Farmaci antipiastrinici: una lista di farmaci

Gli agenti antipiastrinici sono un componente indispensabile nel trattamento dell'angina pectoris delle classi funzionali II-IV e della cardiosclerosi post-infartuale. Ciò è dovuto al loro meccanismo d'azione. Presentiamo alla vostra attenzione un elenco di farmaci antipiastrinici.

Meccanismo di azione

La coronaropatia è accompagnata dalla formazione di placche aterosclerotiche sulle pareti delle arterie. Se la superficie di una tale placca viene danneggiata, si depositano delle cellule del sangue su di essa - piastrine che coprono il difetto che si è formato. Allo stesso tempo, sostanze biologicamente attive vengono rilasciate dalle piastrine, che stimolano l'ulteriore sedimentazione di queste cellule sulla placca e la formazione dei loro cluster - aggregati piastrinici. Gli aggregati si diffondono attraverso le navi coronarie, portando al loro blocco. Di conseguenza, si verifica angina instabile o infarto del miocardio.
Gli agenti antipiastrinici bloccano le reazioni biochimiche che portano alla formazione di aggregati piastrinici. Pertanto, prevengono lo sviluppo di angina instabile e infarto miocardico.

Elenco di

I seguenti agenti antipiastrinici sono usati nella moderna cardiologia:

  • Acido acetilsalicilico (Aspirina, Tromboc-asino, CardiAsk, Plydol, Trombopol);
  • Dipiridamolo (Curantil, Parsedil, Trombonyl);
  • Clopidogrel (Zilt, Plavix);
  • Tiklopidin (Aklotin, Tagren, Tiklid, Tiklo);
  • lamifiban;
  • Tirofiban (Agrostat);
  • Eptifibatid (Integrilin);
  • Abtsiksimab (ReoPro).

Esistono combinazioni pronte di questi farmaci, ad esempio Agrenox (dipiridamolo + acido acetilsalicilico).

Acido acetilsalicilico

Questa sostanza inibisce l'attività della cicloossigenasi, un enzima che migliora la sintesi del trombossano. Quest'ultimo è un fattore significativo nell'aggregazione (incollatura) delle piastrine.
L'aspirina è prescritta per la profilassi primaria dell'infarto del miocardio in caso di angina pectoris delle classi funzionali di tensione II-IV, nonché per la prevenzione di infarto ricorrente dopo una malattia già sperimentata. È usato dopo il cuore e la chirurgia vascolare per la prevenzione delle complicanze tromboemboliche. L'effetto dopo la somministrazione avviene entro 30 minuti.
Il farmaco viene prescritto sotto forma di compresse da 100 o 325 mg per lungo tempo.
Gli effetti collaterali includono nausea, vomito, dolore addominale e talvolta lesioni ulcerative della mucosa gastrica. Se il paziente ha inizialmente avuto un'ulcera gastrica, è probabile che l'uso di acido acetilsalicilico sviluppi un'emorragia gastrica. L'uso a lungo termine può essere accompagnato da vertigini, mal di testa o altre funzioni compromesse del sistema nervoso. In rari casi, si verificano depressione del sistema ematopoietico, emorragia, danno renale e reazioni allergiche.
L'acido acetilsalicilico è controindicato per erosioni e ulcere del tratto gastrointestinale, intolleranza ai farmaci antinfiammatori non steroidei, insufficienza renale o epatica, alcune malattie del sangue, ipovitaminosi K. Le controindicazioni sono gravidanza, allattamento ed età inferiore ai 15 anni.
Con cura è necessario nominare l'acido acetilsalicilico in asma bronchiale e altre malattie allergiche.
Quando si utilizza l'acido acetilsalicilico in piccole dosi, i suoi effetti collaterali sono espressi leggermente. È ancora più sicuro usare il farmaco in forme microcristallizzate ("Kolpharit").

dipiridamolo

Il dipiridamolo inibisce la sintesi del trombossano A2, aumenta il contenuto in piastrine di adenosina monofosfato ciclico, che ha un effetto antipiastrinico. Allo stesso tempo, dilata le navi coronarie.
Il dipiridamolo è prescritto principalmente per le malattie dei vasi cerebrali per la prevenzione dell'ictus. Viene anche mostrato dopo le operazioni sulle navi. Nella cardiopatia ischemica, il farmaco di solito non viene utilizzato, poiché l'espansione dei vasi coronarici sviluppa un "fenomeno di furto" - il deterioramento del flusso sanguigno nelle aree del miocardio colpite a causa del miglioramento del flusso sanguigno nei tessuti sani del cuore.
Il farmaco viene utilizzato per un lungo periodo, a stomaco vuoto, la dose giornaliera è divisa in 3 - 4 dosi.
Il dipiridamolo viene anche somministrato per via endovenosa durante l'ecocardiografia da sforzo.
Gli effetti collaterali includono dispepsia, arrossamento del viso, mal di testa, reazioni allergiche, dolori muscolari, abbassamento della pressione sanguigna e palpitazioni cardiache. Il dipiridamolo non causa ulcerazioni nel tratto gastrointestinale.
Il farmaco non viene utilizzato per angina instabile e infarto miocardico acuto.

ticlopidina

La ticlopidina, a differenza dell'acido acetilsalicilico, non influenza l'attività della cicloossigenasi. Blocca l'attività dei recettori piastrinici responsabili del legame delle piastrine al fibrinogeno e alla fibrina, con il risultato che l'intensità della formazione di trombi è significativamente ridotta. L'effetto antipiastrinico si verifica più tardi rispetto all'assunzione dell'acido acetilsalicilico, ma è più pronunciato.
Il farmaco è prescritto per la prevenzione della trombosi nell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori. È usato per prevenire ictus in pazienti con malattie cerebrovascolari. Inoltre, la ticlopidina viene utilizzata dopo operazioni sui vasi coronarici, nonché in caso di intolleranza o controindicazioni all'uso di acido acetilsalicilico.
Il farmaco viene prescritto per bocca durante i pasti due volte al giorno.
Effetti collaterali: dispepsia (indigestione), reazioni allergiche, vertigini, disfunzione epatica. In rari casi possono verificarsi sanguinamento, leucopenia o agranulocitosi. La funzionalità epatica deve essere monitorata regolarmente durante l'assunzione del medicinale. La ticlopidina non deve essere assunta con anticoagulanti.
Il farmaco non deve essere assunto durante la gravidanza e l'allattamento, malattia epatica, ictus emorragico, alto rischio di sanguinamento nell'ulcera gastrica e 12 ulcera duodenale.

clopidogrel

Il farmaco blocca in modo irreversibile l'aggregazione piastrinica, prevenendo complicanze dell'aterosclerosi dei vasi coronarici. È prescritto dopo infarto miocardico, così come dopo operazioni sulle navi coronarie. Clopidogrel è più efficace dell'acido acetilsalicilico, previene l'infarto del miocardio, l'ictus e la morte coronarica improvvisa in pazienti con malattia coronarica.
Il farmaco viene somministrato per via orale una volta al giorno, indipendentemente dal pasto.
Controindicazioni ed effetti collaterali del farmaco sono gli stessi di quelli della ticlopidina. Tuttavia, il clopidogrel ha meno probabilità di influenzare negativamente il midollo osseo con lo sviluppo di leucopenia o agranulocitosi. Il farmaco non è prescritto per i bambini sotto i 18 anni.

Recettori piastrinici IIb / IIIa recettore

Attualmente, una ricerca di farmaci che sopprimono efficacemente e selettivamente l'aggregazione piastrinica. La clinica ha già utilizzato un numero di mezzi moderni che bloccano i recettori piastrinici - lamifiban, tirofiban, eptifibatid.
Questi farmaci vengono iniettati per via endovenosa con la sindrome coronarica acuta, così come durante l'angioplastica coronarica transluminale percutanea.
Gli effetti collaterali includono sanguinamento e trombocitopenia.
Controindicazioni: sanguinamento, aneurisma vascolare e cardiaco, ipertensione arteriosa significativa, trombocitopenia, insufficienza epatica o renale, gravidanza e allattamento.

abciximab

Si tratta di un moderno antiaggregante, che è un anticorpo sintetico dei recettori piastrinici IIb / IIIa, responsabili del loro legame con il fibrinogeno e altre molecole adesive. Il farmaco provoca un marcato effetto antitrombotico.
L'effetto del farmaco quando somministrato per via endovenosa avviene molto rapidamente, ma non dura a lungo. È usato come infusione in associazione con eparina e acido acetilsalicilico nella sindrome coronarica acuta e nelle operazioni sui vasi coronarici.
Controindicazioni ed effetti collaterali del farmaco sono gli stessi di quelli dei bloccanti IIb / IIIa dei recettori piastrinici.

Agenti antipiastrinici - fluidificanti del sangue

Gli agenti antipiastrinici sono un gruppo di farmaci che prevengono i coaguli di sangue.

Agiscono nella fase della coagulazione del sangue, durante la quale si ha aggregazione o aggregazione di piastrine. Essi inibiscono (inibiscono) il processo di incollaggio delle piastrine nel sangue e la coagulazione non si verifica. Diversi farmaci in questo gruppo hanno diversi meccanismi di azione per ottenere un effetto antipiastrinico.

Oggi la medicina utilizza sia farmaci noti da lungo tempo che promuovono la fluidificazione del sangue, sia farmaci moderni che hanno meno controindicazioni e effetti collaterali meno pronunciati. La farmacologia lavora costantemente a nuovi farmaci, le cui caratteristiche saranno migliori di quelle precedenti.

Quando prescritto

Le principali indicazioni per l'assunzione di agenti antipiastrinici sono le seguenti:

  • CHD (ischemia del cuore).
  • Attacchi ischemici transistor.
  • Disturbi della circolazione cerebrale, prevenzione degli ictus ischemici, stato dopo ictus ischemico.
  • Cardiopatia ipertensiva.
  • Condizione dopo l'intervento chirurgico al cuore.
  • Malattie obliteranti dei vasi delle gambe.

Controindicazioni

Diversi farmaci possono avere diverse controindicazioni. I più comuni includono quanto segue:

  • Disturbi del fegato e dei reni espressi.
  • Ulcera peptica
  • Malattie associate al rischio di sanguinamento.
  • Insufficienza cardiaca con manifestazioni gravi.
  • Ictus emorragico.
  • Gravidanza e tempo di allattamento.

Elenco di agenti antipiastrinici e loro classificazione

Tutti gli agenti antipiastrinici possono essere suddivisi in gruppi:

  1. Acido acetilsalicilico e suoi derivati ​​(Trombo-AU, Aspirina cardio, Acekardol, Cardiomagnyl, Aspicore, CardiAAS) e altri.
  2. Bloccanti dei recettori ADP (clopidogrel, ticlopidina).
  3. Inibitori di fosfodiestasi (Trifusal, Dipiridamole).
  4. Bloccanti dei recettori della glicoproteina (Lamifiban, Eptifibatide, Tirofiban, Abtsiksimab).
  5. Inibitori del metabolismo dell'acido arachidonico (Indobufen, Picotamide).
  6. Medicinali a base di piante Ginkgo Biloba (Bilobil, Ginos, Ginkio).
  7. Piante con proprietà antipiastriniche (ippocastano, mirtillo, liquirizia, tè verde, zenzero, soia, mirtillo rosso, aglio, ginseng, trifoglio rosso, melograno, erba di San Giovanni, cipolle e altri).
  8. Questa categoria include vitamina E, che presenta le stesse proprietà.

Ora - più in dettaglio su alcuni dei farmaci più comuni.

aspirina

Il primo della lista è l'acido acetilsalicilico o l'aspirina, lo strumento più conosciuto che è ampiamente usato non solo come agente antipiastrinico, ma anche come agente antinfiammatorio e antipiretico. Il meccanismo d'azione dell'aspirina consiste nel sopprimere la biosintesi del trombossano A2, che si trova nelle piastrine. Pertanto, il processo di incollaggio è disturbato e il sangue si coagula più lentamente. A grandi dosi, l'acido acetilsalicilico agisce su altri fattori della coagulazione, motivo per cui l'effetto anticoagulante aumenta solo.

L'aspirina ha diverse indicazioni, ma il più delle volte è prescritto per la prevenzione della trombosi. Il farmaco è ben assorbito nello stomaco, escreto dai reni per 20 ore. L'effetto arriva in mezz'ora. Dovrebbe essere assunto solo dopo un pasto, altrimenti c'è il rischio di ulcere allo stomaco. Disponibile in forma di pillola.

Alle suddette controindicazioni dovrebbe essere aggiunto l'asma bronchiale.

L'aspirina causa molti effetti collaterali, tra cui:

  • dolori allo stomaco;
  • nausea;
  • ulcera peptica;
  • mal di testa;
  • le allergie;
  • disturbi dei reni e del fegato.

clopidogrel

Questo farmaco è un bloccante del recettore ADP. Blocca il legame dell'adenosina trifosfato ai recettori, inibendo così il processo di adesione delle piastrine. Rispetto ad altri bloccanti, i recettori ADP causano meno allergie ed effetti collaterali dal sangue e dal sistema gastrointestinale.

Dopo l'ingestione, si verifica un rapido assorbimento del farmaco nel tratto gastrointestinale, un'ora dopo la massima concentrazione nel sangue. Excreted nelle feci e nelle urine. L'effetto massimo viene raggiunto in circa una settimana e può durare fino a 10 giorni. Disponibile in compresse.

Previene la trombosi nelle malattie cardiovascolari in modo più efficace rispetto all'aspirina.

Il farmaco non deve essere prescritto con anticoagulanti diretti e indiretti. Le controindicazioni sono fondamentalmente le stesse di quelle di altri agenti appartenenti a questo gruppo.

Da effetti collaterali allergie osservate, ittero, disturbi del tratto digestivo, vertigini.

Integrilina (Etifibatid)

Si riferisce agli antagonisti della glicoproteina IIb / IIIa. Previene il legame del fibrinogeno e fattori di coagulazione dei recettori piastrinici plasmatici, inibendo così l'adesione delle piastrine. Non influenza APTT e il tempo di protrombina. Le sue azioni sono reversibili e dopo poche ore le loro piastrine tornano alle piastrine.

Insieme a Integrilin, l'eparina e l'acido acetilsalicilico sono prescritti per il trattamento complesso della sindrome coronarica acuta. Disponibile in soluzione iniettabile e viene utilizzato solo per il trattamento ospedaliero.

Il farmaco è controindicato in gravidanza, allattamento, emorragia interna, diatesi emorragica, grave ipertensione, trombocitopenia, aneurisma, gravi patologie renali ed epatiche.

Gli effetti collaterali includono la bradicardia, una diminuzione della pressione sanguigna, reazioni allergiche e una diminuzione del numero di piastrine nel sangue.

carillon

Appartiene agli inibitori delle piastrine fosfodiesterasi con il principale principio attivo dipiridamolo.

Il suo effetto antiaggregante si basa sulla soppressione dell'attività degli enzimi piastrinici, sul rilascio di prostaciclina dall'endotelio e sul blocco della formazione del trombossano A2.

Con la sua azione è vicino all'aspirina, inoltre, dilata i vasi coronarici durante un attacco di angina pectoris.

Assorbito rapidamente nel tratto digestivo, del 40-60%, e in circa un'ora raggiunge la massima concentrazione nel sangue. È derivato dalla bile.

La forma di rilascio del farmaco - pillole e pillole.

Degli effetti collaterali più spesso notati:

  • vertigini;
  • mal di testa,
  • nausea,
  • arrossamento del viso;
  • dolori muscolari;
  • abbassando la pressione sanguigna
  • allergie cutanee;
  • aumento dei sintomi di ischemia.

Tiklid (ticlopidina)

Questo farmaco è superiore nel suo effetto antiaggregante dell'acido acetilsalicilico, ma l'effetto desiderato si verifica molto più tardi. Blocca i recettori piastrinici IIb / IIIa, riduce la viscosità del sangue, aumenta l'elasticità dei globuli rossi e la durata del sanguinamento.

È prescritto per l'aterosclerosi grave al fine di prevenire l'ischemia, dopo infarto miocardico, dopo un intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie, come profilassi per patologie piastriniche, per prevenire lo sviluppo di retinopatia sullo sfondo del diabete mellito.

Modulo di rilascio - pillole.

Preparazioni combinate

La composizione di questi farmaci comprende diversi agenti antipiastrinici che migliorano le azioni l'uno dell'altro. Le più comunemente prescritte includono:

  • Aspigrel - contiene acido acetilsalicilico e clopidogrel.
  • Agrenox - contiene dipiridamolo e aspirina.
  • Cardiomagnyl è basato su acido acetilsalicilico e magnesio.
  • CombiASK è un analogo di Cardiomagnyl.
  • Magnicor è vicino a Cardiac Magnetic nella composizione.

conclusione

Non è consentito l'uso indipendente di agenti antipiastrinici a causa del gran numero di controindicazioni ed effetti collaterali. Il trattamento deve avvenire sotto la supervisione di un medico che monitorerà il tasso di coagulazione del sangue e cambierà il dosaggio o il farmaco se necessario.

Anche quei fondi che vengono venduti in farmacia senza prescrizione medica, è necessario prendere solo su prescrizione medica. Questi includono aspirina, carillon e altri farmaci, che includono acido acetilsalicilico e compresse a base di ginkgo biloba. Non farti coinvolgere in piante che hanno effetti antipiastrinici.

Gruppo farmacologico - agenti antipiastrinici

I preparativi per sottogruppi sono esclusi. permettere

descrizione

I farmaci antipiastrinici inibiscono l'aggregazione piastrinica e i globuli rossi, riducono la loro capacità di aderire e aderire (l'adesione) all'endotelio dei vasi sanguigni. Riducendo la tensione superficiale delle membrane eritrocitarie, facilitano la loro deformazione quando passano attraverso i capillari e migliorano il flusso sanguigno. Gli agenti antipiastrinici possono non solo prevenire l'aggregazione, ma anche causare la disgregazione di placche di sangue già aggregate.

Sono utilizzati per prevenire la formazione di coaguli di sangue postoperatorio, con tromboflebiti, trombosi retinica vascolare, disturbi della circolazione cerebrale, ecc., Nonché per prevenire complicanze tromboemboliche nella cardiopatia ischemica e nell'infarto del miocardio.

L'inibizione dell'effetto sul legame (aggregazione) delle piastrine (ed eritrociti) è esercitata a vari livelli da farmaci di diversi gruppi farmacologici (nitrati organici, bloccanti dei canali del calcio, derivati ​​delle purine, antistaminici, ecc.). Un effetto antiaggregante pronunciato ha FANS, di cui l'acido acetilsalicilico è ampiamente usato per la prevenzione della formazione di trombi.

L'acido acetilsalicilico è attualmente il principale rappresentante degli agenti antipiastrinici. Ha un effetto inibitorio sull'aggregazione e l'adesione piastrinica spontanea e indotta, sul rilascio e sull'attivazione dei fattori piastrinici 3 e 4. È stato dimostrato che la sua attività anti-aggregante è strettamente correlata alla sua influenza sulla biosintesi, la liberalizzazione e il metabolismo della PG. Promuove il rilascio di endotelio di PG vascolare, tra cui IGP2 (Prostaciclina). Quest'ultimo attiva l'adenilato ciclasi, riduce il contenuto di calcio ionizzato nelle piastrine - uno dei tre principali mediatori di aggregazione, e ha anche attività di disgregazione. Inoltre, l'acido acetilsalicilico, sopprimendo l'attività della cicloossigenasi, riduce la formazione di trombossano A nelle piastrine.2 - prostaglandina con il tipo di attività opposta (fattore proaggregativo). A grandi dosi, l'acido acetilsalicilico inibisce anche la biosintesi della prostaciclina e di altre prostaglandine antitrombotiche (D2, E1 e altri). A questo proposito, l'acido acetilsalicilico viene prescritto come antiagregante in dosi relativamente piccole (75-325 mg al giorno).

Elenco dei meccanismi di azione dei farmaci antipiastrinici (agenti antipiastrinici) e delle caratteristiche di utilizzo

La violazione delle proprietà reologiche del sangue e la sua fluidità è un fattore di rischio significativo per lo sviluppo di processi pericolosi, principalmente trombosi.

Tali coaguli provocano il blocco dei vasi sanguigni, che porta immediatamente a condizioni di emergenza, morte o richiede un intervento chirurgico immediato a causa della morte dei tessuti - cancrena.

La terapia trombotica prevede l'uso di un gruppo speciale di farmaci come l'urochinasi. Hanno un sacco di effetti collaterali, perché sono usati con grande cura e nei casi più estremi. Come misura preventiva, sono prescritti altri mezzi.

Gli agenti antiaggreganti sono un tipo speciale di farmaci usati per prevenire l'adesione di cellule corpuscolari, piastrine e altri come parte della prevenzione.

Nominato per il trattamento della maggior parte delle patologie del profilo cardiovascolare in fase acuta e durante il periodo di riabilitazione. Devono anche essere usati con molta cura, perché riducono il sangue e sono in grado di provocare complicazioni pericolose.

Di conseguenza, né la trombolitica né gli agenti antipiastrinici possono essere utilizzati senza autorizzazione. La domanda è sempre decisa rigorosamente a discrezione del medico.

Meccanismo di azione

I farmaci disaggreganti (un altro nome per questo gruppo farmacologico) hanno un modo complesso di influenzare il corpo.

Il primo effetto è sulla coagulazione del sangue. La base è la regolazione delle caratteristiche biochimiche dell'emostasi.

Senza entrare nelle complesse caratteristiche del processo, possiamo dire che alla fine si ottiene un gruppo di effetti:

  • Riduzione dell'aggregazione piastrinica. In parole povere, il loro aggregarsi risulta da uno stato inadeguato. L'effetto clinico principale e ha dato il nome alle droghe di questa varietà.
  • Diradamento del sangue Ottenuto indirettamente. Le proprietà reologiche del tessuto vengono ripristinate. A causa di ciò, vi è un cambiamento nella viscosità, normalizzazione della pressione sulle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre, la degenerazione dell'endotelio delle arterie, le vene è prevenuta.

Tuttavia, l'uso prolungato di agenti antipiastrinici è impossibile. Perché c'è un alto rischio di sviluppare un sanguinamento pericoloso, che può causare la morte di tutto.

Inoltre, è inaccettabile utilizzare i fondi di questo gruppo farmaceutico in caso di somministrazione parallela di trombolitici (Uro, streptochinasi e altri medicinali).

Esiste un altro tipo di farmaci, che nelle sue proprietà e negli effetti clinici è molto simile a quello descritto. Questi sono i cosiddetti anticoagulanti. Spesso, anche i medici usano entrambi i termini come sinonimi, tuttavia, questi sono diversi tipi di rimedi.

Questi ultimi hanno un'azione attiva, lavorano più velocemente, l'effetto è a breve termine, ma molto più pronunciato.

C'è un rapido diradamento del sangue, che rende i farmaci anticoagulanti ideali per prevenire la formazione di coaguli di sangue, specialmente in condizioni di emergenza. Ha senso, tuttavia, avvicinarsi allo scopo e all'applicazione con molta cautela.

Il pericolo di tali farmaci è anche maggiore a volte, il che può mettere fine alla salute o addirittura alla vita con l'uso illetterato.

L'uso concomitante di anticoagulanti e trombolitici è severamente proibito. Perché il rischio di un sanguinamento interno massiccio aumenta più volte.

Pertanto, i deaggregants si basano sulla capacità di influenzare i processi biochimici nel corpo e la composizione del sangue, prevenendo l'attaccamento delle sue cellule formate e la formazione di coaguli di sangue.

classificazione

La classificazione degli agenti antipiastrinici viene effettuata sulla sostanza attiva o sul gruppo di quelli che costituiscono la base dell'effetto farmaceutico. Secondo questa base, si possono distinguere i seguenti tipi di farmaci.

Acido acetilsalicilico

E i suoi derivati. Il più comune gruppo di farmaci in medicina con alta efficacia dimostrata.

Rispetto agli altri tipi descritti di seguito, questi farmaci saranno alquanto medi in termini di sicurezza ed efficacia.

L'Aspirina classica e obsoleta è attualmente ancora utilizzata attivamente, nonostante gli alti rischi.

Affronta bene il compito di ripristinare urgentemente la fluidità del sangue, ma non è categoricamente adatto per un uso a lungo termine. Nell'ambito della pratica moderna, vengono prescritti analoghi più sicuri.

Aspirina Cardio

Forse la modifica più popolare del farmaco a base di acido acetilsalicilico. Ha un dosaggio diverso rispetto al suo predecessore, è posizionato come mezzo per il trattamento sistemico e complesso di malattie di natura cardiovascolare.

Piaccia o no - i medici non sono arrivati ​​ad un'opinione comune. La caratteristica principale di Aspirina-Cardio è la possibilità di un uso prolungato con meno rischi per la salute e la vita.

L'effetto antipiastrinico si ottiene dopo diversi giorni di utilizzo, poiché lo strumento può essere considerato relativamente sicuro.

Allo stesso tempo, oltre a ripristinare le proprietà reologiche del tessuto connettivo liquido, l'Aspirina Cardio allevia l'infiammazione, il dolore e normalizza la temperatura corporea.

Tale non selettività può giocare uno scherzo crudele, è necessario esercitare cautela quando si applica e monitorare attentamente i propri sentimenti.

La concentrazione di acido acetilsalicilico in questo farmaco è tre volte superiore rispetto alla classica variazione dell'Aspirina, che impone anche molte restrizioni. Tutte le domande sono decise a discrezione dello specialista in partecipazione.

Trombo-ACC

In realtà, non c'è una grande differenza tra vecchi analoghi basati su acido acetilsalicilico e questo nome. In entrambi i casi, la concentrazione della sostanza attiva è identica.

La differenza sta nel modulo di rilascio. Il guscio del farmaco Thromboc-ACC impedisce il rapido assorbimento dell'acido nel tratto digestivo, riduce l'effetto distruttivo di questo fenomeno.

Pertanto, il farmaco non è così aggressivo nei confronti degli organi del tratto gastrointestinale. Il vantaggio è piuttosto controverso, data la massa di analoghi di altri gruppi, nonché il costo più elevato di Thromboc-ACC.

In ogni caso, la questione della selezione e dell'appuntamento viene decisa dai medici. La ricezione non autorizzata è impossibile se c'è il desiderio di salvare la salute.

Aspikor

Ha una dose minima di acido acetilsalicilico, inoltre, è considerato più sicuro degli analoghi contenenti aspirina, non così aggressivo e "pulito", quindi può essere usato indefinitamente come trattamento di supporto. Ma non nel "ruolo" di un singolo farmaco, ma nel sistema.

Il costo di Aspicore rende anche il farmaco semplice ed economico, perché il prezzo non è molto diverso da quello della solita controparte moralmente obsoleta.

In tutti i casi, i farmaci a base di acido acetilsalicilico hanno un valore negativo significativo. Non sono selettivi.

L'effetto antipiastrinico è completato da antiinfiammatorio, antipiretico, è logico che il farmaco influisce su molte funzioni e organi, compreso il tratto digestivo, il cuore.

Quando un uso eccessivo può causare sanguinamento, aumenta la fragilità e la permeabilità dei vasi sanguigni.

Bloccanti ADP

Mezzi che riducono l'effetto prodotto da una sostanza speciale - adenosina fosfato. Questo composto provoca l'adesione delle piastrine attraverso una complessa relazione con il fibrinogeno, poiché i farmaci di questo tipo influenzano i processi fondamentali della trombosi.

Allo stesso tempo, a differenza dei precedenti, sono più selettivi e vengono usati con meno cautela, sebbene possano essere dannosi se utilizzati in modo analogo.

ticlopidina

Nome relativamente vecchio e ben studiato. Per la prima volta lo strumento è stato sintetizzato alla fine degli anni '70 del secolo scorso. Utilizzato fino ad ora, rappresentato dall'elenco di nomi commerciali: Tiklid, Tiklo, Aklotin, Tagren.

Lo strumento è utilizzato come aiuto di emergenza per le condizioni di emergenza, nonché per il trattamento di malattie croniche associate a alterate proprietà reologiche del sangue.

Fondamentalmente, il farmaco è prescritto per il trattamento di condizioni attuali a lungo termine, la prevenzione di complicazioni pericolose, la trombosi. La domanda è aperta, rimane a discrezione del medico.

clopidogrel

Non c'è consenso sul fatto che questo nome o Ticlopidina sia più efficace nella comunità medica. Gli autori hanno punti di vista diversi.

Tuttavia, gli operatori concordano sul fatto che prima dell'intervento chirurgico, dopo di ciò, specialmente sulle malattie cardiache, dovrebbe essere preferito Clopidogrel, il migliore nel combinare efficacia e sicurezza.

Non è vietato utilizzare un agente farmaceutico e, nel quadro di condizioni di emergenza o per un lungo periodo, dipende dalle prove.

In ogni caso, sia l'uno che l'altro nome, hanno un potenziale significativo e possono essere pericolosi se usati impropriamente.

I farmaci per ridurre l'effetto di ADP sono presi isolatamente, come i principali nella terapia. Soprattutto nei casi lievi, ma più spesso sono prescritti nel sistema con gli altri. Dipende dalla situazione

Inibitori della fosfodiesterasi

Influisce su un altro meccanismo per la formazione di coaguli di sangue. Hanno meno controindicazioni e sono considerati più sicuri rispetto ai precedenti due gruppi farmaceutici.

Ha senso usarli dopo condizioni di emergenza, interventi chirurgici nel periodo di riabilitazione, o come farmaci per la prevenzione di infarto, ictus, disturbi emodinamici acuti associati a cambiamenti nelle proprietà del sangue.

Tra i nomi comuni - Dipiridamole, Trifluzal. Entrambi sono relativamente vecchi. Hanno diversi nomi commerciali diversi da quelli principali, ad esempio Curantil.

Spesso provocano reazioni allergiche, perché richiedono un'attenta nomina e monitoraggio del paziente.

Bloccanti GPR

I farmaci che riducono la sensibilità dei recettori della glicoproteina piastrinica agiscono leggermente e sono relativamente raramente tollerati.

La base dell'influenza dei farmaci di questo tipo è la capacità, per dirla senza mezzi termini, di dare il comando alle piastrine di non interagire con i fattori che provocano l'aggregazione, cioè il loro attaccamento.

Le proprietà reologiche del sangue cambiano leggermente, l'effetto dei bloccanti del GPR mentre è alto, ma breve. Pertanto, ha senso applicare lo strumento all'interno degli stati acuti o selezionare uno schema e un dosaggio chiari.

Tra i nomi - Etifibatid (Intergrilin), Tirofiban e altri.

I farmaci più usati di questo tipo sono stati ottenuti quando utilizzati in pazienti con condizioni acute in ospedale. Ad esempio, con insufficienza coronarica.

Ha senso anche usarli in un sistema con medicine classiche a base di aspirina.

Inibitori della produzione di acido arachidonico

Ridurre il tasso di sintesi della sostanza nominata. In generale, simile al precedente gruppo di farmaci con effetto antitrombotico. La differenza è nella selettività.

La categoria di farmaci considerata influisce su molti fattori di "attaccamento" delle piastrine, poiché comporta un pericolo molto maggiore per la salute e la vita del paziente rispetto ad altri.

Quando si utilizza, è necessario monitorare costantemente lo stato di una persona, in dinamica. Per regolare rapidamente la dose o annullare il farmaco.

Tra i titoli: Indobufen, Ibustrin e altri.

Bloccanti trombossano

Riduce la sintesi di questo fattore nello sviluppo della trombosi. Il nome principale - Ridogrel.

Applicazione - nel quadro del trattamento complesso delle malattie del sistema cardiovascolare, il cervello, che si basano su disturbi nutrizionali, circolazione del sangue. Anche dopo gli episodi posticipati di trombosi.

Rimedi erboristici

L'efficacia farmacologica non è stata dimostrata. Questa è una medicina a base di Ginkgo Biloba.

Tali "medicine" non hanno molto senso dall'acquisizione e l'uso come previsto.

Ciò include anche le ricette "popolari" convenzionalmente basate su zenzero, iperico e altri. Questo non è un trattamento, solo auto-attività.

Le erbe possono essere utilizzate come aiuto e se il medico è d'accordo. La terapia non tollera la creatività, richiede buon senso, calcolo accurato e lavoro analitico.

Altre droghe

Questi includono quelli utilizzati per il trattamento a lungo termine di anomalie: pentossifillina (la più popolare nella pratica clinica), Rheopoliglukin (identico al precedente, ma più sicuro e utilizzato in un ampio elenco di casi).

Un altro tipo è costituito da farmaci complessi, composti da diversi componenti.

Ad esempio, Cardiomagnyl (Aspirina e Magnesio, rispettivamente), Aspigrel, Coplavix, Agrenoks e altri. Ne vale la pena nominare tali "miscele esplosive" che decidono il medico.

Nella maggior parte dei casi, è necessario un dosaggio preciso, quindi è preferibile dare la preferenza a due elementi separati.

È più sicuro, più efficiente e offre l'opportunità al medico di avere gli strumenti per controllare completamente il processo.

Inoltre, il prezzo di tali "ibridi" è piuttosto alto, che livella completamente qualsiasi obiezione a questo account dai produttori. Il problema è deciso a discrezione del cardiologo frequentante.

testimonianza

Dire esattamente quando è necessario assumere farmaci di questo tipo è impossibile. L'elenco degli agenti antipiastrinici è ampio e gli ingredienti attivi sono diversi. Vale la pena dare un'occhiata alle istruzioni.

Le dimostrazioni teoriche non hanno alcun senso, perché la domanda in ogni caso ricade sulle spalle del medico.

Se si invia la lista media, questa immagine verrà rilasciata:

  • Attacchi ischemici transitori. Episodi temporanei di disturbi circolatori. La localizzazione non gioca un ruolo importante.
  • Trasferito alle recenti condizioni di emergenza del passato. Attacco di cuore, ictus Nel primo caso, non tutto è così ovvio, molti farmaci in questa situazione non sono risolti. Anche nel secondo.

Si tratta solo del tipo di violazione ischemica. Non emorragico, quando si è verificata un'emorragia.

  • Ipertensione stabile. Ipertensione.
  • Profilo cardiaco chirurgico eseguito.
  • Disturbi obliteranti del trofismo negli arti inferiori. Ad esempio, l'aterosclerosi.
  • Prevenzione dell'ictus (maggiori informazioni sulle misure primarie e secondarie in questo articolo).
  • Cardiopatia coronarica, tranne in alcuni casi in cui il farmaco può danneggiare.

La lista è molto approssimativa.

Controindicazioni

Lo stesso vale per questi motivi. L'elenco dei farmaci antipiastrinici è ampio, è impossibile fornire un elenco completo senza tenere conto delle specificità dell'agente farmaceutico. Pertanto, l'abstract è preso.

Se, ancora, si parla di qualcosa di esemplare:

  • L'allattamento al seno. I principi attivi sono trasmessi con latte, poiché l'uso è severamente proibito.
  • Gravidanza in qualsiasi fase. Influirà sullo stato della madre o del feto.
  • Età fino a 18 anni. Controindicazioni per il numero predominante di agenti antipiastrinici. Usa non permesso
  • Ictus emorragico, che sviluppa sanguinamento nella struttura del cervello.
  • Insufficienza cardiaca, in qualsiasi momento. Controindicazione assoluta
  • Disfunzione epatica o renale nella fase attiva, finché la condizione non viene compensata. Quindi - con grande cura e discrezione.
  • Ulcera gastrica, duodenale, mucosa delle altre parti del tubo digerente. Perché è possibile lo sviluppo di sanguinamento, anche letale.

Anche in assenza di motivi evidenti per il rifiuto di usare, è necessario riflettere attentamente sull'adeguatezza dell'utilizzo del farmaco.

Effetti collaterali

Quelli sono relativamente molti. Vale la pena di respingere il nome e il gruppo di fondi. Ma la domanda è più trasparente.

Violazioni particolarmente frequenti tra i possibili:

  • Sanguinamento prolungato che non si ferma nemmeno dopo un danno minimo: tagli, abrasioni. Questo è quasi impossibile da evitare.
  • Caduta della pressione sanguigna.
  • Capogiri, disorientamento dell'orientamento nello spazio.
  • Nausea, raramente si trasforma in vomito.
  • Reazioni allergiche Quasi il principale effetto collaterale dell'uso di droghe per ripristinare le proprietà reologiche del sangue.

L'intensità è diversa È minimo quando un'eruzione si sviluppa sulla pelle prima dell'angioedema o addirittura dello shock anafilattico. Fortunatamente, l'ultima opzione è trovata come eccezione.

Con lo sviluppo di fenomeni negativi, ha senso rivedere il corso e il regime di trattamento o abbandonare completamente le droghe di questo tipo, che è anche un caso raro piuttosto fastidioso rispetto alla regola.

I pazienti sono invitati a monitorare da vicino il loro benessere. Con lo sviluppo di eventi avversi consultare di nuovo un medico.

In conclusione

La terapia disaggregante è la base per il trattamento di pazienti con disturbi emorragici, con eccessiva viscosità del sangue.

Tuttavia, dovrebbe essere effettuato con grande cura. Le medicine per cambiare le proprietà del sangue non sono vitamine innocue in capsule, ma potenti farmaci.

Pertanto, non è una questione di auto-trattamento, solo un medico può orientarsi nella giusta direzione. Anche in questo caso, è necessario monitorare il proprio stato.

Farmaci antipiastrinici

Nella medicina moderna vengono usati farmaci che possono influenzare la coagulazione del sangue. Si tratta di antiagreganty.

I componenti attivi hanno un impatto sui processi metabolici, sono la prevenzione dei coaguli di sangue nelle navi. Nella maggior parte dei casi, i medici prescrivono tali fondi per le patologie del cuore.

L'uso di farmaci in questa categoria impedisce l'adesione delle piastrine, non solo tra di loro, ma anche con le pareti dei vasi sanguigni.

Che tipo di medicina

Quando una ferita si forma sul corpo umano, le cellule del sangue (piastrine) vengono inviate al sito della lesione per creare un coagulo di sangue. Con i tagli profondi è buono. Ma se un vaso sanguigno è ferito o infiammato, è presente una placca aterosclerotica, la situazione può finire tristemente.

Ci sono alcuni farmaci che riducono il rischio di coaguli di sangue. Questi farmaci eliminano anche l'aggregazione cellulare. Questi strumenti includono agenti antipiastrinici.

Il medico prescrive farmaci, dice ai pazienti che cos'è, quale effetto hanno i farmaci e per cosa sono necessari.

classificazione

In medicina, i prodotti delle piastrine e dei globuli rossi sono utilizzati per la profilassi. I farmaci hanno un effetto lieve, prevengono il verificarsi di coaguli di sangue.

  1. Eparina. Lo strumento viene utilizzato contro la trombosi venosa profonda, l'embolia.
  2. Acido acetilsalicilico (Aspirina). Medicina efficace e poco costosa. In piccole dosi si assottiglia il sangue. Per ottenere un effetto pronunciato, dovresti prendere il farmaco per molto tempo.
  3. Dipiridamolo. I componenti attivi espandono i vasi sanguigni, abbassano la pressione sanguigna. La velocità del flusso sanguigno aumenta, le cellule ottengono più ossigeno. Il dipiridamolo aiuta con l'angina dilatando i vasi coronarici.

La classificazione dei farmaci si basa sull'azione di ciascun agente antipiastrinico. Lo strumento scelto correttamente consente di ottenere il massimo effetto nel trattamento e prevenire possibili complicazioni, conseguenze.

  1. Pentoxifylline. Le sostanze biologicamente attive migliorano la reologia del sangue. La flessibilità dei globuli rossi aumenta, possono passare attraverso piccoli capillari. Sullo sfondo dell'uso della pentossifillina, il sangue diventa fluido, la probabilità di incollare le cellule diminuisce. Il farmaco è prescritto a pazienti con disturbi circolatori. Controindicato nei pazienti dopo infarto miocardico.
  2. Reopoligljukin. Un farmaco con caratteristiche simili a Trental. L'unica differenza tra i farmaci è che Reopoliglyukin è più sicuro per gli esseri umani.

La medicina offre farmaci complessi che prevengono i coaguli di sangue. Le medicine contengono agenti antipiastrinici di gruppi diversi dell'azione corrispondente. I più efficaci sono Cardiomagnyl, Aspigrel e Agrenoks.

Principio di funzionamento

I farmaci bloccano la formazione di coaguli di sangue nei vasi e riducono il sangue. Ogni medicina ha un effetto specifico:

  1. Acido acetilsalicilico, Triflusal - il mezzo migliore nella lotta contro l'aggregazione piastrinica e la formazione di coaguli. Contengono sostanze attive che bloccano la produzione di prostaglandine. Le cellule prendono parte all'inizio del sistema di coagulazione del sangue.
  2. Trifusal, il dipiridamolo ha un effetto antiaggregante, aumentando il contenuto della forma ciclica di adenosina monofosfato nelle piastrine. Il processo di aggregazione tra le cellule del sangue viene interrotto.
  3. Clopidogrel contiene un principio attivo in grado di bloccare i recettori dell'adenosina difosfato sulla superficie delle piastrine. I coaguli si formano più lentamente a causa della disattivazione delle cellule del sangue.
  4. Lamifiban, Framon - farmaci che bloccano l'attività dei recettori della glicoproteina situati sulla membrana delle cellule del sangue. A causa dell'influenza attiva delle sostanze attive, la probabilità di adesione delle piastrine è ridotta.

Esiste una vasta lista di farmaci usati per trattare e prevenire la trombosi. In ogni singolo caso, il medico seleziona il più efficace, tenendo conto delle caratteristiche del paziente, dello stato del suo corpo.

Quando nominato

Il medico prescrive farmaci, prescrive i fondi dopo un'accurata visita medica sulla base della diagnosi stabilita e dei risultati della ricerca.

Principali indicazioni per l'uso:

  1. Per scopi profilattici o dopo un attacco di ictus ischemico.
  2. Ripristinare i disturbi associati alla circolazione cerebrale.
  3. Con pressione sanguigna elevata.
  4. Nella lotta contro le malattie che colpivano i vasi degli arti inferiori.
  5. Per il trattamento della cardiopatia ischemica.

I moderni agenti antipiastrinici sono prescritti ai pazienti dopo l'intervento chirurgico sul cuore o sui vasi sanguigni.

L'automedicazione non è raccomandata a causa del fatto che hanno numerose controindicazioni ed effetti collaterali. Sono necessari la consulenza e le visite mediche.

Per la prevenzione a lungo termine e il trattamento della trombosi, l'embolia, i medici prescrivono agenti antiaggreganti indiretti ai pazienti. I farmaci hanno un effetto diretto sul sistema di coagulazione del sangue. Il funzionamento dei fattori plasmatici diminuisce, la formazione di un coagulo si verifica più lentamente.

Chi è proibito ricevere

Preparazioni prescritte da un medico. I farmaci includono alcune controindicazioni di cui dovresti essere a conoscenza. Il trattamento con agenti antipiastrinici è vietato nei seguenti casi:

  • in caso di ulcera peptica degli organi dell'apparato digerente allo stadio acuto;
  • se ci sono problemi con il funzionamento del fegato e dei reni;
  • pazienti con diatesi emorragica o patologie, rispetto alle quali aumenta il rischio di sanguinamento;
  • se al paziente è stata diagnosticata una grave insufficienza cardiaca;
  • dopo un attacco di ictus emorragico.

Le donne incinte durante il terzo trimestre e le giovani madri che allattano non devono essere trattate con agenti antipiastrinici. È necessario consultare un medico o leggere attentamente le istruzioni per l'uso di droghe.

Possibili effetti collaterali

L'uso di agenti antipiastrinici può causare disagio e disagio. Quando si verificano effetti collaterali, compaiono segni caratteristici che devono essere segnalati al medico:

  • stanchezza;
  • sensazione di bruciore al petto;
  • mal di testa;
  • nausea, disturbi digestivi;
  • diarrea;
  • sanguinamento;
  • dolori di stomaco

In rari casi, il paziente è preoccupato per una reazione allergica al corpo con edema, eruzioni cutanee, vomito, problemi con la sedia.

I componenti attivi dei farmaci possono compromettere le funzioni del linguaggio, respiratorie e della deglutizione. Aumenta anche il battito cardiaco, l'innalzamento della temperatura corporea, la pelle e gli occhi diventano itterici.

Tra gli effetti collaterali ci sono debolezza generale nel corpo, dolore alle articolazioni, confusione e comparsa di allucinazioni.

Elenco dei mezzi più convenienti, economici ed efficaci

La moderna cardiologia offre un numero sufficiente di farmaci per il trattamento e la prevenzione della trombosi. È importante che l'antiagregante sia prescritto dal medico curante. Tutti gli anticoagulanti hanno effetti collaterali e controindicazioni.

  1. Acido acetilsalicilico Viene spesso prescritto ai pazienti per scopi profilattici al fine di prevenire la formazione di un coagulo di sangue. I componenti attivi hanno un alto tasso di assorbimento. L'effetto antipiastrinico si verifica 30 minuti dopo la prima dose. Il farmaco è disponibile in compresse. A seconda della diagnosi, il medico prescrive da 75 a 325 mg al giorno.
  2. Dipiridamolo. Antiplatelet, espandendo vasi coronarici, aumenta la velocità della circolazione sanguigna. Il principio attivo è dipiridamolo. Anticoagulante protegge le pareti dei vasi sanguigni e riduce la capacità delle cellule del sangue di aderire. Liberatoria: pillole e iniezioni.
  3. Eparina. Azione diretta anticoagulante. L'ingrediente attivo è l'eparina. Un agente la cui farmacologia prevede un'azione anticoagulante. Il farmaco viene prescritto a pazienti che hanno un alto rischio di trombosi. Il dosaggio e il meccanismo di trattamento sono selezionati individualmente per ciascun paziente. Il farmaco è disponibile iniezioni.
  4. Ticlopidine. L'agente è superiore in acido acetilsalicilico di efficienza. Ma per ottenere un effetto terapeutico ci vorrà più tempo. Il farmaco blocca il lavoro dei recettori e riduce l'aggregazione piastrinica. La medicina nella forma di targhe, il paziente deve esser preso 2 volte al giorno per 2 pezzi.
  5. Iloprost. Il farmaco riduce l'adesione, l'aggregazione e l'attivazione delle cellule del sangue. Espande arteriole e venule, ripristina la permeabilità vascolare. Un altro nome per la medicina è Ventavis o Ilomedin.

Questa è una lista incompleta di agenti antipiastrinici usati in medicina.

I medici non raccomandano l'auto-trattamento, è importante consultare uno specialista in modo tempestivo e sottoporsi a terapia. I farmaci antipiastrinici sono prescritti da un cardiologo, un neurologo, un chirurgo o un terapista.

Nella maggior parte dei casi, i pazienti assumono farmaci per il resto della loro vita. Tutto dipende dalle condizioni del paziente.

Una persona dovrebbe essere sotto la costante supervisione di uno specialista, eseguire periodicamente test e sottoporsi a un esame approfondito per determinare i parametri della coagulazione del sangue. La reazione al trattamento con agenti antipiastrinici è strettamente osservata dai medici.

Agenti antipiastrinici: meccanismo d'azione, uso / trattamento, elenco. Azione antipiastrinica di cosa si tratta

lista di farmaci. Anticoagulanti e agenti antipiastrinici, loro caratteristiche

L'aumento della coagulazione del sangue spesso causa trombosi, che porta alle conseguenze più gravi, inclusa la morte. I risultati della farmacologia consentono di salvare la vita dei pazienti con questa patologia a causa della terapia di supporto sotto forma di assunzione di farmaci antipiastrinici.

Cosa sono gli anticoagulanti?

Le proprietà reologiche del sangue sono fornite dall'equilibrio tra coagulazione e sistemi anticoagulanti. L'anti-trombina III e l'eparina sono coinvolte nel mantenimento di questo equilibrio come anticoagulanti naturali, che hanno una funzione antitrombotica diretta, cioè, prevengono la formazione di un coagulo di sangue. Il meccanismo di azione di quest'ultimo è associato alla formazione di un complesso con antitrombina III, con il risultato che la formazione di antitrombina attiva. Lui, a sua volta, è responsabile per il legame della trombina, rendendolo inattivo - questo contribuisce all'inibizione della trombosi. Anche l'antitrombina III ha proprietà anticoagulanti, inattivando la trombina, ma questa reazione procede molto lentamente.

La capacità dell'eparina di inattivare la trombina dipende direttamente dalla quantità di antitrombina III nel sangue. Assicurati di regolare la dose sulla base delle analisi. Spesso è necessario prescrivere due farmaci contemporaneamente - eparina e antitrombina III, mentre i dosaggi vengono selezionati individualmente per ciascuna persona.

Il legame con l'antitrombina non è l'unica funzione dell'eparina. Inoltre, è in grado di fendere la fibrina senza la partecipazione della plasmina, che è chiamata lisi non enzimatica. Questa reazione è associata alla formazione di composti con varie sostanze biologicamente attive, tra cui peptidi e ormoni. Altre funzioni includono la soppressione di un numero di enzimi, la partecipazione al processo infiammatorio (riduce la sua intensità), così come l'attivazione della lipoproteina lipasi e il miglioramento del flusso sanguigno nei vasi cardiaci.

Quali sono gli agenti antipiastrinici?

I preparati di anticoagulanti e agenti antipiastrinici sono efficacemente usati in medicina. Tale nome è stato dato ad agenti che inibiscono l'adesione (aggregazione) delle cellule del sangue - piastrine e globuli rossi. Il meccanismo di azione di queste sostanze è diverso, il che ci ha permesso di identificare diversi gruppi. I farmaci antipiastrinici, la cui lista è ampia, sono classificati come segue.

  1. Calcio antagonisti ("verapamil").
  2. Inibitori enzimatici, che includono sostanze che inibiscono la cicloossigenasi (acido acetilsalicilico, "naprossene", "indometacina"), nonché adenilato ciclasi e fosfodiesterasi ("ticlopidina", "pentossifillina").
  3. Farmaci che stimolano la formazione di prostaciclina ("pirazolina").
  4. Prostanoidi ("Prostaciclina" e suoi analoghi di natura sintetica).
  5. Farmaci che inibiscono il rilascio di sostanze contenute nelle piastrine ("Piracetam").

testimonianza

I farmaci antipiastrinici sono farmaci i cui nomi sono noti a molti a causa del loro uso diffuso. La funzione principale di questo gruppo è la prevenzione della trombosi. Gli agenti antipiastrinici sono farmaci che vengono effettivamente utilizzati in numerose patologie cardiovascolari, nonché dopo interventi chirurgici (valvole cardiache protesiche).

"Aspirina", "Sulfinpyrazon", "Indometacina"

Aterosclerosi, valvole artificiali, cardiopatia ischemica

"Dipiridamol", "Tiklopidin", "Suloktidil", "Piracetam", "Tsetediel"

Angina instabile, aterosclerosi

Farmaci antipiastrinici: una lista di farmaci che vengono spesso utilizzati nella pratica medica

Ci sono un sacco di droghe che appartengono a questo gruppo e hanno tutte le loro caratteristiche. La selezione di un particolare farmaco dipende dal caso clinico. E, naturalmente, l'automedicazione in questa situazione è inappropriata.

"Aspirina"

Nella regolazione dell'emostasi sono coinvolti gli eicosanoidi, che sono il prodotto dell'ossidazione dell'acido arachidonico. Tra questi, il trombossano A2 è il più importante e la sua funzione principale è assicurare l'aggregazione piastrinica. L'azione dell'aspirina ha lo scopo di inibire l'enzima, che è chiamato cicloossigenasi. Di conseguenza, la sintesi del tomboxano A2 viene soppressa, pertanto la formazione di trombi viene inibita. L'effetto aumenta con l'assunzione ripetuta del farmaco a causa del cumulo. Per la completa inibizione della cicloossigenasi richiede l'assunzione giornaliera. Il dosaggio ottimale riduce la probabilità di effetti collaterali di "Aspirina" anche con l'uso costante. Aumentare la dose è inaccettabile, poiché vi è il rischio di complicanze sotto forma di sanguinamento.

"Ticlopidine"

L'azione del farmaco si basa sul blocco di alcuni recettori responsabili della trombosi. Normalmente, quando ADP è legato a loro, si verifica un cambiamento nella forma piastrinica e l'aggregazione viene stimolata e la Ticlopidina inibisce questo processo. Una caratteristica di questa antipiastrina è la sua elevata biodisponibilità, che si ottiene con un alto tasso di assorbimento. Dopo la cancellazione, l'effetto è osservato per 3-5 giorni. Lo svantaggio è un gran numero di effetti collaterali, tra cui nausea, diarrea, trombocitopenia e agranulocitosi.

"Clopidogrel"

L'antiagregante è simile nel tipo alla Ticlopidina, ma il suo vantaggio è la sua tossicità relativamente bassa. Inoltre, il rischio di effetti collaterali durante l'assunzione di questo farmaco è molto più basso. Attualmente, gli esperti preferiscono Clapidogrel a causa dell'assenza di complicazioni come agranulocitosi e trombocitopenia.

"Eptifibatide"

Il farmaco interrompe l'aggregazione bloccando la glicoproteina, che si trova nella membrana piastrinica. È prescritto per la somministrazione endovenosa di getto, di regola, per angina e angioplastica per ridurre la probabilità di infarto del miocardio.

"Dipyridamole"

L'effetto principale del farmaco è la vasodilatazione, cioè la vasodilatazione, ma quando viene combinato con altri farmaci, si osserva un marcato effetto antipiastrinico. "Dipiridamolo" è prescritto insieme ad "Aspirina" se c'è un alto rischio di coaguli di sangue. È anche possibile combinare con "Warfarin", che viene effettivamente utilizzato dopo le valvole cardiache protesiche per ridurre la probabilità di embolia. Con la monoterapia, l'effetto è meno pronunciato.

Farmaci antipiastrinici - farmaci (elenco: "Eliquis", "Clopidogrel" e altri), ampiamente utilizzati nella pratica.

Controindicazioni

La prescrizione di agenti antipiastrinici richiede un'attenta analisi della storia, che include informazioni sulle comorbidità. In presenza di una malattia, che è una controindicazione per l'assunzione di farmaci in questo gruppo, è necessaria una correzione del piano di trattamento. In tali casi, viene effettuata una selezione individuale di mezzi e il loro dosaggio, e la terapia viene effettuata sotto la stretta supervisione di un medico. In nessun caso, la somministrazione indipendente di agenti antipiastrinici non è consentita, poiché le conseguenze possono essere disastrose.

  • le allergie;
  • diatesi emorragica;
  • rischio di sanguinamento;
  • grave insufficienza epatica e renale;
  • storia di aritmie;
  • ipertensione grave;
  • malattie ostruttive dell'apparato respiratorio;
  • età dei bambini (per la maggior parte dei farmaci).

Inoltre, molti agenti antipiastrinici (una lista di farmaci discussi in questo articolo) sono controindicati in gravidanza e allattamento. Durante questo periodo, si dovrebbe dare la preferenza a medicinali che siano sicuri sia per il bambino che per la madre.

Agenti antipiastrinici. Preparativi: lista durante la gravidanza

In caso di violazione della circolazione sanguigna del feto, vi è il rischio di aborto. Questo fenomeno è chiamato insufficienza fetoplacentare. In caso di violazione della somministrazione di ossigeno con sangue, il feto sviluppa grave ipossia, che minaccia non solo le deviazioni nel suo sviluppo, ma anche la morte. Quando si diagnostica una tale patologia, è necessario un trattamento immediato, che consiste nel migliorare il flusso sanguigno e ridurre la viscosità del sangue. A tale scopo vengono prescritti agenti antipiastrinici, ma va ricordato che non tutti i farmaci in questo gruppo sono sicuri durante la gravidanza. Solo alcuni prodotti possono essere utilizzati.

"Kurantil"

Il farmaco è molto popolare a causa del fatto che nella lista delle controindicazioni non ci sono gravidanza e allattamento al seno. Il principio attivo "Curantile" è il dipiridamolo precedentemente descritto, che dilata i vasi sanguigni e inibisce anche la formazione di trombi. Il farmaco migliora l'afflusso di sangue al muscolo cardiaco, garantendo la consegna della quantità di ossigeno richiesta. A causa di ciò, K "urantil" può essere usato in presenza di malattie cardiovascolari in una donna incinta. Tuttavia, l'indicazione principale per assegnarlo alle donne in gravidanza è l'insufficienza placentare. A causa del miglioramento delle proprietà reologiche del sangue e della vasodilatazione, viene prevenuta l'occlusione vascolare della placenta, pertanto il feto non soffre di ipossia. Un ulteriore vantaggio del farmaco può essere definito un effetto immunomodulatore. Il farmaco stimola la produzione di interferone, con conseguente riduzione del rischio di sviluppare malattie virali nella madre. Sebbene Curantil possa essere usato durante la gravidanza e l'allattamento, deve essere prescritto solo quando indicato. Quando si prende il farmaco dovrebbe ridurre il consumo di tè e caffè, in quanto riducono la sua efficacia. Farmaci antipiastrinici - farmaci (elenco sopra), che non dovrebbero essere combinati con tali bevande. Sebbene durante la gravidanza non si consigli di essere coinvolti in alcun modo.

I farmaci antipiastrinici, una lista di farmaci che ha dozzine di articoli, sono usati efficacemente nel trattamento delle malattie del sistema cardiovascolare. Tuttavia, dovresti essere consapevole delle possibili complicazioni associate a bassa viscosità del sangue e soppressione della coagulazione. Agenti antipiastrinici - farmaci che possono essere utilizzati solo sotto la supervisione del medico curante, selezionerà il dosaggio richiesto e il corso della terapia.

lista delle sostanze stupefacenti, classificazione e meccanismo d'azione

Gli agenti antipiastrinici sono un gruppo di farmaci che prevengono i coaguli di sangue.

Agiscono nella fase della coagulazione del sangue, durante la quale si ha aggregazione o aggregazione di piastrine. Essi inibiscono (inibiscono) il processo di incollaggio delle piastrine nel sangue e la coagulazione non si verifica. Diversi farmaci in questo gruppo hanno diversi meccanismi di azione per ottenere un effetto antipiastrinico.

Oggi la medicina utilizza sia farmaci noti da lungo tempo che promuovono la fluidificazione del sangue, sia farmaci moderni che hanno meno controindicazioni e effetti collaterali meno pronunciati. La farmacologia lavora costantemente a nuovi farmaci, le cui caratteristiche saranno migliori di quelle precedenti.

Quando prescritto

Le principali indicazioni per l'assunzione di agenti antipiastrinici sono le seguenti:

  • CHD (ischemia del cuore).
  • Attacchi ischemici transistor.
  • Disturbi della circolazione cerebrale, prevenzione degli ictus ischemici, stato dopo ictus ischemico.
  • Cardiopatia ipertensiva.
  • Condizione dopo l'intervento chirurgico al cuore.
  • Malattie obliteranti dei vasi delle gambe.

Controindicazioni

Diversi farmaci possono avere diverse controindicazioni. I più comuni includono quanto segue:

  • Disturbi del fegato e dei reni espressi.
  • Ulcera peptica
  • Malattie associate al rischio di sanguinamento.
  • Insufficienza cardiaca con manifestazioni gravi.
  • Ictus emorragico.
  • Gravidanza e tempo di allattamento.

Elenco di agenti antipiastrinici e loro classificazione

Tutti gli agenti antipiastrinici possono essere suddivisi in gruppi:

  1. Acido acetilsalicilico e suoi derivati ​​(Trombo-AU, Aspirina cardio, Acekardol, Cardiomagnyl, Aspicore, CardiAAS) e altri.
  2. Bloccanti dei recettori ADP (clopidogrel, ticlopidina).
  3. Inibitori di fosfodiestasi (Trifusal, Dipiridamole).
  4. Bloccanti dei recettori della glicoproteina (Lamifiban, Eptifibatide, Tirofiban, Abtsiksimab).
  5. Inibitori del metabolismo dell'acido arachidonico (Indobufen, Picotamide).
  6. Medicinali a base di piante Ginkgo Biloba (Bilobil, Ginos, Ginkio).
  7. Piante con proprietà antipiastriniche (ippocastano, mirtillo, liquirizia, tè verde, zenzero, soia, mirtillo rosso, aglio, ginseng, trifoglio rosso, melograno, erba di San Giovanni, cipolle e altri).
  8. Questa categoria include vitamina E, che presenta le stesse proprietà.

Ora - più in dettaglio su alcuni dei farmaci più comuni.

aspirina

Il primo della lista è l'acido acetilsalicilico o l'aspirina, lo strumento più conosciuto che è ampiamente usato non solo come agente antipiastrinico, ma anche come agente antinfiammatorio e antipiretico. Il meccanismo d'azione dell'aspirina consiste nel sopprimere la biosintesi del trombossano A2, che si trova nelle piastrine. Pertanto, il processo di incollaggio è disturbato e il sangue si coagula più lentamente. A grandi dosi, l'acido acetilsalicilico agisce su altri fattori della coagulazione, motivo per cui l'effetto anticoagulante aumenta solo.

L'aspirina è l'antiaggregante più popolare

L'aspirina ha diverse indicazioni, ma il più delle volte è prescritto per la prevenzione della trombosi. Il farmaco è ben assorbito nello stomaco, escreto dai reni per 20 ore. L'effetto arriva in mezz'ora. Dovrebbe essere assunto solo dopo un pasto, altrimenti c'è il rischio di ulcere allo stomaco. Disponibile in forma di pillola.

Non bere l'aspirina da solo. Durante la sua ricezione, è necessario monitorare i parametri di coagulazione del sangue e regolare il dosaggio se necessario. È importante ricordare il rischio di sanguinamento durante l'assunzione di aspirina e anticoagulanti. L'acido acetilsalicilico insieme ad altri farmaci anti-infiammatori non steroidei ha un effetto negativo sulla mucosa gastrica.

Alle suddette controindicazioni dovrebbe essere aggiunto l'asma bronchiale.

L'aspirina causa molti effetti collaterali, tra cui:

  • dolori allo stomaco;
  • nausea;
  • ulcera peptica;
  • mal di testa;
  • le allergie;
  • disturbi dei reni e del fegato.

clopidogrel

Questo farmaco è un bloccante del recettore ADP. Blocca il legame dell'adenosina trifosfato ai recettori, inibendo così il processo di adesione delle piastrine. Rispetto ad altri bloccanti, i recettori ADP causano meno allergie ed effetti collaterali dal sangue e dal sistema gastrointestinale.

Dopo l'ingestione, si verifica un rapido assorbimento del farmaco nel tratto gastrointestinale, un'ora dopo la massima concentrazione nel sangue. Excreted nelle feci e nelle urine. L'effetto massimo viene raggiunto in circa una settimana e può durare fino a 10 giorni. Disponibile in compresse.

Previene la trombosi nelle malattie cardiovascolari in modo più efficace rispetto all'aspirina.

Il farmaco non deve essere prescritto con anticoagulanti diretti e indiretti. Le controindicazioni sono fondamentalmente le stesse di quelle di altri agenti appartenenti a questo gruppo.

Da effetti collaterali allergie osservate, ittero, disturbi del tratto digestivo, vertigini.

Integrilina (Etifibatid)

Si riferisce agli antagonisti della glicoproteina IIb / IIIa. Previene il legame del fibrinogeno e fattori di coagulazione dei recettori piastrinici plasmatici, inibendo così l'adesione delle piastrine. Non influenza APTT e il tempo di protrombina. Le sue azioni sono reversibili e dopo poche ore le loro piastrine tornano alle piastrine.

Insieme a Integrilin, l'eparina e l'acido acetilsalicilico sono prescritti per il trattamento complesso della sindrome coronarica acuta. Disponibile in soluzione iniettabile e viene utilizzato solo per il trattamento ospedaliero.

Il farmaco è controindicato in gravidanza, allattamento, emorragia interna, diatesi emorragica, grave ipertensione, trombocitopenia, aneurisma, gravi patologie renali ed epatiche.

Gli effetti collaterali includono la bradicardia, una diminuzione della pressione sanguigna, reazioni allergiche e una diminuzione del numero di piastrine nel sangue.

carillon

Appartiene agli inibitori delle piastrine fosfodiesterasi con il principale principio attivo dipiridamolo.

Il suo effetto antiaggregante si basa sulla soppressione dell'attività degli enzimi piastrinici, sul rilascio di prostaciclina dall'endotelio e sul blocco della formazione del trombossano A2.

Con la sua azione è vicino all'aspirina, inoltre, dilata i vasi coronarici durante un attacco di angina pectoris.

Assorbito rapidamente nel tratto digestivo, del 40-60%, e in circa un'ora raggiunge la massima concentrazione nel sangue. È derivato dalla bile.

La forma di rilascio del farmaco - pillole e pillole.

Degli effetti collaterali più spesso notati:

  • vertigini;
  • mal di testa,
  • nausea,
  • arrossamento del viso;
  • dolori muscolari;
  • abbassando la pressione sanguigna
  • allergie cutanee;
  • aumento dei sintomi di ischemia.
Non puoi assumere Curantil in infarto acuto e angina instabile

Tiklid (ticlopidina)

Questo farmaco è superiore nel suo effetto antiaggregante dell'acido acetilsalicilico, ma l'effetto desiderato si verifica molto più tardi. Blocca i recettori piastrinici IIb / IIIa, riduce la viscosità del sangue, aumenta l'elasticità dei globuli rossi e la durata del sanguinamento.

È prescritto per l'aterosclerosi grave al fine di prevenire l'ischemia, dopo infarto miocardico, dopo un intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie, come profilassi per patologie piastriniche, per prevenire lo sviluppo di retinopatia sullo sfondo del diabete mellito.

Modulo di rilascio - pillole.

Non assumere Tiklid con tendenza al sanguinamento (con alcune malattie del sangue, emorragie, ulcere gastriche), intolleranza alla ticlopidina. Il farmaco può causare cambiamenti nella composizione del sangue, sanguinamento, dolore addominale, reazioni allergiche, ittero.

Preparazioni combinate

La composizione di questi farmaci comprende diversi agenti antipiastrinici che migliorano le azioni l'uno dell'altro. Le più comunemente prescritte includono:

  • Aspigrel - contiene acido acetilsalicilico e clopidogrel.
  • Agrenox - contiene dipiridamolo e aspirina.
  • Cardiomagnyl è basato su acido acetilsalicilico e magnesio.
  • CombiASK è un analogo di Cardiomagnyl.
  • Magnicor è vicino a Cardiac Magnetic nella composizione.

conclusione

Non è consentito l'uso indipendente di agenti antipiastrinici a causa del gran numero di controindicazioni ed effetti collaterali. Il trattamento deve avvenire sotto la supervisione di un medico che monitorerà il tasso di coagulazione del sangue e cambierà il dosaggio o il farmaco se necessario.

Anche quei fondi che vengono venduti in farmacia senza prescrizione medica, è necessario prendere solo su prescrizione medica. Questi includono aspirina, carillon e altri farmaci, che includono acido acetilsalicilico e compresse a base di ginkgo biloba. Non farti coinvolgere in piante che hanno effetti antipiastrinici.

AZIONE ANTIAGREGANTE IT - Agenti antipiastrinici: revisione di farmaci, indicazioni e controindicazioni | Non mentire

Rapidamente e abbastanza bene (37-66%) assorbito nel tratto gastrico quando assunto per via orale. Questo è un farmaco del gruppo di FANS che ha un marcato effetto antipiastrinico.

Il meccanismo della sua azione è stato poco studiato e, a quanto pare, è in gran parte dovuto all'emodiluizione. Per effetto antipiastrinico vicino all'acido acetilsalicilico. Rafforza l'effetto ipotensivo di alcuni gruppi di farmaci antipertensivi, vasodilatatori. È un forte agente antiaggregante, prolungando il tempo di sanguinamento, inibendo l'adesione piastrinica e inibendo la loro aggregazione.

L'aspirina è inclusa nella composizione minima del kit di pronto soccorso. I farmaci antipiastrinici inibiscono l'aggregazione piastrinica e i globuli rossi, riducono la loro capacità di aderire e aderire (l'adesione) all'endotelio dei vasi sanguigni. L'acido acetilsalicilico è attualmente il principale rappresentante degli agenti antipiastrinici. Di conseguenza, la prostaglandina H2 e il trombossano A2, che sono induttori endogeni dell'aggregazione piastrinica, sono bloccati dall'acido arachidonico.

Di conseguenza, l'adesione delle piastrine all'endotelio vascolare è indebolita, i processi di escrezione di un numero di sostanze (ADP, serotonina, trombossano) che inducono l'aggregazione piastrinica sono disturbati. Tuttavia, il loro effetto sull'aggregazione piastrinica non è stabile e, pertanto, questo gruppo viene solitamente usato in combinazione con acido acetilsalicilico. Sono in corso ricerche per la nuova A. attiva tra gli analoghi della prostaciclina che differiscono da essa per la loro maggiore durata d'azione.

L'ottava edizione del libro di testo sostanzialmente rivista e integrata da molti nuovi prodotti e dal capitolo sui preparati venotropici. Uno dei metodi più efficaci di farmacoprophylaxis nella formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni è l'uso di farmaci speciali - agenti antipiastrinici. Il meccanismo di coagulazione del sangue è un insieme complesso di processi fisiologici e biochimici ed è brevemente descritto sul nostro sito Web nell'articolo "Anticoagulanti ad azione diretta".

Gli agenti antipiastrinici sono:

L'emivita dipende dall'età del paziente e dalla dose del farmaco e varia nell'arco di 2-20 ore. Modulo di rilascio - pillole. La dose raccomandata come agente antipiastrinico - 75-100-325 mg, a seconda della situazione clinica.

Acido acetilsalicilico (aspirina)

La sua struttura e meccanismo d'azione è simile alla ticlopidina: inibisce l'aggregazione delle piastrine, bloccando irreversibilmente il legame dell'adenosina trifosfato ai loro recettori. Controindicazioni all'uso di questo farmaco sono angina instabile e infarto miocardico acuto. È usato nella terapia complessa (in associazione con acido acetilsalicilico ed eparina) della sindrome coronarica acuta e durante l'angioplastica coronarica.

Disponibile sotto forma di soluzione per iniezione e infusione. Questo è un farmaco molto serio, dovrebbe essere usato solo in condizioni di attento monitoraggio delle condizioni del paziente. Quanto sopra sono gli agenti antipiastrinici più comunemente utilizzati nella pratica medica. Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che i dati inseriti nell'articolo sono forniti all'utente esclusivamente per motivi di familiarizzazione e non come guida all'azione.

Gli agenti antiaggreganti sono un gruppo di farmaci farmacologici che inibiscono la formazione di trombi inibendo l'aggregazione piastrinica e sopprimendo la loro adesione alla superficie interna dei vasi sanguigni. Gli agenti antipiastrinici sono più efficaci nelle fasi iniziali della coagulazione del sangue quando si verifica l'aggregazione piastrinica e la formazione di un coagulo di sangue primario.

La terapia antipiastrinica e anticoagulante è alla base del trattamento e della prevenzione di ictus e infarti. Gli anticoagulanti, a differenza degli agenti antipiastrinici, sono più aggressivi. I farmaci antipiastrinici sono piuttosto numerosi. La maggior parte di loro sono agenti profilattici usati in un certo numero di malattie cardiovascolari e nel primo periodo postoperatorio.

Il meccanismo d'azione dei FANS è associato al blocco degli enzimi che regolano la sintesi e il metabolismo delle prostaglandine delle piastrine e della parete vascolare. Per ottenere un effetto antiaggregante persistente, è necessario utilizzare piccole dosi del farmaco.

L'uso simultaneo del farmaco con anticoagulanti e altri agenti antipiastrinici è altamente indesiderabile. I preparati contenenti ticlopidina come principio attivo principale includono: "Tiklid", "Tiklo", "Tiklopidin-Ratiopharm".

Inibisce l'attività delle piastrine e il loro legame, aumenta il tempo di sanguinamento. Clopidogrel "è un farmaco praticamente non tossico con lievi effetti collaterali. I moderni specialisti nella conduzione della terapia antipiastrinica lo preferiscono a "Klopidogrel" a causa dell'assenza di complicazioni durante il suo uso a lungo termine.

Nel caso di un'operazione pianificata, la somministrazione del farmaco viene interrotta in anticipo. Questo medicinale viene utilizzato esclusivamente in ospedale e un attento monitoraggio del paziente. Iloprost nella composizione del farmaco "Ventavis" è un analogo sintetico della prostaglandina ed è destinato all'inalazione. È un agente antipiastrinico usato per trattare l'ipertensione polmonare di varia origine. La maggior parte dei farmaci moderni sono combinati.

Sopprime l'attività di specifici enzimi piastrinici, a seguito della quale aumenta il contenuto di cAMP, che ha un effetto antipiastrinico. Secondo il meccanismo d'azione sull'aggregazione piastrinica, l'anturano è leggermente diverso dall'acido acetilsalicilico.

Materiali correlati:

Antiplatelet - è. Quali sono gli agenti antipiastrinici?

La prostaciclina ha pronunciato proprietà antiaggregatorie. Aumenta il livello di cAMP nelle piastrine attivando l'adenilato ciclasi, che stimola la formazione di cAMP. Tuttavia, l'effetto della prostaciclina è molto breve (pochi minuti) e pertanto non ha ricevuto un'ampia applicazione pratica. Sono in corso ricerche per la nuova A. attiva tra gli analoghi della prostaciclina che differiscono da essa per la loro maggiore durata d'azione.

A volte, per ottenere un effetto antiaggregante veloce, viene utilizzato un sostituto del sangue, reopolyglukine, che è una preparazione di destrano a basso peso molecolare. Il meccanismo della sua azione è stato poco studiato e, a quanto pare, è in gran parte dovuto all'emodiluizione.

Le indicazioni per l'uso di A. sono condizioni pre-trombotiche, trombosi, disturbi del microcircolo di diversa localizzazione. In particolare, AA mostrata in infarto miocardico, ictus ischemico, angiopatia diabetica, retinopatia, aterosclerotica, arterie polmonari tromboemboliche e le arterie delle estremità, tromboflebite, per prevenire la trombosi postoperatoria Inoltre, A. utilizzato nella sindrome di coagulazione intravascolare disseminata, in cui una diminuzione di aggregazione piastrinica nella circolazione generale con questa sindrome non è una controindicazione alla nomina di farmaci in questo gruppo. Con la minaccia di sanguinamento A. controindicato. A. L'azione può migliorare molti farmaci che inibiscono la funzione piastrinica come indometacina, fenilbutazone, ibuprofene e altri farmaci non steroidei anti-infiammatori, bloccanti dei canali del calcio (verapamil, fenigidin et al.), Angioprotectors (parmidin, etamzilat) e altri. Va considerato quando combinato l'uso di A. e di tali droghe.

Bibliografia: Lakin KM e altri inibitori dell'aggregazione piastrinica, Pharm. e toksikol., № 3, p. 113, 1983, bibliogr., Lakin KM e altri meccanismi d'azione di vari inibitori dell'aggregazione piastrinica, Vesti. AMS URSS, № 11, p. 54, 1984, bibliogr.

Agenti antipiastrinici, disaggregati: elenco di farmaci, azione

Gli agenti antiaggreganti sono un gruppo di farmaci farmacologici che inibiscono la formazione di trombi inibendo l'aggregazione piastrinica e sopprimendo la loro adesione alla superficie interna dei vasi sanguigni.

Questi farmaci non solo inibiscono il lavoro del sistema di coagulazione del sangue, ma migliorano anche le sue proprietà reologiche e distruggono gli aggregati già esistenti.

Sotto l'influenza di agenti antipiastrinici, l'elasticità delle membrane degli eritrociti diminuisce, si deformano e facilmente passano attraverso i capillari. Il flusso sanguigno è migliorato, il rischio di complicanze è ridotto. Gli agenti antipiastrinici sono più efficaci nelle fasi iniziali della coagulazione del sangue quando si verifica l'aggregazione piastrinica e la formazione di un coagulo di sangue primario.

punti di applicazione e azione degli agenti antipiastrinici di base

Gli agenti antipiastrinici sono usati nel periodo postoperatorio per prevenire la trombosi, con tromboflebite, cardiopatia ischemica, ischemia acuta del cuore e del cervello, cardiosclerosi post infartuale.

La patologia cardiaca e il metabolismo compromesso sono accompagnati dalla formazione di placche di colesterolo sull'endotelio arterioso, che restringe il lume dei vasi. Il flusso sanguigno nel sito della lesione rallenta, il sangue si infittisce, si forma un coagulo di sangue, su cui le piastrine continuano a depositarsi. I coaguli di sangue si diffondono attraverso il flusso sanguigno, entrano nelle navi coronarie e li ostruiscono. C'è un'ischemia miocardica acuta con sintomi clinici caratteristici.

La terapia antipiastrinica e anticoagulante è alla base del trattamento e della prevenzione di ictus e infarti. Né gli agenti antipiastrinici, né gli anticoagulanti possono distruggere un coagulo di sangue formato. Conservano il coagulo da un'ulteriore crescita e prevengono il blocco dei vasi sanguigni. I preparativi di questi gruppi permettono di salvare la vita dei pazienti con ischemia acuta.

Gli anticoagulanti, a differenza degli agenti antipiastrinici, sono più aggressivi. Sono considerati più costosi e presentano un maggior rischio di effetti collaterali.

testimonianza

Indicazioni per la terapia antipiastrinica:

  • Disturbi ischemici
  • Propensione alla trombosi,
  • aterosclerosi,
  • Angina instabile,
  • malattia coronarica,
  • cardiopatia ipertensiva
  • Endarterite obliterante,
  • Insufficienza placentare
  • Trombosi arteriosa periferica,
  • Ischemia cerebrale e encefalopatia dyscirculatory,
  • Condizione dopo trasfusione del sangue e smistamento di navi.

Controindicazioni

Gli agenti antipiastrinici sono controindicati nelle donne durante la gravidanza e nel periodo dell'allattamento; persone di età inferiore ai 18 anni; così come soffrendo delle seguenti malattie:

  1. Lesione erosiva e ulcerativa del tubo digerente,
  2. Disfunzione epatica e renale
  3. ematuria,
  4. Patologia cardiaca,
  5. Sanguinamento attivo
  6. broncospasmo,
  7. "Triade di aspirina",
  8. trombocitopenia,
  9. Carenza di vitamina C e K,
  10. Aneurisma acuto del cuore,
  11. Anemia.

Effetti collaterali

Elenco di farmaci antipiastrinici

I farmaci antipiastrinici sono piuttosto numerosi. La maggior parte di loro sono agenti profilattici usati in un certo numero di malattie cardiovascolari e nel primo periodo postoperatorio.

Acido acetilsalicilico (aspirina)

Questo è un farmaco del gruppo di FANS che ha un marcato effetto antipiastrinico. Il meccanismo d'azione dei FANS è associato al blocco degli enzimi che regolano la sintesi e il metabolismo delle prostaglandine delle piastrine e della parete vascolare. "Acido acetilsalicilico" viene utilizzato per profilassi per prevenire la trombosi ed è il più conveniente di tutti gli agenti antipiastrinici utilizzati in piccole dosi. Questo farmaco è stato ampiamente utilizzato nella pratica ambulatoriale. Elimina i principali segni di infiammazione: riduce la febbre e il dolore. Il farmaco ha un effetto inibitorio sul centro ipotalamico di termoregolazione e dolore.

"L'acido acetilsalicilico" deve essere assunto dopo un pasto, perché può causare la formazione di un'ulcera gastrica o di altra gastropatia. Per ottenere un effetto antiaggregante persistente, è necessario utilizzare piccole dosi del farmaco. Per migliorare le proprietà reologiche del sangue e sopprimere l'aggregazione piastrinica, ai pazienti viene prescritta mezza compressa una volta al giorno.

ticlopidina

"Tiklopidin" - un farmaco con attività antitrombotica pronunciata. Questo farmaco ha un effetto più forte dell'acido acetilsalicilico. "Tiklopidin" è prescritto a pazienti con malattie cerebrovascolari ischemiche, in cui il flusso di sangue al tessuto cerebrale diminuisce, così come con malattia coronarica, ischemia delle gambe, retinopatia sullo sfondo del diabete mellito. Le persone che hanno subito uno smistamento di vasi sanguigni, mostrano un uso a lungo termine del farmaco.

È un forte agente antiaggregante, prolungando il tempo di sanguinamento, inibendo l'adesione piastrinica e inibendo la loro aggregazione. L'uso simultaneo del farmaco con anticoagulanti e altri agenti antipiastrinici è altamente indesiderabile. Il corso del trattamento è di 3 mesi e viene effettuato sotto il controllo del sangue periferico.

La caratteristica principale di questo agente antipiastrinico è la sua elevata biodisponibilità, che si ottiene grazie al suo alto tasso di assorbimento. L'effetto terapeutico dopo l'interruzione del farmaco persiste per diversi giorni.

I preparati contenenti ticlopidina come principio attivo principale includono: "Tiklid", "Tiklo", "Tiklopidin-Ratiopharm".

pentoxifylline

Il farmaco ha un'azione antiaggregante e antispasmodica, dilata i vasi sanguigni e migliora l'afflusso di sangue agli organi interni. Il farmaco ha un effetto positivo sulle proprietà reologiche del sangue e non influenza la frequenza cardiaca. "Pentossifillina" è un angioprotettore che aumenta l'elasticità delle cellule del sangue e rafforza la fibrinolisi. Il farmaco è indicato per angiopatia, claudicatio intermittente, sindrome post-trombotica, congelamento, vene varicose, malattia coronarica.

clopidogrel

Questa è una droga sintetica, la struttura e il meccanismo d'azione che ricorda "Tiklopidin". Inibisce l'attività delle piastrine e il loro legame, aumenta il tempo di sanguinamento. "Clopidogrel" è un farmaco praticamente non tossico con lievi effetti collaterali. I moderni specialisti nella conduzione della terapia antipiastrinica lo preferiscono a "Klopidogrel" a causa dell'assenza di complicazioni durante il suo uso a lungo termine.

dipiridamolo

"Dipiridamolo" è un agente antipiastrinico che dilata i vasi sanguigni del cuore. Il farmaco aumenta il flusso sanguigno collaterale, migliora la contrattilità miocardica e normalizza il deflusso venoso. La vasodilatazione è l'azione principale del Dipiridamolo, ma in combinazione con altri farmaci ha un marcato effetto antipiastrinico. Di solito è prescritto a persone che hanno un alto rischio di coaguli di sangue e hanno subito un intervento chirurgico per le valvole cardiache protesiche.

"Curantil" - una droga il cui principale ingrediente attivo è dipiridamolo. A causa della mancanza di tali controindicazioni come la gravidanza e l'allattamento al seno, gode di grande popolarità. Sotto l'influenza del farmaco, i vasi sanguigni sono dilatati, la formazione di trombi viene soppressa e l'apporto di sangue al miocardio viene migliorato. "Curantil" prescritto a donne in gravidanza affette da malattie del sistema cardiovascolare o con una storia di insufficienza placentare. Sotto l'influenza di questo farmaco, le proprietà reologiche del sangue sono migliorate, i vasi della placenta si espandono, il feto riceve abbastanza ossigeno e sostanze nutritive. Inoltre, "Curantil" ha un effetto immunomodulatore. Stimola la produzione di interferone e riduce il rischio di malattie virali nella madre.

eptifibatide

"Eptifibatid" riduce il rischio di ischemia cardiaca nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo. Il farmaco è usato in combinazione con "Aspirina", "Clopidogrel", "Eparina". Prima di iniziare la terapia, vengono eseguite una valutazione angiografica e altre procedure diagnostiche. Le donne e le persone con più di 60 anni devono essere esaminate approfonditamente.

Rilasciare il farmaco sotto forma di soluzione per iniezione endovenosa, che viene somministrato secondo uno schema specifico. Dopo che il paziente è dimesso, il trattamento antipiastrinico viene continuato con farmaci sotto forma di compresse per diversi mesi. Per prevenire la recidiva di ischemia cardiaca e morte del paziente, i farmaci antipiastrinici sono raccomandati per tali pazienti per tutta la vita.

Quando si esegue un intervento chirurgico di emergenza, il farmaco deve essere interrotto. Nel caso di un'operazione pianificata, la somministrazione del farmaco viene interrotta in anticipo.

iloprost

Questo medicinale viene utilizzato esclusivamente in ospedale e un attento monitoraggio del paziente. La soluzione iniettabile viene preparata quotidianamente immediatamente prima della somministrazione, che consente di essere sterile. Si raccomanda ai pazienti sottoposti a trattamento con Iloprost di smettere di fumare. Le persone che assumono farmaci antipertensivi devono monitorare la pressione del sangue per evitare una grave ipotensione. L'ipotensione ortostatica può svilupparsi dopo il trattamento con un brusco aumento nel paziente.

Iloprost nella composizione del farmaco "Ventavis" è un analogo sintetico della prostaglandina ed è destinato all'inalazione. È un agente antipiastrinico usato per trattare l'ipertensione polmonare di varia origine. Dopo il trattamento, i pazienti dilatano i vasi polmonari e migliorano i parametri del sangue di base.

Preparazioni combinate

La maggior parte dei farmaci moderni sono combinati. Contengono numerosi agenti antipiastrinici contemporaneamente, che supportano e migliorano gli effetti l'uno dell'altro. I più comuni tra loro sono:

  • "Agrenox" è una preparazione complessa contenente "Dipiridamol" e "Aspirina".
  • Aspigrel include Clopidogrel e Aspirina.
  • Coplavix ha la stessa composizione di Aspigrel.
  • La composizione di "Cardiomagnyl" comprende "acido acetilsalicilico" e l'elemento traccia "Magnesio".

Questi agenti antipiastrinici sono più spesso usati nella medicina moderna. Sono prescritti ai pazienti da cardiologi per patologia cardiaca, neurologi per malattie di vasi cerebrali e chirurghi vascolari per lesioni delle arterie della gamba.

Video: Workshop sulla terapia antipiastrinica e antipiastrinica

Video: lezione - terapia antipiastrinica per la sindrome coronarica acuta

Stampa tutte le pubblicazioni con un'etichetta: Fase 1: paga per la consultazione utilizzando il modulo → Passaggio 2: dopo il pagamento, fai la tua domanda nel modulo sottostante ↓ Passaggio 3: puoi anche ringraziare lo specialista con un altro pagamento di un importo arbitrario

elenco dei disaggregati delle droghe, classificazione e prescrizione

I coaguli di sangue sono formazioni pericolose che possono bloccare parzialmente o completamente il lume dei vasi sanguigni. Ciò porta all'interruzione dell'afflusso di sangue ai tessuti e agli organi, mentre nella forma acuta un tale fenomeno può portare ad un ictus cerebrale. Per ripristinare la normale circolazione sanguigna e la viscosità del sangue, vengono utilizzati farmaci antipiastrinici, la cui lista è ampia e destinata al trattamento delle malattie vascolari.

Cos'è l'antipiastrina

Allora, che cos'è - antipiastrinica? Questo è un gruppo di farmaci che prevengono i coaguli di sangue. I principi attivi che compongono questi farmaci impediscono alle piastrine di aderire, prevenendo la coagulazione del sangue. Oltre agli antiaggregati dell'udito disaggregati, che cos'è? Questi sono farmaci con un effetto simile, sono spesso prescritti a pazienti con angina.

Gli anticoagulanti hanno lo stesso principio d'azione, ma sono più aggressivi e hanno più effetti collaterali. La farmacologia si sta sviluppando rapidamente e i disaggregati e gli anticoagulanti diventano più efficaci e più sicuri da usare.

Indicazioni principali

I farmaci antiaggreganti sono prescritti da un medico per:

  • ischemia;
  • ipertensione;
  • dopo un intervento chirurgico al cuore;
  • malattie del piede;
  • prevenzione dell'ictus cerebrale o recupero dopo di esso.

È importante! Tutti i farmaci in questo gruppo sono prescritti solo su prescrizione medica. Farmaci non autorizzati senza tener conto della durata del corso e il dosaggio è irto di gravi effetti collaterali.

Il meccanismo d'azione degli agenti antipiastrinici

Quando i tessuti oi vasi sanguigni sono danneggiati per prevenire forti emorragie, il sangue inizia a coagularsi, questo accade quando le piastrine si attaccano ai globuli rossi. Di conseguenza, compaiono i coaguli, sono anche chiamati coaguli di sangue. Questa è una normale reazione del corpo alle lesioni.

Ma a volte il processo di trombosi si verifica per altri motivi. Qualsiasi danno alle navi e processi infiammatori in essi provocano la formazione di trombi proprio all'interno del flusso sanguigno. I coaguli di sangue intasano gradualmente il lume della nave, a causa della quale la circolazione sanguigna viene disturbata.

A seconda della localizzazione di tali aree bloccate, le conseguenze potrebbero essere diverse. La più pericolosa formazione di coaguli di sangue nel cervello, il blocco dei vasi sanguigni porta all'ictus. La mortalità dopo un attacco raggiunge il 50% durante l'anno.

Gli agenti antipiastrinici come analoghi più morbidi degli anticoagulanti interferiscono con la trombosi attraverso il diradamento del sangue. Le persone che sono inclini a malattie vascolari, a volte devono assumere questi farmaci per tutta la vita. Gli anticoagulanti sono utilizzati in casi più urgenti quando è necessario agire il più rapidamente possibile - per infarti e ictus.

Elenco di farmaci efficaci

L'elenco degli agenti antipiastrinici e antiaggreganti è piuttosto esteso. I mezzi più efficaci di questo tipo includono:

  1. Aspirina (acido acetilsalicilico). Il fluidificante del sangue viene spesso usato per prevenire la formazione di coaguli di sangue. L'aspirina è uno dei farmaci più popolari e poco costosi in questo gruppo, una dose molto piccola è sufficiente affinché il farmaco abbia effetto. Lo strumento non solo normalizza la circolazione sanguigna, ma allevia anche la febbre e il dolore, quindi è spesso usato in ambulatorio. Nella lista degli effetti collaterali di Aspirina è un'ulcera allo stomaco, quindi in nessun caso non dovrebbe portarlo a stomaco vuoto, solo dopo un pasto. Il dosaggio e la durata del corso prescritti da un medico.
  2. Ticlopidine. A differenza dell'Aspirina, un farmaco più potente, è prescritto per le malattie del cervello ischemico, così come per i pazienti con diabete complicati dalla retinopatia. La ticlopidina diluisce il sangue, non può essere combinato con altri anticoagulanti e assunto in caso di sanguinamento grave. La durata del trattamento è di circa tre mesi e viene effettuata rigorosamente sotto la supervisione di un medico.
  3. Pentoxifylline. Antiplatelet e antispasmodico, è usato per dilatare i vasi sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna. Il farmaco non influisce sulla frequenza cardiaca e sulla pressione sanguigna.
  4. Clopidogrel. Con il principio di azione è simile a Tiklopidin. Il farmaco inibisce l'attività piastrinica, non permettendo loro di restare uniti, il che aumenta il sanguinamento. Clopidogrel non causa complicazioni durante un lungo ciclo di trattamento, motivo per cui è diventato molto popolare tra i medici moderni.
  5. Dipiridamolo. Espande i vasi cardiaci, migliorando la circolazione sanguigna nel muscolo stesso, influenza positivamente il lavoro del miocardio, che normalizza il deflusso del sangue venoso. Il dipiridamolo viene spesso prescritto per guarire da interventi chirurgici al cuore, in particolare sulle valvole cardiache.
  6. Chimes. Il farmaco è basato sul dipiridamolo. L'elenco delle controindicazioni Kurantila non include la gravidanza e l'allattamento, quindi è abbastanza popolare. Lo strumento dilata i vasi sanguigni, previene la formazione di coaguli di sangue e migliora il flusso di sangue al cuore. Curantil può essere assunto da donne in gravidanza che soffrono di malattie cardiache e vascolari. Il farmaco ha anche un effetto benefico sull'offerta di sangue nella placenta, grazie al quale il feto riceve più nutrienti e ossigeno. Inoltre, Curantil rafforza la resistenza di una donna incinta a vari virus.
  7. Eptifibatide. È usato per prevenire l'ischemia del cuore, ed è anche prescritto ai pazienti dopo l'intervento coronarico. Eptifibatid è il più delle volte preso in combinazione con altri fluidificanti del sangue. Prima di assumere il farmaco, è necessario sottoporsi a procedure diagnostiche, in particolare per le donne di qualsiasi età e per gli uomini sopra i 60 anni. Il farmaco viene somministrato per via endovenosa in ospedale, alla dimissione epifibatid prescritto sotto forma di compresse.
  8. Iloprost. Il farmaco viene utilizzato solo sotto la supervisione di medici e solo in ospedale. Iloprost viene somministrato per iniezione, durante il corso del trattamento non può essere fumato. Si raccomanda inoltre di monitorare attentamente il livello di pressione del sangue per evitare un forte aumento.

Per il trattamento del cuore e delle malattie vascolari vengono utilizzati, compresi i farmaci combinati e basati su diversi agenti antipiastrinici, ogni sostanza sostiene e potenzia l'azione di un altro. Tra i farmaci più comunemente prescritti di questo tipo, Agrenox, Aspigrel, Coplavix e Cardiomagnyl devono essere scelti separatamente.

Qualsiasi specialista della lista può essere prescritto solo da uno specialista, tenendo conto dei risultati di diagnosi e analisi, nonché delle caratteristiche individuali del corpo del paziente, della sua età, ecc. Per non nuocere alla salute, in nessun caso si può auto-medicare, anche per la prevenzione. Il sovradosaggio può causare l'aggravamento di altre malattie.

Classificazione degli agenti antipiastrinici

Nella medicina moderna, la classificazione degli agenti antipiastrinici è molto condizionale. Tutti i farmaci sono divisi in tre grandi gruppi:

  • azione diretta;
  • azione indiretta;
  • antiaggreganti piastrinici.

Questi ultimi sono i farmaci più moderni, hanno uno spettro d'azione più ampio. I decongestionanti non hanno praticamente effetti collaterali.

Chi è controindicato

Gli agenti antipiastrinici sono controindicati per le persone con tali malattie come:

  • ulcera gastrica nella fase acuta;
  • malattia del fegato;
  • malattia renale;
  • insufficienza cardiaca;
  • tutte le malattie in un modo o nell'altro associate al rischio di sanguinamento;
  • ictus emorragico (emorragia cerebrale).

E anche durante la gravidanza e l'allattamento dovrebbe astenersi dall'assumere questi farmaci.

Alcuni farmaci possono avere controindicazioni e effetti collaterali aggiuntivi. La nomina di un particolare farmaco è strettamente individuale e viene effettuata tenendo conto degli esami del paziente, dell'anamnesi, ecc.

È importante! I farmaci che fluidificano il sangue sono incompatibili con l'alcol.

conclusione

Gli agenti antipiastrinici sono indispensabili nella lotta contro le malattie cardiovascolari ad alto rischio di formazione di trombi. I farmaci possono migliorare la circolazione del sangue ed espandere il lume dei vasi sanguigni, tuttavia, utilizzare qualsiasi mezzo che assottigli il sangue, è strettamente necessario su prescrizione medica. L'uso non autorizzato di agenti antipiastrinici e agenti antipiastrinici può portare ad un forte aumento della pressione sanguigna e ad altre spiacevoli conseguenze.

Farmaci antipiastrinici (elenco)

Farmaci antipiastrinici - un elenco dei quali è molto lungo. L'uso diffuso di questi farmaci grazie alla loro efficacia nel prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Indicazioni e controindicazioni

Hanno un effetto nella fase in cui le piastrine iniziano ad aderire l'una con l'altra, dando luogo alla formazione di coaguli di sangue - coaguli di sangue. I farmaci antipiastrinici inibiscono questo processo, prevenendo così la coagulazione del sangue e il rischio di intasamento dei vasi sanguigni con coaguli di sangue, che può essere fatale.

La loro ricezione è necessaria:

  • con ipertensione;
  • ischemia del cuore;
  • malattie obliteranti che colpiscono i vasi degli arti inferiori;
  • disturbi circolatori nei vasi cerebrali durante l'ictus ischemico;
  • dopo interventi chirurgici sulle navi.

Uno svantaggio significativo degli agenti antipiastrinici è che quasi tutti hanno molte limitazioni da usare. Controindicazioni comuni sono: ulcere gastriche e duodenali, in particolare nella fase acuta, ictus emorragico, tutte le malattie con un potenziale rischio di sanguinamento interno, disturbi significativi del cuore, dei reni e del fegato.

Inoltre, non dovrebbero essere presi dalle donne incinte, specialmente nel 3 ° trimestre e dalle madri che allattano. Alcuni farmaci hanno le loro controindicazioni aggiuntive.

Il gruppo di agenti antipiastrinici più usati oggi include:

  • acido acetilsalicilico;
  • dipiridamolo;
  • ticlopidina;
  • clopidogrel;
  • farmaci combinati;
  • eptifibatide;
  • iloprost;
  • abciximab.

preparazioni tablet

In primo luogo, la popolarità è l'acido acetilsalicilico (Aspirina Cardio e molti altri). Maggiore è la dose, maggiore è l'effetto antipiastrinico. Arriva rapidamente, circa mezz'ora dopo l'ammissione.

Tuttavia, questo farmaco deve essere trattato con molta attenzione. L'acido acetilsalicilico ha molti effetti collaterali. Perdita parziale di appetito, mal di stomaco, nausea. A volte ci sono rumori nelle orecchie, mal di testa, vertigini. La visione potrebbe temporaneamente deteriorarsi. A volte ci sono reazioni allergiche all'acido.

Va inoltre tenuto presente che in alcuni asmatici l'acido acetilsalicilico provoca spasmi bronchiali soffocanti. Poiché fortemente irrita la mucosa gastrica e può portare alla formazione di ulcere, i preparati a base di esso dovrebbero essere assunti solo dopo i pasti con abbondante acqua.

Allo stesso modo, l'acido acetilsalicilico agisce dipiridamolo (compresse Trombonyl, gocce Kurantil, ecc.). I suoi effetti collaterali sono gli stessi, ad eccezione degli effetti negativi sulla mucosa gastrica. Ulteriori controindicazioni: infarto miocardico acuto, angina instabile.

La ticlopidina (Tagren et al.) È molto più forte dell'aspirina, quindi i pazienti che sono inclini all'emorragia e gli anziani dovrebbero assumerla in dosi minime. L'effetto terapeutico si verifica 2-3 giorni dopo l'ingestione, raggiunge un picco in 3-10 giorni e dopo l'abolizione dura altri 8-10 giorni. A volte provoca ittero.

Clopidogrel (Detromb, Plavix, ecc.) Anche significativamente supera l'aspirina, fornendo un effetto simile a ticlopidina. Ma i vantaggi di questo farmaco sono che agisce più delicatamente sullo stomaco e meno spesso causa reazioni allergiche.

I farmaci combinati sono ampiamente distribuiti, in cui sono contenuti diversi agenti antipiastrinici per migliorare l'effetto. Ad esempio, Agrenox (dipiridamolo più acido acetilsalicilico), Aspigrel e Coplavix (clopidogrel in combinazione con acido acetilsalicilico).

Va tenuto presente che, nonostante la somiglianza dei nomi di alcuni agenti antipiastrinici, la loro composizione è diversa. Nella preparazione di Thromboc ASS, il principio attivo è l'acido acetilsalicilico, in Trombex e Tromborel - clopidogrel e in Thromboreducin - anagrelide.

Droghe per iniezione

La soluzione di eptifibatide (integrilina) viene utilizzata per gravi attacchi di cuore ischemico, vaste operazioni dei vasi sanguigni. Spesso è prescritto in combinazione con acido acetilsalicilico e con eparina.

Ma questo farmaco non può essere utilizzato con un alto rischio di sanguinamento, diatesi emorragica, ictus, ipertensione grave, aneurisma, insufficienza renale o epatica acuta a causa del rischio di gravi effetti collaterali. Pertanto, è prescritto solo negli ospedali.

Iloprost (Ventavis e altri) è un farmaco molto potente, somministrato per via endovenosa o gocciolamento di cui deve essere eseguita esclusivamente sotto controllo medico del paziente. Iloprost è efficace nel trattamento di forme gravi di obliterazione di endarterite e atrombangiite, sindrome di Raynaud. Migliora l'effetto di molti farmaci che riducono la pressione sanguigna. Non permettere che colpisca la pelle. Gli ematomi si formano spesso nei siti di iniezione.

Ulteriori controindicazioni di iloprost: predisposizione a sanguinamento interno, ischemia grave e aritmie cardiache, scompenso cardiaco cronico. Il farmaco può causare nausea, vomito e diarrea, mal di testa, dolori muscolari e articolari, broncospasmo, tremore, perdita della sensibilità della pelle.

Abtsiksimab (ReoPro) ha anche un forte effetto antitrombotico e pertanto è usato solo negli ospedali rigorosamente secondo le indicazioni. La sua caratteristica distintiva è la rapida insorgenza dell'azione, che non dura a lungo. Abtsiksimab è spesso prescritto in combinazione con eparina e acido acetilsalicilico nello stato preinfarto, attacchi di angina instabile, operazioni vascolari.

Il farmaco non può essere usato ad alto rischio di sanguinamento, aneurisma, ipertensione grave, epatica acuta, insufficienza renale. Abtsiksimab non deve essere combinato con altri agenti antipiastrinici, poiché il rischio di reazioni allergiche aumenta drammaticamente.

Pubblicazioni Sul Trattamento Delle Vene Varicose

Hai visto le vene nelle gambe - un segno di vene varicose?

Se le vene sono visibili sulle gambe, questo fenomeno non dovrebbe essere ignorato. Questo è lontano da un problema estetico e c'è la probabilità di sviluppare alcune malattie, comprese le vene varicose.

Come prepararsi per l'ecografia delle vene degli arti inferiori

L'ecografia è spesso utilizzata per studiare il flusso sanguigno degli arti inferiori. La tecnica ha vantaggi rispetto ad altri metodi. Tale strumento diagnostico consente di identificare rapidamente una malattia pericolosa, stabilire le cause e elaborare uno schema per l'eliminazione.