Quale medico tratta le emorroidi, chi contattare?

Le emorroidi oggi sono molto comuni non solo tra gli anziani, ma tra i giovani e anche tra i bambini. A quale medico curare per le emorroidi, chi tratta? Tutti dovrebbero conoscere la risposta a questa domanda in anticipo. Soprattutto se i primi sintomi si fanno già sentire.

È chiaro che il problema è così delicato che molti di noi preferiscono sopportare il dolore e il disagio mentre si spostano o riposano, piuttosto che andare a un appuntamento con un medico con un proctologo specializzato o coloproctologo. Sì, questo è il nome di uno specialista che si occupa della diagnosi, cura e prevenzione delle malattie intestinali, comprese le emorroidi.

Iniziamo dall'inizio. Per prima cosa, determiniamo se i sintomi che senti sono davvero la fase iniziale delle emorroidi.

Perché hai bisogno di consultare un medico

Nella nostra epoca di rapida velocità, infatti, solo le tecnologie sono rapide e una persona ha quasi completamente smesso di muoversi, conduce uno stile di vita sedentario passivo in ufficio o in auto. Vale a dire, questa è una delle principali cause di questa malattia. Per le sue caratteristiche originali, il cui aspetto dovrebbe porsi la domanda su come si chiama un medico che tratta le emorroidi sono:

  • l'aspetto del dolore nell'ano;
  • dopo aver svuotato le feci, le gocce di sangue sono visibili, il sangue può rimanere sulla biancheria intima;
  • i nodi sono piccoli, si sentono nell'ano;
  • sensazione di disagio e dolore durante il movimento veloce o nel momento in cui una persona cerca di sedersi, tossire o starnutire;
  • scarico mucoso dall'ano;
  • prurito e bruciore, sensazione di un oggetto estraneo nel retto;
  • manifestazioni di edema e processi infiammatori nella regione perineale.

Con la comparsa anche dei più piccoli segni di cui sopra, è necessario contattare immediatamente il proctologo. Durante un attento esame professionale, solo lui sarà in grado di identificare la malattia nelle sue fasi iniziali, prescrivere il trattamento conservativo necessario e determinare le cause della sua insorgenza. E potrebbero essercene diversi.

I principali esperti includono:

  • vene varicose di varia localizzazione sul corpo;
  • la presenza di cattive abitudini, come bere e fumare;
  • lavoro associato alla seduta in ufficio o al lavoro mentale, scarsa attività fisica;
  • patologie vascolari congenite o acquisite, predisposizione genetica.

Nelle donne, questo può anche essere associato a:

  • periodo di gravidanza, parto, le loro complicanze;
  • diete frequenti e digiuni;
  • sollevamento pesi;
  • movimento intestinale artificiale nel periodo di perdita di peso.
  • con gli sport di potenza;
  • l'obesità;
  • amore per il cibo spazzatura - prodotti semilavorati, cibi piccanti, salati, grassi, sottaceti e cibi affumicati.

Con una combinazione di diversi fattori, il rischio di sviluppare la malattia aumenta in modo significativo.

A quale medico curare per le emorroidi?

Quindi, chi tratta le emorroidi, che fa questo dottore, a chi andiamo, abbiamo già scoperto - questo è un coloproctologo. E se improvvisamente hai cominciato a disturbare il dolore e la scarica sanguinolenta dall'ano, dovresti fargli subito una visita.

Le emorroidi sono una malattia piuttosto insidiosa e i suoi sintomi principali sono simili a quelli dell'oncologia del retto o di una qualsiasi delle sezioni dell'intestino crasso, delle fessure dell'ano e di altre patologie molto gravi. E solo un professionista dopo un'intervista, facendo un'anamnesi e compiuto accuratamente, se necessario, la diagnostica può determinare quale malattia ti ha sopraffatto. E questo è molto importante per il paziente, dal momento che la terapia in questo caso sarà mirata proprio a liberarti dalle emorroidi. E nel caso di un'altra diagnosi, ad esempio il cancro dell'intestino, ti salva anche la vita, in modo da non perdere tempo prezioso.

Quale medico tratta le emorroidi nelle donne e negli uomini, c'è una differenza?

No, in ogni caso, dovresti contattare un proctologo o un coloproctologo, anche se le emorroidi sono state rilevate da un ginecologo o da un urologo. Il medico curante deve dare la direzione al suo paziente per un ulteriore esame da parte di uno specialista.

Quando devo visitare un proctologo?

Spesso la malattia provoca un particolare stato fisiologico di una persona in diverse fasi della sua vita. Pertanto, contattare il proctologo dovrebbe essere sicuro:

  • negli ultimi tre mesi di gravidanza e dopo la nascita del bambino. Quasi il 70% delle donne durante la gravidanza o dopo il parto presentano sintomi simili alle emorroidi, come la perdita di emorroidi;
  • poco prima del periodo climaterico della donna, durante il suo corso;
  • in presenza di grande eccesso di peso;
  • se ti muovi un po 'durante il giorno, devi sedere molto a causa di determinate circostanze;
  • durante il periodo di riabilitazione dell'intervento postoperatorio riguardante le emorroidi;
  • dopo quarant'anni, se i tuoi parenti stretti soffrivano di cancro intestinale.

Dal momento che la malattia nella fase iniziale è quasi asintomatica, almeno una volta all'anno, ogni persona deve superare un esame preventivo da un proctologo con attenzione per la sua salute.

Non dimenticare che anche i bambini piccoli sono suscettibili alla malattia. Pertanto, se noti che sta piangendo quando va in bagno, significa che soffre. E questa è una ragione per andare dal dottore.

Responsabilità del chiropratico-coloproctologo. Che cosa tratta un coloproctologo?

Ufficialmente, la sezione della medicina che diagnostica, tratta e tratta misure preventive delle patologie intestinali, inclusi il colon e il retto, l'ano e anche i tessuti adiacenti, è chiamata coloproctologia. Anche se spesso per abitudine, un tale dottore è chiamato un proctologo.

Il fatto è che alla fine del secolo scorso, nel 1997, la proctologia secondo gli standard di medicina europei fu ribattezzata Coloproctology.

Un proctologo è piuttosto una proctologia chirurgica. A differenza della proctologia terapeutica, si occupa di cure di emergenza in situazioni di emergenza. Ad esempio, con ostruzione intestinale acuta o rottura di emorroidi, causando gravi emorragie.

Il proctologo si occupa delle seguenti patologie:

  • polipi e ragadi anali;
  • colite e proctite;
  • ascessi;
  • tumori di diversa origine;
  • lesioni dell'organo, del perineo e delle mucose;
  • prolasso degli intestini;
  • elminti;
  • la presenza di un corpo estraneo;
  • trombosi di emorroidi;
  • prurito all'ano, irritazione e infiammazione.

Quale altro dottore può curare le emorroidi?

Pertanto, per fornire assistenza di emergenza, è possibile contattare:

  • Terapeuta, specialmente nelle malattie croniche. Sarà in grado di condurre un esame iniziale, prescrivere farmaci per alleviare la condizione, consigliare dove trovare uno specialista. Ma per condurre una diagnosi completa, non può.
  • Al chirurgo se la condizione è acuta e richiede l'intervento immediato di uno specialista in questo campo.
  • Nutrizionista per regolare la dieta.
  • Flebologo o altro medico vascolare - angiologo. Dopo tutto, le emorroidi sono patologie che si verificano nelle vene intestinali.
  • Una ragazza dal ginecologo, poiché la malattia si aggrava durante la gravidanza e dopo il parto. Ed è il ginecologo che può prescrivere un trattamento che sia sicuro per la donna che trasporta o nutre il bambino.

Perché è necessario andare dal medico per le emorroidi?

La delicatezza del problema provoca sempre vergogna. Nella maggior parte dei casi, i potenziali pazienti si rivolgono a un medico nel caso in cui non ci sia più forza da sopportare. Il periodo acuto del decorso delle emorroidi complica enormemente la diagnosi e il trattamento. Infatti, durante l'esacerbazione è impossibile usare metodi strumentali perché la regione perineale è piuttosto infiammata, quindi il rischio di un'ulteriore traumatizzazione è alto.

Il medico allevia l'infiammazione acuta e il paziente scompare. Ma sicuramente tornerà di nuovo, solo con sintomi ancora più pronunciati e dolorosi.

Inoltre, le emorroidi in qualsiasi fase del suo sviluppo possono causare:

  • la trombosi è una condizione molto pericolosa in cui il blocco delle vene si verifica con coaguli di sangue. Ciò interferisce con la normale circolazione sanguigna, riduce il flusso sanguigno, aumenta la pressione nei vasi, causa una mancanza di ossigeno nel corpo:
  • necrosi delle mucose dell'ano e dei nodi, loro morte e completa disintegrazione.

Le emorroidi nel primo e secondo stadio possono ancora essere curate in modo conservativo. Ma le seguenti fasi di tale terapia non possono essere. Rimane un'operazione che presenta sempre un alto grado di rischio e un periodo di riabilitazione difficile.

Procedure diagnostiche necessarie

Prima di tutto, il medico fa una storia basata su un'intervista in cui pone le domande necessarie e ottiene risposte a loro. Quindi esegue un'ispezione visiva dello stato dell'ano e procede con un esame rettale del retto. Per fare questo, indossa un guanto, lubrifica il dito con la vaselina e lo inserisce delicatamente nell'ano, avvertendo le condizioni della mucosa e della parte inferiore del retto.

Di solito dopo questo, anche se il medico ha già diagnosticato, esami delle feci per un coprogramma e per sangue nascosto nelle feci, emocromo completo, radiografia dell'intestino usando un mezzo di contrasto, altri metodi strumentali di esame - anoscopia, colonscopia, ecografia rettale sono prescritti per chiarirlo.

Come prepararsi per il ricevimento?

Va ricordato che per restringere gli specialisti è necessario un appuntamento. Pertanto, vale la pena prestare attenzione in anticipo.

Una visita al proctologo è associata a una serie di semplici manipolazioni volte principalmente a pulire l'intestino. Sono necessari per poter eseguire immediatamente la diagnostica strumentale dell'intestino, ad esempio l'irrigoscopia o la colonscopia.

Questo è meglio fatto con i clisteri di pulizia. Devono essere fatti di sera e al mattino. Utilizzare acqua calda, non più di due litri alla volta.

È possibile utilizzare il farmaco Microlax (lassativo). Questa procedura viene eseguita al mattino per alcune ore prima dell'ispezione.

Un minimo di 48 ore dovrebbe seguire una dieta non complicata, escludendo dai prodotti quelli che possono causare gonfiore e formazione di gas.

Vai dal medico dovrebbe essere a stomaco vuoto. Questo è necessario per consentire al medico di superare immediatamente un test di laboratorio di sangue.

Cosa portare con te, andare dal medico:

  • carta paziente ambulatoriale;
  • passaporto;
  • certificato di pensione, se del caso;
  • altri documenti per benefici;
  • polizza assicurativa;
  • assorbenti igienici bagnati;
  • asciugamano e lenzuolo singolo
  • scarpe rimovibili o copri scarpe usa e getta.

Se ritieni di poter essere ricoverato in ospedale, ad esempio, nel caso in cui la malattia abbia raggiunto l'ultimo stadio e sia necessario un intervento chirurgico, prenditi cura della raccolta minima di cose di cui avrai bisogno nel primo momento.

Che cosa fa il medico, come fa la diagnosi (esame digitale)?

Se l'esame ha luogo nella clinica, allora il medico:

  • accetta un paziente in un ufficio attrezzato, fa un'anamnesi, legge una scheda ambulatoriale, conduce un esame visivo e rettale iniziale, usando strumenti speciali se necessario;
  • dà la direzione delle analisi e della diagnostica strumentale;
  • dopo un po 'di tempo, sulla base di dati di ricerca, conferma o confuta la diagnosi preliminare;
  • prescrive il trattamento individualmente in ciascun caso;
  • può eseguire mini-operazioni per alleviare la condizione e per motivi di prevenzione se il paziente non va in ospedale;
  • monitora il decorso della malattia e il corso del trattamento, lo corregge.

L'ispezione rettale-manuale, o dito, è il componente principale della diagnosi, che consente di identificare non solo la patologia del retto e dell'ano, ma anche altre malattie della cavità addominale.

Si tiene su un divano speciale o su una sedia ginecologica, il più delle volte in posizione supina sul lato sinistro dopo un'ispezione visiva e la palpazione del tessuto dell'ano. I guanti medicali, lubrificati con una soluzione speciale, ti permettono di farlo in modo indolore e confortevole. Inserendo con cura il dito nell'ano, al paziente viene chiesto di prima filtrare e quindi di rilassare gli sfinteri. Rilevato la presenza di fistole, emorroidi, la loro condizione, il grado di danno alla pelle, ecc.

La diagnosi delle dita è importante non solo come metodo per determinare la malattia. È importante per coloro che hanno già una diagnosi di emorroidi. Pertanto, ogni visita al proctologo è necessariamente associata principalmente alla pulpazione dei tessuti, all'esame visivo e rettale.

Come curare le emorroidi?

Prima di elaborare un piano di trattamento, il medico deve padroneggiare l'intero quadro di ciò che sta accadendo nella vita del paziente, identificare le sue cattive abitudini che hanno provocato la comparsa di emorroidi, prescrivere una serie di misure preventive, cambiare le condizioni di vita e quindi selezionare un corso individuale di terapia in cui fornirà altri malattie.

Quindi, la lotta con le cattive abitudini - la base del trattamento adeguato. Se non vengono eliminati, le emorroidi torneranno di nuovo con una nuova forza. Pertanto, l'assunzione di farmaci deve essere accompagnata da:

  • completo rifiuto del fumo e dell'alcool;
  • attività sportive o almeno passeggiate giornaliere;
  • corretta alimentazione;
  • trattamento parallelo di patologie cardiovascolari e malattie infettive, pulizia del corpo.

Molte delle misure di cui sopra sono volte principalmente a ripristinare le feci, eliminando la stitichezza e normalizzando il processo digestivo.

È necessario ripristinare il flusso sanguigno. Per questi scopi, supposte supposte rettali, bagni con l'aggiunta di piante medicinali e droghe, vari unguenti e gel. Rimuoveranno l'infiammazione, il dolore, il prurito e l'irritazione.

Il trattamento è radicale o conservativo?

Se il paziente si rivolge in tempo, il trattamento avverrà in modo conservativo (a livello medico), con l'uso di candele, unguenti, compresse, massaggi e fitoterapia.

Bene, se la malattia viene trascurata, vengono utilizzati metodi chirurgici minimamente invasivi. La chirurgia del bisturi radicale viene eseguita meno frequentemente e in anestesia generale.

I moderni metodi di trattamento sono anche presentati dalla scleroterapia, dalla fotocoagulazione delle emorroidi, dalla legatura con anelli di lattice.

Il trattamento delle emorroidi è solo rimedi popolari?

No, è impossibile auto-medicare usando additivi biologici e metodi popolari. Emorroidi - malattia insidiosa e il suo sviluppo provocano molti fattori da cui una persona non dipende. Feci molli o, al contrario, stitichezza. E sono associati a malnutrizione, obesità, violazione del tratto gastrointestinale.

Cos'è l'automedicazione pericolosa e il trattamento ritardato da un medico

Le emorroidi sono pericolose nelle recidive. Ecco perché è importante determinare una serie di misure preventive e trattamenti individuali. Solo un proctologo può aiutare in questo. Altrimenti, avrai le seguenti complicazioni:

  • anemia, che si è verificato sullo sfondo di sanguinamento costante dall'ano, perdita di sangue, e con esso, e così necessario per il corpo di ferro;
  • trombosi acuta o ostruzione delle vene delle emorroidi;
  • infiammazione acuta dei tessuti interni, accompagnata da secrezioni purulente, la cosiddetta paraproctite;
  • la formazione di fistole e ragadi dell'ano, accompagnata da costanti processi infiammatori ed edema;
  • incontinenza fecale.

Naturalmente, per far fronte al dolore, è necessario acquistare un unguento antidolorifico o candele in una farmacia. Ma poi visita immediatamente uno specialista. L'autotrattamento può essere inefficace. Questo è al meglio. E nel peggiore dei casi - aggravare la condizione, causare complicazioni pericolose.

Questo è particolarmente vero per le ragazze che non hanno ancora partorito e le donne in gravidanza. L'uso di droghe da solo può provocare complicazioni successive nel trasporto di un bambino, aborti spontanei, parto prematuro.

Se trovi i primi segni di emorroidi, non puoi esitare, dovresti consultare un medico - proctologo o coloproctologo. Questo dovrebbe essere fatto rapidamente, in modo tempestivo, scartando l'imbarazzo e ricordando che il proctologo è un medico che contribuirà ad evitare un intervento chirurgico e gravi conseguenze.

A quale medico rivolgersi per le emorroidi: la qualifica del proctologo e dei metodi diagnostici

Molte persone non sospettano nemmeno quanto sia spiacevole una malattia come le emorroidi. Alcuni non sanno nemmeno a quale dottore rivolgersi per risolvere questo problema. Perché anche con la comparsa di sensazioni spiacevoli nella zona anale, esita semplicemente a dire a qualcuno della presenza di questo problema. E la malattia progredisce in questo momento e si trasforma in una cronica, che spesso porta all'intervento chirurgico.

Le emorroidi sono spesso presenti nelle donne (anche se gli uomini sono anche sensibili a questa malattia). In particolare, il problema si verifica durante la gravidanza o dopo il parto. Ora la malattia sta diventando più comune, dal momento che molte persone non si muovono molto e il lavoro è spesso sedentario. Eppure scopriamo quale medico tratta le emorroidi nelle donne e negli uomini. Cercheremo di spiegare in questo articolo come risolvere il problema con le emorroidi.

Qual è la causa delle emorroidi?

Quasi ogni persona è soggetta alla formazione di emorroidi (la malattia può manifestarsi anche nell'adolescenza). La ragione di questo è alcune circostanze. Questi includono:

  • costipazione cronica;
  • l'uso costante di un clistere purificante o lassativo;
  • stile di vita sedentario;
  • sollevare oggetti pesanti;
  • uso frequente di diete, inoltre, compilato in modo errato;
  • stato di gravidanza e nascita infantile;
  • praticare alcuni sport;
  • predisposizione genetica;
  • consumo eccessivo di bevande alcoliche, cibi piccanti e grassi;
  • fallimento nel funzionamento del background ormonale;
  • Spesso sotto stress.

Il gruppo di rischio comprende persone delle seguenti professioni: autista, costruttore, contabile, programmatore, commesso, impiegato d'ufficio. Il più suscettibile alla manifestazione di emorroidi della femmina - incinta o parto.

Perché dovrebbe cercare aiuto medico?

Le emorroidi sono cambiamenti dolorosi delle vene nel retto che richiedono il trattamento senza fallire. Lo stadio iniziale della formazione della malattia è caratterizzato da alcuni segni spiacevoli.

Questi includono:

  • prurito e irritazione nell'ano;
  • sanguinamento dopo le feci;
  • defecazione dolorosa;
  • la formazione di abrasioni e crepe nella zona anale.

Quando la malattia progredisce, il paziente diventa sintomi più pronunciati, vale a dire: c'è una forte sindrome da dolore, coaguli di sangue sulle emorroidi, inoltre i dossi sono ingrossati, infiammati e possono cadere.

La malattia viene curata con successo con l'aiuto di droghe. Tuttavia, i casi avanzati sono spesso trattati solo con l'aiuto di operazioni chirurgiche mininvasive o radicali. Inoltre, la presenza di emorragia rettale può essere la causa di altre malattie piuttosto complesse, ad esempio tumori nel retto: polipo, diverticolo, ecc. Per evitare complicazioni, è imperativo consultare una clinica per un aiuto da uno specialista. problemi di dati.

Quindi quale dottore dovresti usare per le emorroidi? Non appena compaiono sintomi spiacevoli nell'area del canale anale, è necessario consultare un medico che sta curando le emorroidi. Questo può essere un proctologo o un proctologo della colonia. Questi specialisti ristretti diagnosticano, curano le malattie del retto e del colon, dell'ano e dell'area adrettale.

Puoi imparare di più sui segni delle emorroidi nelle donne e le ragioni per la comparsa del processo patologico nel sesso debole leggendo il materiale del nostro autore.

Potresti anche essere interessato a informazioni dettagliate e strutturate sui segni delle emorroidi negli uomini da uno specialista qualificato.

Poteri del proctologo

Il proctologo e coloproctologo sono la stessa e stretta specializzazione degli specialisti. Pertanto, è possibile consultare uno di essi. Proctology (o, come è stato ribattezzato nel 1997, Coloproctology) si occupa delle malattie del colon.

Il proctologo conduce un esame primario dei pazienti che lamentano disagio nell'area anale. Vale a dire: crepe nell'ano, dolore, feci con sangue, difficoltà durante la defecazione, ecc.

Il proctologo, se necessario, effettua esami con l'ausilio di strumenti (anoscopia, sigmoidoscopia, colonscopia, irrigoscopia), cura le emorroidi con l'aiuto di farmaci e interventi chirurgici minimamente invasivi.

Inoltre, il medico che cura il paziente per le emorroidi, lo osserva durante l'intero periodo di terapia. Prima di fare un piano di trattamento, il proctologo identifica il fattore che ha provocato la formazione della malattia. Ciò rende possibile determinare con maggiore precisione il metodo di guarigione, nonché misure preventive che alleggeriscono le condizioni del paziente, riportarlo al suo stile di vita precedente e prevenire il ripetersi della malattia.

Come vengono diagnosticate le emorroidi?

Il proctologo inizia a diagnosticare, raccogliere e studiare la storia del paziente. Vale a dire: ascolta il paziente (ciò di cui si lamenta), stabilisce i tempi della manifestazione dei sintomi iniziali e i metodi con cui la persona è stata trattata prima di andare in ospedale. Inoltre, il medico deve determinare cosa ha causato la malattia al fine di prevenire il ripetersi della malattia. Sebbene la malattia sia negli uomini che nelle donne abbia gli stessi sintomi, vari fattori possono essere la fonte. Ad esempio, negli uomini è spesso la causa della manifestazione della malattia è l'abuso di alcool e sollevamento pesi, mentre le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di emorroidi durante la gravidanza o dopo il parto.

Dopo che il medico ha esaminato il paziente visivamente (tale esame aiuta se le emorroidi si manifestano in forma esterna). Inoltre, quando l'ispezione visiva ha rivelato formazioni cavernose che sono venute fuori.

Se è impossibile diagnosticare visivamente la malattia, il medico applica il metodo di palpazione. Proctologo con guanti che sondano le pareti del retto. Se le emorroidi sono pronunciate, i noduli su di esso sono densi, ingranditi e facilmente rilevabili dalla palpazione.

Per diagnosticare con maggiore precisione le emorroidi, è necessario un esame più approfondito con l'aiuto di strumenti. I metodi di ricerca strumentale includono:

  • anoscopia. Un medico, con l'aiuto di un anoscopio, esamina le mucose del retto a una profondità di 10-12 cm dall'inizio dell'ano;
  • sigmoidoscopia. Questo metodo consente di esaminare le aree distanti nella parte inferiore dell'intestino (approssimativamente a una distanza di 25 cm dall'anello anale). In questo specialista aiuta l'apparato, che è chiamato rektoskop;
  • colonscopia. Il metodo, che è una variante dell'endoscopia, che aiuta a studiare le parti inferiori del tubo digerente con l'aiuto di una sonda specializzata;
  • clisma opaco. La variazione dei raggi X, che viene eseguita utilizzando uno speciale agente di contrasto, consente di fotografare le membrane mucose nel canale rettale.

Come prepararsi per l'esame da un medico con sospette emorroidi?

Dato che abbiamo deciso su quale medico andare se sospetta emorroidi, dovremmo scoprire che cosa deve essere fatto prima di prendere un proctologo e cosa portare con noi.

Per iniziare, prendi:

  • documenti necessari per qualsiasi esame in clinica (assicurazione, tessera sanitaria e documento di identità);
  • pannolino per ispezione sulla sedia;
  • scarpe rimovibili o copriscarpe.

Nel caso di una esacerbazione della malattia o di una malattia trascurata, puoi essere pronto per l'ammissione in ospedale. E per questo, dovresti prendere alcune delle cose che ti servono per rimanere nel dipartimento (cambio di vestiti e accessori per l'igiene personale). Data la condotta degli esami di cui sopra, prima di andare al ricevimento del proctologo, è necessario svuotare. Questo può essere fatto naturalmente, usando un clistere o con l'aiuto di farmaci lassativi. Questa procedura dovrebbe essere eseguita due volte: una volta di notte e una volta al mattino. Se non hai la possibilità di svuotarti o di fare un clistere, puoi usare il micro clistere, che è venduto in qualsiasi farmacia.

Quale specialista può essere contattato, oltre al proctologo?

Se una persona vive in una piccola città e non ha un proctologo nella clinica, allora a quale dottore dovrebbe andare con le emorroidi? C'è un'opportunità per fare domanda per emorroidi a specialisti così stretti come:

  • ginecologo. La consultazione con un tale specialista è rilevante per le donne durante la gravidanza e dopo il parto. Un ginecologo aiuta a scegliere la medicina giusta durante la gravidanza e l'allattamento, se un paziente ha le emorroidi;
  • terapeuta. Ha la capacità di diagnosticare e prescrivere terapie e modi per prevenire le malattie degli organi interni. Ha il diritto di diagnosticare emorroidi dalla presenza di segni per la nomina di farmaci che alleviano il dolore e si rivolgono al paziente per chiarire la diagnosi a uno specialista stretto. Tuttavia, un esame completo da parte di un terapeuta non è possibile;
  • chirurgo. Poiché questi specialisti studiano le malattie degli organi interni, così come le aree dell'intestino crasso, egli può esaminare il paziente per la presenza di emorroidi e prescrivere i farmaci necessari per il trattamento della malattia.

Riassumiamo

Abbiamo deciso quale medico tratta le emorroidi. Se trovi qualche segno di emorroidi, non automedicare. È meglio contattare la clinica per la consultazione con un proctologo in un pizzico, un ginecologo, un terapeuta o un chirurgo. Per evitare complicazioni, dovresti consultare un medico che sta curando le emorroidi il prima possibile. Lo specialista può consigliare non solo il trattamento medico della malattia, ma anche misure preventive per prevenire le ricadute.

Quale medico tratta le emorroidi e perché è importante rivolgersi a un professionista?

Quale medico tratta le emorroidi? Questa domanda sorge in ogni persona che si trova di fronte ai sintomi di una malattia così delicata e sgradevole.

All'inizio, i pazienti sono imbarazzati nel contattare uno specialista, perché non è consentito parlare di malattie emorroidarie native a persone native o persino a medici professionisti.

Nel frattempo, il ritardo nel trattamento può portare a deterioramento, aumento dei sintomi e sviluppo di complicanze. Questo è il motivo per cui i pazienti di proctologia hanno bisogno di sapere quale medico seguire con le emorroidi e cosa li attende nel processo di terapia.

Una persona che ha avuto sintomi di emorroidi dovrebbe sapere quale medico ha bisogno di consultare.

Perché hai bisogno di vedere un dottore?

Nelle fasi iniziali, le vene emorroidarie varicose non infastidiscono praticamente i pazienti, a volte ricordando se stessi gocce di sangue su carta igienica, sensazioni di prurito e disagio nel canale del retto.

Il più delle volte, i pazienti che vengono in ospedale che stanno vivendo gravi segni della malattia vengono dal medico:

E prima della visita all'ufficio proctologia, i pazienti stessi stanno cercando di sbarazzarsi di emorroidi, usando supposte e unguenti. Tuttavia, la loro scelta non è sempre verificata e corrisponde alle peculiarità del processo patologico.

Il trattamento di un paziente durante una riacutizzazione rende molto più difficile eseguire procedure diagnostiche, poiché la maggior parte degli esami dell'hardware è vietata a causa di:

  • fornire sensazioni sgradevoli e anche dolorose al paziente;
  • alto rischio di aggravamento del processo anormale dovuto a effetti meccanici sull'ano.

In una situazione del genere, il medico che sta curando le emorroidi acute inizialmente allevia i sintomi della riacutizzazione e solo allora prescrive le necessarie procedure diagnostiche e le misure terapeutiche o chirurgiche.

Ecco perché è necessario ai primi segni delle vene emorroidali varicose non auto-medicare, ma contattare uno specialista, che determinerà tutte le sfumature di ulteriori trattamenti.

A quale medico curare per le emorroidi?

Quindi, è necessario trattare la malattia emorroidaria al fine di prevenire il possibile peggioramento della condizione e il verificarsi di varie conseguenze negative. Resta solo da capire chi contattare in caso di sviluppo di sintomi spiacevoli.

Un dottore che cura professionalmente le emorroidi è chiamato proctologo o coloproctologo. Tra i pazienti c'è un'opinione che quest'ultimo sta facendo qualcos'altro - per esempio, condizioni più gravi. Tuttavia, questo punto di vista è in gran parte errato.

Proctologo e coloproctologo - i nomi della stessa professione medica. Alla fine degli anni '90, il Ministero della Sanità russo portò il nome della specializzazione "proctologia" in linea con gli standard internazionali.

Da quel momento, è accettato di chiamare la scienza e il campo della medicina, che è impegnata nello studio e nel trattamento delle malattie del colon, del canale anale e della zona adrectale, vale a dire la proctologia.

Di conseguenza, uno specialista impegnato nella diagnosi e terapia di queste condizioni patologiche, comprese quelle specializzate nelle emorroidi, può essere chiamato con la stessa probabilità di un proctologo e di un coloproctologo.

Il proctologo esegue procedure diagnostiche speciali (ispezione manuale, utilizzo di strumenti).

In generale, i doveri di un proctologo, che può lavorare sia in clinica che in un'istituzione medica specializzata, sono gli stessi. In base alle descrizioni del lavoro, il medico dovrebbe:

  • portare i pazienti in ufficio e condurre consultazioni;
  • assegnare e condurre speciali procedure diagnostiche (ispezione manuale, uso di strumenti), altri esami aggiuntivi;
  • stabilire una diagnosi accurata dopo le misure diagnostiche e lo studio dei dati anamnestici;
  • prescrivere al paziente un trattamento conservativo delle emorroidi (e di altre malattie proctologiche);
  • condurre una varietà di manipolazioni operative, determinare le caratteristiche del periodo di riabilitazione;
  • controllare il decorso della malattia, regolare (se necessario) il decorso terapeutico.

In ogni paziente, il decorso della malattia è caratterizzato da un fattore provocante, dalla gravità dei sintomi e dalla presenza / assenza di controindicazioni. Ecco perché è necessario seguire un approccio individuale.

Responsabilità del chiropratico-coloproctologo

Qualche parola dovrebbe essere detta sul proctologo che svolge i compiti di un chirurgo. Questa è una specializzazione più delicata, ponendo serie richieste al medico.

I pazienti vengono solitamente inviati al reparto chirurgico solo quando i metodi di terapia conservativa non hanno dato i risultati desiderati e il benessere della persona inizia a deteriorarsi rapidamente.

Quindi, alla domanda su quale medico tratta le emorroidi complicate nelle fasi finali del processo patologico, la risposta è una: il chirurgo proctologo. L'esperto valuta obiettivamente le condizioni del paziente e sceglie il metodo operativo più preferito della terapia.

Un chirurgo coloproctologo esegue un intervento chirurgico in una clinica ambulatoriale.

Specialista, data la complessità del caso e lo stadio della malattia emorroidaria, può svolgere le seguenti attività:

  • intervento chirurgico in condizioni ambulatorie. In questo caso, il paziente lascia la struttura medica quasi immediatamente dopo la procedura. Questo di solito si verifica con tecniche di terapia delle emorroidi minimamente invasive;
  • emorroidectomia classica in condizioni stazionarie, quando il paziente ha bisogno di diversi giorni dopo l'operazione di giacere nel reparto per curare un po 'le superfici della ferita;
  • la nomina di farmaci speciali e prescrizioni di medicina non tradizionale che ridurranno la durata del periodo di riabilitazione e accelereranno il recupero del paziente.

Quale altro medico può curare le emorroidi nelle donne e negli uomini?

Molti pazienti che vivono nell'entroterra, è allarmante che non sia sempre possibile riferirsi specificamente al proctologo, dal momento che specialisti così stretti non sono disponibili in ogni clinica.

Il ginecologo incontra regolarmente segni di emorroidi, soprattutto nelle future mamme.

Se le emorroidi si sviluppano, allora quale medico dovresti contattare? Ciò dipenderà dal personale dell'istituto medico specifico. Il paziente può utilizzare i servizi dei seguenti medici:

  • terapeuta. Naturalmente, questo specialista semplicemente non è in grado di condurre un esame medico di alta qualità del canale rettale, tuttavia, in base ai sintomi, può prescrivere farmaci che alleviano la riacutizzazione e alleggeriscono la condizione. Quindi il terapeuta scriverà un rinvio al proctologo;
  • chirurgo. Il medico può effettuare determinate misure diagnostiche (non specifiche), anche determinare lo schema iniziale di terapia e dare la direzione ad una stanza di proctologia specializzata;
  • ginecologo. Il medico "femmina" incontra regolarmente segni di emorroidi, soprattutto nelle donne incinte. Ecco perché la domanda su quale medico tratta le emorroidi nelle donne nella situazione può essere risolta come segue: incluso un ginecologo.

Procedure diagnostiche necessarie

Il ricevimento del paziente dovrebbe iniziare con la raccolta e lo studio dei dati anamnestici.

Negli uomini, l'abuso di alcol può scatenare le emorroidi.

Il coloproctologo o altro specialista ha bisogno di ascoltare i reclami del paziente, capire quando i sintomi iniziali si sono presentati e come la persona ha cercato di eliminare il disturbo prima di andare dal medico.

Inoltre, il medico deve stabilire i fattori che provocano la malattia emorroidaria, per poi, se possibile, escluderli dalla vita del paziente.

Le emorroidi negli uomini e nelle donne di solito procede nello stesso modo, tuttavia i meccanismi di innesco possono essere diversi. Pertanto, è più comune per un uomo abusare di alcool e sollevare pesi, e una donna è minacciata da una malattia quando trasporta un bambino e partorisce.

Quindi il medico esegue un esame visivo, che è particolarmente informativo per la forma esterna di emorroidi. È anche possibile scoprire le formazioni cavernose interne che hanno lasciato fuori.

Ma con le emorroidi interne, i noduli si trovano in profondità nel canale rettale, motivo per cui è impossibile rilevarli in un esame standard, se, naturalmente, non cadono dal retto.

In una situazione del genere, il medico usa il metodo di palpazione. Indossando i guanti, il proctologo sente le pareti del canale rettale. Con gravi emorroidi, i noduli diventano densi, ingranditi, quindi sono facili da rilevare con una scansione delle dita.

Una colonscopia viene utilizzata per esaminare il retto.

Per chiarire la diagnosi (e le vene varicose anali non è l'unica malattia, accompagnata da dolore e sanguinamento dal retto), è necessario uno studio più profondo, strumentale.

Tali metodi di indagine includono:

  • anaskopiyu. Un proctologo, "armato" di un anoscopio, studia la mucosa del canale rettale a una profondità di 10-12 centimetri dall'anello anale;
  • sigmoidoscopia. Questo metodo aiuta a studiare le aree più distanti dell'intestino inferiore (circa 25 centimetri) con l'aiuto di un dispositivo chiamato "rettoscopio";
  • colonscopia per emorroidi. Questo metodo è una variante dell'endoscopia, in cui il medico studia le caratteristiche della parte inferiore del tubo digerente con l'aiuto di una sonda speciale;
  • clisma opaco. In questa versione di raggi X, viene utilizzata una speciale soluzione di contrasto, che consente di scattare foto della mucosa del canale rettale.

Come prepararsi per il ricevimento?

Quindi, ora è chiaro che tipo di medico tratta le emorroidi. Resta da capire cosa portare con te nella sala proctologia.

Alla reception del proctologo devi prendere le copertine degli stivali.

Per prima cosa devi catturare:

  • serie standard di documenti (polizza, tessera sanitaria, certificato);
  • pannolino (deve essere appoggiato su una sedia durante l'ispezione);
  • copri-stivali.

Quando le emorroidi diventano più acute o nell'ultima fase della malattia (all'inizio del processo), dovresti prepararti per l'ospedale. Pertanto, il paziente deve portare con sé cose (vestiti, articoli per l'igiene) che potrebbero essere necessari nel reparto.

È meglio non mangiare nulla prima del ricevimento, perché il medico potrebbe inviarti un esame del sangue.

Determinazione del metodo di terapia

La scelta del regime di trattamento preferito è influenzata da diverse condizioni importanti.

Quindi, il medico sarà guidato da alcuni fattori, tra cui:

  • grado del processo patologico;
  • forma della malattia - acuta o cronica;
  • localizzazione di formazioni cavernose - esterne o interne;
  • la presenza di complicazioni e malattie associate;
  • età del paziente;
  • caratteristiche individuali del corpo (allergie, debolezza, ecc.).

All'inizio della malattia costa solo la terapia conservativa. Lo specialista prescrive agenti venotonici che eliminano la debolezza dei vasi sanguigni, preparazioni locali - supposte rettali, unguenti e creme.

Un medico qualificato non baserà un corso terapeutico su farmaci discutibili che non sono stati concessi in licenza. Inoltre, il medico cercherà di evitare i rinvii per la chirurgia.

Il proctologo consiglia inoltre di escludere i "provocatori": è importante mantenere una dieta e misure igieniche ottimali, aumentare lo sforzo fisico (entro limiti ragionevoli), ridurre il peso corporeo, ecc.

Nel caso di gravi malattie proctologiche, viene prescritta l'emorroidectomia.

Se il trattamento farmacologico non aiuta, il medico prescrive tecniche chirurgiche minimamente invasive, tra cui metodi particolarmente popolari:

In caso di gravi forme di malattia proctologica, vengono prescritte complicanze, operazioni gravi - emorroidectomia aperta o chiusa. Tuttavia, vengono utilizzati sempre meno, in quanto sono caratterizzati da un'elevata invasività.

Perché la malattia non passa?

A volte i pazienti, anche riferendosi al proctologo, non notano alcun miglioramento visibile. La dilatazione varicosa continua a essere preoccupante e cominciano a manifestarsi anche i segni di complicazioni.

Questo può accadere per motivi come:

  • bassa qualifica dello specialista (la terapia non tiene conto del grado di malattia, delle droghe scelte in modo improprio);
  • inosservanza da parte del paziente di istruzioni mediche (ad esempio, il paziente non ha il coraggio di esercitare in alcun modo, non esegue un corso obbligatorio di trattamento);
  • caratteristiche del corpo (l'insufficienza venosa cronica non può eliminare completamente i sintomi negativi).

La domanda, qual è il nome di un medico che aiuta con le emorroidi è davvero rilevante. Un proctologo esperto determinerà il grado e il tipo della malattia, individuerà le complicanze e selezionerà i metodi corretti della terapia.

A quale medico curare le emorroidi

La patologia delle vene emorroidarie è una malattia molto delicata, che persino esita a parlare. Non tutte le persone malate sanno quale medico dovrebbero contattare con le emorroidi. Se la defecazione inizia ad essere accompagnata da dolore o una persona trova un nodulo emorroidario fuori dal retto, è urgente superare la modestia irragionevole, scoprire quale medico tratta le emorroidi e iscriversi immediatamente per un appuntamento.

Quale medico è impegnato nel trattamento delle emorroidi

Scopri quale tipo di medico contattare con emorroidi, il paziente può essere nel registro di un istituto medico. Un'altra opzione - per venire alla reception per il terapeuta. Sulla base delle lamentele del paziente, farà riferimento al medico giusto e, se necessario, prescriverà dei test in modo che il medico possa immediatamente vedere i risultati finali delle emorroidi.

Un paziente con sintomi di patologia emorroidaria è riferito a un proctologo o coloproctologo. Entrambi si occupano di malattie nel campo della proctologia, ma il profilo del coloproctologo è in qualche modo più ampio. Questi medici trattano non solo l'emorroidaria, ma anche altre patologie dell'intestino diretto: ragadi anali, incontinenza dello sfintere, fistole, polipi. Un proctologo è impegnato nel trattamento delle patologie e dell'intero intestino crasso - processi infiammatori della mucosa, tumori, stitichezza, diverticolosi, sindrome dell'intestino irritabile.

È importante! Cercando di scoprire quale medico tratta le emorroidi negli uomini e nelle donne, ci si può imbattere in una situazione in cui semplicemente non esiste un tale specialista in clinica, che spesso accade, ad esempio, nelle piccole città o nelle zone rurali. In tal caso, con un trattamento precoce, l'aiuto può essere fornito da un medico generico o da un medico. Egli prescriverà una terapia sintomatica per alleviare il dolore, l'infiammazione, eliminare la stitichezza.

Se il terapeuta da solo non può aiutare il paziente, ti dirà chi altro tratta le emorroidi, oltre al proctologo. In una situazione acuta, il chirurgo dovrà apparire. Spesso, i pazienti possono aver bisogno di consultare uno specialista nel trattamento dei vasi sanguigni, poiché le emorroidi sono vene varicose situate nella zona anorettale. I problemi vascolari possono essere indirizzati a un angiologo o flebologo.

Con le manifestazioni iniziali della malattia può aiutare il nutrizionista specialista. Darà consigli su come aggiustare la dieta per liberarsi della stitichezza. Se i sintomi di emorroidi compaiono in una donna incinta, è possibile consultare un ginecologo. Egli prescriverà un unguento, crema, supposte, che, senza intaccare il feto, aiuterà a sbarazzarsi del dolore e del disagio. Il ginecologo ti dirà anche come eliminare la stitichezza usando determinati cibi o medicine. Nella fase iniziale della malattia, tale assistenza può essere abbastanza sufficiente.

Cause di emorroidi

Qualsiasi malattia è meglio prevenire che impegnarsi nel suo trattamento a lungo termine. Soprattutto questo "scomodo" per il paziente, come le emorroidi.

Per evitare di scoprire quale medico andare con manifestazioni di emorroidi, è importante capire le cause che portano alla patologia e, se possibile, cambiare il tuo stile di vita e le abitudini, sbarazzarsi di quelli dannosi. Una delle cause della malattia è una predisposizione genetica. Ovviamente, questo fattore è il più difficile da superare. A rischio sono anche le persone la cui professione comporta una seduta stazionaria prolungata, ad esempio gli impiegati. Ma ci sono fattori che dipendono direttamente dalla persona:

  • nutrizione in cui non ci sono abbastanza alimenti ricchi di fibre, latte fermentato, cibi grassi predominano, fast food, snack pesce secco sostituiscono i pasti completi;
  • costipazione ripetuta;
  • fumare e bere frequentemente;
  • stile di vita sedentario, trascuratezza delle attività sportive;
  • l'obesità;
  • pulizia dell'intestino obbligatoria allo scopo di perdere peso;
  • diete che violano la motilità intestinale;
  • sesso anale;
  • esposizione prolungata allo stress.

Il rischio di sviluppare la patologia delle vene emorroidali è determinato dal sesso del paziente. Quindi, a rischio sono le donne che trasportano un bambino. Durante la gravidanza, i vasi pelvici sperimentano la pressione del feto e del liquido amniotico, la circolazione del sangue è disturbata. La conseguenza della sua stagnazione potrebbe essere l'espansione patologica delle vene emorroidali. Lo stress durante il travaglio può anche causare emorroidi. Negli uomini, il gruppo a rischio è composto da conducenti, portieri e atleti coinvolti nel sollevamento pesi.

Quando hai bisogno di correre al proctologo

La ragione per andare dal medico dovrebbe essere uno dei seguenti sintomi:

  • la comparsa di nodi nella regione del canale anale (possono essere rilevati con la palpazione);
  • prolasso di emorroidi attraverso l'ano verso l'esterno;
  • scarico di sangue durante i movimenti intestinali;
  • dolore che si verifica durante i movimenti intestinali e continua dopo la fine;
  • sensazione di prurito, bruciore, fastidio nella zona anorettale;
  • sentendo che c'è un corpo estraneo nel retto.

Se c'è una o più di queste manifestazioni cliniche, non è necessario posticipare l'ingresso all'istituto medico al medico o al distretto competente per stabilire una diagnosi accurata. Per le vene varicose dell'intestino diretto, il trattamento deve iniziare immediatamente. Se si ignorano i sintomi o si auto-medicare, la malattia progredirà abbastanza rapidamente e andrà in fasi più gravi. Per sbarazzarsi della patologia, devi comunque andare dai dottori. Ma nelle fasi successive è probabile che il trattamento conservativo non sarà più in grado di aiutare e l'unica via d'uscita sarà la chirurgia.

Caratteristiche del trattamento delle donne

Le donne sono più soggette a malattie varicose rispetto agli uomini, compresi i piccoli vasi pelvici. A questo predispongono le caratteristiche della loro anatomia e fisiologia. Come accennato in precedenza, il fattore di rischio è la gravidanza e il parto. Le diete a cui le donne sono interessate a migliorare la loro forma possono anche avere conseguenze sotto forma di emorroidi. Camminare con i tacchi alti porta spesso a vene varicose degli arti inferiori, a volte anche nelle ragazze giovani. Ma una violazione della circolazione del sangue in questa parte del corpo può provocare fenomeni simili con una posizione diversa, in particolare una lesione e le vene emorroidali.

Sulla questione di quale medico tratta le emorroidi nelle donne, si può dare una risposta inequivocabile - anche un proctologo o uno specialista più ampio chiamato coloproctologo. Se nella clinica non ci sono medici del genere, questo non è un motivo per ignorare il problema: devi andare dal terapeuta. Una donna che porta un bambino, con i primi sintomi, può essere curata da un ginecologo che conduce una gravidanza.

Diagnosi della malattia da parte di uno specialista

Sapendo quale medico è specializzato nel trattamento della patologia delle vene emorroidarie e nel trovare i sintomi corrispondenti in se stesso, un paziente che è responsabile della sua salute posticipa l'imbarazzo e arriva all'esame da un proctologo. Per confermare o negare i sospetti di emorroidi, il medico ha un intero arsenale di metodi che gli consentono di diagnosticare con precisione.

  1. Per cominciare, il medico scoprirà di cosa si lamenta il paziente, specificherà quali patologie hanno sofferto i suoi parenti prossimi, quali malattie sono già state diagnosticate nel paziente, le reazioni allergiche ai farmaci. Il medico si interesserà anche alla professione del paziente e alle sue preferenze sessuali. È importante rispondere con franchezza a queste domande, perché le informazioni aiuteranno il medico a scegliere una terapia efficace.
  2. Dopo aver raccolto l'anamnesi, il medico esamina il paziente visivamente e con l'aiuto della palpazione. L'esame dell'addome viene effettuato al fine di identificare un possibile tumore del colon, uno spasmo del tubo intestinale, per evitare l'esacerbazione, che richiede un intervento chirurgico.
  3. L'esame esterno dell'ano consente di rilevare microcracks e nodi prolasso emorroidali. Il controllo del retto mostra nodi, polipi, restringimento dell'ano, consente di valutare lo stato della prostata negli uomini. Se trovi violazioni nello stato della ghiandola prostatica, il proctologo ti consiglierà di consultare un urologo.
  4. Per controllare più dettagliatamente lo stato delle pareti interne dell'intestino diretto, vengono spesso utilizzati metodi diagnostici strumentali: la rectoromanoscopia (o la rettoscopia) e la colonscopia. Lo scopo di queste procedure, eseguite con l'ausilio di attrezzature speciali, è quello di ottenere informazioni diagnostiche sullo stato dell'intestino. Le caratteristiche funzionali dei dispositivi sono diverse. Il colonoscope, a differenza del rectoromanoscope che ha un tubo rigido, è flessibile e ha una lunghezza molto maggiore. Questo gli permette di penetrare nel colon, piegandosi attorno alle sue curve e ai suoi anelli naturali. Pertanto, il colonscopio ha un vantaggio nella profondità di penetrazione nella cavità intestinale del paziente esaminato.

Se necessario, il proctologo può riferire il paziente agli esami per controllare il sangue, le feci, l'urina. A volte ci sono indicazioni per prescrivere un elettrocardiogramma o FGD (esame endoscopico del tratto gastrointestinale superiore).

Trattamento emorroidi

Avendo diagnosticato, il medico selezionerà un metodo adeguato di trattamento. Determina lo stadio del processo patologico e la tempestività del paziente per l'aiuto. Il trattamento può essere:

  • conservatore - con l'aiuto di droghe;
  • minimamente invasivo - utilizzando metodi di effetti diretti sui nodi offerti dalla medicina moderna;
  • chirurgico - utilizzato in casi particolarmente gravi e trascurati.

La pratica mostra che assolutamente gli stessi casi in pazienti diversi sono rari. Ogni paziente ha alcuni sintomi, che possono essere appesantiti da un'altra patologia proctologica o altre malattie croniche. Il proctologo prende in considerazione tutti questi fattori, così come la natura del processo emorroidario e il suo stadio, e assegna un regime di trattamento individuale.

Uso di droghe

Nella terapia farmacologica, le compresse sono utilizzate per la somministrazione orale, mezzi esterni sotto forma di unguenti, gel, creme, supposte rettali. Secondo gli effetti farmacologici, questi sono venotonics, angioprotectors e vasoprotectors, che permettono di migliorare la microcircolazione nei vasi, rafforzare le loro pareti, aumentare l'elasticità.

La terapia complessa comprende anche anestetici per alleviare il dolore, agenti antinfiammatori e antimicrobici, farmaci antiessudativi per eliminare prurito e bruciore. Di grande importanza è l'uso di strumenti per la rigenerazione dei tessuti danneggiati della zona anorettale.

Tecniche minimamente invasive

Questo trattamento è conveniente perché viene spesso eseguito in una clinica ambulatoriale. La scarsa consapevolezza dei pazienti spesso li porta a diffidare di metodi simili. Ma sono moderni, a basso impatto, spesso indolori, ben tollerati dai pazienti, non richiedono un lungo periodo di recupero.

  1. Scleroterapia. Il metodo consiste nell'introdurre direttamente nel sito emorroidario di una sostanza liquida (circa un millilitro e mezzo), incollando i vasi e rendendoli piatti. Di solito è usato se il numero di nodi è limitato (non più di due) al fine di evitare il dolore intenso. Se ci sono più nodi, è possibile ripetere la procedura due settimane dopo la prima.
  2. La legatura del lattice comporta l'indossare un anello di lattice sulla base di una emorroidi infiammata. La rimozione è dovuta al fatto che l'anello viola il flusso di energia verso il nodo, scompare. Di solito, il nodo muore entro una settimana. A volte, se necessario, la procedura viene ripetuta.
  3. La fotocoagulazione (infrarossa o laser) è l'impatto sul sito dell'energia termica radiante. Digitopressione del coagulatore dell'infrarosso, il laser sulla zona interessata della nave per alcuni secondi porta a una sorta di coagulazione del tessuto, alla cessazione del flusso sanguigno al nodo, alla sua morte e alla sua caduta diversi giorni dopo la procedura. Durante una sessione, di solito non elabora più di tre nodi.
  4. La crioterapia sta congelando il nodo. La procedura dura 3 minuti, poi si scongela, il nodo muore, lasciando la ferita al suo posto. Poiché la procedura può causare dolore, è accompagnata da anestesia locale.

Secondo le statistiche straniere, tra tutti i casi operativi di trattamento della patologia emorroidaria, in tre casi su quattro vengono utilizzate tecniche minimamente invasive.

Trattamento chirurgico

Nei casi avanzati, quando il paziente ha molti nodi, le emorroidi sono complicate da sanguinamento, l'operazione non può essere eseguita. Le emorroidi possono essere rimosse solo in ambiente ospedaliero, seguito da un periodo di riabilitazione, controllato da un proctologo.

Suggerimenti per il trattamento delle emorroidi

Su Internet, è facile trovare consigli dai medici su come comportarsi quando vengono rilevate le emorroidi.

Elena Malysheva, MD, un programma leader sulla salute, ha dedicato più di un programma al tema delle emorroidi. Raccomanda vivamente che quando vengono rilevate tali manifestazioni, lascia un senso di vergogna e vai da uno specialista.

Lei e altri medici, ad esempio, uno specialista nei sistemi tradizionali di recupero e presentatore televisivo Sergey Agapkin, credono che uno stile di vita sedentario conduca alla malattia. I medici raccomandano di prestare attenzione all'esercizio fisico, prestare attenzione alla nutrizione, eliminare le cattive abitudini.

Un sacco di informazioni necessarie sulla patologia emorroidaria può essere trovato sul sito web del Dr. Komarovsky.

Ci sono consigli utili e donne in attesa della nascita del bambino.

Tecniche di rimozione delle emorroidi minimamente invasive e altre questioni della lotta contro le emorroidi sul sito del chirurgo Andreev sono descritte in dettaglio.

Recensioni dei pazienti sul trattamento delle emorroidi

I pazienti che sono riusciti a curare la patologia emorroidaria o sono in corso di terapia spesso lasciano recensioni online della loro esperienza nel trattamento della malattia. Scrivono di farmaci efficaci dalle sue varie manifestazioni. Il loro feedback aiuta la persona, che ha appena scoperto i sintomi, a credere che questa dolorosa malattia sia curabile, sintonizzarsi con il trattamento.

È importante ricordare che non è possibile seguire ciecamente il consiglio di altri pazienti. È necessario trattare uno specialista di patologia emorroidaria, prescrivendo una terapia complessa, tenendo conto delle caratteristiche della manifestazione clinica del processo patologico identificato nella diagnosi.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Come curare le emorroidi a casa: medicine popolari, ricette di rimedi e consigli popolari

Una malattia abbastanza comune che potrebbe non manifestarsi per molto tempo e non causare disagio è emorroidi. Le emorroidi complicano seriamente le attività quotidiane, rendono lo stile di vita più passivo, rendono impossibile praticare sport, sollevare pesi, ecc.

Controindicazioni, effetti collaterali e raccomandazioni importanti per l'uso di Fraxiparin

Problemi con la coagulazione del sangue, le complicanze tromboemboliche sono malattie abbastanza gravi che richiedono un trattamento immediato.