Antibiotici per tromboflebiti

Thrombophlebitis è una malattia dei vasi sanguigni del sistema circolatorio, in cui le loro pareti si infiammano e si verificano coaguli di sangue - trombi. Gli antibiotici per la tromboflebite vengono utilizzati se la malattia è complicata da una co-infezione. Il trattamento antibiotico elimina i sintomi e arresta lo sviluppo del processo patologico. Il trattamento deve iniziare ai primi segni.

Tattiche di trattamento

La terapia conservativa per la tromboflebite degli arti inferiori comporta l'assunzione di tali gruppi di farmaci:

  • farmaci anti-infiammatori non steroidei e ormonali;
  • antidolorifici;
  • agenti antipiastrinici;
  • flebotoniki.

Ulteriori misure per il trattamento e la prevenzione dell'insufficienza venosa includono:

  • l'uso di indumenti a compressione;
  • riposo a letto durante l'esacerbazione;
  • gambe elevate durante il sonno;
  • l'uso della medicina tradizionale in consultazione con il medico;
  • intervento chirurgico in casi difficili.
Torna al sommario

Indicazioni per l'uso di antibiotici per il trattamento della tromboflebite

Gli antibiotici sono prescritti per lo sviluppo di suppurazioni, lesioni delle arterie dei polmoni o con la comparsa di malattie concomitanti. I segni di infiammazione e le ragioni per l'inizio della terapia antibiotica per la tromboflebite includono:

  • aumento della temperatura corporea;
  • sudorazione;
  • freddo;
  • stato di debolezza.

Nella grave tromboflebite settica, in cui il benessere di una persona si deteriora, è richiesta una prescrizione obbligatoria di agenti antimicrobici, altrimenti si possono verificare focolai purulenti nei reni, nel cervello e nei polmoni.

Gli antibiotici per le vene varicose e le tromboflebiti aiutano a far fronte alle complicanze, alleviare l'infiammazione, ridurre il dolore. A tal fine, l'introduzione di farmaci avviene per via iniettiva e direttamente sul luogo di formazione di un coagulo di sangue. I farmaci antimicrobici per la tromboflebite degli arti inferiori svolgono le seguenti funzioni:

  • prevenzione dei coaguli di sangue nelle vene profonde;
  • sollievo del processo infiammatorio nei tessuti circostanti;
  • eliminazione delle cause della malattia;
  • prevenzione della ricorrenza dell'infiammazione.
Torna al sommario

Dieta mentre si assumono antibiotici

I pazienti che sono stati diagnosticati con tromboflebiti possono essere trattati a casa e in ospedale. Dopo aver consultato un medico, si raccomanda una moderata attività fisica e, in rari casi, il riposo. Durante il trattamento, è necessario seguire una dieta che include l'uso di:

  • cereali e pane integrale, verdura e frutta che contengono fibre;
  • noci, biancospino, olio di lino;
  • noci e latticini, che includono magnesio, calcio per rafforzare le pareti delle vene.
Torna al sommario

Tipi di prodotti farmaceutici e metodi di somministrazione

Nella diagnosi di tromboflebite purulenta, gli antibiotici di diversi gruppi vengono assegnati dal medico, che, in combinazione, hanno un effetto sulla distruzione dei microbi. La terapia antibiotica viene eseguita con cautela, in quanto il risultato del trattamento può aumentare la viscosità del sangue. Esempi dei farmaci antimicrobici più comunemente prescritti:

Antibiotici per le vene varicose e tromboflebiti

Il paziente deve essere consapevole del fatto che durante il trattamento è severamente vietato consumare bevande alcoliche, poiché gli antibiotici non agiscono più. Durante il trattamento, si raccomanda un esercizio moderato. Esercizi utili in piscina, ginnastica e passeggiate. Tuttavia, dovrebbero essere iniziati solo dopo aver consultato un medico. Devi indossare costantemente uno speciale indumento a compressione e durante il sonno le gambe dovrebbero essere in posizione rialzata. Dopo che l'infezione che ha causato la trombosi è stata eliminata, il medico può prescrivere la terapia con le sanguisughe. Il paziente deve seguire la dieta. Dovresti mangiare cibi ricchi di fibre. Utili anche noci, olio di lino e biancospino.

Antibiotici nella fase iniziale della tromboflebite

Per la tromboflebite degli arti inferiori nella fase iniziale, se è accompagnata da infezione, il medico prescrive la terapia con farmaci antibatterici. Molto spesso, la tromboflebite si osserva con le vene varicose. Il sangue può coagularsi dopo l'intervento chirurgico e dopo il parto o in seguito a lesioni e ipotermia. Coaguli di sangue possono verificarsi dopo un ictus o un attacco di cuore, una grande perdita di sangue o una malattia infettiva passata. Quando si prescrivono farmaci antibatterici, il medico deve tenere conto del fatto che non vi sono batteri patogeni nel vaso sanguigno. Pertanto, gli antibiotici non portano sempre sollievo al paziente.

Molti antibiotici non solo non danno il risultato atteso, ma possono anche diventare pericolosi, causando un aumento della coagulazione del sangue. Questo alla fine porterà alla formazione di nuovi coaguli di sangue. Molto spesso, i seguenti farmaci sono utilizzati nella fase iniziale della tromboflebite:

  • comprime con Troxevasin ed eparina unguento, è possibile applicare questi farmaci ai siti di lesione con coaguli di sangue;
  • per prevenire ulteriori coaguli di sangue, si usano anticoagulanti - anticoagulanti;
  • Diclofenac e Ketoprofen sono prescritti come farmaci che riducono il dolore e il gonfiore;
  • Troxerutin o Troxevasin è stato prescritto per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni;
  • i farmaci a base di polienzima sono usati per rafforzare il sistema immunitario e accelerare la distruzione dei coaguli di sangue esistenti;
  • fisioterapia e l'uso costante di indumenti speciali a compressione;
  • gli antibiotici sono prescritti nei singoli casi in cui il processo infiammatorio si verifica in vene superficiali non varicose, ad esempio viene prescritto un unguento con eritromicina.

Qualsiasi trattamento dovrebbe iniziare solo dopo che il chirurgo ha fatto una diagnosi accurata e ha prescritto la terapia.

Trattamento per tromboflebite infettiva

I farmaci antibatterici sono sicuramente prescritti se viene diagnosticata una tromboflebite infettiva. Tale diagnosi viene solitamente eseguita quando le vene varicose sono in esecuzione. Il paziente forma ulcere trofiche e batteri patogeni penetrano attraverso di loro in profondità nei tessuti. Il trattamento convenzionale, che è prescritto per la tromboflebite, in tali casi diventa inutile.

La tromboflebite infettiva è molto più pesante del solito, poiché possono verificarsi delle complicanze, come le metastasi al cervello, ai reni e al fegato. Il paziente ha una forte febbre, brividi, dolore e sudorazione. Un forte processo infiammatorio è chiaramente visibile sulla gamba interessata. In caso di questa malattia, il trattamento deve essere prontamente prescritto, poiché dopo un paio di mesi le navi cessano di svolgere le loro funzioni, sarà necessario un intervento chirurgico urgente.

Nelle tromboflebiti infettive, i medici sono solitamente prescritti farmaci antibatterici ad ampio spettro, poiché possono distruggere la maggior parte dei tipi di batteri patogeni. I seguenti antibiotici sono prescritti:

  • doxiciclina;
  • amoxicillina;
  • la penicillina;
  • tetraciclina;
  • Augmentin.

In caso di tromboflebite purulenta infettiva, gli antibiotici vengono prescritti indipendentemente dal loro effetto sulla coagulazione del sangue, poiché le conseguenze saranno molto più difficili, persino fatali.

Gli antibiotici vengono iniettati direttamente nel sito della lesione sotto forma di infiltrazioni o iniezioni nel tessuto attorno alle vene.

Questo è fatto per garantire che il farmaco agisca in determinati luoghi e rapidamente. Sono anche prescritte iniezioni intramuscolari.

Nella maggior parte dei casi di tromboflebite infettiva, anche la terapia farmacologica antibatterica non è abbastanza efficace. Pertanto, viene utilizzato un intervento chirurgico, in cui viene aperto l'ascesso risultante e il vaso ferito viene asportato. Dopo la chirurgia, vengono prescritti farmaci che fluidificano il sangue e antibiotici.

Il trattamento antibiotico moderno differisce?

In alcuni ospedali, gli antibiotici sono prescritti a chiunque sia diagnosticato con tromboflebite, indipendentemente dal fatto che ci siano batteri patogeni. Nella medicina occidentale non sono richiesti antibiotici per il trattamento della tromboflebite. Sono usati se c'è il sospetto di una malattia infettiva. È necessario un esame del sangue per confermare o smentire la presenza di infezione nel corpo. In questo caso, ai pazienti viene prescritta la vancomicina, che viene somministrata per via endovenosa sotto forma di una flebo. Il paziente viene iniettato per via endovenosa con farmaci antibatterici ad ampio spettro, come Ceftriaxone o Cephalexin.

Anche gli esperti domestici negli ultimi anni sono diventati meno propensi a prescrivere antibiotici per la tromboflebite. Sono usati se i pazienti hanno focolai pronunciati di grave infiammazione agli arti inferiori, ci sono ferite aperte, malattie reumatiche, diabete o virus dell'immunodeficienza umana.

È importante che la tromboflebite consulti immediatamente un medico, poiché con le forme avanzate si possono formare ulcere trofiche attraverso cui i batteri patogeni possono entrare nei vasi. Con questa malattia, non puoi prescrivere farmaci. Il trattamento è prescritto solo da un medico dopo che il paziente ha completato l'esame necessario.

Trattamento della tromboflebite con farmaci: antibiotici, anticoagulanti, antinfiammatori non steroidei, antidolorifici, rimedi omeopatici

Thrombophlebitis è una malattia dei vasi sanguigni, in cui vi è un'infiammazione della parete interna del canale e la formazione di un coagulo di sangue, un trombo. Molto spesso, la patologia si manifesta negli arti inferiori dei pazienti. Porta non solo dolore e disagio, ma riflette anche l'aspetto della persona - le aree colpite diventano blu, acquisiscono una struttura irregolare.

Quando compaiono i primi segni della malattia, è importante iniziare subito il trattamento. Per eliminare i sintomi e interrompere il meccanismo di sviluppo, vengono prescritti vari farmaci per la tromboflebite. Ogni paziente dovrebbe capire che l'automedicazione può solo nuocere alla salute, quindi la consultazione di un medico specialista è importante in questa materia.

Antibiotici per il trattamento della tromboflebite

Di solito, gli antibiotici per la tromboflebite sono prescritti per lo sviluppo di una forma purulenta della malattia o in caso di comparsa dei sintomi di malattie associate. Nella fase iniziale di sviluppo della malattia, questi fondi non sono raccomandati.

La nomina di antibiotici è giustificata solo nella diagnosi di forme purulente e lesioni dell'arteria polmonare. Con le vene varicose complicate, i microrganismi patogeni penetrano nei tessuti attraverso le lesioni cutanee. La forma infettiva della malattia è difficile. In questa situazione, nessun farmaco antibatterico non può fare. Gli antibiotici per le vene varicose e la tromboflebite contribuiranno a far fronte allo sviluppo di possibili complicanze e ad arrestare il processo infiammatorio. Per sopprimere il processo infettivo, i farmaci vengono iniettati nel luogo in cui si è formato il coagulo di sangue. Pertanto, a causa dell'effetto locale delle iniezioni, la tromboflebite viene interrotta, il processo infiammatorio viene eliminato e il dolore si riduce.

Farmaci efficaci per la forma purulenta e per la tromboflebite dei polmoni:

  • amoxicillina;
  • doxiciclina;
  • tetraciclina;
  • Penicillina.

La scelta dei farmaci in questo gruppo deve essere trattata con cautela, poiché alcuni di essi possono causare un aumento dell'indice di viscosità del sangue, che aggraverà le condizioni del paziente.

Preparati per il diradamento del sangue con tromboflebiti

Gli anticoagulanti per la tromboflebite sono particolarmente efficaci perché aiutano a ridurre la viscosità del sangue e prevenire la formazione di coaguli nel lume del canale venoso. Vi sono casi specifici in cui è indicato il trattamento farmacologico della tromboflebite con anticoagulanti:

  1. Trombosi venosa profonda Gli anticoagulanti nel trattamento della tromboflebite venosa profonda sono farmaci che promuovono l'assottigliamento del sangue e il riassorbimento dei coaguli di sangue.
  2. Tromboflebiti degli arti inferiori. I farmaci per questa patologia possono migliorare il flusso sanguigno dall'arto colpito e prevenire un ulteriore sviluppo della trombosi nelle vene profonde.
  3. Forma ascendente della malattia. La ricezione di anticoagulanti è indicata in assenza della possibilità di intervento chirurgico.

Vene varicose - una terribile "piaga del XXI secolo". Il 57% dei pazienti muore entro 10 anni da.

Tale trattamento è basato sull'assunzione di eparine a basso peso molecolare. In questo caso, non è necessario utilizzare i test di coagulazione.

Farmaci usati per trattare la tromboflebite dal gruppo degli anticoagulanti:

Questi farmaci aiutano a ridurre l'attività della trombina e limitano l'azione della protrombina, che è responsabile del meccanismo di formazione dei coaguli. Quando si usano farmaci di questo gruppo, è importante controllare attentamente il dosaggio e l'indice di viscosità del sangue. Quando si verifica un'alta probabilità di sanguinamento, il farmaco viene interrotto.

Farmaci polianimici per tromboflebiti

Questo gruppo di farmaci è ampiamente usato nel trattamento di questa malattia. La composizione dei farmaci comprende enzimi attivi di origine vegetale e animale. Uno dei farmaci più comuni è Wobenzin. Il dosaggio e la natura della terapia dipendono dalla complessità della malattia. Nel decorso acuto della malattia, il decorso del trattamento è di 10 giorni, con il paziente che assume una compressa al giorno. Dopo la rimozione del processo infiammatorio e dell'edema, i farmaci vengono estesi per un'altra settimana, mentre si usa una compressa a giorni alterni. La wobenzina è efficace contro le tromboflebiti e le vene varicose, il farmaco viene spesso prescritto a scopo profilattico dopo il parto.

Anche la nuova generazione di medicina spesso usata - Flogenzyme. La sua azione è simile alla Wobenzina, un buon effetto si ottiene con la terapia farmacologica in combinazione con antibiotici.

Antidolorifici per tromboflebiti

Anestetizzare rapidamente la tromboflebite e alleviare l'infiammazione aiuterà:

Oltre a questi agenti, vengono spesso prescritti farmaci anti-infiammatori non steroidei che hanno un effetto positivo sulla condizione dei canali sanguigni. L'obiettivo principale di questi fondi è ridurre il gonfiore e il dolore. Fermano rapidamente il processo infiammatorio.

Tra le droghe di questo gruppo viene spesso utilizzato il ketonal, che nella fase iniziale del decorso acuto della malattia viene prescritto sotto forma di candele. La tromboflebite dopo l'applicazione di Ketonal diventa meno pronunciata e dolorosa. Il corso di ammissione dura non più di 10 giorni. Anche Diclofenac è ​​uno dei farmaci noti per il trattamento delle tromboflebiti e per alleviare il dolore.

Preparati per il trattamento della tromboflebite degli arti inferiori

Gel e unguenti sono usati come farmaci aggiuntivi per combattere la tromboflebite sulle gambe. L'eparina è considerata l'unguento più comune. Ha effetto analgesico, anti-infiammatorio, impedisce lo sviluppo del processo di coaguli di sangue.

Spesso per il trattamento della malattia viene applicato il Troxevasin. Il farmaco contribuisce al trattamento efficace della malattia nelle fasi iniziali. Lo strumento elimina il processo infiammatorio, riduce il dolore, favorisce il riassorbimento dei coaguli e aumenta il tono dei canali sanguigni.

Vitamine per tromboflebiti

Quando la tromboflebite non prende solo farmaci per sopprimere il processo patologico. Un ruolo speciale nel trattamento della malattia è assegnato alle vitamine. Particolarmente importanti in questa malattia sono le vitamine A, C, E e B6. Inoltre, calcio e magnesio sono estremamente utili. La presenza nel corpo di tutte le vitamine e oligoelementi necessari può non solo ridurre il rischio di trombosi, ma contribuisce anche al riassorbimento di coaguli già formati.

Quando il processo varicoso e trombotico è particolarmente importante, la vitamina P aiuta a rafforzare le pareti dei canali sanguigni. Inoltre, il corpo dei pazienti affetti da questa malattia, ha bisogno di ferro, zinco e rame. Questi oligoelementi contribuiscono alla produzione di elastina, che rende i canali del sangue più elastici e forti. Di regola, ai pazienti vengono prescritti complessi multivitaminici, che contengono tutte le sostanze necessarie.

L'omeopatia è efficace per la tromboflebite?

I rimedi omeopatici possono anche essere prescritti per questa malattia dei vasi venosi. La loro azione non è finalizzata al trattamento della malattia, ma al ripristino dell'intero organismo e alla sua programmazione per una rapida guarigione. Per la corretta selezione di tali farmaci, il medico ha bisogno di studiare la storia medica del paziente e il suo stato psico-emotivo. Un trattamento efficace con l'omeopatia richiede un approccio individuale.

Per eliminare i sintomi della lesione trombotica dei vasi sanguigni, vengono utilizzati vari gruppi di farmaci. Un elenco completo dei farmaci è determinato individualmente, tenendo conto del grado di progressione della malattia.

Ksenia Strizhenko: "Come mi sono liberato delle vene varicose sulle gambe per 1 settimana? Questo strumento economico fa miracoli, è normale."

Preparazioni per tromboflebiti degli arti inferiori

La tromboflebite è in grado di colpire vari vasi sanguigni, ma le vene degli arti inferiori sono più spesso colpite. Tipicamente, la patologia si sviluppa sullo sfondo delle vene varicose non trattate, diabete mellito.

Il rischio di malattia aumenta con la gravidanza, congestizia locale, eventi suppurativi, malattie infettive, lesioni. Malattie croniche del cuore, del sangue e del cancro possono provocare tromboflebiti.

La causa del processo infiammatorio diventa spesso una cateterizzazione della vena lunga, il periodo postoperatorio. Il sintomo principale della malattia è il gonfiore degli arti inferiori, i nodi venosi che sporgono sotto la pelle.

I medici secernono forme acute, croniche, purulente e non purulente di tromboflebiti. La forma acuta si sviluppa rapidamente, accompagnata da una forte sindrome da dolore, gonfiore, arrossamento del tegumento. L'infiammazione cronica differisce molto lentamente, ma l'iperemia e l'edema persistono per lungo tempo.

Durante il processo purulento, si tratta della comparsa di ferite, graffi e crepe sulle gambe. Lo sviluppo di tromboflebite purulenta provoca lo sviluppo di:

La forma senza polmoni della malattia è caratterizzata da sintomi minori del processo infiammatorio, sindrome del dolore. Ci sono due opzioni per la progressione della patologia: riassorbimento spontaneo di un coagulo di sangue, il passaggio alla cronaca.

Lo stato del sistema venoso deve essere chiarito con l'aiuto delle moderne tecniche diagnostiche. Angiografia ampiamente utilizzata con mezzo di contrasto, ecografia, risonanza magnetica, TC. Sulla base dei risultati, il medico prescrive la migliore opzione di trattamento.

Cosa in questo articolo:

Di quelli trattati con tromboflebiti

Per sbarazzarsi della malattia mostra l'uso di metodi conservativi e chirurgici. Il trattamento della tromboflebite con farmaci comporta l'uso di farmaci esterni e orali. Essi sono indicati per essere presi solo come prescritto da un medico, il regime di trattamento è determinato individualmente, a seconda dello stato di salute.

Poiché il principale pericolo di tromboflebite si trova nell'aumentata viscosità del sangue, la probabilità di trombosi, è importante assumere una bevanda aggiuntiva per assottigliare il sangue. L'obiettivo del trattamento della malattia non è solo l'eliminazione dei sintomi, ma anche la prevenzione della successiva diffusione della malattia.

Molte medicine sono fatte sotto forma di unguento, crema. L'elenco dei più popolari include unguento eparina, Troxevasin, Diclofenac. L'unguento eparinico è indicato per il diradamento del sangue, prevenendo la formazione di coaguli di sangue.

  • indossare il posto infiammato con uno strato sottile;
  • delicatamente strofinato sulla pelle;
  • ripetere 3 volte al giorno.

La dinamica positiva della tromboflebite si verifica dopo un mese di uso regolare, la durata del corso è coordinata con il medico curante.

Un altro noto farmaco ampiamente usato per eliminare le vene varicose e le tromboflebiti, il Troxevasin. Il principale ingrediente attivo della droga troxerutina, impedisce la crescita della coagulazione del sangue, in parallelo con questo marcato rafforzamento delle pareti vascolari. Applicare l'unguento due volte al giorno, al mattino, senza alzarsi dal letto, e la sera prima di coricarsi.

Diclofenac è ​​entrato nella lista dei farmaci efficaci, rimuove la sindrome del dolore, allevia l'infiammazione. I mezzi sono usati 3-4 volte al giorno, il corso non dovrebbe essere più di 14 giorni.

Se una storia di ulcere del sistema digestivo, i fondi locali elencati non si applicano. Altrimenti, c'è la probabilità di sanguinamento. Non possono essere utilizzati in violazione dell'integrità della pelle:

Con la sconfitta del trattamento con tromboflebite venosa profonda potrebbe non essere sufficientemente efficace. Pertanto, i farmaci orali sono raccomandati anche per il diradamento del sangue, il più popolare è l'Aspirina, il Cardiomagnile.

Come anticoagulante prescritto warfarin, clopidogrel, pentossifillina. Le targhe non permettono l'incollatura di erythrocytes, le piastrine, non permettono loro di formare coaguli di sangue. Questi farmaci per la tromboflebite degli arti inferiori forniscono un monitoraggio completo della conta ematica. Poiché alcuni test devono essere eseguiti regolarmente per il monitoraggio, i farmaci di questo gruppo vengono utilizzati esclusivamente in ambito ospedaliero.

Per il trattamento delle vene varicose, i vetronici Detraleks, Venarus si sono dimostrati efficaci, ma nel caso delle tromboflebiti non sempre danno un risultato positivo.

Durante il trattamento, è importante non migliorare il tono delle vene, ma eliminare il processo infiammatorio.

Metodi per il trattamento della tromboflebite acuta

La forma acuta di tromboflebite è caratterizzata da un decorso progressivo, il processo patologico copre le vene superficiali delle gambe. Al fine di prevenire il peggioramento della malattia e di entrare nella cronologia in questa fase, è necessario iniziare il trattamento il più presto possibile. Senza terapia, c'è il rischio che la malattia passi alla cronaca, il che è semplicemente impossibile da eliminare.

L'ulteriore sviluppo della malattia diventa la causa principale della separazione di un coagulo di sangue, trasformandolo in un embolo, che si muove liberamente attraverso i vasi sanguigni. Se il coagulo entra nell'arteria polmonare, nella maggior parte dei casi il paziente muore.

La tromboflebite acuta può essere trattata in diversi modi, a partire dalla terapia anticoagulante volta a risolvere un coagulo di sangue, prevenendo la formazione di nuovi coaguli di sangue. Per questi scopi, viene praticato l'uso di droghe con eparina.

Completare il trattamento con bende a pressione. Può anche usare la compressione:

Il corso doloroso della tromboflebite acuta richiede sollievo dal dolore, prendendo farmaci a base di ibuprofene.

Quando i metodi conservativi non danno risultati, procedere alla rimozione chirurgica delle vene infiammate. La lesione dei vasi profondi prevede la trombectomia, il metodo chirurgico è considerato pericoloso e può causare conseguenze indesiderate.

In casi più semplici, i medici eseguono operazioni minimamente invasive che ti consentono di tornare alla tua vita normale in pochi giorni.

Controindicazioni

Compresse, unguenti, farmaci in fiale hanno una serie di gravi controindicazioni, non tutti i farmaci possono essere utilizzati durante la gravidanza, l'allattamento al seno. Nei pazienti, i farmaci possono causare sanguinamento durante il parto. Se la terapia non può essere eseguita senza di essa, viene effettuata sotto la supervisione di un medico e vengono costantemente eseguiti test di controllo della coagulazione del sangue.

Il trattamento è limitato da una serie di altri fattori altrettanto gravi. Questi includono danni alla pelle nel sito di applicazione di unguenti, insufficienza renale, gastrite, ulcera gastrica, ulcera duodenale.

Intolleranza individuale, reazioni allergiche ai componenti di farmaci, emofilia, altre emorragie di qualsiasi eziologia, complessità, localizzazione diventeranno una controindicazione.

In alcuni casi vi è il rischio di reazioni indesiderate del corpo sotto forma di bruciore della pelle, prurito, eruzioni cutanee, orticaria, piccoli lividi, tachicardia.

Se compaiono uno o più segni di intolleranza al trattamento, è necessario interrompere l'assunzione dei farmaci e consultare un medico per la consultazione.

Caratteristiche dei farmaci

I preparativi per la tromboflebite degli arti inferiori devono essere assunti per un lungo periodo di tempo. Iniziano il trattamento con la venotonica, contribuiscono a un aumento del flusso sanguigno, stimolano l'afflusso di sangue, assicurano il flusso di linfa dalla gamba interessata, eliminano i sintomi del processo infiammatorio.

Tali farmaci aiutano a prevenire lo sviluppo dell'insufficienza venosa cronica. Sono anche raccomandati per la preparazione alla chirurgia, nel periodo postoperatorio per prevenire le complicanze.

La venotonica è controindicata nelle malattie dell'apparato digerente, insufficienza renale. Poiché le droghe possono peggiorare la velocità di reazione, con l'uso regolare è indesiderabile mettersi al volante. I più popolari erano Eskuzan, Detralex, Troxerutin, Antistax.

I farmaci anti-infiammatori sono ampiamente usati contro l'infiammazione. Non solo allevia l'infiammazione, ma anche:

  1. lavorare come antidolorifici;
  2. portare alla normale composizione del sangue;
  3. prevenire l'infezione

Per via endovenosa, nel periodo di esacerbazione, il farmaco Dikloberl, viene iniettato Fragmin, dopo che la flebo viene trasferita al trattamento con compresse. Contro la trombosi dovrebbe essere preso disaggregati Trental, Aspirina, Curantil. Le compresse per la trombosi degli arti inferiori da questa lista sono consentite per il trattamento delle donne in gravidanza e in allattamento.

Per normalizzare lo stato del sistema cardiovascolare, vengono presi angioprotettori, i farmaci eliminano il gonfiore delle pareti vascolari, migliorano il tono. Ci sono molti nomi di farmaci, il più delle volte i medici prescrivono Rutoside, Phlebodia, Piricarbat.

Gli anticoagulanti sono usati per inibire la produzione di fibrina e ridurre la coagulazione del sangue. Ma il trattamento deve essere effettuato sotto la supervisione di un medico, altrimenti non si esclude un sanguinamento grave.

I farmaci indiretti possono influenzare i processi chimici nel fegato, ad esempio, Fenilin, Warfarin. Questi farmaci oggi vengono utilizzati sempre meno, viene utilizzata solo la forma di iniezione dei farmaci.

Gli anticoagulanti orali sono proibiti nelle diagnosi:

  • renale, insufficienza epatica;
  • gastrite;
  • ulcera peptica.

Danno un sacco di reazioni avverse del corpo, il paziente inizia gravi problemi al fegato.

In alcuni casi, la terapia antibiotica è giustificata, soprattutto se ci sono complicanze della microflora patogena. Tuttavia, nella fase in cui non c'è infezione, gli antibiotici sono inutili, possono peggiorare la condizione, causare un ispessimento ancora maggiore del sangue, la formazione di nuovi coaguli di sangue.

Gli antibiotici funzionano bene per tromboflebite purulenta. I preparati dovrebbero possedere un ampio spettro di azione al fine di avere un effetto dannoso sulla maggior parte dei microbi. Buone opzioni sarebbero prodotti basati su penicillina, doxiciclina, tetraciclina, amoxicillina.

Per il periodo di trattamento, rifiutano necessariamente di bere alcolici, mantenere una normale attività fisica, seguire una dieta.

Informazioni sui metodi di trattamento della tromboflebite descritti nel video in questo articolo.

Uso antibiotico per tromboflebiti

Gli esperti non hanno alcun consenso sul fatto che gli antibiotici dovrebbero essere utilizzati nel trattamento della tromboflebite.

Alcuni medici credono non solo che possono essere dispensati, ma anche che possono complicare le condizioni del paziente.

Altri, al contrario, considerano la loro prescrizione obbligatoria e prescrivono farmaci antibatterici immediatamente dopo la diagnosi.

  • Tutte le informazioni sul sito sono solo a scopo informativo e NON SONO A manuale per l'azione!
  • Solo un MEDICO può darti un DIAGNOSI esatto!
  • Ti invitiamo a non fare auto-guarigione, ma a registrarti con uno specialista!
  • Salute a te e alla tua famiglia!

raccomandazioni

Nel periodo, che è accompagnato da un trattamento antibiotico, l'uso di bevande alcoliche è severamente vietato. Quando l'alcol viene consumato, tutti gli effetti terapeutici degli antibiotici vengono livellati sotto l'influenza dell'alcol etilico e il trattamento diventa inutile.

Deve essere moderatamente coinvolto nello sport. Uno stile di vita sedentario, come il sovraccarico, dovrebbe essere evitato. Le lezioni possono essere iniziate solo dopo aver consultato un medico, mentre i tipi consentiti di esercizio includono il nuoto in piscina, passeggiate, esercizi ginnici.

Si consiglia di indossare sempre biancheria intima a compressione. Un posto dove dormire dovrebbe essere sistemato in modo che gli arti siano in una posizione rialzata.

Dopo che l'infezione è stata eliminata, le sanguisughe possono essere trattate in aggiunta al trattamento principale.

Durante il periodo di trattamento il paziente deve attenersi rigorosamente alla dieta. La dieta dovrebbe essere il più ricca possibile di fibre: cereali e pane integrale, verdura e frutta. È utile per questi pazienti usare noci, biancospino, olio di lino.

Per contribuire a rafforzare la parete venosa, si consiglia di assumere complessi multivitaminici e prodotti saturi di magnesio e calcio.

Trattamento antibiotico per tromboflebiti

La coagulazione del sangue può verificarsi nel periodo postpartum o dopo l'intervento chirurgico. Inoltre, questa condizione può svilupparsi a seguito di ipotermia o lesioni.

In alcuni casi, la tromboflebite può verificarsi come complicanza dopo un infarto o ictus, infezione e perdita di sangue di grandi dimensioni.

Indipendentemente dalla causa della malattia, si deve tenere presente che non ci sono batteri patogeni nella nave trombizzata. Pertanto, l'uso di agenti antimicrobici non porterà sollievo.

Alcuni farmaci antibatterici non sono solo inefficaci, ma comportano anche un rischio potenziale, poiché conducono alla coagulazione (ispessimento) del sangue, il che aggraverà solo il processo di formazione di trombi.

Il trattamento della malattia nella fase iniziale può avvenire con l'aiuto dei seguenti farmaci:

  • Per applicazione locale usato unguento eparina o Troxevasin. È possibile utilizzare anche compressioni con questi preparati.
  • Anticoagulanti - mezzi, la cui azione è volta a diluire il sangue. Utilizzato per prevenire un'ulteriore crescita dell'istruzione trombotica.
  • Per ridurre il gonfiore e il dolore vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei. Ad esempio, Ketoprofen, Diclofenac.
  • Per rafforzare la parete vascolare sono prescritti derivati ​​del solco: Troxevasin, Troxerutina.
  • I preparati di polienzima (Wobenzym) sono usati per eliminare gonfiore e infiammazione, aumentare l'immunità e accelerare la distruzione di un coagulo di sangue.
  • Flebotoniki.
  • Disagregazione (Aspirina).
  • Indossare biancheria intima da compressione e fisioterapia in visita.
  • In alcuni casi, gli antibiotici possono essere prescritti per l'infiammazione delle vene superficiali non varicose. Questa opzione può essere, per esempio, unguento con eritromicina. I blocchi di novocaino-penicillina sono anche caratterizzati da un'elevata efficienza.

La forma settica procede sullo sfondo di complicate vene varicose, allo stesso tempo i microbi patogeni penetrano in profondità nei tessuti attraverso ulcere trofiche e altre lesioni della pelle. In questi casi, le comuni compresse di tromboflebite non risolvono il problema.

La forma infettiva della malattia è molto difficile. Lo sviluppo di molte complicazioni è possibile: flemmone dell'arto, metastasi purulente nei reni, nei polmoni e nel cervello. Il quadro clinico è rappresentato da forte dolore, febbre, iperidrosi, brividi. Segni di infiammazione sono fortemente pronunciati sull'arto colpito.

Se viene effettuato un trattamento inadeguato (o completamente assente), in 1,5-2 mesi le navi non possono più svolgere le loro funzioni. L'intervento chirurgico diventa una necessità.

Il trattamento della tromboflebite purulenta comporta la nomina di antibiotici ad ampio spettro che distruggono la maggior parte dei germi.

Posso essere nominato:

  • la penicillina;
  • Augmentin;
  • doxiciclina;
  • tetraciclina;
  • amoxicillina.

Nei casi di tromboflebite purulenta, una possibile reazione di coagulazione del sangue non è più di tale importanza.

I farmaci antibatterici vengono somministrati sotto forma di infiltrazione o iniezione in grandi dosi nella fibra venosa, in modo che il farmaco agisca localmente. Inoltre, i farmaci possono essere somministrati per via intramuscolare.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, l'uso di medicinali non è sufficiente per il recupero. Il più spesso effettuato l'apertura dell'ascesso e l'escissione della vena. Dopo di ciò, il trattamento antibiotico e anticoagulante è già applicato.

Arti inferiori

Il trattamento classico generalmente accettato della tromboflebite è la terapia basata sull'uso di anticoagulanti. Allo stesso tempo, il miglior regime di trattamento per la tromboflebite non è stato determinato.

Anticoagulanti: il principale gruppo di farmaci usati in questa diagnosi. Sono in grado di prevenire i coaguli di sangue, ma non influenzano il coagulo di sangue formato nella nave. Questi farmaci sono prescritti per tromboflebite acuta e malattia delle vene profonde.

Per le lesioni sottocutanee, il farmaco viene iniettato. L'eparina viene iniettata nella vena, ma è caratterizzata da una breve durata d'azione.

Sui sintomi e sul trattamento della tromboflebite degli arti superiori, spiegheremo il collegamento.

Inoltre, un effetto collaterale del suo utilizzo è la probabilità di trombocitopenia. Pertanto, quando si utilizza l'eparina, è imperativo monitorare la composizione del sangue e non usare farmaci antinfiammatori non steroidei.

Nella forma acuta della malattia, è più consigliabile usare eparine a basso peso molecolare: Enoxaparina sodica, Dalteparina, Tinzaparina. Ciò è dovuto al rapporto ottimale tra efficienza e probabilità di effetti collaterali. I farmaci vengono iniettati per via sottocutanea 1-2 volte al giorno. Fondaparinux può anche essere iniettato per via sottocutanea.

Dopo aver interrotto la somministrazione di eparina, non prima di 72 ore dopo, è consentita la somministrazione di coagulanti indiretti, anch'essi caratterizzati dall'azione antitrombotica. Farmaci Warfarin e Atsenokumarol prevengono la coagulazione del sangue.

La durata del trattamento è di 3 mesi, il medico imposta il dosaggio del farmaco in base ai risultati degli esami del sangue. L'aspirina può essere utilizzata per assottigliare il sangue e nuovi farmaci - Rivoroxaban.

Se i farmaci non danno l'effetto desiderato, è necessaria una terapia più seria con farmaci trombolitici: Streptochinasi, Urokinase, Alteplaza. I farmaci vengono iniettati attraverso una flebo in una vena o direttamente in un coagulo di sangue, sciogliendolo. Questo metodo è abbastanza pericoloso, c'è una probabilità di sanguinamento, quindi è usato solo in unità di terapia intensiva.

Il trattamento viene effettuato anche con l'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei, che non solo eliminano il dolore, ma riducono anche il rischio di diffusione di tromboflebiti. Il più usato Diclofenac e Ketoprofen.

La medicina occidentale non ritiene necessario utilizzare farmaci antibatterici per la lesione superficiale delle vene. Gli antibiotici sono prescritti solo nei casi in cui viene rilevata l'infezione. Possono essere usati vancomicina, cefalossina o ceftriaxone.

Recentemente, questo standard aderisce alla medicina domestica: gli antibiotici sono prescritti solo nei casi in cui vi è una lesione aperta, HIV, diabete, malattie reumatiche o un focus di infiammazione.

Con la sconfitta delle vene safene si usa l'unguento, che dovrebbe essere applicato 2 volte al giorno.

Questi possono essere i seguenti farmaci:

  • Unguenti e gel contenenti eparina: unguento eparina, Liogel, Lioton e altri. La durata di uso continuo non deve superare i 7 giorni. Dopo questo periodo, è necessaria la consultazione di un flebologo. Con la patologia delle vene profonde, questi unguenti non vengono utilizzati.
  • Al fine di alleviare e alleviare l'infiammazione, viene usato il 5% di unguento per butadion.
  • Con lo stesso scopo Diclofenac può essere nominato.
  • I gel hanno un effetto simile: Ketonad e Febrofid.
  • Farmaci contenenti rutina, riducono la coagulazione del sangue, riducono il dolore e il gonfiore. Questi includono gel Venoruton e Troxevasin. Questi fondi non si applicano nel primo trimestre di gravidanza.

L'uso della biancheria intima da compressione è obbligatorio per la tromboflebite e il medico seleziona una classe di compressione in base all'estensione della lesione.

Il trattamento delle ulcere con tromboflebite viene effettuato in più direzioni. Innanzitutto, è necessario eliminare l'infezione, quindi vengono utilizzati farmaci antibatterici.

Per rimuovere le cellule morte, lavare le aree interessate con perossido di idrogeno, clorexidina, ecc. E dopo l'asciugatura, applicare una benda di garza con Levomekol o Baneocin. L'unguento di Vishnevsky può essere usato per eliminare il pus.

Se il processo di guarigione delle ulcere procede molto lentamente, allora può essere accelerato applicando alle medicazioni dei tessuti dell'area colpita con Kolosil applicato con un rimedio. Inoltre, l'assunzione di vitamine B, A aiuterà la guarigione più rapida.Se l'area della lesione è grande, potrebbe essere necessario chiuderla con un lembo della pelle.

L'intervento chirurgico per tromboflebiti degli arti inferiori viene utilizzato nei seguenti casi:

  • con tromboflebite ascendente;
  • con la probabilità di separazione di un coagulo di sangue e il suo ingresso nell'arteria polmonare con la sua ulteriore sovrapposizione
  • con lesione purulenta del coagulo di sangue e lo sviluppo di un ascesso;
  • quando diversi grumi di sangue si trovano nelle vene profonde;
  • in assenza dell'efficacia del trattamento conservativo;
  • nei casi in cui la tromboflebite si sviluppa sullo sfondo dell'oncologia.

Le cause principali della migrazione della tromboflebite e le sue conseguenze sono descritte qui.

Puoi scoprire come trattare la tromboflebite cronica da qui.

I seguenti metodi fisioterapeutici possono essere utilizzati durante il processo di recupero:

  • UHF;
  • elettroforesi / iontoforesi;
  • terapia magnetica, ecc.

Le sessioni di Hirudotherapy contribuiranno al riassorbimento dei coaguli di sangue.

Antibiotici per tromboflebiti

Trattamento insufficiente della tromboflebite, e ancora di più la mancanza di trattamento porta a gravi complicanze. Questo giustifica l'uso di antibiotici per la tromboflebite.

Quando compaiono i primi segni della malattia, è necessario non solo sopprimere i sintomi, ma anche eliminare efficacemente la causa della patologia.

Quando vengono usati gli antibiotici per la tromboflebite degli arti inferiori?

L'uso di antibiotici deve essere concordato con il medico. L'automedicazione è inaccettabile! Molti antibiotici contribuiscono allo sviluppo del processo ipercoagulativo e possono complicare significativamente non solo il trattamento, ma anche il rischio di gravi malattie del sistema cardiovascolare.

I preparativi di un certo numero di antibiotici sono prescritti per lo sviluppo di forme complesse di tromboflebiti. Questi sono casi di infiammazione infettiva (tromboflebite settica). Con le varici avanzate, le ulcere trofiche, gli agenti patogeni penetrano nelle vene. Le masse trombotiche sono soggette a fusione purulenta e le regole generali per il trattamento della tromboflebite, comprese le medicine convenzionali, diventano inefficaci.

  • doxiciclina;
  • Augmentin;
  • Penicillina (così come derivati ​​della serie di penicilline);
  • amoxicillina;
  • Tetraciclina.

Controindicazioni

Gli antibiotici per la tromboflebite non possono essere combinati con il fumo e l'alcol. La nomina di una vasta gamma di farmaci deve essere effettuata tenendo conto delle malattie concomitanti del paziente. Inoltre, anomalie congenite del sistema cardiovascolare e forme esacerbate di malattie del fegato e dei reni sono una controindicazione per la prescrizione di antibiotici.

L'organizzazione del regime giornaliero corretto, la dieta terapeutica, l'esercizio fisico moderato, le visite regolari al flebologo e l'implementazione di tutte le sue raccomandazioni contribuiscono ai risultati positivi del trattamento.

I flebologi della clinica "Creda Expert" prescrivono professionalmente antibiotici per la tromboflebite. Sarà condotta una diagnosi approfondita della salute del sistema venoso e, secondo le indicazioni, è stato sviluppato un corso individuale di terapia medica.

Raccomandiamo:

Medici nella direzione

Drobyazgo Sergey

Responsabile della "Clinica della flebologia moderna".
Candidato di scienze mediche.
Chirurgo cardiovascolare.
Chirurgo flebologo
Ultrasuono medico

Antibiotici per tromboflebiti degli arti inferiori

Diagnosi e trattamento della tromboflebite degli arti inferiori

Per molti anni alle prese con ipertensione senza successo?

Il capo dell'Istituto: "Sarai stupito di quanto sia facile curare l'ipertensione prendendo ogni giorno.

Thrombophlebitis può colpire qualsiasi parte del sistema venoso, ma il più spesso è localizzato nei vasi degli arti inferiori. Nel 90-95% dei casi, il processo infiammatorio interessa il pool della grande vena safena, il terzo medio o superiore della gamba e il terzo inferiore della coscia.

In precedenza, la diagnosi di tromboflebiti degli arti inferiori veniva effettuata esclusivamente sulla base dei dati ottenuti dall'esame del paziente e dallo studio della natura dei suoi disturbi, ma l'opportunità di effettuare la diagnostica ecografica ha apportato modifiche significative allo studio di questa comune malattia venosa. Oggi, utilizzando la scansione ad ultrasuoni duplex con mappatura color Doppler, i flebologi possono ottenere informazioni complete sullo stato delle navi e sul sito di coagulazione, valutare la dinamica della malattia e l'efficacia del trattamento. Questo metodo è diventato il "gold standard" nell'esame dei pazienti con tromboflebiti degli arti inferiori, ed è grazie a lui che il medico può determinare più chiaramente la tattica di un ulteriore trattamento e osservazione del paziente. Parliamo di come i medici diagnosticano e curano questa malattia.

Per il trattamento dell'ipertensione, i nostri lettori usano con successo ReCardio. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

diagnostica

Per la diagnosi di tromboflebiti degli arti inferiori può essere utilizzato:

  • raccolta di reclami dei pazienti;
  • esame del paziente e svolgimento di test funzionali (un sintomo di Gomans, Raminets, Levenberg, Mahler, Louvel-Loubry);
  • test di laboratorio;
  • metodi di ricerca strumentale.

L'elenco dei metodi diagnostici di laboratorio e strumentali è determinato dal medico dopo aver analizzato i reclami ed esaminato il paziente.

Metodi di analisi di laboratorio per tromboflebiti:

  • esame del sangue clinico;
  • analisi per determinare il livello dell'indice di protrombina;
  • coagulazione;
  • Analisi della proteina C-reattiva;
  • tromboelastogramma e altri test che caratterizzano gli indicatori del sistema di coagulazione del sangue.

Per la diagnostica strumentale della tromboflebite degli arti inferiori, è possibile utilizzare vari metodi, ma nella maggior parte dei casi è sufficiente l'angiografia duplex ad ultrasuoni con mappatura color Doppler (o scansione triplex duplex) per ottenere informazioni dettagliate sullo stato delle vene e sulla posizione del trombo. Questo metodo di esame non invasivo, sicuro e altamente informativo, in contrasto con la scansione duplex convenzionale, è completato dalla possibilità di codificare le informazioni utilizzando il colore. Nel condurre questo studio, il medico può condurre un sondaggio delle navi in ​​diverse proiezioni e ricevere le seguenti informazioni:

  • condizione morfologica di vene e arterie;
  • condizione dell'apparato della valvola venosa;
  • la natura del trombo e la posizione della trombosi;
  • stato del flusso sanguigno;
  • pervietà delle navi;
  • la presenza di placche aterosclerotiche.

Quando si ottengono risultati dubbi di angiografia duplex con mappatura color Doppler, al paziente possono essere raccomandati altri metodi di diagnostica strumentale:

  • venografia;
  • flebomanometriya;
  • Scansione TC a raggi X;
  • flebostsintigrafiya;
  • retrograda o orioquawography;
  • fotopletismografia.

trattamento

I pazienti con tromboflebite richiedono l'ospedalizzazione nel reparto chirurgico.

Il trattamento di qualsiasi forma di tromboflebite deve essere tempestivo, completo, lungo e naturalmente. Dovrebbe essere effettuato in reparti chirurgici flebologici o vascolari da medici di specializzazione pertinenti. Se è impossibile andare a tali reparti specializzati, il trattamento di thrombophlebitis delle estremità più basse può esser effettuato in reparti chirurgici generali.

Ricovero in ospedale o in regime ambulatoriale?

Nel caso della comparsa iniziale di infiammazione in vene precedentemente sane e con tromboflebite superficiale delle vene del piede e della gamba, la terapia conservativa viene eseguita da un flebologo in regime ambulatoriale. Il ricovero in questi casi è indicato in assenza di dinamiche positive in 10-14 giorni dall'esordio della malattia o quando le vene profonde degli arti inferiori sono coinvolte nel processo patologico. Inoltre, i pazienti sottoposti a trattamento ambulatoriale devono essere informati dal medico che, se mostrano segni di trombosi venosa dell'anca, dovranno immediatamente andare dal medico per l'ospedalizzazione nel reparto chirurgico.

Le seguenti condizioni possono essere indicazioni per il ricovero in ospedale di pazienti con tromboflebiti degli arti inferiori:

  • tromboflebite venosa profonda;
  • tromboflebite ascendente delle gambe;
  • tromboflebite delle vene della coscia.

Riposo a letto e attività fisica

A seconda del grado di lesione della vena, si raccomanda al paziente di limitare l'attività del movimento: il sollevamento pesi, la corsa, la camminata veloce, l'esecuzione di azioni che richiedono la tensione dei muscoli addominali e degli arti inferiori dovrebbero essere esclusi. Il rispetto di un rigoroso riposo a letto con tromboflebiti è indicato per un piccolo numero di pazienti, poiché il regime motorio con una sufficiente attività aiuta a eliminare il ristagno di sangue nelle gambe. La discussione delle domande sulla durata del riposo a letto è determinata dai dati dell'esame diagnostico:

  1. Con la trombosi superficiale e l'assenza della minaccia di distacco di un coagulo di sangue dalla parete venosa e lo sviluppo di embolia polmonare, il riposo a letto rigoroso è indicato nei primi 3-5 giorni della malattia.
  2. Con dati discutibili della scansione vascolare ad ultrasuoni, trombosi ileo-femorale, presenza di dati chiari sulla natura embologenica della tromboflebite o presenza di un paziente con embolia polmonare, la durata del riposo a letto è determinata solo da un medico e può essere compresa tra 10 e 12 giorni.

Durante il periodo indicato dal medico, il piede del paziente dovrebbe essere in una posizione elevata. L'uso di varie procedure di massaggio termico durante l'infiammazione acuta è completamente escluso. In futuro, il riposo a letto e l'attività fisica del paziente si espandono gradualmente.

Trattamento farmacologico

La terapia farmacologica per la tromboflebite è finalizzata all'eliminazione della trombosi, dell'infiammazione e del dolore. Ai pazienti possono essere prescritti farmaci di vari gruppi farmacologici per uso esterno e interno e nel processo di ammissione il paziente deve monitorare i parametri del sangue 1-2 volte a settimana.

Per il trattamento locale della tromboflebite degli arti inferiori, si possono usare tali unguenti e gel:

  • sulla base di Eparina: Eparina, Lioton, Venobene, Gepanolovaya, Hepatrombinovaya, Trombofob, Lecita eparoide e altri;
  • sulla base di farmaci anti-infiammatori non steroidei: Ketonal, Voltaren Emulgel, Indomethacin-Acre, Finalgel, Dolgit crema, ecc.;
  • sulla base di farmaci corticosteroidi: idrocortisone, Acortin, Prednisolone, Advantan, Celestoderm, Loriden e altri;
  • sulla base di phleboprotectors: Venitane, Ginkor-gel, Misvengal, Madekassol, Troxevasin, Cyclo 3 crema, Venoruton, ecc.

Si consiglia l'applicazione di unguenti e gel per il trattamento della tromboflebite con uno strato sottile di movimenti leggermente sfreganti 3-4 volte al giorno. Preparazioni locali appartenenti a diversi gruppi farmacologici vengono utilizzate a intervalli regolari durante la giornata. Dopo aver applicato l'unguento o il gel, si consiglia di tenere la gamba in posizione sollevata per 20 minuti, quindi bendare con una benda elastica o indossare calze a compressione.

Se il paziente ha ulcere trofiche, complicanze necrotiche e purulente, possono essere prescritti pomate:

  • sulla base di preparazioni antibatteriche: dioksikol, Levomikol, Levosin;
  • a base di argento ionizzato: Dermazin, Argosulfan;
  • A base di enzimi proteolitici e derivati ​​del sangue deproteinizzati di vitelli: Iruksol, Proteox-TM, Proteox-T, Solcoseryl, ecc.

Lo schema di terapia farmacologica per la tromboflebite degli arti inferiori comprende tali farmaci per uso interno:

  • disaggregati: Trental, Pentossifillina, Curantil, Reopliglukin, Aspirina, Acido nicotinico e suoi derivati;
  • anticoagulanti: eparina, anfibra, fenilina, fraciparina, fragmin, ecc.;
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei: Diclofenac, Ketoprofen, Reopirin, Ibuprofen, ecc.;
  • enzimi fibrinolitici: fibrinolizina, tripsina, streptochinasi, chimotripsina, urochinasi;
  • Inibitori della COX-2: Meloxicam, Celecoxib, Nimesulide, ecc.;
  • Derivati ​​di routine: Askorutin, Doksi-Khem, Rutin, Troxevasin, Venoruton, Anavenol, Glevenol, Troxerutin;
  • flebotonica e fleboprotectors: Detralex, Escusan, Doxium, Reparil, Endotelon, Vasobral, Ginkor-Fort, Cyclo 3 Fort;
  • antiossidanti: Tocoferolo, AEvit;
  • Enzimi: Phlogenzym, Wobenzym;
  • antistaminici: difenidramina, suprastin, tsetrin, tavegil, ecc.

Negli ultimi anni, i flebologi usano raramente farmaci antibatterici per il trattamento delle tromboflebiti degli arti inferiori, poiché questi farmaci possono contribuire alla coagulazione del sangue e alla trombosi. Ma con una forma settica di tromboflebite, che è complicata da ascessi metastatici nei reni, nel cervello, nei polmoni o nella cellulite degli arti, i batteri patogeni sono rilevati nelle emocolture - in questi casi il medico, sulla base dell'analisi, può prescrivere una terapia antibiotica. Inoltre, gli antibiotici possono essere somministrati durante i blocchi locali di Novocaina per via endovenosa. Per fare ciò, una soluzione allo 0,25% di novocaina viene aggiunta con l'antibiotico necessario secondo le indicazioni e la soluzione risultante viene iniettata nel sito della vena scelto dal medico.

Il blocco lombare novocainico secondo Vishnevsky può essere utilizzato per eliminare la sindrome del dolore pronunciato.

Terapia di compressione

L'uso del bendaggio elastico delle gambe è indicato per tromboflebite venosa superficiale. Nei primi giorni del processo infiammatorio, si consiglia l'uso di bende elastiche di media elasticità e, man mano che il processo acuto si attenua, è possibile abbandonare la medicazione delle gambe e indossare collant, collant, calze o campi da golf di classe di compressione II o III.

Come regola generale, il bendaggio elastico non si applica alla sconfitta della tromboflebite venosa profonda, poiché la creazione di compressione impedisce il deflusso venoso attraverso le vene profonde e può causare il massimo ristagno di sangue nei vasi degli arti inferiori. Inoltre, una compressione aggiuntiva delle vene superficiali migliorerà il dolore. In tali casi, il medico può raccomandare di indossare maglieria a compressione già nella fase di recupero o di remissione.

La durata della terapia compressiva è determinata dalle manifestazioni cliniche della malattia sottostante individualmente per ciascun paziente.

fisioterapia

Nei primi giorni di sviluppo o esacerbazione di tromboflebiti, si raccomanda di utilizzare il raffreddamento locale della pelle delle gambe con lozioni o crioterapia locale. Questa semplice ma efficace misura dà un buon effetto anestetico e anti-infiammatorio. Inoltre, il paziente può essere nominato:

  • elettroforesi con soluzione di Trental al 2%, soluzione di acido nicotinico all'1%, eparina, soluzione di aspirina al 5%, fibrinolizina, soluzione di teonicolo al 5%;
  • terapia magnetica;
  • UHF;
  • terapia laser a infrarossi;
  • bagni di paraffina;
  • radiazione EUV;
  • ozokeritotherapy;
  • hirudotherapy;
  • La doccia di Charcot;
  • bagni di radon;
  • bagni di idrogeno solforato;
  • bagni di cloruro di sodio;
  • darsonvalorizzazione locale.

Dopo aver attenuato il processo infiammatorio causato dalla tromboflebite, al paziente vengono mostrati corsi di fisioterapia, che dovrebbero essere condotti sotto la supervisione di un fisioterapista.

Tecniche di trattamento minimamente invasive

Con l'inefficacia della terapia conservativa per il trattamento della tromboflebite degli arti inferiori possono essere applicati vari metodi minimamente invasivi.

Nelle fasi iniziali della malattia, i seguenti metodi di trattamento possono essere mostrati al paziente:

  1. Obliterazione a radiofrequenza dei vasi sanguigni. L'operazione non richiede incisioni e può essere eseguita in regime ambulatoriale utilizzando l'anestesia locale. Con l'aiuto dell'esposizione al calore a dosaggio controllato, viene effettuata l'ablazione (sigillatura) delle vene sul sito dello sviluppo di un coagulo di sangue. La procedura viene eseguita sotto la costante supervisione degli ultrasuoni.
  2. Installazione di un filtro kava. La procedura può essere prescritta quando è impossibile da applicare o se la terapia anticoagulante è inefficace. Condotto in ospedale con l'uso di anestesia locale. Il chirurgo installa un filtro metallico nella vena cava inferiore, che nella sua forma assomiglia a una clessidra, un ombrello o un nido di uccello e non consente ai grossi coaguli di sangue di entrare nel flusso sanguigno.
  3. Scleroterapia. Nella vena affetta da tromboflebite sotto il controllo degli ultrasuoni vengono introdotti farmaci che inducono l'adesione delle pareti vascolari.
  4. Coagulazione laser endovenosa. La manipolazione può essere eseguita su base ambulatoriale. Viene eseguito mediante esposizione a un raggio laser, causando l'occlusione del vaso, sulla parete della vena interessata.
  5. Trombectomia venosa della vena cava ileale o inferiore. La procedura viene eseguita attraverso una micro incisione, in cui viene introdotto uno speciale strumento endoscopico, che consente la rimozione o la distruzione di un trombo.

Alcuni dei suddetti trattamenti minimamente invasivi possono essere usati per trattare alcune forme di tromboflebite venosa profonda. In tali casi, i metodi di trattamento conservativi sono anche prescritti al paziente in parallelo.

Questi metodi minimamente invasivi forniscono un buon effetto terapeutico e cosmetico e non richiedono una lunga degenza del paziente in ospedale e la riabilitazione.

Trattamento chirurgico radicale

Le indicazioni per la chirurgia radicale per le tromboflebiti degli arti inferiori sono:

  • tromboflebite ascendente del tronco della grande vena safena con localizzazione di un trombo al di sopra del terzo medio della coscia;
  • tromboflebite ascendente della piccola vena safena.

Tali interventi chirurgici possono svolgere una serie di compiti terapeutici: rapido sollievo della malattia e prevenzione della sua recidiva, prevenzione dello sviluppo della trombosi venosa profonda e delle sue complicanze. Con l'aiuto della chirurgia radicale, il chirurgo può rimuovere tutte le vene varicose trombosi e trombosi ed eseguire la legatura o coagulazione di clinicamente rilevanti vene aree.

In un certo numero di casi gravi, gli interventi chirurgici sono eseguiti a scopo palliativo. Tali interventi non forniscono liberazione paziente di trombosi e la sua ricorrenza, ma possono impedire la sconfitta venosa profonda e rimuovere il coagulo dal poplitea e femorale. Inoltre, la chirurgia palliativa può prevenire lo sviluppo di embolia polmonare, che è una vera minaccia per la vita del paziente.

A seconda dei dati dell'esame diagnostico del paziente, gli angiosurgeon possono eseguire operazioni così radicali:

  1. Operazione Troyanova-Trendellenburg. Nell'area della piega inguinale è praticata un'incisione obliqua, l'intersezione e la legatura del tronco della grande vena safena nella zona della sua bocca.
  2. Crossectomia. Questa operazione è simile al metodo Troyanova-Trendellenburg, ma comporta l'isolamento e la medicazione di tutte e cinque le aree della bocca della grande vena safena.
  3. Microphlebectomy. L'operazione viene eseguita attraverso una piccola puntura della pelle, nella quale è inserito un gancio speciale che consente di rimuovere la vena interessata.
  4. Breve e lungo spogliarello. Durante l'intervento chirurgico, il chirurgo rimuove l'area della vena interessata.

Trattamento termale

Dopo il completamento del trattamento, i pazienti con tromboflebite sono mostrati per rimanere in località balneologiche o in sanatori locali cardiologici. Per fare questo, il paziente può essere diretto a stazioni termali con radon, azoto, anidride carbonica, solfuro di idrogeno o acque silicee o sapropel e solfuro-limo fango: Pyatigorsk, Belokurikha, Ust-Kut, Zheleznovodsk, Kozhanova, Yamarovka, Zaramag, Shmakovka, cardamomo, Kisegach etc..

  • in caso di tromboflebite acuta delle vene superficiali, la balneo-idroterapia può essere eseguita dopo 2 mesi;
  • con tromboflebite dopo parto o trattamento chirurgico, la balneo-idroterapia può essere eseguita in 6-8 mesi;
  • dopo interventi sui grandi vasi e la presenza di insufficienza venosa cronica dimostrato alloggiare nel sanatorio cardiologica locale immediatamente dopo l'intervento (se non ci sono complicazioni post-operatorie).
  • rischio di embolia polmonare;
  • tromboflebite migratoria;
  • ulcere venose purulente;
  • trombosi venosa profonda con complicanze settiche per 2 anni.

dieta

Si raccomanda ai pazienti con tromboflebiti degli arti inferiori di cambiare la loro dieta quotidiana e di escludere i prodotti che possono aumentare la coagulazione del sangue e danneggiare le navi.

Per rafforzare le pareti vascolari e prevenire la coagulazione del sangue nella dieta dovrebbe includere tali prodotti:

  • cavolo di mare;
  • frutti di mare;
  • pesce;
  • cereali e granaglie germinate;
  • latticini con una bassa percentuale di grassi;
  • noci;
  • frutta secca: uva passa, albicocche secche, prugne secche, fichi;
  • verdure: barbabietole, pomodori, carote;
  • frutti e bacche: meloni, cocomeri, ananas, olivello spinoso, agrumi, mirtilli rossi, uva, mirtilli rossi;
  • oli vegetali: oliva, semi di lino;
  • cipolle e aglio;
  • avocado;
  • spezie: peperone, cannella, zenzero;
  • tè verde

Nella loro dieta quotidiana, i pazienti con tromboflebite dovrebbero limitare la loro assunzione ai seguenti alimenti:

  • carni e pesce grassi;
  • margarine;
  • burro;
  • salsicce;
  • frattaglie: fegato, reni, paste;
  • brodi di ossa e zuppe ricche;
  • grasso;
  • farina e confetteria;
  • zucchero;
  • sale;
  • fagioli;
  • semi di soia;
  • rosa canina;
  • le banane;
  • ribes nero;
  • bevande alcoliche e caffeinate.

Gli alimenti con un alto livello di vitamina K dovrebbero essere completamente esclusi dalla dieta:

  • cavolo verde e bianco;
  • spinaci;
  • crescione;
  • fegato di manzo e maiale.

Anche dalla dieta dovrebbero essere esclusi piatti fritti, affumicati, piccanti e in salamoia.

Tutti i pazienti con vene varicose e tromboflebite degli arti inferiori, in assenza di patologie concomitanti del sistema cardiovascolare sono invitati a osservare regime potabile sufficiente (fino a 2-3 litri di liquidi al giorno).

Il trattamento delle esacerbazioni di forme croniche di tromboflebiti degli arti inferiori viene effettuato allo stesso modo della terapia per la forma acuta della malattia. Per la prevenzione delle recidive, si raccomanda ai pazienti di seguire corsi di assunzione di fleboprotettori e fisioterapia 2-3 volte l'anno.

Per il trattamento dell'ipertensione, i nostri lettori usano con successo ReCardio. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Canale TVC, il programma "Doctor I" sul tema "Trattamento e pericolo di tromboflebiti":


Guarda questo video su YouTube

Tromboflebite: sintomi, cause di una delle malattie più insidioso è la trombosi che, con il coinvolgimento nel processo patologico delle vene profonde della malattia può.....

Preparati per il trattamento della tromboflebite

La tromboflebite è caratterizzata come una malattia in cui la parete venosa si infiamma e si forma un trombo che ostruisce il lume del vaso. Con le tromboflebiti, le pareti dei vasi venosi sono piuttosto deboli, il che è più evidente sulle gambe umane. La tromboflebite degli arti inferiori offre soprattutto molti inconvenienti a una persona. Questo si esprime sia nel disagio che nel dolore e in un aspetto poco attraente.

  • Trattamento antibiotico
  • Trattamento anticoagulante
  • Altre droghe

Al fine di prevenire lo sviluppo di questa malattia, si dovrebbe iniziare il suo trattamento in una fase iniziale. Naturalmente, prima di tutto, il trattamento viene effettuato con farmaci. Non dobbiamo dimenticare che tutte le pillole e gli altri mezzi devono essere prescritti da un medico. È impossibile provare a correggere la situazione da soli, altrimenti le complicazioni non ti faranno aspettare. Cosa può nominare un medico?

Trattamento antibiotico

Alcuni esperti prescrivono antibiotici a pazienti che hanno riscontrato tromboflebiti. Qualcuno pensa che ciò sia irragionevole e ingiustificato. La cosa più importante è affrontare questo problema in modo equilibrato.

Di solito, i medici prescrivono antibiotici se c'è una complicazione di infezione o al fine di curare malattie concomitanti. Ma vale la pena usare tali fondi nella fase iniziale della malattia? Va ricordato che in questa fase dell'infiammazione della parete venosa nella nave che è interessata da un coagulo di sangue, non ci sono microbi patogeni. Ciò significa che gli antimicrobici non avranno alcun effetto. Alcuni antibiotici, al contrario, possono peggiorare le condizioni del paziente, in quanto possono causare coaguli di sangue e portare a trombosi. A questo punto, dovresti usare altri strumenti, di cui parleremo in seguito.

Gli antibiotici avranno un effetto speciale se viene diagnosticata una tromboflebite purulenta. Se hanno un ampio spettro di azione, avranno un effetto dannoso sulla maggior parte delle specie di microbi. Tali antibiotici possono essere:

  • doxiciclina;
  • penicillina e suoi derivati;
  • amoxicillina;
  • tetraciclina e suoi derivati.

Se il medico prescrive antibiotici, è necessario seguire alcune raccomandazioni.

  1. Non puoi bere alcolici. Gli agenti antimicrobici per il trattamento della tromboflebite sono neutralizzati dall'alcol etilico.
  2. Durante il trattamento, l'attività fisica deve essere mantenuta. Se il medico lo permette, puoi andare a nuotare in piscina, fare ginnastica speciale e camminare con scarpe comode. Ma è necessario evitare carichi pesanti e lunghe sedute.
  3. Si consiglia di indossare biancheria intima a compressione.
  4. Durante il sonno, è meglio tenere gli arti sollevati.
  5. È importante seguire una dieta basata sull'uso di una grande quantità di fibre.

Trattamento anticoagulante

Gli anticoagulanti sono particolarmente utili nel trattamento della tromboflebite, poiché contribuiscono all'assottigliamento del sangue e inibiscono la crescita del coagulo di sangue risultante. Ci sono diversi fattori che giustificano in particolare l'uso di anticoagulanti.

  1. Trombosi venosa profonda simultanea.
  2. Gli anticoagulanti sono prescritti a pazienti che hanno la malattia post-trombotica è contrassegnato come il trattamento chirurgico è possibile in rari casi, la trombosi e può estendersi a venosa profonda ricanalizzata. Questo, a sua volta, porta al fatto che il deflusso venoso peggiora dall'arto colpito. Diventa chiaro perché la tromboflebite degli arti inferiori viene spesso trattata con anticoagulanti.
  3. La terapia anticoagulante è utilizzato anche nei casi in cui vi era una forma nascente varicothrombophlebitis, più precisamente, se il paziente non può essere operato d'urgenza.

Forse nella nomina di un medico incontrerà un nome come Exant. Non avere paura o sorpresa. Il fatto che questo è un anticoagulante che non è registrato molto tempo fa in Russia. Questo farmaco è considerato un inibitore diretto della trombina e presenta vantaggi significativi rispetto inibitori a basso peso molecolare e gli antagonisti della vitamina K. primo Eksanta somministrati per iniezione, dopo di che, non raccogliendo la dose, una transizione verso orale. Questo farmaco ha un'ampia finestra terapeutica e non ha alcuna connessione con alcol, cibo e farmaci, quindi non monitorarne costantemente la dose.

Altre droghe

Oltre ai suddetti farmaci, i medici prescrivono altri farmaci che hanno anche un effetto positivo sui vasi e sul corpo umano.

  1. Farmaci antinfiammatori non steroidei. Il loro obiettivo principale è ridurre il dolore e il gonfiore. Agiscono rapidamente sul processo di infiammazione, fermandolo. Tra i prodotti di questo gruppo, il chetonal si è dimostrato molto bene, che viene prima somministrato per via parenterale, dopodiché può essere utilizzato sotto forma di compresse. Un buon farmaco è diclofenac. Gli agenti non steroidei non usano più di dieci giorni.
  2. Preparazioni a base di polienzimi Aiutano ad alleviare l'infiammazione e influenzano il processo di distruzione di un coagulo di sangue.
  3. Derivati ​​di routine. Hanno un effetto positivo sulla parete vascolare, riducendo la sua permeabilità. Aiuta a ridurre la reazione di infiammazione. Spesso, i farmaci non steroidei vengono prescritti insieme ai derivati ​​delle rutine, ad esempio con la troxerutina. Ma la sua dose non dovrebbe essere superiore a 1200 mg e la durata media di utilizzo è di circa tre settimane.
  4. antiaggreganti piastrinici. La droga più famosa in questo gruppo di farmaci è l'aspirina. Ha un effetto dannoso su un componente delle piastrine, responsabili della coagulazione del sangue. A proposito, questo farmaco può essere usato per prevenire la trombosi.

Come si può vedere, la medicina moderna ha fornito molti farmaci per trattare le tromboflebiti. La cosa più importante è usare regolarmente i farmaci prescritti da un medico e seguire le raccomandazioni che aiuteranno i farmaci ad agire con una forza ancora maggiore.

- lasciando un commento, accetti l'Accordo per gli utenti

  • aritmia
  • aterosclerosi
  • Vene varicose
  • varicocele
  • Vienna
  • emorroidi
  • ipertensione
  • ipotensione
  • diagnostica
  • distonia
  • insulto
  • Attacco di cuore
  • ischemia
  • sangue
  • operazioni
  • Il cuore
  • vasi
  • Angina pectoris
  • tachicardia
  • Trombosi e tromboflebite
  • Tè al cuore
  • Gipertonium
  • Bracciale a pressione
  • Normalife
  • VFS
  • Asparkam
  • detraleks

Sintomi di tromboflebite acuta

Questa patologia è una malattia infiammatoria del rivestimento interno delle vene, accompagnata da trombosi e alterata circolazione del sangue, di solito nelle gambe. Ad oggi, questa malattia è abbastanza comune tra la popolazione adulta. Spesso i pazienti trascurano i sintomi che si sviluppano rapidamente (dolore, gonfiore, arrossamento, febbre e tessuto sopra la nave danneggiata) e entrano in ospedale con complicanze potenzialmente letali: embolia polmonare (PATE), cancrena. La storia, la diagnosi e il trattamento corretti della tromboflebite acuta in una fase precoce contribuiranno ad evitare complicazioni.

Fattori provocatori

Il verificarsi di questa malattia comporta i seguenti elementi:

  1. Infiammazione della parete del vaso dovuta all'ingresso di un agente infettivo nel flusso sanguigno (nell'endocardite, sepsi, tubercolosi, tifoide, generalizzazione dell'infiammazione cronica) o nelle lesioni autoimmuni.
  2. Cambiamenti strutturali nella parete vascolare. La causa principale è la spremitura meccanica e le lesioni traumatiche.
  3. Una riduzione della portata del sangue è stata osservata con malattia delle gambe varicose, insufficienza cardiaca cronica (a causa del prolungato riposo a letto), spesso accompagnata da trombosi.
  4. Reaologia alterata e dati biochimici del sangue. L'effetto ha disidratazione a causa del desiderio frequente di vomito, uso ripetuto di diuretici, diarrea.

Gli ultimi tre fattori sono coinvolti nella patogenesi dello sviluppo della tromboflebite acuta. Sono chiamati collettivamente la triade Virchow e si sostituiscono a vicenda in base allo stadio patogenetico.

Ci sono un certo numero di condizioni, contro le quali si innesca il meccanismo di distruzione della parete vascolare e, di conseguenza, si verifica la tromboflebite. Questi includono:

  • infezioni complicate dal processo purulento;
  • insufficienza cardiovascolare cronica;
  • malattie ematologiche;
  • vene varicose alle gambe;
  • patologia post tromboflebitica;
  • periodi postoperatori e postparto;
  • traumi;
  • gonfiore;
  • lunga durata del catetere.

I principali sintomi della malattia

Va notato che i sintomi della tromboflebite acuta sono caratterizzati da un inizio improvviso e violento, indipendentemente dal livello della lesione. Se le vene sottocutanee degli arti inferiori sono coinvolte nel processo patologico, le manifestazioni della malattia saranno le seguenti:

  1. Dolore doloroso lungo la nave colpita.
  2. Aumento del gonfiore al di sotto del sito di trombosi, aumentando così la circonferenza dell'arto.
  3. Malessere generale, stanchezza.
  4. Aumento della temperatura corporea.
  5. La pelle sopra la vena interessata è iperemica.
  6. La gamba nell'area dell'iperemia è calda, tesa, dolente al tatto.

L'elevata posizione della gamba dolorante contribuisce al rapido sollievo dei sintomi quando si verifica una tromboflebite acuta delle vene superficiali. Se si riscontrano cambiamenti patologici nei vasi profondi, allora questo metodo è inefficace e le manifestazioni saranno intense, crescenti e dureranno per almeno 3 mesi.

Il quadro clinico dello sviluppo della malattia in vasi profondi degli arti inferiori è rappresentato dai seguenti sintomi:

  1. Dolore severo che inarca la natura.
  2. Crampi muscolari
  3. Il rapido sviluppo della febbre.
  4. Linfoadenite inguinale
  5. La rapida formazione di edema (nei casi gravi rilevati sull'addome e nel perineo).
  6. Limitazione della funzione motoria, gravità.
  7. Estremamente freddo al tatto e doloroso al tatto.
  8. Sensazione di bruciore
  9. La pelle diventa lucida e impallidisce sulla nave colpita. Quando il trombo risultante blocca una parte significativa del flusso sanguigno o di una grande nave, il colore dell'arto diventa bluastro.
  10. Rafforzamento di una sindrome di dolore con attività fisica.
  11. Malessere e stanchezza

La sconfitta delle grandi vene causa un'espansione compensativa dei vasi sanguigni superficiali. La diagnosi di tromboflebite acuta delle vene profonde degli arti inferiori e il suo trattamento devono essere effettuati il ​​prima possibile per prevenire il verificarsi di complicanze.

Con la continua esistenza della malattia, il processo è accompagnato dalla formazione di ulcere trofiche, necrosi e limitazione dell'attività motoria nell'articolazione.

diagnostica

Per una corretta diagnosi e selezione del trattamento, è necessario condurre una serie di esami che aiuteranno ad escludere malattie con sintomi simili e ad identificare il livello di danno venoso. L'algoritmo delle misure diagnostiche di un medico in questa patologia è il seguente:

  1. Valutare correttamente i reclami del paziente.
  2. Effettuare un esame fisico, che include l'esame, la palpazione e l'auscultazione, che aiuta a determinare il grado e il livello di alterata circolazione del sangue nell'arto inferiore. Esistono numerosi complessi di sintomi patognomonici, che possono rivelare la diagnosi preliminare di tromboflebite venosa profonda acuta. Questi segni includono: i sintomi di Homans (il dolore causa la flessione dorsale del piede), Mosè (la compressione dei muscoli delle gambe in direzione antero-posteriore porta al dolore), un aumento dell'arto colpito in volume.
  3. Studi clinici generali: ROVERE (possibile leucocitosi, aumento della VES, trombocitosi), coagulogramma (determinazione dell'INR, coagulazione del sangue).
  4. Stati Uniti. Con l'aiuto della scansione Doppler e duplex, scoprire dove si trova il coagulo di sangue e qual è la sua dimensione, le proprietà della parete vascolare, la velocità del flusso sanguigno nelle vene dell'arto interessato.
    L'esame flebografico è usato raramente oggi. Il metodo si basa sulle vene contrastanti con la definizione del sito di formazione di trombi sulla foto a raggi X.
  5. Utilizzando TC o RM, vengono determinati il ​​livello della lesione, la dinamica del flusso sanguigno, il grado di alterazione della parete venosa, le dimensioni, i contorni e la localizzazione di un coagulo di sangue.

È importante interpretare correttamente i risultati degli studi ottenuti, poiché sulla loro base viene formulata una diagnosi definitiva e viene prescritto un trattamento. Questo può essere fatto solo da un medico, quindi se ricevete tali reclami, dovreste contattare la struttura sanitaria!

Possibili metodi di terapia

Nella tromboflebite acuta delle vene superficiali degli arti inferiori, viene applicato un trattamento che comprende i seguenti componenti: terapia farmacologica, chirurgia e rimedi popolari.

farmaci

  1. Mezzi che rafforzano il muro delle vene aumentando il tono ("Troxevasin", "Venoruton", "Eskuzan", "Detralex").
  2. I farmaci antipiastrinici inibiscono la trombosi inibendo la loro aggregazione (spesso usato "acido acetilsalicilico").
  3. Gli anticoagulanti sono usati in assenza di complicanze ulcerative. La coagulazione del sangue diminuisce, che può essere una profilassi della trombosi (Clexan, Hirudin - i farmaci più usati).
  4. FANS (antinfiammatorio). La droga di scelta - "Diclofenac".
  5. Farmaci antistaminici: Sovrastin, Tavegil, Dimedrol.
  6. Gli agenti fibrinolitici distruggono il coagulo. Questi includono "Urokinase", "Trypsin".
  7. Gli antibiotici sono prescritti per alta temperatura corporea e tromboflebite purulenta.
  8. Per terapia esterna con l'uso di unguento eparinico ("gel di Lioton").

La prescrizione di farmaci può essere effettuata solo da un medico in base alla gravità della malattia, all'età del paziente e allo stato di altri sistemi corporei.

La terapia conservativa della tromboflebite non si limita all'assunzione di farmaci, le seguenti prescrizioni svolgono un ruolo importante:

  • bendaggio elastico stretto degli arti inferiori,
  • indossare maglieria a compressione,
  • assicurando le gambe di una posizione elevata
  • alimentazione corretta con molti liquidi.

Rimedi popolari

I metodi della medicina tradizionale comprendono la fitoterapia con un rimedio costituito da parti uguali delle foglie della piantaggine, la ruta medicinale (fiori), achillea, camomilla con lamponi, corteccia di salice bianco, ippocastano (frutti) e radice di Althea. 2 cucchiai della miscela vengono versati con 0,5 litri di acqua calda, bolliti e infusi per 8-10 ore. Si consiglia di bere la medicina 150 ml due volte al giorno.

Per i pediluvi giornalieri di trenta minuti è utile usare l'erba secca di palude.

Interventi chirurgici

L'uso di una terapia conservativa per la tromboflebite ascendente e purulenta con rischio di embolia polmonare è inefficace: sono possibili complicanze. Per evitarli, nomina un'operazione. Più spesso usato:

  1. Obliterazione laser. Procedura minimamente invasiva, caratterizzata dall'impatto del raggio sulla zona interessata della parete venosa. Le pareti deformate dei vasi sanguigni sono incollate insieme e viene rilasciato un trombo.
  2. Crossectomia. Dopo l'anestesia locale viene eseguita, il luogo in cui la vena superficiale si trova nella vena profonda è legato. Raramente utilizzato a causa del possibile sviluppo di recidive.
  3. Installa il filtro kava. Assegnare strutture permanenti e applicate temporaneamente in materiale ipoallergenico. Il filtro viene introdotto nella vena cava inferiore, dove è fissato saldamente a causa del tono della parete vascolare. La sua azione è di prevenire il movimento di un coagulo di sangue attraverso i vasi durante il comportamento della trombolisi (il coagulo di sangue viene distrutto con l'aiuto di sostanze speciali). In caso di alto rischio di recidiva, i filtri sono installati per l'usura permanente.

Linee guida di prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di questa malattia ed evitare le recidive, è necessario seguire le raccomandazioni degli esperti, che sono le seguenti:

  1. Piena sonno con le gambe sollevate.
  2. Ridurre il carico statico sugli arti inferiori (esercizio, allenamento durante la giornata lavorativa, camminata).
  3. Eccezione sollevamento pesi.
  4. Sport (nuoto, ciclismo almeno 30 minuti al giorno).
  5. Nel caso del prossimo viaggio a lunga distanza, è necessario utilizzare calze a compressione (rappresentate da calze, collant) e assumere una pillola di Aspirina per prevenire la trombosi.
  6. Bere almeno 2 litri di liquidi al giorno.
  7. Scarpe con tacchi alti, cinture strette possono provocare una violazione del flusso sanguigno, che durante un lungo periodo di tempo si trasforma in tromboflebite.
  8. Evita situazioni stressanti e rilassati completamente.
  9. Una corretta alimentazione e dieta (escludere piccante, grasso, salato, affumicato, fritto, mangiare più frutta e verdura, con l'obesità, è necessario normalizzare il peso).

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose