Polipo nel retto - è pericoloso? Sintomi e rimozione di polipi

I polipi rettali sono una delle più comuni formazioni intestinali epiteliali benigne. È una malattia asintomatica che può causare molti problemi al corpo umano se non viene diagnosticata e trattata in tempo.

Il retto polipo si forma nel processo di crescita dell'epitelio ghiandolare della parete intestinale nel suo lume. L'educazione a forma di pera o arrotondata, di regola, ha un gambo sottile o una base ampia. Possono essere singoli o multipli.

cause di

Vari fattori possono provocare lo sviluppo di polipi nel retto. Ci sono molte ragioni per la loro formazione. Tra questi ci sono:

  • eredità, che spiega la malattia nei bambini;
  • emorroidi;
  • infezione intestinale (es. dissenteria);
  • infiammazione a livello intestinale (in particolare colite ulcerosa);
  • ragadi anali;
  • malattia diverticolare;
  • stile di vita sedentario;
  • età;
  • cattiva situazione ambientale;
  • l'alcolismo;
  • discinesia intestinale;
  • costipazione cronica;
  • disturbi digestivi;
  • il fumo;
  • patologia vascolare;
  • violazione della dieta e l'equilibrio di proteine, grassi e carboidrati, la predominanza del cibo animale nella dieta.

Non è stato possibile stabilire le cause esatte che causano i polipi rettali.

Tipi di polipi

Per classificazione, i polipi possono essere:

  1. Adenomatoso - appare nel retto sullo sfondo del fallimento dei processi di normale rinnovamento dell'epitelio sotto l'influenza di varie cause. Esiste una divisione incontrollata delle cellule epiteliali, la crescita di neoplasie nelle colonie con un graduale blocco del passaggio intestinale e lesioni alle pareti dopo ogni passaggio di feci. Il polipo adenomatoso aumenta rapidamente di dimensioni, causando disagio e prurito nell'ano. Il principale pericolo è la malignità, la degenerazione in un tumore o cancro, così come l'ostruzione intestinale acuta, che richiede l'eliminazione urgente, effettuando un'operazione con un ulteriore lungo periodo di riabilitazione.
  2. Polipi villosi di colore rosa-rosso arrotondato sotto forma di villi con una superficie vellutata quando crescono da tessuti ghiandolari in composizione con papille simili a villi. Sono soggetti a malignità e allo sviluppo di un tumore a ramificazione secondaria del tessuto connettivo rivestito con uno strato di epitelio cilindrico con molte cellule caliciformi. All'inizio, il polipo villoso cresce dalla membrana mucosa dell'epitelio, mentre cresce di dimensioni, si sovrappone al lume intestinale, quando raggiunge i 10-15 cm, porta al rilascio di una secrezione viscosa dalla membrana mucosa, simile alla proteina di pollo in presenza di grandi quantità di muco, causando frequenti feci liquide muco e sangue. Il paziente ha una costante sensazione di pressione sul retto, frequente stitichezza, ostruzione intestinale, sovrapposizione del lume. Il polipo fleecy può essere riconosciuto solo quando si esegue un esame digitale. Di norma, questa è una neoplasia di una consistenza gelatinosa di tessuti sfusi.
  3. Fibroso - con crescita dal tessuto epiteliale connettivo e sua sostituzione con fibrosi e patologici. I polipi sono inclini alla transizione verso la forma maligna, allo sviluppo del processo infiammatorio. Di regola, è un falso polipo, ricoperto da uno strato di epitelio normale, ma con una tendenza alla degenerazione in un tumore maligno, ipertrofia delle papille anali, formazione di polipi fibrosi sotto forma di crescita a pera.

Questa classificazione dei polipi è condizionata. Quasi ogni tipo di polipo è incline alla malignità e la capacità di condurre al cancro del retto dopo un certo tempo.

Sintomi e foto

Nella prima fase dello sviluppo della malattia, le manifestazioni cliniche possono essere assenti. Tuttavia, può essere sospettato sulla base del prurito e del disagio nell'area dell'ano. Sintomi specifici che indicano la presenza di polipi nel retto non sono isolati.

Tuttavia, è necessario consultare un medico se tali sintomi compaiono:

  1. Dolore al basso ventre. I dolori non sono mai compagni di giovani polipi, i sentimenti negativi appaiono mentre la malattia progredisce. Una reazione dolorosa è la risposta dei recettori del retto e del colon alla congestione esistente. Infatti, più grande è la neoplasia, più stretto il lume intestinale, di conseguenza, l'escrezione naturale delle feci è molto difficile. Una persona malata soffre di una lunga stitichezza regolare. La presenza costante di feci nell'intestino allunga le anse, che a loro volta provocano dolore. Inoltre, il dolore nell'addome inferiore può essere innescato dall'aumento della formazione di gas.
  2. La sensazione di disagio, così come la sensazione di un oggetto estraneo nell'ano. Molto spesso questo sintomo indica la presenza di educazione nel retto. Tali sentimenti sorgono in risposta alla pressione del tumore sulla parete intestinale opposta. Tuttavia, una sensazione pronunciata di disagio appare solo quando la crescita raggiunge grandi dimensioni. Il paziente non avverte la sensazione di un oggetto estraneo su base continuativa. La sensazione spiacevole si verifica periodicamente ed è crampi in natura. Inoltre, il disagio può apparire nell'area pubica o sul lato. Se la patologia è progredita, il dolore può disturbare la persona costantemente, cambiano il loro carattere e diventano inarcati.
  3. Presenza di contenuto mucoso e sangue nelle feci. Il sangue che si distingue dall'ano ed è visibile ad occhio nudo è un sintomo formidabile. Spesso indica danni ai vasi sanguigni dello strato sottomucoso del retto. Inoltre, il sangue può segnalare il pizzicotto di un polipo o la sua necrosi. Per rilevare il sangue, è necessario osservare le masse delle feci, che si trovano più spesso sulla loro superficie e hanno l'aspetto di strisce rosse. La melma è un compagno costante di polipi nell'intestino. Il fatto è che le formazioni hanno una maggiore funzione escretoria. Normalmente, è necessario il muco per lubrificare il retto, il che rende più confortevole il passaggio delle masse fecali su di esso. Tuttavia, il polipo irrita le pareti intestinali e stimola inoltre il lavoro delle ghiandole escretorie. Quando il muco si accumula nei seni anali e rimane lì per molto tempo, può innescare un'infezione. In questo caso, il paziente dopo una stipsi prolungata di massa stitica verrà rilasciato insieme al contenuto mucoso e persino purulento.
  4. Violazione delle feci, manifestata con diarrea e stitichezza. Questo sintomo è una manifestazione precoce di polipi. La maggior parte dei pazienti soffre di stitichezza, che insorgono a causa di un'ostruzione meccanica sotto forma di polipo. Se nelle fasi iniziali la costipazione può alternarsi con la diarrea, allora più un polipo diventa, meno spesso si verifica la diarrea. Una sedia può essere osservata non più di due volte a settimana. La durata della sua assenza dipende dal numero di polipi disponibili. Accade spesso che sia il lungo ritardo dello sgabello a costringere una persona a consultare un medico.

I sintomi del processo oncologico nel dipartimento sovra-dipartimentale sono molto più scarsi. Si tratta dello stesso dolore, debolezza, piagnistei, cambio della forma della sedia, sanguinamento. Il sanguinamento con una disposizione nadidmolare è più simile a quelli con cancro. Per questo motivo, un urgente bisogno di misure diagnostiche.

I sintomi di un polipo rettale non sono così numerosi. È importante prendere le necessarie azioni diagnostiche e terapeutiche nel tempo.

diagnostica

Oltre al quadro clinico, che è spesso assente, i polipi dovrebbero essere distinti dalle altre malattie intestinali, in particolare il cancro e le emorroidi. Per la diagnosi differenziale, oltre a stabilire dimensioni, posizione e tipo di polipi, utilizzare i seguenti metodi:

  1. Sigmoidoscopia. L'essenza dello studio è l'introduzione nel retto dell'endoscopio (un tubo sottile con una torcia elettrica e una fotocamera). Utilizzando questo dispositivo, uno specialista può valutare personalmente lo stato del retto, prendere il tessuto e rimuovere i polipi.
  2. Colonscopia. Nominato come misura della diagnosi differenziale quando vi è il sospetto di tumore del colon nelle sezioni precedenti (colon sigmoideo, ecc.). Consiste nell'introduzione della sonda con la sola eccezione che viene valutato lo stato dell'intero colon.
  3. Radiografia dell'intestino. È usato relativamente raramente, poiché richiede un considerevole dispendio di sforzi da parte sia del medico che del paziente.

Da studi di laboratorio assegnati alle feci di sangue occulto. Il sangue nascosto è un importante indicatore di gravi problemi intestinali. Il più spesso succede nel processo maligno. Inoltre, non si può fare a meno dell'analisi istologica e morfologica delle cellule ottenute sulla biopsia.

complicazioni

L'elenco delle complicanze dei polipi del retto è piuttosto esteso. Riguarda principalmente la degenerazione maligna di tumori e malattie infiammatorie associate all'area rettale.

Non meno raramente una persona incontra conseguenze come fessure nella zona rettale o paraprocitite.

A questo proposito, gli esperti prestano attenzione al fatto che in nessun caso non dovrebbero ritardare il processo di recupero e contattare il proctologo il prima possibile. Altrimenti, in assenza di processi infiammatori, la malignità delle formazioni del paziente lamenterà un peggioramento totale e rapidamente progressivo del benessere, problemi con il lavoro dell'intero sistema gastrointestinale.

La chiave per mantenere la salute ottimale e il massimo grado di attività vitale non è solo un trattamento tempestivo, ma anche l'adozione di misure preventive corrette.

Come trattare?

La terapia conservativa per il trattamento dei polipi del retto non si applica, poiché nessun medicinale contribuisce alla regressione completa o parziale di queste formazioni. Alcuni farmaci possono aiutare ad eliminare temporaneamente i sintomi e ad essere prescritti per alleviare le condizioni del paziente, come gli antispastici.

La medicina tradizionale propone di trattare i polipi con supposte a base di cicuta o clisteri con celidonia, sulla base del fatto che queste piante hanno proprietà antitumorali. Ma, in primo luogo, tale terapia non può essere eseguita senza la supervisione di un medico, e in secondo luogo, questi fondi possono solo inibire la crescita di formazioni polifere.

Modi per rimuovere i polipi nel retto

Ci sono due tipi di operazioni per rimuovere le lesioni patologiche: procedure minimamente invasive, quando i polipi vengono rimossi, preservando l'organo e la resezione del retto.

  1. Elettrocoagulazione. La procedura è effettuata attraverso un proctoscope e piccoli polipi semplici su una base larga e polipi su un peduncolo pronunciato sono cauterizzati. L'elettrocoagulazione non viene eseguita per i grandi polipi su basi ampie e tumori villosi, poiché vi è un alto rischio di perforazione delle pareti intestinali.
  2. Intervento endocopico Il tumore viene rimosso utilizzando un sigmoidoscopio o colonscopio. L'operazione viene eseguita su base ambulatoriale. Prima della procedura, il paziente deve seguire una dieta rigorosa per diversi giorni per ridurre i processi infiammatori.
  3. Resezione del retto Eseguire in anestesia generale, durante l'operazione, viene rimossa l'area interessata del retto. Un intervento di questo tipo è necessario quando vengono rilevati neoplasie maligne e c'è il rischio di metastasi. Se un paziente ha una poliposi diffusa, è necessario rimuovere completamente il retto, formando una colostomia attraverso la quale escono i prodotti di scarto.
  4. Asportazione transanale. L'accesso ai polipi avviene attraverso il proctoscopio e viene eseguito nei casi in cui la formazione si trova nell'intestino ad un'altezza di oltre 7 cm dall'ano. Questo metodo rimuove i grandi polipi villosi. Sono asportati usando un bisturi per elettrocauterio o ultrasuoni. L'operazione viene eseguita in ospedale, con l'uso dell'anestesia.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Ci vogliono almeno due settimane per recuperare completamente il paziente dopo l'intervento chirurgico per rimuovere i polipi nell'intestino.

  • Il più grande pericolo è la probabilità di sanguinamento, quindi durante tutto il periodo di riabilitazione, il paziente deve astenersi da sforzi fisici significativi, rifiutarsi di guidare un'auto e controllare apparecchi di grandi dimensioni.
  • I pazienti sottoposti a chirurgia addominale, assegnato a riposo a letto. Per prevenire il ristagno di sangue, gli esperti raccomandano di eseguire una serie di esercizi fisici appositamente progettati.
  • Al fine di proteggere le mucose intestinali da danni meccanici e lesioni alle masse fecali, è necessario seguire una dieta moderata durante la settimana per aiutare ad ammorbidire le feci. Mangiare dovrebbe essere almeno cinque volte al giorno. Le porzioni devono essere piccole e i prodotti non devono contenere fibre vegetali grossolane. Tutto il cibo preso deve essere passato e cotto bollendo, infornando o cuocendo a vapore.

Regole di potenza

La fase iniziale della dieta dura 2 - 3 giorni dal momento dell'operazione. Il primo giorno di assunzione vietata di cibo e liquidi all'interno. Il supporto del paziente viene fornito inserendo le formulazioni nutrizionali attraverso una vena. Dopo 24 ore, l'assunzione di liquidi è consentita in un volume limitato (non più di 50 millilitri alla volta).

I pasti che possono essere utilizzati nella fase iniziale della dieta sono:

  • brodo vegetale;
  • composta di frutta di frutta non zuccherata;
  • decotto di rosa canina;
  • brodo debole;
  • gelatina o gelatina;
  • acqua di riso (se il riso precedente non ha causato stitichezza).

Lo scopo della dieta del primo stadio è di ridurre l'attività motoria e la funzione secretoria intestinale. Ciò è necessario al fine di prevenire la produzione di enzimi biliari e digestivi, che possono avere un effetto dannoso sui punti o sui tessuti malati dell'intestino.

Con il normale stato di salute del paziente da 3 giorni ha permesso l'espansione della dieta. Nel menu, è possibile immettere porridge liquido, soufflé di carne magra, uova alla coque (non più di un pezzo al giorno), zuppe di carne a base di carne o brodo vegetale. Per la preparazione di cereali e zuppe si consiglia di utilizzare grano, riso e farina d'avena. Quando si introducono nuovi prodotti nella dieta, è necessario monitorare le condizioni del paziente. Se dopo aver mangiato qualsiasi cibo ci sono dolore, nausea o gonfiore, dovrebbe essere scartato.

In assenza di controindicazioni dopo 10-14 giorni, il paziente viene dimesso dall'ospedale e trasferito a una dieta moderata. La dieta è raccomandata nei prossimi 3 o 4 mesi. Indipendentemente dalla natura della chirurgia eseguita, i pazienti devono seguire alcune regole nella scelta e nella preparazione dei prodotti.

Le regole della dieta dopo l'intervento chirurgico per i polipi del retto sono:

  1. Conformità al regime. Quando si mangia il cibo in un dato momento, gli enzimi che digeriscono il cibo iniziano a essere prodotti prima che il paziente inizi a mangiare. Questo facilita il processo di digestione degli alimenti e riduce il carico sull'intestino.
  2. Irritazione meccanica ridotta. Per evitare che il cibo possa ferire il retto, i prodotti troppo duri dovrebbero essere evitati. Per fare questo, si dovrebbe rifiutare di friggere e dare la preferenza a prodotti cotti o al forno.
  3. Potere frazionale È necessario mangiare il cibo in piccole dosi, 6-7 volte al giorno. Ciò ridurrà il carico meccanico sul tratto gastrointestinale e migliorerà la motilità intestinale.
  4. Rifiuto di cibi grassi L'eccessivo consumo di grassi causa un'eccessiva produzione di bile, che complica il processo di ripristino del retto.
  5. Prevenzione della fermentazione I processi di fermentazione nell'intestino possono causare lo sviluppo di peritonite (infiammazione del peritoneo). Per evitare questo, è necessario escludere dalla dieta di legumi in qualsiasi forma. Si dovrebbe anche limitare l'uso di noci, funghi, asparagi.
  6. L'uso di prodotti proteici. Il corpo ha bisogno di proteine ​​per riparare rapidamente i tessuti danneggiati. Questa sostanza è contenuta in carne magra, uova di gallina, latticini.
  7. Irritazione chimica ridotta Irritazione del tipo chimico sulla mucosa del retto hanno tutti i piatti salati, acidi, speziati.
  8. Assunzione di liquidi sufficiente Per prevenire la stitichezza, il paziente deve consumare circa 3 litri di liquidi al giorno. Per fare questo, oltre al tè e altre bevande, devi includere i primi piatti ogni giorno.

Una raccomandazione chiave sulla nutrizione durante il periodo di riabilitazione è di sviluppare una dieta completa e variata. Nonostante le restrizioni esistenti, insieme al cibo il paziente dovrebbe ricevere tutte le sostanze necessarie per ripristinare il corpo. I pasti dovrebbero fornire una normale motilità intestinale in modo che le feci siano regolari. Inoltre, gli obiettivi della dieta sono di proteggere contro la disbatteriosi e prevenire la riformazione dei polipi nell'intestino.

Che cos'è il polipo fibroso del retto: sintomi, trattamento e raccomandazioni dopo la rimozione

Polipi nel canale anale - crescita specifica delle mucose a causa di processi cellulari rigenerativi compromessi. L'anestesia nello spazio ano-rettale è spesso reminescente della malattia emorroidaria. Considerando il decorso asintomatico di molte neoplasie nell'intestino, c'è il rischio che la neoplasia policlinica diventi maligna. Il ruolo più importante in relazione alla prognosi della malignità dei tumori è una biopsia e lo studio delle caratteristiche strutturali dei polipi. Tra i tanti c'è un polipo fibroso del retto.

Struttura fibrosa

Il polipo fibroso del canale anale è una neoplasia del tessuto connettivo, prevalentemente di natura benigna. Il polipo ha un piede o una base ampia. A differenza dei polipi ghiandolari e adenomatosi su un ampio letto, i meno sono maligni. Che cosa è un polipo ghiandolare del retto, abbiamo già scritto in un articolo a parte, e sul trattamento del polipo adenomatoso del retto, leggi qui

I rischi di trasformazione cancerosa delle cellule del neoplasma fibroso sono possibili solo in due casi:

  1. Storia oncologica ereditaria della stessa localizzazione;
  2. Crescita graduale del tumore e predominanza della componente ghiandolare.

Attenzione! Il volume della componente ghiandolare nel corpo della crescita patologica è minimo e vengono determinati i rischi minimi di malignità delle cellule tumorali. Con la crescita o l'impatto negativo costante, il volume del tessuto ghiandolare può aumentare insieme al corpo della neoplasia.

Le crescite fibrose non si riferiscono all'organico per lo spazio intestinale e richiedono pertanto un monitoraggio dinamico regolare dei cambiamenti strutturali. In genere, le dimensioni non superano 1-1,5 cm, i tumori sono localizzati, non si estendono attraverso la mucosa intestinale. Le scansioni non sono sensibili alla terapia ormonale, non sono modificate sotto l'influenza di vari farmaci.

La causa principale è l'infiammazione del lume rettale e dell'anello dello sfintere anale, tra cui:

  • cripta
  • proctite,
  • fistola incompleta interna,
  • malattia emorroidaria (compresa la cronica).

La formazione di crescita fibrosa delle membrane mucose è dovuta all'ipertrofia delle papille anali o dei noduli emorroidali vuoti con la loro successiva formazione, degenerazione fibrosa.

sintomi

All'inizio della sua formazione, i polipi fibrosi sono raramente accompagnati da sintomi caratteristici. Se la crescita è singola, non superiore a 1 cm, la rilevazione di tale crescita è solitamente casuale. I pazienti impareranno a conoscere i polipi durante un esame profilattico dell'intestino o durante un esame del corpo per un'altra malattia.

Considerando l'impossibilità dell'aspetto di un polipo su tessuti della mucosa completamente sani, i sintomi principali della malattia sottostante sono solitamente i sintomi principali.

Le crescite anali appaiono mentre crescono:

  • instabilità delle feci;
  • sensazione di corpo estraneo nell'ano;
  • sospette emorroidi;
  • bruciore e prurito;
  • sanguinamento (tracce su lino, carta igienica);
  • movimenti intestinali dolorosi.

I pazienti stessi segnano un tumore all'ano quando vengono lavati immediatamente dopo un movimento intestinale. Il tumore stesso non rappresenta un particolare pericolo per la salute, ma i rischi di complicazioni sono elevati. La diagnostica completa permetterà di determinare la natura e la struttura morfologica del tumore.

Il sanguinamento provoca lo sviluppo di anemia da carenza di ferro, i microcracks contribuiscono all'infezione, danno alle mucose con piaghe, focolai erosivi.

Questo è importante! Vi sono rischi di violazione della crescita fibrosa, e quindi sanguinamento grave, dolore acuto, segni di necrosi cutanea nell'area dell'ano si uniscono ai sintomi tipici. I sintomi pericolosi devono essere monitorati e si assicuri di contattare il medico.

Tattiche di trattamento dei polipi del canale anale

Sfortunatamente, non esistono metodi efficaci di medicina conservativa o alternativa contro i polipi. Con piccoli volumi di neoplasia, i medici ricorrono spesso a delle attese tattiche, osservando la dinamica della crescita del tumore e aspettando il giusto periodo per il trattamento chirurgico.

Tra i farmaci locali possono essere utilizzati:

  • anestetici;
  • antisettici per l'igiene e la protezione antibatterica;
  • vari linimenti e supposte per sollievo immediato del dolore, riduzione del sanguinamento e disinfezione del lume rettale per una lunghezza ridotta.

Trattamento chirurgico

Il trattamento adeguato delle crescite fibrose è la loro rimozione. Innanzitutto, in questo modo, il problema della malignità in futuro viene risolto. In secondo luogo, vengono eliminati i sintomi spiacevoli e i rischi di complicanze.

I seguenti metodi efficaci sono usati per rimuovere un tumore dal canale anale e dal retto:

  • Elettrocoagulazione. Metodo di rimozione senza sangue adatto per l'escissione e la successiva cauterizzazione della ferita di piccoli polipi singoli.
  • Sezione transanale Il metodo viene utilizzato quando si rimuove un polipo di ulteriori 7 cm dall'anello anale, nonché per i segni di degenerazione del tumore, cambiamenti nella struttura. Come strumento utilizzato elettrocuzione, proctoscopio, pinza da biopsia.
  • Manipolazioni endoscopiche. Con piccoli polipi singoli e fonti di sanguinamento, la rimozione è possibile con la sigmoidoscopia, esame colonscopico. Qual è la differenza tra rectoromanoscopy o colonscopia più in dettaglio qui.
  • Polipectomia. Rimozione mediante un anello elettrico con recipienti di saldatura simultanei.
  • Resezione. Chirurgia radicale per rimuovere un polipo rettale, effettuato nelle fasi avanzate dello sviluppo di un fuoco polipo con metastasi. Le neoplasie fibrose sono tagliate con la base all'interno del tessuto sano.

Il trattamento chirurgico viene eseguito in anestesia generale. Tutti i tipi di interventi hanno caratteristiche di preparazione, riabilitazione, che è completamente determinata dal volume di intervento.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Nonostante le moderne attrezzature e la professionalità dei medici, è possibile lo sviluppo di complicanze postoperatorie.

Le principali conseguenze dopo l'intervento chirurgico possono essere:

  • danno alla parete intestinale;
  • aumento del sanguinamento;
  • l'infiammazione;
  • sviluppo della fistola.

Solitamente tutte le complicanze sono rare. Dopo l'operazione, c'è un po 'di disagio durante la settimana, che passa da solo.

Se ci sono segni insoliti, si dovrebbe assolutamente contattare il medico!

Le possibili complicanze sono puramente individuali per ogni paziente, determinate dal volume dell'operazione, nonché dalle caratteristiche della storia medica del paziente.

Nutrizione e dieta

La chiave per il successo dopo l'intervento chirurgico è una corretta alimentazione. Nella prima settimana dopo l'operazione, è necessario osservare una tabella di risparmio. Tutti i prodotti devono essere consumati in forma liquida o semi-liquida, mangiare più porridge di muco, zuppe, piatti gelatinosi (gelatina, aspic in brodo magro).

Evitare grandi quantità di fibre grossolane (fibre), prodotti da forno e dolciumi, compresi i dolci.

Alla fine del primo periodo di riabilitazione, è possibile tornare gradualmente alla dieta precedente. Questo è necessario per facilitare il passaggio delle masse fecali attraverso i lumi intestinali e l'ano e ridurre il danno alle mucose.

Informazioni utili su problemi delicati e malattie dell'ano in questo video:

La principale prevenzione della malignità dei polipi fibrosi intestinali è la diagnosi tempestiva e seguendo tutte le raccomandazioni del medico curante. Un'adeguata valutazione della responsabilità del paziente può salvare non solo la qualità della vita del paziente, ma anche prolungare significativamente i suoi anni.

Se è necessario rimuovere polipi nell'intestino, scoprire in questo articolo.

Polipo del retto: i primi sintomi

Il retto è l'ultima sezione dell'intestino crasso ed è una parte importante dell'intero tratto digestivo. Nell'epitelio del retto, a volte si formano delle escrescenze sulla membrana mucosa - polipi. Rappresentano crescite a forma di palla, fungo o ramo, in base alla base o alla gamba mobile. Durante la diagnosi proctologica, i polipi rettali sono facilmente distinguibili - hanno una tonalità rosso-grigiastra e possono salire da due a tre centimetri sopra la superficie dell'epitelio. Formazioni di questi sono coperti di muco, la struttura è sciolta, morbida.

Gli scatti si presentano in una singola quantità e possono essere inseriti in gruppi, quindi al paziente viene diagnosticata la poliposi rettale. L'effetto dei polipi sul corpo non è stato completamente studiato, ma è stato confermato che le crescite sono in grado di trasformarsi in tumori maligni, e il loro aspetto è considerato un sintomo pre-oncologico da parte dei medici. Considera quali sono i primi sintomi dell'aspetto dei polipi, come diagnosticare questo disturbo e come è il trattamento.

Polipo del retto: i primi sintomi

Perché si formano polipi?

La ragione specifica per la comparsa di polipi nel retto, così come in altri organi, non è stata stabilita. La poliposi di solito si verifica in tessuti malsani. Le malattie che sono infiammatorie o croniche, provocano un invecchiamento accelerato delle cellule epiteliali, a causa del quale l'epitelio perde le sue proprietà protettive. A questo proposito, sul guscio del corpo e crescere l'educazione. Ecco un elenco delle malattie che più spesso accompagnano i polipi:

  • enteriti;
  • dissenteria;
  • febbre tifoide;
  • costipazione cronica;
  • discinesia intestinale;
  • colite ulcerosa e proctosigmoidite;

Secondo le statistiche mediche, oltre la metà dei pazienti con queste malattie dopo la completa guarigione e il passaggio a un'alimentazione corretta sono scomparsi e le crescite polifere.

C'è un'altra teoria - sull'origine genetica delle formazioni. In particolare, nei bambini, la poliposi si verifica anche in piena salute, il che ci consente di parlare della natura ereditaria della malattia o della sua eziologia genetica. Inoltre, in assenza di altre malattie, la poliposi può essere una conseguenza della scarsa ecologia, nonché uno stile di vita improprio, in particolare, l'inattività fisica (l'assenza di attività anche insignificanti).

La poliposi può essere ereditata

I primi sintomi di polipi

La diagnosi di poliposi è difficile perché per lungo tempo la malattia non si manifesta. Più della metà dei pazienti affetti da polipi scoprirà questo con gli esami endoscopici che sono stati inviati per altre malattie. Il più delle volte (nell'80% dei casi) i polipi si trovano nelle persone anziane, dopo cinquanta anni.

La differenza tra un intestino sano e popolato da polipi

I polipi singoli molto probabilmente non si manifestano prima del rilevamento accidentale. In un piccolo numero di casi, i sintomi sono diarrea con impurità sanguinarie o mucose - questo è dovuto al fatto che i polipi causano un'eccessiva secrezione di muco, e se la crescita è danneggiata, le feci possono apparire come sangue.

Comunemente, i polipi di gruppo si manifestano più spesso. I primi sintomi saranno: aumento delle feci e del muco ammorbidito dall'ano, prurito dello sfintere. Successivamente, a una persona viene diagnosticata la stanchezza e l'anemia, dal momento che i polipi interrompono la digestione. Se i polipi sono vicini all'ano, possono cadere spontaneamente quando vanno in bagno, che saranno accompagnati da sanguinamento, disagio e sensazione di presenza di un corpo estraneo nello sfintere.

La poliposi è accompagnata da stitichezza.

Con la crescita e lo sviluppo dei polipi, il disagio si fa sentire più forte: la stitichezza si forma, una persona sente disagio a livello intestinale e ano, e le feci e il muco sono anche osservati nelle feci. I medici ricordano che nella fase iniziale i polipi sono innocui e non causano danni, ma in futuro è possibile la loro degenerazione in tumori maligni.

La poliposi benigna può trasformarsi in cancro

Nel retto può formare polipi di specie diverse. Differiscono nella struttura e hanno anche differenze differenziate. I medici distinguono quattro tipi di poliposi:

  1. Diffuso - numerosi "cumuli" di educazione, che si estendono su tutta la parte dell'intestino e interferiscono con la promozione delle masse fecali.
  2. Fibrosi - meno spesso sviluppando in oncologia. Questi sono polipi che si formano nelle aree infiammate dell'intestino, anch'essi soggetti a suppurazione e infiammazione.
  3. Fleecy - polipi con una struttura delicata, facilmente traumatizzata, la loro superficie ricorda il velluto. Spesso rinato in tumori maligni.
  4. Polipi adenomatosi - tessuti ghiandolari, localizzati più spesso sulla gamba alta. Abbastanza grande (fino a tre centimetri), spesso trasformato in cancro. Il rilevamento di questo tipo di polipo consente di formulare una diagnosi di "condizione precancerosa".

Spesso i pazienti vengono diagnosticati con polipi misti, ad esempio ghiandolare villoso.

Anche i polipi danno complicazioni sotto forma di infiammazione, paraproftiti, crepe e lesioni nel retto. Pertanto, a malapena notando i segni specifici della malattia, vale la pena fissare un appuntamento con il proctologo. I sintomi della poliposi sono simili alle emorroidi, e queste malattie sono spesso confuse, quindi è inutile auto-medicare - il medico deve dare una diagnosi chiara e un regime di trattamento.

Se trovi i primi segni dovresti consultare un medico specializzato

Diagnosi di poliposi

Un proctologo è uno specialista che deve essere consultato se una persona ha scoperto i sintomi primari della poliposi o semplicemente vuole sapere della propria salute. Il medico prima di tutto si rivolgerà a domande e sintomi, quindi effettuerà un esame manuale, testerà il retto all'ingresso e, per quanto possibile, nelle profondità. I polipi a volte si trovano a pochi centimetri dall'ano, quindi si trovano sulla palpazione.

La poliposi può essere rilevata visivamente solo con moderni metodi diagnostici.

Se questo metodo di ricerca ha dimostrato la presenza di poliposi, ottenere le informazioni aggiornate con sigmoidoscopia. La diagnostica è possibile a spese di un dispositivo speciale sotto forma di un tubo, che inietta aria nel retto e quindi raddrizza le sue pareti. Quando l'esame diventa possibile, il medico disattiva l'alimentazione d'aria, accende una lampada miniaturizzata all'estremità del tubo e regola l'oculare. Rectoromanoscope consente non solo di fissare la presenza di polipi, ma anche di scoprire in che quantità sono, in quali dimensioni e dove sono localizzati.

Inoltre, le formazioni vengono diagnosticate con l'aiuto dei raggi X del colon e persino dello stomaco, poiché i polipi spesso colpiscono i segmenti del tratto gastrointestinale situati sopra. L'esame a raggi X, come la sigmoidoscopia, fornisce informazioni complete sui polipi, inoltre, il medico può ottenere dati sulle formazioni benigne o maligne. Nel caso del retto, questo metodo è chiamato irrigoscopia: attraverso l'ano, sotto forma di clistere, un paziente viene spruzzato con un agente di contrasto, che viene distribuito lungo le pareti e mostra i loro contorni e tutte le formazioni estranee in modo molto chiaro.

Una colonscopia è considerata il metodo classico per esaminare il retto. Con l'aiuto di una colonscopia, il medico può esaminare fino a un metro dall'intestino inserendo un tubo endoscopico attraverso l'ano. Il dispositivo ha un diametro molto piccolo, quindi attraversa facilmente tutto il restringimento degli intestini e mostra chiaramente come vanno le cose con la salute del paziente. Questa procedura è necessaria per il passaggio annuale di tutti i cittadini oltre cinquanta anni.

Dieta prima del colon colonscopia

Come trattare i polipi?

Il principale trattamento per la poliposi è la rimozione chirurgica anche delle più piccole crescite riscontrate. Come nella situazione con entità isolate, e con molteplici trattamenti terapeutici non ha senso. Se la diagnosi ha rivelato polipi, è necessario liberarsene senza indugio e passare un'istologia di formazioni distanti.

Molto spesso, la procedura per la rimozione dei polipi viene eseguita con apparecchiature endoscopiche e potrebbe non richiedere nemmeno l'anestesia generale. Attraverso l'ano del paziente, un endoscopio viene inserito con un dispositivo di illuminazione, alla fine del quale vi è un elettrodo ad anello. Il dottore getta il cappio sul polipo, afferrandolo alla base, lo tira e lo taglia alla base, insieme alla gamba.

C'è anche un metodo di elettrocoagulazione - cauterizzazione o escissione di polipi da un laser. Questo intervento è adatto per la rimozione di piccoli polipi, poiché il lavoro del laser sulle formazioni volumetriche minaccia la perforazione involontaria della parete del retto. La procedura è buona in quanto, parallelamente alla rimozione del polipo, il laser si incolla, per così dire, sigillato i vasi e la mucosa, eliminando il sanguinamento e le complicanze dopo l'intervento. L'effetto laser ha anche un effetto disinfettante e il rischio di infezione che penetra nelle ferite è significativamente ridotto. L'unica condizione è che l'elettrocoagulazione si applica solo ai polipi che non si trovano a più di otto centimetri dall'ano.

I due metodi sopra descritti sono minimamente traumatici, dopo l'intervento, i pazienti possono camminare da soli e continuare a vivere in un ritmo normale il giorno successivo, senza stress eccessivo.

Processo di rimozione del polipo endoscopico

Se i polipi colpiscono una parte significativa dell'intestino, sono troppo vicini l'uno all'altro o in linea di principio ce ne sono molti, il chirurgo esegue la chirurgia addominale e asporta una parte dell'intestino. Questa procedura richiede un lungo periodo di recupero. Dopo l'operazione, la parte asportata dell'organo, insieme con i polipi, viene inviata a uno studio, i cui risultati chiariscono se c'è stata una trasformazione maligna nelle formazioni.

Dopo che i polipi sono stati rimossi in qualsiasi modo (o "lasciati" da soli durante il trattamento conservativo della malattia di base), il paziente deve sottoporsi a una colonscopia pianificata un anno dopo per assicurarsi che non ci siano nuove lesioni. Se i polipi non vengono rilevati durante la diagnosi, la procedura può essere eseguita ogni tre anni. Secondo le statistiche, nel 14% dei pazienti nel sito di rimozione, la formazione può ripresentarsi e nel 7% di recidiva si verifica in altre aree dell'epitelio precedentemente non toccate. Pertanto, è necessario comprendere la necessità di una diagnosi preventiva.

Maggiori informazioni sulla rimozione dei polipi sono nel nostro articolo speciale.

Video - Consultazione proctologo: polipi intestinali

Prevenire la comparsa di polipi

Per proteggersi da formazioni innocue condizionatamente nel corpo, devi seguire semplici regole. I medici raccomandano di regolare il menu aggiungendo agli alimenti dietetici che hanno fibre grossolane (zucca, mele, barbabietole, zucchine, rape, cereali e crusca). È necessario dare la preferenza ai grassi vegetali, sostituendoli al massimo con gli animali.

È importante ricordare che bere alcolici e fumare più di ogni altra cosa contribuisce ai tumori intestinali, quindi parlare di rinunciare a cattive abitudini non è solo parole, ma informazioni importanti, dalla corretta adozione da cui possono dipendere la salute e la vita.

La prevenzione dei polipi è simile alle azioni che proteggono dal cancro dell'intestino. Considera le istruzioni di base sotto forma di tabella.

Tabella 1. Raccomandazioni per il mantenimento della salute rettale

Trattamento di polipi rettali

Caratteristiche di eziologia e patogenesi

Molto spesso, i polipi del retto appaiono in persone con predisposizione ereditaria, che è associata a casi di incidenza del cancro nel parente più prossimo. Ora vengono trovati con la stessa frequenza degli uomini e delle donne.

In una fase iniziale, vengono scoperti per caso, quando una persona visita un medico per una patologia diversa o in tempo per gli esami preventivi. I primi sintomi saranno associati alla crescita delle neoplasie e alla loro origine istologica.

La vera causa della formazione di polipi nel retto non è stata ancora stabilita, ma l'influenza dei seguenti fattori scatenanti gioca un ruolo importante:

  • Tendenza alla stitichezza;
  • La presenza di ragadi anali e fratture dello sfintere;
  • Malattie infettive trasferite Il rischio di un polipo rettale aumenta con l'infiammazione cronica;
  • Malformazioni congenite o mutazioni genetiche;
  • Gravi disturbi neuropsichiatrici;
  • Basso contenuto di fibre nella dieta, consumo eccessivo di grassi e cibo, che ha nella sua composizione potenziali cancerogeni;
  • Ipodynamy (inattività), sfondo ambientale avverso.

La poliposi del retto non si verifica sotto la condizione di una mucosa sana.

Pertanto, molti tipi specifici di danno possono essere aggiunti a questo elenco. Il punto fondamentale è che agiscono per un lungo periodo di tempo. Nella maggior parte dei casi, è difficile identificare il fattore dominante che ha contribuito alla formazione di un polipo, che ci porta alla natura polietiologica della malattia.

Sintomi e tipi

I sintomi e il trattamento dei polipi rettali sono strettamente correlati al tipo di appartenenza. Di grande importanza a causa del rischio di sviluppare il cancro del colon-retto ha una classificazione morfologica, così come l'estensione della prevalenza del processo.

Diversi tipi di tumori benigni dell'ano differiscono nelle loro manifestazioni, quindi vi è una connessione diretta con il quadro clinico e la scelta delle tattiche di trattamento.

Classificazione di base

Il retto ha una dimensione relativamente piccola, quindi non è sempre corretto parlare di poliposi diffusa, che colpisce gran parte del tubo digerente. Di conseguenza, solo i tumori singoli o di gruppo possono essere identificati isolatamente.

Per capire cos'è un polipo rettale, è necessario familiarizzare con la classificazione morfologica.

Adenoma tubulare

Questo è un tipo benigno di polipo derivato dal tessuto ghiandolare. Più spesso sembrano una crescita iperplastica su una gamba o su una base più ampia. Durante la rettoscopia, il medico nota somiglianze con la struttura della normale parete intestinale.

Tuttavia, la loro consistenza è molto più densa, motivo per cui la membrana mucosa viene raccolta anche quando si cerca di spostarsi durante un esame digitale. I polipi di questa specie raramente sanguinano o ulcerano.

Polipi adenomatosi

I polipi adenomatosi del retto provengono da cellule epiteliali ghiandolari, causando il cancro più spesso di altri. Spesso, tali formazioni subiscono dapprima l'allargamento cistico. In termini prognostici, il loro grado di differenziazione conta, che è rappresentato da tali opzioni:

  • Displasia lieve;
  • Displasia moderata;
  • Displasia significativa.

Il segno chiave della malignità di un tale polipo è un grado estremo di displasia, manifestata dall'anomalia del nucleo e dal polimorfismo.

Polipi iperplastici

Gli incidenti iperplastici di solito non superano i 5 mm di diametro, quindi una leggera elevazione sopra la superficie della mucosa rettale è determinata visivamente. I polipi hanno una consistenza morbida e un colore normale, raramente sottoposti a malignità.

Ciò è dovuto al fatto che non sono considerati morfologicamente come veri adenomi del retto.

Polipi fibrosi

Il polipo fibroso del retto è formato da strutture di tessuto connettivo, pur avendo un numero significativo di vasi, che spesso porta a un abbondante sanguinamento quando è danneggiato.

Una caratteristica di questa specie è la presenza di infiltrazione infiammatoria di elementi cellulari (eosinofili, neutrofili, linfociti), che porta al suo gonfiore. Lume vascolare bruscamente allargato visivamente.

Polipi Fleecy (adenomi villosi)

Tali polipi di un retto rapidamente si sviluppano in un barlume, avendo una piccola struttura lobed e un'occhiata «vellutata». Sono spesso singoli, ma di dimensioni piuttosto grandi - fino a 6 cm. All'esame, i villi possono essere visti, che sono facilmente danneggiati e sanguinano pesantemente a causa dell'abbondanza di vasi sanguigni nella loro struttura.

La presenza di forme miste aumenta significativamente il rischio di trasformazione nel cancro del colon-retto.

Quadro clinico generale

I polipi rettali possono mostrare i seguenti sintomi:

  • Impurezze di sangue / muco nelle feci. In realtà, sono uno dei principali segni che induce una persona a vedere un medico. Nella maggior parte dei casi, sono associati a una violazione dell'integrità dei vasi sanguigni a causa di danni da feci o altre cause, che porta all'anemia;
  • Violazione dell'atto di defecazione. A partire da uno stadio iniziale, una persona può sperimentare alcuni problemi con i movimenti intestinali, che si manifestano come costipazione e diarrea, che spesso seguono. Restringimento dei fattori provocatori del lume intestinale dovuto alla crescita del tumore e all'irritazione della membrana mucosa;
  • Sidro del dolore Di solito si verifica quando ci sono altre manifestazioni cliniche. Può essere il risultato del ristagno di sangue nei tessuti del bacino, stiramento eccessivo delle pareti del retto e violazioni dell'atto di defecazione;
  • Sensazione di corpo estraneo. Questo sintomo è soggettivo, consentendo al medico non solo di sospettare la natura della neoplasia, ma anche una dimensione approssimativa.

La prevalenza della poliposi dell'ano, la dimensione dei tumori e la loro localizzazione causano l'intensità dei sintomi. Allo stesso tempo, non si possono escludere segni di danni ad altri organi o la probabilità di cancro del colon-retto.

Data la non specificità dei sintomi, in caso di febbre o di comparsa di secrezioni purulente dall'ano, consultare immediatamente un medico. Durante un movimento intestinale, i polipi che hanno un gambo nutritivo possono cadere.

trattamento

Dopo che la diagnosi è stata confermata, il medico decide se rimuovere il polipo. Il volume, l'accesso e il tipo di intervento chirurgico dipendono dalle caratteristiche della malattia e dalle qualifiche del chirurgo. La terapia conservativa è inefficace, quindi viene utilizzata in vista di un metodo aggiuntivo o di cure palliative nei pazienti gravemente malati.

Puoi provare a trattare i polipi senza un intervento chirurgico, ma è importante ricordare che il rischio di esacerbazione della condizione, recidiva o sviluppo del cancro del retto è troppo alto.

Prevenendo l'intervento chirurgico, al paziente può essere prescritto un mezzo di azione sintomatica. Va ricordato che non hanno alcun effetto terapeutico diretto, pertanto la fattibilità della terapia conservativa per i polipi è discutibile.

Principi dell'intervento chirurgico

L'unico metodo di trattamento è la chirurgia. In alcuni casi, la diagnosi è confermata dopo aver ricevuto dati sulle caratteristiche morfologiche del polipo (origine del tessuto).

I polipi del retto si resecano con la possibilità di preservare tutte le funzioni somatiche. I seguenti interventi sono eseguiti:

  • elettrocoagulazione;
  • Rimozione del polipo durante la colonscopia;
  • Asportazione di tessuto mediante transaddominale;
  • Rimozione radicale del retto. L'operazione è paralizzante, quindi viene eseguita rigorosamente in accordo con la testimonianza (lesione multipla, sospetto di malignità).

Se il processo si estende alle sezioni soprastanti, potrebbe essere necessario resecare una grande parte del colon con la formazione di una colostomia temporanea o permanente.

Principi di terapia conservativa

Come tale, non ci sono metodi conservatori di trattare con i polipi. Come terapia di supporto e sintomatica, è possibile prescrivere vari farmaci (lassativi, antidolorifici, preparazioni di ferro, soluzioni per infusione) nel periodo pre e postoperatorio, tenendo conto delle condizioni del paziente.

I polipi del retto non possono essere curati senza chirurgia!

Ci sono prove che le supposte di Chistobilin sono usate per trattare i polipi, evitando la chirurgia. Incorporano componenti naturali (estratti da cicuta e radice di bardana), che hanno i seguenti effetti:

  • Anti-infiammatori;
  • Antidolorifico;
  • antitumorale;
  • Immunostimolante.

Queste supposte sono considerate mezzi più igienici usati per prevenire vari tumori negli organi pelvici. Dati affidabili che permetterebbero di giudicare la loro efficacia, oggi non esistono.

Descrizione dei sintomi e trattamento dei polipi rettali

I polipi sono formazioni benigne che possono esistere nel corpo umano senza alcun segno. Questa è l'astuzia della patologia: molto spesso viene scoperta all'improvviso, nel processo di esame per altri motivi. Il pericolo è che in condizioni avverse nel corpo, possono trasformarsi in tumori maligni. Ecco perché è così importante sottoporsi a esami preventivi che aiuteranno a identificare la malattia nel tempo ea sbarazzarsene in modo tempestivo. Considera i sintomi e il trattamento dei polipi nel retto, e in quali casi vale la pena suonare l'allarme.

Specie di polipi

Polipi nell'intestino sono escrescenze benigne da tessuti epiteliali intestinali. Hanno una forma a fungo o sferica e sono collegati ai tessuti intestinali della gamba larga. Il colore dei piccoli tumori benigni varia dal rosa al marrone.

I polipi possono essere di diverse varietà, a seconda dei tessuti in cui consistono:

I polipi fibrosi rettali germinano dal tessuto connettivo epiteliale, che viene sostituito da patologia fibrosa. Queste formazioni possono infiammare e diventare maligne.

Le formazioni pelose sono capelli rosa-rossi arrotondati, caratterizzati da una superficie vellutata. I polipi ghiandolari villosi germogliano inizialmente dalla membrana mucosa dell'epitelio e sono piccoli, quindi non esiste un quadro clinico. Poi aumentano di dimensioni, raggiungendo 10-15 cm, in conseguenza del quale bloccano il lume intestinale. Ciò porta ad un aumento della produzione di muco e alla sua scarica intensiva. I polipi villosi hanno un'alta probabilità di magnetizzazione (la transizione verso una forma maligna).

Crescenze adenomatose del retto si formano nel processo di distruzione del normale rinnovo dell'epitelio, che si verifica per vari motivi. Le cellule epiteliali iniziano la divisione incontrollata, le formazioni crescono rapidamente, bloccando il passaggio intestinale e ferendo le pareti intestinali durante il passaggio delle masse fecali. Il pericolo di polipi adenomatosi sta nella possibilità di trasformazione in un tumore maligno. Spesso sullo sfondo della patologia si sviluppa un'ostruzione intestinale, che richiede un intervento chirurgico immediato.

cause di

I polipi del retto possono essere formati per vari motivi. Spesso il loro predecessore è emorroidi. Il problema è affrontato da persone che conducono uno stile di vita sedentario. I seguenti fattori possono provocare patologia:

  • infezioni intestinali;
  • ereditarietà;
  • colite ulcerosa e altre malattie infiammatorie nell'intestino;
  • malattia diverticolare;
  • dipendenza da bevande alcoliche dieta malsana con una predominanza di prodotti di origine animale;
  • costipazione cronica;
  • patologia vascolare;
  • disturbi delle feci;
  • età (dopo i 40 anni aumenta il rischio).

Quadro clinico

Le piccole dimensioni delle escrescenze potrebbero non dare sintomi caratteristici. L'unico segno può essere il disagio o il prurito nell'ano. Con la crescita delle formazioni, il quadro clinico sta gradualmente aumentando. Ci sono dolori nell'addome inferiore, costipazione regolare. La presenza costante di feci nell'intestino porta all'allungamento del suo ciclo, che causa un intenso dolore all'ano. Spesso c'è una maggiore formazione di gas.

Inoltre, i polipi rettali causano i seguenti sintomi:

  • sensazione di un oggetto estraneo nell'ano;
  • dolore addominale con arcata angosciante;
  • impurità di muco e sangue nelle feci;
  • cambiare la diarrea costipazione e viceversa.

diagnostica

Inizialmente, il medico esamina i reclami del paziente e quindi esamina il retto. È importante condurre una diagnosi differenziale di polipi con emorroidi e tumori intestinali maligni. Per fare questo, utilizzare i seguenti metodi:

  • sigmoidoscopia;
  • colonscopia;
  • radiografia.

Trattamento di polipi in adulti e bambini

I polipi del retto rispondono scarsamente alla terapia conservativa. I farmaci possono solo alleviare i sintomi della patologia, ma non possono portare alla regressione delle formazioni. I polipi devono essere rimossi chirurgicamente. È importante notare che se i polipi non sono accompagnati da sintomi caratteristici e il paziente si rifiuta di rimuoverli, è necessario monitorare regolarmente la dinamica della loro crescita. Con un intenso aumento della chirurgia dovrebbe essere fatto ricorso al più presto possibile.

Non dovresti aver paura della parola "operazione", nei casi non avviati, puoi cavartela con il metodo minimamente invasivo. I polipi del retto vengono rimossi in diversi modi:

  1. Elettrocoagulazione.
  2. Rimozione endoscopica.
  3. Asportazione transanale.
  4. Resezione del retto

Il metodo di elettrocoagulazione comporta la cauterizzazione di piccole singole formazioni. La procedura viene eseguita attraverso un proctoscopio. Questo è un intervento a basso impatto, che viene utilizzato solo per piccole formazioni nel retto. I polipi ghiandolari villosi non vengono rimossi con questo metodo, poiché esiste la possibilità di perforazione delle pareti intestinali.

L'intervento endoscopico prevede la rimozione del tumore durante una colonscopia o una rectoromanoscopia. Questa procedura viene eseguita su base ambulatoriale.

Il metodo transanale è usato per rimuovere le lesioni ad un'altezza di 7 cm dall'ano.

La resezione del retto viene utilizzata per i tumori maligni. Viene eseguito in anestesia generale.

Medicina tradizionale per aiutare

Se trovi polipi nel retto, puoi provare a rivolgersi alla medicina tradizionale per chiedere aiuto. Molte ricette possono ridurre l'intensità dei sintomi e talvolta affrontare una regressione delle formazioni. Per effettuare tale trattamento è necessario con il permesso del medico. Molte delle medicine tradizionali hanno controindicazioni, quindi possono danneggiare la salute.

Per il trattamento della poliposi nella medicina tradizionale con clisteri da celidonia e candele a base di cicuta. Queste erbe hanno un effetto antitumorale.

Quali complicazioni può causare la poliposi?

I polipi del retto possono provocare tali complicazioni:

  • sanguinamento anale;
  • la trasformazione dei polipi in tumori maligni;
  • ostruzione intestinale acuta.

Il sanguinamento anale è più spesso causato da grandi polipi del retto, soprattutto quando si tratta di formazioni villi. Ciò è dovuto alla posizione in loro di un gran numero di vasi sanguigni. E se un sanguinamento minore può portare all'anemia, l'intensa perdita di sangue è irta di shock ipodinamico.

Neoplasie villose e adenomatose sono più suscettibili alla trasformazione maligna. Il più spesso i polipi grandi sono trasformati.

L'ostruzione intestinale acuta si sviluppa sullo sfondo del lume intestinale sovrapposto. La completa sovrapposizione del lume è una pericolosa necrosi delle pareti intestinali, che è piena di penetrazione delle feci nella cavità addominale, lo sviluppo di peritonite e morte.

Prognosi e prevenzione dei polipi nel retto

Con la rimozione tempestiva di formazioni polifere, la prognosi è favorevole. In rari casi, recidiva della malattia. I primi tre anni devono essere sottoposti a colonscopia periodica.

Per la prevenzione della poliposi e la loro recidiva, è necessario:

  • tempo di curare le malattie croniche del retto;
  • dare la preferenza agli alimenti ricchi di fibre e agli oligoelementi benefici;
  • muoviti di più;
  • sottoporsi a controlli regolari;
  • tempo per eliminare la stitichezza.

Non solo polipi rettali, ma altre malattie possono essere prevenute con uno stile di vita sano e un atteggiamento positivo.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Legatura di anelli emorroidali: i pro e contro, le conseguenze

In molte cliniche di coloproctologia in Russia, un metodo minimamente invasivo per il trattamento delle emorroidi interne, come le emorroidi leganti con anelli di lattice, sta diventando sempre più comune.

Eparina pomata per la rosacea

La cuperosi è una condizione della pelle in cui si manifestano visibilmente piccoli vasi sanguigni. Quando la rete di vasi è piuttosto estesa, vengono chiamati "asterischi", ma, nonostante il bellissimo nome, l'aspetto non migliora e viceversa.