Filtro Cava o trappola trombo

Il numero di pazienti affetti da trombosi venosa profonda degli arti inferiori aumenta ogni anno. Grazie ad una vasta gamma di farmaci trombotici e trattamenti chirurgici, è possibile sbarazzarsi della malattia. Tuttavia, se il paziente ha una predisposizione ed è esposto a fattori di rischio, la probabilità che la malattia si ripresenti è alta. Per la prevenzione di una complicanza pericolosa - tromboembolia - viene utilizzato il metodo di ritardare i coaguli di sangue sulla via del cuore - l'installazione di un filtro kava

Il filtro cava della trombosi fu usato per la prima volta 40 anni fa. A quel tempo, il design aveva una serie di difetti, che hanno causato lo sviluppo di complicazioni. Meccanismi moderni per evitare il verificarsi di reazioni avverse e avere una via di somministrazione a basso impatto.

Cos'è il filtro kava

Filtro Cava - un dispositivo che ha la forma di un ombrello, un nido o una clessidra. Il principio dell'impatto è l'installazione di una trappola di coaguli di sangue nella vena cava. Le peculiarità del filtro a cava consentono al sangue di attraversarlo senza impedimenti, mantenendo grumi più grandi di 2-4 millimetri.

I filtri Cava devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • resistenza alla corrosione;
  • dovrebbero essere bravi a catturare il tromboembolismo;
  • non ostruire il flusso di sangue;
  • fissato saldamente;
  • essere facile da installare;
  • non hanno un effetto ferromagnetico;
  • se necessario, l'estrazione è facile da rimuovere;

Le moderne trappole per trombosi sono realizzate in acciaio di alta qualità, la cui membrana è saturata con eparina, titanio o nitinolo. Vengono eseguiti in base alle dimensioni individuali della vena cava di ciascun paziente. I moderni filtri cava sono confezionati in un vettore speciale e trasportati al sito di impianto per mezzo di un conduttore. Lì, il filtro viene rilasciato dal vettore e fissato alla parete vascolare.

Se la dimensione del filtro non corrisponde al diametro della vena cava, la struttura può essere spostata o danneggiata alla parete vascolare.

I filtri Kava, a seconda della destinazione, sono divisi in 2 tipi:

  • Permanente - è impossibile rimuoverli, i filtri hanno punte o antenne nel loro design e sono saldamente fissati al muro.
  • Temporaneo - fissato per un certo periodo di tempo, dopo il riassorbimento di un coagulo di sangue, vengono rimossi. Tali disegni sono associati a un conduttore, che è fissato alla pelle. Il vantaggio di questo metodo di installazione è la possibilità di impianto anche in un vaso sanguigno anatomicamente anormale.


Tra gli svantaggi di impiantare un filtro cava, è possibile evidenziare il rischio di ri-trombosi e l'insorgenza di dolore nella colonna vertebrale, nonché l'alto costo dell'operazione - il costo totale del progetto e la procedura per la sua installazione varia da 25 a 70 mila rubli.

testimonianza

Attualmente, il metodo di scelta nel trattamento della trombosi è l'uso di farmaci - gli anticoagulanti, di regola, svolgono pienamente la loro funzione. L'installazione di un filtro cava nel trattamento della trombosi venosa viene utilizzata principalmente con l'insufficiente efficacia dei farmaci o l'intolleranza individuale ai loro componenti. Pertanto, si distinguono le indicazioni assolute e relative per l'uso di un filtro cava.

  • controindicazioni all'uso di anticoagulanti (emorragia cerebrale, chirurgia, lesioni gravi);
  • l'inefficacia della terapia anticoagulante;
  • sviluppo di sanguinamento nel corso del trattamento con anticoagulanti;
  • ricorrenza di embolia polmonare durante la trombosi venosa profonda degli arti inferiori.
  • trombosi sullo sfondo di insufficienza cardiaca;
  • tenendo la trombolisi;
  • il paziente non tollera gli anticoagulanti;
  • lesioni trombotiche venose profonde in combinazione con estese lesioni traumatiche o paralisi;
  • operazioni ad alto rischio di trombosi;
  • coaguli di sangue galleggianti.

Controindicazioni

  • stenosi della vena cava inferiore;
  • restrizione dell'accesso alla vena cava inferiore.
  • età inferiore a 18 anni;
  • la diffusione della patologia nella ghiandola surrenale;
  • sepsi;
  • disturbo della coagulazione.

Preparazione per la procedura

Prima di eseguire la manipolazione, il paziente deve superare una serie di test di laboratorio, a causa dei quali viene rilevata una compromissione renale e viene valutato il sistema di coagulazione del sangue. L'angiografia consente di determinare lo stato della vena cava inferiore, dei vasi renali e rivela un punto di accesso.

Il paziente deve informare il medico su tutti i farmaci che assume, anche se si basano su ingredienti a base di erbe. Assicurati di informare sulla presenza di reazioni allergiche, in particolare per i fondi per l'anestesia locale e generale, così come le sostanze contenenti iodio (il metodo di contrasto dei raggi X viene utilizzato per controllare la somministrazione del filtro cava).

Le donne dovrebbero riferire circa la gravidanza o anche la sua minima probabilità - l'uso di esami radiografici è escluso durante questo periodo. Se è impossibile fare a meno di un tale metodo di esposizione, verranno prese misure per proteggere il bambino dall'esposizione alle radiazioni.

Dopo le 12 di sera, prima che l'operazione non possa mangiare e bere. L'elenco dei farmaci che possono essere assunti al mattino deve essere concordato con il medico. Prima della procedura, il paziente rimuove tutti gli oggetti metallici da essi - possono causare l'esame a raggi X.

Installa il filtro kava

La procedura viene eseguita in centri specializzati da specialisti qualificati nella sala operatoria radiografica.

  • Prima della procedura, i sedativi vengono iniettati attraverso il catetere endovenoso, hanno un effetto calmante.
  • La pelle viene trattata con un antisettico presso il sito di accesso chirurgico, coperto con un bucato sterile, e quindi viene eseguita l'anestesia locale.
  • La puntura è fatta in una delle grandi vene: femorale, succlavia o giugulare. Introduce un catetere lungo e sottile, il cui diametro è di 2 -3 millimetri. Questa è una manipolazione praticamente indolore che non richiede l'uso di alcun farmaco.
  • Il catetere viene inserito nella vena cava inferiore. Il monitoraggio a raggi X consente di controllare il processo.
  • Dopo aver raggiunto la posizione richiesta, viene rilasciato un filtro cava dal catetere. Grazie a baffi o elasticità speciali, è fissato nel lume del vaso.
  • Il catetere viene rimosso e viene premuto il punto di accesso operativo, dopodiché viene applicata la benda. L'uso di punti non è richiesto, poiché la ferita dopo una puntura viene ripristinata e non lascia tracce.

Scelta dell'accesso: attraverso la femore, la vena succlavia o giugulare viene effettuata sulla base della posizione del trombo e deve tenere conto della possibilità di distruzione del trombo da parte di un catetere con il conseguente rischio di sviluppare embolia polmonare.

Periodo postoperatorio

La procedura dura circa 1 ora, dopo il suo completamento il paziente deve osservare il riposo a letto. Se il filtro è stato introdotto attraverso la vena giugulare, la modalità viene ripristinata in un giorno. Se l'intervento è avvenuto attraverso i vasi femorali, è vietato sollevare oggetti pesanti e salire le scale per 2 giorni.

Dopo la procedura, possono verificarsi nausea e mal di testa, un ematoma si forma sul sito di puntura. Al paziente vengono prescritti farmaci fluidificanti del sangue, antibiotici per la prevenzione delle complicanze batteriche e analgesici se necessario. Dopo aver installato il filtro cava, può verificarsi dolore simile a radicolite: questo è un segno che il coagulo si è staccato e il meccanismo ha interrotto il suo movimento. Una settimana dopo, il disagio si interrompe. Dopo un tale attacco, si raccomanda di eseguire l'ecografia Doppler per valutare la condizione delle vene.

Se si verificano le seguenti condizioni, consultare immediatamente un medico:

  • sensibilità fredda e compromessa agli arti;
  • sanguinamento nell'area di accesso chirurgico che non può essere fermato dalla pressione;
  • gonfiore, arrossamento, febbre nella zona della puntura;
  • aumento della temperatura corporea;
  • dolori al petto;
  • mal di testa persistente e nausea.

Di norma, il filtro cava evita lo sviluppo di un embolo. Tuttavia, in alcuni casi, il design di qualità inadeguata può passare attraverso le masse trombotiche, che attraverso il flusso sanguigno nell'arteria polmonare. Con lo sviluppo di una condizione simile al paziente, solo la chirurgia d'emergenza aiuta.

Rimuovere il filtro cava

Dopo che il disegno ha completato la sua funzione, il chirurgo lo recupera. I filtri cava temporanei devono essere rimossi non più tardi di 2 settimane dopo l'impianto. Di solito, l'estrazione avviene senza il rischio di embolia. La rimozione del filtro avviene attraverso una puntura sulla pelle o con l'aiuto di un conduttore collegato alla pelle nella zona di accesso vascolare, la procedura è simile alla sua introduzione. Dopo che il meccanismo è stato rimosso, la questione dell'ulteriore uso di farmaci che promuovono il diradamento del sangue dovrebbe essere risolta. Se necessario, il disegno può rimanere costantemente nel lume della nave con la somministrazione contemporanea di medicinali.

Complicazioni dopo l'introduzione del filtro cava

L'introduzione di un filtro kava può essere accompagnata dallo sviluppo di reazioni avverse:

  • processo di infezione nell'area di esposizione;
  • sanguinamento;
  • allergico all'introduzione del contrasto o della preparazione anestetica;
  • lesione della nave nella zona di puntura;
  • lesione della vena cava inferiore o degli organi adiacenti;
  • Con l'introduzione di un catetere attraverso la vena giugulare, lo pneumotorace può svilupparsi - l'aria entra nella cavità tra i fogli pleurici.

Il rischio di sviluppare complicazioni è più alto, più lunga è la presenza di un filtro cava nel corpo. Nel tempo, c'è una possibilità:

  • riempire il filtro cava con masse trombotiche che bloccano il flusso sanguigno e provocano lo sviluppo di edema degli arti inferiori;
  • trombosi vascolare renale e periferica;
  • filtrare la migrazione alle arterie dei polmoni o del cuore;
  • distruzione del filtro;
  • formazione di ematoma nello spazio dietro il peritoneo;
  • mal di schiena costante.

In alcuni casi, il rischio di sviluppo delle conseguenze supera i possibili benefici dell'installazione della struttura. Attualmente vengono introdotti sempre più filtri temporanei. Vengono installati per un breve periodo e con lo sviluppo di complicazioni possono essere facilmente rimossi dalla nave. Se il rischio di tromboembolia persiste e le reazioni avverse non vengono osservate, il filtro può essere lasciato in modo permanente.

Che cos'è un filtro kava, a chi e quando è installato, l'efficacia dell'impianto

L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina generale".

Da questo articolo imparerai: cos'è un filtro kava, in base a quali indicazioni è posto nella vena cava inferiore, come prepararsi per la procedura del suo impianto. Il corso dell'installazione e il periodo postoperatorio.

Il filtro Cava (CF abbreviato) si riferisce a un piccolo dispositivo medico metallico che viene impiantato nella vena cava inferiore per intrappolare gli emboli (coaguli di sangue rotti o coaguli di sangue) e impedire loro di entrare nell'arteria polmonare.

I CF sono uno dei metodi principali ed efficaci per prevenire l'embolia polmonare nella trombosi venosa profonda (abbreviata DVT) delle gambe e del bacino. Questa è una rete metallica che agisce secondo il principio di un setaccio - consente al sangue di passare attraverso e mantiene i coaguli di sangue. Ci sono filtri cava di varie forme, ma la maggior parte somigliano a un ombrello.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Ma non tutti i pazienti con TVP necessitano di impianto di FC nella vena cava inferiore. Questa procedura minimamente invasiva ha le sue indicazioni e controindicazioni. È anche importante capire che il filtro non protegge dalla trombosi venosa profonda stessa, ma aiuta a prevenire l'embolia polmonare (PE) pericolosa per la vita.

Di solito, un filtro kava viene installato da cardiochirurghi, radiologi interventisti o chirurghi vascolari.

Tipi di filtro Kava

Esistono molti tipi di CF, che possono essere divisi in due gruppi:

  1. Permanente: dopo l'impianto, i dispositivi rimangono per sempre nel lume della vena cava inferiore.
  2. Rimovibili (temporanei): alcuni secondi dopo l'installazione, questi CF possono essere eliminati.

Indicazioni per l'impianto

L'indicazione principale per l'installazione di un filtro cava è quella di prevenire l'embolia polmonare durante la trombosi venosa profonda. Tuttavia, per il suo impianto è necessaria solo una piccola parte dei pazienti con TVP, la maggior parte dei quali viene trattata con terapia anticoagulante (trattamento volto a ridurre la coagulazione del sangue).

Indicazioni assolute per l'installazione di CF in presenza di TVP o embolia polmonare in combinazione con una delle seguenti condizioni:

  • La presenza di controindicazioni alla terapia anticoagulante, che comprendono ictus emorragico, recenti grandi operazioni, traumi gravi o multipli, emorragia interna attiva, emofilia, gravidanza, tumori cerebrali.
  • Recidiva del tromboembolismo, nonostante la terapia anticoagulante.
  • Complicanze della terapia anticoagulante (sanguinamento).
  • La presenza di un trombo fluttuante nella vena cava inferiore o nel segmento ileo-femorale (questa patologia è associata a un rischio di tromboembolia del 27-60%).
  • Embolia polmonare e violazione della contrattilità cardiaca.
  • Prevenzione del tromboembolismo in pazienti con trauma grave, lesione del midollo spinale o paraplegia (paralisi di due gambe).
  • Prevenzione prima dell'intervento chirurgico in pazienti con TVP (soprattutto prima di interventi chirurgici traumatici alle gambe, interventi gravi sugli organi addominali e interventi neurochirurgici).
  • Scarsa compliance del paziente con le raccomandazioni per la terapia anticoagulante.
  • Protezione durante la trombolisi per il trattamento della TVP.

L'impianto di filtri nella vena cava inferiore viene utilizzato abbastanza spesso, ma è sorprendente la scarsa ricerca scientifica sulla loro sicurezza ed efficacia. Questi studi hanno mostrato una riduzione dell'incidenza di tromboembolia polmonare, ma hanno anche dimostrato un aumento del rischio di trombosi venosa profonda. È interessante notare che l'impianto di un filtro cava non ha migliorato la prognosi e non ha portato ad una diminuzione della mortalità. Pertanto, al momento, la loro installazione nella maggior parte dei casi viene effettuata in presenza di controindicazioni alla terapia anticoagulante o alla sua inefficacia.

Controindicazioni

La controindicazione assoluta all'impianto di CF è la mancanza di accesso alla vena cava inferiore.

Le controindicazioni relative includono le seguenti condizioni:

  1. Coagulazione disturbata.
  2. Trombosi della vena cava inferiore sopra il punto in cui deve essere installato il filtro cava.
  3. Batteriemia o sepsi (infezione del sangue).
  4. Il diametro della vena cava inferiore è inferiore a 15 mm.

Alcune associazioni mediche non raccomandano l'impianto di CF a pazienti sottoposti a terapia anticoagulante o che hanno il drenaggio esterno dei ventricoli del cervello.

Preparazione per la procedura

Prima dell'impianto di CF, il paziente viene sottoposto ad un esame di laboratorio, con l'aiuto del quale viene rilevato un funzionamento anormale dei reni e viene determinata la coagulazione del sangue.

Il paziente deve comunicare ai medici tutti i farmaci assunti e la presenza di eventuali reazioni allergiche, in particolare agli anestetici locali o generali, agenti di contrasto contenenti iodio. Il medico può anche annullare l'operazione prima di assumere aspirina, farmaci anti-infiammatori non steroidei o farmaci per fluidificare il sangue.

Le donne dovrebbero sempre informare il personale medico se c'è anche la minima possibilità che siano incinte. I metodi a raggi X non vengono eseguiti durante la gravidanza, in modo da non esporre il feto alle radiazioni. Se, tuttavia, è necessario l'uso di raggi X, i medici adottano tutte le precauzioni possibili per ridurre al minimo gli effetti delle radiazioni sul bambino.

Dopo la mezzanotte, non puoi mangiare o bere nulla prima della procedura. Il medico ti dirà quali farmaci possono essere assunti la mattina del giorno dell'impianto di KF.

Prima della procedura, il paziente deve rimuovere tutti i gioielli, gli occhiali e altri oggetti metallici che possono influire sull'esame radiologico.

impianto

La procedura per l'installazione di CF è eseguita da chirurghi vascolari, cardiochirurghi o radiologi interventisti in una sala operatoria a raggi x. Tipico corso di funzionamento:

  • Prima della procedura, viene inserito un catetere endovenoso nel braccio attraverso il quale verranno iniettati i sedativi. Queste medicine ti renderanno calmo e sonnolento.
  • Al posto dell'accesso vascolare (inguine o collo), il medico tratta la pelle con un antisettico, copre con un lino sterile ed esegue l'anestesia locale.
  • Una grande vena viene perforata (con un ago femorale o interno giugulare), attraverso la quale viene inserito un catetere lungo e sottile.
  • Sotto il controllo dell'esame radiografico continuo (fluoroscopia), il medico inserisce un catetere nella vena cava inferiore. Il contrasto può essere introdotto per chiarire la sua posizione.
  • Dopo aver confermato la posizione del catetere nel posto giusto, il medico rilascia un filtro cava da esso. Questo dispositivo si espande e si attacca alle pareti della vena cava inferiore.
  • Il catetere viene rimosso, il sito di accesso vascolare viene premuto per alcuni minuti, dopo di che viene posto su di esso una medicazione sterile.

Di solito la durata dell'intera procedura è inferiore a 1 ora. Dopo la sua conclusione, il paziente viene trasferito al reparto.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Periodo postoperatorio

Dopo la procedura, il paziente può essere assonnato. In questo momento, un monitoraggio approfondito della sua condizione. Se necessario, viene somministrato il farmaco antidolorifico. Il paziente può manifestare nausea o mal di testa, che scompaiono da soli. Un piccolo ematoma può comparire sul sito di inserimento del catetere.

Se la CF è stata iniettata attraverso la vena giugulare interna del collo, una persona può ripristinare il normale livello di attività in un giorno. Se l'operazione è stata eseguita attraverso l'arteria femorale, è impossibile sollevare pesi e camminare al piano superiore per 48 ore.

È necessario seguire attentamente tutte le istruzioni del medico, che possono includere raccomandazioni sull'uso dei farmaci, sull'attività fisica e sulla cura della ferita. I farmaci che fluidificano il sangue possono anche essere prescritti per aiutare a prevenire i coaguli di sangue.

A volte i pazienti necessitano di ulteriori test di imaging per garantire che il filtro sia nella posizione corretta. Se al paziente viene somministrata una FC temporanea, potrebbe aver bisogno di una procedura simile in futuro per la sua rimozione, che viene eseguita dopo aver ridotto il rischio di trombosi venosa profonda.

Chiamare immediatamente il medico se si verificano i seguenti sintomi:

  • Freddo o intorpidimento in uno degli arti.
  • Sanguinamento nel sito di accesso vascolare, che non si ferma con la pressione su questa area.
  • Gonfiore, arrossamento, febbre e dolore nel sito di accesso vascolare.
  • Aumento della temperatura corporea.
  • Dolore al petto
  • Mal di testa o nausea che non vanno via.

Possibili complicazioni

Qualsiasi, anche la più sicura, procedura medica può avere i suoi rischi. Complicazioni di impianto di CF includono:

Filtro Cava - trappola per coaguli di sangue

Ingorgo pericoloso

Quando si verifica un ingorgo sulla strada, è sgradevole: i motori si surriscaldano, le macchine rimangono immobili e le persone che vi siedono, senza saperlo, si mettono in pericolo. Da immobilità prolungata nelle loro navi possono anche formare "ingorghi" - coaguli di sangue.

La stragrande maggioranza delle persone è sicura che se si forma un coagulo di sangue nel corpo, prima o poi deve "raggiungere il cuore e bloccarlo". Cosa succede veramente? Infatti, un coagulo di sangue formato nelle vene può raggiungere una grande nave chiamata arteria polmonare. Se un coagulo di sangue è grande, allora il blocco causato da esso sanguina all'istante la maggior parte dei polmoni, il sangue smette di essere arricchito con l'ossigeno, tutti gli organi iniziano a soffrire di fame di ossigeno e il cuore può semplicemente fermarsi. La trombosi dei vasi cardiaci è la causa di un infarto miocardico acuto, ma questa è un'altra malattia. In questo articolo toccheremo solo i problemi della trombosi venosa e la sua complicanza più grave: embolia polmonare o embolia polmonare.

Sangue per proteggere il corpo

I nostri organi e tessuti sono arricchiti con sostanze nutritive, espellono le tossine, ricevono segnali e trasmettono comandi per gestire le funzioni vitali attraverso il sangue. Il sangue fornisce immunità e protezione del corpo non solo da infezioni, ma anche dall'insorgenza di tumori, tessuti estranei. Questo è lontano da un elenco esauriente delle funzioni che il sangue esegue.

Da un punto di vista chimico, il sangue è una soluzione e una sospensione costituita da acqua e una varietà di sostanze e cellule solubili e insolubili in acqua. Ma il sangue è anche un tessuto vivente, e con proprietà uniche. Può cambiare la viscosità, la fluidità, il gas e la composizione cellulare, a seconda della situazione.

Una delle funzioni più importanti del sangue è la sua capacità di coagulare, l'abilità, se necessario, di formare rapidamente coaguli, chiamati coaguli di sangue. D'altra parte, dopo un certo tempo, gli enzimi del sangue possono sciogliere i coaguli.

La funzione principale del sistema di coagulazione del sangue è protettiva. Ti permette di non perdere una quantità significativa di questo fluido unico per ferite e ferite. Un tappo trombotico aiuta a prevenire gravi complicazioni da sanguinamento. Ma, sfortunatamente, con alcune patologie congenite o, più spesso, acquisite, la formazione di trombi nel corpo diventa ridondante e, di regola, in un luogo non necessario e in un tempo non necessario.

Il grumo si è appostato contro il muro

In condizioni normali, i coaguli di sangue all'interno dei vasi non si formano. Tuttavia, se la parete vascolare è danneggiata o infiammata, il sangue viene coagulato o i vasi sanguigni sono rallentati, i coaguli di sangue possono formarsi sulla parete del vaso (coagulo di parete) o addirittura bloccare completamente la nave. Un trombo "fresco" rallenta ancora di più il flusso sanguigno, contribuendo alla crescita di un coagulo in rapido aumento, ricoperto da una "coda" mobile e mobile. Se una parte di un coagulo di sangue o tutto si stacca, allora diventa un pericoloso "proiettile" trasportato dal flusso sanguigno attraverso il corpo umano.

Dove galleggia un coagulo di sangue?

Thrombi, per una serie di ragioni, si sviluppa più spesso nelle vene profonde della gamba, della coscia o della piccola pelvi. Ciò contribuisce a uno stile di vita sedentario, una lunga permanenza in una posizione seduta o sdraiata forzata (ad esempio, dopo voli transatlantici, nel trattamento di fratture e lesioni), sovrappeso, diabete, processi infiammatori e malattie oncologiche possono anche essere responsabili della formazione di coaguli di sangue. Un trombo allentato, che si stacca, diventa un embolo, "galleggia" lungo la vena cava inferiore ed entra nei polmoni, causando in tal modo embolia polmonare.

L'embolia polmonare è la complicanza più pericolosa e spesso mortale della trombosi venosa profonda (TVP). Se si sospetta una trombosi venosa profonda, viene eseguita una scansione vascolare ad ultrasuoni, il metodo di indagine più accessibile e più informativo. Sulla base dei risultati dello studio, il medico sceglie la strategia di trattamento corretta.

Ma oltre alle vene profonde, un trombo può anche formarsi nella superficie (visibile con l'occhio), migrare dalle vene superficiali al sistema profondo e diventare una fonte di embolia. Questo è quello che succede con la tromboflebite - un'infiammazione acuta delle vene superficiali. La vena superficiale può essere legata, isolandola dal flusso sanguigno e impedendo la migrazione di un coagulo di sangue. Ma se la trombosi si è verificata in vene profonde sufficientemente grandi, allora l'approccio alla prevenzione dell'EC era un po 'diverso. Le sostanze medicinali che rallentano la coagulazione del sangue vengono in aiuto - i cosiddetti anticoagulanti. Ma a volte, nonostante l'uso di questi farmaci, la malattia progredisce, un trombo cresce, diventando una minaccia. Poi i chirurghi entrano in scena.

Il trombo cadrà nella trappola!

Per abitudine, molti di noi percepiscono negativamente qualsiasi operazione, dimenticando che salva una persona quando tutti gli altri metodi sono impotenti. Oggi i medici hanno imparato a "catturare" i coaguli di sangue distaccati nella vena cava inferiore.

Un po 'di storia. Già nel 19 ° secolo, i chirurghi suggerirono un metodo per la prevenzione dell'embolia polmonare - la legatura della vena cava inferiore. Sebbene questa sia un'efficace prevenzione del tromboembolismo, tuttavia, questo approccio ha causato così tante complicazioni che è stato necessario abbandonarlo. Inoltre, a metà del XX secolo, un dispositivo speciale, chiamato filtro kava, fu inventato e introdotto in pratica (la vena è kava, in latino, ed è una vena cava). Esistono diversi modelli di filtri cava, ma il più delle volte sono i più sottili telai metallici di varie forme, che vengono installati sotto controllo a raggi X nella vena cava attraverso una puntura nella pelle, 3-4 mm di diametro. Il filtro Cava non interferisce con il passaggio del sangue, ma ritarda i grandi emboli, prevenendo l'embolia polmonare pericolosa per la vita.

Filtro - per la vita o temporaneamente?

Tutto andrebbe bene se i filtri cava non si rompessero, non fossero intasati da emboli e non causassero una complicanza piuttosto rara, ma fatale - un'embolia polmonare dal filtro staccato stesso.

Nella maggior parte dei casi, l'installazione a vita del filtro cava è facoltativa, in quanto i farmaci moderni possono sciogliere un trombo o impedire la formazione di nuovi emboli. Un filtro cava è necessario fino a quando vi è la minaccia di un coagulo di sangue che si stacca. Non appena questa minaccia passa, il filtro diventa una potenziale fonte di complicazioni. A questo proposito, è nata l'idea di creare un filtro cava temporaneo o, in senso più ampio, un filtro venoso temporaneo, poiché può essere installato non solo nella vena cava, ma anche nelle vene pelviche e in altre vene. Se c'è una necessità di lasciare il filtro durante parecchie settimane, allora, di regola, è messo nella vena cava, e poi tolto con dispositivi speciali. Questa procedura richiede una notevole esperienza del medico operativo e del tempo, viene eseguita in centri medici specializzati e viene eseguita attraverso una puntura. Questa operazione "esangue" non richiede anestesia generale e viene eseguita sotto controllo radiografico. I filtri temporanei di questo tipo, se necessario, possono essere lasciati come impianti permanenti.

Il Dipartimento di Chirurgia Cardiovascolare del CELT ha acquisito una vasta esperienza nella prevenzione e nel trattamento della trombosi venosa, del tromboembolismo polmonare e della tromboflebite. Nel reparto vengono attivamente utilizzati filtri venosi temporanei, un filtro temporaneo Kava è stato sviluppato e utilizzato in condizioni sperimentali. La principale caratteristica distintiva di questo filtro cava è che rimuovere un filtro non è più difficile che installarlo.

Non fumare, non ingrassare... e spostarti di più!

Quindi, la lotta contro il tromboembolismo mortale delle arterie polmonari è una lotta principalmente con la trombosi venosa acuta. Certo, è molto più efficace prevenire la trombosi che curarla. Se la trombosi venosa si è già sviluppata, i medici indirizzano tutti gli sforzi principalmente per prevenire l'embolia polmonare. La medicina moderna ha una vasta gamma di strumenti per la diagnosi e il trattamento della trombosi venosa acuta e del tromboembolismo polmonare. Tuttavia, va ricordato che il modo ottimale per combattere questa complicanza più pericolosa è la prevenzione, effettuata nella comunità di un medico e di un paziente. La lotta contro il sovrappeso, con farmaci ormonali incontrollati, fumo, inattività fisica, attuazione cosciente e attiva delle raccomandazioni mediche ridurrà significativamente la frequenza delle complicazioni causate da questa malattia.

Efficace protezione contro i coaguli di sangue - filtro cava

Per la cattura di coaguli di sangue che si muovono nel cuore e possono bloccare il lume delle arterie, installare un filtro cava. È così chiamato a causa del luogo di impianto - la vena inferiore (latino - cava) vena. Questo dispositivo è una sorta di ombrello che cattura i coaguli di sangue di circa 3 mm. L'indicazione principale è la minaccia del tromboembolismo polmonare. In caso di una lunga permanenza nel letto vascolare, sono possibili complicanze, pertanto, dovrebbe essere rimosso.

Leggi in questo articolo.

Che cos'è un appuntamento fisso

Strutturalmente, il filtro è rappresentato da un filo metallico ricurvo e assomiglia a un nido di uccelli, aghi per ombrello, petali di fiori. Le principali caratteristiche degli impianti di qualità:

  • resistenza alla distruzione,
  • fissazione stretta
  • non dovrebbe impedire il flusso sanguigno
  • ritardo di grossi coaguli di sangue,
  • semplice installazione e rimozione se necessario.

Per fare questo, usa acciaio, titanio o una lega con nichel, copri parti di filtri cava con una membrana che è satura di eparina.

Dopo che ha raggiunto il posto giusto, la costruzione viene rivelata e fissata indipendentemente dall'elasticità o dalle antenne. Tali filtri sono saldamente collegati al muro venoso, sono messi su base permanente. Per la rimozione, è necessaria un'operazione complicata. Se è prevista un'opzione temporanea, il filtro cava viene fornito con una guida fissata sotto la pelle del paziente. Con questo thread, il dispositivo viene rimosso dopo l'uso.

Raccomandiamo di leggere l'articolo sul blocco dei vasi sanguigni nelle gambe. Da esso apprenderete le cause della patologia e dei suoi sintomi, i metodi di diagnosi e trattamento utilizzati.

E qui di più sulla prevenzione della tromboflebite.

Perché installare i filtri cava

Una delle patologie più gravi associate al blocco dei vasi sanguigni, è l'embolia polmonare (embolia polmonare), non è molto indietro nella struttura delle cause di morte per ictus e infarto. Nella stragrande maggioranza dei casi, le vene profonde della gamba e delle cosce sono il sito di coaguli di sangue. K

la loro formazione si traduce in malattia varicosa, immobilità prolungata, aumento dell'attività coagulativa del sangue.

Un coagulo di sangue si allontana dalle pareti del vaso attraverso la vena cava verso il ventricolo destro. Con il flusso di sangue, viene rilasciato nel tronco polmonare. Con il blocco completo o massiccio delle arterie, è possibile la morte improvvisa per shock cardiogeno.

Indicazioni per l'impianto

Il cardiologo può indirizzare il paziente al reparto di chirurgia vascolare per iniettare il filtro nella vena cava inferiore nelle seguenti condizioni:

  • episodi posticipati di ostruzione delle arterie polmonari;
  • trombosi delle vene profonde degli arti, in particolare in presenza di fibrillazione atriale, angina pectoris, scompenso circolatorio;
  • lesioni estese, la necessità di gravi operazioni addominali in pazienti ad alto rischio di coaguli di sangue;
  • chirurgia cardiaca - protesi valvolari, stenting dell'arteria coronaria;
  • l'incapacità di condurre un trattamento anticoagulante a lungo termine (controindicazioni, intolleranza, bassa efficienza, complicanze);
  • trovato durante l'esame del trombo fluttuante - debolmente attaccato, fluttuante nel lume della vena, facilmente staccabile.
Lo stent coronarico è una delle indicazioni per l'installazione di un filtro cava.

Controindicazioni per trombosi

Con lo sviluppo dei metodi di trattamento endovascolare della tecnologia, l'introduzione di un filtro cava è stata percepita come un modo di routine per prevenire l'EP.

Allo stesso tempo per l'impianto possono essere identificate controindicazioni:

  • patologia della vena cava inferiore - restringimento eccessivo, incapacità di passare un catetere attraverso tessuti e vasi vicini, blocco al di sopra del segmento renale;
  • sepsi;
  • tumori maligni;
  • malattie del sangue.

A questo proposito, prima che il paziente venga inviato all'introduzione del filtro kava, viene effettuato uno studio angiografico completo per determinare la permeabilità vascolare e la selezione del diametro desiderato del dispositivo, nonché test clinici generali, ultrasuoni, ECG.

Quando scegli il temporaneo e quando è permanente

Inizialmente, si presumeva che i filtri installati fossero sempre nel sangue e che la loro rimozione fosse effettuata solo con lo sviluppo di gravi complicazioni. Dopo che i modelli rimovibili sono stati sviluppati, i chirurghi preferiscono usarli più spesso.

Tale dispositivo può essere erogato per 2-3 mesi, cioè per un po ', mentre aumenta il rischio di coaguli di sangue (ad esempio, interventi estesi, traumi, valvole cardiache protesiche). Dopo che è stato raggiunto il diradamento del sangue o sono comparse malattie concomitanti che richiedono l'estrazione del filtro, possono essere rimosse prontamente dalla vena.

Se il periodo dopo l'impianto passa senza complicazioni e il rischio aumentato di coaguli di sangue nella rete venosa profonda delle gambe non scompare, allora il filtro è accettabile per partire.

Metodo di impianto cava filtro

La procedura di iniezione viene eseguita utilizzando la tecnica intravascolare delle operazioni. Il conduttore su cui è collegato il dispositivo entra per la prima volta nella vena femorale, quindi sotto il controllo a raggi entra nel sito di installazione selezionato. Nel processo di manipolazione, la pressione sanguigna, l'attività contrattile del cuore è controllata. Non appena il filtro cava è passato nella zona desiderata, viene aperto e il catetere conduttivo viene rimosso.

Gli antibiotici e la somministrazione di eparina sono prescritti per 3-5 giorni, il paziente è in regola con un regime benigno. Prima della dimissione, viene eseguito un esame a ultrasuoni o radiografie per garantire che il filtro sia fissato saldamente sulla parete venosa e non si muova verso il cuore.

Guarda il video sull'impianto di un filtro cava temporaneo:

Possibili complicazioni

Nei grandi centri clinici, è stata acquisita molta esperienza nello svolgimento di tali operazioni, pertanto l'installazione di un filtro in una nave non causa alcuna complicazione. Rari effetti precoci includono:

  • posizione impropria - si sovrappone a una vena o non è attaccato alla sua parete;
  • sanguinamento a causa di un danno alla nave;
  • infezione.

La presenza prolungata nel sistema venoso di un corpo estraneo nel tempo può provocare i seguenti stati:

  • ostruzione della vena cava inferiore, della vena renale e periferica;
  • tromboembolia vascolare polmonare;
  • perforazione del muro venoso;
  • lo spostamento del filtro nella cavità del cuore;
  • distruzione della struttura e distacco di piccole parti - embolia vascolare;
  • formazione di ematoma, focolai di infezione cronica.

Rimozione del dispositivo

Se il filtro kava è stato inizialmente installato come temporaneo, allora la sua rimozione viene effettuata con l'aiuto di un pull-up per il conduttore indurito sotto la pelle.

Se è necessario rimuovere un dispositivo permanente, un catetere viene posto attraverso la vena femorale e ha un gancio all'estremità. Sono presi da un filtro, e poi una cannula viene tirata su di esso per chiudere le sue parti. Dopodiché, una volta piegato, rimosso dalla vena. Tutte queste azioni vengono eseguite in anestesia endovenosa e controllo visivo mediante ultrasuoni o radiografia.

Dispositivo di estrazione del filtro Cava

Domande frequenti dai pazienti

Poiché la procedura per molti è incomprensibile e terrificante, non si può fare a meno di domande. I più frequenti sono:

  • Cosa succede ai coaguli di sangue catturati in un filtro a cava?

Il trombo che ha catturato il filtro viene premuto contro il flusso sanguigno nella parete venosa, aderisce ad esso, quindi viene sostituito da fibre del tessuto connettivo e compattato.

  • Si verifica una trombosi venosa in cui viene inserito un filtro?

Il blocco completo della vena è estremamente raro. Questo può accadere quando si intrappola un grosso mazzo o molti piccoli. Manifestazioni di questa complicanza - gonfiore alle gambe, all'inguine, al dolore nell'addome e nella parte bassa della schiena. Gli anticoagulanti possono essere utilizzati per il trattamento, con inefficacia, la sostituzione del filtro è prescritta.

  • Devo prendere fluidificanti del sangue o basta un filtro?

Il filtro kava installato non può influenzare la coagulazione del sangue, pertanto, dopo il suo impianto, è necessaria una terapia anticoagulante per prevenire la formazione di coaguli di sangue nei vasi. Poiché questo dispositivo si trova nella vena cava inferiore, non può proteggere contro la trombosi dei segmenti sottostanti della rete venosa.

Raccomandiamo di leggere un articolo sulla trombosi venosa profonda. Da esso apprenderete la malattia e i fattori che contribuiscono al loro sviluppo, i sintomi della patologia, i metodi di diagnosi e di cura.

E qui di più sulla differenza tra trombosi e tromboflebiti.

Il filtro cava è progettato per catturare i coaguli di sangue che si muovono dagli arti inferiori al cuore attraverso i vasi venosi. Indizi per la sua introduzione - la minaccia di embolia polmonare. La procedura viene eseguita con il metodo endovascolare, una cornice metallica viene inserita attraverso il catetere nella vena cava inferiore, che si apre, quindi viene fissata nel lume.

È possibile utilizzare filtri temporanei e permanenti. La presenza a lungo termine di questi nella rete vascolare è accompagnata da conseguenze indesiderate, pertanto, nel tempo, i filtri cava vengono rimossi.

Per la cattura di coaguli di sangue che si muovono nel cuore e possono bloccare il lume delle arterie, installare un filtro cava. È così chiamato a causa del luogo di impianto - la vena inferiore (latino - cava) vena. Questo dispositivo è una sorta di ombrello che cattura i coaguli di sangue di circa 3 mm. L'indicazione principale è la minaccia del tromboembolismo polmonare. Nel caso di un lungo soggiorno in [. ]

Il trombo galleggiante estremamente pericoloso differisce nel fatto che non confina con il muro, ma fluttua liberamente attraverso le vene della vena cava inferiore, nel cuore. La ricanalizzazione può essere utilizzata per il trattamento.

Il blocco dei vasi sanguigni nelle gambe si verifica a causa della formazione di un coagulo o trombo. Il trattamento sarà prescritto a seconda di dove il lume si restringe.

Preferibilmente, la trombosi ileofemorale può verificarsi a causa di un'esposizione prolungata in una posizione. Sintomi: cianosi, vene dilatate, intorpidimento delle gambe, ecc. La diagnosi è basata sugli ultrasuoni, CT. Il trattamento della trombosi venosa acuta inizia con l'installazione di filtri cava e agenti di diradamento.

Spesso, la trombosi venosa profonda porta una seria minaccia alla vita. La trombosi acuta richiede un trattamento immediato. I sintomi sugli arti inferiori, in particolare sulle gambe, non possono essere diagnosticati immediatamente. Anche un'operazione non è sempre richiesta.

Vi è una trombosi post-traumatica in assenza di un trattamento adeguato. La forma acuta della lesione dei vasi profondi degli arti inferiori è pericolosa dalla separazione di un coagulo di sangue. Quanto prima viene rilevato un coagulo, maggiori sono le probabilità di successo nel trattamento.

Un cateterismo della vena viene eseguito se necessario, la somministrazione regolare o rapida del farmaco. Una vena centrale, giugulare, succlavia, periferica, ombelicale può essere selezionata. La tecnica di portare avanti Seldinger è semplice, ma ci possono essere complicazioni, anche nei bambini.

La sindrome ERW o superiore della vena cava si verifica a causa della compressione dovuta a fattori esterni. I sintomi sono le vene varicose nella parte superiore del tronco, cianosi del viso. Il trattamento consiste nella rimozione del complesso dei sintomi e nel trattamento della malattia di base.

La risonanza magnetica del cuore viene eseguita in base ai parametri. E anche i bambini vengono esaminati, le indicazioni per cui sono difetti cardiaci, valvole, vasi coronarici. La risonanza magnetica con contrasto mostrerà la capacità del miocardio di accumulare fluido, rivelerà tumori.

Quando si installa un filtro cava è necessario - indicazioni e complicanze

Un coagulo di sangue è un coagulo di sangue stretto che si forma dalle cellule del sangue che sono tenute insieme da fili di fibrina. Di solito si formano coaguli di sangue nei vasi o nel cuore.

Le piastrine costituite da piastrine si formano nelle arterie durante un flusso sanguigno accelerato. I coaguli di sangue delle vene sono formati da un lento flusso di sangue.

All'interno del cuore si formano coaguli di sangue in difetti cardiaci e endocardite, in grandi arterie si formano coaguli di sangue nell'aterosclerosi e nelle vene in tromboflebite. Il trombo si dissolve con esito favorevole.

Se l'esito è sfavorevole, un trombo porta ad un embolo o può subire una fusione purulenta.

L'embolia polmonare è una patologia cardiovascolare acuta causata da un blocco improvviso dell'embolo sotto forma di coagulo polmonare. Spesso, i coaguli di sangue compaiono nella parte destra del cuore o nei vasi venosi e causano un disturbo nell'afflusso di sangue al tessuto polmonare.

Allo stesso tempo, l'embolia polmonare ha un alto tasso di mortalità, le sue cause sono nella diagnosi prematura e nel trattamento inadeguato.

Metodi di trattamento dell'embolia polmonare

Nel periodo acuto di embolia polmonare è importante la conservazione della vita del paziente, nel trattamento a lungo termine si basa sulla prevenzione di possibili complicanze e la prevenzione di casi ricorrenti di embolia polmonare.

Le principali direzioni nel trattamento dell'embolia polmonare:

  • correzione di disturbi emodinamici;
  • il processo di rimozione delle masse trombotiche;
  • ripristino del flusso sanguigno polmonare;
  • prevenzione di recidiva di tromboembolia.

Quando si diagnostica l'embolia polmonare dei rami segmentali, accompagnata da piccoli disturbi emodinamici, sarà sufficiente la terapia anticoagulante.

Gli anticoagulanti possono fermare la progressione della trombosi esistente.

In ospedale si raccomanda l'uso di eparine a basso peso molecolare, prive di complicanze emorragiche, con elevata biodisponibilità, che non influenzano il funzionamento delle piastrine e facilmente dosabili durante l'uso.

Installare un filtro cava come metodo per il trattamento dell'embolia polmonare

Il filtro cava è un dispositivo medico impiantato nel lume della vena cava inferiore per catturare i coaguli di sangue trasportati dal flusso sanguigno. Un dispositivo come un filtro Cava sta sanguinando, ma crea un ostacolo per i coaguli di sangue.

Spesso i coaguli di sangue compaiono nelle vene delle gambe. Quando il flusso sanguigno viene rallentato, sorge un prerequisito per un coagulo di sangue. Se un coagulo di sangue si stacca dalla parete venosa, si riversa con il sangue sul lato destro del cuore.

E da lì entra nell'arteria polmonare, che causa il tromboembolismo - una complicanza molto pericolosa, che può anche essere fatale.

Pertanto, per la prevenzione dell'embolia polmonare, è necessario l'impianto di un filtro cava.

Questo metodo ha il vantaggio di evitare le complicazioni associate al permanere di un filtro cava su base continuativa.

Va notato che il filtro cava non influisce sul rischio di coaguli di sangue, poiché non influisce sulla causa dei coaguli di sangue. Aiuta solo a prevenire l'embolia polmonare con un coagulo di sangue che si è staccato.

Solitamente il filtro kava viene utilizzato quando altri metodi di trattamento non sono più efficaci.

Il filtro cava stesso è un dispositivo metallico che sembra un ombrello, un tulipano o un nido di uccello. Il filtro cava viene installato endovascolarmente, attraverso una vena, senza eseguire alcuna operazione.

Farmaci indispensabili in anticoagulanti di medicina di azione diretta e indiretta - quali farmaci dovrebbero essere scelti?

Indicazioni e controindicazioni per l'installazione del dispositivo

Indicazioni per l'installazione del filtro cava:

  • trombosi venosa profonda con trombi fluttuanti degli arti inferiori (richiede un filtro cava su base continuativa);
  • trombosi venosa profonda nell'insufficienza cardiaca, malattia coronarica, in pazienti oncologici;
  • episodi di embolia polmonare in passato, così come in presenza di trombosi venosa degli arti inferiori attualmente (filtro a cava costante);
  • intervento chirurgico alle vene, interventi laparoscopici per trombosi venosa pelvica (il filtro cava viene inserito temporaneamente nella vena durante l'operazione, così come il tempo postoperatorio).

Alcuni filtri cava sono collocati per la vita a Vienna. I filtri temporali di cava vengono impiantati in media fino a 6 mesi e, dopo l'eliminazione dei problemi che possono aumentare il rischio di embolia polmonare, vengono rimossi.

L'installazione dei filtri è controindicata se disponibile:

  • rischio di embolia settica;
  • malattie infettive incontrollate;
  • diametro della vena cava inferiore superiore a 30 mm;
  • la presenza di controindicazioni all'intervento sotto controllo fluoroscopico;
  • ipersensibilità ai componenti.

Cos'è il filtro kava

Nella foto un filtro cava temporaneo

Il filtro Kava è una griglia high-tech, che si trova sul telaio di una struttura complessa. È installato nel lume della vena inferiore.

Installato in questo modo, il filtro cava mantiene particelle di dimensioni superiori a 2-4 mm. Questo porta al passaggio libero di globuli rossi e altre cellule attraverso il filtro, la ritenzione di grossi coaguli di sangue.

Come risultato del lavoro del sistema anticoagulante del corpo, vengono presi i farmaci anticoagulanti, la dissoluzione dei coaguli di sangue bloccati inizia proprio sul filtro cava.

Con una corretta installazione del filtro, non è necessario intervenire nuovamente.

Il filtro Cava è un elemento alieno nel corpo, ma i design moderni di questi filtri sono tali che il processo di coaguli di sangue sul filtro viene osservato raramente.

Installazione del dispositivo

L'installazione di un filtro cava è una procedura semplice. Grazie ad attrezzature ad alta tecnologia, l'impianto impiega circa sessanta minuti.

I metodi per la somministrazione di un filtro cava sono diversi, a seconda delle caratteristiche fisiologiche dell'organismo e anche dello stato di salute del paziente.

Accesso all'installazione Il filtro kava è selezionato nell'area della coscia. Tutto ciò avviene sotto la supervisione di radiologi, che inizialmente determinano la possibile posizione del trombo.

Prima della procedura di installazione, il paziente viene anestetizzato. Di norma, viene utilizzata solo l'anestesia superficiale. Questo allevia il paziente dal dolore al momento dell'impianto e altre sensazioni spiacevoli.

Uno speciale dispositivo conduttivo consente di trasportare il filtro cava nella posizione di installazione desiderata. Quando il filtro kava raggiunge quest'area, si apre da solo e viene portato allo stato di lavoro.

Quindi il dispositivo conduttivo viene rimosso, dopo tale procedura, non sono necessarie suture e altre procedure per il processo di riparazione della pelle.

Il filtro Cava, che colpisce la cavità di un vaso sanguigno, è attaccato alla sua parete, questo contribuisce alla temperatura del corpo umano. Ci sono etichette speciali sui filtri cava, che sono anelli d'oro e consentono di vedere bene la struttura su una macchina a raggi X.

Il processo di installazione dei filtri kava è possibile anche in caso di inclinazione, così come di navi fortemente guizzanti. Il loro movimento attraverso le navi è controllato con l'aiuto di speciali boccoli che creano un bagliore contrastante.

Alla fine della procedura, è necessaria una radiografia aggiuntiva per monitorare la corretta installazione del filtro cava.

Possibili complicazioni durante e dopo l'installazione

L'introduzione di un filtro kava può portare allo sviluppo di varie complicanze infettive e al danneggiamento della nave.

Raramente il filtro si stacca dal sito del suo impianto ed entra nel cuore o nei vasi polmonari con un flusso sanguigno. Per prevenire lo sviluppo di complicanze, al paziente viene prescritto un rigoroso riposo a letto per 2-3 giorni e l'introduzione di antibiotici.

Durante tutto il periodo di impianto, le condizioni del paziente sono monitorate da un apparato automatico, con il quale i medici controllano costantemente il livello di pressione, il battito cardiaco e altri parametri.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Segni di emorroidi negli uomini, sintomi e metodi di trattamento

Emorroidi - una malattia che è accompagnata dalla formazione di specifici nodi venosi nell'ano, di solito preoccupa i giovani che hanno uno stile di vita sedentario o, al contrario, sono attivamente impegnati nell'attività fisica.

Aumentati i monociti abbassati di leucociti

I monociti nel sangue di un bambino sono elevati: cause, norma, cosa significa?Se un esame del sangue mostra che i monociti sono elevati in un bambino, non dovresti preoccuparti subito - a volte questo aumento è normale e non richiede un trattamento.