Flebologo è un dottore che cura le vene.

Autore dell'articolo: Victoria Stoyanova, medico di II categoria, responsabile del laboratorio presso il centro di diagnosi e trattamento (2015-2016).

Da questo articolo imparerai: chi è un flebologo e cosa tratta. Sotto quali sintomi rivolgersi a lui, che cosa nominerà.

Un flebologo è un medico specializzato in problemi di vena.

Cosa tratta il flebologo:

  • vene varicose (sulle gambe, sulle braccia, sulle vene dell'esofago, sul piccolo bacino, ecc.);
  • flebite (infiammazione delle pareti venose);
  • trombosi venosa;
  • tromboflebite (infiammazione in combinazione con la formazione di coaguli di sangue, una frequente complicazione delle vene varicose);
  • ulcere trofiche sulla pelle (una complicazione delle vene varicose).

Quando contattare il flebologo

Se sei a maggior rischio di sviluppare patologie venose, dovresti essere esaminato da questo medico ogni anno o almeno una volta ogni 2 anni.

A rischio sono:

  • persone il cui lavoro comporta un carico notevole sulle gambe o il sollevamento di pesi (insegnanti, ballerini, atleti, animatori, ecc.), nonché coloro che indossano scarpe con i tacchi ogni giorno;
  • impiegati (a causa dello stile di vita sedentario);
  • le donne che hanno partorito (maggiore è il numero di gravidanze e di parto che una donna ha subito, maggiore è il rischio di varici del bacino e delle gambe);
  • persone obese;
  • quelli con parenti diretti soffrivano di malattie venose.

Inoltre, visitare immediatamente un flebologo se si avvertono sintomi di problemi venosi.

I segni principali che dovrebbero essere prestati attenzione vanno al flebologo:

Flebologo - chi è e quando andare dal dottore?

Flebologia è un dipartimento di chirurgia vascolare che tratta le malattie delle vene degli arti inferiori. La domanda è, flebologo - chi è, chi è interessato a chi ha problemi in questo settore, chi deve essere immediatamente eliminato per evitare complicazioni e deterioramento della salute.

Flebologo - chi è e cosa guarisce?

Molti scopriranno questo specialista solo di fronte alle malattie delle vene degli arti inferiori. Un flebologo è lo specialista che esamina, diagnostica la malattia e prescrive un trattamento appropriato per ogni singolo caso. Le malattie trattate da questo dottore hanno acquisito slancio negli ultimi anni, quindi è importante non solo cercare aiuto in modo tempestivo, ma anche conoscere le misure preventive.

Chi è un medico flebologo, cosa fa?

Considerando più in dettaglio che cosa fa un flebologo, bisogna prima di tutto capire la specializzazione e la concentrazione. Un flebologo è un chirurgo vascolare, cioè un ristretto specialista che si occupa solo del trattamento delle vene degli arti inferiori. Il suo campo di attività include l'esame di un paziente per identificare una malattia correlata al suo profilo e un ulteriore trattamento. Se consideriamo la questione della diagnosi in modo più approfondito, ciò che il medico flebologo fa per identificare la malattia, contiene diversi metodi:

  1. Angiografia ad ultrasuoni delle vene. Questo è un metodo semplice che è necessario solo per rilevare i coaguli di sangue nelle navi più grandi.
  2. Ecografia Doppler del flusso e delle vene del sangue venoso. Una versione migliorata dell'ecografia delle vene aiuta a determinare non solo lo stato dei vasi, ma anche quanto è intenso il flusso sanguigno in essi.
  3. Flebanomometriya. Utilizzando questo metodo, la pressione sanguigna viene misurata sulle pareti venose in vari stati. Questo metodo aiuta lo specialista a scegliere il tipo di manipolazione chirurgica.
  4. Flebostsintigrafiya. I metodi introducono radionuclidi sicuri nel flusso sanguigno e si osserva la loro luminescenza. Aiuta a determinare lo stato del microcircolo, la presenza di placche e lacune nelle vene.
  5. Scansione vene duplex. Questo è il metodo più informativo con cui diagnosticano le malattie e determinano lo stato delle valvole, dei vasi e la qualità del flusso sanguigno in esse.
  6. Venografia. Conducendo flebografia, il contrasto viene iniettato nel flusso sanguigno e viene eseguita una radiografia. Il metodo mostra ispessimento e restringimento delle pareti venose.

Che cosa tratta un flebologo?

L'elenco delle malattie che rientrano nella categoria della flebologia è ampio. Flebologo - chi è questo, abbiamo capito, ma c'è anche un chirurgo vascolare - colui che tratta tali problemi con le vene degli arti inferiori:

  • insufficienza venosa cronica;
  • tromboflebite;
  • flebiti;
  • vene varicose;
  • forme acute di trombosi venosa;
  • ulcere trofiche della localizzazione più diversa;
  • sanguinamento venoso;
  • Elefantiasi delle gambe (linfadema);
  • malattia post-trombotica;
  • vene varicose intradermiche (dilatazioni sottocutanee, asterischi venosi e vene varicose);
  • embolia polmonare.

Quando contattare il flebologo?

Un chirurgo flebologo aiuterà con un certo deterioramento dello stato di salute a comprendere la loro natura e prescriverà una terapia complessa se il trattamento del paziente fosse a un indirizzo. Conoscendo il flebologo - chi è e quali malattie tratti, con i sintomi descritti di seguito, puoi fissare un appuntamento con questo specialista senza esitazioni.

  • crampi notturni frequenti degli arti inferiori;
  • quando le gambe scure appaiono sulle gambe;
  • se ci sono reti vascolari e asterischi;
  • gonfiore, stanchezza, pesantezza alle gambe e dolore;
  • se il tessuto sottocutaneo è notevolmente compattato;
  • nodi visibili e dilatazione venosa delle gambe;
  • insolita sensazione di calore nei muscoli delle gambe dopo un leggero sforzo fisico o dopo un cambiamento di postura.

C'è una categoria di persone che vengono mostrate visitando questo medico anche senza la presenza dei sintomi sopra elencati, al fine di prevenire e rilevare problemi con le vene nella loro condizione germinale.

  • se qualcuno avesse una malattia di una vena in famiglia;
  • in presenza di eccesso di peso;
  • amanti dei cibi grassi e piccanti;
  • gravidanza (2-3 trimestre);
  • coloro che sono regolarmente esposti a uno sforzo fisico;
  • coloro che conducono uno stile di vita sedentario;
  • le persone anziane che non si muovono abbastanza;
  • abusare di alcol e avere cattive abitudini.

Com'è il ricevimento al flebologo?

Molti che si recano a un appuntamento con questo medico per la prima volta sono interessati a come il chirurgo vascolare sta ricevendo. La prima cosa che inizia con la ricezione - la raccolta di informazioni dettagliate sul paziente e la storia. Per fare questo, è necessario ricordare il massimo di informazioni ed è meglio sintetizzarlo per non perdere nulla alla reception.

  1. Quando e come sono apparsi i primi sintomi, come sono apparsi e in quali circostanze?
  2. Quali fattori hanno influenzato i sintomi positivamente o negativamente?
  3. Che cosa faceva il paziente, usava qualche farmaco?

Com'è l'esame al chirurgo vascolare?

Il flebologo e chi questo htrurg vascolare abbiamo esaminato, ma sarebbe utile avere un'idea di come il phlebologist passa l'esame per prepararsi sia fisicamente che moralmente. Prima di prenderlo, si raccomanda di passare i test e le prove necessarie affinché la ricezione del flebologo possa dare risposte più complete alle domande, fino alla diagnosi:

  • tempo parziale di tromboplastina attivato (APTT);
  • test del tempo di protrombina (PT);
  • atteggiamento normalizzato internazionale (INR);
  • indice di protrombina (PTI);
  • fibrinogeno.

Dato che lo specialista eseguirà un esame esterno (fisico), è necessario prepararsi per questo, soprattutto in termini igienici: fare una doccia o un bagno, indossare biancheria e vestiti puliti, mettere le gambe in ordine. Ciò contribuirà a evitare sentimenti di vergogna o imbarazzo e non causerà sensazioni spiacevoli al medico che esegue l'esame.

Che operazioni fa un chirurgo vascolare?

Quando le condizioni del paziente peggiorano, quando la terapia farmacologica è impotente, il flebologo del chirurgo vascolare esegue un intervento chirurgico. Queste non sono sempre operazioni familiari, ma tecniche delicate:

  1. Obliterazione / ablazione a radiofrequenza (RFO). In questo metodo, una nave viene trattata con un elettrodo speciale dall'interno, che aiuta a sbarazzarsi di patologie.
  2. Scleroterapia. Introdurre uno speciale farmaco sclerosante che aiuta a sbarazzarsi di piccole reti vascolari.
  3. Trattamento con un laser (EVLK - coagulazione laser endovenosa delle vene degli arti inferiori). Questo metodo prevede la puntura di una vena e l'introduzione di un laser che aiuta ad eliminare le formazioni dolorose.
  4. Flebectomia tradizionale. Questa è la rimozione delle vene e degli affluenti attraverso le incisioni.

Consiglio phlebologist

I consigli che un flebologo può dare non solo aiutano a curare le malattie, ma prevengono anche il loro verificarsi. Le misure preventive, in particolare per il gruppo a rischio, sono indispensabili per mantenere la salute vascolare, in questo caso le vene degli arti inferiori. In presenza di una malattia, tale consulenza aiuterà a non aggravare la situazione e ad adottare misure per facilitare una pronta guarigione.

Il consiglio del flebologo per le vene varicose

Per quelli con le vene varicose, le raccomandazioni di un flebologo per le vene varicose aiuteranno ad alleviare la condizione e accelerare il processo di guarigione.

  1. È molto pericoloso stare troppo a lungo, quindi se non c'è altra via d'uscita, dovresti provare a camminare ogni 30 minuti.
  2. Lanciare periodicamente le gambe aiuterà a migliorare il deflusso.
  3. Quando si è seduti le gambe devono essere posizionate su un'altezza di 15-20 cm e comunque non gettare le gambe.
  4. È utile organizzare le navi con una doccia che le rafforzi.
  5. Scarpe con tacchi alti, stretti e scomodi - il migliore amico delle vene varicose.
  6. Se hai un eccesso di peso, dovresti cercare di sbarazzartene per ridurre il carico extra sulle gambe.
  7. È necessario osservare il bilancio idrico per evitare coaguli di sangue.
  8. Hai bisogno di mangiare in modo da evitare la stitichezza, che contribuiscono alla comparsa di vene varicose.
  9. Bere e fumare in eccesso contribuiscono alla comparsa delle vene varicose.

Consigli per il flebologo per tromboflebiti

Le raccomandazioni del flebologo per malattie come la tromboflebite sono simili nel caso delle vene varicose, quindi le punte saranno ridotte all'attuazione di esercizi e raccomandazioni che contribuiscono alla prevenzione della malattia.

  1. Esercizio "betulla" è una prevenzione eccellente, quindi si consiglia di eseguire regolarmente.
  2. Con frequenti gonfiori degli arti inferiori, si consiglia di mettere un cuscino sotto i piedi per la notte.
  3. L'esercizio per la flessibilità migliora la circolazione sanguigna e aiuta ad aumentare l'elasticità di muscoli, legamenti e vasi sanguigni.
  4. In qualsiasi momento opportuno, si consiglia di eseguire una rotazione circolare dei piedi in senso orario e antiorario.

Restauro delle vene - Consigli per flebologi

Ci vuole un sacco di tempo per ripristinare le vene, ma tutto è possibile se il problema viene affrontato in modo complesso. Il miglior venotonico può e deve essere usato - il consiglio di un flebologo in questo caso si riduce ad una lista di rimedi efficaci che vengono usati sia per il trattamento che per la prevenzione.

Chi è un flebologo e cosa fa?

La scienza della "flebologia" è una delle sezioni della chirurgia vascolare, che è stata identificata a causa del gran numero di patologie venose. Un medico impegnato nella diagnosi, nella prevenzione e nel trattamento delle malattie venose è un flebologo.

Chi è un flebologo

La competenza di uno specialista include patologie comuni come:

Questa non è l'intera lista di malattie che il flebologo cura e diagnostica.

Ogni 3 persone affrontano malattie venose. A causa dell'assenza di manifestazioni cliniche, il processo patologico non si manifesta per molto tempo.

Ai pazienti in fase avanzata viene chiesto aiuto. La flebologia è una scienza giovane, ma merita molti feedback positivi, perché le malattie venose causano molta sofferenza.

Qual è la differenza tra un chirurgo vascolare e un flebologo?

Un chirurgo vascolare è un medico in grado di diagnosticare e curare le malattie vascolari. Flebologo - uno specialista stretto in chirurgia vascolare. Impegnato nella prevenzione e nel trattamento delle vene degli arti inferiori.
La differenza tra i medici è significativa.

Il chirurgo della medicina vascolare si occupa del piccolo e grande circolo della circolazione sanguigna. Ad esempio, quando l'arteria carotide è bloccata, è lui che esegue il trattamento e la chirurgia.

Il "sacco" del flebologo è vene varicose e tutto ciò che è connesso con esso. Se il paziente chiede aiuto con grave insufficienza venosa, il medico "vascolare" lo indirizzerà all'ufficio del flebologo.

Quali malattie tratta

Prima di contattare, è necessario capire cosa tratta. La portata della sua competenza comprende patologie venose congenite e acquisite:

È possibile contattare uno specialista in modo pianificato e in una situazione di emergenza. Uno di questi motivi è il tromboembolismo.

Quali lamentele devono essere affrontate

Spesso i pazienti chiedono aiuto in ritardo. Ciò è principalmente dovuto a processi nascosti. La patologia venosa per lungo tempo passa inosservata. Una persona non può nemmeno immaginare lo sviluppo della malattia.

I motivi di ricorso sono:

  • crampi alle gambe di notte;
  • gonfiore;
  • rigonfiamento della vena senza altri sintomi;
  • pesantezza e stanchezza alle gambe;
  • spasmo muscolare improvviso dei muscoli del polpaccio;
  • visualizzazione della vena e del suo gonfiore;
  • prurito e bruciore ai piedi;
  • la comparsa di sigilli non specificati sugli arti inferiori;
  • dolore dopo l'esercizio o lunghe passeggiate.

Questi segni possono essere un segnale di avvertimento per lo sviluppo della patologia. Per escludere o confermare dubbi, è necessario richiedere assistenza qualificata.

Inoltre, ci sono categorie di persone ad alto rischio. Si raccomanda di esaminare tali "clienti" senza attendere le manifestazioni fisiche della patologia venosa.

A questo gruppo appartengono:

  • persone di età superiore a 45 anni;
  • le donne nel periodo di trasporto di un bambino, in particolare 2 e 3 trimestri;
  • Persone con malattie endocrine: diabete, ipertiroidismo;
  • persone in sovrappeso;
  • persone che hanno uno stile di vita sedentario a causa della loro salute o in considerazione del loro campo di attività;
  • donne che indossano scarpe scomode e fanno lavori in piedi;
  • persone che abusano di cattive abitudini - dipendenza da alcol o tabacco).

Ai fini della prevenzione, si consiglia di visitare almeno 1 volta all'anno.

Dove prende

Durante la gestione, è necessario considerare diversi fattori:

  • esperienza di un medico in questa specialità;
  • esperienza nel campo della flebologia;
  • categoria specialistica;
  • residenza o tirocinio in chirurgia vascolare.

I pazienti sono ammessi a cliniche specializzate private e pubbliche dove si trova l'attrezzatura moderna.

Le cliniche flebologiche del profilo sono dotate di innovativi sistemi diagnostici e di trattamento.

Per ottenere un appuntamento con uno specialista in due modi:

  1. Avendo ricevuto il rinvio dal medico distrettuale al centro diagnostico;
  2. o per servizi a pagamento.

Consultazione a pagamento

L'appuntamento medico primario è in media da 1200 rubli. Il prezzo dipende da:

  • clinica di fama;
  • i nomi del dottore;
  • regione della Federazione Russa.

In alcuni soggetti, il prezzo varia da 2000 p. I servizi non sono economici.

Dopo aver ricevuto la consultazione, è necessario sottoporsi a una serie di studi sul rilevamento della malattia.

Come è la ricezione

Prima di arrivare a un consulto con uno specialista di vene, devi farlo

  • annotare tutti i sintomi inquietanti della malattia;
  • preparare la documentazione esistente;
  • se in precedenza ci sono state consultazioni da specialisti stretti o un chirurgo vascolare, vale la pena prendere i documenti di esame.

Se soggetto all'ispezione delle vene degli arti inferiori, dovresti abbandonare i pantaloni stretti o i jeans. E la preferenza per dare un taglio largo all'abbigliamento.

La ricezione è effettuata in fasi:

  1. Il medico raccoglie informazioni sul paziente: età, qualità della vita, disturbi, sintomi e campo professionale di attività.
  2. Successivamente, c'è un esame esterno del paziente: la condizione della pelle, il loro colore e la tensione.
  3. La palpazione è la fase successiva. Con l'aiuto delle sue mani, il medico esamina le vene e dà loro la sua valutazione.

In alcuni casi, il flebologo fa una diagnosi di vene principali profonde con un laccio emostatico o una benda elastica.

I mini-studi possono identificare la pienezza e l'infiammazione delle vene principali.

Stabilire la diagnosi ha utilizzato metodi diagnostici hardware.

diagnostica

La diagnostica condotta da uno specialista ha due forme: preliminare e confermativa.

I metodi diagnostici Pret includono Pretta, Delbe-Paters e Troyanova-Trendelenburg. Per la loro attuazione, il flebologo utilizza una benda elastica con cui tira l'arto "dolente".

I metodi diagnostici principali ed efficaci sono:

  • Ultrasuoni, che possono essere eseguiti dal medico stesso;
  • Risonanza magnetica o TC;
  • scansione fronte-retro;
  • angioscanning;
  • flebografia e derivati: flebomanometria e fleboscintigrafia;
  • Angiografia a raggi X con un agente di contrasto.

Oltre ai metodi diagnostici delle moderne attrezzature, vengono mantenuti numerosi test di laboratorio per la diagnosi.

Questi includono:

  1. ROVERE e OAM;
  2. coagulazione;
  3. tromboelastogramma;
  4. lipidogram;
  5. Analisi del sangue ELISA (ELISA).

Metodi di trattamento

Il trattamento delle malattie venose è determinato dalla dipendenza dalla gravità della patologia e dalla natura del decorso. Ci sono due modi per eliminare la patologia: terapia conservativa e chirurgia.

Il metodo conservativo negli ultimi tempi inefficace a causa di complicanze dei fenomeni venosi. Per il trattamento di farmaci usati nei seguenti gruppi:

Le medicine sono usate nella forma di terapia locale e orale, in alcuni casi - parenterally. Come supplemento, si consiglia di prendere un complesso di vitamine e minerali e seguire la dieta e carichi.

Trattamento chirurgico delle malattie venose

L'inefficacia del metodo di trattamento farmacologico e la fase critica del processo implicano un intervento chirurgico.

Il tipo di operazione è selezionato individualmente, in base ai segni della malattia e alla gravità del corso. L'operazione è eseguita da un flebologo.

Linee guida di prevenzione

Suggerimenti per prevenire lo sviluppo della patologia:

  • Rispetto di una corretta alimentazione. Rifiuto o astinenza da cibi grassi e fritti, cibi piccanti e sottaceti.
  • Rispetto del sonno e della veglia.
  • Fisioterapia, per ripristinare il flusso sanguigno.
  • Per migliorare il trofismo dei tessuti, esiste tutta una serie di esercizi fisici che consentono una migliore circolazione del sangue.
  • Indossare biancheria intima per compressione terapeutica.

Suggerimenti per le malattie venose e nel periodo postoperatorio:

  • Escludere o ridurre lo sforzo fisico;
  • rifiutare bevande gassate, alcol e cibo spazzatura;
  • prendere farmaci prescritti e non fare affidamento sulla medicina tradizionale;
  • osservanza del riposo a letto con un arto fisso.

Flebologia: malattie, metodi di trattamento e diagnosi

Le vene varicose sono un disturbo abbastanza comune, soprattutto tra le donne dopo i 40 anni. Molte persone conoscono la malattia, ma raramente conoscono l'esistenza di un'intera scienza che studia questa malattia e tutto ciò che riguarda la patologia. Questa è la responsabilità della flebologia moderna.

Cos'è - flebologia? Che cosa tratta?

La flebologia è un campo di medicina che studia la struttura della rete venosa del corpo umano, i motivi del declino delle sue funzioni, i sintomi dell'insufficienza venosa e il metodo di trattamento. Quest'area doveva essere assegnata a una scienza separata a causa dell'ampia diffusione di malattie venose e la durata della storia della patologia è impressionante.

Copertura del campo medico o ciò che è incluso nella competenza del flebologo

Nonostante il fatto che la flebologia sia una specializzazione ristretta della chirurgia cardiovascolare, il flebologo ha una vasta conoscenza della fisiologia dell'intero corpo umano. Lo specialista in questo campo si occupa dei seguenti processi patologici:

  • vene varicose. La malattia associata a una diminuzione dell'elasticità delle pareti delle vene. Alcune aree della rete venosa aumentano di dimensioni, il che porta all'interruzione dell'intero sistema venoso. Tra coloro che soffrono di patologia ci sono rappresentanti di tutte le fasce d'età, anche i bambini, che sono impegnati in specialisti in flebologia pediatrica;
  • trombosi venosa. È caratterizzato dalla formazione di coaguli di sangue in alcune sezioni della vena, quest'ultima bloccando il flusso sanguigno, interessando così l'intera vena;
  • flebiti. È un'infiammazione delle pareti venose. Il decorso della malattia è accompagnato da alterazioni patologiche delle pareti dei vasi sanguigni. Nel tempo, il paziente sviluppa tromboflebiti;
  • tromboflebite. In caso di malattia, oltre alla formazione di coaguli di sangue, a Vienna si sviluppa un processo infiammatorio. La malattia viene raramente trattata con metodi conservativi, ma nella maggior parte dei casi è necessario l'aiuto di un chirurgo;
  • ulcere trofiche. Esecuzione di forme di vene varicose. Accompagnato dallo stato di violazione del processo di nutrizione dei tessuti, infiammazione ed esaurimento della pelle con formazione di ulcere. La malattia è difficile da trattare;
  • sanguinamento venoso. La forma più grave di vene varicose, che è caratterizzata dalla possibilità di sanguinamento da microtraumi minori in luoghi dove la ghirlanda è gonfia;
  • insufficienza venosa cronica. La malattia è accompagnata da una diminuzione dell'efficienza del deflusso sanguigno negli arti inferiori, trasformazione delle vene safene;
  • flebopatia, vene varicose, ecc.

Video: consiglio di Phlebologist

Dopo aver scoperto cos'è la flebologia e qual è la scala del settore, ha senso passare al tema delle specificità dei casi clinici dell'industria flebologica.

Quando dovrei contattare un flebologo?

In caso di rilevazione di segni di condizioni patologiche, è necessario consultare prontamente un medico. Nella tabella in basso forniamo i principali "campanelli d'allarme", che possono indicare lo sviluppo di una delle suddette malattie:

flebologo

Un flebologo è un medico che si occupa del trattamento e della prevenzione delle malattie del sistema venoso.

contenuto

Informazioni generali

Le malattie venose erano note anche ai dottori dell'Antico Egitto, e anche allora hanno provato a curare queste malattie. Descrizioni dettagliate delle vene varicose si trovano negli scritti di Ippocrate, Avicenna e altri importanti medici del passato.

Nel diciannovesimo secolo, Trendelenburg propose di fasciare la grande vena safena e la sua intersezione come un metodo per trattare le vene varicose, e all'inizio del XX secolo c'erano circa 20 diversi metodi di trattamento chirurgico delle vene varicose di vario grado di trauma.

In futuro, i metodi di trattamento della patologia venosa diventarono meno traumatici, ma i chirurghi si occuparono ancora del trattamento delle malattie del sistema venoso.

Attualmente, specialisti a profilo stretto sono coinvolti nelle malattie vascolari:

  • un angiosurgeon che tratta le patologie di tutte le navi (si occupa sia delle vene che delle arterie);
  • flebologo del chirurgo vascolare che tratta solo la patologia del sistema venoso.

Flebologo - chi lo fa e cosa guarisce

Un flebologo è un medico che cura le malattie vascolari acute e croniche, che includono:

  • Vene varicose, che si verifica a causa di interruzione delle valvole venose e l'insorgenza di flusso di sangue inverso (reflusso). Questa malattia di gravità variabile è rilevata in circa l'89% delle donne e il 66% degli uomini.
  • Malattia post-trombotica che si sviluppa dopo trombosi acuta del sistema venoso profondo. Il riassorbimento di un coagulo di sangue nel lume del vaso porta alla distruzione parziale o completa dell'apparato valvolare, che causa la stasi venosa permanente, il flusso sanguigno alterato e lo sviluppo di disturbi trofici. La malattia può manifestarsi in forma sclerotica o varicosa.
  • Flebite (infiammazione della parete venosa), che si sviluppa a causa di vene varicose o sullo sfondo di qualsiasi infezione, e tromboflebite, in cui si forma un coagulo sullo sfondo di infiammazione della parete venosa.
  • Ulcere trofiche, che si formano a causa di disturbi circolatori. Molto spesso, un'ulcera trofica si sviluppa a causa di vene varicose, sindrome post trombotica e lesioni obliteranti dei vasi delle estremità, in cui a seguito della proliferazione del tessuto delle pareti del vaso avviene la fusione delle navi.
  • Displasia venosa (malformazioni delle vene). A causa di violazioni congenite (strangolamento) delle vene, nella displasia venosa, la circolazione sanguigna è disturbata, si sviluppano i cambiamenti del tessuto trofico e grave ipossia. Fili fibrosi, rami arteriosi aberranti, compressione della vena poplitea con muscoli localizzati in modo atipico (allungati verso il bordo esterno della tibia dal condilo interno) possono causare displasia venosa. La displasia venosa è anche osservata in assenza congenita o sottosviluppo delle vene profonde e in flebectasia (dilatazione della vena con insufficienza di valvole venose).

Un flebologo tratta anche anomalie traumatiche dei vasi venosi, aterosclerosi (blocco dei vasi sanguigni con depositi di colesterolo), obliterazione dell'endarterite, in cui il restringimento dei vasi viene rivelato fino alla chiusura del lume, così come altre patologie vascolari.

Flebologo - uno specialista che deve essere visitato da persone che hanno i seguenti reclami:

  • gonfiore delle gambe e dei piedi;
  • ci sono crampi o dolori alle gambe durante l'esercizio e a riposo;
  • c'è una sensazione di pesantezza o bruciore alle gambe;
  • le gambe si stancano rapidamente con carichi;
  • le vene dei ragni apparivano sulle gambe;
  • dolore o gonfiore delle vene safene osservate;
  • alta pressione sanguigna è osservata;
  • pelle scurita e più folta sulle sue gambe.

La consultazione di un flebologo è necessaria anche per le persone che non presentano sintomi evidenti di patologia del sistema venoso, ma:

  • c'è una predisposizione genetica (vene varicose in almeno una linea genitoriale);
  • ci sono state diverse gravidanze (aumento durante la gravidanza, pressione venosa e livelli elevati di progesterone provocano vene varicose);
  • l'uso di contraccettivi orali è presente (molti contraccettivi orali, modificando il livello degli ormoni nel corpo, peggiorano il decorso della malattia varicosa);
  • esiste il rischio di arteriosclerosi dovuta a uno stile di vita sedentario e sedentario, al fumo, al sovrappeso o alla presenza di diabete.

Per scopi profilattici, si raccomanda di visitare il flebologo più spesso per le donne, poiché hanno malattie venose più frequenti.

Dopo 40 anni, si consiglia di visitare un flebologo almeno una volta all'anno.

Fasi di consulenza medica

La consultazione di un flebologo comprende diversi passaggi:

  • Una conversazione in cui il paziente spiega cosa lo infastidisce e il flebologo chiarisce quando sono apparsi i primi cambiamenti esterni delle vene e altri sintomi della malattia, quali metodi di trattamento hanno tentato di correggere la patologia, ecc. Poiché un fattore ereditario è di grande importanza nello sviluppo delle vene varicose, è auspicabile che il paziente chiarisca in anticipo se il sistema venoso ha una patologia nella famiglia immediata. Se il paziente ha documenti medici (documenti di dimissione, dati di vene ultrasuoni, ecc.), Questi devono essere tenuti con sé per presentarli al medico.
  • Esame, durante il quale il flebologo esamina attentamente le gambe del paziente. Spesso è anche necessario esaminare l'inguine, il bacino e l'addome.
  • Scansione a ultrasuoni duplex delle vene degli arti inferiori. Usando questo metodo ecografico non invasivo, è possibile chiarire lo stato delle vene superficiali e profonde, scoprire la natura del flusso sanguigno attraverso le vene esaminate e ottenere informazioni sullo stato dell'apparato valvolare. Sebbene la scansione sia eseguita da uno specialista in diagnostica ecografica, anche un chirurgo flebologo partecipa all'esame del paziente. Questo studio è sicuro e informativo, quindi consente di fare una diagnosi accurata e scegliere un metodo di trattamento adeguato.
  • Chiarificazione della diagnosi, scelta del metodo di trattamento e fornitura di raccomandazioni per la prevenzione della malattia. In questa fase, il flebologo della consultazione discute le opzioni di trattamento con il paziente, informa sui benefici di vari metodi, effetti collaterali e possibili complicanze e riporta anche il costo delle procedure.

diagnostica

Il flebologo diagnostica il paziente sulla base di:

  • quadro clinico della malattia;
  • dati di scansione duplex ad ultrasuoni.

Nella displasia venosa congenita, è necessaria una diagnosi differenziale con le fistole artero-venose congenite, che si osservano nella forma generalizzata della sindrome di Parks-Weber.

Il metodo moderno più accurato per diagnosticare lo stato dei vasi sanguigni è l'ecografia delle vene, che combina l'ecografia tradizionale e l'ecografia Doppler. Con la scansione fronte-retro:

  • la struttura, la permeabilità e l'operabilità delle navi sono valutate;
  • i posti esatti di restringimento o dilatazione di navi sono rivelati;
  • si osservano coaguli di sangue e placche aterosclerotiche;
  • misurata velocità del flusso sanguigno.

Questo metodo ti consente di:

  • ottenere un contrasto elevato e chiarezza dell'immagine;
  • con una precisione del 98%, per rilevare minime variazioni aterosclerotiche nei vasi;
  • valutare l'elasticità dei vasi e le condizioni delle valvole venose.

L'ingrandimento multiplo dell'immagine consente di determinare le dimensioni di un coagulo di sangue.

Il flebologo può controllare la dinamica dei cambiamenti durante il processo di trattamento, poiché i risultati dell'esame sono memorizzati nella memoria del computer.

Non ci sono controindicazioni per la scansione della vena duplex, non è richiesta una preparazione speciale (la procedura di scansione dura circa 30 minuti).

Nel processo di ricerca, uno speciale gel viene applicato agli arti esposti (migliora la pervietà dei segnali ultrasonici) e il medico esegue la scansione delle navi nei punti della loro proiezione utilizzando un sensore.

Trattamento di malattie del sistema venoso.

Un flebologo viene percepito da molti pazienti come medico, eliminando la patologia vascolare con metodi esclusivamente chirurgici. Tuttavia, al momento, grazie al miglioramento della tecnologia nel trattamento delle malattie vascolari, vengono utilizzati metodi non solo chirurgici, ma anche minimamente invasivi e conservativi.

Il flebologo seleziona il metodo di trattamento individualmente, in base al tipo di patologia e al grado della sua gravità.

Nelle fasi iniziali delle vene varicose e per la prevenzione di questa malattia, il flebologo prescrive un trattamento conservativo, tra cui:

  • L'uso di calze a compressione.
  • Farmaci da prescrizione. Vengono utilizzati flebotonie - farmaci flebotropici che aiutano a migliorare il tono muscolare, alleviare gonfiore e dolore alle gambe. I farmaci più efficaci in questo gruppo sono farmaci creati sulla base di un bioflavonoide di origine vegetale (Vazoket, Phlebodia), ed Eskuzan è una preparazione a base di estratti di ippocastano e tiamina cloridrato. Possono anche essere somministrati fleboprotettori con effetti anti-infiammatori e anti-distruttivi.

Con un grado più pronunciato di patologia, un flebologo di solito raccomanda un trattamento minimamente invasivo, inclusa la sclerosi delle vene e delle vene dei ragni con l'aiuto di scleroterapia, echo scleroterapia o scleroterapia con schiuma o coagulazione endovenosa della vena radiofrequenza.

Con significativa lesione dei vasi sanguigni, viene eseguito un trattamento chirurgico. A seconda del tipo di patologia, il flebologo consiglia:

  • flebectomia o venectomia (rimozione delle vene varicose);
  • chirurgia endoscopica complessa che utilizza apparecchiature video speciali (utilizzate in presenza di ulcere trofiche).

La chirurgia viene anche eseguita per eliminare l'ostruzione delle vene profonde in presenza di corde fibrose, deviando dalla normale posizione o struttura delle arterie o dei muscoli.

Dopo l'operazione, il ricevimento del flebologo viene mostrato dopo 8 giorni (in questo momento i punti vengono rimossi e viene effettuato un esame).

Inoltre, la fisioterapia, la stimolazione elettromagnetica, i bagni idromassaggio (tutte queste procedure migliorano il deflusso venoso) possono essere utilizzati per il trattamento.

Poiché l'intervento chirurgico elimina solo le vene danneggiate, senza alterare la causa della malattia, al paziente vengono fornite raccomandazioni per evitare un'ulteriore progressione della patologia.

Raccomandazioni profilattiche di flebologi

Poiché le malattie delle vene sono provocate da una dieta non salutare, uno stile di vita sedentario e un lavoro prolungato in piedi o seduti, si raccomanda che i pazienti:

  • osserva il tuo peso, poiché il sovrappeso aumenta il carico sugli arti inferiori;
  • eliminare dalla dieta alcol, cibi troppo grassi, piccanti e salati e dolci;
  • scegliere scarpe comode con un tacco stabile (i tacchi alti per più di 4 ore al giorno sono controindicati);
  • non indossare calze e collant a pressione;
  • esercitare;
  • regolarmente sottoposti a esami preventivi.

Flebologia. Che cosa fa questo specialista, quali ricerche conduce, quali patologie tratta?

Il sito fornisce informazioni di base. Diagnosi e trattamento adeguati della malattia sono possibili sotto la supervisione di un medico coscienzioso. Qualsiasi farmaco ha controindicazioni. Consultazione richiesta

Chi è un flebologo?

Un flebologo è uno stretto specialista coinvolto nella prevenzione, diagnosi e trattamento delle patologie delle vene degli arti inferiori. Per diventare un flebologo, è necessario completare un'università medica e completare uno stage in chirurgia vascolare (angiosurgia) con un'ulteriore specializzazione in flebologia. Anche le aree di angiologia (vasi sanguigni e linfatici) sono l'arteriologia (scienza delle arterie) e la linfologia (scienza dei linfonodi e dei vasi) e sono impegnate nel trattamento delle arterie e dei vasi linfatici angiurone e linfologo.

La flebologia è una branca della medicina che studia la struttura e la funzione delle vene, così come la patologia delle vene, i metodi di trattamento e prevenzione. Il nome deriva dal greco "phlebos" - Vienna e "logos" - scienza. Le prime informazioni sulle patologie delle vene e sui metodi del loro trattamento sono state trovate in antichi scritti, ma la flebologia divenne una sezione indipendente della medicina nel diciannovesimo secolo.

Nel corso dei tre secoli di flebologia, sono stati sviluppati molti metodi per la diagnosi delle malattie vascolari e il loro trattamento conservativo e chirurgico. La flebologia, come scienza, è in continua evoluzione e miglioramento. Il compito del flebologo è un trattamento confortevole, indolore ed efficace delle malattie vascolari degli arti inferiori. Altrettanto importante è lo sviluppo di metodi efficaci per la prevenzione delle patologie vascolari.

Cosa fa un flebologo?

Flebologo impegnato nella diagnosi, trattamento e prevenzione delle patologie delle vene degli arti inferiori. La competenza del medico-flebologo include conoscenza con la storia della malattia e la vita del paziente, la diagnosi delle vene, la selezione individuale della terapia, così come l'osservazione del paziente per un lungo periodo dopo l'attuazione di un trattamento conservativo o chirurgico.

Il compito del flebologo non è solo il trattamento di una patologia esistente, ma anche la prevenzione dell'insorgenza di malattie vascolari nelle persone a rischio o con predisposizione genetica. A tal fine, i medici sviluppano complessi speciali di esercizi e procedure idriche, varie tecniche di massaggio terapeutico, ecc.

Flebologo impegnato nella prevenzione, diagnosi e trattamento di:

Vene varicose (vene varicose)

Le vene varicose sono una patologia in cui la parete vascolare diventa più sottile, il lume del vaso aumenta e le caratteristiche sporgenze nodose appaiono sotto pressione di sangue. La malattia si manifesta in presenza di una griglia vascolare nelle gambe, vene varicose locali, peso nelle gambe, crampi dei muscoli del polpaccio di notte, gonfiore delle gambe e dei piedi, ecc. La debolezza ereditaria della parete vascolare, insufficienza valvolare, obesità, squilibrio ormonale, può essere la causa delle vene varicose, abitudini alimentari (mancanza di frutta e verdura, fibra ruvida nella dieta), stile di vita (fumo, stile di vita sedentario), caratteristiche dell'attività professionale (lunga durata, sollevamento pesante Estey). Esistono varie classificazioni delle vene varicose per localizzazione, prevalenza del processo e gravità dei sintomi.

Vene varicose durante la gravidanza

Le vene varicose durante la gravidanza sono abbastanza comuni. Circa il 60 - 80% dei casi di vene varicose si verificano in pazienti gravide. Le vene varicose compaiono spesso dopo 20 settimane dalla prima gravidanza. La causa della comparsa delle vene varicose in una donna incinta è la compressione delle vene retroperitoneali dell'utero gravido, l'aggiustamento ormonale, un aumento del volume ematico circolante. Le vene varicose durante la gravidanza sono insignificanti e si manifestano anche come sensazione di affaticamento, pesantezza alle gambe, gonfiore delle caviglie, crampi notturni dei muscoli del polpaccio, comparsa di una rete vascolare o nodi venosi, ecc. Durante la gravidanza, il metodo di trattamento conservativo è più spesso usato. Al trattamento chirurgico si fa ricorso nel periodo postpartum.

Trombosi venosa profonda

La trombosi venosa profonda è una condizione patologica in cui si formano coaguli di sangue (coaguli di sangue) nel flusso sanguigno, bloccando il lume dei vasi sanguigni e interrompendo il flusso sanguigno dagli arti inferiori. Vasi sanguigni degli arti inferiori - la localizzazione più comune dei coaguli di sangue. I coaguli di sangue possono formarsi sia nelle vene superficiali che nelle vene profonde. Ma le complicanze più pericolose causano trombosi venosa profonda, quindi questa patologia richiede cure mediche urgenti. La trombosi è causata da sovrappeso, malnutrizione, riposo a letto prolungato, fratture ossee, gravidanza, alcuni farmaci, massicci interventi chirurgici, ecc. Le complicanze della trombosi venosa profonda sono sepsi, tromboembolia polmonare e cancrena.

Malattia post-trombotica

La malattia post-thromboflebitica è caratterizzata da una compromissione cronica del deflusso venoso dagli arti inferiori dopo trombosi acuta. Esistono due forme di malattia: la forma edematosa e la forma edematosa-varicosa. Una malattia può manifestarsi clinicamente anche diversi anni dopo aver sofferto di trombosi venosa o tromboflebite. I sintomi della malattia post-tromboflebite sono le convulsioni notturne, una sensazione di diffusione, gonfiore e caratteristica pigmentazione a forma di anello nel terzo inferiore della gamba (acquisendo densità fibrosa con il tempo). Spesso in questa zona si formano ulcere trofiche, dermatiti, eczema umido. Cambiamenti dopo la distruzione di un coagulo di sangue - infiammazione, sostituzione del tessuto connettivo (cicatrice) con la scomparsa del lume del vaso, aumento della pressione nelle vene superficiali portare alla malattia post-tromboflebite.

Ulcera trofica

Un'ulcera trofica è una ferita aperta, infiammata o persistente sulla pelle o sulla membrana mucosa che si verifica quando un disturbo circolatorio locale, l'innervazione dei tessuti e il rigetto dei tessuti morti. Le ulcere trofiche sono caratterizzate da un decorso lento e difficili da trattare. Localizzazione frequente di ulcere - il terzo inferiore della gamba. Le vene varicose, l'insufficienza venosa cronica, la malattia post-trombotica, il diabete mellito, l'aterosclerosi, le ustioni, il congelamento, il linfedema e altre patologie che violano l'uscita di sangue e linfa dagli arti inferiori portano alla comparsa di ulcere trofiche. Le patologie venose sono la causa principale delle ulcere trofiche (nel 70% dei casi). Le ulcere possono essere ferite e infettate, il che porta spesso a complicazioni: piodermite, osteomielite, artrite, varicotromboflebite purulenta, dermatite allergica, erisipela, flemmone, sepsi, linfangite.

flebite

La flebite è un processo infiammatorio acuto o cronico della parete vascolare. Molto spesso, l'infiammazione della parete vascolare è il risultato di vene varicose. La flebite può verificarsi anche dopo il parto, con allergie, lesioni infettive (di solito la natura streptococcica), ascessi, ferite infette, ustioni chimiche delle vene, drenaggio linfatico alterato, ecc. Nell'area dell'infiammazione della parete vascolare si verifica spesso trombosi, che porta a una malattia più pericolosa - trombosi.

La localizzazione del processo infiammatorio si distingue:

  • periflebitis - lesione del guscio esterno della vena;
  • endoflebitis: danno al rivestimento interno della vena;
  • panphlebitis - la sconfitta di tutti i gusci della vena.

Il flusso del processo infiammatorio è il seguente:

  • flebite acuta - si manifesta in modo acuto con sintomi gravi (debolezza generale, aumento della temperatura corporea, forte dolore e gonfiore nella zona delle navi colpite);
  • flebite cronica - si sviluppa gradualmente per un periodo più lungo e può essere asintomatica.

Per tipo di vene colpite, la flebite è divisa in:

  • flebiti delle vene superficiali - appaiono rossore, indurimento e gonfiore lungo le vene colpite;
  • flebiti delle vene profonde - manifestate da sintomi comuni - dolore agli arti inferiori, edema, convulsioni, ecc.

tromboflebite

Thrombophlebitis è una malattia caratterizzata da infiammazione del rivestimento interno di una vena con la formazione di un coagulo di sangue. La tromboflebite è una complicanza pericolosa della flebite, poiché un trombo può staccarsi e migrare in tutto il corpo. Ciò può portare a malattie gravi come la trombosi venosa profonda o il tromboembolismo polmonare (PE) e, in ultima analisi, l'amputazione degli arti o la morte. Le tromboflebiti possono essere vene varicose, malattia post-trombotica, traumi, cateterizzazione delle vene per lungo tempo, processi purulenti locali, ecc. I sintomi tromboflebitici comprendono gonfiore e indurimento lungo la vena interessata, grave dolore locale, arrossamento lungo la vena sotto forma di bande, aumento della temperatura locale e generale. La tromboflebite colpisce le vene superficiali e profonde, trasformandosi spesso in una forma cronica (nel 60% dei casi) con lo sviluppo dell'insufficienza venosa cronica.

Insufficienza venosa cronica

Insufficienza venosa cronica è una condizione patologica caratterizzata da disfunzione delle vene e deflusso venoso negli arti inferiori. La causa dell'insufficienza venosa cronica può essere vene varicose, tromboflebite, malattia post-thromboflebitica. fattori avversi che aumentano la probabilità di insufficienza venosa includono l'età, il sesso femminile (la gravidanza, il parto, l'influenza di estrogeni), la predisposizione genetica, stipsi cronica, stile di vita sedentario, e altri. I sintomi di insufficienza venosa cronica sono pesantezza alle gambe, la presenza di varici vascolari e varicose vene varicose, gonfiore transitorio, crampi notturni dei muscoli gastrocnemio, disturbi trofici (pelle secca, ulcere trofiche).

Reticolo vascolare (telangiectasia)

La rete vascolare (vene del ragno, telangiectasia) è un'espansione superficiale locale dei capillari, visibile a occhio nudo. La localizzazione delle vene dei ragni sono gli arti inferiori, la faccia, le ali del naso. Il flebologo tratta la teleangiectasia agli arti inferiori.

Le cause delle vene dei ragni includono:

  • squilibrio ormonale;
  • la gravidanza;
  • malattie cardiache;
  • vene varicose;
  • trombosi venosa profonda;
  • flebiti;
  • tromboflebite;
  • insufficienza venosa cronica;
  • attività fisica;
  • posizione statica (posizione fissa del corpo per oltre 4 ore).

Per tipo di navi colpite si distinguono:

  • teleangiectasia venosa;
  • telangiectasia capillare;
  • teleangiectasia arteriosa.

In apparenza emettono:

  • telangiectasia lineare;
  • telangiectasia ad albero;
  • teleangiectasia a ragno;
  • punto telangiectasia.

Com'è la ricezione di un flebologo?

La consultazione di un flebologo può essere richiesta presso qualsiasi struttura medica pubblica o presso una clinica privata. Per fare questo, è necessario avere un rinvio da un medico locale. Non è richiesta una preparazione speciale per la consultazione del flebologo. Se ci sono risultati di precedenti esami di laboratorio o strumentali, un estratto dalla storia medica (per cure ospedaliere in ospedale) e qualsiasi altra cartella clinica, devono essere ricevuti e presentati al medico per l'esame.

Un flebologo deve essere contattato quando:

  • pesantezza, affaticamento, fastidio alle gambe, sia durante lo sforzo fisico che a riposo;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • un aumento significativo della circonferenza dell'arto;
  • bruciore e dolore agli arti inferiori;
  • crampi agli arti inferiori durante la notte o dopo l'esercizio;
  • iperemia locale (arrossamento della pelle);
  • ipertermia locale (aumento della temperatura locale);
  • rigonfiamento visivo delle vene;
  • comparsa di vene varicose, sigilli e noduli.

Il ricevimento presso il flebologo avviene in un ufficio specializzato e comprende:

  • presa della storia;
  • esame esterno;
  • test funzionali;
  • diagnostica di laboratorio;
  • studi strumentali;
  • diagnosi e tattica di trattamento.

Prendendo la storia

Il ricevimento del flebologo inizia con la raccolta dell'anamnesi - la storia della malattia attuale, le condizioni di vita e l'attività professionale del paziente. Una storia raccolta con cura consentirà di identificare la causa dell'insorgenza di patologie vascolari, identificare i fattori di rischio (ereditarietà, condizioni di lavoro) e avere un'idea generale della vita e del lavoro del paziente. Inoltre, conoscendo le condizioni di vita e di lavoro del paziente, il medico può consigliare al paziente i cambiamenti dello stile di vita e le condizioni di lavoro per un trattamento efficace della malattia e la prevenzione di altre patologie vascolari.

L'anamnesi include:

  • dati del passaporto: nome completo del paziente, anno di nascita, indirizzo, numero di telefono;
  • storia della malattia attuale - il medico scopre quali sono le lamentele del paziente, per quanto tempo si considera malato, come si è sviluppata la malattia, se il paziente ha chiesto aiuto medico e ha preso un trattamento, descrive in dettaglio la natura dei sintomi;
  • storia della vita - informazioni biografiche (dove è nato, come è cresciuto e sviluppato), malattie passate e interventi chirurgici, cattive abitudini (fumo, alcol, droghe), ereditarietà (malattie passate di parenti stretti);
  • storia familiare - stato civile del paziente, composizione familiare;
  • storia ostetrica - parto, aborto, intervento chirurgico;
  • storia sociale e familiare - condizioni di vita, attività professionali, condizioni di lavoro, riposo e lavoro, stress statico ed emotivo a lungo termine;
  • storia allergica - la presenza di allergie al cibo, medicine, animali, polvere.

Ispezione visiva

Dopo aver esaminato la storia della vita e la malattia attuale, il medico procede a un esame esterno del paziente. L'esame esterno svolge un ruolo importante nella diagnosi e nella valutazione della gravità della malattia. Il medico valuta la simmetria degli arti inferiori, il colore della pelle, la presenza di vene dilatate e la rete vascolare, l'elasticità delle vene, ecc.

Test funzionali

I test funzionali sono un metodo diagnostico che indaga la reazione dei vasi all'azione di un fattore esterno. Più spesso per eseguire test funzionali utilizzare attività fisiche. Prima dell'inizio dello studio, vengono determinati i dati iniziali sullo stato del sistema venoso del paziente. I dati di riferimento sono confrontati con i dati ottenuti come risultato di test funzionali. I cambiamenti nei parametri del sistema vascolare consentono di valutare la capacità delle navi di adattarsi allo stress, la gravità della patologia, la prevalenza del processo patologico, ecc. Utilizzando test funzionali, il medico valuta la funzione delle valvole delle vene superficiali, comunicative e profonde e la pervietà dei vasi. Sulla base degli indicatori ottenuti, il flebologo determina la durata e le tattiche del trattamento e può anche fornire una previsione sul risultato del trattamento.

Per studiare lo stato delle valvole delle vene profonde spendere:

  • Esempio di Mayo-PrattaI. Il paziente in posizione prona solleva la gamba per il flusso di sangue dalle vene superficiali. Successivamente, nel piede nella zona della piega inguinale imporre un laccio emostatico, stringendo le vene superficiali. La gamba è completamente fasciata, lasciando le dita libere. Il paziente cammina in questa medicazione per circa trenta minuti. Se dopo 30 minuti il ​​paziente ha dolore alla gamba (specialmente nell'area dei muscoli del polpaccio), questo indica l'ostruzione delle vene profonde.
  • Processo di Delbe-Perthes. Per eseguire test al paziente applicare una benda stretta alla coscia. Quindi il paziente con il laccio emostatico sovrapposto marcia o cammina per cinque minuti. Dopo questo, il tourniquet viene rimosso e il medico valuta la reazione dei vasi sanguigni - se i vasi sanguigni collassano, le vene profonde sono percorribili, il gonfiore delle vene superficiali indica l'ostruzione delle vene profonde.

Per studiare lo stato delle valvole venose comunicative:

  • Pratt Sample II. Prima di iniziare il test, il paziente si trova in posizione orizzontale per un paio di minuti con la gamba di prova sollevata. Nell'area della coscia imporre un laccio emostatico, quindi fasciare la gamba, iniziando con il piede. Quindi, imponi una seconda benda dall'imbragatura fino al piede, allo stesso tempo rimuovendo la prima in modo che la distanza tra le bende fosse di 5 centimetri. Durante la manipolazione, il medico valuta il grado di riempimento dei vasi sanguigni nell'area tra le bende. In caso di avaria della valvola, i vasi vengono rapidamente riempiti.
  • Barrow - Cooper - Scheinis triplice test. Il paziente è in posizione orizzontale con la gamba sollevata in studio. In questa posizione, tre fili vengono messi sulla sua gamba - nella parte superiore della coscia, nella regione appena sopra il ginocchio e sotto il ginocchio. Quindi viene chiesto al paziente di alzarsi, dopo di che il medico valuta i cambiamenti nei vasi. Il gonfiore delle vene nell'area tra l'imbragatura indica una violazione della funzione delle valvole venose comunicative.

Per studiare lo stato delle valvole delle vene superficiali sono:

  • Campione Brodie - Troyanov - Trendelenburg. Il paziente in posizione orizzontale solleva la gamba per svuotare le vene superficiali. Poi nel terzo superiore della coscia imporre una benda stretta. Il paziente si alza, il medico rimuove il tourniquet e valuta il risultato entro 15 secondi. Il riempimento rapido delle vene con sangue indica la loro insufficienza funzionale.
  • Gakkenbruh - Sikar test (test della tosse). Il test della tosse consiste nella palpazione (palpazione) di un impulso nei vasi superficiali durante la tosse. Per fare questo, il medico tiene la mano alla giunzione delle vene sottocutanee e femorali e chiede al paziente di tossire. Durante la tosse, aumento della pressione intra-addominale. Normalmente, durante la tosse, le valvole vascolari impediscono l'accelerazione del flusso sanguigno. L'aspetto di una spinta indica un'insufficienza della valvola.
  • Palpazione - test di percussione Schwarz. Per il campione di Schwarz, il paziente deve essere in posizione eretta, che aumenta la pressione nei vasi e contribuisce allo stiramento dei nodi varicosi. Il medico posiziona una mano nella parte superiore della coscia e l'altra mano spinge verso il basso lungo le vene e i nodi varicosi. Se uno specialista avverte tremori lungo le vene, allora questo indica insufficienza valvolare.

Diagnosi di laboratorio

La diagnosi di laboratorio consente al medico di identificare molti disturbi nel corpo e la diagnosi di eventuali patologie vascolari inizia con un esame del sangue. È impossibile fare una diagnosi accurata basandosi solo sui risultati dei test di laboratorio. Pertanto, il medico svolge ulteriori studi strumentali e analizza anche i sintomi, i disturbi e lo stile di vita del paziente.

Per diagnosticare le malattie vascolari, il medico prescrive:

  • Esame del sangue generale: un esame del sangue generale può identificare i processi infiammatori (tromboflebiti), le infezioni batteriche, la necrosi e un aumento del rischio di trombosi (trombosi). Il più alto valore per la diagnosi di malattia vascolare è il livello di leucociti e piastrine.
  • Analisi biochimica del sangue L'analisi biochimica del sangue viene effettuata per diagnosticare i disturbi di molti organi e sistemi. Le conseguenze negative di questi disturbi includono la formazione di placche aterosclerotiche, un aumento della permeabilità della parete vascolare, assottigliamento della parete vascolare, ecc. In un'analisi biochimica, viene esaminato il livello di colesterolo, proteine ​​totali, enzimi, zucchero (glucosio), ecc.
  • Coagulogramma: un coagulogramma consente di identificare anomalie nel sistema di coagulazione del sangue, valutare il rischio di coaguli di sangue e persino diagnosticare la presenza di un coagulo di sangue. Per valutare la coagulabilità del sangue, la protrombina, il fibrinogeno, il tempo di protrombina, vengono esaminati i D-dimeri.

Studi strumentali

Gli esami strumentali sono un collegamento importante nella diagnosi delle malattie venose, in quanto reclami, esami esterni e dati di laboratorio non sempre consentono di determinare con precisione la patologia delle navi, per identificare la gravità e l'area della lesione. I principali metodi di diagnostica strumentale comprendono la diagnostica ecografica, la tomografia computerizzata (CT), la fleboscintigrafia, la flebomanometria e altri. Prima di condurre studi strumentali, il medico spiega al paziente qual è il metodo di ricerca, come viene eseguito e come prepararlo.

Diagnosi e determinazione delle tattiche di trattamento

La diagnosi e la determinazione delle tattiche di trattamento è la fase finale della consultazione del flebologo. Sulla base dei risultati di esami esterni, di laboratorio e strumentali, il flebologo diagnostica il paziente, determina la gravità della malattia, la presenza di complicanze e sceglie le tattiche di trattamento. Il trattamento è scelto individualmente per ciascun paziente - questo può essere solo terapia farmacologica in combinazione con fisioterapia e terapia fisica, o trattamento chirurgico con precedente terapia farmacologica. La durata e l'efficacia del trattamento dipendono dalla patologia di base e dalle patologie associate (malattie cardiovascolari, obesità). Dopo il trattamento, la malattia può ripresentarsi (riapparire). Prevenire il riemergere della patologia aiuterà a rispettare le raccomandazioni del medico, i cambiamenti dello stile di vita, l'attività fisica moderata.

Quali sintomi sono attraenti per un flebologo?

Ci sono un certo numero di segni e sintomi, con l'aspetto di cui è consigliabile consultare un flebologo.

Principali sintomi in flebologia

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Cosa ti fa crampare le gambe e cosa fare se hai dolore?

Per una volta nella vita di tutti, ognuno ha i crampi alle gambe. E appaiono sempre inaspettatamente, insieme a un dolore lieve o insopportabile, come se il muscolo della gamba stesse per esplodere dalla tensione.

Caratteristiche del trattamento delle vene varicose in gravidanza: è possibile determinare di più ed evitare complicazioni?

Il 60% delle donne è esposto ad un aumento delle dimensioni delle vene safene durante la gravidanza e il problema si sviluppa in vene varicose nel 15%.