico urgente (spesso chirurgico) e un trattamento complesso delle emorroidi interne.

    Domanda - risposta

    A quale medico rivolgersi per le emorroidi?

    Specialista specializzato nel trattamento di qualsiasi forma di emorroidi (interne, esterne) - Proctologo.

    Come mettere le candele per le emorroidi?

    La supposta rettale viene liberata dal guscio, le mani devono essere lavate accuratamente prima e dopo la sua introduzione nel retto. La posizione più comoda è sdraiata sul lato sinistro con le gambe parzialmente piegate: questo elimina la possibilità di uscire dal mezzo verso l'esterno.

    Premendo leggermente una candela con le dita viene inserito 1-2 cm all'interno dell'intestino. Si consiglia di giacere nella posizione di partenza per alcuni minuti.

    Sono in gravidanza tutte le supposte e le pillole antiemorrali?

    Il trattamento delle emorroidi nelle donne incinte riguarda solo il medico. L'uso indipendente di determinati farmaci può influire negativamente sul futuro del bambino e talvolta provocare una rottura prematura della placenta e un'emorragia.

    La preferenza è data alle preparazioni a bassa tossicità e alle erbe: supposte con olivello spinoso e glicerina, tintura di ippocastano. È importante prevenire la stitichezza (alimentazione corretta, passeggiate regolari).

    Se necessario, l'intervento radicale viene eseguito dopo il parto e alla fine dell'allattamento al seno.

    Come sbarazzarsi di emorroidi una volta per tutte?

    • Inizia il trattamento ai primi segni della malattia.
    • Corsi regolari (di solito due volte l'anno) per prendere il venotonic.
    • Cambia il tuo stile di vita: aumenta l'attività fisica, elimina i carichi pesanti, mangia bene, rinuncia alle sigarette e all'alcool.

    Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

    Vena gamba dolorante: cosa fare, possibili cause

    L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina generale".

    Come sbarazzarsi delle stelle vascolari sul viso a casa

    Il problema dell'aspetto di brutte stelle rosse sul viso può essere affrontato da tutti. La cosa principale è non farsi prendere dal panico! Ci sono molti modi per risolvere questo problema.