Trattamento delle ulcere trofiche sulla base di obliterazione di endarterite e aterosclerosi

Abbiamo osservato 42 pazienti con forma ulcerativa-gangrenosa di endoarterite obliterante e aterosclerosi del terzo inferiore della gamba, della schiena e delle dita dei piedi. Questo gruppo non includeva pazienti con gangli aridi e umidi sulla base di malattie occlusive con cui le arti venivano amputate.

Dei 42 pazienti, 28 erano con aterosclerosi obliterante e 14 - con endoarterite obliterante. La durata della malattia con endoarterite obliterante è di 3-5 anni e con aterosclerosi obliterante - 4-8 anni. Il processo ulcerativo-necrotico nell'aterosclerosi obliterante è più spesso localizzato nel primo e meno spesso nel secondo e nel quinto dito, e nell'endarterite obliterante più nel primo e nel quinto dito del piede. La prescrizione del processo necrotico era diversa: da poche settimane a un anno. In 10 dei 42 pazienti, le ulcere erano localizzate nell'area del piede posteriore e del terzo inferiore della gamba.

I bordi delle ulcere erano sottosquadro, avevano contorni chiari e si trovavano superficialmente. Una zona di iperemia pronunciata è stata osservata intorno alle ulcere. L'edema si è esteso a tutto il piede e al "terzo inferiore della gamba". Il fondo delle ulcere consisteva di tessuti necrotici e scariche purulente di scarico con un odore sgradevole. Il processo necrotico che coinvolge le dita dei piedi era accompagnato da cancrena delle falangi terminali delle dita. In tutti i pazienti sono stati osservati cambiamenti ischemici su un arto. Non sono state osservate lesioni simmetriche su entrambi gli arti. La maggior parte dei pazienti ha associato la malattia ad ipotermia ed esacerbazione della sindrome ischemica durante la stagione fredda.

Tutti i pazienti presentavano claudicatio intermittente, bruciore alle dita dei piedi, estremità fredde, dolore costante e insopportabile nell'area del dito interessato dal processo ulcerativo-necrotico. Alcuni pazienti hanno notato i crampi nei muscoli del polpaccio da soli. Per alleviare il dolore, sono costretti ad abbassare l'arto verso il basso. Il processo infiammatorio ha aumentato il dolore.

La pulsazione sulle arterie femorali dell'arto malato era indebolita rispetto a quella sana e in alcuni pazienti l'impulso non era affatto determinato. Tutti non avevano pulsazioni nell'arteria tibiale posteriore e nell'arteria dorsale del piede. Nei tigli con una forma ascendente di endoarterite obliterante, il polso era determinato sull'arteria poplitea, il resto dell'impulso su quest'arteria non era palpabile. Sulle radiografie dei piedi, tutti esaminati hanno esaminato l'osteoporosi con atrofia dell'osso corticale. Un modello più pronunciato è stato osservato nelle ossa delle dita interessate dal processo di necrotizzazione.

I pazienti sono stati sottoposti a diversi studi: oscillografia, termometria, capillaroscopia, analisi del sangue biochimiche e vari campioni. Tutti i pazienti avevano campioni di Oppel, Burdenko, Moshkovich, Panchenko, Ratshov, Lewis, Samuels erano positivi; Anche il sintomo di Bondarchuk è stato positivo.

La preparazione preoperatoria e il trattamento sono stati eseguiti in modo completo. Al fine di ridurre il dolore e regolare il sonno, una miscela neuroplegica è stata somministrata durante la notte: aminazina 2,5% -1,0 ml, dimedrolo 1% -1,0 ml e prodolo 2% -1,0 ml. Questi farmaci sono stati miscelati e somministrati per via intramuscolare. Inoltre, ai pazienti sono stati prescritti anticoagulanti di azione diretta e indiretta. A livello locale, nella zona delle ulcere, sono stati usati fibrinolizina, unguento Vishnevsky, unguento al 10% di anestesia, ecc.. Sono stati eseguiti blocchi novocanici lombari di Vishnevsky. È stata utilizzata l'anestesia peridurale, che ha avuto un notevole effetto positivo. Dopo l'anestesia, il dolore diminuiva, il sonno diventava normale. Con il miglioramento delle condizioni generali dei pazienti, sono state eseguite l'estrapolazione delle dita ulcerative-gangrenose e il trapianto di pelle autologa a ulcere trofiche nel terzo inferiore della gamba e nella parte posteriore del piede.

La simpatectomia non è stata eseguita a causa della presenza di un processo ulcerativo-gangrenoso alle estremità. Altri autori aderiscono a tali tattiche, considerando questa operazione controindicata durante la fase necrotica della malattia.

38 pazienti con processo ulcerativo-gangrenoso di endoarterite o aterosclerosi obliterante sono stati sottoposti a trattamento chirurgico. Le dita sono state estrapolate in 28 pazienti e autodermoplastica di ulcere ischemiche - in 10. Esarticolazione simultanea di un dito del piede è stata eseguita in 20 e due dita - in 8 pazienti.

Dopo l'exarticolazione in 19 pazienti, l'intensità del dolore precedente è scomparsa e non si è ripresa fino alla dimissione dall'ospedale. Le ferite chirurgiche sono guarite dall'intenzione primaria. Per le restanti 9 persone, i dolori sono ripresi in momenti diversi dopo l'intervento chirurgico, vale a dire: in 6 pazienti - il primo giorno e anche nelle prime ore e in 3 - due giorni dopo l'operazione.

Nel periodo postoperatorio, si è formata la soppressione delle ferite in 6 pazienti con esordio precoce del dolore e cancrena delle altre dita. Eseguì anche 2-3 esarticoli delle dita dei piedi, ma non migliorò, tutti svilupparono la gangrena del piede, su cui venivano eseguite amputazioni a vari livelli. In 3 persone, in cui i dolori si ripresentarono il secondo giorno dopo l'operazione, la cancrena delle dita del piede apparve accanto a quella amputata, quindi furono espulsi. Tuttavia, le ferite non guarirono da molto tempo ei pazienti erano in ospedale fino a 2,5 mesi. Sono stati dimessi dall'ospedale dopo la guarigione della ferita. Un paziente aveva altri due exarticoli delle dita dei piedi ancora colpiti dal processo cancrenoso. Dopo l'ultima operazione, il dolore della stessa intensità scomparve, anche se la ferita postoperatoria si è deteriorata e granulata dalla tensione secondaria.

Pertanto, tenendo conto dell'azione favorevole dell'anestesia peridurale come fattore terapeutico e della rimozione dei tessuti focali ulcerativi-necrotici, 22 su 28 persone (78%) con forme complicate di arteriosclerosi o endarteriite obliterante hanno ottenuto buoni risultati immediati. I rimanenti 6 pazienti erano arti amputati. Un anno dopo, di questi 22 pazienti, tre di loro sono riemersi con le dita delle altre dita sullo stesso arto. Tutti sono stati riprodotti da exarticulation e due sono stati scaricati con la guarigione delle ferite e la scomparsa del dolore, e un paziente ha avuto un'amputazione dell'arto a causa della cancrena del piede sviluppata dopo la ri-exarticolazione. Il resto dei 22 pazienti precedentemente dimessi non compariva in ospedale per 2-3 anni dopo l'operazione, sebbene vivessero nell'area di servizio di questo ospedale.

Le nostre osservazioni mostrano che con complicate malattie occlusive, l'amputazione frettolosa dell'arto non è sempre giustificata, specialmente con le lesioni ulcere-necrotiche del primo secondo e persino di tutte le dita dei piedi. Un segno della conservazione dell'arto è la scomparsa nelle prime ore dopo l'operazione di dolore della stessa intensità.

Notevole difficoltà e difficoltà è il trapianto di auto-pelle nella zona delle ulcere ischemiche. 10 pazienti sono stati sottoposti a autodermoplastica, di cui in 3 ulcere localizzate sulla superficie dorsale dei piedi e in 7 - sulla superficie anteriore del terzo inferiore della gamba. Tre pazienti con un fondo avevano tendini necrotizzati, di cui 2 nel terzo inferiore della gamba e uno nella parte posteriore del piede. In tutti i pazienti, le ulcere ischemiche erano accompagnate da gonfiore dei piedi e delle gambe. I margini delle ulcere erano minati, il fondo con tessuti necrotici sporchi e scariche purulente sgradevoli. Nel corso dei tendini necrotici, è stato notato accumulo di pus, quindi, prima di tutto, è stato necessario effettuare tagli longitudinali per il suo deflusso e il drenaggio dei tessuti molli.

La purificazione delle ulcere trofiche dai tessuti necrotici è stata effettuata in vari modi. Fibrinolizina, soluzioni antisettiche, pomata Vishnevsky, pediluvi con soluzione di soda calda all'1%, irradiazione con quarzo, UHF su gamba e piede, blocco novocanico perinefico secondo Vishnevsky, anestesia epidurale, ecc. medicazioni con un unguento anestetico al 10%. Alcuni pazienti non potevano tollerare i pediluvi se la temperatura dell'acqua era superiore alla temperatura corporea. Nonostante gli sforzi, non è stato possibile eliminare completamente le ulcere ischemiche dai tessuti necrotici, pertanto, con il processo progressivo necrotico dei tessuti molli, i pazienti sono stati prescritti per un intervento chirurgico. Questo in qualche misura ha protetto i tendini dal processo purulento.

Tutte le operazioni sono state eseguite in anestesia epidurale. Durante l'operazione, le ulcere trofiche sono state sezionate insieme al fondo purulento-necrotico. I tessuti erano pallidi, sanguinavano debolmente. Il difetto della ferita è stato sostituito da un lembo di pelle scamosciata dermatoma forato, prelevato dalla superficie anteriore della coscia del secondo arto. Lo spessore della pelle auto è 0,3 mm. Nei primi due pazienti operati da noi, l'auto-pelle trapiantata era morta e respinta il quarto o il quinto giorno, tuttavia, nella zona inferiore della ferita cominciavano ad apparire granulazioni. Questi pazienti sono stati sottoposti ad altri due trapianti di pelle auto. L'ultimo trapianto è stato un successo. Le operazioni per i restanti 8 pazienti sono state eseguite in due o tre fasi. L'anestesia peridurale ha avuto un effetto positivo sulla compensazione per la circolazione circolatoria. I siti donatori sono stati chiusi con i resti della pelle auto, prelevati durante l'operazione. I pazienti con tendini preformati del fondo dell'operazione dell'ulcera sono stati eseguiti in tre stadi con asportazione obbligatoria del tessuto necrotico durante il primo stadio. Sono sopravvissuti trapianti di pelle in tutto ciò che è stato operato.

Il trattamento chirurgico delle ulcere trofiche ischemiche mediante autodermoplastica in pazienti con una prognosi clinica sfavorevole nota presenta un rischio e richiede molta pazienza. A volte riuscivamo a causare la guarigione delle ulcere trofiche in quei casi in cui all'inizio sembrava difficile e persino impossibile.

Dei 3 pazienti sottoposti a trapianto auto-cutaneo per ulcere ischemiche nella zona posteriore del piede, dopo 8 mesi uno è stato ammesso con cancrena dell'intero piede e dopo 3 anni un altro ha avuto anche gangrena del piede. Erano arti amputati.

Dei 7 pazienti con trapianto autologo nel terzo inferiore della tibia, dopo 2 anni, sono stati ricevuti due pazienti con gangli del piede e avevano arti amputati a vari livelli. I restanti 5 pazienti a lungo termine (fino a 5 anni) si sentono soddisfatti.

Noi, come altri autori, comprendiamo che la guarigione delle ulcere trofiche mediante l'autodermoplastica non può salvare i pazienti con malattie occlusali dalla minaccia dell'amputazione degli arti.

Ulcera trofica nell'aterosclerosi del trattamento degli arti inferiori

Sintomi e trattamento delle lesioni aterosclerotiche delle arterie degli arti inferiori

L'aterosclerosi è comunemente chiamata malattia sistemica: la formazione di placche di colesterolo è solitamente causata da disordini metabolici e colpisce tutti i vasi del nostro corpo. Tuttavia, in pratica, le molecole di una sostanza grassa spesso si depositano principalmente in una particolare area (organo, vaso). A seconda delle caratteristiche morfologiche e del quadro clinico caratteristico, viene isolata una lesione del letto vascolare di vari siti. Nella nostra recensione parleremo di arteriosclerosi delle arterie delle gambe, cercheremo di rispondere alle principali domande sulle cause, il meccanismo di sviluppo, le caratteristiche cliniche caratteristiche, i principi di diagnosi e trattamento di questa patologia.

Malattia del XXI secolo

Prima di analizzare i sintomi dell'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori e il trattamento di questa malattia, è importante capire l'essenza della patologia. Cos'è l'aterosclerosi e quali fattori sono coinvolti nella sua formazione?

Quindi, l'aterosclerosi (il termine deriva dalle parole greche "athera" - gruel e "sclerosi" - indurimento) è una malattia progressiva cronica causata da metabolismo lipidico e proteico alterato nel corpo e caratterizzata dalla deposizione di molecole di colesterolo sulla superficie interna delle arterie dei tipi elastico e muscolare-elastico.

Nella patogenesi della malattia ci sono due fattori principali:

  1. Aumentando la concentrazione di colesterolo e lo squilibrio tra le sue frazioni "buone" e "cattive".
  2. Violazione dell'integrità della coroide - intima delle arterie e delle vene dovuta all'azione di composti tossici e tossici (incluso etanolo, nicotina), predisposizione ereditaria.

È noto che circa 200-350 g di colesterolo sono determinati in totale nel corpo umano. Questa sostanza lipofila è un elemento strutturale delle membrane citoplasmatiche di tutte le cellule, ma soprattutto è concentrata negli epatociti, nelle cellule surrenali, nelle gonadi e nei tessuti lipidici. Circa il 10% del colesterolo circola nel nostro sistema circolatorio (dalle più grandi arterie ai capillari), che sono trasportati da speciali proteine ​​carrier. Combinato insieme, questo complesso forma un composto chimico complesso grasso-proteina - "lipoproteina".

Sulla base delle caratteristiche della struttura e della funzione svolta, si distinguono diversi tipi di lipoproteine:

  1. VLDL e LDL - colesterolo "cattivo", saturi di molecole di grassi e "perdendoli" con facilità quando si spostano lungo il letto vascolare. Aumentare il livello delle lipoproteine ​​a bassa densità nel corpo è uno dei principali fattori patogenetici delle lesioni vascolari aterosclerotiche.
  2. L'HDL è un colesterolo "buono" che trasporta i lipidi dalla periferia al fegato per un'ulteriore trasformazione in acidi grassi e l'utilizzo dal corpo. Livelli di HDL normali e alti proteggono le arterie dalla formazione di placche e sono un importante fattore anti-aterogeno.

Pertanto, il danno aterosclerotico alle arterie è possibile se il paziente ha:

  • alti livelli di OX - colesterolo totale;
  • alto livello di LDL "cattivo";
  • basso livello di HDL "buono";
  • aumento del CA (rapporto di aterogenicità) - il rapporto tra colesterolo dannoso e benefico.

Cause e fattori di rischio per lo sviluppo

Indipendentemente dalla localizzazione predominante, i fattori di rischio per la formazione della placca di colesterolo sono gli stessi. Tra le cause più probabili di arteriosclerosi delle arterie degli arti inferiori sono:

  • predisposizione genetica;
  • malattie genetiche che si verificano con metabolismo lipidico alterato (dislipidemia familiare);
  • dipendenza dal tabacco;
  • dipendenza da alcol;
  • l'obesità;
  • dieta squilibrata, consumo regolare di cibo animale grasso - soprattutto fritto;
  • stile di vita sedentario;
  • disturbi metabolici - è di particolare importanza nel diabete mellito.

Sintomi tipici della malattia

Per lungo tempo i cambiamenti aterosclerotici nei vasi passano inosservati. I segni clinici della malattia compaiono solo quando vi sono disturbi circolatori pronunciati, così come la disfunzione delle arterie e delle vene.

Il principale e il primo sintomo dell'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori è spesso la claudicatio intermittente. Dopo aver superato una certa distanza (queste distanze si riducono con il tempo) una persona può sentirsi stanca, a disagio e quindi dolore in una o entrambe le gambe. Spesso, il disagio lo fa fermare, prendersi una pausa e continuare per la sua strada.

Secondo gli indicatori clinici oggettivi distinguono 4 stadi di questa sindrome.

All'esame clinico, l'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori si manifesta:

  1. una diminuzione del diametro della parte inferiore della gamba causata da insufficiente afflusso di sangue e atrofia dei muscoli della parte inferiore della gamba;
  2. cambiamenti distrofici delle unghie;
  3. perdita di capelli sulle gambe;
  4. mancanza di pulsazione nelle arterie del piede (o superiore, a seconda del livello di stenosi vascolare nell'aterosclerosi - femorale, poplitea).

Inoltre, si notano pallore della pelle, tortuosità patologica delle vene, comparsa di "stelle" vascolari.

I disturbi trofici nell'aterosclerosi nella fase iniziale hanno manifestazioni soggettive:

  1. sensazione di freddezza: i piedi e le gambe sono costantemente freddi, i pazienti li avvolgono in una coperta, indossando calze calde di lana;
  2. parestesia - una sensazione di gattonare, intorpidimento;
  3. arrossamento, gonfiore e tensione del piede distale, causati da una violazione del flusso di sangue nelle vene;
  4. deterioramento delle capacità rigenerative: graffi e abrasioni sulla pelle degli arti inferiori non guariscono bene.

Ulcere trofiche e gangrena del piede sono condizioni estremamente pericolose che complicano l'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori. Sono causati da una significativa diminuzione del flusso sanguigno e da una malnutrizione diffusa dei tessuti molli del piede e della parte inferiore della gamba.

Lo sviluppo delle ulcere trofiche si verifica gradualmente. Sullo sfondo dei suddetti sintomi, una rete di vasi sanguigni bluastri pieni di sangue venoso "cresce" sulla pelle del piede o della gamba. Un po 'più tardi, la pigmentazione marrone con una sfumatura viola o viola appare in questo punto.

La pelle nella zona interessata si addensa e diventa molto densa (impossibile formare una piega), acquisendo un tipico aspetto "lucido".

La cancrena nell'aterosclerosi inizia di solito con le dita dei piedi. La cessazione quasi completa della fornitura di ossigeno e sostanze nutritive alle parti periferiche degli arti inferiori causa la necrosi - la morte dei tessuti. La graduale diffusione del processo patologico e l'avvelenamento del corpo con prodotti di decomposizione non solo portano alla perdita di un arto, ma anche alla sindrome da intossicazione cronica - danno ai reni, fegato, cervello e altri organi interni.

Esistono due tipi di cancrena:

  1. Secco: si estende dal capillare distale al luogo di afflusso nelle grandi vene. Accompagnato da un forte dolore all'arto, che gradualmente svanisce e viene sostituito da una completa perdita di sensibilità. Le principali caratteristiche cliniche di questa variante di necrosi sono l'essiccazione, la mummificazione e la decolorazione della zona interessata.
  2. Bagnato - accompagnato da un'asciugatura incompleta dei tessuti e dallo sviluppo di processi di decomposizione. E 'clinicamente distinto dall'aspetto sulla zona dolente di macchie maleodoranti, lacrime, vesciche piene di pus. Senza le necessarie misure terapeutiche, le condizioni del paziente peggiorano, i sintomi di autointossicazione e l'insufficienza degli organi interni si uniscono.

Principi di diagnosi

L'arteriosclerosi delle arterie delle gambe viene diagnosticata sulla base dei reclami del paziente, un quadro clinico caratteristico, dati di laboratorio e strumentali. Un piano di esame standard per le malattie sospette include:

  • valutazione visiva dei disturbi circolatori nei vasi degli arti inferiori;
  • determinazione dell'impulso sulle arterie periferiche delle gambe;
  • auscultazione del rumore sulle arterie femorali;
  • definizione del sintomo plantare - il paziente è in posizione prona, con le gambe dritte sollevate ad un angolo di 45 °. A comando, inizia a piegarsi e ad allungare gli arti alla giuntura della caviglia. In base alla velocità di comparsa della fatica soggettiva e dei segni oggettivi dei disturbi circolatori, viene valutata la gravità dell'aterosclerosi.
  • test clinici generali - OAK, OAM, biochimica del sangue;
  • lipidogramma - determinazione del colesterolo e delle sue principali frazioni (HDL, LDL, VLDL), trigliceridi e aterogenicità;
  • coagulogramma con determinazione del tempo di coagulazione, APTT e PTI.
  • Ecografia Doppler;
  • angiografia (usando una sostanza radiopaca);
  • CT, RM - se necessario.

Metodi moderni di terapia

La terapia dell'aterosclerosi di qualsiasi localizzazione, comprese le arterie degli arti inferiori, richiede tutta una serie di attività. Prima di tutto, il paziente riceve raccomandazioni per la correzione del solito modo di vita e nutrizione, e solo con l'inefficacia di queste attività, il medico prende una decisione sulla nomina di farmaci anti-lipidemici. Disturbi circolatori pronunciati e cambiamenti trofici - un'indicazione per il trattamento chirurgico.

Passaggio 1. Dieta e stile di vita

Cambiamenti nello stile di vita abituale e nelle preferenze culinarie sono una fase importante nel trattamento dell'aterosclerosi, che mira a minimizzare i fattori di rischio e la progressione della malattia. Si raccomanda a tutti i visitatori di ambulatori con gravi disturbi circolatori nei vasi degli arti inferiori:

  1. Abbandona le cattive abitudini. Bere alcol e fumare non solo influenzano negativamente il corpo nel suo insieme, ma contribuiscono anche alla deposizione migliorata di molecole di colesterolo non la parete interna dei vasi sanguigni.
  2. Più per essere all'aria aperta.
  3. Esercizio, coordinare con il medico esercizi di allenamento adeguati.
  4. Normalizza il peso corporeo (per i pazienti obesi).
  5. Normalizza la modalità di lavoro e di riposo, dormi almeno 7-8 ore al giorno.

La dieta terapeutica ipolipemizzante è anche raccomandata per tutti i pazienti con aterosclerosi. I suoi principi principali includono:

  1. Limitare l'assunzione di colesterolo a 150-200 mg / giorno. Le principali fonti alimentari di questa sostanza grassa sono grassi di origine animale, sottoprodotti (lingua, reni, fegato, cervello), latticini - latte con un'alta percentuale di grassi, panna, panna acida, alcuni tipi di burro, formaggio a pasta dura.
  2. Aumentare la quantità di acidi grassi polinsaturi (omega-3, 6) nella dieta che costituiscono grassi pesci marini (salmone, salmone, sgombro, aringa), noci e nocciole, oli vegetali naturali (specialmente semi di lino, sesamo). Sono una fonte alimentare di colesterolo "buono", normalizzando il metabolismo dei lipidi nel corpo e possedendo proprietà anti-aterogeniche.
  3. Bere una quantità sufficiente di fibre (verdure, frutta, erbe) e liquidi (acqua, composte, bevande alla frutta, fianchi di brodo). Ciò contribuirà a migliorare la digestione e accelerare il processo di utilizzo del colesterolo in modo naturale attraverso il tratto digestivo.

Passaggio 2. Trattamento farmacologico

Nelle fasi iniziali dell'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori, la terapia farmacologica viene utilizzata non prima di 3 mesi dall'inizio del trattamento non farmacologico (e della sua inefficacia).

Più spesso prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • Statine (atorvastatina, lovastatina) - riducono la produzione di colesterolo "cattivo" nel fegato;
  • fibrati - aumentano l'utilizzo di lipoproteine ​​a bassa densità attraverso il tratto gastrointestinale, contribuiscono alla normalizzazione della dislipidemia;
  • sequestranti degli acidi biliari - aumentare il sequestro nell'intestino e l'escrezione di colesterolo dal corpo;
  • Omega-3 (integratore alimentare) - aumenta il livello di HDL "buono" nel sangue, ha pronunciato proprietà anti-aterogeniche;
  • agenti antipiastrinici - prevenire la trombosi;
  • mezzi per migliorare la circolazione del sangue nelle arterie periferiche (Alprostan);
  • Farmaci che stimolano lo sviluppo di collaterali (vie circolatorie alternative) - Solcoseryl, Actovegin.

Passaggio 3. Intervento chirurgico

Con un significativo restringimento del lume delle grandi arterie che alimentano l'arto inferiore, vengono eseguite le operazioni ricostruttive:

  • stenting;
  • intervento chirurgico di bypass;
  • artroplastica.

Con lo sviluppo delle complicazioni tardive dell'aterosclerosi, la questione di condurre una chirurgia radicale - l'amputazione dell'arto nella quantità richiesta viene risolta.

L'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, i cui sintomi e trattamento sono stati discussi in questo articolo è un serio problema della moderna assistenza sanitaria. Senza un approccio adeguato al trattamento, la patologia porta a conseguenze pericolose per la salute, tra cui la disabilità del paziente e la morte. Un'attenta attenzione a te stesso, una regolare determinazione del livello delle lipoproteine ​​nel sangue, il mantenimento di uno stile di vita sano e il rispetto delle raccomandazioni mediche sono gli aspetti principali che ti permettono di mantenere la salute per molti anni.

Ulcere trofiche degli arti inferiori

La malnutrizione patologica dei tessuti causa ulcere trofiche degli arti inferiori, lunghe e difficili da curare.

Le ulcere della gamba trofica non sono una malattia indipendente, ma sono causate da patologie vascolari o da una lesione infettiva sullo sfondo dei disturbi circolatori. Il nome della malattia indica la principale causa di insorgenza - la malnutrizione dei tessuti (trofismo) e la loro successiva morte (necrosi) sullo sfondo di una malattia a lungo termine e una diminuzione critica della difesa immunitaria del corpo. Ulcere trofiche in 9 casi, 10 dei quali si verificano sui piedi e sugli stinchi, la parte superiore del corpo è interessata molto meno frequentemente, 6 persone su 10 ferite sono riconosciute come disabili.

Lesioni trofiche alle gambe: caratteristiche

Ulcera trofica della gamba - una lesione profonda della pelle, a lungo termine non cicatrizzata o regolarmente rinnovata. Le lesioni cutanee agli arti inferiori sono definite ulcere se la durata del suo corso supera le 6 settimane e non mostra un'inclinazione spontanea alla guarigione.

Il meccanismo della formazione della patologia non è completamente compreso, molte condizioni e malattie sono state rivelate e descritte, la cui complicazione potrebbe essere la sua comparsa. I medici moderni considerano le cause principali della condizione:

  • insufficiente circolazione del sangue nella zona interessata;
  • carenza di ossigeno e carenze nutrizionali nelle cellule dei tessuti;
  • patologia del deflusso linfatico;
  • violazioni del passaggio del sangue attraverso le vene e le arterie;
  • disturbi endocrinologici e ormonali;
  • estesa, infezione sistemica del corpo.
  • ereditarietà.

Molto spesso, il verificarsi di ferite è registrato nelle persone anziane dopo 65 anni (in alcune forme di patologia, le donne sono colpite dopo 45 anni) sullo sfondo:

  • mobilità forzata;
  • ferite ricevute;
  • profondo esaurimento generale del corpo.

A seconda del tipo di malattia di base, le ulcere si formano sugli arti inferiori:

  • causato da alterata circolazione venosa o arteriosa - venosa o arteriosa;
  • provocato dallo sviluppo del diabete mellito (piede diabetico o neurotrofico);
  • arti formati dopo lesioni;
  • infettivo (piogenico), che si verifica sullo sfondo delle lesioni cutanee esistenti;
  • apparso sullo sfondo dell'ipertensione (ulcera di Martorell);
  • tipo combinato, la cui causa sono diversi fattori che hanno un effetto simile.
  • risultante da lesioni di tumori maligni;
  • causato da altri motivi.

L'evento più comune di ulcere trofiche varicose e neurotrofiche (diabetiche) può essere visto qui, arterioso e misto.

L'aspetto di un'ulcera trofica dipende dal tipo di lesione:

  • venosa differisce forma rotonda, bordi frastagliati e riempimento purulento;
  • diabetico profondo e asciutto, con bordi ruvidi cornificati, situato sui piedi;
  • le ulcere che si formano sullo sfondo di una maggiore pressione sono profonde con bordi chiari, sul fondo, sotto le croste di croste, i tendini sono visibili;
  • più infetto, diametro piccolo, situato sull'intera gamba.

La comparsa di ulcere trofiche è la prova di un profondo danno al corpo causato dalla malattia:

  • l'ulcera venosa si verifica sullo sfondo di vene varicose a lungo termine e gravemente fluenti e gli effetti della tromboflebite. Ulcere alle gambe per varici si verificano con caratteristiche congenite della struttura delle vene che violano il corretto deflusso venoso;
  • ulcere trofiche arteriose sulla gamba causano patologie delle arterie che si formano sullo sfondo di aterosclerosi dei vasi degli arti (completamente (occlusione) o parzialmente a causa di restringimento, il flusso sanguigno è bloccato). Di solito, il disturbo si verifica nell'arteria femorale o poplitea nel sito della sua divisione. L'insorgenza di un difetto cutaneo nell'aterosclerosi obliterante si verifica in 4 fasi della malattia;
  • il piede diabetico, come un tipo di ulcera neurotrofica, si verifica sullo sfondo di una complessa sconfitta del corpo con diabete mellito e la comparsa di una violazione della sensibilità dei nervi periferici. Lesioni simili possono essere causate da malattie infettive o tossiche del sistema nervoso;
  • lesioni ulcerative provocate da fuoriuscita linfatica compromessa possono verificarsi sullo sfondo di un'erisipela, dopo irradiazione o intervento chirurgico;
  • Le ulcere post-traumatiche del piede compaiono qui, dopo vari tipi di danni alla pelle causati da incendi, corrente elettrica, sostanze chimiche, radiazioni. Possono essere una conseguenza della sconfitta di armi da fuoco e coltelli, morsi, amputazioni negli adulti. Spesso possono verificarsi nel sito di iniezione di stupefacenti in pazienti dipendenti;
  • piogenico, o infettivo, causato da microrganismi patogeni, virus, funghi sullo sfondo di una comune malattia della pelle - tubercolosi, erisipela, flemmone, lesioni della sifilide, lebbra, leishmaniosi, se il suo trattamento viene trascurato - compaiono più ferite delle gambe;
  • la causa delle ulcere può essere malattie sistemiche comuni che durano per un lungo periodo di tempo e indeboliscono significativamente il corpo - poliartrite, lupus eritematoso, gotta. Possibili cause includono grave insufficienza renale e cardiaca, epatopatia grave e di lunga durata, anemia, carenza vitaminica e digiuno prolungato.
  • ferite non cicatrizzanti a lungo termine sulla pelle possono verificarsi sul sito di talpe, papillomi e verruche rinascite, tumori maligni della pelle o metastasi di tumori degli organi interni.

Ulcere trofiche venose, lesioni arteriose e aterosclerotiche si riscontrano in 6 casi su 10, piede diabetico - in 2. L'incidenza di tutti gli altri tipi di ulcera è del 20% del numero totale di condizioni diagnosticate. Le ulcere trofiche degli arti inferiori sono più spesso osservate sul terzo inferiore della gamba, sul lato anteriore e sul lato esterno

Diagnostica di stato

Ulcera trofica sulla gamba, vedere la foto sotto è visivamente determinata abbastanza facilmente dalla profondità e dalla gravità della lesione della pelle. Esternamente, un medico esperto può diagnosticare il tipo di difetto in base al modello e alla profondità esterni, in base ai reclami del paziente e alla determinazione della storia della malattia.

Il trattamento delle ulcere trofiche delle gambe è possibile solo dopo un'accurata diagnosi della malattia primaria, l'eliminazione dei suoi sintomi ed è per eliminare il sintomo della crescita della lesione e la morte dei tessuti.

Per diagnosticare il medico curante utilizza:

  • emocromo completo per determinare la possibilità del suo ispessimento e dei successivi disturbi circolatori, aumento della sedimentazione degli eritrociti e dei livelli di leucociti (rilevamento dell'infiammazione). Per diagnosticare un piede diabetico, i livelli di zucchero nel sangue sono determinati;
  • coltura batteriologica del contenuto della ferita (tutte le lesioni trofiche sono infette), per determinare l'agente infettivo e l'antibiotico per il trattamento;
  • l'esame istologico microscopico dei tessuti, che può indicare l'ossigeno e la fame trofica delle cellule, viene effettuato solo nelle prime fasi dell'inizio della patologia;
  • esame ecografico (ecografia Doppler), durante la conduzione è possibile monitorare il flusso sanguigno nei vasi delle aree interessate (metodo economico, accessibile, informativo);
  • la ricerca laser (flowmetry) è fatta in modo simile all'ecografia. Il metodo è oggettivo e di alta precisione, viene utilizzato per diagnosticare patologie circolatorie;
  • la radiografia con l'uso di un mezzo di contrasto viene utilizzata per determinare i difetti vascolari - espansione, contrazione, aneurismi, occlusioni, il metodo è tecnicamente difficile, si distingue per accuratezza;
  • L'angiografia RM, TC e MSCT determina i difetti dei vasi sanguigni e della circolazione sanguigna, i cambiamenti nella struttura delle loro pareti, che porta a disturbi circolatori.

Il trattamento delle ulcere trofiche sulla gamba può essere prescritto solo da un medico dopo un attento esame del paziente in combinazione con la terapia della patologia di base. Un chirurgo, un flebologo, un endocrinologo, un oncologo è coinvolto nella consultazione del paziente.

Sintomi e trattamento delle ulcere trofiche per tipo

Il processo patologico della formazione e dello sviluppo di una ferita in ogni paziente ha luogo individualmente; Come trattare le ulcere trofiche sulle gambe, il medico determinerà in base a:

  • la loro specie;
  • profondità delle lesioni cutanee e numero di lesioni;
  • condizione generale ed età del paziente;
  • prognosi della malattia di base.

Ci sono ferite a seconda della profondità della lesione. Un'ulcera trofica della foto inizia come una lesione superficiale (stadio iniziale), gradualmente diventa più pesante; l'ultimo stadio è la penetrazione della lesione al tendine e all'osso.

Lo scopo principale del trattamento delle ulcere della gamba trofica è:

  • miglioramento e rinnovamento del flusso sanguigno nella zona interessata;
  • purificare la ferita dal pus;
  • rifiuto delle masse necrotiche;
  • stimolare la formazione di nuovo tessuto sano;
  • formazione di cicatrici;
  • prevenzione di nuove lesioni.

Per il trattamento di usato:

  • trattamento conservativo;
  • intervento chirurgico;
  • fisioterapia;
  • trattamento profilattico;
  • cambiamenti di dieta e stile di vita.

In Occidente, il trattamento conservativo è considerato una priorità e raramente ricorre al trattamento chirurgico, in Russia il metodo chirurgico è più spesso utilizzato.

Il trattamento chirurgico comprende entrambi i metodi di pulizia della ferita da tessuto morto e pus, nonché la rimozione necessaria di una parte del piede o dell'arto. Questi metodi includono:

  • pulizia sottovuoto della superficie della ferita sulle gambe e successivo trattamento;
  • installazione del catetere sulle ulcere sanguinanti a lunga permanenza;
  • rimozione di parte dell'articolazione e dell'osso del piede per eliminare la sovrappressione e
  • focolai di infezione;
  • metodo di elaborazione dei bordi lampeggianti di fistole vascolari attraverso la pelle per eliminarle.

Prima di trattare le ulcere trofiche con la chirurgia, viene applicato il trattamento con farmaci.

Il più comunemente usato:

  • antibiotici secondo i risultati dell'analisi del serbatoio;
  • farmaci anti-infiammatori Diclofenac, Ketoprofen;
  • farmaci per la somministrazione endovenosa di pentossifillina;
  • sedativi tavegil e suprastin per alleviare possibili allergie;
  • soluzioni per il lavaggio delle ferite Furacilina, clorexidina;
  • unguento per la guarigione di Dioxycol, Levomekol, Solcoseryl, Actovegin;
  • antiossidanti tocoferolo
  • medicazioni per la copertura delle ferite di Algipor, Sviderm, Geshispon.

Tale trattamento sarà ottimale fino a stabilizzazione del processo infiammatorio, quindi l'uso di un trattamento chirurgico per pulire e chiudere la ferita con un innesto cutaneo (a seconda del tipo).

Lesione varicosa

Le ferite si verificano sulla pelle del terzo inferiore della parte interna della parte inferiore della gamba, quasi senza incontrarsi sulla parte posteriore e sulle parti esterne. Ci sono ulcere venose come una malattia secondaria sullo sfondo delle vene varicose. La causa non è del tutto chiara, ma i medici ritengono che il fattore principale che causa le ulcere trofiche per le vene varicose sia la debolezza congenita dei tessuti connettivi dei vasi sanguigni e il difetto valvolare derivante per questo motivo. Non chiudendo strettamente, loro:

  • non può fornire un flusso sanguigno fisiologicamente corretto;
  • provocare una circolazione "pendolare" impropria;
  • causare ristagno di sangue e mancanza di ossigeno nei tessuti, la loro graduale necrosi e lo sviluppo di ferite.

Un altro motivo per la comparsa della patologia è lo sviluppo della trombosi venosa, che porta ad un restringimento del diametro interno delle vene e provoca la stasi del sangue.

Lo sviluppo delle ulcere trofiche con le vene varicose è un processo piuttosto esteso nel tempo. Se non trattata, le ferite possono coprire entrambi gli arti di diametro ed essere aggravate dall'infezione (erisipela, dermatite).

I principali sintomi della malattia:

  • nella fase iniziale, il paziente lamenta gonfiore dei polpacci e delle gambe;
  • di notte, crampi alle gambe in precedenza inusuali;
  • c'è una griglia distinta di vene blu sulla pelle;
  • gradualmente, le linee venose sulle gambe aumentano e si fondono in macchie di fiori viola e viola;
  • gonfiore e ristagno della linfa portano all'effusione sulla superficie della lesione;
  • la graduale espansione degli spot cattura nuove zone;
  • nella fase successiva, la pelle delle zone interessate diventa densa, liscia e lucente;
  • scaglie biancastre compaiono sulla superficie delle piaghe;
  • se non tratti la malattia, presto appariranno segni di danno;
  • la piaga, che sembra una crosta innocua, cresce nel tempo e si trasforma in un ascesso, progredisce e cattura gli strati più profondi della pelle, penetrando verso le fasce, i muscoli ei tendini, con un grado grave di sviluppo - l'anestetico;
  • l'ulcera piangente è riempita dapprima di masse traslucide con sangue, quindi cresce torbida, mentre l'infezione si unisce, sono purulente;
  • si forma un'area infiammata attorno alla ferita;
  • tutte le fasi dello sviluppo sono accompagnate da dolore, che aumenta con l'espansione dell'area interessata.

I metodi di trattamento dovrebbero tenere conto della diagnosi confermata di ostruzione venosa durante gli studi sull'hardware.

Come trattare l'ulcera trofica di origine varicosa? Viene data priorità ai metodi chirurgici di rimozione delle patologie venose ed elaborazione profonda e sottocutanea per ripristinare il flusso di sangue ed eliminare la causa delle ferite; pulizia e plastica direttamente ulcere. Non meno importante è la prevenzione delle ulcere trofiche delle gambe - il costante uso di calze elastiche e il corretto bendaggio delle gambe con una benda elastica.

Un'ulcera trofica della gamba, il cui trattamento primario viene effettuato a casa, deve essere adeguatamente chiusa con una benda. lei:

  • protegge la ferita dall'infezione;
  • elimina la moltiplicazione di infezione nella ferita;
  • crea una superficie moderatamente bagnata, bloccando il verificarsi di una crosta;
  • deve rimuovere pus e sangue dalla ferita, accelerando la guarigione;
  • permette alla ferita di "respirare";
  • deve essere rimosso rapidamente, senza dolore e irritazione della ferita.

Il trattamento conservativo prevede il trattamento farmacologico con antibiotici (Miramistina, Hexicon), antidolorifici che accelerano il metabolismo tissutale (Actovegin, Ebermin).

Ulcere arteriose

Cos'è un'ulcera trofica di tipo aterosclerotico e come viene trattata? La causa dell'evento è la patologia delle arterie e la fame di ossigeno dei tessuti provocata da insufficienza circolatoria. Una piccola spinta - ipotermia, danno dovuto a scarpe strette, graffi o morsi di un animale sarà sufficiente per la comparsa di un'ulcera. La pelle sulla punta, sul tallone, sui lati dei piedi è interessata. Una foto delle ulcere trofiche delle gambe consente una buona visione delle ferite, che sembrano piccole lesioni purulente con rulli cutanei giallastri intorno.

L'inizio della formazione delle ferite è preceduto da lamentele da parte del paziente di dolore notturno alla gamba, affaticamento, difficoltà e occasionale zoppia quando si cammina. All'esame, si scopre che la gamba affetta da ulcere è più fredda di quella sana (il paziente si lamenta che si blocca costantemente di notte). A rischio - persone dopo 60 anni. Se il trattamento non viene avviato dopo la comparsa dei primi sintomi, viene interessata tutta la pelle dei piedi.

Trattamento di patologia

I principali metodi di trattamento della malattia sono l'uso di plastica vascolare (angioplastica, stenting), mentre in parallelo viene effettuato un trattamento medico con Alprostadil, pentossifillina, Actovegin, Mexidol. Le medicazioni umide sono usate per chiudere le ferite usando soluzioni antisettiche a base di iodio.

Dopo aver eseguito la correzione chirurgica del flusso sanguigno, la superficie della ferita viene coperta con medicazioni in gel che sono in grado di mantenere l'umidità ottimale della ferita per accelerare la guarigione e lo scarico del tessuto morto dalla ferita, se l'area interessata è grande, vengono utilizzati metodi operativi.

Quando il trattamento ambulatoriale richiede un costante cambio di fasciatura sulla gamba a casa, le ferite allo stesso tempo devono essere trattate con Digispon, Kollahit. Ai pazienti viene prescritto un rifiuto della nicotina, la selezione obbligatoria di scarpe comode, la dieta.

È possibile curare questo tipo di ulcera trofica? Se la terapia è iniziata in ritardo, la parte inferiore delle gambe è completamente coperta di ulcere, la pelle è interessata in modo così profondo e massiccio che persino la chirurgia non porta a cicatrici e cicatrizzazione delle ferite, non è possibile fermare la sindrome del dolore. Ad un certo punto iniziano a comparire i sintomi della cancrena e l'unico metodo di trattamento è l'amputazione all'altezza della tibia (con una lesione del piede) o della coscia (con una lesione della tibia). Secondo le statistiche, la perdita di un arto è prevista per tutto l'anno per ogni secondo paziente.

Piede diabetico

I sintomi delle lesioni alle gambe con diabete sono simili alle lesioni arteriose, ma sono completati da una perdita di sensibilità delle terminazioni nervose. I reclami di un paziente con piede diabetico sono simili a quelli con lesioni arteriose, ma senza claudicatio intermittente. La comparsa di ferite nei calli, sulle dita dei piedi. Il motivo è un disturbo dell'andatura dovuto all'insensibilità del piede e alla ridistribuzione del supporto quando si cammina.

Il piede diabetico è pericoloso frequente accesso di infezione, disturbi vascolari, prognosi sfavorevole della malattia. Un'ulcera caratteristica di questo tipo è profonda, con bordi incurvati e un rullo di pelle intorno, e spesso si fissa la perdita di sensibilità.

Per la prevenzione dell'infiammazione della pelle e l'insorgenza di ulcere trofiche è necessario:

  • monitorare attentamente l'integrità della pelle e consultare un medico anche con danni minimi;
  • lavarsi i piedi ogni giorno, in particolare dovrebbe essere preoccupato per le condizioni della pelle tra le dita, dopo il lavaggio si dovrebbe ammorbidire delicatamente l'acqua con un asciugamano, e non pulirlo;
  • eliminare la sovraraffreddamento dei piedi e l'esposizione all'acqua calda. Le gambe sono generalmente fredde, nel qual caso è meglio indossare calze;
  • indossare solo le scarpe più comode, senza cuciture sporgenti, il rivestimento dovrebbe essere intatto, se il piede è gravemente curvo, deve essere cucito individualmente;
  • Usa scarpe da esterno che vengono indossate esclusivamente sulla punta, senza cinturini e fibbie. I calzini devono essere intatti, senza cuciture e segni di usura;
  • usare solo farmaci sparing per ferite lievi - spalmarli con clorexidina o perossido di idrogeno. L'uso di alcool, iodio e verde brillante è vietato;
  • utilizzare solo prodotti per pedicure approvati, tagliare le unghie per evitare la crescita, rimuovere i calli solo con pietra pomice o un file speciale;
  • trattare quotidianamente la pelle della crema nutriente dei piedi. È vietato toccare l'area tra le dita.

Un passaggio obbligato nel trattamento - rifiuto delle sigarette, che riduce significativamente il rischio di amputazione.

Trattamento popolare delle ulcere

Un'ulcera aperta sulla gamba per molto tempo e il suo trattamento a casa richiede un monitoraggio costante da parte di un medico, la medicina tradizionale può essere utilizzata solo con il suo permesso.

Per la rimozione di pus e tessuti morti utilizzando infusioni di camomilla, calendula e una serie. Eccellenti proprietà antimicrobiche hanno una celidonia.

Per la guarigione delle ulcere nel diabete mellito vengono utilizzate le foglie in polvere di un tatarnik, che sono coperte da una ferita dopo il lavaggio. Un'azione simile ha un paio di baffi d'oro.

Una ricetta per lavare le ferite con siero di latte appena preparato, che rimane dopo aver fatto la ricotta, è abbastanza nota. Dopo il lavaggio, sulla ferita viene applicato un piccolo pezzo di formaggio fresco e morbido, che viene coperto con pergamena e fissato con una benda.

Per creare umidità nella ferita e condizioni di rigetto del tessuto morto, utilizzare impacchi da una soluzione salina (1 cucchiaio di sale marino o sale normale per litro d'acqua), che deve essere applicato sulla ferita trattata, coperto con carta compressa e fissato con una medicazione per 3 ore. Quindi rimuovere la benda per 4 ore, ripetere.

Alcuni guaritori avvertono che l'unguento non deve essere applicato direttamente su una ferita, ma non consente il rigetto delle masse necrotiche. Il medicinale deve essere applicato su un panno sterile e applicato sull'ulcera. L'unguento combinato con streptocide si è dimostrato efficace nel trattamento. Per prepararti devi prendere un tubetto di unguenti hyoxysonic, Methyluracil e Gentamicin, il farmaco Sinaflan. Preparare la miscela con streptocid (4 pacchetti) e 100 g di vaselina. Usa l'unguento tutte le sere, mettendolo su un tovagliolo.

L'ulcera della gamba trofica è un test difficile sia per il paziente che per il medico curante. L'eliminazione della causa principale della malattia e il trattamento tempestivo sono necessari per salvare la vita del paziente.

Trattamento dell'aterosclerosi dei vasi della gamba

Periodicamente, ognuno di noi sente un leggero dolore alle gambe, ma, di regola, non ci prestiamo attenzione. E lo facciamo invano, perché non possiamo parlare della fatica o della solita indisposizione, ma di una grave malattia. Uno di questi è l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, la patologia più comune che si sviluppa nell'età adulta - di circa 65-70 anni.

Cosa è nascosto sotto questa malattia?

Sotto l'aterosclerosi delle gambe si intende una malattia in cui avvengono numerosi cambiamenti: una violazione del passaggio del sangue attraverso i vasi periferici, l'emergere del trofismo tissutale, ecc. Molto spesso l'aterosclerosi colpisce le grandi arterie delle cavità addominale e toracica. Questo è ciò che porta a cambiamenti patologici nelle arterie poplitea, tibiale e femorale, il cui lume diminuisce di oltre il 50-55%.

Lo sviluppo della malattia può richiedere più di dieci anni, durante i quali si siederà tranquillamente all'interno.

Fasi di aterosclerosi

Gli esperti identificano diverse fasi di sviluppo della patologia dei vasi sanguigni delle gambe. Il primo - preclinico - è accompagnato da una pronunciata violazione del metabolismo lipidico (lipoidosi). Ci sono dolori agli arti inferiori, ma si verificano solo dopo aver camminato su lunghe distanze e un intenso sforzo fisico.

Navi normali e sensibili

Al secondo stadio, i primi segni di aterosclerosi iniziano a farsi sentire - le gambe si fanno male dopo aver superato i 250-1000 m. Il terzo periodo (ischemia critica) è caratterizzato da sintomi pronunciati della malattia. La sindrome del dolore appare dopo 50 m a piedi. Bene, all'ultimo stadio (quarto), la pelle delle gambe è affetta da ulcere trofiche, necrosi (pelle annerita) e cancrena, e grave disagio alle gambe si verifica anche in uno stato di calma, anche di notte.

È importante Se l'aterosclerosi degli arti inferiori non inizia il trattamento anche in questa fase, il caso può finire con la cancrena con l'amputazione delle gambe.

Cause di radice

I fattori che provocano lo sviluppo di questa malattia possono essere molto diversi. Siamo riusciti a mettere insieme le ragioni principali:

  • Il fumo è la causa principale dell'aterosclerosi. La nicotina contenuta nel tabacco porta a spasmi di arterie e impedisce al sangue di passare attraverso i vasi. Questo è un percorso diretto verso la tromboflebite e l'aterosclerosi;
  • sovrappeso;
  • Mangiare frequentemente cibi ricchi di grassi animali e innalzare i livelli di colesterolo;
  • Problemi di salute - diabete, riduzione dell'ormone e produzione di ormoni tiroidei, ipertensione arteriosa e altri;
  • Predisposizione genetica;
  • Esperienza di stress cronico;
  • Alta pressione sanguigna
  • età;
  • Affiliazione di genere - spesso uomini con aterosclerosi delle gambe;
  • Attività motoria ridotta;
  • Grande stress psico-emotivo;

Quanto manifesto

Come abbiamo detto, l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori non si manifesta per molto tempo, e poi immediatamente compaiono alcuni gravi problemi. Non c'è davvero un solo segno che permetterebbe di riconoscere una malattia incipiente nel tempo? Certo che c'è. Tutti loro sono davanti a te:

  • Intorpidimento dei piedi;
  • Claudicatio intermittente;
  • Raramente - embolia o trombosi acuta;
  • Costante freddezza e sensazione di freddo interiore;
  • Cianosi e pallore della pelle;
  • Crampi - soprattutto tormenti di notte;
  • Sensazioni di dolore - da debole a molto forte;
  • Nessuna increspatura sulla caviglia, nella fossa poplitea e sulla coscia;
  • Fenomeni trofici che si manifestano pelando le unghie e l'aspetto delle ulcere sulle dita dei piedi e dei talloni, così come la caduta dei capelli sulle gambe;
  • Dolore agli arti, peggio durante il cammino;
  • Cianosi (lupus) della pelle.

Come diagnosticare

Una diagnosi tempestiva e corretta nell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori gioca un ruolo importante, perché con il suo aiuto è possibile conoscere le cause della malattia e prescrivere il trattamento corretto. All'ospedale, dovresti assolutamente avere le seguenti consultazioni e procedure:

  • Angiografia MR;
  • MSCT angiografia;
  • Misurazione della pressione con calcolo dell'indice brachiale della caviglia;
  • Arteriografia periferica;
  • Scansione duplex (USDG) delle arterie periferiche;
  • Pulsazione delle arterie degli arti;
  • Consultazione di un chirurgo vascolare.

Inoltre, i medici notano la presenza o l'assenza di disturbi trofici sulle gambe, stabiliscono la permeabilità vascolare usando DS e USDG e ascoltano il soffio sistolico sulle arterie stenotiche.

Non sarebbe superfluo condurre un'altra piccola prova. Il paziente ha bisogno di alzare le gambe in posizione prona di 45 gradi. Le ginocchia allo stesso tempo non possono piegarsi. Durante la procedura, si nota la velocità di comparsa del pallore sulla pianta dei piedi e l'affaticamento generale delle gambe.

trattamento

Il trattamento di questa malattia grave e pericolosa dipende dalla gravità e dalla complessità dei suoi sintomi. Può essere sia folk che tradizionale. Discutiamo tutti i dettagli di ciascuno di essi.

Terapia generale

Se si desidera ottenere cambiamenti positivi nella lotta contro l'aterosclerosi dei vasi della gamba, prepararsi a una rigorosa applicazione delle raccomandazioni degli esperti:

  • Seguire una dieta a basso contenuto di colesterolo. Non puoi assolutamente mangiare lardo, paté, margarina, burro, carni grasse, salsicce, latticini con un'alta percentuale di grassi, frattaglie, patatine fritte, alcol, farina, maionese;
  • Regola il tuo peso;
  • Smettere di fumare e alcol;
  • Vai per scarpe comode e spaziose;
  • Fai molta attenzione quando tagli le unghie;
  • Non dimenticare di gestire attentamente tutte le lesioni minori di gambe e piedi;
  • Evitare l'ipotermia;
  • Utilizzare l'esercizio dosato - camminare a passo moderato per almeno mezz'ora al giorno, nuotare, fare esercizio sulla cyclette;
  • Cure malattie concomitanti - ipertensione, diabete, ecc.

Approccio alla terapia farmacologica

Il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori comprende una gamma di farmaci e procedure. Solo un medico qualificato può prescriverli, quindi assicurati di visitare l'ospedale.

Cosa può curare questa malattia?

  • Farmaci antipiastrinici (ad esempio, Aspirina e Reopolyglukine) - prevengono il verificarsi di coaguli di sangue e fungono da migliore prevenzione di infarti e ictus;
  • Farmaci che aumentano l'attività fisica del paziente. Grazie alla pentossifillina e al cilostazolo, camminare è praticamente indolore e il flusso sanguigno generale negli arti inferiori è molto migliore;
  • Farmaci con effetto antipiastrinico - hanno un effetto positivo sul sistema circolatorio e riducono i livelli di colesterolo nel sangue;
  • Anticoagulanti (warfarin, eparina) - non consentono al sangue di coagulare nei vasi, prevengono lo sviluppo di coaguli di sangue;
  • Antispastici (Drotaverin) - alleviare gli spasmi e alleviare il dolore;
  • Gli unguenti antibiotici (Oflokain, Delaskin, Levomekol, Dimexide) sono utilizzati in presenza di ulcere trofiche;
  • Farmaci che migliorano la nutrizione dei tessuti (Zincteral);
  • Vasodilatatori (Vazonit, Agapurin, Vazaprostan, Pentoxifylline, Pentillin, Trenal);
  • vitamine;
  • Procedure di fisioterapia - darsonvalizzazione, elettroforesi con novocaina, ossigenazione iperbarica.

Trattamenti chirurgici

Chirurgia - l'ultima misura nel trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori. Di norma, la chirurgia è prescritta per ischemia pronunciata e l'insorgenza di complicanze molto forti.

In questo caso discuteremo le seguenti procedure:

  • Shunting - creando un percorso aggiuntivo per il flusso di sangue intorno al sito di restringimento dell'arteria;
  • Angioplastica a palloncino - introduzione nella cavità di una nave del palloncino, espandendo il lume arterioso;
  • Stenting delle arterie - un puntone tubolare è posto nel vaso interessato, che mantiene il diametro dell'arteria al livello desiderato;
  • Endarterectomia: rimozione dell'area colpita della nave insieme alla placca aterosclerotica;
  • Autodermoplastika - usato per il trattamento di ulcere trofiche che sono scarsamente suscettibili alla terapia locale;
  • Protesi - sostituzione con un vaso autoveno o sintetico della parte interessata dell'arteria;
  • Amputazione del reparto necrotizzato della gamba con la successiva installazione della protesi.

Metodi tradizionali di trattamento

Si verifica un approccio non convenzionale al trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, ma in questo caso è necessario il consiglio di uno specialista esperto. Per quanto riguarda le ricette, prima di te le opzioni più efficaci e popolari.

Ricetta numero 1 - tintura

  • Ippocastano (frutto) - 20 g;
  • Hop ordinario - 45 g;
  • Bighead a forma di cartamo - 35 g;
  • Acqua - al ritmo di 200 g di liquido per 2 g di miscela.
  1. Unire miscela di erbe.
  2. Riempirlo solo con acqua bollente.
  3. Insistere per tre ore.
  4. Prendiamo un giorno per ½ tazza.

Ricetta numero 2 - decotto

  • Camomilla (fiori) - 1 cucchiaino;
  • Rezeda - 1 cucchiaino;
  • Piantaggine - 1 cucchiaino;
  • Erba di San Giovanni - 1 cucchiaino;
  • Acqua - 200 ml;
  • Salvia - 1 cucchiaino.

Se lo si desidera, la composizione può essere leggermente modificata:

  • Salvia - 1 cucchiaino;
  • Piantaggine - 1 cucchiaino;
  • Erba di San Giovanni - 1 cucchiaino;
  • Churn - 1 cucchiaino;
  • Camomilla (fiori) - 1 cucchiaino;
  • Acqua - 200 ml.
  1. Colleghiamo tutti i componenti.
  2. Riempi la composizione (1 cucchiaino di cucchiaio) con acqua bollente.
  3. Insisti per un giorno in un armadio buio.
  4. Usiamo per le applicazioni per le gambe al mattino e prima di coricarsi. I piedi dovrebbero essere lavati accuratamente prima della procedura.

Ricetta numero 3 - sfregamento

  • Olio d'oliva - 1 cucchiaio. cucchiaio;
  • Olio di olivello spinoso - 1 cucchiaio. un cucchiaio
  1. Mescolare entrambi gli oli
  2. Strofiniamo la miscela sulla pelle colpita come una crema.
  3. Usiamo per tre settimane.

Numero di ricetta 4

  • Semi di aneto (schiacciati) - 1 cucchiaio. cucchiaio;
  • Acqua bollente - 200 ml.
  1. Riempi l'aneto solo con acqua bollita.
  2. Diamo il tempo di insistere.
  3. Beviamo quattro cucchiaini quattro volte al giorno.

Ricetta numero 5

  • La radice di elecampane (a secco) - 20 g;
  • Tintura di propoli (20%) - 100 ml;
  • Alcool - 100 ml.
  1. Maciniamo la radice dell'enula campana e la versiamo in una bottiglia di vetro scuro.
  2. Insisti 20 giorni in un armadio buio.
  3. Aggiungi la tintura di propoli.
  4. Assunto 3 volte al giorno per 25-30 gocce.

Numero di ricetta 6

  • Rowan Bark - 400 g;
  • Acqua - 1 l.
  1. Riempire la corteccia di cenere di montagna con 1 litro di acqua bollita.
  2. Cuocere per 2 ore in un fuoco silenzioso.
  3. Dare fresco e filtrare attraverso una garza, piegato in diversi strati.
  4. Beviamo prima dei pasti.

L'aterosclerosi dei vasi della gamba è una malattia grave e molto pericolosa che necessita di misure urgenti e qualificate. Solo in questo caso possiamo sperare, se non per una ripresa assoluta, almeno per un miglioramento significativo della salute.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Perché i coaguli di sangue si formano e come prevenirli

Le principali cause di coaguli di sangueI coaguli di sangue compaiono nel sistema circolatorio umano durante il lento flusso sanguigno, l'alta viscosità del sangue e la violazione dell'integrità della superficie interna dei vasi sanguigni.

Rassegna di 13 farmaci popolari per il cuore: i loro pro e contro

L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina generale".