Malattia varicosa degli arti inferiori: trattamento non farmacologico

La malattia varicosa degli arti inferiori è una malattia cronica delle vene superficiali delle gambe, che è caratterizzata da allungamento e deformità sacciforme dei vasi e porta all'insufficienza venosa cronica, che progredisce costantemente. Questa è una patologia molto comune - ogni quarto residente della Russia ne soffre. Secondo le statistiche degli ospedali chirurgici, le donne si ammalano 6-7 volte più spesso degli uomini. Tuttavia, molti autori considerano errata questa informazione e suggeriscono che gli uomini soffrono di varici in ugual misura con le donne, ma sono meno preoccupati per le questioni estetiche, quindi si rivolgono meno spesso ai medici - solo quando vi sono manifestazioni pronunciate di insufficienza venosa cronica.

Il nostro articolo parla delle cause, del meccanismo di sviluppo di questa patologia, dei sintomi, dei principi di diagnosi e trattamento di essa, compresi i metodi di fisioterapia.

Cause e meccanismo della malattia

La malattia varicosa degli arti inferiori è primaria (si verifica a causa di eventuali disturbi congeniti della struttura della parete venosa o insufficienza valvolare, è una malattia indipendente) e secondaria (si sviluppa come complicazione di malattie delle vene profonde, ad esempio con PTFS).

È noto un numero di fattori che aumentano il carico sulle vene, riducono il tono della parete venosa, aumentando così la probabilità di sviluppare una malattia varicosa. Questo è:

  • duro lavoro fisico;
  • cambiamenti ormonali nel corpo (pubertà, menopausa);
  • prendendo contraccettivi orali combinati;
  • posizione di lunga data;
  • periodo di trasporto di un bambino.

Sotto l'influenza di fattori causali, la pressione idrostatica aumenta nei vasi venosi, il che porta ad un aumento del loro diametro e alla progressione della disfunzione dell'apparato valvolare. Di conseguenza, il deflusso del sangue attraverso le vene superficiali diventa difficile, il sangue dalle vene profonde viene gettato nel superficiale - esse traboccano, si allungano eccessivamente, si torcono e formano estensioni di varie forme - forme cilindriche, sacculari, miste. Con la progressione della malattia, la stasi del sangue porta alla malnutrizione (trofismo) dei tessuti degli arti inferiori - la pelle è pigmentata, si asciuga, la dermatite, l'eczema e le ulcere trofiche compaiono nella fase avanzata.

Gli scienziati credono che le vene varicose siano una sorta di "redenzione" di una persona per camminare in piedi.

In 3 dei 4 pazienti, l'espansione dei principali vasi venosi sottocutanei (principale) è determinata, mentre il resto ha una dilatazione diffusa delle vene (tutte comprese quelle intradermiche). In 8 casi su 10 di malattia, la lesione è determinata nel bacino della grande vena safena, il restante 20% è dovuto alla lesione della piccola vena safena e la lesione mista è equamente divisa.

Manifestazioni cliniche

A seconda della gravità dell'insufficienza cronica della funzionalità venosa durante la malattia varicosa, ci sono 3 fasi:

  • I - lo stadio della relativa compensazione;
  • II - fase di sub-remunerazione;
  • III - fase di scompenso.

Nel primo stadio della malattia, i pazienti si lamentano esclusivamente di difetti estetici - vene a ragno, deformità a serpentina dei tronchi venosi sottocutanei, che appaiono nella posizione verticale del paziente, più spesso dopo l'esercizio o il carico statico, e anche alla sera. Le sensazioni soggettive in questa fase nei pazienti sono assenti.

Nella seconda fase vengono aggiunti i reclami nei pazienti, tutti sintomi di alterata circolazione sanguigna regionale. Nota dei pazienti:

  • stanchezza;
  • pesantezza agli arti inferiori, specialmente dopo averli caricati o la sera;
  • sensazione di pizzicore, gattonando nella parte inferiore delle gambe;
  • gonfiore dei piedi e terzo inferiore delle gambe;
  • dolore in queste parti delle gambe di media intensità, inarcando la natura;
  • crampi ai muscoli del piede e della gamba, specialmente di notte.

Dopo che il paziente si è sdraiato per un po 'con l'arto interessato sollevato, nota il sollievo della condizione - i reclami "vanno via" o diventano meno pronunciati.

Visivamente, nella seconda fase della malattia varicosa, una dilatazione evidente, viene determinata la ornatezza delle vene safene, che è più pronunciata nella posizione del paziente in piedi, cioè con il carico maggiore sull'apparato venoso.

Al terzo stadio, l'espansione visiva delle vene viene determinata continuamente, ci sono persistenti gonfiori degli arti al di sotto del sito di patologia. Questi sintomi sono aggiunti e disturbi trofici (nutrizione) della pelle - è secco, sottile, iperpigmentato; possono comparire difetti ulcerativi, principalmente sulla superficie anteriore-mediale (interna) del terzo inferiore della gamba (spesso sopra la caviglia interna).

I pazienti sono preoccupati per la stanchezza, grave pesantezza agli arti, particolarmente evidente nella posizione eretta e nella camminata, oltre al gonfiore.

I medici usano nella loro pratica la classificazione internazionale dell'insufficienza venosa cronica, che riflette pienamente i sintomi della malattia:

  • classe 0 - assenza di segni di insufficienza cronica della funzione venosa;
  • classe 1 - le vene del ragno (telangiectasia) e le vene reticolari sono evidenti sulla pelle;
  • classe 2 - vene convolute con deformità sacciformi;
  • classe 3 - si manifestano vene varicose e gonfiore delle estremità;
  • classe 4: i disturbi trofici della pelle sono determinati - ha aumentato la pigmentazione, con segni di dermatite, eczema;
  • classe 5 - cambia caratteristiche della classe 4, più un'ulcera trofica guarita;
  • classe 6 - cambia caratteristica della classe 4, più un'ulcera trofica aperta.

Complicazioni delle vene varicose

Come conseguenza del danneggiamento della pelle diluito e saldato a una vena varicosa, la pelle può sanguinare. Allo stesso tempo dal nodo di scoppio il sangue viene versato in pieno flusso, il che può portare a una significativa perdita di sangue.

La seconda terribile complicazione è la tromboflebite acuta. Si manifesta con arrossamento della pelle sulla vena interessata, compattazione dolorosa simile a un cordone lungo il suo corso. Questa è una condizione pericolosa, dal momento che un trombo o una parte di esso può staccarsi dalla parete del vaso e entrare nei vasi sanguigni dei polmoni o del cervello con un flusso sanguigno, bloccandoli.

Principi di diagnosi

Nella grande maggioranza dei casi, è facile diagnosticare la diagnosi delle vene varicose. Può già farlo sulla base delle lamentele del paziente, della storia della sua vita e della sua malattia, nonché dei risultati di una valutazione dello stato oggettivo. È importante non solo accettare il fatto della presenza di questa patologia, ma anche determinare la condizione delle valvole delle vene, qual è il passaggio dei vasi - la tattica del trattamento imminente dipende completamente da esso.

I test funzionali eseguiti dal paziente aiuteranno a valutare le condizioni delle valvole:

  • campione Troyanov-Trendelenburg;
  • Il test di Gakkenbruch;
  • esempio Pratt-2;
  • Il test di Talman;
  • test di trefolo di Shaneys.

Per valutare la pervietà delle vene profonde sarà utile campionare Pratt-1 e Del Be per Pertes.

Non descriveremo la tecnica di implementazione e il principio di valutazione dei risultati di questi test, in quanto distanzierà il lettore dall'argomento dell'articolo.

Di grande importanza nella diagnosi delle vene varicose è l'ecografia. Ti permette di caratterizzare completamente l'immagine del flusso sanguigno. applica:

  • Ecografia Doppler (è giudicata dalla pervietà della vena e dalla presenza / assenza di sangue dalle vene profonde alla superficie);
  • scansione duplex con mappatura dei colori dei flussi (questo è il "gold standard" della diagnostica, con il quale è facile valutare le condizioni delle vene superficiali e profonde, vedere le valvole, determinare il diametro del vaso e verificare la presenza o l'assenza di coaguli di sangue nella vena).

Nei casi avanzati di vene varicose, viene utilizzato il radionuclide fleboscintigrafia, con cui viene valutata la condizione della pompa muscolo-venosa della tibia.

Tattiche di trattamento

Esistono 2 tipi principali di trattamento: conservativo e chirurgico. Il trattamento conservativo include la normalizzazione dello stile di vita, la terapia compressiva, i farmaci e la scleroterapia. Il trattamento conservativo non aiuta a sbarazzarsi della malattia, ma è finalizzato a rallentare il processo della sua ulteriore progressione.

Sia come parte del trattamento conservativo che nella fase di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico, la terapia con fattori fisici è ampiamente utilizzata.

Stile di vita

Il paziente è obbligato in tutti i sensi a prendersi cura delle sue vene:

  • evitare una posizione statica prolungata;
  • evitare pesanti sforzi fisici;
  • indossare scarpe che non comprimano il piede, comode, con una suola rigida, su un piccolo tacco costante;
  • se la natura dell'attività del paziente prevede una posizione seduta lunga, è necessario utilizzare un supporto per il piede per dare alle gambe una posizione elevata, e anche fare una pausa dal lavoro ogni 1-1,5 ore, durante il quale si può camminare o arrampicarsi sulle dita dei piedi 10-20 volte.

Inoltre, se il peso corporeo del paziente è superiore al normale, dovrebbe essere ridotto. Nella dieta si raccomanda di limitare l'assunzione di sale e l'assunzione di liquidi.

Terapia di compressione

La compressione elastica migliora il flusso sanguigno nelle vene profonde e ne riduce il numero nelle vene sottocutanee, previene l'edema, attiva la microcircolazione e i processi metabolici nei tessuti.

Applicare bende elastiche e calze. È importante scegliere uno strumento con il grado di compressione necessario per il particolare paziente. È altrettanto importante che il paziente conosca la tecnica di bendaggio corretto dell'arto. Inizia la fasciatura al mattino, senza alzarti dal letto, nella direzione delle dita del piede fino alla coscia, afferrando il tallone e l'articolazione della caviglia. Il bendaggio dovrebbe essere tale che ogni successivo giro di bendaggio si sovrapponga alla metà precedente.

Trattamento farmacologico

Il medico può prescrivere l'uso del corso del paziente di tali farmaci:

  • venotonica, o miglioramento del tono delle vene (troksevazin, detraleks, eskuzan e altri);
  • migliora la microcircolazione (pentossifillina, agapurina);
  • anti-trombo (acido acetilsalicilico);
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei (meloxicam, diclofenac e altri).

scleroterapia

Le indicazioni per la terapia con flebosclerosi sono:

  • rifiuto categorico del paziente dall'operazione;
  • recidiva dopo l'intervento chirurgico - singoli nodi varicosi;
  • la prima fase delle vene varicose;
  • controindicazioni all'operazione.

Il metodo consiste nell'introduzione nella vena interessata di una sostanza che danneggia il rivestimento interno del vaso e conduce allo sviluppo dell'infiammazione della vena con successiva obliterazione (blocco) del suo lume. Cioè, dopo il trattamento, la vena smette di funzionare. I farmaci più comunemente usati come trombovar, varicocida, strongzol e altri.

Trattamento chirurgico

La chirurgia è il metodo principale di trattamento delle vene varicose degli arti inferiori. Può essere eseguito in qualsiasi momento, a condizione che non vi siano controindicazioni. L'essenza dell'intervento è di rimuovere le vene safene alterate attraverso incisioni separate fatte appositamente. Negli ultimi anni, è stata utilizzata la flebectomia endoscopica - rimozione della vena interessata con un endoscopio - un tubo flessibile con un dispositivo ottico e strumenti alla fine.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Per ridurre al minimo il rischio di sindrome postflebectomy, tutti i pazienti nel periodo postoperatorio devono essere riabilitati. Il principale è applicare una medicazione di zinco-gelatina su stinco e piede. Questo viene fatto direttamente dopo l'operazione o, se il paziente ha drenaggio, 24 ore dopo per un periodo di 7-9 giorni, quindi le suture vengono rimosse e rimosse. Al paziente viene prescritto un massaggio, terapia fisica.

fisioterapia

I metodi di fisioterapia per le vene varicose mirano a rafforzare la parete venosa, aumentandone il tono, migliorando le proprietà reologiche del sangue e il suo deflusso dalle vene.

Aumentare il tono del muro delle navi venose:

  • elettroforesi di preparazioni veno-tonico interstiziale (ginkor-fort, detralex) - il paziente assume una forma compressa del farmaco o lo riceve per iniezione, quindi gli elettrodi vengono posizionati nell'area della nave interessata utilizzando una tecnica trasversale e la procedura viene eseguita, che dura fino a 1 ora; frequenza di sessione - ogni giorno o 1 volta in 2 giorni; corso di trattamento - fino a 10 effetti;
  • bariatria segmentale (il paziente posiziona le estremità in camere a pressione in cui sono colpite da una pressione fino a 113 KPa, la procedura dura fino a mezz'ora, hanno sessioni ogni giorno o 1 volta in 2 giorni con un corso di 20-25 esposizioni).

Migliora il flusso di sangue e linfa dagli arti:

  • terapia magnetica a bassa frequenza (l'arto è posto in un blocco di solenoidi ed è influenzato da un campo magnetico, la durata della sessione è di 20 minuti, la molteplicità è 1 volta al giorno, il corso del trattamento è di 13-15 esposizioni);
  • Elettroforesi di enzimi proteolitici (lidaza, collagenasi, tripsina) - una procedura che dura da 15 a 20 minuti viene eseguita utilizzando un metodo trasversale ogni giorno con un ciclo di 12-15 esposizioni;
  • massaggio terapeutico (viene effettuato secondo il metodo "aspirazione" con metodi delicati nel campo della patologia, viene effettuato una volta al giorno con un ciclo di 12-15 esposizioni).

Non è possibile utilizzare le tecniche linfatiche, la cui essenza risiede negli effetti termici sui vasi danneggiati, e metodi di effetti meccanici pronunciati su di essi. Questo può causare lo sviluppo di complicanze.

Ridurre la capacità di coagulazione del sangue:

  • elettroforesi di antiaggreganti, anticoagulanti, fibrinolitikov (farmaci iniettati per via topica secondo il metodo trasversale, sedute giornaliere per 15-20 minuti in un ciclo da 10 a 15 effetti);
  • irradiazione laser del sangue;
  • terapia magneto-ottica (la radiazione è diretta ad angolo retto rispetto alla superficie della zona di dilatazione delle vene o quest'area è divisa in più campi e irradiata separatamente, ciascun campo è influenzato da 1-4 minuti 1 volta al giorno in un corso di 12-14 procedure).

Attivare i processi di riparazione e rigenerazione nei vasi colpiti:

Migliorare la fornitura di ossigeno ai bagni di ozono nei tessuti.

Le controindicazioni alla fisioterapia per le vene varicose sono:

  • trombosi delle vene varicose;
  • complicanze emorragiche.

Trattamento termale

Viene mostrato a tutti i pazienti con funzionalità ridotta dell'apparato venoso.

Con la sconfitta delle vene di superficie la località ideale sarà tale con acque di radon. Di regola, i pazienti vengono indirizzati alle località balneari di Pyatigorsk, Sergievsky Mineralnye Vody, Sochi, Tskaltubo.

Per i disturbi gravi, il trofismo tissutale è l'opzione più adatta: ricorre a idrogeno solforato e acque silicee azotate.

Dopo la flebectomia, il paziente può essere indirizzato a un resort per più di 4-6 settimane.

conclusione

La malattia delle vene varicose è una patologia estremamente comune che colpisce ogni quarto abitante della Russia. Il trattamento più efficace è la chirurgia - rimozione della parte malata della vena, ma in alcuni casi anche un trattamento conservativo che, pur non eliminando la malattia, impedisce un'ulteriore progressione del processo patologico. Uno dei componenti del complesso trattamento delle vene varicose è la fisioterapia, le cui tecniche aiutano a migliorare il tono delle vene, migliorare il metabolismo nella parete venosa e nei tessuti adiacenti, ripristinare il deflusso del sangue e della linfa da un arto e ridurre il rischio di trombosi. Può essere prescritta sia come parte del trattamento conservativo che nella fase di riabilitazione dopo l'intervento di flebectomia.

Se hai lamentele simili a quelle con le vene varicose, ti preghiamo di non attendere la progressione della malattia, consulta il medico in modo tempestivo. In questo caso, l'efficacia del trattamento sarà molto più alta, il rischio di complicazioni della malattia diminuirà e la qualità della tua vita, al contrario, sarà molto meglio.

GuberniaTV, programma School of Health sul tema Malattia varicosa: sintomi e trattamento:

GuberniaTV, rubrica "Pulizie" sul tema "Maglieria a compressione nella lotta contro le vene varicose":

GuberniaTV, programma "Scuola di salute", la trama sul tema "Ginnastica per le vene varicose":

Trattamento delle vene varicose degli arti inferiori

Questo disturbo cronico si sviluppa quando il movimento ascendente del sangue nei vasi della gamba rallenta e si verifica il suo ristagno. Le vene colpite iniziano ad aumentare di volume e appaiono sulla superficie della pelle sotto forma di griglie blu distinte, quindi si formano nodi. Il trattamento tempestivo aiuta ad evitare il rischio di tromboflebiti, ulcere trofiche.

Metodi per il trattamento delle vene varicose

Ce ne sono due: conservatori e chirurgici. Il paziente si trova di fronte a una domanda urgente: come curare le vene varicose sulle gambe, senza fare interventi chirurgici. Scegliendo un metodo, il medico prende in considerazione i segni, lo stadio della malattia, la presenza di complicanze, le comorbidità, l'età del paziente. I metodi non chirurgici per l'eliminazione delle vene varicose degli arti inferiori danno buoni risultati solo quando i sintomi della patologia sono ancora deboli.

Per fermare il degrado delle navi colpite aiuta:

  • terapia farmacologica;
  • trattamento di compressione;
  • esercizio terapeutico;
  • fisioterapia;
  • massaggio;
  • ricette della medicina tradizionale;
  • dieta.

I flebologi cercano di scegliere per i pazienti durante la gravidanza solo rimedi non farmacologici per il trattamento delle vene varicose degli arti inferiori. Prima di tutto, è l'intimo a compressione, esercizi ginnici, fisioterapia, massaggi, dieta. Se i farmaci sono ancora necessari, vengono prescritti solo farmaci topici.

Le dispute non cessano di seguire se l'irudoterapia aiuta con le vene varicose. L'irudina prodotta dalle sanguisughe penetra nel sistema venoso degli arti inferiori e diluisce il sangue ispessito. Tuttavia, oggi ci sono molti farmaci moderni con la stessa proprietà. Inoltre, ci sono fattori di rischio per le sanguisughe - infezioni vascolari, reazioni allergiche.

Se necessario, il trattamento delle vene varicose viene effettuato utilizzando metodi radicali. Questo è:

  • scleroterapia;
  • ozonoterapia;
  • crioterapia;
  • elettrocoagulazione;
  • coagulazione laser;
  • intervento chirurgico

La scleroterapia è un'iniezione nella vena malata del farmaco che "aderisce" alla nave dilatata. Smette di pompare sangue e gradualmente si risolve. La massima efficacia della scleroterapia è raggiunta nella fase iniziale della patologia. Un metodo simile è l'ozonoterapia: una parte di questo gas viene iniettata con una siringa nei lumi delle piccole vene e anche i vasi si "attaccano".

Durante il corso delle procedure di crioterapia usare il freddo. Quando elettrocoagulazione attraverso un elettrodo molto sottile nei vasi di corrente ad alta frequenza. Anche il trattamento delle vene varicose con un laser è un metodo moderno efficace, specialmente se usato in combinazione con metodi conservativi. Allo stesso tempo, il risultato estetico è alto: in poche settimane il paziente non ha cicatrici o cicatrici.

Tuttavia, la rimozione chirurgica è il trattamento più efficace, che consente di eliminare radicalmente la dilatazione varicosa, quando la terapia farmacologica non porta al risultato desiderato. Le navi malate vengono rimosse attraverso incisioni sottocutanee locali. Dopo l'intervento chirurgico, la gamba è ben fasciata e dopo tre o quattro ore il paziente può camminare.

Metodo conservativo

I flebologi nel trattamento delle vene varicose tendono a fare a meno di operazioni traumatiche che non sono necessarie nelle prime fasi della malattia. Ad esempio, questo è caratteristico della dilatazione reticolare delle vene, la cui manifestazione è limitata solo dalle griglie blu venose. I preparativi aiutano a migliorare le condizioni delle valvole e delle pareti vascolari. Gli uomini, così come le donne, dovrebbero indossare maglieria a compressione. Curare completamente la patologia non può essere. Tuttavia, i metodi conservativi sospendono lo sviluppo delle vene varicose e proteggono contro le complicanze.

ginnastica

Come rimuovere le vene nelle gambe, eseguire esercizi di fisioterapia, gli esperti conoscono la terapia fisica. Questo è possibile a condizione che l'esercizio, che migliora il flusso sanguigno nelle gambe, sia fatto sistematicamente. Ad esempio:

  1. In piedi, alternativamente sollevando energicamente i talloni delle gambe.
  2. Nella stessa posizione, alzandosi lentamente in punta di piedi e altrettanto lentamente discendi.
  3. Seduto su una sedia, tira una piccola palla su un pavimento avanti e indietro.

dieta

Per un trattamento più efficace delle vene varicose delle gambe, è importante organizzare la nutrizione. Aiuta a migliorare la condizione dei vasi sanguigni, bacche, mele, agrumi, che contengono flavonoidi, antiossidanti, rutina. La diluizione del sangue fornisce l'assunzione giornaliera di una quantità sufficiente di liquido (1,5-2 litri). La dieta per le vene varicose sulle gambe è incompatibile con cibi grassi, fritti, spezie piccanti e alcol.

Rimedi popolari

Trattamento particolarmente efficace dei rimedi popolari per le vene varicose a casa in estate. Tali ricette sono popolari:

  1. Bendaggio per le gambe di 15-20 minuti con concentrato di pomodoro. Ha un alto contenuto di licopene, che rafforza attivamente i vasi sanguigni e previene la formazione di coaguli di sangue. Allo stesso tempo è utile mangiare pomodori freschi ogni giorno.
  2. Trifoglio da infusione, erbe, indispensabile per le vene varicose: art. l. le materie prime vengono preparate con due tazze di acqua bollente, conservate fino a quando sono fresche, filtrate. Bere mezzo bicchiere ogni giorno 3 volte, il resto del volume viene usato come una lozione.

operazione

La rimozione delle vene danneggiate delle estremità inferiori o delle loro parti viene effettuata attraverso tagli o forature. L'eliminazione di vasi malati nella clinica è necessaria se:

  • le gambe delle gambe si allargano patologicamente;
  • pelle colpita;
  • apparvero ulcere trofiche;
  • tromboflebite esacerbata.

Il trattamento chirurgico delle vene varicose delle gambe è controindicato in:

  • con ipertensione grave, malattia coronarica, malattie infettive, eczema;
  • se il paziente ha già raggiunto la vecchiaia;
  • durante la gravidanza (più di 5 mesi).

Trattamento delle vene varicose nelle gambe con preparazioni mediche

I farmaci sono efficaci solo quando raggiungono uno dei principali obiettivi terapeutici: migliorano il flusso sanguigno negli arti inferiori colpiti. I preparativi dovrebbero:

  • eliminare il dolore;
  • fermare la distruzione delle valvole venose;
  • ridurre l'infiammazione delle pareti delle vene degli arti inferiori;
  • migliorare il flusso sanguigno;
  • aumentare il tono muscolare delle vene degli arti inferiori;
  • prevenire le condizioni causate da embolia vascolare.

venotoniki

Il trattamento con farmaci di questo gruppo è benefico per le vene malate degli arti inferiori, poiché migliorano il flusso sanguigno, aumentano il tono, minimizzano il gonfiore e alleviano il dolore. Particolarmente usato:

  • compresse per le vene varicose Detralex (Francia);
  • Flebodia 600 compresse (Francia), versione più avanzata ed economica di Detralex;
  • capsule, spray, gel Antistaks (Svizzera) - con un estratto di foglie d'uva;
  • gel, crema Venitan (Slovenia) - con estratto di ippocastano.

Farmaci per fluidificare il sangue

Farmaci popolari che migliorano il flusso di sangue:

  • pillole, compresse Curantil (Germania);
  • compresse, concentrato per iniezione Trental (India, Slovenia, USA);
  • Lioton 1000 gel (Germania) con un alto contenuto di eparina, diradamento del sangue: 100 mila UI per 100 g;
  • gel, Trombofob unguento (Germania): 30 e 60 mila UI di eparina per 100 g;
  • Gel di Venolife (Russia): 30 mila IU di eparina più troxerutina e dexpantenolo.

Farmaci antinfiammatori analgesici

Droghe vecchie e di lunga data della prima generazione:

  • Voltaren (Diclofenac);
  • Nurofen (Ibuprofen);
  • aspirina;
  • Analgin e altri.

Preparativi di seconda generazione e innovativi:

  • Movalis (Meloxicam);
  • Nise, Nimesil (Nimesulide);
  • Finalgel (Piroxicam);
  • Ketorol, Ketanov (Ketorolac);
  • Celebrex (Celecoxib);
  • Xefokam (Lornoxicam);
  • Arcoxia (Etoricoxib) e altri.

Unguento per le vene varicose

Preparati per uso esterno, se spalmati sulla pelle dei piedi, penetrano nei vasi e aumentano il tono, riducono la permeabilità delle pareti, riducono il gonfiore dei tessuti. L'unica controindicazione è che l'unguento per le vene varicose nelle gambe non può essere utilizzato se c'è una lesione cutanea. Tra i farmaci comunemente usati:

  • Eparina pomata;
  • Pomata di epatrombina (più efficace a causa della presenza di dexpantenolo e allantoina);
  • Gel Trombless Plus (eparina, troxerutina, dexpantenolo, anestetico benzocaina);
  • gel Lioton 1000 (efficace rimedio per le vene varicose nelle gambe a causa dell'elevata concentrazione di eparina);
  • Pomata di epatrombina (particolarmente efficace per la trombosi);
  • Gel di Venorutan (a base di rutina);
  • crema-balsamo Varikobuster (troxerutin più ingredienti naturali), ecc.

Vene varicose alle gambe: sintomi e trattamento, foto

Le vene varicose degli arti inferiori (CRVNA) sono una patologia cronica caratterizzata da assottigliamento delle pareti venose, aumento delle lacune vascolari e formazione di estensioni nodulari.

La malattia è diagnosticata nel 15-17% della popolazione adulta. Nell'età adulta, la malattia è più spesso diagnosticata nelle donne, che è associata a cambiamenti ormonali nel corpo (menopausa, gravidanza, ciclo mestruale).

Le vene varicose nelle gambe sono manifestate da una vasta clinica. I pazienti si lamentano di pesantezza e disagio agli arti, affaticamento, gonfiore della caviglia, crampi notturni, vene blu sporgenti. Il corso di patologia in assenza di un trattamento adeguato porta a varie complicazioni.

Le cause dello sviluppo delle vene varicose nelle gambe, i sintomi e il trattamento - conservativo e chirurgico, la classificazione della malattia - saranno discussi in dettaglio nell'articolo.

Cosa in questo articolo:

Cause e fattori di rischio per le vene varicose

Varici degli arti inferiori nella maggior parte delle immagini sono dovute alla predisposizione genetica. Causa immediata: immaturità funzionale delle valvole venose e sottosviluppo dell'elemento connettivo dei vasi. Ciò porta ad un aumento della pressione all'interno dei vasi e alla comparsa di vene varicose.

L'eziologia è dovuta a fattori congeniti associati all'ipercoagulazione: aumento della coagulazione del sangue. Sullo sfondo della violazione, si formano coaguli di sangue che distruggono l'intero flusso sanguigno nelle gambe, portando all'espansione patologica dei lumi venosi.

Una causa comune dello sviluppo di VRVNK nelle donne - insufficienza ormonale. Si basa sul cambiamento nella concentrazione degli ormoni sessuali nel sangue. Associata con menopausa e gravidanza.

Cause delle vene varicose:

  • Sovrappeso. L'obesità ha un effetto meccanico sulle pareti venose, questo è particolarmente pronunciato sullo sfondo del tipo addominale. Di conseguenza, il paziente ha aumentato la pressione venosa;
  • Il diabete mellito. A causa di complessi disturbi metabolici associati a glicemia persistentemente alta con relativa carenza di insulina, si osserva una diminuzione dell'elasticità delle pareti venose con la loro ulteriore espansione;
  • Dipendenza da alcol Nell'alcolismo, il corpo non ha abbastanza liquido, il sangue diventa più denso, il che porta ad una alterata circolazione sanguigna;
  • Fattori professionali (costante posizione eretta, eccessivo sforzo fisico, ipodynamia);
  • Indossare scarpe scomode, ad esempio, con i tacchi alti;
  • Patologie gravi del sistema cardiovascolare, che si manifestano con insufficienza circolatoria.

Malattie croniche degli organi genitali possono portare a gambe varicose. In particolare, infiammazione della prostata negli uomini e appendici nelle donne.

Il meccanismo di sviluppo della malattia si basa sul coinvolgimento delle più piccole venule nel processo infiammatorio, che porta al loro gonfiore e ostruzione del flusso sanguigno.

Segni e sintomi delle vene varicose

Le vene varicose delle gambe mostrano vari sintomi. Iniziamo con le modifiche esterne. Quindi, il segno più ovvio che indica l'insorgenza della malattia è la trasformazione del contorno e della forma dei vasi ipodermici delle gambe. La manifestazione è un ispessimento gonfio e nodulare. I vasi diventano di colore scuro, vengono rilevati reticoli e asterischi.

Considerare i sintomi della malattia in dettaglio nella tabella:

Le ulcere della gamba trofica sono viste da due lati. Alcuni clinici includono ferite come sintomi, altri come complicanze della patologia, indicando quest'ultima, la fase più avanzata del processo patologico.

Classificazione delle vene varicose

Le varici delle gambe sono più spesso diagnosticate nelle donne mature rispetto agli uomini di questa età. In giovane età, la malattia nei ragazzi e nelle ragazze appare con la stessa frequenza. Secondo la classificazione, la malattia è di natura primaria e secondaria. Nel primo caso, i cambiamenti patologici riguardano i vasi superficiali. Non ci sono violazioni della struttura e della struttura dei vasi profondi.

Le vene varicose secondarie sono complicazioni delle patologie delle vene profonde, a seguito delle quali si osservano cambiamenti negativi nei vasi superficiali delle gambe. Questo quadro si manifesta sullo sfondo dei disordini congeniti del sistema venoso, nonché una conseguenza della flebotrombosi.

Inoltre, la malattia è classificata in forme cliniche. Questi includono le vene varicose dei vasi laterali delle gambe e delle cosce, la forma reticolare e le teleangiectasie varicose. Considera queste forme in modo più dettagliato:

  1. CVD delle vene laterali può verificarsi come una malattia indipendente o in combinazione con altre patologie. L'iniezione inversa del fluido venoso avviene nella vena profonda con l'aiuto di vasi sottocutanei e circostanti.
  2. Il reticolare (forma reticolare) si manifesta come patologia indipendente. Non porta a insufficienza venosa, è un difetto eccezionalmente cosmetico.
  3. La telangiectasia varicosa è anche un difetto estetico.

Negli ultimi anni, i chirurghi hanno isolato forme idiopatiche di insufficienza venosa. È caratterizzato da un aumento del tono venoso, senza ovvi motivi per cui viene rilevata una tale violazione. Le manifestazioni cliniche di patologia non sono diverse dalla clinica classica.

Il CEAP è una classificazione delle vene varicose delle gambe, che viene utilizzata in tutto il mondo. C è lo stadio della malattia e della clinica, E è l'eziologia, A è l'area della lesione, P è il meccanismo di sviluppo. Più in dettaglio nella tabella:

· C1 - vene a ragno / reticolo o vasi reticolari;

· C2 - alterazioni varicose dei vasi sottocutanei;

· С4 - disturbi trofici, ulcere (a - iperpigmentazione o eczema di natura venosa o b - atrofia);

· C5 - ulcera trofica guarita;

· C6: ulcera trofica aperta.

· EP - malattia primaria;

· Es - una malattia secondaria;

· Forma en - idiopatica (la diagnosi non ha aiutato a identificare le cause delle violazioni).

· Disturbi della vena perforante;

· Ad - area di localizzazione - vene profonde;

· An - non è riuscito a stabilire cambiamenti nel sistema venoso.

· Pn - non rimosso per stabilire cambiamenti nel flusso sanguigno;

· Occlusione della corteccia da un coagulo di sangue (trombosi);

· Pr, o - reflusso + trombosi.

Considerare il significato di CEAP con l'esempio. Il paziente è stato avvicinato da un flebologo con lamentele sulla presenza di vene varicose della gamba sinistra, gonfiore della parte inferiore della gamba, dolore e disagio nei muscoli del polpaccio nella seconda metà della giornata.

Gli ultrasuoni hanno mostrato che le vene profonde non sono cambiate, c'è un fallimento delle valvole della grande vena safena, il fallimento dei vasi perforanti.

Sulla base di ciò, la formulazione della diagnosi secondo CEAP è: C3S, Ep, As, p, Pr.

Fasi e gradi di RTG

Le vene varicose sulla gamba variano a seconda della fase e dell'estensione. Per stabilire questi, prendere in considerazione la clinica in un paziente. La malattia cronica può essere di diverse fasi, che presentano alcune differenze:

Quando una ragazza o un ragazzo arriva dal medico lamentandosi dei sintomi descritti, il medico esegue un esame visivo, prescrive test di laboratorio e metodi di diagnostica strumentale. Sulla base dei risultati ottenuti, parlano della forma, dello stadio e del grado di patologia.

Il grado delle vene varicose delle gambe è determinato dai numeri. Zero (0) - la clinica non è identificata, non ci sono cambiamenti esterni; I - gonfiore, costante affaticamento degli arti; II - gonfiore costante, accompagnato da iperpigmentazione, compattazione anormale del tessuto sottocutaneo; III - dolore, non passando edema alle gambe, ulcere trofiche.

Complicazioni di insufficienza venosa

Vene varicose - una malattia cronica incurabile, quindi il trattamento ha obiettivi specifici - per fermare la progressione e prevenire le complicanze. Se il trattamento è prescritto in modo errato o il paziente non cerca l'aiuto di uno specialista medico, si sviluppano complicazioni della malattia.

Tromboflebite - infiammazione delle pareti delle vene in presenza di un coagulo di sangue. Le navi adiacenti e i tessuti molli possono essere coinvolti nel processo infiammatorio. Ci sono diverse forme. Può essere acuto (dura circa 30 giorni), subacuto - fino a mezzo anno e cronico.

La tromboflebite migratoria è rara. È caratterizzato da infiammazione, che si verifica in diverse parti della vena, passa rapidamente.

  1. Contorno chiaro visivamente visibile della nave infiammata.
  2. Sindrome acuta del dolore, il dolore alla palpazione diventa più forte.
  3. Noduli gonfiori che sporgono sopra la pelle.
  4. Aumento della temperatura locale

La tromboflebite per le vene varicose può portare ad altre complicazioni. Ad esempio, a periflebitu - infiammazione del tessuto circostante, cancrena umida delle estremità, trombosi venosa profonda. Con la diffusione dell'infiammazione si manifestano complicazioni che vanno oltre gli arti: tromboembolismo e sepsi.

La trombosi venosa profonda è una complicanza comune delle vene varicose. La patologia è caratterizzata dalla formazione di un denso coagulo di sangue, che ostruisce completamente o parzialmente il vaso sanguigno, che viola la piena circolazione. Con questa complicazione vi è il rischio di morte a causa della separazione di un coagulo di sangue.

Le ulcere trofiche compaiono in casi gravi. Spesso si unisce al processo infettivo, che esacerba il quadro clinico. Le ferite possono interessare non solo i tessuti, ma anche gli strati più profondi - i muscoli. Guarisci per molto tempo. Richiede un trattamento completo.

L'eczema varicoso è caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • Iperpigmentazione infiammatoria della pelle viola o rosso vivo;
  • Si formano microvescicole che si aprono;
  • Grave gonfiore delle gambe;
  • Prurito che persiste;
  • Umidità, che, dopo l'essiccazione, si incrosta;
  • Ispessimento anormale della pelle

L'eczema varicoso può trasformarsi in un decorso cronico, a seguito del quale si manifesta la sclerosi della cute e del tessuto sottocutaneo.

Quando si unisce un'infezione da eczema, le ulcere trofiche sono complicate.

Trattamento conservativo delle vene varicose

La terapia conservativa per le vene varicose comprende farmaci e biancheria intima di compressione. La maglieria a compressione è diversa per classe di compressione e scopo - è per la prevenzione e il trattamento della patologia. Collant, calze e calzini dovrebbero essere selezionati dal medico in base alle caratteristiche specifiche. Solo l'intimo giusto dà il risultato desiderato.

Prescrivere farmaci Non esiste un farmaco efficace ideale che possa influire su tutti i legami patologici della malattia. Si raccomanda l'uso di farmaci sistemici - compresse e prodotti locali - gel, balsami, creme e unguenti.

Per normalizzare il tono della parete vascolare, livellare la congestione venosa e migliorare la microcircolazione a livello cellulare, sono prescritti i seguenti venotonici:

  1. Detraleks.
  2. Phlebodia 600.
  3. Gel di Lioton.
  4. Antistax (integratore alimentare).
  5. Venitan.
  6. Venarus.
  7. Troxerutin.

Il dosaggio e il metodo d'uso sono determinati individualmente, così come la durata del corso per la malattia delle gambe varicose. Prendere in modo indipendente è proibito. I rimedi possono portare a effetti collaterali sotto forma di una reazione allergica e malattie dermatologiche che possono essere trattati con difficoltà.

Per la prevenzione e il trattamento della trombosi, migliorare le proprietà reologiche del sangue, i farmaci sono prescritti:

  • Thromboth ACC;
  • aspirina;
  • carillon;
  • Venolayf;
  • Gepatrombin;
  • Eparina pomata, ecc.

Per il sollievo dal dolore e dal grave gonfiore, vengono usati farmaci antinfiammatori di tipo non steroideo. Il diclofenac viene spesso prescritto come crema per uso esterno.

Fisioterapia inoltre prescritta - terapia magnetica, elettroforesi; ginnastica speciale. Puoi usare rimedi popolari - le ricette con le erbe aiutano a ridurre la gravità dei sintomi.

Talvolta è raccomandata l'irudoterapia - trattamento con le sanguisughe.

Metodi di trattamento chirurgico

Quando i metodi conservativi danno pochi risultati, la malattia progredisce, si consiglia la chirurgia. Spesso praticata la scleroterapia. Una sostanza speciale viene iniettata nelle vene, che attacca il vaso colpito insieme. Nel tempo, viene sostituito dal tessuto connettivo.

Ablazione a radiofrequenza In questo intervento chirurgico, la "saldatura" del vaso sanguigno (paziente) viene eseguita per mezzo di una sonda, che emette onde. La sonda riscalda i muri, il che porta alla loro stenosi. Dopo l'intervento, è necessario del tempo per indossare la biancheria intima di compressione.

La scelta di un metodo per aiutare chirurgicamente il paziente dipende da molti criteri. Il medico prende in considerazione lo stadio della malattia, lo stato di salute del paziente, la presenza di malattie croniche che possono essere una controindicazione all'intervento.

Altri tipi di trattamenti chirurgici:

  1. Flebectomia: il medico rimuove le vene e i vasi sanguigni interessati. Attraverso una piccola puntura della pelle, viene inserito uno strumento con un gancio, attraverso il quale la nave viene estratta. Questa tecnica può essere combinata utilizzando la chirurgia e l'uso di un laser.
  2. La coagulazione laser delle vene degli arti inferiori è considerata il trattamento più efficace. La tecnica è minimamente invasiva. Attraverso una piccola puntura sulla pelle, il cablaggio più sottile viene inserito nel vaso, che emette onde della frequenza desiderata. Il riscaldamento è osservato nella zona d'impatto. Le pareti sono saldate, il che consente di livellare il problema.

La spelatura viene eseguita utilizzando una piccola sonda, che viene iniettata attraverso l'incisione e incollare la parte interessata della vena. Cryostripping: l'azoto liquido viene introdotto nel vaso patologico, che porta alla distruzione dell'area, seguita dalla non funzionalità.

prevenzione

Le misure preventive sono importanti. Una prognosi favorevole dipende non solo dalla corretta prescrizione del medico e dal trattamento effettuato, ma anche dal paziente - è lui che deve cambiare il suo stile di vita, seguire rigorosamente le raccomandazioni del flebologo.

Quindi, è necessario indossare costantemente la biancheria intima di compressione o bendare gli arti con una benda elastica. Secondo le recensioni dei pazienti, la prima opzione è più conveniente. Anche dopo l'intervento chirurgico, è richiesta una costante attività fisica, ma senza eccessivo stress sul corpo.

Durante il sonno si raccomanda di dare alle gambe una posizione rialzata. Per questo, gli arti sono posti su un cuscino o una coperta piegata. Se il lavoro è associato a stare in piedi o seduti, quindi ogni 60-80 minuti, è necessario fare un po 'di riscaldamento per accelerare la circolazione del sangue nel corpo.

Le donne sono avvisate di non indossare scarpe con i tacchi alti. L'altezza massima del tallone deve essere di 5 cm. Tutti i pazienti devono scegliere scarpe comode, scartare gli indumenti che premono gli arti.

Le vene varicose nelle gambe sono una malattia grave che richiede un approccio globale al trattamento. Solo un effetto complesso costituito da farmaci, indumenti compressivi, fisioterapia, attività fisica e corretta alimentazione porterà a un risultato positivo ea una remissione stabile.

Le informazioni sulle vene varicose sono descritte nel video in questo articolo.

Come trattare le vene varicose?

Le vene varicose (SVC) sono un termine generale per un gruppo di malattie per le quali sono caratteristici la deformità e un aumento delle dimensioni dei vasi venosi. La lesione può riguardare sia le piccole vene, 2-3 mm di diametro, sia quelle grandi che hanno un diametro di 2-3 cm.

Le vene varicose sono determinate nel 50% delle donne con più di 50 anni, quindi una tale diffusione della malattia spesso richiede non solo la correzione per scopi cosmetici, ma anche un intervento medico urgente.

Per la diagnosi delle vene varicose, viene utilizzato l'ecografia delle vene, che oggi è considerato il metodo diagnostico più preciso e indolore. Di norma, il trattamento della malattia in una fase iniziale di sviluppo consente il trattamento più efficace. Pertanto, è importante conoscere i primi segni delle vene varicose e quando appaiono, consultare immediatamente un medico.

Video: vene varicose degli arti inferiori: sintomi e trattamento

Descrizione delle vene varicose

Le vene varicose iniziano con la comparsa della cosiddetta reticolazione venosa nelle gambe o nelle vene "a ragno". Queste navi hanno una clearance di diversi millimetri di diametro. A causa del fatto che si trovano all'interno della pelle, con l'espansione e aumentare immediatamente diventano evidenti. Possono essere localizzati uno alla volta, ma più spesso i filamenti venosi, che si intrecciano l'uno con l'altro.

L'espansione delle vene reticolari è spesso la fase successiva delle vene varicose dopo i reticoli venosi, sebbene spesso si sviluppino indipendentemente. Appaiono sulla pelle verde, le vene viola. Il più delle volte si verificano sui fianchi e sulle gambe. Lo spessore delle vene reticolari varicose è più grande delle vene "aracnide", ma esse sono più piccole e praticamente non sporgono al di sopra della pelle rispetto alle vene varicose.

Le cause delle vene varicose

Le vene sono i vasi sanguigni attraverso i quali il sangue dalle gambe di solito ritorna verso l'alto, verso il cuore. Anche il flusso sanguigno nel sistema venoso deve sempre spostarsi dalle vene superficiali alle vene più profonde delle gambe. Il sangue solitamente non si muove verso il basso nella direzione opposta o verso l'esterno dal profondo alle vene superficiali, poiché ci sono valvole a senso unico all'interno delle vene. Con il loro aiuto, è impedito il flusso di sangue inverso.

In alcune persone, le valvole venose possono essere influenzate, e quindi il flusso sanguigno cambia non solo in relazione al cuore, ma può anche tornare indietro, specialmente quando si sta in piedi, e poi parlare di reflusso.

Le vene in cui si manifesta il reflusso sono chiamate incompetenti o hanno valvole incompetenti.

Poiché le valvole in alcune vene non funzionano normalmente, la pressione del sangue nelle vene aumenta, e quindi le navi si gonfiano gradualmente, aumentano e vengono chiamate varicose. Questo processo patologico può richiedere molti anni. Le manifestazioni cliniche delle vene varicose sono più spesso associate a costante alta pressione nelle vene.

Le vene varicose tendono a manifestarsi:

  • con l'età;
  • quelli che hanno una predisposizione ereditaria alle vene varicose;
  • con una posizione prolungata sulle gambe o in posizione seduta;
  • durante la gravidanza o dopo il parto;
  • in alcuni casi, dopo un carico prolungato sulle vene profonde.

La rimozione delle vene varicose in tali circostanze è considerata un'azione potenzialmente pericolosa, in quanto eliminerebbe un importante percorso per il flusso di sangue, che dovrebbe fluire dagli arti inferiori fino al cuore.

Sintomi e diagnosi delle vene varicose

I sintomi comuni delle vene varicose includono:

  • aspetto esteticamente sgradevole, espresso dalla dilatazione venosa;
  • gonfiore dell'arto inferiore colpito;
  • pigmentazione della pelle;
  • sensazioni dolorose;
  • eczema.

I sintomi meno comuni sono: ulcerazione, tromboflebite superficiale e sanguinamento.

Telangiectasia o vene varicose reticolari è la manifestazione iniziale più comune della malattia venosa (classificazione CEAP classe 1).

Lo sviluppo delle vene varicose dei muscoli gastrocnemio è solitamente contrassegnato da una condizione prolungata o durante le mestruazioni. Con la progressione della malattia venosa, le vene diventano più tortuose e allungate e i pazienti possono notare il loro aspetto nella parte prossimale dell'arto. Molte donne riferiscono che la loro malattia varicosa si sviluppa rapidamente in termini di dimensioni e numero durante la prima gravidanza (CEAP classe 2).

L'edema è un sintomo precoce della malattia venosa (secondo CEAP classe 3). Di solito occupa l'area del metatarso. È spesso il risultato di fibrosi sottocutanea e infezioni ricorrenti, anche se la causa del suo sviluppo è sia le varici degli arti inferiori che la linfangite.

La sensazione di pressione o dolore agli arti che si verifica dopo una lunga permanenza, così come quando si cammina o si sollevano pesi, è caratteristica della malattia venosa, mentre il dolore derivante dalla patologia arteriosa aumenta con lo sforzo fisico. Con grave insufficienza venosa cronica con ostruzione del deflusso, un sintomo come "zoppia venosa" può essere determinato - il paziente avverte dolore mentre cammina, quindi ha bisogno di fermarsi e aspettare fino a quando non passa e sarà possibile spostarsi ulteriormente (classe 4 secondo CEAP).

I pazienti solitamente avvertono anche dolore e sensibilità mentre le vene varicose si espandono. In presenza di forte reflusso, può essere osservata una grave pigmentazione della pelle (grado 5 dal CEAP).

La lipodermatosclerosi può rompere drasticamente l'integrità della pelle colpita, e una lesione minore può portare alla formazione di ulcere - la fase finale della malattia venosa cronica (classe 6 CEAP).

Durante l'esame obiettivo viene eseguita una valutazione dell'arto inferiore in posizione eretta. Di regola, il medico nota:

  1. Vene del ragno o reticolo venoso.
  2. Telangiectasia (venule intercollegate dilatate fino a 1 mm).
  3. Vene reticolari (vene sottocutanee non palpabili 1-3 mm).
  4. Vene varicose (vasi con un diametro superiore a 3 mm).
  5. Gonfiore dei tessuti.
  6. Pigmentazione della pelle
  7. Ulcere venose.

Ulteriori informazioni possono essere ottenute utilizzando la scansione duplex dei vasi della gamba. Lo studio consente di determinare la permeabilità e la competenza del sistema venoso superficiale e profondo degli arti inferiori. Specifica anche momenti come la posizione e le relazioni del giunto safen-popliteale,
diametro della vena interessata.

Principi di base della terapia delle vene varicose da prescrizione

La necessità di trattamento delle vene varicose si verifica quando i vasi degli arti inferiori sono dilatati; aumento del dolore e disagio generale nelle aree colpite. A volte questa malattia può indicare gravi problemi circolatori, che spesso richiedono l'uso di procedure terapeutiche avanzate, come la scleroterapia, la chirurgia laser o la chirurgia endovascolare.

Prima di utilizzare qualsiasi strategia di trattamento, vengono determinati i sintomi della malattia. In alcuni casi, sono completamente assenti o miti. In altri sono determinati:

  • vene viola scuro:
  • prurito e bruciore al sito di lesione;
  • sanguinamento dalle vene;
  • forte dolore dopo aver seduto o in piedi per lungo tempo.

Le scadenze per la ricerca di un trattamento sono quando sorgono problemi con il processo self-service. Allo stesso tempo, tentativi spesso indipendenti di controllare o eliminare le vene varicose non hanno avuto successo.

Secondo l'esperienza di molte vittime delle vene varicose, il più efficace è il trattamento delle vene varicose degli arti inferiori - nelle prime fasi della malattia.

Domande frequenti

Qual è il trattamento farmacologico delle vene varicose

Con le vene varicose, che si manifestano con sintomi più deboli e meno gravi, i medici raccomandano prima diversi cambiamenti nel modo di vivere, che spesso porta a vene varicose. Prima di tutto dovrebbe essere praticato:

  1. Astinenza da seduti o in piedi da molto tempo.
  2. Evita di incrociare le gambe mentre sei seduto e dovresti sempre alzare le gambe mentre dormi o stai seduto.
  3. L'esercizio deve essere esercitato per garantire la libera circolazione del sangue attraverso il sistema venoso.
  4. Si consiglia a persone in sovrappeso o obese di perdere quei chili in più per ridurre la pressione sui vasi venosi.
  5. È utile indossare abiti larghi; poiché i pantaloni stretti tendono a contribuire alla progressione delle vene varicose.
  6. Si consiglia di indossare scarpe con tacco basso, perché i tacchi alti e le piattaforme contribuiscono alla tensione muscolare, peggiorando così il corso delle vene varicose.
  7. Molti medici raccomandano di indossare calze a compressione, che riducono la probabilità di coaguli di sangue (coaguli) con conseguente gonfiore delle gambe.

I farmaci sono prescritti nei casi in cui metodi di azione più blandi non aiutano. Tuttavia, non affrettarsi a rivolgersi ai farmaci, in quanto possono danneggiare non solo lo stomaco, ma anche il cuore e il fegato. I farmaci comuni prescritti per le vene varicose sono detralex, flebodia, troxevasin e altri.

Può causare effetti collaterali come nausea, vomito, mal di testa, diarrea, anche provocare lo sviluppo di colite.

Questo è uno dei farmaci più comunemente prescritti per tonificare le pareti venose e alleviare il dolore durante le vene varicose. Il trattamento per loro non dovrebbe durare più di sei mesi. Buono per iniziare prima della stagione estiva.

Phlebodia ha lo stesso effetto di detralex. Tuttavia, il farmaco deve essere assunto con cautela quando è soggetto a reazioni allergiche al colorante al cochino.

Antiflegmin è più comunemente usato per trattare le ferite nei ruminanti. Aiuta a eliminare l'infiammazione del cordone ombelicale e contiene canfora e in grandi quantità.

Ci sono molte persone che hanno già usato questo farmaco e sostengono che li ha aiutati a far fronte a ferite di arti, muscoli e tendini, emorroidi e vene varicose.

Negli ultimi anni, sempre più celebrità si sono rivolte all'antifleene. Il fatto è che i farmaci per gli animali sono più concentrati e possono causare un rapido effetto sull'uomo. Ma non dimenticare le misure di sicurezza, perché il danno è molto più facile che curare.

(Alcuni esperti si oppongono all'uso umano della medicina animale, sebbene ci sia qualcuno che lo raccomanda vivamente).

Questo farmaco è disponibile sotto forma di compresse, capsule e unguenti per uso esterno. Quando lo si utilizza, non solo migliora le condizioni delle pareti venose, ma allevia anche l'edema migliorando il flusso linfatico. È anche raccomandato in presenza di diabete.

Inoltre, possono essere usati rimedi omeopatici, che dovrebbero essere prescritti da un omeopata. Farmaci che possono aiutare in questo caso:

  1. Arnica - da dolore e tensione alle gambe e in presenza di una tendenza all'emorragia.
  2. Hamamelis - riduce al minimo il gonfiore e allevia la sensazione di pesantezza.
  3. Esculus (castagna selvatica o cavallo) è usato per le vene varicose, le ulcere varicose e le emorroidi.
  4. Carbo vegetabilis - è prescritto per il trattamento delle ulcere varicose con infiammazioni e contusioni agli arti inferiori.
  5. Il farmaco dell'azienda U-Ways è raccomandato per la pulizia delle navi.
  6. Apis mellifera - è usato per la sensazione di bruciore, che è alleviata dal freddo.

Qual è il trattamento chirurgico delle vene varicose?

Alcuni pazienti hanno bisogno di un trattamento migliore e più cardinale delle vene varicose. Tali tattiche sono spesso associate alla rimozione o al blocco delle vene colpite. Queste sono operazioni aperte e procedure minimamente invasive, che includono:

  • La scleroterapia è una procedura semplice che consiste nel chiudere una vena varicosa iniettando un fluido chimico in un vaso espanso. Sotto l'influenza di una sostanza, si verificano irritazione e blocco finale (occlusione) delle vene. Questo tipo di trattamento chirurgico è più adatto per le vene varicose più piccole e meno pronunciate. La scleroterapia viene eseguita più spesso ogni 4 settimane; Durante questo periodo, le gambe del paziente devono essere avvolte in bende elastiche, che riducono la gravità del processo patologico.
  • Microscleroterapia: basata sul nome, la procedura è mirata al trattamento delle piccole vene varicose. Anche la quantità di fluido chimico iniettato è piccola e la procedura dà gli stessi risultati della scleroterapia.
  • Chirurgia laser: questo metodo di trattamento non include la chirurgia o l'iniezione di sostanze chimiche liquide. Per eliminare le vene varicose nelle lesioni colpite da un raggio laser.
  • Terapia di ablazione endovenosa - con questo metodo di trattamento delle vene varicose, il medico utilizza l'irradiazione laser o le onde radio. A differenza della chirurgia laser, che funziona a spese della luce, durante questa procedura, il calore viene generato, causando l'allargamento e la chiusura delle vene e quindi la completa trasformazione dei filamenti del tessuto connettivo. In questo caso, il medico taglia la pelle intorno alle vene interessate e quindi inserisce un catetere, la cui punta fornisce il calore necessario per il processo di guarigione. Poiché la procedura non è complicata, l'unica area che richiede assistenza postoperatoria è il tessuto interessato.
  • Chirurgia endovascolare - come la terapia ablativa, durante questa procedura, il medico deve tagliare la parte interessata, quindi viene utilizzato uno strumento chirurgico, con il quale viene eseguita l'occlusione venosa. Questo metodo di trattamento è principalmente inteso per la rimozione delle vene varicose gravi che contribuiscono alla formazione di ferite sulla pelle.

Ci sono trattamenti fatti in casa per le vene varicose?

Per le violazioni del sistema venoso, è necessario prestare attenzione alle seguenti raccomandazioni che sono adatte all'uso a casa:

1. Hai bisogno di riscaldarti per almeno un minuto. I ricercatori della Mayo Clinic affermano che anche camminate super-corte riducono la pressione sulle gambe e stimolano la circolazione sanguigna, che aiuta a mantenere la coagulazione del sangue, e piccole vene nella parte inferiore delle gambe e caviglie dalla fragilità. Se, tuttavia, fai regolarmente progressi nel piede, puoi ridurre il rischio di sviluppare una malattia arteriosa periferica, che si verifica sullo sfondo dell'accumulo di depositi di grasso nelle arterie degli arti inferiori.

2. Vale la pena sostituire il sale con aglio in polvere. "L'eccesso di sodio può contribuire a gonfiore delle gambe molto di più, e il gonfiore provoca piccole crepe nelle pareti dei capillari, che si trova nella formazione principale della rete venosa", spiega Valencia Thomas, MD, dermatologo presso il Centro di ricerca sanitaria dell'Università del Texas. Corretto: Sostituendo il sapore del sale nella dieta abituale è possibile l'aglio in polvere, che, secondo le analisi di ricerca, riduce l'infiammazione e aiuta a ridurre il gonfiore del tessuto insieme alla comparsa di dolore alle gambe.

3. Massaggiare i muscoli. Uno studio dell'Università dell'Illinois ha valutato sfregando i piedi con un movimento massaggiante dal basso verso l'alto o con un pennello asciutto. Entrambi i metodi migliorano il flusso sanguigno fino a 72 ore. E la migliore circolazione sanguigna negli arti inferiori, minore è la probabilità che si verifichino vene venose o vene varicose.

4. Calze a compressione. Se le gambe dolorose e sensibili sono spesso disturbate a causa di una prolungata posizione in piedi, può verificarsi un peggioramento dei problemi venosi e un aumento della gravità dei sintomi. In questi casi, aiuta le calze a compressione del ginocchio a buon mercato. Le calze elasticizzate aiutano a spingere delicatamente il sangue dalle vene delle caviglie. C'è anche una distribuzione più uniforme del sangue negli arti inferiori, che impedisce l'aumento delle vene, l'insorgenza di dolore e ulcerazione.

Video: trattamento delle vene varicose a casa

Qual è il trattamento dei rimedi popolari per le vene varicose degli arti inferiori?

Per rafforzare i vasi, comprese le vene, si possono usare vari rimedi erboristici e metodi di esposizione. Alcuni di loro adatti per il trattamento delle vene varicose a casa sono discussi di seguito.

5. Estratto di corteccia di pino. Picogenolo (estratto di corteccia di pino) contiene alti livelli di composti vegetali che inibiscono il drenaggio dei capillari e controllano il processo di infiammazione. Questo a sua volta riduce le vene varicose e il dolore, elimina la sensazione di pressione, affaticamento, gonfiore e scolorimento della pelle. Tali manifestazioni accompagnano molto spesso le vene varicose, secondo uno studio della New York University. Con il consenso medico, 50 mg di un prodotto come Nature's Way Pycnogenol devono essere assunti giornalmente.

6. Estratto di olio di Hypericum. Preparato da 60 grammi di erbe e 100 grammi di olio d'oliva. Per due settimane, infuso e utilizzato per il massaggio ai piedi.

7. Bagno con un decotto di lavanda, menta e ginepro fa miracoli. La stessa combinazione può essere trovata sotto forma di sali da bagno.

8. Ippocastano è un altro rimedio provato e testato per eliminare i problemi spiacevoli. In precedenza, gli antichi guaritori consigliavano questo medicinale per gonfiore e tensione alle gambe. Puoi cucinare la crusca di castagne (vendute nei negozi di cosmetici e usate per il peeling), mescolandole con acqua tiepida e una piccola quantità di aceto di sidro di mele. Unguento preparato viene applicato alle aree problematiche, quindi avvolto in un asciugamano e lasciato per mezz'ora. Il corpo deve essere a riposo.

9. Aceto di sidro di mele, noto come agente di riduzione della temperatura. Può anche alleviare la condizione delle gambe stanche. Effetto istantaneo dare impacchi con asciugamani imbevuti di aceto di mele. Avvolti nelle loro gambe puoi dormire così tutta la notte. Se hai bisogno di eliminare istantaneamente il dolore o il gonfiore, devi mettere i waffle nell'aceto di sidro di mele per alcuni minuti e metterli in frigorifero, quindi attaccarli ai punti colpiti sui tuoi piedi.

10. Olio di magnesio. Il cloruro di magnesio, contenuto nel più popolare olio di magnesio, produce oltre 320 reazioni enzimatiche al contatto con la pelle. Di conseguenza, l'elasticità delle fibre muscolari e delle pareti dei vasi sanguigni è migliorata. Diventano più resistenti alla pressione che il sangue ha sulle vene. Non a caso questo olio utile è usato dagli atleti. È facile da usare e il suo prezzo è accessibile.

11. Foglie di cavolo. Le compresse di cavolo hanno anche un effetto immediato. È meglio imporre le foglie esterne di cavolo in piedi dopo un accurato lavaggio. Il cavolo letteralmente "tira" il dolore dalle gambe, così dopo un tale trattamento, l'ex leggerezza si fa sentire di nuovo.

Esistono ancora opzioni per il trattamento delle vene varicose con perossido di idrogeno e foglie secche di rafano, ma sono meno efficaci e non sempre aiutano, come evidenziato dalle recensioni di utenti già provati.

Video: trattamento delle vene varicose. Il rimedio del penny più semplice per le vene varicose e le vene di trazione nelle gambe

Qual è il trattamento delle ulcere per le vene varicose degli arti inferiori?

I pazienti con ulcere e eczema cutaneo che si presentano sullo sfondo delle vene varicose, sono impegnati in un chirurgo vascolare. Il trattamento delle ulcere a causa delle vene varicose consiste nel controllare la pressione nelle vene delle gambe e influenzare direttamente le ulcere stesse.

  • Controllo della pressione nelle gambe

Il controllo della pressione è estremamente importante per i pazienti con ulcere venose. In particolare, ci vogliono più volte durante il giorno e durante il sonno per alzare le gambe al livello del cuore o più in alto. Tale azione può aiutare a ridurre il gonfiore dei tessuti.

  • Trattamento di ulcere con vene varicose

Gli involucri vengono eseguiti o vengono applicate bende sulla parte interessata della gamba. Sono cambiati mentre il fluido che scorre dall'ulcera è bagnato: a volte più volte al giorno, a volte una volta alla settimana.

Le prime settimane quando si utilizza una fascia di compressione, l'ulcera è solitamente dolorosa. Il medico curante in questi casi prescrive un antidolorifico. Mentre l'ulcera guarisce, il dolore si attenua.

Dopo che l'ulcera è diminuita o è quasi guarita, è possibile utilizzare calze elastiche a compressione. Questo intimo terapeutico è selezionato in base alle dimensioni delle gambe. Di solito è indossato al mattino prima di abbassare le gambe fuori dal letto e indossato durante il giorno.

Con lo sviluppo di ulcere mal curate sullo sfondo delle vene varicose, è necessaria una terapia intensiva e un trattamento delle ferite. Le nuove opzioni di trattamento per le vene varicose sono minimamente invasive, eseguite in anestesia locale e eseguite in sicurezza in centri di chirurgia ambulatoriale. La scelta del trattamento dipende dal gruppo di vene colpite che causano i sintomi. In particolare, può essere utilizzato:

  1. Ablazione endovenosa: questa procedura può essere eseguita a livello ambulatoriale. Il catetere è diretto in una vena grande o piccola safena. Dopo l'anestesia, i farmaci vengono iniettati nella pelle lungo la vena interessata, che deve essere trattata, mentre la nave viene riscaldata con le onde radio o un laser. L'intero processo di riscaldamento o ablazione richiede meno di 10 minuti. Il sangue che è stato utilizzato per raggruppare la vena superficiale trattata viene naturalmente reindirizzato al sistema delle vene profonde. I pazienti sperimentano un aiuto quasi istantaneo. Si consiglia di camminare immediatamente dopo la procedura. Il dolore, che è raramente pronunciato e insopportabile, è ridotto a farmaci antinfiammatori, come l'ibuprofene, se necessario. Durante una visita di follow-up dal medico entro una settimana dopo la procedura, viene controllata la presenza di eventuali coaguli di sangue e, se necessario, vengono prescritti farmaci per controllare la coagulazione del sangue.
  2. Flebectomia ambulatoriale - questa procedura è usata per trattare le vene varicose. Può essere eseguito su base ambulatoriale. Ai pazienti viene chiesto di riposare per qualche minuto in modo che le vene possano riempirsi, e quindi il medico nota le vene che devono essere rimosse. Dopo che le vene sono marcate e il consenso è dato dal paziente, un agente anestetico viene iniettato nella pelle lungo la vena da trattare. Successivamente, vengono effettuate incisioni molto piccole nella pelle e le vene vengono rimosse con un piccolo uncino. Questi tagli sono così piccoli che non sono necessarie cuciture. Dopo l'intervento chirurgico, una benda viene applicata alla gamba e il paziente può camminare immediatamente dopo la procedura. Nella maggior parte dei casi, gli antidolorifici non vengono utilizzati, ma quando il dolore è ancora preoccupante, è sufficiente, di regola, utilizzare un farmaco antinfiammatorio. I pazienti possono tornare al lavoro dopo uno o due giorni, a seconda della gravità della flebectomia eseguita.
  3. Scleroterapia: questa procedura per il trattamento delle vene varicose può essere eseguita su base ambulatoriale. Aghi di piccole dimensioni sono inseriti in piccole vene, più spesso reticolari, contenenti un liquido speciale che sclerosizza o chiude la nave. Questo trattamento non richiede alcuna anestesia o farmaci. Le vene più piccole (conosciute anche come vene varicose) vengono trattate al meglio con questa procedura.

Quanto è utile il trattamento delle sanguisughe per le vene varicose degli arti inferiori?

Leech è stato usato nel trattamento delle vene varicose per molti anni. Si ritiene che quando sono attaccati al corpo di una sanguisuga, dapprima mordono la pelle, ma senza dolore, poiché il morso di una sanguisuga è considerato anestetico. La sanguisuga può essere attaccata alla pelle da 20 minuti a 40 minuti. La saliva della sanguisuga ha anche proprietà anticoagulanti, cioè diluisce il sangue. Il suo ingresso nel corpo aiuta a prevenire la coagulazione del sangue, mentre allo stesso tempo aiuta a dissolvere i coaguli di sangue esistenti. Di conseguenza, il flusso sanguigno migliora e le sostanze nutritive sono distribuite più attivamente in tutto il corpo.

In alcuni casi, per le vene varicose non trattate, il trattamento con le sanguisughe (o irudoterapia) può portare a varie complicazioni, come ulcere trofiche e sanguinamento.

Mentre le sanguisughe succhiano il sangue, la pressione sanguigna, spesso aumentata con le vene varicose della parte inferiore della gamba, diminuisce. A volte il sanguinamento continua diverse ore dopo che la sanguisuga si è separata dal corpo, ma questa non è considerata una complicazione e dopo un po 'la condizione si normalizza.

L'uso di sanguisughe è il trattamento ideale per le vene varicose a casa. Tuttavia, è importante che le sanguisughe vengano rimosse dopo il tempo richiesto, specialmente se non scompaiono da sole. Non temere che la sanguisuga sia diventata molto più grande di prima, a causa del consumo di una certa quantità di sangue. Le sanguisughe sono solitamente attaccate all'area del problema per ottenere una riduzione della pressione sicura e rapida.

Il motivo per cui il metodo ayurvedico utilizza questo metodo per trattare la grave condizione delle vene varicose è che è sicuro. Dopo l'irudoterapia, le vene delle gambe tendono a diventare normali e sono in grado di svolgere la funzione di trasportare il sangue deossigenato. Non ci sono effetti collaterali o complicanze associate all'uso di questa terapia.

Video: Hirudotherapy per le vene varicose Sanguisughe per le vene varicose degli arti inferiori terapia Leech

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Reti vascolari sulle gambe

La rete vascolare sulle gambe è comune, specialmente nelle donne. Il motivo principale per il loro aspetto è considerato sovrappeso. Nelle fasi iniziali, è facile trattare le vene dei ragni sulle gambe.

Candele di bisacodile: istruzioni per l'uso

strutturaIndicazioni per l'usoControindicazioniGravidanza e allattamentoDosaggio e somministrazionePer via rettale. Adulti e bambini sopra i 14 anni, da 10 a 20 mg di bisacodile (1-2 supposte) al giorno; bambini di età compresa tra 8-14 anni - 10 mg (1 supposta al giorno).